Condividi

Dal professor Mario Monti, senatore della Repubblica, fondatore di Scelta Civica e (si ipotizza) selezionatore dei suoi parlamentari ci si aspetterebbe una dichiarazione, un richiamo, un moto di sdegno (almeno simulato) per l’aggressione in Parlamento di Dambruoso alla portavoce del M5S Loredana Lupo. Finora nulla è pervenuto. Dambruoso non fa onore né a Monti, né al suo partito, ma forse chi tace acconsente e allora vuol dire che approva il gesto verso chi non vuole regalare 7,5 miliardi dei cittadini alle banche.