MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Siena - 

"MPS - Novità e sviluppo di una tragedia italiana" è il titolo dell'incontro che il MoVimento Siena 5 Stelle ha organizzato presso la sala di Palazzo Patrizi coinvolgendo i deputati portavoce Daniele Pesco, Alfonso Bonafede e Carlo Sibilia.

Serata molto partecipata, sala piena, con tanti cittadini senesi intervenuti, tra cui l'Avv. Falaschi, socio MPS, e Daniele Magrini, noto giornalista senese ed amico di David Rossi.

Proprio durante l'intervento di Magrini in sala è sceso un silenzio surreale. Mentre descriveva minuziosamente le perplessità sulla frettolosa archiviazione come suicidio, la commozione era palpabile: David ha perso la vita a causa della vicenda che ha investito la nostra Banca MPS. Un prezzo altissimo, che nessuno dovrebbe mai pagare a causa del suo lavoro e sul quale insistono troppe ombre sulle quali crediamo opportuno venga fatta chiarezza.

Tecnicamente molto approfondito e conciso l'intervento dell'Avv. Emilio Paolo Falaschi, socio della Banca MPS, che anche in occasione delle tante assemblee non ha risparmiato critiche ed accuse anche pesanti rivolte ai vertici di CONSOB e Bankitalia, suffragate da prove documentali con le quali ha fatto esposti in Procura. Falaschi ha poi sottolineato la necessità che la cittadinanza senese si attivi per fare analoghi esposti e denunce agli organi competenti, offrendo la sua completa disponibilità per ogni tipo di assistenza e consulenza.

Interessanti gli interventi dei nostri ospiti parlamentari che hanno raccontato sia le loro azioni relative alla vicenda MPS che il clima di ostruzionismo alle loro richieste di accesso agli atti, come ha ben riportato Daniele Pesco, o sulle responsabilità degli organi di vigilanza, ricordati anche da Sibilia e Bonafede, oltre che sulle difficoltà e bocciature per le commissioni parlamentari di inchiesta promosse negli anni. Bonafede in particolare ha indicato come l'istituto della class-action, presente in molte democrazie mature, ancora in Italia non abbia avuto la sua piena realizzazione impedendo che i cittadini possano unire le forze per sfidare, sul piano legale, i giganti del settore finanziario come la stessa Banca MPS.

Tutti gli intervenuti, ribadendo la teoria da noi più volte espressa, hanno sottolineato il concetto che senza chiarezza sul passato è impossibile guardare con fiducia al futuro.

In conclusione, Giacomo Giannarelli, consigliere regionale toscano MoVimento 5 Stelle, ha ricordato come sia avviata in Regione Toscana la commissione di inchiesta sulla Banca MPS e la sua "galassia" di partecipate (proprio due giorni fa l'approvazione del programma di lavoro), promessa anche in campagna elettorale, e per la quale il gruppo 5 stelle di Siena è fortemente impegnato.

I video degli interventi sono disponibili sul nostro canale Youtube all'indirizzo https://www.youtube.com/siena5stelle

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it


Siena - 

Il MoVimento 5 Stelle di Siena si dissocia totalmente dalla presa di posizione del parlamentare Bernini, eletto nella circoscrizione dell'Emilia Romagna, che si è permesso iniziative decisamente affrettate e a dir poco approssimative sul nostro Palio.
Riteniamo infatti che Bernini si sia colpevolmente "dimenticato" di approfondire la questione con chi ne sa e ne sapeva molto più di lui, probabilmente annebbiato dal desiderio di farsi un po' di pubblicità estiva. Eppure sarebbe bastata una semplice telefonata ...
Siamo convinti, come ogni senese, che debba essere fatto il massimo per tutelare la salute dei cavalli e la buona riuscita della carriera, ma all'interno di un percorso di condivisione e di conoscenza libero dal pressappochismo e dalla demagogia pelosa di un certo "animalismo da accatto" capace di accendersi solo il 2 di luglio ed il 16 agosto, ma cieco muto e sordo su questioni ben più gravi gli altri 363 giorni dell'anno.

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it


Siena - 

Ieri pomeriggio i parlamentari Riccardo Fraccaro, Carla Ruocco, Massimo Artini, Alessandro Di Battista -calorosamente accolti da uno uno scroscio di applausi interminabile- hanno incontrato gli attivisti, i cittadini ed i simpatizzanti senesi parlando di Elezioni Europee ed Amministrative, oltre agli immancabili interventi relativi la situazione politica attuale.

Presenti oltre 1000 persone, più oltre 5000 contatti via web (attraverso lo streaming su www.siena5stelle.it/tv e su Twitter con l'hashtag #siena5stelle), intervenute per sentire le ragioni dei nostri 4 cittadini "portavoce" in Parlamento: invitiamo Berlusconi, -o come si chiama ora, Renzi-, o D'Alema a fare altrettanto.

E' stata una serata formidabile, resa ancora più emozionante dall'intervento a sorpresa di Beppe Grillo che, sulla scia delle imminenti Europee, ha chiuso la serata esponendo le posizioni del MoVimento e, di fatto, inaugurando a Siena la campagna elettorale del MoVimento 5 Stelle.

Ha brillato per la sua assenza la stampa cittadina, forse troppo impegnata a tacere su altri argomenti per occuparsi di questa bella festa di democrazia e partecipazione: fortunatamente per loro, sul web vi sono numerose foto e filmati a testimonianza del successo dell'iniziativa organizzata dal MoVimento Siena 5 Stelle.

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it

La grande elemosina


Siena - 

Grande enfasi per la richiesta di 750 milioni che la Fondazione MPS avrebbe intenzione di chiedere, come risarcimento, al precedente management.

Spiccioli, una vera e propria "elemosina" se confrontati con l'enorme perdita di valore che ha dovuto subire, a causa di scelte scellerate dettate più dall'arrivismo che dal buon senso, sia la Banca MPS che la stessa Fondazione.

Pochi spiccioli se paragonati alla spropositata cifra di 17 miliardi di € pagata per una banca che ne valeva a malapena 3 (2,7 miliardi di €).

Spiccioli, se confrontati con il danno sociale ed il declino che la nostra città sta scontando, e sconterà nel prossimo futuro, a causa proprio di queste decisioni.

Sia ben chiaro: a noi non importa della "banda del 5%", noi vogliamo dietro le sbarre la "banda del 95%"!

Vogliamo ricordarlo e ripeterlo ancora, proprio nei giorni in cui il grande Partito Dissestatore si avvia verso le "primarie farlocche" nella disperata speranza di far dimenticare agli elettori che il loro segretario, Renzie, sta capitanando l'ennesimo governicchio dell'inciucio insieme ai Berluscones: c'erano loro a comandare su Siena negli anni del grande disastro, c'erano loro a gestire le centinaia di milioni che la Banca MPS e la Fondazione spargevano a pioggia (sempre sul solito bagnato, per carità !) sulla città, c'erano i sindaci "democratici" quando si trattava di far realizzare opere pubbliche strapagate con i soldi della nostra Banca. Per finire, è sempre un "Sindaco Democratico" colui che ha avuto l'ardire di premiare Gabriellone per i suoi "meriti civici" !

Non possiamo accettarlo, così come non possiamo accettare questa inutile e demagogica presa in giro. Non possiamo accettare che le vere responsabilità vengano nascoste dietro un "segreto di stato" ed al popolino bue venga dato il contentino di una pretesa di pochi spiccioli come 750 milioni di €.

Dov'è la lettera che Almunia ha inviato al governo Italiano ? Perché Saccomanni, ex ministro delle Finanze, l'ha secretata ? Il neo-ministro Pier Carlo Padoan renderà pubblica la lettera di Almunia ? Avrà il coraggio di "denunciare" le responsabilità morali e politiche dietro questa vicenda ? Saprà dirci come mai Bankitalia e la CONSOB tacquero sull'acquisto di Banca Antonveneta senza due diligence ? Saprà dirci chi, nel suo ministero, legittimò la Fondazione MPS -socio di maggioranza- ad avvallare l'operazione ? Riusciremo finalmente a sapere perché l'acquisto di Banca Antonveneta era stato considerato "Questione di Stato"?

Domenica 9 marzo, ai nostri Parlamentari del MoVimento 5 Stelle ospiti a Siena, chiederemo di portare a Renzie queste domande e pretenderne risposta. O vogliamo ancora farci prendere in giro da questa gente ?

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it


Siena - 

Prima c'era Silvio, avrebbe pensato lui a sistemare l'Italia. Perché "si era fatto da solo" ed è "un grande imprenditore", pertanto "se si è arricchito lui, farà arricchire tutti gli italiani !" dicevano.

Crollò presto perché "poverino" - dicevano- "i comunisti non lo hanno fatto lavorare !"

Una breve parentesi con Prodi, anch'essa durata poco e intrisa di errori (come nominare Mastella Ministro della Giustizia...lo ricordate ?).

Elezioni. Sembrava impossibile che potesse ancora vincere Silvio.

Ma vinse, e tornò il Cavaliere, perché "lui sì che avrebbe risolto i problemi degli italiani" e "comunisti, fatelo lavorare !".

Sappiamo tutti com'è andata a finire, tra processi, mazzette, nani e ballerine.

Poi è arrivato Monti, nominato da Napolitano, il "professore", con il suo governo tecnico e le lacrime della Fornero. "Lui è un professore" - dicevano - "ce la faremo, perché non è un politico...è un tecnico !".

Sappiamo com'è andata a finire.

Crolla Monti. Elezioni. Vince Bersani, il PD, ma entra il MoVimento 5 Stelle in Parlamento e negli altri partiti è sbandamento totale.

Dura poco: ad Aprile cede Bersani ed arriva Epifani ad "arginare" l'emorragia di consensi del PD. Nel frattempo Re Giorgio da mandato al nipote Letta di formare un nuovo governo.

"Letta è bravo, pacato e serio: ce la faremo ! Lo spread è già sceso !" -dicevano - "e poi ha dalla sua un largo consenso...farà le riforme necessarie al Paese !".

Che vi devo dire...sappiamo com'è andata a finire.

Ora è arrivato Renzi. E tutti continuano a ripetere le stesse cose, che "lui ce la farà", "è giovane", "è in gamba"...

Repetita iuvant, dicevano i latini: dovremmo aver già imparato come andrà a finire...

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it


Siena - 

Molti cittadini spesso ci additano con "tanto siete tutti uguali ! Non avete fatto niente !". Per questo abbiamo preparato un volantino ed organizzato una adeguata campagna informativa per far sapere che non è così: il MoVimento Siena 5 Stelle, in questi mesi di presenza nel Consiglio Comunale di Siena, ha proposto e combattuto tanto su temi come Fondazione MPS, democrazia, diretta, soldi pubblici...

Ma la democrazia è fatta di numeri ed in Consiglio Comunale il MoVimento Siena 5 Stelle ha solamente due voti su 32 consiglieri, di cui 20 solo per la "maggioranza" (PD+Siena Cambia+SEL): ne consegue che solamente le proposte "ampiamente condivise" hanno speranza di essere APPROVATE.

Per aiutare i cittadini senesi a capire meglio cosa abbiamo cercato di fare, ecco un volantino:

A5.jpg

Oltre a quanto elencato, ricordiamo anche le tante interrogazioni presentate alla Giunta dietro diretta segnalazione dei cittadini senesi:

  • Ex edificio Scuola Alfieri
  • Pian delle Fornaci
  • Ex Molini Muratori a Taverne d'Arbia
  • "Campi rossi" a seguito di uso di glifosate
  • Distribuzione dell'acqua ai degenti dell'ospedale "Le Scotte"

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it

MPS, vogliamo sapere !


Siena - 


Ancora con questa storia del "segreto di Stato". Ma perché ?

Perché il Governo Italiano non vuole farci vedere il documento con cui Bruxelles ha ordinato il rimborso di tre dei quattro miliardi dei Monti Bond ?

Forse il documento solleva delle perplessità in merito all'operato degli organi di vigilanza (Banca d'Italia e CONSOB), quando venne deciso di acquistare la banca Antonveneta ad un prezzo superiore in modo abnorme a quello di mercato?

E perché l'ancora attuale Presidente del Monte dei Paschi di Siena - Profumo - rinunciò, nell'assemblea degli azionisti, ad avviare una azione di responsabilità verso gli amministratori, come Mussari, oggi a processo?

Quali ulteriori perdite ha provocato il convincere Nomura e Deutsche Bank a ricontrattare operazioni che vedevano MPS in forte perdita, visto che le due operazioni - rispettivamente Alexandria e Santorini - hanno avuto l'unico scopo di occultare il "buco" di bilancio ma aggravando, nel lungo termine, l'esposizione debitoria della banca senese ?

Dopo l'ultima vergognosa azione del regalo di 7,5 miliardi di € al sistema bancario, è chiaro a tutti che questo Governo nulla ha fatto affinchè alcuni banchieri, distruttori di pubblico risparmio e sottrattori di pubbliche risorse (e sui quali pendono pesantissime accuse da parte della magistratura), fossero messi nell'impossibilità di nuocere, e anzi ne ha addirittura premiati alcuni (perfino con la presidenza dell'ABI...).

Certo è difficile aspettarsi risposte nei riguardi di un sistema finanziario corrotto e malato - che controlla chi lo dovrebbe controllare - da parte di chi ha appena rinunciato al carattere pubblico del nostro istituto centrale di emissione, svendendolo a sprovveduti speculatori nostrani...

Per questo abbiamo scritto ai nostri parlamentari della Commissione Finanze, che proprio in questi giorni hanno depositato, in Senato, una interrogazione al riguardo: Interrogazione-MPS.pdf

Aspettiamo risposte.

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it

L'insulto del vitalizio


Siena - 

Cari cittadini, non vi sentite offesi dai cosiddetti "vitalizi" che alcuni privilegiati, a spregio delle difficoltà economiche di molte famiglie, si sono spesso auto-garantiti ?

Non vi sentite profondamente indignati da persone che, per dubbi meriti, ogni mese percepiscono più del vostro meritato stipendio senza muovere un dito ?

Non trovate estremamente fastidioso scoprire che, ad esempio, il Ragionere Mancini, eletto al Consiglio Regionale Toscano nel 1990 con la Democrazia Cristiana e recentemente premiato (ancora oggi ci chiediamo perché) dal Sindaco di San Gimignano, percepisce ancora oggi un vitalizio di 1.454€ mensili, dopo tutto quello che è successo alla Fondazione MPS durante il periodo della Sua presidenza ?

Quasi 5 milioni di € delle nostre tasse, ogni anno, finiscono nelle tasche di questi "pensionati d'oro", per il solo "merito" (!) di essere stati eletti in Regione o nominati assessori Regionali, mentre tanti anziani sopravvivono con pensioni minime che neppure arrivano, talvolta, a 500€ mensili, costretti magari a rubare pane o formaggio nei supermercati per non morire di fame.

VERGOGNA !

Ma lo scandalo ancora più grave è che questa "casta di privilegiati", di cui -sinceramente- non sentiamo proprio il bisogno, neppure un anno fa ha bocciato la nostra proposta di legge popolare "Zero Privilegi", dopo aver raccolto oltre le 8.000 firme di cittadini toscani raccolte su tutto il territorio, che permetteva un risparmio di oltre 4,5 milioni di € annui eliminando questi insopportabili privilegi.

Alla luce di tutto questo, certo non ci stupiamo più se in consiglio comunale viene bocciata la mozione per chiedere ai deputati della Fondazione MPS di ridursi la "medaglia" di 1200€ ad ogni incontro !

Che siano del PDL o del PDmenoelle, questa casta deve essere sbaragliata, democraticamente. E per farlo abbiamo, tra qualche mese, lo strumento delle Elezioni Europee e delle "Amministrative": trovate il coraggio di alzare la testa.

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it


Siena - 

Durante la seduta odierna del Consiglio Comunale, in qualità di portavoce del MoVimento Siena 5 Stelle, ho proposto all'assemblea tre emendamenti relativi alla questione degli emolumenti della Fondazione MPS, per "impegnare il Sindaco a chiedere ai proprio nominati in Deputazione":

  1. che venga proposto il divieto di cumulo in incarichi amministrativi di vertice per tutti i membri della Deputazione Generale ed Amministratrice, in aziende che hanno ricevuto contributi da parte della Fondazione MPS o che dalla stessa siano controllate;
  2. che venga proposta la dichiarazione di appartenenza ad associazioni od organizzazioni, fuorché l'adesione a partiti politici o sindacati, a prescindere dal loro carattere riservato o meno;
  3. che venga proposta la pubblicazione dello stato patrimoniale, ivi comprese eventuali partecipazioni azionarie, di ogni singolo membro delle Deputazioni sul sito web della Fondazione MPS.

Non nego la delusione quando, dagli scranni della maggioranza, sono nuovamente state tirate fuori le imbarazzanti motivazioni "sull'indipendenza della Fondazione e dei suoi nominati", sottraendosi di fatto al confronto ed al dibattito nel merito delle questioni presentate.

Lo sappiamo bene che, come recita lo Statuto, la Fondazione MPS è un ente privato indipendente ma sarebbe interessante capire come mai le istituzioni pubbliche della città si sono più volte spese per il suo salvataggio in quanto "patrimonio della Città" e poi, non appena si tratta di chiedere l'applicazione tre proposte di semplice buonsenso, ci si trincera nuovamente dietro l'indipendenza dell'Ente.

Un Ente, la Fondazione MPS, che non si vergogna ad elargire "medaglie" di presenza da 1200€ ad ogni Deputato per poche ore di riunione a decidere non si sa bene cosa (e viste le condizioni in cui è stata ridotta la Fondazione negli anni, concedetemi di dubitare della bontà delle decisioni prese...), nei cui confronti la stessa maggioranza consiliare, sempre durante la seduta odierna, non ha voluto portare avanti la richiesta di una doverosa rimodulazione degli importi, allineandoli a quelli dell'Amministrazione Comunale.

Forse erano proposte troppo "populiste" ?

Michele Pinassi,
Consigliere "portavoce" comunale "MoVimento Siena 5 Stelle"

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it

Almeno noi c'abbiamo provato


Siena - 

Saranno in tanti a strepitare ed a strapparsi i capelli quando la Fondazione MPS capitolerà sotto i pesanti colpi del Partito Unico e dei lobbisti ad esso legati, cui sono ciecamente votati gli "esperti economisti" che la politica ha voluto mettere, riccamente pagati, a dirigere una delle banche più antiche del mondo nonché la terza d'Italia: il Monte dei Paschi "non più" di Siena.

"Non più"di Siena perché sarà necessario iniziare ad abituarsi al triste destino che attende la nostra città, spolpata da una politica nazionale e locale famelica e priva di scrupoli.

Saranno in tanti, soprattutto tra coloro che fino all'ultimo, anche davanti all'evidenza della disfatta, hanno continuato ciecamente a votare i loro carnefici, quel PDmenoelle che non ha saputo mantenere neppure una delle tante promesse fatte in campagna elettorale.

Saranno in tanti a pentirsi dopo che, nella seduta del 19 dicembre scorso, la nostra coraggiosa mozione per impegnare il Sindaco, attraverso i suoi nominati, a chiedere "agli interessati di procedere, ai sensi dell'art. 11 del Dlgs 153/1999 e del l'art. 25 - Capo II - Titolo II delle Persone Giuridiche del Codice Civile, per lo scioglimento e conseguente commissariamento della Fondazione MPS" è stata incredibilmente bocciata con un solo voto a favore, 2 astenuti e 22 contrari.

Non sapremo mai se questa sarebbe stata la strada migliore ma sicuramente avrebbe almeno contribuito a restituire un ruolo dignitoso alla politica cittadina, dopo anni in cui la Fondazione MPS si è vergognosamente piegata alle decisioni della Banca, "dimenticando" di esserne il socio di maggioranza.

Se vi è una certezza però -una sola- è che a perdere è stata Siena e tutti i suoi cittadini, soprattutto quelli che verranno. Amara consolazione, l'unica di questi anni orribili, poter dire che l'avevamo detto, quando ancora gran parte del nostro patrimonio avrebbe potuto essere salvato se solo fosse stato strappato dalle mani indegne che l'hanno gestito e ancora spudoratamente lo gestiscono.

MoVimento Siena 5 Stelle

Movimento Siena 5 Stelle - www.siena5stelle.it

I candidati a Siena