Condividi

Per amministrare ci vuole coraggio e determinazione. Per questo a Livorno la giunta Nogarin ha responsabilmente deciso di avviare la procedura di concordato preventivo in continuità per Aamps, l’azienda rifiuti partecipata del Comune. Una scelta difficile ma necessaria per evitare a tutta la cittadinanza livornese una manovra lacrime e sangue che avrebbe comportato il taglio di servizi essenziali, dal sociale, alla scuole, ai trasporti, nonché ulteriori perdite di posti di lavoro lungo l’arco dei prossimi anni. Si è scelto invece di sanare l’azienda, salvaguardare i suoi lavoratori, i suoi creditori e il servizio pubblico essenziale dell’igiene ambientale. Una scelta che solo il MoVimento 5 Stelle poteva prendere, perché non abbiamo le mani legate, non dobbiamo servire poteri forti, non abbiamo “debiti elettorali” da saldare.
Come si è arrivati a questo punto è molto chiaro. Livorno in tutti questi anni è stata amministrata dal Pd che, semplicemente, non ha riscosso le tariffe per il servizio, strizzando l’occhio agli evasori e danneggiando tutti i cittadini onesti. L’eredità lasciata alla città è un buco da 26 milioni di euro di crediti che oggi sono inesigibili. Per 20 anni hanno fatto di questa azienda il proprio manipolo e ora la giunta Nogarin è al lavoro per riconsegnare alla città di Livorno una società efficiente e sana. Sempre e solo per il bene di tutta la collettività, perché questo significa essere del MoVimento 5 Stelle: avere come bussola il bene comune e non difendere mai soltanto una parte.
Il Movimento 5 Stelle dà piena fiducia alla giunta Nogarin e sposa la scelta intrapresa: per governare serve responsabilità e coraggio. In alto i cuori.