Condividi

Ieri dopo la condanna del consigliere regionale piddino Abaterusso e poco prima che arrivasse un altro avviso di garanzia al governatore piddino De Luca, è uscita la notizia che il sindaco Pd di Fiumicino Esterino Montino è stato indagato. Dopo gli 83 indagati del 2015, grazie ai quali siamo il Paese più corrotto d’Europa dopo la Bulgaria, il Pd quest’anno mira a battere il record.

“Sarebbe opportuno che il sindaco di Fiumicino e tutti i consiglieri comunali di maggioranza raggiunti dall’avviso di garanzia da parte della procura di Civitavecchia si dimettessero immediatamente. Il sindaco Esterino Montino, infatti, fra l’assessorato ai Lavori pubblici al Comune di Roma e quello regionale all’Urbanistica, ha accumulato una tale esperienza che non può far finta di niente di fronte a concessioni a stabilimenti aumentate da 40 a 2000 metri quadri. Non un’inezia, ma uno sforamento pari a 50 volte la misura consentita.
C’è un dato che fa riflettere. Prima il Pd sostiene i ‘balneari’, alcuni dei quali fortemente indiziati di far parte di un consesso criminale, a Ostia. Oggi scopriamo che un sindaco dello stesso partito ha elargito concessioni a iosa sempre a favore dei balneari nell’arenile adiacente a quello di Ostia. Un comportamento in perfetta continuità con quanto fatto dal piddino Andrea Tassone, ancora oggi agli arresti domiciliari perché coinvolto nei fatti di Mafia Capitale”. Roberta Lombardi, M5S Camera