Condividi

Fonte: www.minamazzini.com

Mina mi invia questa lettera d’ “amore”, non me l’aspettavo…
La pubblico con la mia risposta.

“Resisti! In alto! Alzala la tua fiaccola, il tuo faro. La tua torcia deve avere ragione della nebbia che attraversa. E se avanzando la sua luce sbruciacchierà delle barbe o dei capelli o dei toupé, saprai che la tua strada è quella giusta. E quelli che stringeranno gli occhi per vederla senza farsi ferire dal suo bagliore, siano benedetti. Come lo sei tu. Unico valoroso paladino della nostra stracciatissima dignità di uomini confusi da troppe letali, chimeriche menzogne. Diceva Amiel: “La verità pura non può essere assimilata dalla folla: si deve propagare per contagio”. E tu continua a contagiarci tutti. Sei l’untore più efficace, l’unico. W Grillo.”
La tua adorante suddita Mina.

…

“Mia cara suddita e padrona. Infetterò. Ungerò. Propagherò conoscenza vera e contagiosa. Mi travestirò da monatto e trascinerò nei carretti degli appestati per il blog e per i palazzetti i sacerdoti della falsa informazione e i loro padroni. Lo prometto a te, in ginocchio, vera e grande e amata signora.”
Beppe Grillo.