Condividi

A partire da oggi, il post della domenica sarà dedicato all’ “Odio”.
Cominciamo con il calcio.

Odio il calcio.

Odio profondamente chi lo gioca, lo discute, lo compra, lo vende, lo commenta.

Odio chi ne parla convinto che interessi a tutti.

Odio i giornalisti e i comici in tv ma odio sopra ogni altra cosa le giornaliste sportive che parlano di calcio.

Odio i Presidenti e i figli dei presidenti, odio la loro decisione di pagare le tasse spalmandole.

Odio i mister, mestiere che non serve a nulla, e odio i Direttori Sportivi e i procuratori.

Odio il Calciomercato, il Totocalcio e il calcio scommesse.

E odio appassionatamente i calciatori, come si pettinano, gelatinosi, come si vestono, le loro automobili tutte uguali, le loro veline tutte uguali; ma li odio sopratutto quando in campo cadono, sputano, bestemmiano, quando segnano un goal e si tolgono la maglia, quando parlano con dietro il cartello dello sponsor.

Odio gli arbitri, i guardalinee e odio persino i giardinieri che tengono l’erba nello stadio cosi perfetta.

Il calcio non va né visto né parlato né giocato, Il calcio va spento!!!!!!!!!!!!!!!!