Il Blog delle stelle

Per fare il futuro ci vuole un albero


  • 119

alberdav.jpg

di Davide Casaleggio

Domenica 19 novembre (e quella successiva nel caso alcun città vengano colpite dal maltempo), per celebrare la Festa dell’Albero, vogliamo compiere un nuovo passo verso questo obiettivo, indicato come prioritario dai programmi ambientali delle Nazioni Unite e della FAO.

Vogliamo mettere a dimora in un solo giorno decine di migliaia di nuovi alberi e arbusti in diverse città d’Italia creando nuovi boschi urbani. Una grande azione di partecipazione insieme a cittadini, associazioni, comitati, Comuni.

La Pianura Padana è una delle zone più inquinate al Mondo e tutte le principali città italiane, soffrono enormemente per i danni dovuti a inquinamento e cementificazione selvaggia. La forestazione urbana è una delle misure da mettere in campo contro i cambiamenti climatici. Dobbiamo garantire un futuro ai cittadini. E per fare il futuro ci vuole un albero.

Due anni fa i gruppi del Movimento 5 Stelle di Reggio Emilia e Milano hanno creato il progetto “Mille alberi”. Reclutando e coinvolgendo le amministrazioni locali, centinaia di volontari e associazioni hanno messo a dimora migliaia di piccole piante autoctone. A Milano, a contribuire a questo progetto c’era anche mio padre. Lo scorso anno il progetto si è esteso anche a Torino ed altre città.

Abbiamo una sola Terra e va combattuta una sola “guerra mondiale”. Quella pacifica e non-violenta a salvaguardia dell’ambiente.

Ambiente e salute sono fattori fondamentali per uno sviluppo sociale ed economico innovativo che guardi al futuro. Occorre agire tutti insieme e per fare il futuro ci vuole..un albero!

PER ADERIRE: Le Amministrazioni ed i gruppi Comunali (del MoVimento 5 Stelle e di tutti i colori politici) che vogliono piantare degli alberi per garantire un futuro ai cittadini, possono inviare una mail a questo indirizzo: alberiperlavita@gmail.com

"Una persona può credere alle parole ma crederà sempre agli esempi" (Gianroberto Casaleggio)

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

Leggi anche...

Commenti


Anche: per fare un buon futuro l'internetcensura non e' necessaria.

L'internetcensura che impedisce di esprimere le personali convinzioni politiche e che cancella gli account delle persone "non gradite" per il loro modo di pensare ad alta voce. Direi: a "vocemediatica". ilGiornale.it solleva una pietruzza dell'intero macigno: "Facebook blocca Giorgia Meloni: Vietato definirsi patrioti, Bloccata la sponsorizzazione su Facebook di un video di Atreju. Giorgia Meloni attacca: Fin dove vogliono arrivare gli integralisti del mondialismo?" Ma e' ben poca cosa. Per rendersi conto di quanto possa essere vasto e diffuso il fenomeno oggi, propongo la lettura del seguente link:

https://pamelageller.com/category/internet-control-silencing-freedom-of-speech/

[IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 15.09.17 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Splendida iniziativa !

RICCARDO M., CAPENA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.09.17 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Meraviglioso!
è anche un mio vecchio sogno a cui ho sempre pensato!
che si realizza!

Grazie!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.09.17 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Per fare il futuro ci vuole un'informazione non legata ai partiti e che non ci riempisse di palle come l'albero di Natale.

Giovanni F. 11.09.17 08:57| 
 |
Rispondi al commento

A Firenze mancano 34.000 alberi , in base alla legge Rutelli che per ogni nuovo nato nelle città faceva piantare un albero .

Qui invece che piantarli gli alberi gli tagliano o meglio gli potano, perché sui cartelli ci scrivono potature, ma potature a zero... lasciano solo le ceppe

Viali piazze giardini ... alberi malati e alberi sani, certificati come sani da agronomi indipendenti , vengono tagliati per far posto ai peri cinesi che di ombra e abbattimento di polveri e Co2 non se ne parla nemmeno ...
Ma il pero cinese e' l'albero di moda, che ha poche radici e fa pochi danni alle strade , ai marciapiedi e' l'urban three 2005 e lo piantano al posto dei platani, dei tigli, degli olmi decennali ...
Insomma una strage che si aggiunge alla strage di alberi per far passare una tramvia, un progetto del 1958 a Firenze ... rispolverato da Nardella ... con lo scasso di tutta la città , dopo che le ferrovie hanno detto che il buco Tav miliardario per la stazione di campo Marte era inutile ...
Quando fra poco, anzi già da ora, ci sono le nuove tecnologie per le macchine elettriche e autobus elettrici ... a che serve la tramvia ???
Grandi opere inutili ... e intanto tagliano gli alberi, 10 milioni di budget per tagliare e ripiantare (con fuscelli ) alberi secolari e decennali... 8.000 piante su 74.000 in città
Coi lavori stradali che hanno tranciato le radici degli alberi e compromesso la loro stabilità ... un danno erariale su cui sta indagando la procura di afirenze con 7 dirigenti del verde indagati e proposti dal Pm a giudizio ...
Chi vincerà la battaglia degli alberi a Firenze?
I cittadini contro questi tagli , che come in viale Corsica hanno assistito al taglio degli alberi con l'amico polizia in tenuta antisommossa a rendere effettiva la delibera ? O chi vuole tagliare tutti questi alberi , sani e malati , per far posto al niente che avanza ?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.09.17 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che la democrazia digitale fa i capricci. Con la certificazione del numero telefonico sono stato escluso dal movimento per errore

Di Maio Giuseppe, vicenza Commentatore certificato 10.09.17 18:09| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/2017/09/blog-di-grillo-lo-dovete-capire.html

per il presente ci vuole che scriviate articoli sul fatto che noi grillini siamo bloccati censurati sul web, in prismi Facebook,poi anche google e Twitter, mi domando come non capite che la nostra forza è il web ed è quì che ci stanno massacrando,come faccio io a condividere se poi mi sospendono il profilo,mi boicottino non mandandomi in home ecc, svegliatevi, altrimenti io non condivido più niente, svegliaaaaaaaaaaa

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.09.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Il rispetto e la tutela dell'ambiente, sono nel DNA del M5S; non dubito che, se gli Italiani lo vorranno, sara' fatto quanto si doveva fare e non è stato fatto dai soliti e noti incapaci..

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.09.17 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Qualche commento sul post e tanto altro che non c'entra niente, al solito. Per quanto riguarda gli alberi, io mi accontenterei che non rovinassero regolarmente quelli che ho piantato io, cacciatori contadini e parenti.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 10.09.17 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL RIVOLUZIONARIO PERFETTO-Viviana
Caro difensore della partitocrazia più corrotta d’Europa e che hai da criticare i vaffanculo, ti riposto la mia filastrocca
Mi raccomando
fate la rivoluzione
ma mettete i guanti bianchi
e siate garbati
nessuna arma nemmeno impropria
nemmeno la parola è consentita
fate la faccia contrita
e parlate con moderazione
siate gentili,fermi ed educati
mai portare cartelli
alle feste di partito
dite sempre: scusi,permesso,mi consenta, riferirò,non avevo capito,
studierò tutto meglio,obbedirò a chi comanda..
non dirò ‘cani e porci’ a nessuna banda
anzi chiamateli ‘gentuomini di classe’
“cari amici dissenzienti”
e se qualcuno uccide il vostro Paese
dite che è una persona affettuosa
e profondamente democratica
questo è un luogo
dove si condanna chi s’incazza
non chi uccide
dove si demonizza il giudice
non il reo
allineatevi
inchinatevi
non sono i misfatti il male
è chi ne parla
è ‘come’ ne parla
tutto il male sta in chi s’incazza
ma ovviamente non dovete dire
‘sincazza’
qualche anima tanto perbene
potrebbe turbarsi
studiatevi bene il galateo di donna Letizia
magari anche quello di Monsignor Della Casa
e anche di Madame Eleonora
parlate a voce bassa
tenete gli occhi bassi
tenete il profilo basso
portate i sandali bassi
pensate a testa bassa
non contraddite
non criticate
non maledite
non contestate
non sputate le noccioline
non fate rumore coi piedi
non sbracciate con le mani
non tirate moccoli o Duomi
compunti e composti
ravviati e pulitini
pallidini e scoloriti
marciate in fila per uno
come andando a una funzione
se il politico ha freddo
offritegli anche il maglione
lasciate il posto al politico
spazzolategli la poltrona
mettetegli la sveglia
che quando deve svegliarsi suona
sempre azzimati sempre abbottonati
molto silenziosi e un poco rintronati
la rivoluzione la dovete fare
piano piano e limitati
da non svegliare nessuna persona
e se poi la storia di voi riderà
dicendo che la rivoluzione così non si fa


SEGUE SOTTO

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.09.17 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sull'immigrazione di massa, quale fatto epocale e ineluttabile, ho da dire che vale la stessa valutazione della crisi.

Si tratta di due cose artificiali, non naturali. E sono volute dai farabutti che ci governano (a livello planetario).

Che l'immigrazione sia inarrestabile e spontanea, fa parte di quello che vorrebbero farci credere (al pari delle altre favolette, tipo che gli immigrati siano delle risorse, indispensabili alla nostra economia e via raccontando).

In realtà, non c'è proprio niente di buono nello sradicamento di popoli, nel rimescolamento di culture e nella distruzione dei diritti dei lavoratori.

Si vogliono creare le premesse per una guerra civile, per il ritorno di malattie che sembravano debellate e per l'assoggettamento della popolazione al dio della finanza internazionale.

L'essere umano, al contrario, deve avere il diritto inalienabile di vivere nella terra dove nasce, dove ci sono gli alberi piantati dai propri familiari e dove riposano i propri cari da generazioni e generazioni.

E deve poter migliorare le proprie condizioni economiche e sociali nella terra d'origine, senza impedimenti criminali, quali il pareggio di bilancio e altre atrocità simili.

L'Africa è un continente ricchissimo. Gli africani debbono poter vivere bene a casa loro, dopo essersi sbarazzati dei neocolonialisti e dei loro servi locali.

Noi italiani dobbiamo, a nostra volta, liberarci dei criminali a libro paga della grande finanza, e poter vivere serenamente in Italia, senza essere obbligati ad emigrare per campare.

Gian Paolo ♞ 10.09.17 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli alberi nascono da soli,dove andremo a posizionare i pannelli fotovoltaici nei terreni,li non nasceranno più.

domenico policastro, san gregorio magno Commentatore certificato 10.09.17 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tu non sai. Alda Merini

Tu non sai: ci sono betulle che di notte
levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi camminano
o diventano sogni.
Pensa che in un albero c'è un violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta in un crepaccio
e poi diventa vita.
Te l'ho già detto: i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.09.17 09:29| 
 |
Rispondi al commento

1
Scritto nel 2012
L’ENORME RAPINA: I PARADISI FISCALI
I magnati del mondo vogliono solo aumentare i loro smisurati capitali strangolando i popoli, rendendoli più poveri e distruggendo quei diritti che sono costati secoli di lotte e di sangue.
Ci ingannano con i loro discorsi ipocriti sullo spreed e sul debito,quando poi le misure che vengono ordinate sono solo ad un senso: impoverire i poveri ed arricchire i ricchi.
Ci dicono che abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità quando chi le possibilità le aveva ha implementato i paradisi fiscali sottraendo risorse ai paesi e ai loro cittadini.
Oltre 21.000 milioni di dollari sono stati nascosti dai super-ricchi nei paradisi fiscali. Tanto quanto le economie di Stati Uniti e Giappone, lo dice lo studio di un ex capo economista di McKinsey, James Henry. In realtà la vera cifra potrebbe arrivare a 32mila milioni di dollari, poiché si sono considerati solo i depositi bancari e gli investimenti finanziari e non i beni concreti come proprietà o yacht . E’ una cifra gigantesca contro cui nessuno fa nulla, né gli inetti governi né gli inutilissimi G8 che si guardano bene dal dichiarare guerra agli evasori o ai paradisi che accolgono i loro bottini.
Il rapporto è stato commissionato da Tax Justice Netwotrk,gruppo che milita contro l’evasione fiscale: «Le mancate entrate fiscali che risultano dalle nostre stime sono gigantesche. Sono così grandi che, se fossero recuperate, rovescerebbero il default molti Paesi, salvandoli dalla rovina.
Il tutto è un enorme buco nero nell’economia mondiale»
I vari esecutori di questo immenso potere finanziario, gli emissari di banche come la Goldman Sachs, i Segretari del Tesoro statunitensi, il Governatore della Bank of Canada, il Governatore della Banca centrale europea Draghi come il Presidente del Consiglio italiano fanno solo il loro gioco. E contro di loro non faranno mai niente.


segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.09.17 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continua imperterrita la gogna mediatica contro il MoVimento 5 Stelle da parte degli organi di stampa uniti del partito della nazione, soprattutto la7 che con i suoi conduttori non risparmiano bordate al nostro MoVimento. Proporrei un bel MICROFONO DI LEGNO EX AEQUO per questi galantuomini della setta che si è ben capito quali panni vestano e quale sia il loro fine.

Giovanni F. 10.09.17 09:24| 
 |
Rispondi al commento

LA DEMOCRAZIA LIQUIDA

Vittorio Bertola 5stelle di Torino

E’ la democrazia senza rappresentanti professionali.

Se ne parla da un po’. Ne parla anche il partito pirata tedesco.

Occorrerebbe una forte revisione costituzionale per introdurre una democrazia diretta al posto di quella attuale, che è una democrazia parlamentare che produce una casta partitica fissa, eterna e irrevocabile. I limiti del sistema attuale sono dati dal fatto che gli eletti non hanno vincolo di mandato, possono dirottare quanto vogliono dalle promesse elettorali, possono anche cambiare coalizione, e gli elettori non possono revocare loro il mandato o esercitare un controllo penalizzante sui loro atti, devono per di più accettare in blocco i programmi elettorali e non frazionare la delega su chi in partiti diversi si impegna per cose diverse.

Per avere un controllo effettivo dell’elettore sulle leggi che vengono fatte, così che il rappresentante faccia ciò per cui si è impegnato, occorrerebbero rapidi e continui referendum sull’elettorato che, per non essere costosi e gravosi, dovrebbero avvenire in internet. Al momento non ci sono gli strumenti che possono evitare brogli informatici.

Nella democrazia liquida, tutti possono proporre idee, progetti di legge, o modifiche ad iniziative proposte da altri.

I problemi di una democrazia liquida sono:

Trasparenza: come accertarsi che il sistema gestionale sia effettivamente “equo” rispetto alle diverse istanze del cittadino e produca risultati davvero conformi alla loro volontà

Sicurezza: come garantire che non vi siano intrusioni o manipolazioni, invisibili al cittadino, e che i gestori dei sistemi non pieghino i risultati dei processi decisionali ai loro interessi

Accessibilità: come rendere accessibili i nuovi spazi di democrazia a quella parte della popolazione, in primis molti anziani, incapaci di utilizzare le nuove tecnologie? (questo è il punto più facile perché ci possono essere pc dai tabaccai o cartolai, così come ci sono i fax).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.09.17 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Valter Conti
Va un signore ricorrendo le sue terre,
quando un poveraccio incrocia il suo cammino.
Senza scendere da cavallo,
il signore lo chiama e gli mette nella mano
una moneta e una lista elettorale.
Il povero le lascia cadere al suolo,
la moneta e la lista,
e voltandogli le spalle dice:
“En mi hambre, comando io!”,
“Nella mia fame, comando io!”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.09.17 09:19| 
 |
Rispondi al commento

9 Settembre 2017 -- Ma no scusate, cambiare i parlamentari non si ottiene nulla, perchè siamo diventati tutti uguali. Coraggio e ammettiamolo. Bisogna eliminare i politici e fare un governo, legislativo ed esecutivo, che dipenda in permanenza dalla maggioranza del popolo sovrano. Appena il consenso scende sotto il 60 per cento, passano subito la mano al secondo in graduatoria. I parlamenti non sono più indispensabili, come quando furono creati, la vogliamo capire si o no!? Viva la sovranità della maggioranza del popolo, quella senza se e senza ma, non quella dell articolo 1 della Costituzione. Che schifo.... che facciamo... Dio Dio, perchè non ritorni!?...


Michele Ricciardi 10.09.17 06:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto riguarda le iniziative Comunali portate avanti a Ferrara con il logo del M5s , si comunica quanto segue :

Obiezioni riportata in Sharing

Questa iniziativa non ha nulla a che vedere con il nostro MoVimento 5 Stelle

Gli iscritti sono pregati di non tenere minimamente IN CONSIDERAZIONE queste Istanze nel Comune di Ferrara , che vengono depositate a nome e titolo personali , non per conto degli iscritti certificati che compongono il nostro Progetto Politico M5s .

http://www.quibrescia.it/cms/2013/06/26/no-slot-presidio-di-forza-nuova-sul-garda-bresciano/

Se volete seguire i vostri mentori dell'Estrema Destra Italiana fatelo , ma fuori dal MoVimento nel quale sono i comuni e liberi cittadini Italiani a partecipare e a decidere su come intervenire nelle loro / Nostre Istituzioni

http://www.quibrescia.it/cms/2013/06/26/no-slot-presidio-di-forza-nuova-sul-garda-bresciano/


Aspetto che il portaVoce eletto in Senato per il nostro M5S Giovanni Endrizzi comunichi la data per l'incontro in Parlamento nel quale elaborare la stesura del Testo del Disegno di Legge votato sulla nostra
Piattaforma Operativa Rousseau

Proposta di Legge votata do oltre 5600 Iscritti Certificati M5s

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 10.09.17 05:59| 
 |
Rispondi al commento

So arivati, pure co la scorta, i piantatori dell'arberi.Sembra na barzelletta,, ma nun lo è. È l'Italia che è diventata na barzelletta

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2017/09/09/mareamico-cp-non-ferma-barca-poi-fuga_dd33d8bf-b824-4cfc-9025-c9a9c3170f51.html

Jos Dek 10.09.17 05:43| 
 |
Rispondi al commento

Splendida idea!
Gli alberi e i vegetali in generale ci sono simbionti primari, nel senso che noi respiriamo l'ossigeno che loro producono e loro respirano la CO2 che noi animali espiriamo.
Con tutta la CO2 che abbiamo prodotto bruciando energia fossile il minimo è piantare alberi...
In città ogni albero dovrebbe esser sacro!

paolo 10.09.17 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per il pensiero e per l'invito a partecipare , Davide !

.. e ti chiediamo di continuare sulla strada del percorso partecipativo dei comuni e liberi cittadini in MoVimento che partecipano , propongono per diffondere in Rete le iniziative organizzate a livello territoriale ..

- Un gazebo per il Call to Action ci sarà a Rimini ?

Se sì , fateci sapere ( per tempo possibilmente ) , come saremo organizzati !

Un'abbraccio dall'Abruzzo " In MoVimento "

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 10.09.17 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Per fare un tavolo, ci vuole il legno
per fare il legno, ci vuole l'albero
per fare l'albero di vuole Ecosia

https://www.ecosia.org/

Roberto Bonifazi 10.09.17 00:28| 
 |
Rispondi al commento

In ricordo di Lucio

Lucio Battisti fa sempre notizia. Soprattutto oggi, nella ricorrenza del 9 settembre. Ma non per questo si possono inventare frottole. Nè si possono scrivere sciocchezze. Esattamente 19 anni fa, Lucio Battisti ci lasciava. In punta di piedi. In perfetto silenzio: quel silenzio che sempre aveva gelosamente custodito per la sua vita privata. Una brutta malattia, non confidata a nessuno, neanche al papà, se l’era portato via. Già da tempo Lucio rifuggiva la ribalta. Chiuso a riccio in un esilio voluto. E non parlava con i giornalisti. Li scacciava, se poteva. Li chiamava ‘rompiballe’. D’altronde, tranne qualche eccezione, era gente che non aveva mai amato. Così come loro non avevano mai amato lui. Irriso, deriso, un cantante senza voce, lo definirono in tanti, magari anche (pseudo) critici musicali. Veleno che nascondeva livore. Perchè la sua colpa era, in realtà, un’altra. La colpa di Lucio era quella di non essere un ‘allineato’, di non essere un artista ‘politically correct’. Ma, veleno e livore erano inutili. Battisti era fatto così: prendere o lasciare. Mai e per nulla disposto a farsi mettere in bocca gli slogan propagandistici di quegli anni. Mai favorevole alle passerelle e sempre lontano dalle feste dell’Unità. Perciò era fuori. Out. Fuori dal coro. E dagli osanna. Anche se poi, in verità, hanno preso a celebrarlo anche da sinistra. Da morto. Persino alcuni epigoni dei “compagni che sbagliano”. Forse ricordando che pure nel covo delle Brigate Rosse a via Monte Nevoso a Milano, furono trovati i suoi dischi. Già, per Lucio, parlavano sempre e solo le sue canzoni. Quelle sue ‘emozioni’ e quei suoi ‘pensieri’: note sublimi che il maestro Mogol rivestì di ‘parole’. Certo è che molti “sinistri”, radical-chic, non lo amavano. Tutt’altro. Lo detestavano. Ma di fronte ai milioni di dischi venduti e ai continui primi posti nelle hit parade, non hanno potuto decretarne l’oblio.

Era semplicemente un genio.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.09.17 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO SI E' DETTO QUASI TUTTO, PER CERCARE DI DIRE TUTTO SI SCRIVONO STRONZATE

devono solo rimboccarsi le maniche e lavorare a casa loro. oltretutto stiamo parlando di paesi che, come diceva la studiosa pochi giorni fa in questo blog, hanno una crescita annuale di pil che ce la sognamo.

carlo 09.09.17 20:52

Allora perchè i nostri disoccupati non li aiutiamo ad emigrare in Africa o in Asia dove hanno un pil che ce lo sognamo?

Sugli immigrati si è scritto di tutto e di più, compreso ogni tipo di stronzata, ma non ci si arriverà in fondo: il problema è irrisolvibile, almeno come stiamo tentando di risolverlo noi occidentali, come lo fu per l'Impero Romano, dopo l'invasione dei Visigoti. Poi arrivarono gli Ostrogoti, gli Unni, gli Svevi, i Franchi, i Burgundi, gli Ostrogoti, ecc. ecc.
Finirono le legioni romane, ma non finirono le invasioni.

Chiunque pensi che questa storia, innescata proprio dal mondo occidentale, dal colonialismo prima e dalla globalizzazione poi, si possa bloccare alla nostra "maniera" è solo uno sprovveduto, nella migliore delle ipotesi.

O la fermi con le bombe atomiche, cosa assai improbabile, oppure l'immigrazione invece di tentare inutilmente di ostacolarla, tenti di gestirla, proprio come fosse un affare. Proprio come uno di quegli affari senza scrupoli in cui siamo dei "geni" nella gestione.

Tertium non datur.

Ora potrete continuare a scrivere stupidaggini in materia per anni, inutilmente.


I risparmi di una vita, rubati dall'oggi al domani.
Il futuro dei giovani, semplicemente cancellato.
La vita di imprenditori, scippata da farabutti senza scrupoli.

E c'è chi ha la vomitevole impudenza di aggredire le vittime, con un: "Ladro lo dice a sua sorella!".

In certi momenti, ho la sensazione che questa non può essere la realtà: deve essere per forza un incubo.

Altrimenti, reagiremmo. Non è concepibile che ci lasciamo rapinare dei risparmi, del lavoro, della stessa dignità, senza combattere.

Non c'è stata nessuna catastrofe planetaria che giustifichi questa immonda crisi, inventata dai ricchi della Terra.

Semplicemente, mafiosi dai colletti bianchi hanno deciso di spogliare l'umanità, per farsi ancora più ricchi della oscena e nauseante ricchezza che già possedevano immoralmente.

E tuttavia, più che indignarmi loro, mi fanno infuriare i servi che si prestano al loro turpe gioco: chi dovrebbe combatterli e non lo fa, chi dovrebbe arrestarli e condannarli, e si gira dall'altra parte.

Elettori del PD, quanto poco rispetto avete del vostro onore per perpetrare tale ignobile massacro di popolo?

Gian Paolo ♞ 09.09.17 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me e' razzista pensare che "il povero negro" se non viene nel "civilissimo, modernissimo, evolutissimo e emancipatissimo occidente" e' fregato. quello e' razzismo.

ci sono paesi da cui proviene dove e' veramente fregato,per colpa di guerre, siccita', cataclisimi vari, tirannidi. e li' vengono accolti. no problem. ma sono il 5-10% di quelli che arrivano.
ma dagli altri paesi (e sono il 90% dei clandestini che arrivano qui') devono solo darsi da fare. lavorare, ingegnarsi, costruire, cercare di cambiare (politicamente) etcetc. e quindi non possono pretendere di venire qui', assistiti e mantenuti.

nessuno di loro muore se non puo' comperarsi l'ultimo modello di telefonino o non diventa ricco.

devono solo rimboccarsi le maniche e lavorare a casa loro. oltretutto stiamo parlando di paesi che, come diceva la studiosa pochi giorni fa in questo blog, hanno una crescita annuale di pil che ce la sognamo.

carlo 09.09.17 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Ore 20,46 siamo a 16 commenti senza contare i sottocommenti

E i blog sono 2

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.09.17 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Patty Ghera dice che gli stupri sono crimini orrendi e imperdonabili.
Se i carabinieri fiorentini sono colpevoli mi fanno schifo al pari degli immigrati o di qualsiasi altro essere immondo usi tale tipo di violenza contro le donne.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.09.17 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono perfettamente d'accordo sull'iniziativa di piantare alberi. e sono perfettamente d'accordo su quello che scrive viviana vivarelli, fuorche' per gli immigrati.

carlo 09.09.17 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
A Roma si pensa di dare un contributo casa ai Rom. Ho visto un servizio e non è il primo di Rom con conti correnti di centinaia di migliaia di euro, ville favolose, auto di lusso con denuncia redditi di 120 € annuali. Ma fanno qualche indagine fiscale perchè se i giornalisti lo pubblicano credo che sia veritiero. Io per un misero bonus bebè sono stato massacrato dalla burocrazia ma questo è normale per gli italiani mentre per tutti i non italiani sembra non esserci nessun problema. A quando un blog del M5S per sapere come pensa un domani a risolvere il problema Rom? Anche a Napoli non vogliono ospitare nella caserma ristrutturata i Rom sfrattati dal recente incendio: forse visto che l'italia ha avuto uba ripresa economica superiore alle aspettative, parole del primo ministro, cominceranno a lavorare anche i Rom anche se dicono che già lo fanno. Ma siamo così ricchi da ospitare gratis tutti quelli che arrivano? Mi sembra che il governo abbia chiesto di gestire i campi profughi in Libia ma allora i problemi anviamo a cercarceli ma forse il governo pensa che in italia tutto sommato le grandi riforme del PD stanno risolvendo strutturalmente il sistema italia. Anche l'ultima istituzione che godeva di un minimo di fiducia è naufragata con il presunto stupro delle due Americane che, anche se consenzienti, non avrebbe dovuto esserci. Una volta in servizio non si poteva neanche fumare di nascosto, ora si continua a non fumare ma si fà sesso. Sarà un caso sporadico ma le conseguenze non sono certo trascurabili.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 09.09.17 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è anche da pulire i letti dei fiumi,dei torrenti...abbandonati al loro destino.Se poi piove i fiumi si ingrossano,i torrenti pure,gli alberi, i rami e quant'altro fanno da tappo.
La cura dei bacini no! vero.
Oggi sono andato in una zona di montagna 1.200 metri,ebbene ho visto:
1-Boschi abbandonati
2-Terreni incolti e lasciati al loro destino.
3-Campi che una volta erano coltivati ora sedi di abitazioni nuove.
4-Erbacce e edera che si sono abbarbicate sugli alberi soffocandoli.
Una vera vergogna...il contadino diventato impiegato,artigiano,dipendente statale e la sua terra abbandonata.
E le istituzioni?
Che vergogna!
Sarà emergenza anche in questo settore.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.09.17 20:21| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno sta facendo al M5S il giochetto che fa renzi col PD CIOE’ FAR PERDER VOTI.
Qualcuno si permette di invitare elettori del M5S a votare altri partiti..solo per il motivo che certi elettori non vogliono un’invasione di IMMIGRATI
ma come si permette di invitare altri a votare altre formazioni ?
BEPPE ha detto che il M5S non è ne di destra e nemmeno si sinistra.
Beppe “NON HA DETTO” che il M5S non è di destra e nemmeno di destra.
Se occorrono decisioni forti…Beppe ne ha lasciato lo spazio.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 09.09.17 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Per favore chiedo aiuto nostro figlio sta morendo in Cameroun. Aiutatemi

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=477747559265572&id=359384641101865


https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1667042863307281&id=100000047490944

Damiano Nicastro 09.09.17 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Nella gente aumenta la rabbia verso i clandestini e le accuse contro di noi troppo morbidi nei confronti di quest grave problema . Poniamo rimedio se no Salvini ci sorpasserà !

vincenzodigiorgio 09.09.17 19:40| 
 |
Rispondi al commento

i paragoni tra i nostri emigranti ed altri che emigrano dall’africa non stanno in piedi.
Prima di tutto i nostri emigranti sono andati per la maggior parte in zone dove le culture erano più compatibili con la nostra ,..dove integrare gli italiani con gli abitanti del luogo ..ed anche per motivi religiosi ha dato risultati lusinghieri.
Non è facile andare in nazioni (ed essere tollerati con i nostri modi di vedere) dove certe religioni fanno valere le donne meno dei cammelli.
Si possono accettare anche molte persone che vengono dall’estero se sono culturalmente meno distanti…
Vorrei vedere i nostri milioni di italianise avessero dovuto andare in arabia saudita ..o altro..piuttosto di dove sono andati tipo: germania , francia, belgio, olanda, norvegia, Inghilterra ,..stati uniti, australia, canada..o anche in tutta l’america latina.

Se ci avessero detto aiutiamo gli italiani a casa loro,…bhè che male c’è ?in fin dei conti il piano Marshall…cos’era se non un aiuto a casa nostra ?
Vorrei proprio vedere se in un condominio dove abitiamo noi al posto di un paio di famiglie olandesi o canadesi , ci vengono ad abitare dei ROM..o magrebini islamici …o altro …!
Ma daiiiiii…………………………..

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 09.09.17 19:40| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Il ministro di Grazia e Giustizia, dice che la legge sulle intercettazioni, non sarà quella che lui ha firmato.
E come si fa!

antonnio d., carrara Commentatore certificato 09.09.17 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Odiate chi emigra? Pensateci un po'! Dal 1870 al 1970 sono emigrati più di 27 milioni di italiani, la metà della popolazione attuale. Negli ultimi 25 anni gli italiani emigrati all'estero per lavoro sono stati 4,8 milioni. Pensate se avessero detto anche a noi: "Aiutiamoli a casa loro!"
Con questo non voglio dire che siano accettabili i flussi incontrollati prodotti da quella testa di rapa di Renzi e, prima di lui, da quelle altre due teste di rapa di Bossi e Berlusconi, che hanno firmato dei trattati capestro tutti a danno nostro e chissà per quale vantaggio loro.
Dico solo che Salvini è la testa di rapa n° 4, perché gli italiani sono sempre stati i meridionali o i migranti inaccettati di qualcun altro e qualche volta gioverebbe ricordarselo invece di fare del razzismo di bassa lega.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo e cari Pentastellati, per piantare degli alberi (il M5S) che possano davvero crescere rigogliosi e durare nel tempo è fondamentale avere almeno uno dei tre canali RAI. Non sto a spiegare i meccanismi virtuosi che si instaurerebbero ma ad esempio "i soliti noti" godrebbero di un terzo di propaganda in meno, le fake-news non avrebbero alcun effetto, e al momento non staremmo a disquisire di un uno o due percento di vantaggio sul PD, ne' del ritorno di B, ma staremmo parlando di maggioranza schiacciante in tutto il paese.
Se vogliamo davvero diventare forza di governo e aggiustare sul serio il paese, bisogna PRETENDERE un canale RAI, PUNTO.
Poi, una volta al governo, varare delle leggi che escludano per sempre la politica dalla RAI facendola diventare veramente un'azienda economica e cancellare l'obbrobrio del canone.
Michele A.

Michele A. 09.09.17 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Liliana
BERSANI mi ricorda tanto quella barzelletta del becchino che passeggia per il cimitero e vede spuntare una testa da per terra.
“non sono ancora morto…” mormora la testa.
..e il becchino, ricoprendola con una badilata di terra, “ma no, sei solo mal seppellito…”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Peruffo

“Il delitto, l’irresponsabilità, la follia eversiva sta nel fatto che se si va avanti ancora un po’ si scopre che nella trattativa Stato-mafia c’erano dentro tutti. I politici per salvarsi le chiappe, i giornalisti per mantenersi lo stipendio, i faccendieri per fare affari. Se poi viene ammazzato qualche magistrato, pazienza.”
Come li ha chiamati Ferrara i magistrati antimafia? “Fottutissimi carrieristi“. 27 hanno fatto carriera addirittura nell’al di là.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo è pieno di facce doppie.E lo sport non fa eccezione.
La politica, poi, è il regno delle facce doppie.
Guardate la Meloni, che, su una eventuale commissione sulle stragi del 92-93 e sui loro mandanti politici, dice:
“Mi sfugge la ragione per cui la mafia avrebbe dovuto scendere a patti con B,quando ancora non era in politica”.
Vero. Berlusconi scese in politica nel 94, ma ci mise del tempo a preparare l’evento, ed era talmente ben preparato che in Sicilia, lui imprenditore ignoto del Nord, buscò immediatamente 61 seggi su 61, ed, essendo la Sicilia la regione italiana dove massimamente il voto è gestito dalla mafia, questo en plein è così strabiliante che vorrà pur dire qualcosa anche a una non proprio acuta come la Meloni. O no?
Peccato che in tanti anni i poveri leghisti, veri sfigati mentali, non siano mai riusciti a fare 2+2 e a capire che la Lega è andata al potere grazie a B e che B è andato al potere per 2 fondamentali motivi: che aveva fatto un patto con la mafia, e che il Pd, che poteva stopparlo semplicemente applicando una legge esistente che lo dichiarava ineleggibile per il possesso di televisioni e giornali, non lo fece né prima né mai. La legge è il DPR 30 Marzo 1957 n.361. Mai applicata!
Quante facce doppie abbiamo?
Ma poi, che nessuno abbia mai indagato da dove venisse l’enorme ricchezza che di colpo trasformò un giovane disoccupato nel più grande palazzinaro lombardo, è un fatto per cui nemmeno un ballista come B ha trovato una bugia abbastanza grande! E che tutti sappiano benissimo che la mafia ha sempre scelto l’edilizia per riciclare il denaro sporco del narcotraffico e del pizzo, è un altro fatto.
Ma di questi fatti non ha mai sentito parlare la Meloni? Ne ha sentito parlare così poco che ora con Berlusconi ci si mette di nuovo insieme. Come se nulla fudesse! Questo per dire che c'è chi ha la faccia come il....

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:40| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO

«A Bersani non mi sognerei mai di dare del fascista, gli imputo invece di aver agito in accordo con ex fascisti e piduisti per un ventennio, spartendo insieme a loro anche le ossa della Nazione».

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Dario del Sogno

Magari fossimo fassisti…
sai che goduria scendere lì
e poter mazziarli a volontà
prima del brindisi finale
con olio di ricino d’annata…
invece siamo il Mondo Futuro
e ci limiteremo a lasciarli annegare
nella loro stessa arrogante stupidità !

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Mrs Spock
“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi, astronavi cariche di puttane, leccaculi e delinquenti in fiamme sopra i cieli di Arcore, e ho visto morti viventi applaudire Olindo Sallusti, ho visto banchieri distruggere un Paese nel nome della Banca Centrale Europea e mafiosi condannati in via definitiva seduti sui banchi del Parlamento italiano. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. Perché questo è il tempo di morire o in cui siamo già morti. »

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento

J. Dewey
LA POLITICA E' L’OMBRA CHE IL POTERE ECONOMICO HA POSTO SULLA SOCIETA’
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:18| 
 |
Rispondi al commento

CHAPLIN.IL GRANDE DITTATORE
“Mi dispiace,ma non voglio fare l’Imperatore: non è il mio mestiere;non voglio governare né conquistare nessuno.Vorrei aiutare tutti,se possibile:ebrei,ariani,uomini neri e bianchi Tutti noi esseri umani dovremmo aiutarci sempre, dovremmo godere soltanto della felicità del prossimo,non odiarci e disprezzarci.In questo mondo c’è posto per tutti.La natura è ricca e sufficiente per tutti noi;la vita può essere felice e magnifica,ma noi l'abbiamo dimenticato L’avidità ha avvelenato i nostri cuori,ha precipitato il mondo nell’odio,ci ha condotti a passo d’oca fra le cose più abbiette.Abbiamo i mezzi per spaziare,ma ci siamo chiusi in noi stessi.La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà;la scienza ci ha trasformato in cinici; l’avidità ci ha resi duri e cattivi;pensiamo troppo e sentiamo poco.Più che macchinari,ci serve umanità;più che abilità,ci serve bontà e gentilezza.Senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto.L’aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti;la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà nell’uomo,reclama la fratellanza universale.La mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo, milioni di uomini,donne e bambini disperati, vittime di un sistema che impone di torturare e imprigionare gente innocente.Ma non disperate! L’avidità che ci comanda è un male passeggero, l’amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano.L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che hanno tolto al popolo ritornerà al popolo e,qualsiasi mezzo usino,la libertà non potrà essere soppressa
Non vi consegnate a questa gente senza un’anima, con macchine al posto del cervello e del cuore Voi non siete macchine,non siete bestie:siete uomini!Non difendete la schiavitù ma la libertà! Voi,il popolo,avete la forza di fare che la vita sia bella e libera; di fare di questa vita una splendida avventura. Quindi, in nome della democrazia, usiamo questa forza. Uniamoci tutti!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Votare per i partiti, per ‘questi’ partiti è diventato grottesco. E’ come arrenderci all’essere schiavi, venderci a chi ci ha gettato in pasto ai capitalisti e ai loro sporchi giochi di potere. Da ogni evidenza storica o giudiziale emerge che TUTTI i partiti sono sul libro paga di lobby industriali, assicurative, bancarie.. da sempre. Ciò spiega perfettamente gli inciuci, le collusioni, i legami, gli intrecci, le diaboliche e opportune assenze con cui il caro Bersani ha fatto passare per pochi voti la bellezza di 7500 tra leggi e emendamenti del caro B. Tutto consustanziale ad un’unica grande ideologia: quella del ‘metti in tasca e porta a casa’ e del paese fregatene proprio! I politici sono solo degli esecutori di interessi di grandi capitali che sono opposti ai nostri e la loro unica ideologia è un egoismo cinico e spietato. Lo Stato è solo una costruzione artificiosa e millantatrice con l’apparenza di una democrazia e di una repubblica, ma la sostanza di un regime feudale in cui i politici eletti fungono da capobastone per gli interessi dei feudatari guadagnandoci ruolo e rispetto e anche una bella impunità che non fa mai male, e sempre tutti, insieme a tutti, fanno il peggio che possono ai danni dei lavoratori, delle famiglie, dei cittadini. E Renzi come Mont, perfettamente integrati a questa politica del più becero capitalismo, si adeguano alla baracca e fa pure passare una infame legge voluta da tutti, per cui non solo le mazzette o gentili regali che i peggiori capitalisti italiani, come i Riva, fanno ai partiti non saranno penalizzate come in tangentopoli, ma anzi esse compariranno come donazioni ‘legali’ e saranno pure esentasse!
Vedete come Monti è congeniale al putrefatto sistema e lo porta avanti ai suoi massimi estremi con la massima soddisfazione di tutti “senza se e senza ma”. Tutto in nome del libero mercato, naturalmente, dove non esiste nulla di libero, e nulla che sia mercato, ma solo una costrizione crescente di pochi gruppi di po

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedono spesso se credo in quello che dico
Io credo in quello che scrivo e milioni di persone ci credono come me.Vengo dalla sx e poi dal mondo no global e credo nella possibilità e nel dovere di fare una democrazia diretta,dopo i fallimenti di quella parlamentare e la crisi dei partiti
Sperare in questo è positivo,è costruttivo,ci unisce tutti in un grande sogno comune.Fa di ognuno il membro indispensabile di una battaglia Universale
E’ una grande battaglia di civiltà,in cui ognuno può sentirsi grande.Noi facciamo parte della Storia.Ognuno di noi non pensa come un Io,ma come un Noi,ed è questo che cambierà le cose
Quando si entra in una grande battaglia comune per il bene collettivo,si sa di partecipare ad un processo rivoluzionario che ha bisogno delle forze di tutti,dell’entusiasmo di tutti, dell’amicizia di tutti.E’ un processo che ha bisogno di tutte le nostre parti,della ragione, della creatività,del cuore e anche di ciò che nemmeno sappiamo di avere
Chiunque abbia fatto in passato le grandi battaglie civili del pianeta ha avuto lo stesso senso esaltante di cambiamento evolutivo
Sappiamo benissimo che quello che ci proponiamo sembra utopico e irraggiungibile,ogni grande guerriero lo sa
Sappiamo che i risultati che ci sono stati in passato su questa strada esistono in tutti i paesi civili del mondo ma sono poca cosa rispetto allo scopo finale,ma nessuna strada è stata mai percorsa in un colpo solo,e ogni passo che faremo sarà di sprone a quelli che verranno
Sappiamo che contro di noi si muoveranno tutte le forze del vecchio sistema che dominano ancora il mondo malgrado la loro rovina e che impiegheranno tutti i loro mezzi per scoraggiarci,insultarci,offenderci,impedirci di andare
Sappiamo che ogni nostra vittoria significherà per loro perdita di potere e che i loro cloni faranno ogni giorno un lavoro infernale,ma tutto questo è già successo in passato e alla fine quelli che volevano portare il mondo avanti e non indietro hanno trionfato

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:59| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO SANCHINI
UN ESALTATO DEL MIO TEMPO

Verdi e non nere han le camicie
i nuovi esaltati che han ristretto la patria
e combattono Roma, senza saper d’esser stati
romani, longobardi, ostrogoti unni e slavi
e se in mille l’hanno unita, in mille oggi
la vorrebbero divisa, ma è il soldo che da sempre
muove le loro battaglie, perché anche oggi
delle tante lingue ne farebbero una,
e cacciano via gli stranieri, scordando
che l’Italia da sempre fu alcova dei popoli
e per questo fu grande
culla della scienza e dell’arte
terra di naufraghi
tutti uguali, perché in fondo
ogni uomo nasce dal mare…

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento

RAIMONDO IEMMA
SOPRATTUTTO E CON OGNI FORZA

Metto in comune un bicchiere.
Sorrido a uno sconosciuto
cerco altre parole
telefono a un amico
di cui da tempo non ho notizie
riconosco la voce di sua madre.
Quanto più sgomenta
la sofferenza di ogni uomo
per la ferocia dei suoi pari
quanto più subdolo diventa
il nuovo vocabolario
di inchiostro bianco cenere
non smetterò di credere nella felicità e nel domani
nell’idea che queste due parole
abbiano tanti significati
quanti sono gli uomini.
Soprattutto e con ogni forza
non cederò alla tentazione
di opporre disprezzo al disprezzo
nonostante tutto vorrò praticare il coraggio e l’amore.
Ho voglia di stare al mondo e di lottare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento

VOTO DI SCAMBIO
Viviana Vivarelli

Anche se qualcuno finge di non capirlo, in Sicilia tutto passa dal lavoro. I voti si comprano con posti di lavoro, quei posti di lavoro regalati senza merito e senza necessità sostengono la mafia, sostengono il malaffare, sostengono la corruzione, sostengono il governatore della Sicilia, ma sostengono anche i parlamentari di Roma, sostengono i peggiori partiti italiani, e hanno sostenuto sin dall’inizio il potere di Berlusconi e quindi anche della Lega che ha avuto potere solo grazie a quei voti siciliani.
Se i posti di lavoro fossero dati per merito, se il fiume di soldi partiti per la Sicilia avesse creato posti di lavoro invece che rinforzare poteri iniqui, la Sicilia non avrebbe avuto le pessime amministrazioni che ha avuto e non sarebbe stata la costola che sosteneva i peggiori governi della Repubblica, da Andreotti a Berlusconi (partito con i 61 seggi su 61 delle elezioni siciliane e diventato ricco di colpo grazie al riciclaggio del narcotraffico della mafia siciliana) e non avrebbero mandato al potere Bossi, che del pessimo voto siciliano è stato l’usufruttore. Se dimentichiamo questo, dimentichiamo il primo fattore del disastro della Sicilia. Ma andarlo a dire ai disoccupati siciliani sarebbe come andare a dire agli operai dell’Ilva che devono chiudere la fabbrica che li ammazza. I siciliani non sono mai stati liberi. Chi è senza lavoro e senza diritti non potrà mai essere libero. Dipenderà legato mani e piedi da chi un lavoro glielo promette, perché senza lavoro si muore. E piuttosto di non morire, uno fa qualsiasi cosa. Ma i siciliani per non morire fanno il peggio del peggio da 70 anni e se non romperanno questo ciclo vizioso che li lega ai loro carnefici, non si libereranno mai.
Ma in tutti questi anni, avete mai sentito la Lega dire qualcosa contro questo a Berlusconi?
Ora ani si rimetteranno con lui con a protervia di chi gli errori li ripete e i vizi li conserva.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:44| 
 |
Rispondi al commento

MAURIZIO CUCCHI
NELLA PIATTA ILLUSIONE DEL TEMPO

Nella piatta illusione del tempo,
Nella comunità precaria
Dei morti e dei vivi,
Non si cancella l’offesa, non si modifica
Il senso della storia. Nel presente
Totale la vittima
E l’assassino conservano
Espressioni diverse, facce
Opposte: il nero
Resta nero e la storia
Non lo stinge, non lo sbiadisce.
Mai.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che si decida di piantare migliaia di alberi può fare solo piacere, ma quando si parla di città bisogna riflettere; perché in città gli alberi possono diventare un problema (come a Roma - ovviamente non do la colpa a Virginia).
Gli alberi vanno curati, manutenuti, potati regolarmente, altrimenti divellono marciapiedi, coprono la segnaletica, tolgono illuminazione serale.
Quindi in città alberi sì, ma manutenzione costante.

antonio valentini 09.09.17 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Ot
Insomma Renzi e gli altri compari alla fine l'hanno spuntata,con un testo di legge con cui non solo ai giornalisti ma anche ai magistrati è fatto divieto di riportare le intercettazioni, al massimo possono indicarle vagamente o riassumerle con perifrasi allusive.
Ma cosa avranno commesso di tanto terribile questi cosiddetti 'politici', dal momento che hanno una fifa boia che le loro conversazioni telefoniche diventino pubbliche? Il fatto stesso che pensino di strozzarle così prova i loro intenti criminosi. Ma non è incostituzionale tutto questo?
Visto che le prove dei misfatti sono ormai quasi tutte nelle conversazioni intercettate, è come se Renzi e Orlando proclamassero: "Noi siamo noi, e voi non siete un cazzo!", dandosi protezioni per continuare nel ibero crimine.
Quale maggior prova poteva esserci della loro corruzione? Rei confessi!
Chiaro che se la legge passasse, Tiziano Renzi sarebbe assolto da ogni accusa e l'affaraccio Consip sparirebbe nel nulla.
Non basta a costoro imbavagliare la stampa, vogliono imbavagliare anche la giustizia.
Ma l'articolo 21 della Costituzione che dice "La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni e censure" dove è andato a finire? Pensano di stravolgere la Costituzione con una legge ordinaria? La libertà per gli Italiani di conoscere la verità è finita nel cesso? Ovvero in quel luogo dove Renzi e Orlando ce li dovremmo mandare. O forse è vietato dire anche questo e dovremmo usare una perifrasi tipo "I cittadini fanno una gentile esortazione ad inviare coloro che fanno siffatte leggi in quel luogo sanitario della casa che serve a contenere escrementi e altri rifiuti per mantenere sano il resto dell'abitazione"?
Ma quando ci libereremo da queste indecenti canaglie?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.09.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Il paradiso l'abbiamo qui sulla terra ma chi abbiamo finora messo a capo l'ha reso un inferno

serafino 09.09.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Per ogni bimbo che nasce, obbligo piantare almeno un albero.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 09.09.17 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con M5S l'Italia sarà il giardino che abbiamo sempre sognato..

pasquale 09.09.17 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Gli alberi non sono mai troppi, urbani ed extraurbani. Vista la quantità di alberi bruciati negli incendi di questa estate sarà opportuno anche sollecitare le Amministrazioni locali perché avviino subito i piani di riforestazione. Dato che gli alberi si piantano in autunno non c'è un minuto da perdere.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.09.17 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Mentre i potenti del mondo continuano a pensare “in grande”, come dei dementi meschini, moltiplicando i modi per tentare di sottomettere a sé e alla loro cieca avidità l’intero pianeta, non disdegnando affatto di distruggere il Creato con guerre, cementificazioni selvagge e roghi quasi sempre dolosi e prolifici per i soliti noti, il nostro Davide ci invita umilmente a piantare un albero.
C’è tutta la genialità e l’umiltà della Natura, che alla fine la vince sempre.

Mentre altri distruggono tutto, non solo gli alberi, in toni superbi e altisonanti, noi umilmente continuiamo a seminare, seguendo nelle azioni concrete il Sentiero, la Via tracciata dalla Natura. Fino a quando l’uomo avrà la volontà e la capacità di continuare l’opera della Natura in cui è immerso e di cui è debitore e “continuerà a “piantare alberi”, sarà un tutt’uno con Essa; e la Natura è stata sempre spietata con chi le si è messa contro.

Le cose più grandi nascono dalle cose più piccole. Tutto ciò che è alto parte da ciò che è umile e sta in basso, in Terra. Se ciò che è in basso sparisse, sparirebbero le Altezze.

Cosa sto blaterando? Questo:
la contemplazione delle bellezze della natura è essenziale per lo sviluppo spirituale degli esseri umani. Se sparissero gli alberi e tutte le più umili, vulnerabili e delicatissime bellezze della Natura, sparirebbe anche l’Anima dell’uomo.

L’uomo è stato sempre un albero: spesso un albero mortifero, ma in molti casi un Albero di Vita.

Grazie Davide

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.09.17 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Per dare in testa a LORO.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 09.09.17 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Il problema degli alberi non è soltanto quello di piantarli...è quello di mantenerli in vita. La manutenzione del verde pubblico costa parecchio, oggi, che il servizio si appalta al privato; una volta, cinquant'anni fa, si faceva "in house", i Comuni avevano il loro giardiniere che provvedeva. La gestione della cosa pubblica avveniva con "la diligenza del buon padre di famiglia". Ma oggi i buoni padri di famiglia non figurano più fra gli esempi da imitare.

Maria 09.09.17 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che si fa l'undici , si va a montecitorio a appoggiare il generale Pappalardo ?

vincenzodigiorgio 09.09.17 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attualmente sto vedendo(solo),parchi, boschi,spiagge ,per non parlare di marciapiedi, strade,invase da milioni di mozziconi di sigarette.Chi non rispetta la natura, non ha il diritto di "frequentare "spazi pubblici,queste persone, non hanno il diritto perciò ,di frequentare certi luoghi,figuriamoci cosa penso,di quelli... che hanno trasformato ceri luoghi incantevoli,nella terra dei fuochi e simili.Il partito della nazione e l'informazione,"dell'istituto luce" è(come al solito)il principale RESPONSABILE, di questo disastro ambientale.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.09.17 12:39| 
 |
Rispondi al commento

O.T.:

"Morgan ha deciso, scende in politica"

Un'altro che ha deciso di smettere di drogarsi !!!
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 09.09.17 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=GTqG0zR59hw

Eppure il vento soffia ancora

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.09.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI, SICURAMENTE, OCCORRONO ANCHE GLI ALBERI. MA PER STRINGERE OCCORRE:
CARO DAVIDE CASALEGGIO,
FARE INFORMAZIONE ALTRIMENTI AL GOVERNO IL M5S NON CI ANDRA' MAI !!!
OCCORRE TAPPEZZARE LE CITTA' ITALIANE DI INFORMAZIONE SU MANIFESTI !!!
PER GOVERNARE OCCORRE IL CONSENSO !!!
IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE !!!
SOLO I CITTADINI POSSONO CAMBIARE LE COSE CACCIANDO QUESTA CRIMINALITA' POLITICA ORGANIZZATA !!!
I SOLDI SONO IN QUELLI CHE IL M5S RESTITUISCE !!!
GOVERNANDO DI SOLDI SE NE POSSONO RISPARMIARE MOLTI DI PIU' E RENDERLI UTILI !!!

PER IL LAVORO INVECE BASTA COMPRARE ITALIANO !!!
PER RICOSTRUIRE L'INDUSTRIA, INIZIANDO DA QUELLA AUTOMOBILISTICA !!!
AD OGGI, ACQUISTANDO ALL'ESTERO, SOLO IN AUTOMEZZI SONO STATI BUTTATI OLTRE CONFINE 5-6.000 MILIARDI DI EURO !!!
NON OCCORRONO COMMENTI !!!

IL M5S, VUOLE VERAMENTE GOVERNARE O NO ???

Franco Della Rosa 09.09.17 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vogliamo un MILIONE

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 09.09.17 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viva gli Alberi,Viva gli Animali,Viva la Natura.....
.....Grazie di esistere,M5S.....SEMPRE CON VOI!!!!!!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.09.17 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Giusto, pensiamo al futuro che il passato fa abbastanza schifo. Alberto Sordi, un mito. Il suo era un film profetico...

https://www.youtube.com/watch?v=ITU8QzfDweY

Zampano . Commentatore certificato 09.09.17 10:21| 
 |
Rispondi al commento


Inserisci il tuo commento


Memorizza i miei dati? Si No


Numero di caratteri disponibili: 2000


Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.