Il Blog delle stelle

Il Pd con il #DecretoBanchette contro i risparmiatori, il M5S a Siena con i risparmiatori


  • 48

A partire dalle 16 sarà trasmessa la diretta del MoVimento 5 Stelle a Siena: dalla parte dei risparmiatori truffati!

di MoVimento 5 Stelle

Arriva in aula alla Camera il decreto legge sulle banche che dovrebbe, secondo le intenzioni, produrre "disposizioni urgenti per la tutela del risparmio": il #DecretoBanchette come le ha chiamate il segretario di partito Renzi. Abbiamo ben visto, negli scorsi mesi, come il risparmio sia stato tutelato da questo governo: stavolta si produrrà il miracolo? Ad una lettura approfondita, non pare proprio. Anzi, il testo viola almeno tre articoli della Costituzione.
L'articolo 3 laddove si sono congegnati sistemi di rimborso che discriminano i risparmiatori di Mps rispetto, ad esempio, a quelli fregati con il decreto di risoluzione delle quattro banche, nel novembre 2015. I primi godranno di una conversione per cui riceveranno alla fine obbligazioni senior garantite dallo Stato, quindi è come se avessero in tasca liquidità vera e propria. I cittadini colpiti dal crac forzato del novembre 2015 hanno invece ottenuto solo un risarcimento forfait all'80% e non per tutti. Inoltre, non hanno potuto tentare la strada degli arbitrati per un risarcimento integrale, dunque è stato violato pure l'articolo 24 della Carta, nel momento in cui, appunto, non si concede a tutti in modo uguale di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.
Infine, viene calpestato l'articolo 47 della Costituzione sulla tutela del risparmio. Infatti, il testo del governo non vincola in alcun modo l'uso dei fondi pubblici a un utilizzo prudente e non protegge gli istituti salvati da possibili, futuri crac. Bisognerebbe infatti legare in modo davvero stringente i compensi dei banchieri, almeno la parte variabile, ai risultati della banca salvata: ma ciò con il decreto non avviene. Sarebbe necessario mettere uno stop a precedenti accordi su buonuscite d'oro o premi straordinari per i manager che lasciano una banca sostenuta con soldi pubblici: ma questo il decreto non lo prevede. Infine, sarebbe stato utile concedere allo Stato azionista la possibilità di promuovere da solo azioni di responsabilità contro gli amministratori: ma ciò nel testo non è contemplato.
Le banche che creano danaro dal nulla si mettono il cappio al collo con prestiti non dovuti agli amici degli amici, con acquisizioni spericolate, con la finanza speculativa e i derivati. Lo Stato sta mettendo 6,5 miliardi circa nella banca del Pd e ne diventerà azionista al 70%. Eppure lascia gli amministratori al suo posto, per giunta liberi di gestire la dismissione degli Npl senza alcuna chiarezza, magari con vendite in blocco che fanno felici gli speculatori internazionali.
Anche il M5S utilizzerebbe danaro pubblico per stabilizzare il Montepaschi e il sistema bancario, tuttavia lo faremmo nell'ottica di un addio al principio della banca universale e di una separazione netta tra banche d'affari e banche commerciali, avendo come stella polare la tutela del risparmio e il sostegno all'economia reale. Ma, soprattutto, noi avremmo fatto chiarezza sui prestiti deteriorati della banca del Pd, sui legami incestuosi tra amministratori, politica e grandi 'bidonisti'. E avremmo fatto pagare il conto ai manager per le loro responsabilità. Tutti principi che in questo decreto non esistono.
Insomma, questo non è un problema di 'banchette', ma di 'governicchi'.
Per questo oggi, anziché votare la fiducia a al “decreto banchette siamo a Siena, di fronte alla sede di Mps, la banca spolpata dal Pd e dai suoi predecessori.
Siamo a Siena per protestare contro questo decreto che loro chiamano "salva-risparmio" e che invece è un assegno in bianco di 20 miliardi in favore di banchieri cui non viene chiesto di pagare nulla per le loro responsabilità.
Il governo che dice di non trovare i soldi per il Reddito di cittadinanza e che non riesce a consegnare nemmeno le casette di legno ai terremotati, poi trova subito una cifra enorme per aiutare le banche, ma senza creare le condizioni per una vera stabilizzazione del sistema.
Il M5S vuole una autentica nazionalizzazione di pezzi del sistema del credito, con l'azzeramento di un ceto manageriale che ha massacrato gli istituti e una gestione interna alle banche e trasparente dei crediti deteriorati.




Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

Leggi anche...

Commenti


Buongiorno,
mi sono appena disiscritto dal Movimento.
Il motivo è lo Stadio della Roma. Sentir dire da Beppe le banalità che sono state il cavallo di battaglia "dei poteri forti" contrari per i loro interessi (leggi altri costruttori che hanno il monopolio romano) quali "rischio idrogeologico e rischio esondazione" è stato il colpo di grazia.
E' un no a prescindere, che non considera che Roma, la Roma è la squadra del Popolo, quel popolo del quale vi riempite la bocca ma al quale state mancando di rispetto. Il popolo romano non è stupido, sa riconoscere un no a prescindere da un no motivato. Ritenevate che la "compensazione" fosse esagerata? Benissimo, motivate e risolvete, non vi nascondete. Dire no a prescindere è sicuramente la cosa più semplice, lo comprendo, ma non sempre è la scelta migliore. In bocca al lupo per il futuro, ne avete bisogno. Peccato per me, Beppe mi aveva stregato..... mi aveva

Nunzio Pepe 23.02.17 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

jolia antonio () Commentatore certificato 20.02.17 14:55| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sempre più incertezza politica provoca un aumento dei tassi di interesse.

sandro d., borgo san martino alessandria Commentatore certificato 20.02.17 14:47| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO AVETE FATTO L`ULTIMO CONTROLLO SULLA NOSTRA RISERVA AURICA? AL`ULTIMO CONTROLLO ERANO 2800TN ADESSO QUANTI CI SARANNO ANCORA? VISTO CHE L`ULTIMA VOLTA SI È PARLATO DI 2400TN! VA VI RENDETE CONTO DI QUANTO CAPITALE RAPPRESENTINO 400TN D`ORO?!!! ANDATE A FARE UN CONTROLLO IN BANCA D`ITALIA VISTO CHE LA NOSTRA RISERVA QUALCHE MALATO DI MENTE E DI MORALE HA LASCIATO LA NOSTRA RISERVA AURICA IN MANO AD UNA BANCA PRIVATA!!! SIETE TUTTI DORMIENTI O COLLUSI?!!!

SAVERIO GRAFFEO 19.02.17 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, mi chiedo che cosa si aspetti a cominciare una campagna massiccia, un fuoco di sbarramento preventivo contro la legge elettorale che sicuramente tenteranno di far passare, che ci farà rimpiangere il porcellum, sarà come un abito grottesco e deforme per attagliarsi a questa casta che ormai ha deciso di finire di distruggere l'Italia, ha avuto ordine di resistere a qualunque costo, fino a che non rimarranno che macerie fumanti?

Enzo Rossi 18.02.17 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Buon Giorno a tutti.
Ieri in sede di approvazione dell'infame decreto salvabanche, in pratica un salvaladri e scrocconi in grande stile, molti si sarebbero aspettati in aula una chiassata e una sacrosanta protesta ad oltranza che sarebbe dovuta rimanere unica negli annali dei verbali delle sedute. Basta con questa gentaglia che non ha intenzione di levare le tende se non quando non sia rimasta pietra su pietra, Roma dovrebbe insegnare.

Enzo Rossi 18.02.17 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Mr / Mrs / Ms
E ' con profonda gratitudine che ringrazio
portare qui la mia testimonianza, È che sono alla ricerca
pronti i soldi, non so come condividere con voi
la mia gioia perché me di essere ancora alla ricerca per il prestito, io sono
cadde sulla Signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Lei mi ha concesso
un prestito di 20.000 euro è ho parlato
diversi colleghi che hanno anche ricevuto prestiti in
questo Madame senza preoccupazioni. Soprattutto a me,
Ho ricevuto la mia domanda di credito, tramite bonifico bancario in un
durata di 72 ore senza protocollo e sono abbastanza
soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio
è questa donna continua a fare
meraviglie per le persone che sono veramente nel bisogno.
Così ho deciso di condividere questa opportunità
che non hanno il favore delle banche, o che aveva dovuto
fare finanziatori disonesti che fanno abuso
la personalità degli altri; hai un progetto o di un bisogno
il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegare a lui
la vostra situazione, vi aiuterà se lei è convinto di
la tua onestà. Ecco la sua email : developpement.aide@gmail.com

pik sousana rosa Commentatore certificato 18.02.17 10:24| 
 |
Rispondi al commento

VENTI MILIARDI DI DEBITO PUBBLICO PER LE BANCHE MPS ECC..CHE LI HANNO DISTRIBUITI AGLI AMICI E AMICI DEGLI AMICI I QUALI FORSE SE LI SONO PORTATI NEI PARADISI FISCALI. IN QUEST'OCCASIONE L'EUROPA NON HA FATTO UNA PIEGA CONTEMPORANEAMENTE PADOAN E CALENDA CON UNA FACCIA DI BRONZO CHE HA DELL'INCREDIBILE DICONO CHE BISOGNA ABBATTERE IL DEBITO PUBBLICO PRIVATIZZANDO L'ULTIMA TRANCHE DI POSTE E DELLE FERROVIE DELLO STATO. DUE REALTA' CHE DANNO LAVORO A PIU DI DUECENTOMILA ITALIANI E SERVIZI A DECINE DI MILIONI. GUARDIAMOCI INDIETRO E PENSIAMO ALLA PRIVATIZZAZIONE DI TELECOM ENEL ALITALIA ILVA E MI FERMO PERCHE VENGONO I BRIVIDI LA GRECIA E' ORMAI A UN PASSO CHE FARE?

LUCIA 16.02.17 18:25| 
 |
Rispondi al commento

PARLAMENTO A DELINQUERE. C’era un paese che aveva dichiarato al primo articolo della Costituzione di basarsi sul lavoro.
Quel paese dovrebbe fare una vera riforma costituzionale modificando il primo articolo ovvero sostituendo la parola lavoro con la parola menzogna.
Infatti in quel paese c’erano dei creditori che si rifiutavano di restituire i soldi alle banche.
I cittadini, parte dell’informazione e le stesse gerarchie bancarie avevano chiesto che si facessero i nomi visto che il governo di quel paese con decreto d’urgenza aveva indebitato i cittadini per coprire i buchi dei mancati introiti.
Ma la maggioranza dei parlamentari avevano fatto scudo ai creditori insolventi rendendosene di fatto complice.
Chissa’ perché?
Molti ora pensano male in quel paese autorizzati dalla reticenza della maggioranza del Parlamento. Pensano ad esempio che tra i creditori insolventi ci siano i finanziatori di quei parlamentari che hanno impedito col voto che si facessero i loro nomi ma, siccome ormai l’informazione di quel paese si regge sulla menzogna, anziché dirci che quei soldi se li sono presi loro e quel decreto serve per proteggerli dalla complicità in un reato hanno chiamato quel decreto salva risparmiatori anziché frega cittadini.

marco 16.02.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Finanza soldi per il 2017

Ciao io sono un particolare che aiuta ogni persona ha bisogno di
i finanziamenti e le mie condizioni sono semplici e il trasferimento di denaro in suo
beh, di sicuro la mia banca I fondi della sovvenzione di€ 2.000, andando a 11.000.000€
a lungo termine e di breve termine ultimo di rimborso . Ha la vostra attenzione
hai segnalato, la banca si è scoperto bancario si sono in
una grande difficoltà finanziaria; io sono disposto ad aiutarti
fornire opportunità per tutte le persone in stato di bisogno vigilia di me
contattato via e-mail: serrano.garcia@outlook.fr

serrano garcia 16.02.17 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Per tentare di capire qualcosa bisogna guardare quello che è già accaduto nel passato.
Ricordate lo scandalo della Banca Romana? Anche quella volta amici e amici degli amici
spolparono banche che erano addirittura istituti di emissione. Anche allora c'erano di mezzo esponenti della sinistra storica ( pecunia non olet ) a vario titolo consorziati con altri grandi predatori. Alla fine tutto viene scaricato sui risparmiatori poi sullo stato e da questo infine su tutti i cittadini. E' un po' come una piramide alimentare dove i grandi predatori periodicamente si mangiano i risparmi dei pesci piccoli (i cittadini). Aspettano periodi di liquidità e poi colpiscono, sicuri che il governo di turno provvederà a far pagare il conto alla collettività. E' un fil-rouge che inizia con il Sabaudo che si prende il tesoro del Regno delle Due Sicilie prosegue con lo scandalo della Banca Romana, poi l'Euro che di colpo ci ha dimezzato stipendi e risparmi, e infine i 20 miliardi regalati al Monte & banche varie e per loro tramite ai grandi insolventi dei cui nomi non si vuole pervicacemente rivelare nulla.

alberto vincenzo manenti 16.02.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che gli Italiani credono di cambiare le cose delegando ad altri, magari a propri portavoce o rappresentanti, stando seduti in poltrona col telecomando a farsi gli affari propri o praticare lo 'struscio' alla domenica. Dedicando alla rabbia solo l'intervallo di Inter-Juve. Si guardi la Romania che non è proprio l'Eden del libero pensiero e del rigore etico. Eppure sia nella dittatura sia ora nella corruzione si sono mobilitati, sono scesi in piazza con coerenza e tenacia ! Ancor prima l'Ucraina. I cortei francesi e spagnoli. Sono dieci anni invece che in Italia facciamo inutili dibattiti e trasmissioni interrotte da congrui spot pubblicitari e pagati commentatori su un semplice problema, il vitalizio, e siamo più o meno nelle condizioni iniziali. Forse la maggioranza ha ancora la 'pancia piena' al di là dei disperati che vivono sotto i ponti... Della spinta morale è meglio non parlare (i corrotti sono sempre gli altri mentre l'evasione nel Belpaese è ai più alti livelli mondiali ) Anche nel 1789 non bastò il risentimento antinobiliare, ci volle a corredo una paurosa carestia. Attendiamo qualche pandemia altrimenti i MPS si cloneranno e duplicheranno la schiatta dei manager corrotti ed incompetenti.

nibelungo 16.02.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Siena , un ricordo.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 16.02.17 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Sui vergognosi retroscena di questi scandali non si fa sufficiente informazione. Questo è un altro problema che si risolve abolendo ogni contributo statale all'Editoria, ed abolendo il canone RAI.
Tutto dipende dalla qualità dell'informazione; certo, è importante separare le banche d'affari dalle banche d'investimento, ma se ci pensiamo gran parte dei problemi di questo Paese, compresi quelli inerenti alla criminale gestione del risparmio, sono connessi ad un medievale sistema mediatico, fatto di signorotti, vassalli, valvassori e valvassini.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 16.02.17 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Gli amici non si fanno pagare, si aiutano ,perchè si sa bene ,che poi a loro volta daranno aiuto senza richiedere niente indietro;)

francesco s., Coreglia antelminelli Commentatore certificato 16.02.17 03:50| 
 |
Rispondi al commento

...non so o non ho capito se il comune ha già investito soldi sul progetto?
...ma annullarlo e rifarne uno nuovo, si può?
...chiedo,(?)! ...la mia è una domanda!

Fabio Ciottoli, Pistoia Commentatore certificato 15.02.17 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Giustamente il movimento ci aggiorna sulle porcate dei maggiordomi. Però questi maggiordomi portano avanti, imperterriti, il diktat dei loro padroni: CETA, BANCHE, PROCEDURE D’INFRAZIONE ecc. ecc.

Noi facciamo le chiacchiere, spesso inutili e inconsistenti. Loro, mattone dopo mattone, consolidano la casa degli orrori. Vanno dritti per la loro strada. Di quanto sta accadendo in Europa e nel mondo, li lascia del tutto indifferenti. Credo sia il caso di cambiare registro. Magari imparando dai rumeni, dato che noi abbiamo dimenticato come di fa a manifestare. Scusate, vengono organizzate, ancora, nonostante che anche i tardivi dovrebbero averlo capito, manifestazioni sull'inutile e superato passato: Foibe si, Foibe no. Col dovuto rispetto per le vittime ed il dovuto disprezzo dei negazionisti.

Diamoci un sveglia. Ci stanno facendo a pezzi.

TALELBANO

Gianfranco B. Commentatore certificato 15.02.17 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Che facce 'sti 4, ragazzi! Mi son sentito un po' malino a vederli tutti in una volta

L'ebetino qual'è, il primo o il terzo?

Poi Di Battista, alla Gabbia...Sono tornato a riveder le stelle*****

massimo m., Roma Commentatore certificato 15.02.17 23:32| 
 |
Rispondi al commento

LO STADIO LO SDEGNO
Caro Beppe Grillo, mi hai deluso, mi hai fatto sentire lo sdegno per il tuo scritto: "per dare a Roma una struttura sportiva a livello europeo" (in questo senso).
Per i voti dei tifosi romani sei disposto a far passare questa grande vergogna. Gli impegni generati da Marini e dal PD sono irrevocabili? Diaciamo che lo sono, ma il conto va trasfrito alla Federazione Calcio, presso la quale si fanno affari da miliardi come risulta dalle somme che i Totti portano a casa.Non solamente le strutture, ma anche le spese per la messa a disposizione della sicurezza vanno passate alla Federazione Calcio.
Perché io terremotato d'Abruzzo debbo pagare per i tifosi romani di calcio? Facciamo invece delle strutture sportive nei piccoli centri delle nostre regioni abbanddonate e condannate alla tifoseria di figure, a volte anche scempie, dei gladiatori al pallone dinanzi ai televisori.
Il piano che non rispetta, ma oltrepassa la pianificazione urbanistica del 70% è nullo; è un'infrazione alle regole, perciò il progetto ereditato è nullo.


luigi francia, luigi@francia.dk Commentatore certificato 15.02.17 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


EMERGENZA CORRUZIONE: votiamo questa proposta!
CORROTTI POLITICI: PENA DI MORTE
PROPOSTA DI LEGGE
Sono un umanista ormai stanco di credere nella remissione dei peccati a favore dei criminali politici; sono anche stanco della mia fede nel diritto alla vita anche per coloro che abusano dei deboli commettendo abusi e crimini seriali contro il patrimonio pubblico.

PENA DI MORTE per chi abusi dei beni pubblici per una somma a partire da 1000 euro;
durata del processo, appelli e sentenze: 3 mesi
esecuzione: impiccagione;
La stessa pena è concomitante contro quei giudici
che favorissero gli accusati per qualsiaisi ragione e connivenza.


luigi francia, luigi@francia.dk Commentatore certificato 15.02.17 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Di solito non sono tenero con il M5S, però sulla storia delle banche e non solo il MPS, che é sempre stato una Banca di partito e quindi di sistema illecito,sono pienamente d'accordo.
I fallimenti delle banche americane del 2008 che hanno causato danni ai correntisti ma non agli amministratori sono stati causati dalla mancanza di separazione tra banche di affari e banche di risparmio. Il problema c'é anche per le banca dei Lenders Tedeschi che prestavano ai Greci e poi li hanno accusati di non ripagare i debiti. E' completamente dannoso non far fallire il MPS ma finanziarlo senza una vera riforma del settore bancario e assicurativo. 20 miliardi e un sistema di corruzione in più. GBdL

Francesco landolina 15.02.17 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando non denuncerete la straripante corruzione nella magistratura italiana, oltre al farraginoso ed inefficiente sistema giudiziario, tutte le vostre iniziative finiscono per diventare una ulteriore offesa per i risparmiatori e per i cittadini italiani.
Gli elettori italiani sono stufi di politici che, prima di pensare ai veri problemi da affrontare, si parano il culo sottomettendosi alla più corrotta e potente delle caste (magistratura).
Smettetela di voler restare con i piedi in troppe scarpe diverse!
Abbiate il coraggio di prendere delle posizioni chiare ed inequivocabili!
Se si vuole essere per davvero dalla parte del popolo italiano, non si può scimmiottare con la peggiore delle caste (magistratura) e con il loro organo di riferimento (Fatto Quotidiano).

gianfranco chiarello 15.02.17 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Il governo chiede la fiducia,

Be, sulle banche non si può scherzare, ci vuole la FIDUCIA, in caso contrario i poteri forti si incaxxerebbero , magari ti tolgono il vitalizio, o non ti fanno arrivare al fine legislatura, o le vacanze pagate, o la excort a disposizione,
Ehi , la fiducia per il decreto Banche è intoccabile.

Andate tutti affn..lo.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.02.17 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

malafede.avete letto la lettera che la sboldrina ha mandato all' amm.re delegato di FB ? c'è solo che da ride, pe nun piagne.....

Il "social", secondo la "regazza", fomenta l'odio politico....... e si perche' la gente ha bisogno di fb, per rendersi conto del marciume politico che regna sovrano nel Belpaese.....

come sta a "pezzi"....madame....ovvmnt in .....

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.02.17 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Il 16 dicembre arrestarono Marra. Proprio il giorno in cui il Movimento 5 Stelle doveva andare a Siena, sarà stata solo una coincidenza?

Rosa 15.02.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

COPIO E INCOLLO DAL BLOG (POST PRINCIPALE IN ALTO)

Insomma, questo non è un problema di 'banchette', ma di 'governicchi'.
Per questo oggi, anziché votare la fiducia a al “decreto banchette” siamo a Siena, di fronte alla sede di Mps, la banca spolpata dal Pd e dai suoi predecessori.
Siamo a Siena per protestare contro questo decreto che loro chiamano "salva-risparmio" e che invece è un assegno in bianco di 20 miliardi in favore di banchieri cui non viene chiesto di pagare nulla per le loro responsabilità.
Il governo che dice di non trovare i soldi per il Reddito di cittadinanza e che non riesce a consegnare nemmeno le casette di legno ai terremotati, poi trova subito una cifra enorme per aiutare le banche, ma senza creare le condizioni per una vera stabilizzazione del sistema.
Il M5S vuole una autentica nazionalizzazione di pezzi del sistema del credito, con l'azzeramento di un ceto manageriale che ha massacrato gli istituti e una gestione interna alle banche e trasparente dei crediti deteriorati.

OCCHI APERTI 15.02.17 17:15| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che il governo introduca la tassa patrimoniale, fare pagare a chi hai i soldi che poi sono quelli che hanno sempre evaso.

carlo m. Commentatore certificato 15.02.17 17:08| 
 |
Rispondi al commento

ma perhe' sempre contro al papa' della boschi. l'avete mai vista la mamma ?

Walter Borchia 15.02.17 17:02| 
 |
Rispondi al commento

x il fake-pinocchio, per il risentimento che provi devi essere uno dei tanti espulsi dal M5S.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 15.02.17 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Applauso !!!

Domenico ., Roma Commentatore certificato 15.02.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

dicasi, CONFLITTO d'INTERESSI, quello che la SX rinfacciava alla DX di Berlusconi ma che nessuno dei due ha mai voluto risolvere, perchè entrambi in palese conflitti d'interessi, attuale PD compreso.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 15.02.17 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Teniamolo da conto il nostro programma sulle banche, ottimo, magari ci toccherà' di realizzarlo in tempi storici.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.02.17 16:36| 
 |
Rispondi al commento

in quella foto aggiungerei l'ex presidente della repubblica, poi il padre di fakeman, il padre + il fratello e cognata della Boschi.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 15.02.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento

prima si divideranno,

poi faranno una legge elettorale con premio di maggioranza alle coalizioni,

e poi a seconda delle percentuali si creerà la coalizione vincente

nel frattempo arriva il 2018...

vabbè, a pensar male....ecc ecc

Path Walker Commentatore certificato 15.02.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Far pagare quelli che creano i disastri dovrebbe essere messo in Costituzione.
Come mai, a Roma, autobus moderni passano ancora sopra ponti cosrtuiti dall'antica Roma? Perchè, a quei tempi, se cadeva il ponte tagliavano la testa a chi l'aveva costruito.
Risultato: i ponti sono ancora in piedi
I "manager" moderni invece sono o politici o amici dei politici e i risultati sono sotto gli ochhi di tutti e nessuno paga. Ovvero, paga pantalone.

giorgio peruffo Commentatore certificato 15.02.17 16:28| 
 |
Rispondi al commento

LADRI FOTTUTI, BANDITI, CRIMINALI, AGUZZINI, VIGLIACCHI. Ci penserà il M5S dopo la vittoria per governare. Dovranno restituire tutto o scappare nel deserto questi VIGLIACCHI ALCOLIZZATI e FATTI come SCIMMIE.PORCI e SCROFE insieme trombano tutti.

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 15.02.17 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Non attinente
Domani pioverà da occidente
( per non dimenticare Michele )
Noi siamo popolo eguale a tutti gli altri che non appena emerge dal pantano per atti in normale rettitudine, compiendo un dovere scontato, viene impropriamente classificato come eroico.
Il ridicolo dell'appellativo, dovuto ai giornali, appare il sostantivo di banalità talmente comuni che ci siamo abituati a descrivere in pagine e pagine di tediose cronache
Come se la guerra continua invisibile che ci circonda avesse sostentamento da un sangue più nobile quando invece è solo un comune atto quotidiano diretto
Ecco che al fine sgorga da quel flusso nel silenzio disinteressato un vero apprendista eroico per testimoniare l'orrore della mediocrità che fa del discredito ai non occupanti nel bene comune
Come un novello Jan Palach E anziché porlo in un altare che si merita, si dà discredito alla azione del suo gesto Ingombrante accusa alla politica, di cui ha fatto un preciso nome, dell'ultimo rappresentante che ha affossato definitivamente i diritti di una società civile
L'accusa del male tremendo di vivere in una società banale, surrogata e sublimata dai proclami di babbei che infangano anche il profilo del pensatore coperto di polvere sul lungomare di Trieste.
Quel pensatore che dovette attendere in depositi di fortuna decenni prima di essere esposto al vento della bora
Ora diventa per loro imbarazzante a tal punto che per disfarsene traducono la protesta in mistificazione
I più ben pensanti, vigliacchi, attingono; estraendo la testa dal pantano come anfibi, la scusa di temere emulazioni
Ma questo atto è uno della lunga catena di fatti già avvenuti semplicemente oggi ha un manifesto, che si dovrebbe appendere alle porte dei palazzi delle istituzioni, se la vergogna del errore per qualcuno dovesse ancora essere compatibile

Rosa Anna 15.02.17 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Banchette o Banchetti?

Antonio* D., Carrara Commentatore certificato 15.02.17 15:55| 
 |
Rispondi al commento


Inserisci il tuo commento


Memorizza i miei dati? Si No


Numero di caratteri disponibili: 2000


Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.