Condividi

intervento di Luigi Di Maio

“Ci risiamo. Ogni anno viene pubblicato il bilancio consuntivo della Camera dei Deputati ed ogni anno c’è qualcuno che non lo sa leggere.
Il Movimento 5 Stelle non ha mai percepito un solo euro di rimborsi elettorali. 42 milioni di euro rinunciati.
Nel bilancio delle Camere ogni anno compaiono anche le spese di funzionamento dei gruppi parlamentari. Si chiama contributo unico ed onnicomprensivo. Che non c’entra nulla con i rimborsi elettorali. Serve a pagare il personale del gruppo parlamentare.
Per intenderci: ogni volta che vedete un nostro video o comunicato stampa, che ci vedete fare ostruzionismo in aula contro l’aumento delle tasse locali, c’è qualche dipendente del gruppo parlamentare che scrive gli emendamenti o monta i video o compone il comunicato stampa.
Anche la famosa legge sugli eco-reati è stata scritta dai professionisti dell’ufficio legislativo che lavorano con noi da oltre due anni, ovviamente dietro indicazione dei parlamentari che danno l’indirizzo politico ma non quello tecnico.

VIDEO I privilegi dei politici sono come la droga

Anche la nostra storica marcia per il reddito di cittadinanza è stata promossa e organizzata dai nostri uffici che hanno lavorato notte e giorno per farla arrivare anche alle tv straniere.
Insomma, niente a che vedere con i rimborsi elettorali che invece i partiti prendono e spendono per sedi, manifesti e qualcuno in passato anche in diamanti e tangenti.
Questi fondi, utilizzati quasi completamente per il personale dipendente del gruppo, noi li rendicontiamo punto per punto ai cittadini italiani e siamo i più virtuosi per risparmio, pensate che nel 2013 non ne abbiamo utilizzato quasi il 50%.
A chi vuole far sembrare il Movimento 5 Stelle uguale agli altri, chiedo di leggersi le carte.” Luigi Di Maio