Il Blog delle Stelle
Anche il Reddito di cittadinanza... ce lo chiede l'Europa

Anche il Reddito di cittadinanza... ce lo chiede l'Europa

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 15

di MoVimento 5 Stelle

L'Europa chiede la riforma delle pensioni? L'Italia approva la legge Fornero. L'Europa impone l'austerity? L'Italia taglia la sanità e i piccoli ospedali. L'Europa chiede una riforma del lavoro? L'Italia vara il Jobs Act e trasforma il mercato del lavoro in una competizione fra precari. Se l'Europa chiede invece più diritti per i suoi cittadini, allora le sue decisioni restano parole al vento.

Da 7 anni l’Europa chiede all’Italia di garantire il reddito di cittadinanza agli italiani che non raggiungono la soglia minima di povertà ma i partiti italiani continuano a ripetere che non si può fare, come se vivessero fuori dal mondo o semplicemente fuori dall’Europa, visto che il reddito di cittadinanza esiste in ben 26 Paesi europei su 28.

Il 20 maggio vi aspettiamo a Perugia per marciare fino ad Assisi e ricordare ai partiti italiani che il tempo della verità della trasparenza e della giustizia è sempre più vicino!

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

12 Mag 2017, 11:06 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 15


Tags: 20 maggio, perugia, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Ciao
Voi che vogliono un prestito alla banca per un lungo periodo di tempo ecco un Ms che è grave è che si concede la vostra domanda di prestito. Contattare la Signora Chouinard per la vostra applicazione di prestito. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Guepart gerard Commentatore certificato 16.05.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Se ho trovato il sorriso grazie
a Mr paul hotz ho ricevuto un finanziamento di € 100.000 e
due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti
questo uomo senza alcuna difficoltà con un tasso di 2%
An. Si presta 500 a 20.000.000 milion di euro. Io consiglio di non scegliere la persona sbagliata, se si desidera applicare in realtà
denaro in prestito per il vostro progetto e qualunque altro. Pubblico
questo messaggio perché Mr paul hotz mi fece bene con
prêt.C'est attraverso un amico che ho incontrato questo
onesto e generoso signor mi ha permesso di ottenere questo prestito.
Quindi vi consiglio di contattare e vi soddisferà per tutti
servizi che chiedono di lui. Ecco la sua lettera
e: delbarioalxio@gmail.com

DOUSSI 02 Commentatore certificato 15.05.17 22:41| 
 |
Rispondi al commento

reddito di cittadinanza???no.no.no toglierebbe al moccioso di giocare con gli f.35 e ai suoi compari di portare a casa le tangenti!!!

sergio boscariol 14.05.17 00:00| 
 |
Rispondi al commento

M5S fate presto. Tutto il resto sono delle
.....

Vincenzo M. 13.05.17 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Spiacente, ma quanto piü veniamo deviati al sogno/pensiero sul reddito di cittadinanza, tanto meno ci rendiamo conto del fallimento che stiamo andando incontro ignorando il pericolo lo scoppio una guerra mondiale.....lascio a voi il resto ...continuate....prego

Nando M. Commentatore certificato 13.05.17 22:47| 
 |
Rispondi al commento

...ecco perchè dovremo essere PRO europa e NON contro l'europa.

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 13.05.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la
signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...

rita gomez Commentatore certificato 13.05.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento

"Certamente, il Reddito di Cittadinanza o di Aiuto alla Povertà sempre crescente va attuato subito, allo stesso modo di come si èrogano subito altri fondi per altre necessità o per arricchimenti illeciti sfruttando situazioni difficili. Certo estensibile subito alle pensioni al minimo, specie se calcolate con il Contributivo...come nel mio caso, perdendo anni di pensione partendo dalla 7^ Salvaguardia!...calcolando dagli anni '70: 15 mesi di militare, validi ai fini pensionistici ma senza contributi versati dallo Stato; poi,gli anni lavorativi in industria privata con i versamenti pensionistici annuali in lire e irrisorie rispetto all'euro di oggi. Certo sommando, così, tutti gli anni e riportando le lire versate in euro... si ha una Pensione VO (vecchiaia) da fame. Ma all'epoca, sia io come altri, non ho sottoscritto questo tipo di Contratto pensionistico!. Ecco, perché, vi sono gli italiani di serie "Z" e vilipesi con la legge capestro della "Salvaguardia" e con il minimo pensionistico che è di qualche euro in più di quello sociale, di chi cioè non ha mai versato nulla. Si spende denaro per ciò che non è pane, solo feste laiche e religiose in aumento per trastullare il popolo... Quanta Illusione!"

Alberto Mazzeo Giannone 13.05.17 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Proporrei di approfondire realmente i risultati che si otterrebbero con il reddito di cittadinanza, il quale ritengo si rivelerebbe solo un mero aiuto temporaneo, senza ottenere dei risultati concreti a lungo termine, e indurrebbero i più “debosciati” a vivere nel dolce far nulla o “arrotondare” col lavoro nero. Soprattutto in Italia, in una fase storica in cui il lavoro non c’è per nessuno, visto l’alto costo del lavoro
O dovrebbe durare al massimo sei mesi. Il tempo di utilizzare il più efficace “REDDITO DI DISOCCUPAZIONE”
Il reddito di disoccupazione, invece, potrebbe essere una grande occasione per creare lavoro vero e non diventare un mero ammortizzatore sociale (usato inoltre come scambio di voti) a condizione che sia dato come reddito di disoccupazione con un bonus, non in contanti, a chi ne ha diritto, bonus da poter spendere presso qualsiasi impresa, micro impresa, artigiano, società di servizi o commercianti vari.
Mi spiego: Posto che ogni cittadino senza lavoro abbia il bonus di 700/800 euro al mese e che questi si rivolga ad un’impresa che abbia fra le proprie qualifiche le attitudini o le aspirazioni proprie del soggetto beneficiato. Questi, offrirebbe tale bonus all’impresa a fronte di un contratto di lavoro di almeno tre anni, consentendo quindi all’azienda un provvidenziale abbattimento del costo del lavoro. Di contro, otterrebbe la possibilità di qualificarsi secondo le proprie aspirazioni, ottenendo dall’impresa uno stipendio sindacale con pagamento degli oneri sociali, solo sulla differenza in busta paga.
Risultato: dopo tre anni il beneficiato avrebbe, non solo conseguito sul campo una qualifica spendibile sul mercato del lavoro, ma avrebbe consentito, alla stessa impresa, la potenziale possibilità di assunzione a tempo indeterminato dei migliori soggetti qualificati.
Quest’idea scaturisce da un’analisi sul campo, che vede in grave crisi le PMI per l’alto costo del lavoro, in una fase storica di concorrenza sleale dei Paesi extraeuropei.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 13.05.17 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci governa da 4 anni ovvero il pd se ne fotte dei cittadini, pensano solo ai loro interessi

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 13.05.17 03:43| 
 |
Rispondi al commento

il reddito di cittadinanza non è un regalo - ma di fatto il seme per far crescere l'economia nazionale - conviene a tutti - solo un cretino pensa che sia un costo - o i troppo furbi che approfittano del bisogno altrui per pagare due soldi per lavori "normali" ( avvocati - negozianti artigiani- studi attività varie - ecc ) è chiaro che con il reddito di cittadinanza questi infami saranno costretti a dare uno stipendio superiore ai 1000€ altrimenti la gente sta a casa - coloro che ne hanno diritto non portano i soldi fuori ma li spendono qui ( dal negoziante - che aumenta il fatturato - allo stato ritorna il 20% solo di IVA - )

giorgio s. 12.05.17 23:41| 
 |
Rispondi al commento

“Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.”
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 23), 1948

L’Art 1 della Costituzione lo conoscete tutti, ma vorrei porre l’attenzione anche su questi:

Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Nell’attuale situazione socio/economica il Reddito di Cittadinanza va erogato subito alle fasce più deboli, in forte difficoltà ed esposte alla povertà:
pensionati “al minimo”, disoccupati, esodati.
Con una platea così ridotta sicuramente i soldi ci sono!! Ma occorre fare presto e non perdere altro tempo!
Progressivamente verrà esteso a tutti gli altri a partire, ovviamente, dai redditi più bassi.

Un saluto a tutti.
Un Esodato Super-Incazzato

Giovanni Antonio 12.05.17 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni giorno che passa rende chiaro che la corresponsione del reddito di cittadinanza è la via obbligata per dare un minimo di equilibrio a una società profondamente squilibrata e distorta.

Rocco Giuseppe Greco 12.05.17 17:56| 
 |
Rispondi al commento

reddito di cittadinanza, piccolo 'prestito ponte' alitaliano. spero che non diventi il solito scambio di voto ma se fatto dal pd..........quasi quasi lo certifico. vedremo...

mario di genova 12.05.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori