Condividi

“Altre 44 persone sono state arrestate per Mafia Capitale. L’accusa è di aver contribuito a creare un business sui flussi migratori e i campi di accoglienza: Tra gli arresti ci sono diversi esponenti del Partito Democratico e di altre forze politiche, salvo il M5S, che ne esce ancora una volta pulito.

VIDEO Roberta Lombardi: “Orfini o è cretino o è colluso”

Per questo, i nostri cittadini portavoce in Parlamento e al Comune hanno tenuto alle 15:00, una conferenza stampa presso la sala stampa della Camera dei deputati con Luigi Di Maio, Roberta Lombardi, Luigi Gaetti e Marcello De Vito. Questa è l’ennesima prova che il sistema dei partiti è totalmente marcio, ivi incluso il PD romano già commissariato, che governa indegnamente questa città e che è totalmente coinvolto nell’indagine con diversi suoi esponenti.

VIDEO Di Maio a Marino: “Dimettiti per amore di Roma”

Ora vedremo se Marino, Orfini ed Esposito avranno il coraggio di affermare che la nostra richiesta di dimissioni del Sindaco sia assimilabile alle richieste della mafia.
Ricordiamoci di Tassone, arrestato oggi, uno che Orfini ha difeso, a cui ha dato visibilità mediatica, che era seduto accanto a lui nella conferenza stampa mentre il M5S diceva al PD che Tassone non doveva più mettere le mani sulla cosa pubblica. E ricordiamoci anche di altri personaggi nominati nella segreteria del PD, come Faraone che è indagato. Oggi c’è un gruppo dirigente, del Partito Democratico, per noi pericoloso. Pericoloso per le casse dello Stato, per le tasse dei cittadini, perché ricordiamoci sempre che l’affare Mafia Capitale è l’ennesimo caso in cui con le tasse dei cittadini si danno appalti in maniera irregolare, per lucrare su un’emergenza. Le emergenze in questo Paese, come i campi rom, come l’immigrazione, sono legate ad un disegno preciso che è quello di fare affari. Il Partito Democratico ha messo al centro gli affari. E quando tu porti gli affari al centro delle politiche pubbliche, i rom da emergenza si trasformano in un business, l’immigrazione da problema da risolvere diventa un fenomeno da tutelare. Per questo che stiamo chiedendo le dimissioni di Orfini, chiediamo alla segreteria del PD di interrogarsi su cosa abbia candidato… non “chi“, ma “che cosa” abbia candidato e protetto in questi anni.

Il M5S ha zero indagati e zero condannati tra le sue fila, non perché veniamo da Marte, semplicemente perché ci siamo dati una regola prima ancora di qualsiasi legge, che dice che da noi indagati e condannati non si possono candidare. Loro fanno la legge Severino, dicono che alcuni profili non sono eleggibili, poi li candidano in opposizione alla legge che loro stessi hanno votato in questo parlamento. Questa è una differenza fondamentale tra forze politiche, e noi per questo abbiamo la credibilità per venire a chiedere determinate cose. Cosa? Prima di tutto le dimissioni di Orfini, che è una persona che : “Come ti permetti di dire che il PD è coinvolto in Mafia Capitale?” Come mi permetto? Marcello De Vito, consigliere M5S di Roma, dopo quella trasmissione, mi scrisse un SMS e mi disse: “Guarda che sono coinvolti, diglielo, Corati, Ozzimo“, mi ha fatto l’elenco delle figure arrestate oggi nel dispositivo del giudice.

VIDEO #MafiaCapitale: Orfini Pd sbugiardato da Di Maio e dai fatti!

Non perché siamo dei geni che ci siamo inventati qualcosa, perché ci leggiamo le carte. Il PD in Mafia Capitale c’è dentro fino al collo, soprattutto nel momento in cui la classe dirigente protegge personaggi che dovevano essere cacciati a calci dalle istituzioni. Il primo è Marino. Abbiamo chiesto che d’ora in poi la commissione antimafia faccia l’elenco degli impresentabili anche tra gli eletti di questo Paese. La commissione antimafia prima delle elezioni regionali non ha fatto niente di scandaloso, ha prodotto un elenco, e guardate che effetto deflagrante ha avuto.

Noi chiediamo di governare Roma. Alemanno ha avuto la sua opportunità, Rutelli l’ha avuta, Veltroni l’ha avuta, Marino l’ha avuta, l’hanno avuta tutti i partiti in questo Comune. Sono coinvolti in Mafia Capitale anche i soldi stanziati dalla Lega Nord lo sapete tutti. Ora noi vogliamo un’opportunità per portare le nostre mani, che sono pulite e sono libere, a governare una città importante come Roma soprattutto alla vigilia del Giubileo. Perché non possiamo lasciare in mano a questa gente la città di Roma mentre ci sarà un evento così importante, che creerà l’ennesima emergenza di organizzazione, e quindi l’ennesimo fiume di soldi che si stanzierà per gestire questo evento, e poi sappiamo bene come vengono utilizzati. Non c’è bisogno di immaginare come utilizzeranno i soldi questi signori, basta guardare agli ultimi dieci o vent’anni di gestione degli enti locali in Italia. Siamo determinati e andremo fino in fondo. Siamo molto preoccupati per le nostre tasse. Ogni cittadino di Roma paga un mucchio di tasse per avere servizi, e invece li manda dentro alle cooperative di Comunione e Liberazione o alle cooperative rosse di Buzzi. E questa è una cosa intollerabile, perché Mafia Capitale neanche esisterebbe se non avessimo avuto una classe politica come quella del PD, corrotta fino al midollo.” I portavoce M5S in Parlamento e in consiglio Comunale di Roma