Condividi


“Notizie di stamattina: la Borsa è in picchiata, lo spread a 430, il debito pubblico è aumentato a marzo a 1.946 Miliardi (a febbraio era 1.928), la benzina non ci costava così cara dal 1983 (+20,9), l’inflazione ci dicono, è al 3,3 e i beni di acquisto con maggior frequenza (quelli per non morire di fame) in aumento del 4,7% (più dell’inflazione), su tutto questo incombono due provvedimenti presi dal Rigor Montis che appunto procureranno il De Profundis finale: l’IMU (detta anche Io Mi Uccido se devo pagarla) e l’aumento di due punti percentuali di IVA (detta anche Io Vi Ammazzo). Diciamo che è un bollettino che prefigura una Guerra Civile? Chissà, ne riparliamo dopo gli Europei di calcio. così va l’Italia”. Gianni B.