Condividi

Dopo le tappe di Bolzano, Trento e Venezia, oggi scendiamo giù fino a Firenze, precisamente ai cantieri dell’Alta Velocità, un’altra grande opera inutile. Sapete quanto ci costa o se ci sono progetti alternativi più economici e sostenibili che potevano essere presi in considerazione? Ce lo raccontano oggi il portavoce M5S Alfonso Bonafede e il candidato presidente 5 Stelle in Toscana Giacomo Giannarelli!
La Marcia Virtuale per il Reddito di Cittadinanza continua fino al 9 maggio quando ci ritroveremo tutti insieme a Perugia per percorrere 19 chilometri fino ad Assisi per la tappa finale. Un popolo in cammino per il Reddito di Cittadinanza.
Supportate il Reddito di Cittadinanza con l’iscrizione alla Marcia Virtuale e con un messaggio su Twitter con #marcia5stelle. Ci vediamo a Perugia, in alto i cuori!

Alfonso Bonafede: Siamo in marcia per il Reddito di Cittadinanza, oggi siamo a Firenze presso i cantieri dell’Alta Velocità. Il Reddito di Cittadinanza è una misura per la legalità e per la dignità. E’ una battaglia importantissima ed è importante prima di tutto perché è un collante benefico tra gli amministrati e gli amministratori. Il problema sulle Grandi Opere pubbliche è spesso riconducibile al fatto che, tra chi prende le decisioni e chi subisce quelle decisioni, ci sono tutta una serie di intermediari che spesso possono essere infiltrati da criminalità organizzata e da tutti gli scandali di cui sentiamo parlare ogni giorno. Ricordiamo che la corruzione e le mafie creano la miseria che mette in ginocchio il nostro Paese, ricordiamo che negli ultimi anni 100 miliardi di PIL perso in Italia sono attribuibili alla corruzione.

LA MAPPA DELLA MARCIA VIRTUALE per il Reddito di Cittadinanza

Giacomo Giannarelli, candidato Presidente M5S in Toscana: Oggi siamo qua al cantiere TAV di Firenze per denunciare l’ennesimo grande sperpero di soldi pubblici per una Grande Opera inutile. Questo cantiere è cominciato 8 anni fa, e ad oggi dopo 8 anni siamo a meno dell’8% della sua realizzazione complessiva. Quindi è stato fatto poco e nulla, i costi sono duplicati, rispetto allo stato avanzamento lavori i costi sono quintuplicati. La cosa più sconvolgente è che l’Università di Firenze aveva fatto un progetto che in soli 5 anni e con soli 300 milioni di euro avremmo avuto un trasporto di superficie, quindi senza bucare i sotterranei della grandissima città antica di Firenze.

ISCRIVITI ALLA MARCIA VIRTUALE per il Reddito di Cittadinanza!

E invece questo progetto non è stato preso in considerazione. Per la politica le opere che costano di meno non sono molto interessanti. Là dove ci sono le Grandi Opere si annida la corruzione ed è lì che i partiti sono interessati ad essere presenti ed a sperperare il nostro denaro pubblico. Quello che stiamo facendo con questa marcia è dare un messaggio importante, la dignità e la legalità vanno di pari passo, e si intrecciano in una società che è quella dell’onestà. Allora continuiamo con la nostra marcia!”

Il percorso della marcia virtuale
25 aprile 2015 Bolzano – Tunnel del Brennero
26 aprile 2015 Trento – Scandali Vitalizi
27 aprile 2015 Venezia – Mose
Oggi, 28 aprile 2015 Firenze – Alta velocità
29 aprile 2015 Genova – Terzo Valico
30 aprile 2015 Torino – Tav
1 maggio 2015 Milano – Expo
2 maggio 2015 Ancona – Rigassificatore
3 maggio 2015 Terni – Acciaieria
4 maggio 2015 Roma – Mafia Capitale
5 maggio 2015 Napoli – Terra dei fuochi
6 maggio 2015 Taranto – Ilva
7 maggio 2015 Caltanisetta – Muos
8 maggio 2015 La Maddalena – G8