Condividi

Oggi l’Unità mi ha messo in prima pagina.
Dopo un lavoro di ricerca in cui ha scoperto che il Messaggero aveva parlato della mia barca ha riportato un estratto dall’articolo di Vincenzo Cerami, che ho evidenziato in grassetto :

“Poi, francamente, questo fiorire di mammole e verginelle, che si ritraggono scontrosette perché Fassino tifa per la banca delle cooperative o perché D’Alema ha la passione della barca, fa sorridere anche il più bacchettone dei veterocomunisti. Vergogna: la sinistra s’intende di finanza e di scalate, i suoi dirigenti addirittura parlano confidenzialmente con i banchieri. È immorale: banche e scalate le lascino alla destra, che è materia loro. Il politico di sinistra deve andare in giro con scarpe di pessima marca, sul pattino gli se piace il mare, e vestire povero (se ha la sfortuna di non nascere povero). Infatti la barca di Beppe Grillo non scandalizza nessuno, quella di D’Alema fa impressione”.

Il problema, caro Padellaro, è che lei ha riportato in prima pagina un falso.
Un falso estrapolato da un articolo di altri.
Io non posseggo una barca. L’ho avuta, ma l’ho venduta la scorsa estate.

Travaglio vieni via, ne va della tua reputazione a rimanere lì.
Se vuoi,vieni a scrivere nel mio blog.