Condividi

Foto Quink
“Quando l’ho letto sui giornali non ci volevo credere. Poi ho visto che sui social media non si è parlato d’altro tutto il giorno, così ho razionalizzato un attimo, mi sono scosso e ho detto: vabbè, siamo in Italia. La protesta degli indignati, a tre giorni dai fatti di Roma, non è neanche più quella dei black bloc. Eh già, perché prima per i giornali era diventata la protesta dei violenti, quelli col casco, dimenticando quali erano le vere ragioni per le quali migliaia di cittadini sono scesi in piazza (reddito zero, disoccupazione, debito ecc. ecc.). Da oggi, invece, ha subito un’ulteriore trasformazione: è diventata la protesta di Er Pelliccia, il terribile, il ragazzo dell’estintore, l’orco cattivo in grado di far tremare il Paese. Per fortuna stasera ho trovato in Rete la vera ragione per cui Er Pelliccia lanciava quell’estintore: non era a norma….”
Superbo F.

Condividi
Articolo precedenteGrazie Molise!
Prossimo articoloDonapoti e Scilinadi