MoVimento 5 Stelle Rimani aggiornato su questa lista Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Inserisci la tua email per rimanere informato sulla lista certificata in questo comune





Tenetemi aggiornato
Sono disponibile ad aiutare la lista

MoVimento 5 Stelle

Trasporti


Trieste - 

È ridicolo il modo di fare politica del centrodestra a Trieste. Anche per quanto riguarda un tema sempre più sentito dai cittadini come quello dell'utilizzo delle biciclette. Oggi il vicesindaco leghista Pierpaolo Roberti si lamenta a mezzo stampa delle troppe due ruote non parcheggiate regolarmente. È lo stesso Roberti che ha fatto approvare il nuovo regolamento di Polizia locale che vieta di agganciare le bici ai pali, ai semafori e alle ringhiere ma che, finora, ha collocato pochissime rastrelliere in città. È lo stesso centrodestra che in Sesta Circoscrizione ha più volte bocciato la mozione del MoVimento 5 Stelle finalizzata alla realizzazione di nuove rastrelliere a San Giovanni, Chiadino e Rozzol vicino a scuole, uffici postali, palestre, luoghi di culto e di aggregazione.

L'uso della bicicletta in città va sostenuto con determinazione perché riduce il traffico automobilistico con ricadute positive sulla qualità dell'aria, sulla sicurezza stradale e per la salute dei cittadini. E invece cosa si inventa invece il centrodestra? Pur di bocciare la nostra proposta di buon senso arriva a sostenere che nella nostra mozione dovevamo indicare i luoghi precisi dove collocare le rastrelliere, i costi e la tipologia. Come se i consiglieri circoscrizionali fossero dei tecnici del Comune preposti agli stalli urbani.

Bocciatura della mozione che - per essere trasparenti fino in fondo - è arrivata anche grazie all'astensione di un consigliere del Pd che ha fatto l'ago della bilancia sostenendo che i tecnici del Comune non sarebbero stati in grado di trovare soluzioni adeguate. È bene che i cittadini sappiano come si comportano in realtà le forze politiche quando sono chiamate a prendere delle decisioni che dovrebbero sempre migliorare la nostra qualità della vita.

I consiglieri circoscrizionali del MoVimento 5 Stelle della Sesta Circoscrizione
Alessandra Richetti, Emanuela Segulin e Stefano Fonda


Trieste - 

Anche i patteggiamenti fanno curriculum. Per questo motivo il neo sindaco Dipiazza riporta il pensionato Piergiorgio Luccarini in Trieste Trasporti nel ruolo di presidente, nella società dove fu direttore generale dal 2004 al 2014.

Era il 1994 quando chiamato a rispondere di millantato credito Piergiorgio Luccarini, già segretario particolare dell'ex presidente della Giunta del Friuli-Venezia Giulia Adriano Biasutti ed allora presidente della Cassa di Risparmio di Trieste, patteggiò la pena e fu condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione e 300 mila lire di multa.

Da tempo non c'è più limite alla vergogna, le scelte dei partiti politici purtroppo non ci sorprendono più.
Dipiazza, dopo aver messo nelle sue liste d'appoggio e nominato fra gli assessori gente condannata dalla Corte dei Conti, ora continua la selezione occupando una delle sedie delle partecipate con un'altra persona che ha avuto problemi con la giustizia.

A Trieste, c'è bisogno di Aria Nuova!

Gruppo consiliare comunale
M5S Trieste

Il porto di Trieste


Trieste - 

Venerdì 29 gennaio alle ore 20 presso il Knulp Bar di via Madonna del mare 7/a di Trieste, il M5S organizza un incontro pubblico con seguente dibattito su:

"Il Porto di Trieste"


Faremo il punto della situazione sul porto di Trieste: il punto franco nord, la riforma delle autorità portuali, l'attività svolta dal M5S Trieste.

Vi aspettiamo!

per informazioni scrivete a info@trieste5stelle.it


Trieste - 

Firma storica per Porto Vecchio? Direi piuttosto che si tratta di un falso storico.

(l'articolo del Piccolo del 9 luglio 2015)

Ieri, non c'è stata alcuna sdemanializzazione delle aree del porto vecchio, al limite è stata tirata una riga su un pezzo di carta. E' lo stesso famigerato emendamento Russo a prevedere un percorso diverso rispetto a quello che l'Agenzia del Demanio, l'Autorità portuale, la Regione e il Sindaco vogliono far credere ai triestini. Che almeno Serracchiani e Cosolini leggessero quello che il Pd vota a Roma!

La legge, che il M5S ha aspramente criticato, prevede che prima venga spostato il punto franco internazionale e poi eventualmente si potrà sdemanializzare l'area. Ma i trattati internazionali non prevedono la riduzione del punto franco ma solo l'allargamento. Al limite esso può venir temporaneamente sospeso ma non tolto dall'area del porto vecchio.

Ci si dovrebbe piuttosto preoccupare di difendere a livello nazionale la specificità del punto franco di Trieste chiedendo i regolamenti di attuazione e di togliere i vincoli architettonici posti dallo Stato sui vecchi magazzini per poter far diventare quell'area una zona in grado di ospitare attività produttive interessate a sfruttare il regime di punto franco.


Trieste - 


Dopo anni è riemerso in Regione un dispositivo di legge che prevederebbe per gli esuli istriani del secondo dopo guerra, tariffe agevolate per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Ci siamo sentiti in dovere di intervenire. Ci auguriamo infatti che il passaggio della legge regionale che prevede tariffe del trasporto pubblico agevolate a favore degli esuli istriani vada abrogato al più presto. O, in alternativa, che questa misura rimanga senza copertura economica, in modo da non darne attuazione. È una misura iniqua che non ha alcuna motivazione di esistere.

Si impieghino le risorse piuttosto per aiutare i meno abbienti o per i giovani o, ancora, per prevedere abbonamenti validi dal lunedì al venerdì per incentivare l'utilizzo del mezzo pubblico da parte di chi lavora e attualmente si sposta in automobile.

Paolo Menis
Stefano Patuanelli
M5S Trieste

Articolo del Piccolo del 3 marzo 2015

PICCOLO Tessere gratis agli esuli. Costo 1,7 milioni.JPG


Trieste - 

"La delibera approvata in giunta relativa al parere che il Comune di Trieste deve rendere alle nuove integrazioni al progetto di Italferr è inutile, illegittima e pilatesca."

Lo sostengono i consiglieri comunali del M5S Trieste, Paolo Menis e Stefano Patuanelli, esprimendo una forte critica al documento predisposto dalla giunta. La delibera, che dovrà essere votata dal consiglio comunale, prevede di non esprimere alcun parere sul progetto preliminare "Nuova linea AV/AC Venezia - Trieste".

"Inutile perché non dice nulla e se anche fosse bocciata produrrebbe il medesimo effetto, illegittima poiché non tiene in alcun conto la previsione della delibera del luglio 2012 relativa al medesimo progetto, pilatesca perché, non ritenendo di poter esprimere un parere, il Sindaco punta esclusivamente a salvare la faccia al PD, che, come spesso accade, slalomeggia senza dire se è favorevole o contrario a questo progetto."

Va ricordato che lo scorso anno il PD e una parte dell'opposizione di centrodestra avevano espresso una posizione favorevole all'opera, subordinandola ad una serie di prescrizioni che, nelle odierne integrazioni, non sono state recepite. Il parere di oggi doveva quindi essere, di conseguenza, negativo.

"Ancora una volta - continuano Patuanelli e Menis - il PD antepone la tattica politica e la sua temporanea sopravvivenza agli interessi dei cittadini. Il partito che esprime il capo del Governo, il presidente della Regione FVG e il Sindaco della nostra città si vergogna di dire che crede in quella infrastruttura. Secondo noi, peraltro, è un sentimento di vergogna più che giustificato, visto l'impatto ambientale e l'insostenibilità economica, finalmente comprovata da una analisi costi benefici fatta dallo stesso proponente."

"E' ormai evidente - concludono i consiglieri pentastellati di Trieste - che Cosolini sarà ricordato per l'unico bel gesto che ha compiuto: la clanfa all'Ausonia."


Paolo Menis
Stefano Patuanelli
consiglieri comunali
M5S Trieste

Beppe Grillo a Trieste!!!


Trieste - 

Domenica 8 maggio, BEPPE GRILLO sarà in Piazza Vittorio Veneto (la piazza della posta centrale) a TRIESTE per sostenere la lista civica TRIESTE 5 STELLE - beppegrillo.it.

A partire dalle ore 15 gli interventi degli ospiti e dei candidati della lista civica si alterneranno agli intermezzi musicali.

I gruppi che si esibiranno fanno parte dello scenario musicale locale:
Ninety Tales, The Sinister Shadow, Free Stranger's Society, Freebirds, Zero40, The Rebus.

La manifestazione prevede lo svolgimento del comizio elettorale della lista civica Trieste 5 Stelle con l'intervento finale di Beppe Grillo, previsto alle 19.

Porta tutta la tua famiglia! E' previsto uno spazio giochi per i bimbi

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?), noi neppure

I candidati a Trieste

  • user-pic
    alessandro imbriani
  • user-pic
    Cristina Bertoni
  • user-pic
    Domenico Basso
  • user-pic
    elena danielis
  • user-pic
    Gianrossano Giannini
  • user-pic
    Paolo Menis

Archivio

Questa pagina è l'archivio dei post nella categoria Trasporti.

Sviluppo è la categoria precedente.

Partecipa ai nostri eventi