Condividi

Un po’ di uranio impoverito in tasca non ha mai fatto male a nessuno.
“20/06/2011 Vieques,Tropico del Cancro. Dal reportage a Portorico, terra di esperimenti nucleari e di allenamento militare Usa. Un’isola vicino a Portorico, bellissima e contaminata. Per sessant’anni è stata usata dalla Marina statunitense come base navale, campo di addestramento e discarica per bombe e rifiuti tossici. Dal 2003 la popolazione si è liberata dei militari ma non del loro lascito. Qui l’incidenza dei tumori è la più alta di tutte le Americhe. Il reportage sull’ultimo numero di E il Mensile, a firma Alessandro Grandi Dedichiamo il video alle dichiarazioni di Umberto Veronesi:
“L’uranio impoverito non fa niente. Sono radiazioni alfa: uno se lo può anche mettere in tasca. Non è pericoloso”.
Dichiarazioni rilasciate dallo scienziato ieri a Cagliari, mentre rispondeva in terra di esperimenti militari, con il Poligono di Quirra sotto inchiesta per attività simili a quelle che hanno distrutto il paradiso di Vieques e la salute dei suoi abitanti. Il problema, come al solito, non è solo nelle sostanze in sé. Ma nell’uso che se ne fa. E nell’uso che ne fa la ricerca militare. Un fatto che non può sfuggire all’intelligenza di Veronesi. (fonte peacereporter). segnalazione di THIRA FISHERMAN