Il Blog delle stelle

Perché la commissione d’inchiesta sulle banche tarda a partire


  • 29

renzibancheet.jpg

di Alessio Villarosa

La commissione d’inchiesta sulle banche tarda a partire. Vi chiedete il perché? Ve lo spiego in poche righe. Vi sarà noto, nonostante Renzi e il PD vanno in giro a raccontare che vogliono questa commissione d’inchiesta, facendosi beffa di tutti gli italiani, che ci siano degli intrecci tra questi partiti e il sistema bancario, e come abbiano distrutto non gli amministratori che gestiscono quelle banche, ma i risparmiatori che avevano investito; molti di questi investitori erano stati abbindolati con dei MIFID (un documento a tutela degli investitori) che spesso presentavano dichiarazioni false e mai firmate dai clienti.

Detto ciò, siamo andati ad indagare sul perché di questo ritardo, e abbiamo scoperto che la commissione non è stata ancora convocata perché alcuni partiti devono ancora fornire i nomi dei membri. Quali partiti? Provate a immaginare. Ebbene sì. Il PD in primis è il motivo di questo ritardo. Quali hanno già consegnato i nomi?

MoVimento 5 Stelle, Forza Italia, SI-SEL, il gruppo misto, e la Lega Nord solo al Senato.
Quindi perché non parte la commissione? Perché Renzi non la vuole. Perché chissà cosa si verrà a scoprire su di lui e su tutti i suoi amichetti. Continuate a votare PD, mi raccomando!

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

Leggi anche...

Commenti


Ma perché continuate ancora a dar credito a sto buono a nulla? E voi,
finitela con le banche e passate ai Bitcoin: controllate il vostro denaro,
lo possedete e lo trasferite a costo pari a zero

Siti Trading 11.09.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

quel matteo "palle di cartone "renzi non lo sopporto piu', è di un menefreghismo pazzesco, ma possibile che non abbia mezzo grammo di cervello che gli funzioni, che non sia per interessi personali? ma è una cosa di una falsita'incredibile,il ragazzetto.....non ha limiti....voteremo e', vorrei vedere la sua faccia quando andrà a casa . WM5*

antonio . Commentatore certificato 10.09.17 21:02| 
 |
Rispondi al commento

un recente Report di Consob
sul sistema bancario europeo mette in luce una realtà speso conosciuta al grande pubblico,
che invece meriterebbe una maggiore pubblicità.

Gli attivi bancari vengono classificati, a seconda della liquidità, in tre categorie: Classe 1 , che raccoglie le attività liquide o liquidabili,
Classe 2 , contenente gli attivi che non solo liquidabili, ma il cui valore è riscontrabile sul mercato, come ad esempio gli immobili, quindi Classe 3 che contiene tutti gli altri attivi, illiquidi ed il cui valore non è neppure riscontrabile sul mercato.
Come potete capire il problema sorge con la terza categoria, unicorni finanziari che non hanno nessun riscontro di valore sul mercato, ma la cui valutazione è lasciata esclusivamente alla banca

L’indagine Consob ha scoperto quest’interessante verità:

gli attivi di classe 2 e 3 sono l’80% degli attivi della banche tedesche !! ;
gli attivi di classe 2 e 3 sono il 70% degli attivi delle banche del Regno Unito;
gli attivi di classe 2 e 3 sono il 50% degli attivi delle banche francesi;
gli attivi di classe 2 e 3 sono il 40% degli attivi delle banche spagnole;
gli attivi di classe 2 e 3 sono meno del 30% degli attivi delle banche italiane.

Se confrontiamo questi valori con quelli del CET1 cioè del patrimonio bancario in senso stretto, abbiamo che questi attivi illiquidi sono 10 volte il CET1 nelle banche tedesche , mentre sono il 30% del CET1 nelle banche italiane.

Perchè le nostre banche ballano, ma sono meno rischiose,
mentre quelle tedesche , inglesi e francesi sono molto più rischiose, ma per ora non falliscono ?
Perchè Germania e Francia non hanno subito un calo del PIL e del PIL pro capite forte come quello italiano,
e perchè nel nostro sistema creditizio i titoli di credito obbligazionari privati (classe 3 ) non sono molto usati.
vedi , Fonte :
https://scenarieconomici.it/il-macigno-degli-attivi-classe-3-che-affonda-le-banche-tedesche-e-francesi-quelle-italiane-sono-le-piu-sicure/

Lino V. Commentatore certificato 10.09.17 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Dalla Germania è ripreso l’uso dell’artiglieria pesante contro Draghi ed il QE,
ovvero l’acquisto di titoli (soprattutto di debito pubblico) da parte della BCE e della sua politica di tassi a zero.

Ad intervenire a gamba tesa, oltre i soliti Schauble e il governatore della bundesbank, è stato anche l’AD di DeutscheBank, Cryan, che si è lamentato del fatto che le politiche di Draghi abbiano fatto crollare i guadagni delle banche Tedesche .

Per i tedeschi, per i quali l’euro rimane ancora ampiamente sottovalutato rispetto a quanto dovrebbe essere se avessero il vecchio marco.
Un recente studio ha mostrato come il ritorno al marco tedesco darebbe alla Germania una moneta che rispetto la parità iniziale euro-marco varrebbe oggi almeno il 35% di più.

Tuttavia, una rivalutazione dell’euro frena anche le esportazioni della Germania,
e siccome non si può più depredare ulteriormente i lavoratori tedeschi, dei quali ben 7.500.000 vivono di minijob e sussidi statali
è necessario generare una nuova crisi dell’Eurozona per mantenere basso il corso dell’euro e continuare ad accumulare enormi surplus di bilancia commerciale.

la fine del Q.E. e della politica dei tassi a zero, farebbe immediatamente crescere i rendimenti dei titoli di stato dei paesi maggiormente indebitati, costringendoli, secondo i diktat della UE , a nuove manovre lacrime e sangue, che
porterebbero a crolli dei consumi interni,
del pil e quindi svalutazione dell’Euro. Provate solo ad immaginare cosa significherebbe per l’Italia un aumento dell’1% del tasso di interesse con 900 miliardi di euro di debito pubblico in scadenza nei prossimi 5 anni.

Ulteriore vantaggio per la Germania di una crisi dell’Eurozona, sarebbe quella di approfittare delle “privatizzazioni” dettate dall’austerità made in UE per fare shopping di imprese Italiane .

https://www.controinformazione.info/crisi-finanziaria-a-breve-in-italia-per-svalutare-leuro-ma-la-germania-non-ride-40-con-meno-di-50-euro-in-banca/#

Lino V. Commentatore certificato 10.09.17 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Il potente non è quindi "potente" in quanto ricco: ma in quanto controllore monopolistico della ricchezza.”(cit.)

http://orizzonte48.blogspot.it/2015/11/nuovo-potere-nei-comuni-no.html?showComment=1446646199332#c828229713769203206

Lino V. Commentatore certificato 09.09.17 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Chiaro che una volta disattivato l'art. 41 e insieme tutto l'indirizzo programmatico costituzionale,
soppiantato dall'esigenza di una pronta attuazione dell'"ordine pubblico economico" richiesto dai "mercati",
la rappresentanza diventa un impiccio da neutralizzare il più possibile.

E allora via con la partitocrazia... !!!,
il consociativismo,
l'instabilità,
l'assemblearismo,
il "dobbiamo sapere chi vince la sera stessa"
e ovviamente,
ciliegina sulla torta,
la corruzzzzzzione.

" Meno male... che ci sono i media a vigilare che,
dopo un paio di decenni di alternanza senza alternative (bluff peraltro caduto con Monti), il dubbio che si trattati di slogan truffaldini non si diffonda. "

(( Art. 41 :
L'iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali. ))


Un report di Citigroup
venuto in questi giorni alla ribalta.
Ogni singolo suo passaggio, sotto riportato in una sintesi sufficientemente precisa, dovrebbe risultare chiaro ai lettori di questo blog, senza bisogno di sorprendersi o indignarsi eccessivamente.

Vedi :
http://orizzonte48.blogspot.it/2017/09/citigroup-e-la-prorogatio-invertita-ad.html

Vedi :
http://orizzonte48.blogspot.it/2016/11/accentramento-del-potere-nellesecutivo.html?showComment=1478025533512#c7853795470219328439

Lino V. Commentatore certificato 09.09.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Il M5st. continua ad auspicare cose sacrosante ,
ma dimentica che il Paese è di fatto sotto scacco di una Banca Centrale Europea che
è eterodiretta dalla Germania,
che non ha alcun interesse a smantellare un sistema monetario che avvantaggia solo essa,
avendone imposto i regolamenti per suo esclusivo interesse,
con il beneplacito dei " rappresentanti "
( rappresentanti per modo di dire , in realtà erano dei camerieri )
delle nazioni ( più che rappresentanti delle nazioni : erano rappresentanti delle Lobby interessate )
mediterranee (Italia in primis) che
o non hanno mai capito cosa approvavano
o erano complici venduti.

Lino V. Commentatore certificato 09.09.17 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Ormai l'Italia è nelle mani della Lobby dei Banksters ed il Governo è il suo cameriere .

Se dopo vent'anni di avanzo primario e di tagli continui alla spesa pubblica ed al welfare
il Debito Pubblico, nonostante il QE,
non diminuisce è proprio perché
c'è una strategia economica che vuole mantenere alta la tensione del debito pubblico
ed impedirne la diminuzione.

Con Monti in un solo anno il così detto "debito " è aumentato del 7 % nonostante la vulgata del "governo tecnico di emergenza".

Per cui all'interno di questa "austerità" economica un'ulteriore ed inevitabile aumento del prelievo fiscale non avrà effetto .

Se nemmeno la riforma Fornero, che porterà fino al 2040 un risparmio di 70 punti di PIL,
non determina la caduta del debito
ritengo che non abbiamo speranza di uscire da questa trappola
semplicemente perché è proprio una "trappola" quella che si voleva costruire.

Lino V. Commentatore certificato 08.09.17 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Perchè?

Perchè in questa diroccata ITALIA, nulla è...come dovrebbe essere!!!!!!!!

Paola Zito 07.09.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Il PD si sta, sempre piu', dimostrando un covo di imbroglioni.
Eppure i suoi elettori onesti, hanno la possibilità di informarsi, Perchè non lo fanno?

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 07.09.17 07:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao
Siamo l'unico prestito in collaborazione con la struttura di cibanque. Questo è per voi rassicura e chiarire non questione di fiducia ovvero sul sito, vi preghiamo di contattarci per il vostro prestiti veloci e affidabili senza documento oneri che il ladro ti chiede parlo di un altro creditore che è proprio degli individui. Siamo una banca Offriamo prestiti a livello internazionale. Con il capitale da utilizzare per fare prestiti tra singoli breve - e a lungo termine di 1000 a 5.000.000 di euro per tutte le persone serie sono davvero bisogno:
-Fornire prestiti finanziari
-Prestito immobiliare
-Investimenti prestito
-Prestito auto
-Prestito personale
Vi preghiamo di contattarci via e-mail per ulteriori dettagli
E-mail: prestitobancario2017@gmail.com

ricardo 07.09.17 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma è vero che il Babbo della Boschi è nullatenente e quindi non può pagare l'ammenda di € 120.000.= alla Consob per le sue malefatte all'Etruria?
Poverino non ha qualcuno (una figlia Ministra) che possa prestagli i denari per onorare i suoi debiti non solo rappresentati da Sanzioni, ma anche morali?
Oppure consigliamolo di rivolgersi ad una Banca: Lui se ne intende!
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.09.17 19:02| 
 |
Rispondi al commento

non solo ...argomrnto banche sparito dai radar ...silenzio assoluto ....strano ..

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Avvicinandosi le elezioni si alza l'unico indice veritiero delle congreghe e dei loro epigoni, parlo delle logge, dei salotti, delle cosche, poi di ciò che si palesa nei palazzi del potere, dell'informazione , soprattutto quella manipolatrice del duopolio, parlo del PAL, l'indice delle palle. Coi Tg che fanno propaganda stile Notiziari luce anni 50 e anche peggio alla faccia dell'intelligenza...tanto poi a votare ci vanno gli italioti.... Che risposte volete da questi qua... solo palle.

marco 06.09.17 18:52| 
 |
Rispondi al commento

se avete un nuovo amico cane o gatto evitate di chiamarlo con nomi di animali, tipo matteo silvio paolo o elena beatrice valeria, chiamateli con un nome che magnifichi la loro bella condizione, saluti

Ragazzi Alberto 06.09.17 18:08| 
 |
Rispondi al commento

La domanda chiaramente retorica..
Anche se spesso si dice che, quando non vuoi affrontare qualcosa, niente di meglio di una commissione d'inchiesta.
Non credo che anche se fosse fatta, cambierebbe qualcosa.. figuriamoci se si arriva al dunque quando il PD soprattutto dietro a Mps c'è dentro fino al collo ("Abbiamo una banca.." docet)! Se anche facessero un passo sarebbe solita baracconata priva di senso. La commissione non arriverebbe a nulla e potranno sempre dire di aver affrontato il problema con la mirabolante commissione d'inchiesta.. aspettandosi pure gli applausi e la ola. E poi.. il PD ritarda a fare i nomi di chi dovrebbe prendervi parte.. beh capisco la difficoltà.. il più pulito c'ha la rogna!

undefined 06.09.17 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Perché la commissione d’inchiesta sulle banche tarda a partire?

Perché , se si scavasse nella cacca, annegherebbero tutti, non si salverebbe nessuno, neanche con le bombole di ossigeno.

Fanno talmente schifo che mi viene da vomitare.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Pazienza, convocheremo la Commissione di inchiesta nella prossima legislatura, quando avremo i numeri per farlo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Un bell'articolo di Marco Travaglio sul MoVimento dal V day ad oggi:

https://infosannio.wordpress.com/2017/09/06/a-dieci-anni-da-quel-vaffa-che-le-tv-volevano-ignorare-di-marco-travaglio/

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.09.17 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Perché il partito delinquenziale c'è dentro fino al collo in tutte le porcate bancarie a cominciare da MPS, denunciate tutto in televisione i cittadini devono sapere, organizzate conferenze stampa , purtroppo molti cittadini non leggono è si informano solo con la TV. Forza dobbiamo fargliela pagare.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 06.09.17 15:08| 
 |
Rispondi al commento

il buffone di rignano lo sa che più muovi la merda più puzza ......

Fabio Bagnoli 06.09.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Altra fogna scoperchiata... le spiegazioni al Popolo in TV datelo un appuntamento settimanale e discutere anche con il pubblico in diretta (o) solamente spiegare le notizie raccolte nel Blog basta e avanza per mesi ma quel che importa che la gente dai 50 a 80 anni viene informata da notizie vere non taroccate e gli effetti pratici sulla vita quotidiana. Sarà molto più difficile insabbiare...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 06.09.17 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Devono fare sparire tutte le prove di rubrie e brogli!!!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 06.09.17 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Ce lo hanno mostrato come un bonaccione, burlone, invece è una persona vendicativa e senza scrupoli, bugiardo.
Detto questo Gentiloni ha affermato a Cernobbio di aver messo a posto il sistema bancario italiano. Ma non credo che sia così, abbiamo letto che c'è in arrivo un'altra banca in sofferenza. Quindi Onorevole Villarosa, c'è veramente la necessità di indagare su questo sistema. In rete girano testimonianze, di un dipendente bancario, inserite in un libro, dove viene testimoniato che cosa succedeva all'interno di questi istituti. Pare che il flusso di denaro fosse monitorato da un'entità massonica e dirottato nei paradisi fiscali.
Detto ciò anche Il Fatto ha pubblicato un articolo sulla mancata individuazione dei nomi pd per la commissione.

Veronica2 06.09.17 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Tengo a precisare, niente di personale contro questi Partiti, ma la mia rabbia e' dovuta a quanto ci e' stato promesso e non rispettato, quanto hanno fatto a danno dei Cittadini Italiani e aiutato, ingannando gli Italiani con falsi propositi, Mafie, Banche, Stranieri, tolto Pensione, tolto Art. 18, truffa ai risparmiatori, truffa ai Cittadini con appalti truccati a costi del doppio e del triplo rispetto agli altri paesi, truffa ai cittadini da parte dei politici che si prendono stipendi, pensioni, vitalizzi, sensa fare un passo indietro, nemmeno in tempi di crisi, anzi falsa crisi, per poterci spennare con la scusa della crisi..

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 06.09.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Quando io lo definisco il cazzaro maledetto..maledetto cazzaro...lo capite che non esagero? La persona fisica non m'interessa è il cinismo. .il pelo sullo stomaco che ha....ahiaiai

Armando Pace 06.09.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Io non Votero' pd, quanto ho gia' immagazzinato in tutti questi anni, riguardo le scelte scellerate dal pd e da tutti i Partiti che hanno tenuto nel silenzio, l'Italia e gli Italiani sotto il dominio Dittatoriale, mi basta e avanza per desiderare la galera per tutti questi porci, figuriamoci votarli e mantenere in Italia un Governo fantoccio, questa ennesima porcata Piddina, a non far partire la commissione d'inchiesta sulle Banche, si aggiunge a quanto ho nel cuore per desiderare quanto ho detto.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 06.09.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento


Inserisci il tuo commento


Memorizza i miei dati? Si No


Numero di caratteri disponibili: 2000


Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.