MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Maggio 2013

1430 volte grazie!!!!


Sestri Levante - 

martino grillo.jpg

Ringraziamo tutti i cittadini che ci hanno votato e ci hanno dato fiducia.
Non andremo al ballottaggio, ma avremo sicuramente un rappresentante nel prossimo consiglio comunale, probabilmente due.

Continueremo nel lavoro che ormai svolgiamo da più di un anno sul territorio.
Saremo come sempre, attenti a ciò che la nuova amministrazione farà, ricordando loro le promesse fatte in campagna elettorale e portando le nostre proposte per migliorare la nostra città.

Non permetteremo che si agisca in modo strano e saremo la vostra finestra sul comune.
Come anche per le ultime amministrative, ribadiamo che i voti che ci hanno premiato, non sono di nostra proprietà, e quindi non daremo indicazioni di voto per il ballottaggio, lasciando decidere ai sostenitori del Movimento 5 Stelle di Sestri Levante, se e come votare.


Ancora un ringraziamento per il vostro sostegno


MoVimento 5 Stelle
di Sestri Levante

PS: Abbiamo bisogno di tutti voi, il movimento siete voi! per restare in contatto iscriviti al nostro meetup http://www.meetup.com/sestrim5s/


Sestri Levante - 

Video Integrale



grillo sestri.jpg

Album Foto Arcobaleno (Grazie Carlo)

BARRIERE ARCHITETTONICHE


Sestri Levante - 

Continua la nostra attività di sensibilizzazione e intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche, non una battaglia politica, ma un battaglia di cività che proseguiremo anche a fine elezioni a prescindere dal risultato.
Io voglio vivere in una città dove tutti abbiano le stesse opportunità di muoversi.


barriere.jpg


Sestri Levante - 

MANIFESTO-BEPPE-GRILLO copia.jpg

Movida & Cultura


Sestri Levante - 

Per troppi anni si è combattuta a sproposito la cosiddetta "Movida" cittadina, dando diritto a pochi eletti che hanno la fortuna di potersi permettere una casa nel centro storico di zittire una città, di frenare e impedire ogni evento ricreativo e culturale, svuotando di anno in anno la città, portandola di fatto allo stato di un fossile, priva di ogni stimolo per i giovani cittadini e ospiti di Sestri Levante.
Leggo e ascolto le parole di chi vorrebbe governare la città, sento parlare di turismo, di eventi, di palazzetti dello sport e mi domando di cosa stanno parlando visto che fin'ora sono solo riusciti a imbavagliare la musica dei tanti ragazzi in città che la fanno con passione, dei tanti ragazzi che si impegnerebbero per creare eventi e occasioni di aggregazione, ma devono cercare necessariamente altre città per esprimersi.
Porto ad esempio l'ultimo accadimento di questa sconfitta.

Una domenica di questa primavera che tarda ad arrivare, si è consumato l'ennesimo episodio di questa piccola e misconosciuta guerra a Sestri Levante. Alle 14 in pieno centro storico sono arrivati i vigili urbani in un locale dove una trentina di persone stavano festeggiando il matrimonio di due ragazzi. Questi si sono visti rovinare il giorno più bella della loro vita da un signore che voleva riposare serenamente nella sua bella casa in centro storico, alle 2 del pomeriggio. Ovviamente la musica è stata spenta, il rumore cessato, la serenità ripristinata. Il signore benestante ha vinto. Chi ha perso? Hanno perso solo i due sposi? Hanno perso solo le 30 persone che stavano festeggiando?
No la verità è che ha perso per l'ennesima volta Sestri Levante. Una località turistica schiava, nel silenzio di chi dovrebbe governare i conflitti di questo tipo, di qualche signorotto. Una località turistica che vede quotidianamente sparire non solo gente dal suo centro storico, ma anche soprattutto attività economiche e quindi lavoro.
Non mi dilunghero' a parlare di progetti ed eventi da proporre, per questo sarebbe semplice a questo punto passare dal deserto a diventare una piccola oasi felice, sarebbe semplice; basterebbe riappropriarsi dei nostri spazi, delle strutture esistenti, come ad esempio, l'ex cinema Conchiglia e farli diventare vivi e stimolanti.
Basterebbe un po' piu' di tolleranza da parte di tutti e piccole regole che renderebbero di nuovo Sestri Levante la cittadina turistica che offre un po' di svago ai turisti e ai suoi abitanti riportando un po' d'aria fresca all'economia soffocata anche dai tempi difficili.
Basterebbe poco.
Andrea Sartelli M5S sestri Levante

Cultura e scuola

Sestri Levante non solo ha bisogno di un rilancio dal punto di vista del turismo dell'ambiente e della struttura amministrativa ma come si è appreso e detto più volte dalle varie fazioni politiche con dichiarazioni sui vari quotidiani locali, anche da un punto di vista del lavoro vi è la necessità di intervenire immediatamente.

Parlo per esperienza in quanto svolgo anche attività di docente di scuola primaria per cui l'ambiente scolastico lo conosco molto bene e posso suggerire alcune strade che il comune deve intraprendere con lo scopo di coniugare la riorganizzazione scolastica con forze lavorative nuove.
Nelle gestione delle scuole, il Comune dipende direttamente dalle scelte nazionali e nello specifico dal Ministero della Pubblica Istruzione, avendo così ben poco margine discrezionale.
Tuttavia, si può ben comprendere che la scuola, forte anche di una sua autonomia in merito a iniziative soprattutto per il cosiddetto "doposcuola", può intraprendere iniziative atte alla crescita culturale e morale di ogni singolo scolaro.
Scuola e cultura sono a mio avviso due mezzi che percorrono lo stesso binario della crescita intellettiva; la nuova Amministrazione deve svolgere un nuovo ruolo in ambito culturale, aperto, trasparente e condiviso, concepito come servizio.
E proprio i servizi sono quelli che deve costantemente migliorare la " macchina comunale " creando necessariamente sviluppo lavorativo; voglio spiegarmi meglio:
se si garantisce un servizio dopo-scuola che possa coprire 5 giorni la settimana le fasce orarie scoperte, utilizzando ludoteche, spazi-compiti, laboratori (teatrali ad esempio), si può anche creare maggiore occupazione per insegnanti che si trovano in una situazione di disoccupazione grave e prolungata, o impegnando gli insegnanti precari, già inseriti nelle scuole stesse dove viene a mancare il tempo prolungato magari con l'aiuto di una "un'associazione" che collabori direttamente con il comune per garantire queste attività ricreative.
Il comune ha il dovere di riappropriarsi delle strutture che sono di sua proprietà, di riqualificarle e sistemarle al servizio dei cittadini.
Voglio invitare la cittadinanza ad andare a visita in via Negrotto Cambiaso .. i miei primi calci al pallone li ho tirati proprio all'interno di quello che veniva chiamato " Sivori B " .. lascio il commento a come si presenta oggi quel quartiere ai cittadini.
Questo quartiere è un esempio lampante di strutture funzionali per il doposcuola: vi sono due campi sportivi ( per praticare calcio, tennis, basket), più una palestra ( sulla quale già noi del M5S eravamo intervenuti per denunciare la situazione assurda e di abbandono di tale struttura ); il Comune a SUE SPESE deve garantire il doposcuola a tutte i ragazzi le cui famiglie non hanno possibilità economiche ad esempio per iscrivere i propri figli alle varie società sportive di qualsiasi sport presenti sul territorio, ad un costo contenuto.
Il Comune deve mettersi in condizione, anche tramite la creazione di associazioni come già ho anticipato, di assumere persone qualificate per garantire la pratica di attività sportive assolutamente utili anche da un punto di vista sociale e quindi di aggregazione.

Anche in ambito culturale il Comune deve intervenire molto di più ed essere più presente soprattutto per il lancio di eventi quali mostre soprattutto in quei mesi "invernali" dove per ovvie ragioni il nostro turismo non è quello di tipo "balneare".
Anche qui il comune deve riappropriarsi delle sue strutture e utilizzarle per il bene collettivo.
Volete un esempio?
La mia forte passione per l'arte mi porta a girare l'Italia e l'Europa alla ricerca di mostre d'arte sempre più diverse e innovative; e nello specifico "rincorro" tutto ciò che parla di Caravaggio. ( da qui la mia laurea in Conservazione dei Beni Culturali )
Nell'Ottobre 2011 mi reco a Seravezza ( Lu) paese di poco più di 13.000 abitanti in visita ad una mostra dal titolo: "La mostra impossibile di Caravaggio" e fu davvero una grande occasione di cultura e turismo. Una realizzazione multimediale che permetteva di vedere in una unica esposizione le riproduzioni ad altissima definizione e grandezza naturale dei 63 capolavori del Caravaggio conservati nei musei di tutto il mondo. Un evento in collaborazione con la Fondazione Terre Medicee, Comune di Seravezza, La Nazione, Regione Toscana e Asl 12 Viareggio. 
Ora, io mi chiedo, perché non proporre qui un evento tale? Magari scegliere come location il Convento dell'annunziata a Portobello ?
Questo è quello che noi vogliamo per la nostra città, abbiamo tutti bisogno di dare un nuovo volto a Sestri Levante e solo creando forze di lavoro, eventi e occasioni che si può riuscire in questa impresa.
Giuseppe Mohamed M5S


mohamed-sartelli.jpg
movida secolo.jpg
cultura giuse.jpg
movida mercantile.jpg


Sestri Levante - 

Era il 27 Gennaio e il gruppo del Movimento 5 stelle del Tigullio, in occasione di un giro pre- elettorale di Claudio Burlando presenzio' assime al sindacato USB, all'inaugurazione di una nuova TAC all'ospedale di Lavagna donata dal comitato Mordini e di nuovi ambulatori all'ospedale di Sestri.
mordini.jpg

Per primi evidenziammo il problema dell'obsolescenza e della pericolosità della TAC dell'ospedale di Sestri Levante con questo volantino distribuito davanti all'ospedale durante il teatrino elettorale di Burlando.
M5SOSPEDALE-page-001.jpg

Dopo questo fummo attaccati duramente a mezzo stampa dalla Dott. Peri candidata alla Camera dei deputati per il PD che ci accuso' di creare falsi allarmismi
dott. peri.JPG

Dopo tutto questo passarono le elezioni politiche e arrivarono le elezioni comunali, altri meccanismi da cavalcare a piacimento, ed ecco che , notizia di questi giorni, la TAC di Sestri Levante sarà chiusa perchè obsoleta, e mentre il PD cerca di minimizzare l'ospedale di Sestri Levante viene pezzo a pezzo smantellato.


Sestri Levante - 

Assistenza a persone non auto sufficienti

Premessa
La percezione del problema non trova corrispondente presa di coscienza fino a che non viene vissuto direttamente o indirettamente, qualora si tratti di persona a noi vicina o legata da rapporti di parentela. Improvvisamente si apre allora un mondo ove il senso di abbandono e di inadeguatezza assistenziale è tale da indurre, da una parte profondo sconforto, dall'altra una serie di problematiche, non solo di tipo economico, davanti alle quali si è del tutto impreparati.
Nostro preciso dovere è invertire quella sconsiderata attitudine politica che corre ai rimedi allorchè i danni si sono già verificati, con costi esorbitanti e risultati insoddisfacenti, solo e per esempio, il ricostruire un paese travolto da una piena quando sarebbe stato necessario un comune intervento di manutenzione sugli argini. I motivi di tale "disattenzione" non sono solo da ricercare in una totale mancanza di pianificazione degli interventi, ma nella scarsa ricaduta di prestigio personale che a tali interventi si lega. A parità di costi paga di più l'inaugurare un nuovo ampio parcheggio, magari con la banda, la benedizione e la televisione, che riparare un argine in una zona poco visibile.
Tanto detto và considerato che l'assistenza a persone non auto sufficienti è ancor meno visibile dell'argine rotto, si tratta di una realtà che si confina spessissimo entro le mura domestiche a fronte di strutture pubbliche ampliamente insufficienti rispetto ai bisogni.
Azioni
Pianificare degli interventi implica un'indagine ricognitiva sulla reale portata di questa problematica, sulla disponibilità di strutture che possano essere convertite a questo fine, un'indagine approfondita sui costi, che non sono indifferenti, sulla presenza o meno di personale professionale qualificato, sulla possibilità d'intervento domiciliare e via dicendo.
Implica inoltre un atteggiamento condiviso da parte dei singoli cittadini nel recuperare un senso di solidarietà sociale che si è molto attenuato in questi decenni. L'argomento è delicatissimo, difficile, ma deve essere affrontato ed il Movimento 5 Stelle si fà carico di mettere in atto quelle azioni che possano ben inquadrare le necessità, i costi, la disponibilità e la messa in funzione di strutture, nonchè interventi di tipo informativo atti a sollecitare la collaborazione dei semplici cittadini, ai quali si rivolgerà coordinandoli, per integrare le necessarie risorse umane, erogate queste in forma di volontariato, stante le limitate disponibilità di questi tempi di profonda crisi economica, nei quali è necessario recuperare sani e dimenticati valori di onestà, disponibilità e di impegno sociale.
Dr Francesco Nicelli,
cardiologo, titolare del Polo di Continuità Assistenziale, Ospedale di Sestri Levante.

Barriere architettoniche

Mirtha Barbetti candidata movimento cinque stelle

Ho 37 anni, vengo dal Friuli Venezia Giulia e vivo stabilmente a Sestri Levante dal 2007.
Sono affetta fin dall'età di sei mesi dalla SMA (Atrofia Muscolare Spinale) che mi costringe su una sedia a rotelle. Questa mia condizione non m'impedisce di vivere una vita normale in mezzo alle persone, di vivere una vita affettiva e portare avanti un'attività commerciale.

Vorrei che tu leggessi attentamente queste mie riflessioni e, passeggiando per Sestri Levante, potessi immedesimarti nei problemi che un disabile deve affrontare tutti i giorni.

Tutti i giorni percorro la stessa strada per arrivare al centro di Sestri Levante, un percorso che ho imparato con gli anni e che per la mia autonomia negli spostamenti non posso cambiare, in quanto molti marciapiedi non sono ancora adeguati per le carrozzine. Mi è successo molte volte di salire su un marciapiede senza nessun problema e una volta arrivata in fondo, dover tornare indietro perché da quel lato non c'era alcuno scivolo per poter scendere. A volte lo scivolo c'è, ma è troppo ripido oppure in fondo allo stesso ci lasciano lo scalino più o meno alto (non a norma di legge). Questo ultimo caso si ripropone molto spesso a Riva Trigoso, quindi uno scivolo che dovrebbe abbattere una barriera di fatto lo diventa.

Molte barriere le trovo negli uffici comunali di via Dante e di piazza Matteotti: gli uffici delle assistenti sociali presentano alcune difficoltà d'accesso, uno scalino subito all'entrata prima di accedere all'ascensore. Una volta salita al primo piano mi trovo un corridoio molto stretto nel quale la carrozzina ha difficoltà di manovra per entrare negli uffici.
L'ufficio anagrafe ha lo scivolo a norma per accedere, ma una volta arrivata davanti all'entrata mi trovo la porta a due ante strette che mi obbligano ad aspettare una persona per farmi aprire. Per accedere all'ufficio dell'assessore ai servizi sociali il quale dovrebbe essere senza alcuna barriera, trovo al piano terra una porta automatica, peccato ci sia uno scalino per accedere all'interno. Girato l'angolo hanno abbattuto le barriere architettoniche mettendoci uno scivolo, ma in questo caso c'è una porta tradizionale e non automatica. Una volta salita al primo piano con l'ascensore, per accedere all'area dove si trova l'ufficio dell'assessore ai servizi sociali, trovo tre scalini, quindi inaccessibile.
Piazza Matteotti: dopo aver ballato a causa del pavimento dissestato del carruggio per arrivare alla sede comunale, trovo un ascensore molto piccolo e nessun altro tipo di abbattimento barriere architettoniche attuato visto che dal 2009 le belle arti acconsentono all'abbattimento anche in palazzi storici.

Acquistare un farmaco per un disabile diventa un'impresa, perché delle quattro farmacie più centrali soltanto una è accessibile ( via Colombo). Tutte le altre presentano uno scalino alto all'ingresso, per cui è impossibile entrare.

Lo stesso problema si pone per gli esercizi commerciali, che per legge basta che mettano un campanello di chiamata per i disabili. I miei acquisti sono costretta nella maggior parte dei casi a farli per strada, senza la possibilità di entrare e scegliere ciò che più mi piace potendo guardare o provare la merce. In questo momento è obbligato ad abbattere le barriere architettoniche solamente chi dichiara di effettuare una ristrutturazione, se invece il l in della stampaocale commerciale viene solamente adattato alle esigenze (copertura del pavimento, tinteggiatura) non c'è obbligo di abbattimento.
Andare al mare, significa che posso scegliere solamente fra due stabilimenti balneari: il primo che si trova presso l'ottagono, munito di scivolo secondo normativa per raggiungere il bar, bagno per disabili, è disponibile JOB - carrozzina mare per disabili, ma il fatto che la spiaggia sia costituita da pietre e tutta in discesa non è la più adatta alla mobilità di un disabile, anche se d'estate viene attrezzata con delle passatoie in plastica.
Il secondo stabilimento balneare si trova molto più vicino al centro ed è completamente in piano. Fornito di: bagno per disabili, doccia accessibile, spogliatoio, JOB - carrozzina mare per disabili, passatoia lungo tutta la spiaggia di sabbia, inoltre è fornito di piattaforme da poter sistemare sotto gli ombrelloni per dare un'accesso facilitato alle carrozzine.
Queste sono le uniche due realtà balneari su tutte quelle presenti nel comune di Sestri Levante attrezzate meglio.

Le possibili soluzioni:

Incremento qualità di vita
• Monitoraggio barriere architettoniche e progressiva rimozione delle stesse
• Garanzie ai disabili per la facilitazione nel partecipare a tutte le manifestazioni culturali/sportive tramite vincolo sulla concessione delle relative autorizzazioni

Sviluppo di nuovi progetti
• Promuovere la Consulta per l'handicap a cui partecipino in larga parte persone diversamente abili, da cui possano pervenire all'amministrazione proposte per progetti e consigli mirati alle esigenze dei cittadini con difficoltà.
• Valutare la possibile presenza in Commissione di rappresentanti della Consulta per l'handicap.
• Valutare l'abbattimento delle barriere architettoniche ad ogni cambio gestione dell'attività commerciale.

944768_4862088756343_34547367_n.jpg

I candidati a Sestri Levante

  • user-pic
    andrea sartelli
  • user-pic
    Daniele Csatagnino
  • user-pic
    Darko
  • user-pic
    Giovanni Pennisi
  • user-pic
    Giuseppe Mohamed
  • user-pic
    Lorenza Guatteri
  • user-pic
    MARTINO TASSANO
  • user-pic
    Massimo Lambruschini
  • user-pic
    paola benedetti
  • user-pic
    Paolo Lercari
  • user-pic
    roberta romanini
  • user-pic
    simone famà

Recent Assets

  • martino grillo.jpg
  • grillo sestri.jpg
  • barriere.jpg
  • MANIFESTO-BEPPE-GRILLO copia.jpg
  • movida mercantile.jpg
  • cultura giuse.jpg
  • movida secolo.jpg
  • mohamed-sartelli.jpg
  • dott. peri.JPG
  • M5SOSPEDALE-page-001.jpg

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post del mese di Maggio 2013.

Aprile 2013 è l'archivio precedente.

Giugno 2013 è l'archivio seguente.

345Sestri Levante

   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons