Condividi

“Che il governo favorisca la carta stampata agli ebook lo si vede anche dalla differenze di IVA:
4% per i libri cartacei e 22% per l’equivalente elettronico. Inaudito!
Inoltre, mentre il resto del mondo manda i figli a scuola con un leggero tablet noi continuiamo a caricarli come sherpa di inutile e costosissima cartaccia come un Paese del terzo mondo.
Anche l’informatizzazione scolastica è slittata, per mano del PD e quindi di questo delinquente dalla rotativa facile, dal 2015 a data da destinarsi. Una vergogna, davvero.” Mario C.