Il sogno di un'Europa a 5 Stelle

programmam5seuropa-5stelleeuropa-borrelli-m5s-renzi-juncker.jpg


Per i prossimi sei mesi tocca al governo olandese guidare la macchina europea. Una macchina che rischia però di deragliare: il futuro di Schengen e gli egoismi nazionali, il referendum in Inghilterra e le sanzioni alla Polonia, la deflazione e la disoccupazione che cresce. E' evidente che la Presidenza di turno dell'Unione si colloca in un momento non facile.

Un'Europa capace di focalizzarsi sulle cose essenziali è un'Europa capace di governare la variabile fondamentale dell'azione politica: il tempo. Ecco cosa si deve fare subito.

ECONOMIA CIRCOLARE E PMI
Bisogna fare in fretta per arrestare il cambiamento climatico. L'Europa ha davanti a sé la sfida di due importanti riforme: quella per un'economia circolare e quella per la riduzione delle emissioni di CO2. La Commissione europea ha proposto di aumentare del 200% le emissioni degli ossidi di azoto. Si vuole combattere cosi l'inquinamento? L´economia circolare può diventare il motore per rimettere in carreggiata la sbandata economia europea. Gli attori economico-sociali, in particolare le PMI europee, devono essere aiutati e accompagnati in questa trasformazione e non lasciati soli così come sta avvenendo.

LA SOLIDARIETÀ FRA I PAESI MEMBRI
Quello che manca per salvare le tante vite di disperati che tentano di raggiungere le coste italiane è la solidarietà fra i Paesi europei. Ben venga la creazione in tempi rapidi di una Guardia Europea di Frontiera, ma bisogna applicare al più presto il meccanismo di ricollocamento dei migranti, un provvedimento già approvato da questo Parlamento ma restato solo su carta.

REDDITO DI CITTADINANZA IN TUTTA EUROPA
L'Europa è assente per impedire che due generazioni, quella degli over 50 e quella dei giovani sfiduciati, vengano definitivamente estromesse dal mercato del lavoro. Il Movimento 5 Stelle chiede una crescita innovativa - trainata dalla Strategia per un Mercato Unico Digitale - ma anche una crescita partecipativa, che ponga al centro il reddito di cittadinanza. La presidenza di turno dell'Unione sa che tutti i Paesi europei tranne l'Italia e la Grecia aiutano i poveri con il reddito di cittadinanza?

DIFENDERE L'ECONOMIA ITALIANA. NO MES ALLA CINA
Bisogna sostenere il Made In e gli strumenti di difesa commerciale. L'Europa è minacciata dall'invasione dei prodotti a basso costo dalla Cina, ma dello sblocco di questi dossier non c'è traccia nel programma della Presidenza olandese, che invece volge lo sguardo al riconoscimento del MES alla Cina e a portare a casa il Ttip. Follie!

Quello che occorre oggi è unità d'intenti in un'Europa che sempre più si sta divaricando tra blocchi economici e politici a diversa vocazione. L'Europa rischia di sbagliare strada e finire in un burrone. Noi non vogliamo morire per questa Europa.


Video. Ecco il programma per un'Europa a 5 Stelle, letto al Parlamento europeo dal portavoce David Borrelli durante la discussione sul programma del semestre olandese di presidenza dell'Unione europea.

Guarda anche ...


Ultimi video

Titolo