Condividi


Qualcuno ruba il sangue degli italiani. Qualcuno lo vende per vivere e muore lo stesso.
“Dopo tre giorni di coma è morta la Signora MARIARCA TERRACCIANO infermiera all’ospedale di Napoli, credo sia giusto ricordare questo nome, questa DONNA ha sacrificato se stessa, dal 30 aprile, ogni giorno, si era fatta prelevare il sangue tutti i giorni, protestando contro l’indifferenza delle istituzioni che sempre mancano agli appuntamenti importanti delle persone “normali”, Lei, la Signora, chiedeva soltanto il suo stipendio, che la ASL, non LE versava da diversi mesi, ha dimostrato coraggio, anche se, ha perso la sua partita, la vergogna di uno STATO corrotto si fa’ più vergognoso davanti a questi episodi, a loro le case regalate ai poveracci gli si succhia il sangue. Arrivederci Signora Terracciano”. niccoletta f., livorno