Condividi


“Malpensa, una sera qualunque. All’uscita dell’aeroporto circa 2/300 taxi in fila. Un paio di passeggeri in coda di fronte a me. Decine di tassisti parlano tra di loro sul marciapiede mentre leggono il giornale o fumano una sigaretta. Al tassista che mi porta a Milano chiedo se tutti quei taxi stanno aspettando qualcuno o se c’è una manifestazione. “No, è normale!“, mi risponde. “Aspetto spesso dalle 2 alle 3 ore per caricare un cliente“. Normale? A cosa serve l’aeroporto di Malpensa senza passeggeri? E come fanno i tassisti a vivere?”. Giovanni B.N.