MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Connettività


Treviso - 

Il nostro programma

Comunicazione


"La comunicazione è ormai elemento fondamentale della nuova Amministrazione pubblica partecipata ed efficiente. Comunicazione come strumento di conoscenza e di democrazia, che avvicina amministratori e portatori d'interesse, consentendo ai primi di ascoltare i secondi e di rendere loro conto del proprio operato, contribuendo allo sviluppo della trasparenza. Ma anche comunicazione come elemento fondamentale per il funzionamento stesso degli enti pubblici, risorsa e paradigma organizzativo al tempo stesso.
La partecipazione dei cittadini alle decisioni e la trasparenza delle Amministrazioni sono tra i punti fondamentali del MoVimento 5 stelle. Per renderli possibili, occorre innanzi tutto la volontà politica, che finora è mancata, di far entrare davvero il cittadino all'interno dei processi decisionali del Comune.
In questi cinque anni, con un solo consigliere, siamo riusciti ad ottenere la possibilità di registrare con i nostri mezzi tutti i consigli comunali, registrazione che è stata poi resa attività istituzionale propria del Comune.
Nel corso del 2009 su nostra proposta è stata approvata dal Consiglio comunale la realizzazione di un "servizio chat" dello sportello comunale a supporto dei cittadini e dei professionisti, e la pubblicazione sul sito del Comune di tutti i bandi di gara d'appalto e dei relativi vincitori.
A marzo 2011 è stata approvata, con voto unanime, la mozione presentata dal consigliere David Borrelli che aveva lo scopo di monitorare i flussi di lavoro e pubblicare le fasi di avanzamento delle pratiche nel portale del Comune. Questa proposta, che non è ancora stata attuata, permetteva di seguire, attraverso un software, una pratica lungo tutto il suo percorso di elaborazione. È nostro fermo intendimento dare attuazione a quella mozione.

√ Nuovo statuto per la partecipazione e la trasparenza
Il Comune di Treviso deve incoraggiare la partecipazione e concorrere alla realizzazione di una buona amministrazione aperta e responsabile, al servizio di tutti i cittadini, che attua concretamente i principi di lealtà, integrità, imparzialità, buon andamento e semplificazione.
Il Decreto legislativo n. 267, del 18 agosto 2000, dispone che nello statuto degli enti locali debbano essere previste forme di consultazione della popolazione nonché procedure per l'ammissione di istanze, petizioni e proposte di cittadini singoli o associati. Per questo vogliamo modificare lo Statuto e introdurre Regolamenti attuativi per realizzare i referendum propositivi senza quorum ed il bilancio partecipativo.
Il Bilancio Partecipativo è una forma di partecipazione diretta dei cittadini alla vita della propria città con l'attribuzione diretta ed effettiva di decisioni sugli obiettivi e sulla distribuzione degli investimenti pubblici, al bilancio dell'Ente locale e alla gestione diretta dei cittadini, che vengono così messi in grado di interagire e dialogare con le scelte delle Amministrazioni per modificarle a proprio beneficio.

√ Trasparenza negli atti e nelle spese
Oltre alla trasmissione del Consiglio comunale via web, diffusione in streaming anche delle discussioni delle commissioni consiliari, quando possibile.
Pubblicazione sul sito web comunale di tutte le voci di entrate e di spese (comprese quelle dei politici) a carico del Bilancio comunale. Controllo continuo delle spese di gestione, degli appalti e dei contratti per lavori, delle forniture e dei servizi, degli incarichi e consulenze, in relazione alla qualità dei servizi erogati dal Comune.

√ Riduzione delle consulenze esterne
Riduzione significativa delle consulenze esterne impiegando personale interno del Comune ed investimento sulla formazione del personale stesso per offrire sempre maggiori e migliori servizi ai cittadini e alle imprese.

√ Semplificazione amministrativa
Intendiamo rendere operativa la proposta di tracciare via web le pratiche, di qualsiasi tipo, da parte dei cittadini. Il Comune deve semplificare i procedimenti amministrativo-burocratici per i cittadini e puntare a ridurre il termine dei 60 giorni previsto dalla legge per la loro conclusione. Per offrire un servizio più completo, prevederemo di estendere i parametri di misurazione degli obiettivi annuali di performance comprendendo la valutazione dei cittadini.
Intendiamo organizzare, in collaborazione con altri Enti, Associazioni e Imprese, occasioni di confronto e reciproca formazione tra tecnici della Pubblica Amministrazione e professionisti, tecnici, consulenti, associazioni di categoria e ordini professionali.

√ Votazioni online dei cittadini sulle delibere comunali
Il Comune attuerà i principi di partecipazione attiva alla vita cittadina e di esercizio dei diritti politici, civili e sociali, secondo i fondamenti di eguaglianza e di libertà, con l'avvio sperimentale di un portale per il voto on-line del cittadino digitale: ogni cittadino residente a Treviso si potrà registrare mediante un documento d'identità.
Inoltre, attraverso il portale web ogni cittadino, ma anche professionisti, tecnici e non solo, avrà la possibilità di leggere, commentare e proporre modifiche alle deliberazioni comunali che verranno pubblicate sul sito del Comune in fase di "revisione pubblica", prima della loro adozione definitiva.
Per i cittadini privi di accesso alla rete intendiamo promuovere dei corsi gratuiti per l'alfabetizzazione informatica attraverso la collaborazione con strutture quali istituti scolastici e biblioteca, dotati di spazi e materiale informatico adeguati.

√ Estensione copertura wi-fi
Il Comune deve promuove lo sviluppo delle competenze informatiche, anche con l'abbattimento del divario digitale, estendendo la copertura graduale di tutto il territorio comunale attraverso una rete wifi (senza fili), gratuita per i cittadini di Treviso.

√ Piano di comunicazione del Comune di Treviso
Il Comune si impegna, ai sensi della Legge 150/2000, di comunicare ai cittadini tutte le attività svolte, attraverso un documento periodico strutturato, messo a disposizione nei principali luoghi pubblici, inviato via mail a tutti i cittadini digitali e reso disponibile su web. Potrà essere anche richiesto l'invio cartaceo a casa. Con questo strumento si potrà garantire trasparenza ed efficienza e consentire al cittadino di offrire il proprio contributo attraverso commenti, suggerimenti e reclami.

√ Ufficio stampa
Potenziamento dell'ufficio Stampa che diventerà l'Ufficio Comunicazione e Trasparenza del Comune e si dovrà occupare di informare i media e la cittadinanza in merito alle azioni del Comune, in particolare della Giunta, e di promuovere ogni iniziativa di pubblico interesse.
Apertura di una pagina Facebook ufficiale del Comune gestita da giovani volontari, che darà la possibilità a chiunque di commentare quotidianamente l'operato dell'Amministrazione.
Potenziamento dell'utilizzo dell'account twitter del Comune di Treviso per promuovere iniziative e diffondere informazioni utili.

√ Diffusione dell'informazione
Introduzione del servizio di prestito libri elettronici, in formato per e-book reader, ad esempio con l'adesione al servizio MLOL (media library online) nella biblioteca comunale. Potenziamento dell'accesso internet garantendo l'apertura serale e nei fine settimana, coinvolgendo cittadini volontari, associazioni, lavoratori socialmente utili e non solo.

comunicare.jpg


Treviso - 

Oggi

Rispondi. Partecipa. Cambia. Il 26 e 27 maggio 2013 fidati di te! :-)

Vota Alessandro Gnocchi Sindaco!


ale.jpg


Treviso - 

Una mano pesante nelle tasche dei cittadini di Treviso.

Nel 2012 l'amministrazione Comunale di Treviso, targata Gentilini, aveva cavalcato l'introduzione dell'IMU calcando la mano. L'IMU sui fabbricati diversi dall'abitazione principale era pertanto aumentata di 1.600.000 euro, quando la legge indica che l'aliquota minima corrisponde al 7,6 per mille. Il comune perciò aveva introdotto un aumento dell'aliquota minima pari a 0,7 punti percentuale, portando l'aliquota IMU all' 8,3 per mille.

Nel 2013 l'aliquota IMU aumenta ancora e passa al 8,7 per mille sui fabbricati diversi dalla prima casa.
Così le nuove aliquote IMU approvate dalla maggioranza Lega-Pdl impongono ai proprietari di capannoni e di fabbricati produttivi un ulteriore aumento di tasse pari a 800.000 euro rispetto all'anno scorso, equivalente ad un aumento della tassazione del 13,6 %.
Anche i proprietari di negozi e seconde case dovranno pagare 400.000 euro in più rispetto al 2012. Per un totale di 1.200.000 euro.

L'attuale amministrazione uscente, composta da Lega e Pdl, evidentemente non tiene conto della grave crisi economica e aumenta anche per il 2013 le tasse sulle seconde case, i negozi e i capannoni.

Con questi aumenti l'amministrazione incrementa le entrate del 5,6%. Una mano pesante nelle tasche dei propri concittadini. E non si può certo dire che il Comune coinvolga, o voglia coinvolgere, i contribuenti, i cittadini di Treviso, nella decisione di come utilizzare queste risorse aggiuntive.

Mentre il Paese è in recessione, la gente perde il lavoro e le aziende chiudono, chiedere un aumento complessivo dell'IMU di 2.800.000 euro significa trasferire risorse significative dalle tasche dei cittadini alle casse comunali.

Ancor più sorprendente, è il fatto che tale incremento di gettito sia stato stabilito dalla Giunta Comunale senza aver preventivamente individuato un adeguato impiego di queste somme sottratte ai contribuenti. Manca infatti una previsione di bilancio che giustifichi il sacrificio chiesto oggi.

Quali sono le prospettive dell'amministrazione uscente che vuole perpetuarsi altri 5 anni per Treviso?
Il parcheggio sotto Piazza della Vittoria?
Le continue fughe in avanti e marce indietro sulla pedonalizzazione del centro?
Un altro risiko immobiliare per cementificare la città con il Piano di assetto del territorio adottato in fretta e furia allo scadere del mandato?
Insomma cosa pensano di fare il con questo tesoretto di quasi 3 milioni di euro, soldi chiaramente sottratti ai cittadini, quando il candidato della Lega Gentilini continua ad affermare che non ci sono risorse per fare nulla di più e di meglio di quanto fatto fino ad ora? Dove sono le idee per rilanciare la nostra città?
Per 20 anni gli amministratori uscenti hanno inutilmente alimentato le speranze di benessere di tanti elettori proprietari di terreni, capannoni e case e ora impongono un costo pesante a tutti i contribuenti.
Il MoVimento 5 Stelle di Treviso giudica questi aumenti eccessivi perché producono un danno ai cittadini e all'economia intera in questa fase di crisi. Si continua a togliere dalle tasche dei cittadini invece di ridurre le spese comunali, con una gestione più accorta e non clientelare, e, soprattutto, non c'è alcuna strategia di rilancio che giustifichi lo sforzo.

Riteniamo, invece, che nel nostro programma siano indicate numerose proposte concrete che, coinvolgendo i cittadini, le categorie, le associazioni, permetteranno a Treviso di recuperare il ruolo di locomotiva economica. A partire dalla valorizzazione delle ricchezze storiche, architettoniche, artistiche, paesaggistiche per il rilancio del settore turistico e culturale, attraverso la creazione di percorsi, l'individuazione di spazi, la diffusione della conoscenza di queste risorse.

Inoltre è necessario puntare sulle conoscenze e capacità di innovare del nostro territorio per il rilancio delle attività produttive a cominciare dalla tradizione nel design, in collaborazione con l'Università, sviluppando il progetto Treviso design dando una connotazione ecosostenibile proiettata al futuro, con ricadute su tutte le realtà economiche a cominciare dalla innovazione di prodotto, la possibilità di attrarre finanziamenti europei, promuovere il made in Treviso, come simbolo di qualità ed eccellenza.


Treviso - 

Il nostro programma

Ambiente, rifiuti, attività agricole


L'ambiente è la dimensione che accomuna ciascun cittadino. Per la tutela dell'ambiente è di vitale importanza che ogni membro della comunità sia informato e consapevole, che sia coinvolto e che partecipi alle azioni volte al miglioramento del territorio.
In questa sezione del programma è inclusa l'attività agricola che, se orientata alla produzione locale di qualità, può rappresentare un elemento di beneficio ambientale e progresso didattico-culturale.
Il tema della qualità dell'aria, legata nella città di Treviso alle fonti di alimentazione degli impianti di riscaldamento e al traffico veicolare, è già oggetto delle proposte relative a energia e mobilità.

√ Presentazione annuale del rapporto ambientale
Organizzazione di un appuntamento annuale per illustrare alla cittadinanza le relazioni Arpav contenenti lo stato dell'ambiente della città. Presentare, in tale incontro, le strategie che l'Amministrazione intende adottare e raccogliere suggerimenti, commenti e sollecitazioni da parte dei cittadini. Tale momento di informazione e partecipazione dovrà svolgersi in orari e con modalità che permettano il coinvolgimento della più larga parte della cittadinanza, in particolare gli studenti.

√ Valorizzazione ed estensione dei parchi urbani
Valorizzazione dei parchi e delle aree verdi esistenti (es. Parco dello Storga, Parco del Sile) promuovendo l'estensione dell'ambito tutelato e attrezzando percorsi pedonali e cicloturistici, anche in collaborazione con gli altri Enti, che ne permettano la più ampia fruizione anche in contesto sovracomunale. Installazione di un'idonea cartellonistica, promozione delle manifestazioni e organizzazione di percorsi guidati per le scuole.

√ Estensione degli orti urbani e degli orti condivisi
Individuazione di nuove aree di espansione degli orti urbani e sostegno a quelli esistenti (es. zona Fiera). Creazione di aree per la realizzazione di orti condivisi e diffusione delle pratiche sostenibili di agricoltura in ambito locale, con la collaborazione di fattorie didattiche, cooperative sociali e scuole, e promozione di seminari e corsi di formazioni pubblici.

√ Promozione e diffusione di prodotti locali e tipici
Tutela e promozione dei prodotti tipici locali a partire da quelli dei Consorzi enogastronomici (es. radicchio di Treviso, asparago, casatella trevigiana). Miglioramento della consapevolezza dei cittadini mediante la verifica dell'indicazione d'origine dei prodotti nei farmer's market cittadini già esistenti e prevederne la diffusione (come presenza o durata) anche in collaborazione con i Comuni contermini.

√ Trasparenza ed efficienza nella gestione dei rifiuti
Richiedere un resoconto periodico alla società di gestione dei rifiuti per controllare l'efficienza della raccolta, del trattamento e degli impianti di destinazione, al fine di verificare la congruità della tariffa pagata dai cittadini di Treviso. Rendere pubblici i dati relativi ai trattamenti a cui sono stati sottoposti i rifiuti e i risultati conseguiti (es. produzione compost, biocombustibile), anche attraverso il sito internet del Comune.

√ Promozione di centri di scambio e del riuso
Promozione di centri del riuso da affidare a cooperative sociali, gruppi di volontariato o altri, per favorire la raccolta di materiale in buono stato di conservazione e permettere la riparazione, il recupero e la re-immissione nel mercato. Promozione di centri di scambio e feste del baratto per oggetti, apparecchiature e indumenti, usati e in buono stato.

√ Promozione di sistemi di vuoto a rendere
Implementazione e incentivazione dei sistemi di "vuoto a rendere", promuovendo la stipula di accordi di programma con le società dove conferire i materiali (es. esercizi commerciali, grande distribuzione organizzata) e con le società che ne curino il riutilizzo (es. società di imbottigliamento).
Promozione e diffusione di sistemi di riempimento alla spina e riutilizzo dei contenitori.

√ "Ecosportello" per l'informazione sulle buone pratiche di riduzione dei rifiuti
Servizio (fisico e online) attivato dalla società di gestione dei rifiuti, in collaborazione con il personale comunale, per fornire informazioni e supporto alla cittadinanza (es. organizzazione di eventi e sagre) sulle buone pratiche di gestione dei rifiuti, sulle più opportune modalità di intervento, sulle coperture e sui materiali appropriati (es. non contenenti amianto quali l'eternit), in collaborazione con la struttura competente dell'ULSS n. 9.

√ Tariffa dei rifiuti mirata
Spinta verso un sistema di fatturazione del servizio di gestione dei rifiuti mirato al conseguimento dell'obiettivo "rifiuti zero", ad esempio aumentando il costo di raccolta per specifiche frazioni di rifiuti e disincentivarne la produzione.

√ Creazione di circuiti dedicati per la raccolta di rifiuti
Incentivazione alla consegna diretta presso gli ecocentri di frazioni ad elevata qualità, con l'eventuale applicazione di uno sconto sulla tariffa rifiuti. Progressiva introduzione di punti di consegna di frazioni differenziate ad elevata qualità, con sperimentazione a livello di quartiere.
Destinazione preferenziale della frazione umida, raccolta in Comune, al depuratore di Treviso, nei limiti della potenzialità autorizzata dell'impianto, reinvestimento il risparmio netto per il miglioramento del servizio.

√ Promozione dell'utilizzo dell'acqua pubblica
Installazione di "case dell'acqua" con la possibilità di erogare "acqua alla spina", sia naturale che addizionata di anidride carbonica, in bottiglie di vetro. Progressiva eliminazione della fornitura di acqua minerale confezionata nelle strutture comunali, quali mense scolastiche e uffici, con diffusione di sistemi per l'erogazione dell'acqua di rubinetto.

√ Valorizzazione delle fontane cittadine
Censimento delle fontane presenti nel Comune, installazione di un regolatore di flusso per quelle a getto continuo alimentate dalla falda e di un rubinetto di intercettazione per quelle collegate all'acquedotto. Progettazione per la riscoperta e la manutenzione delle fontane di Treviso che prevedano percorsi guidati dedicati alle scuole e il coinvolgimento delle comunità di quartiere.

√ Tutela delle risorse idriche
Miglioramento delle informazioni, anche via web, sull'attuale stato della rete fognaria e sulle azioni in atto per l'estensione della rete fognaria civile a tutte le utenze della città, passo indispensabile al fine di ridurre progressivamente gli scarichi civili puntuali nei corsi d'acqua superficiali.
Promozione di azioni nelle sedi preposte allo scopo di ridurre gli sprechi d'acqua per la ridefinizione della tariffa domestica affinché venga fissato un minimo garantito gratuito e un costo progressivamente crescente sui consumi eccedenti. Limitazione dello sfruttamento delle risorse idriche sotterranee anche da parte dei privati per mezzo di sinergie con gli Enti competenti.

ecologia.jpg

Banchetto in piazza Aldo Moro! 21 Maggio 2013


Treviso - 

22 Maggio Banchetto in piazza!

Copertina_Facebook_presentazione.jpg

Vi aspettiamo nel nostro info point pre elettorale.
Saranno presenti:
- Alessandro Gnocchi, il nostro candidato sindaco;
- i candidati alla carica di consiglieri;
- gli attivisti.

Saremo a disposizione per illustravi il nostro programma e le nostre proposte per Treviso!


Treviso - 

Il nostro programma in pillole. Ne siamo orgogliosi!!!

La lista di candidati al consiglio comunale di Treviso per il Movimento 5 Stelle Treviso

Banchetto in Piazza Carducci! 19 Maggio 2013


Treviso - 

19 Maggio 2013 Banchetto in Piazza!

Copertina_Facebook_presentazione.jpg

Vi aspettiamo nel nostro info point pre elettorale.
Saranno presenti:
- Alessandro Gnocchi, il nostro candidato sindaco;
- i candidati alla carica di consiglieri;
- gli attivisti.

Saremo a disposizione per illustravi il nostro programma e le nostre proposte per Treviso!

Banchetto in Piazza Borsa! 18 Maggio 2013


Treviso - 

18 Maggio Banchetto in Piazza!
Copertina_Facebook_presentazione.jpg

Vi aspettiamo nel nostro info point pre elettorale.
Saranno presenti:
- Alessandro Gnocchi, il nostro candidato sindaco;
- i candidati alla carica di consiglieri;
- gli attivisti.

Saremo a disposizione per illustravi il nostro programma e le nostre proposte per Treviso!


Treviso - 

Grillo-a-TV_Fronte_A5.jpg

Tutto confermato! affronteremo la pioggia!

Vi attendiamo coraggiosi!


Treviso - 

Comunicato stampa

Sul palco anche il primo consigliere eletto in Italia espresso da Treviso David Borrelli che commenta "Ne sentiremo delle belle"

BEPPE GRILLO A TREVISO GIOVEDI' 16 MAGGIO ALLE ORE 21.00 IN PIAZZA DEI SIGNORI : INFORMAZIONE E DIALOGO

Sarà l'occasione per sentire parlare di vicende riguardanti la pubblica amministrazione mai udite prima dai cittadini né mai riportate dai media


TREVISO,11.05.2013 - L'occasione dell'incontro tra cittadini, candidati consiglieri, candidato sindaco Alessandro Gnocchi e Beppe Grillo, giovedì 16 maggio alle ore 21.00 in piazza dei Signori, sarà anche un momento di condivisione con la comunità trevigiana di tutte le informazioni sulla gestione della cosa pubblica negli ultimi cinque anni.

Ci sarà infatti anche David Borrelli, primo eletto in Italia con la lista civica 'Grilli Treviso', infiltratosi tra i politicanti di professione e potrà parlare ai cittadini e riportare direttamente i fatti che sono accaduti, nell'indifferenza dei media, all'interno del Municipio. "Ne sentiremo delle belle" assicura Borrelli "i cittadini hanno il diritto di essere informati su quanto è accaduto in questi ultimi cinque anni. Purtroppo i media devono rispondere agli editori di riferimento e continuano a dare spazio spesso all'inessenziale che lascia il tempo che trova. Le dinamiche politiche trevigiane sono un'altra cosa, e infatti la realtà è sotto gli occhi di tutti e ognuno vede che cosa non va a Treviso. Quella sera tutti insieme ribadiremo il nostro impegno a cambiare la situazione di stallo in cui versa la città. Un immobilismo, che unito alla trascuratezza della cosa pubblica, ha lasciato e continua a lasciare Treviso nelle mani di chi evidentemente non ha a cuore l'intersse della città. Per parafrasare una celebre battuta di origine francese, posso tranquillamente dire 'gli assenti possono correre il rischio di avere torto' è consigliabile interessarsi delle questioni che ci riguardano, perchè ho intenzione di dire le cose come stanno".

Informazioni e incontri, dunque. Si sentiranno le voci del candidato portavoce sindaco Alessandro Gnocchi e quelle della squadra di candidati consiglieri che hanno annunciato proposte,progetti e inviti alla partecipazione di tutti i cittadini. "Il Palazzo dei Trecento sarà il Palazzo di tutti i cittadini" commenta Alessandro Gnocchi, candidato portavoce sindaco M5S Treviso "anche in questa città non si tratta di coprire la "muffa" con una mano di vernice - la muffa prima o poi riemerge - ma di togliere proprio la muffa alla radice. Fuor di metafora, significa che continueremo a denunciare tutto ciò che è dannoso a Treviso e a proporre con forza i necessari mutamenti di azioni e idee per dare slancio alla città. Il nostro programma è stato proposto direttamente dai cittadini, sarà attuato con i cittadini ed eventualmente modificato in corso d'opera con tutti. Ricordo che con il progetto scuole, promosso da David Borrelli, abbiamo dimostrato che anche nella città di Treviso si può fare la raccolta differenziata spinta, visti anche gli ottimi risultati, raggiunti da anni, nell'intera provincia. Promuoveremo tutte le iniziative che permetteranno di ridurre la produzione di rifiuti. Garantiremo la massima trasparenza sulla gestione, scegliendo soluzioni ecologiche e premiando le azioni virtuose, ad esempio vendita di prodotti sfusi, riduzione degli imballaggi, sistemi di vuoto a rendere. Trasparenza e partecipazione" conclude Gnocchi" sono la forza dei trevigiani e noi siamo qui anche per restituire la città a chi la vive : le idee non ci mancano e il contributo dei cittadini è il benvenuto".




Informazioni e accrediti

UFFICIO STAMPA Movimento 5 Stelle Veneto
ufficiostampa@movimento5stelle-veneto.it

I candidati a Treviso

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Connettività.

Ambiente è la categoria precedente.

Energia è la categoria seguente.


   © 2010 Beppegrillo.it - I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons  Creative Commons