Condividi

C’è un giro losco di migranti assunti al circo. Solo in Italia… si dice spesso. Ma in questo caso è vero. Allora, per farsi assumere per finta al circo, praticamente per quasi tutti i circhi che transitano nella penisola, il migrante pagava 15.000 euro al funzionario corrotto di turno della Regione Sicilia. Le pratiche indicavano che il migrante era assunto nel circo tal dei tali con la firma del responsabile del circo che intascava 2/3000 euro. Il migrante era quindi regolarmente in Italia in quanto assunto in un circo. Il giro d’affari per l’immigrazione clandestina ammontava a sette milioni di euro. Il flusso migratorio veniva in prevalenza da India e Pakistan, forse per la presunta esperienza con gli elefanti. #MafiaCirco. I circhi sono da tempo in difficoltà economiche, ma con qualche decina di migliaia di migranti possono risollevarsi. Il migrante è diventato un business, qualcuno da sfruttare in qualsiasi modo, una risorsa economica. Se potessero assumerebbero in nero anche falsi cammelli, tigri, leoni, iene, zebre e leopardi. Il Circo Italia non si smentisce, tutti al circo. Ai migranti si spera che vengano almeno offerti dei biglietti omaggio.