Il Blog delle Stelle
Alitalia: punto e a capo

Alitalia: punto e a capo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 52

di MoVimento 5 Stelle

Punto e a capo. Siamo un’altra volta punto a capo! E a ogni nuovo stop e ripartenza a rimetterci siamo sempre tutti noi, nessuno escluso!

Caso Alitalia, febbraio 2017. Dopo continue ricapitalizzazioni e cambi di assetti societari, fallimenti annunciati, restyling e soprattutto i quasi 10 miliardi di soldi pubblici riversati direttamente ed indirettamente nella ormai ex compagnia di bandiera, ecco che dalle banche arriva l’ennesima ideona: sono pronte a riversare nuovi soldi nell’impresa a patto di tagliare il costo del lavoro. Le retribuzioni del personale, dicono, devono essere equiparate a quelle delle compagnie low cost.

Strano! Perché il costo della componente lavoro in Alitalia è già in linea con quelle dei vettori low-cost e comunque più basso tra le grandi compagnie europee. Eppure l’azienda vuole tagliare, tagliare, tagliare! E da subito! Già dal primo marzo vuole far scattare la riduzione del 20 per cento in busta paga, bloccare gli scatti d’anzianità che da annuali dovranno diventare quinquennali e ridurre le giornate di riposo.

Altro che difesa dei privilegi del personale Alitalia, come se i dipendenti stessero scioperando per viaggiare gratis come la stampa di regime ogni giorno ci propina! Eppure questo è il messaggio passato. Non importa che tutte le recenti analisi hanno evidenziato che il costo maggiore in Alitalia non è rappresentato dalla forza lavoro ma: da un programma di manutenzione motori che costa all’Azienda il 30 per cento in più rispetto ai concorrenti, per l’assurda decisione di chiudere Alitalia Mantinance Systems la storica officina motori di Alitalia; per i leasing fuori mercato degli aerei; per le operazioni volo durante le fasi di decollo e atterraggio; per come è gestito il carico del carburante non sapendo, l’attuale manager, nemmeno sfruttare le basse quotazioni petrolifere per contratti assicurativi capestro; continuando per i servizi handling (a terra) che Alitalia paga il 15% più delle altre compagnie e per i tantissimi, e molto spesso misconosciuti, sprechi (nuove livree, corsi di formazione inutili ecc. ecc.) che fanno la felicità dei manager, questi sì intoccabili, che resistono in Azienda nonostante tutte le cordate avvicendatesi dai tempi di Cimoli in poi!

La “nuova” Alitalia targata Etihad ha comportato 2.251 esuberi, adesso girano voci di altri 2000 possibili nuovi licenziamenti! A rimetterci sono sempre i lavoratori. Noi diremo di no! I lavoratori sono pronti a fare la loro parte, sono disposti a fare i sacrifici, ma solo dopo gli intoccabili dirigenti e ad un serio piano industriale degli azionisti che dia una reale connotazione di business a questa Azienda. Tocca a loro adesso!

Oggi i lavoratori di Alitalia son in sciopero e ci sarà una manifestazione a Fiumicino. Noi saremo con loro! Perché come M5S non possiamo tollerare che siano sempre i più deboli a pagare! Come tutti siamo in attesa del piano industriale che leggeremo con attenzione, pronti a convocare i vertici Alitalia in Parlamento. Perché una cosa è certa: non vogliamo l’ennesimo Piano miope come quelli che l’hanno preceduto ma un piano che effettivamente rappresenti una svolta per il futuro della nostra compagnia di bandiera.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

23 Feb 2017, 15:09 | Scrivi | Commenti (52) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 52


Tags: alitalia, debiti, m5s, protesta, sciopero

Commenti

 

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 50.000 euro con un tasso del 2% per il vostro viaggio e di project financing studi per le imprese di costruzione d'oltremare e fondo di investimento in commercio vari di progetto e costruzione e altre l'acquisto di auto a noleggio a casa e Appartamento acquisto e pronto per la salute e l'educazione dei vostri figli pronto sollievo per chiunque nel settore agricolo pericolo e affari milioni project financing
Contattare il servizio di posta elettronica bancadiaccreditamento2017@gmail.com

antonie amdronia Commentatore certificato 27.02.17 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Già bel 2008 migliaia di lavoratori sono finiti per strada. Non si è fatto nulla per riqualificarli e per sostenere le loro famiglie, alcune con gravi carichi sociali, consiglio la lettura a pagare 3 del fatto quotidiano del 22 settembre 2015. Li si capisce il danno prodotto da liberalizzazioni senza regole e soprattutto senza protezione delle categorie più fragili.

undefined 26.02.17 09:34| 
 |
Rispondi al commento

LA MAL-GESTIONE DI ALITALIA E MIA COLPA...

Anni di mal-gestione un gioiello di azienda biglietto da visita per Italia nel mondo ha portata al punto dove non lo vuole nessuno.

La colpa è tutti; dirigenti, sindacati e dipendenti, anni di gestione allegra, assunzioni a go go tutti dentro, stipendi e buna uscita da favola, alberghi super lusso per piloti, assenteismo, clientelismo...

E' questa la conseguenza...mia colpa...mia colpa...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 26.02.17 09:25| 
 |
Rispondi al commento

dove ce dentro montezemolo va tutto ha finire in fallimento questo personaggio non e nemmeno buono ha spazzarsi il culo

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 25.02.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

gomez calita Commentatore certificato 25.02.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si realizza con il nostro consenso una ennesima speculazione edilizia con la cementificazione di una zona storica di Roma quale é Tor di Valle con il pretesto di realizzare uno stadio calcistico che serve solo ai divi del pallone. Siamo caduti in basso come il PD!

Mario Are 25.02.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Alitalia?
Vedi TELECOM ITALIA (TIM).
Le stesse porcherie dagli stessi personaggi, faranno una fine diversa???

Di sicuro una cosa sola: questi vogliono tanti schiavi di pochissimi padroni!!!
E i sindacati cosa fanno? Ridere?

Signori spegnete la TV e riaccendete il cervello, forse siete ancora in tempo...

Sbino D 25.02.17 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Di non immischiarci nei problemi delle imprese, no, eh! non ci pensiamo proprio.
I partiti dovrebbero occuparsi solo dello Stato, dei suoi servizi e delle grandi strategie di interesse nazionale. Per le imprese ci sono i Sindacati, Confindustria o altre Associazioni di Categoria.

Domenico ., Roma Commentatore certificato 25.02.17 11:50| 
 |
Rispondi al commento

L' Alitalia va chiusa, e tutti i suoi dipendenti licenziati. Il parassitume passa anche da qui

Giuseppe Campo 24.02.17 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Io sono la Signora Clarar e di essere alla ricerca di un prestito per più di 3 mesi. Io sono stato molte volte truffati sul sito di prestito tra particolare volendo è un prestito tra individuo in diverse persone. Ma ogni volta che mi fessais strappato via da una moltitudine di carica, e alla fine ottengo nulla sul mio conto. Ma per fortuna mi sono imbattuto in una donna davvero semplice e il tipo che mi doveva aiutare a trovare il mio prestito di€ 25.000 che ho ricevuto sul mio conto questa mattina, senza troppi protocolli.
Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui e spiegargli la tua situazione potrebbe aiutare la sua e-mail è : developpement.aide@gmail.com

depoulo clara Commentatore certificato 24.02.17 21:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-forte_intervento_pubblico_subito_prima_che_le_crisi_precipitino_nel_disastro/6121_19097/

Giovanni Antonio 24.02.17 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di prestito diversi per i vostri progetti fino a 70.000 euro con un tasso del 2% per ulteriori informazioni contattare bancadiaccreditamento2017@gmail.com

jodia antonia Commentatore certificato 24.02.17 15:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono felice che persone come Clesippo iniziano finalmente ad unire i puntini, perché per comprendere questo disegno bisogna allontanare il foglio è allargare la visuale partendo dal passato. Si noterà che il medesimo copione si è ripetuto con lo stesso schema criminale che ha portato tutta l'industria e l'eccellenza italiana al fallimento o in mano straniera. Peggio ancora il tutto è avvenuto con il plauso ed il consenso del popolo italiano che giustamente male informato da media corrotti non si è neanche reso conto che i beni ceduti o portati al fallimento erano spesso stati creati con soldi pubblici e quindi di tutti. Ma si sa....in Italia quando un bene è di tutti in realtà non è di nessuno... E quindi ecco sparire il settore chimico, petrolifero (Mattei docet), automobilistico, agro-alimentare, finanziario-assicurativo, grande distribuzione ecc.. Ed in ultimo, oggetto di questo articolo, aeronautico. Io ripeto e ribadisco che un paese che vuole rimanere indipendente e sovrano deve avere una spina dorsale di industrie e servizi fondamentali che deve rimanere PUBBLICA e fungere da volano per tutta l'economia. Ma ovviamente il mio concetto di pubblico non vuole intendersi sacche di privilegiati e fancazzisti strapagati nonche' mangiatoie per partiti e sindacati. Utopia ? Forse... Ma in altri paesi funziona così. E allora come si fa a cambiare ? In primis dobbiamo cambiare noi perché lo ripeto tutto questo è successo sotto il nostro naso e spesso con la nostra approvazione. Vi ricordate i dirigenti Air France recentemente aggrediti perché avevano minacciato licenziamenti ? Improvvisamente il problema è sparito e non se ne è più parlato. Ovviamente i francesi se ne sono ben guardati di attaccare la loro compagnia di bandiera, consapevoli che trattasi di un bene comune. Quindi cominciano con lo smettere di gioire uno delle disgrazie dell'altro (vedi le dispute tra pubblico e privato) e cerchiamo di capire i problemi di entrambi, perché solo insieme si va avanti.


Alitalia va nazionalizzata. I dirigenti sostituiti e il sindacato riformato.

Mauro Milia 24.02.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

questo giochetto criminale continua a ripetersi sotto gli occhi di tutti, una delle ultime porcate è l'aver sancito secondo legge che i Comuni italiani non erano in grado di gestire le risorse idriche (acqua pubblica) con motivazioni pretestuose, quindi era meglio affidarle a gestori privati!!! In certi casi a società in combutta con la partitocrazia oppure cedute a holding straniere.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.02.17 12:47| 
 |
Rispondi al commento

domandatevi perchè dagli anni 80 in poi le aziende dello Stato italiano in assoluto monopolio in molti settori siano fallite.

Per questi danni erariali e patrimoniali non ha pagato nessuno manager AD o Ministro, anzi abbiamo pagato noi cittadini con centinaia di miliardi di vecchie lire, ora miliardi di euro.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.02.17 12:40| 
 |
Rispondi al commento

dalla vicenda IRI 1986 in poi i politici eletti dal popolo o nominati dalle cricche, giurando fedeltà alla nazione e sulla Carta Costituzionale hanno scientemente distrutto la ricchezza pubblica, come spiegato nel commento di sotto da Undefined.

Tv giornali e giornalisti tacevano o sviavano la verità perchè le stesse partitocratiche erano e sono ancora le stesse a possedere la stampa e il giornalismo radiotelevisivo.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 24.02.17 12:29| 
 |
Rispondi al commento

la cgil,i grandi difensori dei lavoratori, dove c.....z sono, non si sono accorti che da ventanni alitalia e in mezzo alla mer...a
scusate il linguaggio,gaetano

gaetano raffa 24.02.17 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Chiudere Alitaglia e vedrete quanti posti di lavoro in più ci saranno!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.02.17 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Si parla di Alitalia come di un serbatoio di voti, comprati con assunzioni clientelari, e dobbiamo noi cittadini rimetterci ancora denaro in tasse? Calci nel sedere e raccomandati a casa.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 24.02.17 07:12| 
 |
Rispondi al commento

È reale madame romana PINNA, la banca Credit Mutuel mio make un prestito di 125.000 euro in due mese di gennaio. lei facendo prestiti ha anche due dei miei amici. Penso che sia un aiuto che la banca ha la popolazione.

Ecco il loro indirizzo mail:creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolando guissep, molise Commentatore certificato 24.02.17 05:28| 
 |
Rispondi al commento

se ragioni col buco del culo e partorisci ideologie col buco del culo

e poi le metti in pratica


normale che esce fuori solo merda.


non ho mai visto uscire da gente di merda che ragiona col buco delle cose buone


l'italia così com'è senza una profonda pulizia da pene di morte e carceri a vita è destinata a fallire e diventare l'albania o la romania di 30 anni fa.

rogioni col culo cosa pretendi? 24.02.17 02:35| 
 |
Rispondi al commento

Alitalia non funziona ? Regaliamola ai privati. Le ferrovie non funzionano ? Regaliamole ai privati. La sanità non funziona ? Regaliamola ai privati. La scuola non funziona ? Regaliamola ai privati. Mi rivolgo a tutti coloro i quali risolvono tutto con " non funziona ? Chiudiamo tutto. " Avete mai provato a pensare che il modo migliore per spolpare un bene pubblico è quello di renderlo prima inefficiente ad arte in modo che i disservizi dello stesso inducano l'italiota medio a reagire esattamente in questo modo aprendo così la strada a razzie selvagge da parte degli amici degli amici ? Io quello che penso è che la COSA PUBBLICA intesa come quell'insieme di opere, infrastrutture, tecnologia, servizi , creati con soldi pubblici e fondamentali per la crescita e l'autonomia di un paese siano delle realtà che non solo vanno difese ma bisogna PRETENDERE che funzionino e laddove questo non succede intervenire immediatamente punendo i responsabili e non premiandoli con buonuscite milionarie solo perché hanno contribuito ad affossare il bene pubblico per poi poterlo regalare con il consenso popolare mettendo oltretutto sul lastrico migliaia di famiglie di lavoratori. Per cui per favore prima di emettere sentenze "di pancia" e superficiali cercate di riflettere un attimo e ad approfondire quello che commentate. Potreste scoprire che le vostre reazioni istintive probabilmente sono state suscitate ad arte quindi manipolate. Cominciamo a crescere, prima come persone poi come ragionamenti e poi come Paese.


stadio a Roma no grazie

paolo famba 23.02.17 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Adesso basta le tariffe dei biglietti li fanno, gli aerei si riempiono, se non riescono a sopravvivere AMEN un po come saranno i giornali. Non è possibile buttare ancora soldi nel pozzo. Ryanair va avanti e Alitalia va indietro, gli amministratori vadano a vedere cosa non funziona... probabilmente sono proprio loro.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 23.02.17 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Alitalia è un disastro da decenni, se nemmeno con i soldi degli sceicchi(visto che ne hanno così tanti dovrebbero essere loro a intervenire per cercare di sanare la situazione, ammesso che sia possibile sanarla)e con un cambio di amministrazione si riesce allora è meglio che si riparta da zero, di sicuro gli amministratori dovrebbero andarsene e con loro chi ha causato tutto questo e poi ci vorrebbe un piano industriale valido, più rotte a lungo raggio e via dicendo(che senso ha ancora tenere il volo Milano Roma con i Frecciarossa?). Lo Stato quando è intervenuto su Alitalia ha fatto solo disastri quindi....

Lorenzo P., Cuneo Commentatore certificato 23.02.17 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo alle prossime elezioni il Movimento 5 stelle può distanziare tutti...
Per il lavoro la riduzione dell'orario di lavoro non è più rinviabile anzi è urgente!

Giuseppe Bartolo 23.02.17 21:02| 
 |
Rispondi al commento

LA BARZELLETTA PIU' GRANDE CHE CI STANNO PROPINANDO GIA' DA UN BEL PEZZO E' QUELLO DELLA FAMOSA MINORANZA DEM! ORA SE NE VANNO E FANNO IL LORO PARTITO PERCHE' NON CONCORDANO CON LA LINEA DEL LORO PARTITO
MA SE FINO AD OGGI STANNO VOTANDO TUTTE LE PORCATE DEL GIORNO! SE FOSSERO STATI CONTRARI A CERTE SCHIFEZZE LA COSIDETTA MINORANZA DEM NON AVREBBE DOVUTO VOTARE NULLA!

INVECE HANNO STRACCIATO DIRITTI DEI LAVORATORI, LEGGE FORNERO, JOBS ACT , VOUCHER , FAVORI A PETROLIERI, BANCHE, ASSICURAZIONI,ETC.ETC.

ORA FANNO QUELLI CHE NON HANNO COLPE!

MA BASTA PRENDERCI PER IL CULO !!! SIETE RIDICOLI!!!!! SPERIAMO CHE AL MOMENTO DEL VOTO QUALCHE DEFICIENTE NON CI CASCHI E NON DISPERDA IL SUO VOTO IN BERSANI O SIMIL, CHE SONO SEMPRE LA STESSA COSA DEL PD!

diana dial, genova Commentatore certificato 23.02.17 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

W TRUMP CHE ABBASSA LE TASSE A TUTTI, ANCHE AI SUPER-RICCHI !!!!

Paperone 23.02.17 19:35| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti hanno le palle. I dipendenti Alitalia NO!. Ma cosa aspettate a bloccare tutto e subito, che vi licenzino tutti?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.02.17 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Due cose sullo stadio della Roma: il posto è sbagliato perché è a rischio esondazioni e ci potrebbero scappare i morti; ed è una speculazione immobiliare gigantesca (infatti lo stadio sarebbe solo il 14% del costruito) fatta da un americano che è arrivato a Roma per trovare l’America in Italia. Il fatto che hanno già speso 70 milioni là non significa nulla, significa solo che hanno anteposto il carro avanti ai buoi. E allora, un mio nipote ha speso 70.000 euro per ristrutturare una casa prima di acquistarla completamente ed è stato peggio per lui perché pagherà anche una penale per non avere informato tutti i proprietari. Quale interesse pubblico ha quella colata di cemento? C’è solo un interesse privato, molto privato.
Secondo me lo stadio deve essere fatto da qualche altra parte, e solo lo stadio, senza speculazioni immobiliari attorno. Se gli va bene è così, sennò se ne fa a meno. E lo dico io che sono un tifoso romanista. L’Olimpico va benissimo. Anche perché poi questo nuovo stadio nemmeno resta ai cittadini, ai tifosi e alla società, ma sarà affittato alla Roma dall’americano vita natural durante.
dott. Massimo Palozzi

Massimo Palozzi 23.02.17 18:31| 
 |
Rispondi al commento

bisogna ridurre gli sprechi e ridurre drasticamente gli stipendi dei pseudo-dirigenti e siamo gia' a buon punto.

se non bastasse abbassare le buste paga dei dipendenti del 10 percento, anche loro se ci tengono a continuare a lavorare devono fare dei sacrifici.
tanto anche levandosi un 10 percento dalla busta sono soldi che comuni lavoratori in italia se li sognano!!!

MOVIMENTO AVANTI TUTTA E SUBITO ELEZIONI

diana dial, genova Commentatore certificato 23.02.17 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Pare che i menagers di Alitalia, prendessero 6 volte dei menagers Airfrance e il triplo di quelli di British Airways.
http://www.bresciaoggi.it/home/economia/alitalia-stipendi-d-oro-degli-ex-manager-1.3839658

Antonio* D., Carrara Commentatore certificato 23.02.17 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Quello che tocca Montezemolo fallisce ma lui resta sempre a galla.

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 23.02.17 18:20| 
 |
Rispondi al commento

RAI e Alitalia ...
serbatoio di voti e quindi posti di lavoro per la partitocrazia ...

per molti decenni ..

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.02.17 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma è mai possibile che sta cavolo di Alitalia non si riesca a farla funzionare.

Che fallisca , non può ricadere sempre su pantalone la spesa per risanare.

Che i dirigenti che si sono susseguiti paghino le loro incapacità .

Dimenticavo in Italia la colpa non è mai di nessuno.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.02.17 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Per favore basta !

E' una societa' privata che non sta sul mercato .

La colpa puo' essere di chiunque, la responsabilita' del CDA e del presidente e dei soci.

Fatela fallire e , se i dipendenti hanno capacita' , coraggio e TFR da investire si possono comprare il tutto dal curatore .

Anche in continuita' di operazioni .

Con il fallimento cessano i diritti dei creditori, dei soci e la validita'dei contratti in generale .

Vedere storia swissair :
https://en.wikipedia.org/wiki/Swissair#Factors_behind_collapse


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 23.02.17 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Basta Alitalia, non se ne può' proprio più'. È' ora di licenziare in massa, non i lavoratori ma tutto il management , cominciando da Montezemolo. Meglio ancora regaliamola Alitalia a chiunque voglia prendersela. Abbiamo avuto l'occasione in passato di fare una seria fusione europea e l'abbiamo rifiutata per beccarci gli arabi. Basta Alitalia, regaliamola o rottamiamola.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.02.17 16:58| 
 |
Rispondi al commento


Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 60.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
- -finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

jolia antonio () Commentatore certificato 23.02.17 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Alitalia = Roma
Roma = Raggi

Quindi è colpa della Raggi se Alitalia va male

(io scherzo, ma c'è da piangere veramente !

Alessandro L. 23.02.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

fino a quando chi sbaglia non paga, le cose in questo Paese andranno sempre peggio.
Avete mai visto un AD di una grande azienda pagare i danni causati dalla sua incapacità? Avete mai visti un politico/ministro pagare per gli errori commessi? Invece i manager vengono premiati con milioni di euro e politici ricollocati altrove con lauti compensi, a combinare altri danni consapevolmente.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 23.02.17 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Rega', adesso nun me dite che bisogna sarvà pure Aliqatar, 'i possino : sarebbe n'artro ber granchio....


https://www.youtube.com/watch?v=LNKgh6TfWXo


harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.02.17 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Ahi-talia aveva cominciato il Nano " italianità"... poi l'ha finita il delfino....e adesso chi paga?
Indovinate?
Ladriiiiiii!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.02.17 15:36| 
 |
Rispondi al commento

sulla questione "stadio" fate decidere ai cittadini romani anche perchè è bene che la gente inizi ad assumersi la responsabilità delle proprie scelte e nel contempo il m5s prende sempre più confidenza con il territorio facendosi conoscere (nei banchetti)... (NEL CASO SI PROPENDA X QUESTA POSSIBILITÀ: MI RACCOMANDO DI EVITARE INGENUITÀ SULLE FIRME: il che prelude attento controllo e la partecipazione consapevole si più soggetti che abbiano i requisiti adatti e le conoscenze di legge quindi che siano preparati oltre ad essere diligentemente onesti)

mauro 23.02.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori