Il Blog delle Stelle
Ancora roghi ai rifiuti speciali. Salute a rischio, intervenga la Procura #Mortara

Ancora roghi ai rifiuti speciali. Salute a rischio, intervenga la Procura #Mortara

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 87

Iolanda Nanni, M5S Lombardia

Oggi è divampato un incendio presso la ditta Eredi Bertè a Mortara che si occupa di rifiuti speciali. E’ il quinto incendio avvenuto in terra Lomellina, nell’arco di pochi mesi. A dicembre 2016 ed a febbraio 2017 c’erano stati due gravi incendi presso la raffineria di Sannazzaro de Burgondi. A maggio c’è stato un grave incendio presso l’azienda ABONECO di Parona Lomellina (PV) e sempre presso la stessa ditta un altro incendio ad agosto.
La Lomellina brucia e non è più tollerabile assistere impotenti a roghi e nubi tossiche che nel giro di pochi mesi stanno letteralmente avvelenando l’intero territorio. ARPA e ATS devono potenziare i controlli presso questi impianti affinché adottino tutte le misure atte a scongiurare gli incendi. Gli incendi si moltiplicano e i danni alla salute e al suolo sono diventati incalcolabili.

Il M5S in Commissione Ecomafie segnalerà alla Procura il preoccupante ripetersi di questi roghi in Lomellina. È lecito dubitare che questi incendi siano frutto di pure casualità e ritengo doveroso che la Procura si attivi per indagare sul filo avvelenato che sta percorrendo la Lomellina. Ma anche le Istituzioni e la Regione si stanno mostrando incapaci di affrontare queste situazioni. Si agisce solo sull’emergenza e poi nessuno si preoccupa di monitorare, come il M5S chiede da anni, le pesanti ricadute al suolo degli inquinanti. C’è troppa superficialità da parte della Regione e degli enti locali: il M5S denuncia da tempo gli oltre 100 roghi scoppiati in impianti rifiuti in tutta Italia chiedendo maggiori interventi e controlli.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Set 2017, 15:15 | Scrivi | Commenti (87) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 87


Tags: lombardia, lomellina, m5s, procura, rifiuti speciali, roghi, salute

Commenti

 

Non vogliamo più respirare certa roba, ma dobbiamo evitare anche noi di mandarla nei centri, consumando in modo più intelligente!

Shop Love 13.09.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento

LA VERITA' E' CHE NON SI VUOLE PUNIRE I COLPEVOLI.
QUANTE VOLTE ABBIAMO LETTO DI PIROMANI RECIDIVI, TALVOLTA PURE FORESTALI, IMPLICATI NEI ROGHI?
E QUANTE VOLTE ABBIAMO LETTO DI CAMPI COLMI DI RIFIUTI CHE VENIVANO BRUCIATI DAI ROM?
QUESTE COSE SI RIPETONO CON FREQUENZA PROPRIO PERCHE' I COLPEVOLI NON VENGONO PUNITI CON PENE ESEMPLARI. PER PRODUZIONE DI SMOG, GAS TOSSICI O DISASTRO AMBIENTALE LE SANZIONI DOVREBBERO INCLUDERE ANCHE L'ERGASTOLO...

Zampano . Commentatore certificato 10.09.17 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Soprattutto la plastica non viene più riciclata perché il suo maggiore utilizzo che era nell'edilizia è praticamente ferma da anni e quindi si preferisce optare per gli incendi "spontanei". Questi depositi dovrebbero avere tutti i sistemi antincendio di qualsiasi altra azienda se non maggiori. Comunque oramai moltissimi comuni, dopo avere fatto finta di differenziare la raccolta, bruciano tutto per produrre elettricità nei mega inceneritori, dove i controlli sono fatti dagli stessi gestori e quindi sono inutili e truccati.

massimo 07.09.17 15:02| 
 |
Rispondi al commento

in poco tempo ci sono stati molti incendi nei centri raccolta rifiuti...segnalo quello di Roma e a Pistoia alla discarica del cassero....tutti ora...bisogna indagare

Manuele L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.09.17 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono costretto a un intervento inappropriato ma secondo me si deve rivedere la struttura di questo blog suddividendolo in aree tematiche.
Trovo poco serio leggere interventi di certo interesse commentati a cdc (cazzo di cane) creando quindi un guazzabugglio di opinioni e considerazioni fuori tema.
Si potrebbe poi riservare uno spazio ai grafomani graforroici in modo che abbiano modo di scatenarsi con interventi a puntate e un altro per soddisfare le manie
vernacolari di alcuni.
Naturalmente ci vorrebbe pure qualcuno che leggesse questi suggerimenti e prendesse provvedimenti, ma dubito che esista quindi la mia resterà solo una vox clamantis in deserto.


In Etiopia, c'è una strada fatta tutta con rifiuti tossici DOC.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 07.09.17 09:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il paese si chiama Mortara, il nome è tutto un programma.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.09.17 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Chissà chi e perché è stata uccisa Ilaria Alpi.
Chissà chi e perché è stato avvelenato il comandante Natale De Grazia.
Sarà mica stata Virginia?

antonnio d., carrara Commentatore certificato 07.09.17 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il M5S non andrà al governo, alle prossime elezioni, saremo veramente fottuti. È mai possibile che certi italiani non capiscano che sono stati sino ad ora governati da farabutti? Chi ha ridotto l'Italia in questo stato, è un traditore della patria e come tale , se non fucilato, almeno messo in condizione di vivere di elemosina e naturalmente togliere tutti i privilegi passati in eredità. Attento però M5S ché ancora hai in seno porchi figuri nascosti che lavorano nell'ombra per metterti in difficoltà. Avanti così chè avete la formula vincente.

Sandro Gianni 07.09.17 08:50| 
 |
Rispondi al commento

"Commissione Europea minaccia sanzioni ai paesi dell'Unione che non accettano profughi"

Pronta 'a risposta de 'i vari Paesi:

1) Polonia: " prima, ce dovete ammazza' tutti";

2) Ungherìa: "lsnmòwienoièw òtruyeè foiru hfeyhe"
(de l'Ungherese, nun se capisce mai n' cazzo, però hanno allegato 'na foto:

http://3.bp.blogspot.com/-UluJMae4CrA/UV6kLNA3ZII/AAAAAAAAKW8/FWMcVY4DfBs/s1600/DSC_4935small.jpg

Rep. Ceca : "Quanno pioveranno ceci";

Rep.Slovacca: "Seeeee, quanno pioveranno fave co' 'e cotiche".


'A situazzione, è complicata.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.09.17 08:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' molto costoso custodire e smaltire i rifiuti speciali.
Quando si raccolgono si incassa, quando devono essere smaltiti si "scassa"! Allora è meglio incendiare.
Come a Pomezia, così a Roma e in tanti altri siti, dove si depositano questi rifiuti, gli incendi divampano. Così se dovessero esserci indizi compromettenti, scompaiono.
E noi paghiamo, con gli euro e la salute.

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 07.09.17 07:42| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la malaria non si trasmette da uomo a uomo ma da zanzara a uomo, cosa vuol fare la Lorenzin? Vaccinare le zanzare? O vietare tutti i voli che arrivano da Paesi dove c'è la malaria? Ricordo che essa vive nell'America del sud, in Africa e Asia, ma interessa sporadicamente anche gli USA e altri paesi industrializzati. Io più che eliminare la zanzara, eliminerei la Lorenzin.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.09.17 07:02| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/5i8MD1iQkLI 🎼
Bn

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 07.09.17 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo una campagna di sensibilizzazione ai migranti sull'uso dei profilattici che potrebbero evitare alle nostre donne brutte malattie e l'Aids e Ebola . Chiediamo al governo di rifornire i negretti di preservativi naturalmente gratuiti e , come beneficio di legge , il dimezzamento della pena se lo si usa durante lo stupro .

vincenzodigiorgio 07.09.17 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Eposmail dell'Italia da 25-30 milioni d'abitanti...

Vedi, il problema non è tanto nel numero totale, quanto nell'età media.

25-30 milioni di italiani potrebbero anche andar bene, a patto però che i giovani siano più numerosi degli anziani. Questo è obbligatorio.

E non soltanto per le pensioni, ma per tutto. Guarda la polizia: l'età media degli agenti si avvicina ai 50 anni. Ti sembra normale?

Una società col numero giusto di giovani, progredisce. Una composta di anziani, è destinata tristemente al tramonto.

Il problema demografico non è stato mai posti nei giusti termini. Si è sempre detto che "eravamo" troppi e che "crescevamo" troppo.

Ma non era vero. Nel Terzo Mondo crescono troppo, noi stiamo quasi scomparendo. La campagna per limitare le nascite va fatta esclusivamente nei paesi poveri. Da noi, al contrario, necessitano più figli.

Se ogni coppia fa 2 figli, la popolazione resta costante; se ne fa 3, cresce leggermente; se ne fa 1, si dimezza ad ogni generazione e poi scompare.

Incentivare le nascite in Italia, allora, non serve tanto per aumentare la popolazione, quanto per svecchiarla e rinvigorirla.

Se i giovani fossero stati la maggioranza, sarebbe stato più difficile per "lor signori" sottometterli con la disoccupazione e l'austerità forzate. E il Movimento avrebbe già vinto le elezioni.

Gian Paolo ♞ 07.09.17 00:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL CRIMINALE E' KIM JONG UN? MA ANDATE A CAGARE!

Dagli a Kim Jong-un!

Quale sarebbe la sua colpa? Volere sviluppare un'arma nucleare!

Chi decide quali stati possono possedere tale arma? Un gruppetto di 5 nazioni con diritto di veto all'ONU!
Cosa è l'ONU? la longa manus delle 5 nazioni con diritto di veto.

L'India, il Pakistan hanno la bomba atomica? Hanno chiesto il permesso a qualcuno? Qualcuno ha dichiarato che sono governi canaglia e i loro governanti sono pazzi? Non mi risulta.

Israele ha circa 500 bombe atomiche, qulcuno ha affermato che è uno stato canaglia? A chi ha chiesto il permesso di costruirle?

Vi è un solo capo di stato al mondo che ha il coraggio di dire a quei criminali "affiliati" all'ONU, che si rifiuta di di subire ciò che subisce uno Stato come l'Italia.

IL POPOLO CHE DICE? IL POPOLO MONDIALE, S'INTENDE!

E' un pazzo! Kim Jong Un è un criminale!

Come sempre il Popolo sta dalla parte dei suoi carnefici. Se vi è uno che ha un po' di coraggio, spesso ci pensa il popolo a "bruciarlo vivo".
Come le streghe nei secoli passati. Le "streghe" altro non erano che esperte erboriste e curavano i più poveri, i più miserabili del popolo ed erano proprio questi miserabili che testimoniavano alla Sacra Inquisizione per farle bruciare vive.

Popoli di merda!


Russia e Siria liberano i territori dalla melma Isis e l'ONU immediatamente contrattacca....

https://it.sputniknews.com/mondo/201709054985591-putin-assad-liberazione-deirezzor/

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/09/06/siria-lonu-contro-assad-ha-usato-il-gas-uccidendo-civili_3be922a1-b7c4-44ff-ace1-fd4d605a6450.html

Tony 06.09.17 21:34| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Su RAI UNO c'è un bel programma dall'Arena di Verona per ricordare il Maestro Pavarotti. Spesso viene inquadrata la vedova Nicoletta Mantovani Pavarotti ed anche ricordata dal presentatore.

Mai i 30 e più anni vissuti con la prima moglie Adua che ha partorito tre figlie non contano nulla? Perchè non parlano mai di lei? Lo trovo veramente ingiusto e di cattivo gusto.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.09.17 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

........impunità e strafottenza.........Italia allo sbando...

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/parma-lautista-del-bus-aggredito-da-un-migrante-indagato-per-percosse-2747546/


http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13230284/roma-band-giovani-zingarelle-non-ci-potete-fare-niente.html

Tony 06.09.17 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Una RIFLESSIONE . La notizia riguarda lo stesso stabilimento nel quale si sono verificati almeno 5 incendi .
Subito si chiede che intervenga la Magistratura. A me sembra una cretinata chiedere sempre l'intervento della Magistratura.
Possibile che all'Azienda non spetti nessun obbligo per una ricerca seria delle cause senza che la Magistratura entri a gamba tesa?
E' sempre così. Di fronte a qualsiasi disgrazia non c'è mai un intervento dell'azienda che faccia una bella disanima della vicenda , che verifichi i punti deboli e che proponga le sue soluzioni affinchè non si ripresentino. Non ci sono casualità irreparabili , si tratta solo di cercerle e di porvi rimedio. Ma le aziende si mettono sempre in difesa per le possibili azioni giudiziarie e non riescono a prendere coscienza dei propri errori.

gina alba, altamura Commentatore certificato 06.09.17 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Rifiuti speciali?
Ebbene che tali discariche abbiano una sorveglianza armata come se fossero delle polveriere.
Per i cantieri TAV lo hanno fatto, che lo facciano pure per queste discariche!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 06.09.17 20:41| 
 |
Rispondi al commento

OT

Non vedo sdegno e prese di posizione nette contro l'aumento dell'età pensionabile che scatterà a gennaio 2018 (Sulla base di presunti aumenti dell'aspettativa di vita, calcolati su generazioni andate in pensione prima dei 60 anni). La nostra generazione e quelle future, se non cambiamo subito rotta, invertiranno questi risultati sulle aspettative di vita.....per non parlare della "qualità" della vita, della disparità di trattamento fra generazioni, della sperequazione....
Con generazioni di giovani disoccupati o precari questa è una vergogna assoluta, da non permettere ad ogni costo.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a chi giovano questi incendi?
Si mettano in galera chi ne trae un profitto!
E' solo questione di denaro!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 06.09.17 20:35| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=MDrYDnYxA4I

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.09.17 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Standardizzazione e semplificazione degli imballaggi, riduzione dei tipi di plastiche utilizzate negli stessi, riduzione all'essenziale (sanità) dell'usa e getta, rigoroso controllo del conferimento della differenziata nei cassonetti, cassonetti "non ribaltabili" (c'è qualche deficiente che a Roma, da un po' di tempo, si diverte a rovesciare i cassonetti in terra).
Queste sono soli alcune provvidenziali misure da adottare per cominciare a ridurre i rifiuti.

Antonio Valentini 06.09.17 19:57| 
 |
Rispondi al commento

ot..prossime elezioni....Chi andrà al governo ? PD ? 5S ? Coalizioni varie? No, sorpresa! ..Un "Monti'' bis....

http://bit.ly/2wGxAT6

Tony 06.09.17 19:06| 
 |
Rispondi al commento

4
Intanto le tre leggi popolari vengono imboscate in un cassetto del Senato e lì riposeranno in pace per sempre, nonostante una tragicomica convocazione di Grillo davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato.
Il 25 aprile 2008, secondo V-Day, stavolta a Torino, dedicato alla malainformazione. In piazza San Carlo 100 mila persone, più altri 2 milioni collegati da tutta Italia. Oltre 500 mila firme raccolte su tre quesiti referendari per abolire l’Ordine dei giornalisti, la legge Gasparri e i finanziamenti pubblici ai giornali. Grillo si appella al Pd: “Copiate il nostro programma, ve lo regalo”. Ma la risposta di partiti e giornali al seguito è sempre la stessa: fascista, qualunquista, antipolitico, volgare.
Nell’estate 2009 Grillo si iscrive alla sezione del Pd di Arzachena per correre alle primarie e diventare segretario. Piero Fassino, ultimo leader Ds, gli nega l’accesso perché è “ostile” e lo sfida a farsi un partito. Di lì a poco verrà accontentato: la prima di una serie di brillanti profezie. “Se Prodi e Veltroni – ci dirà Casaleggio pochi mesi prima di morire – avessero accolto le nostre proposte, avrebbero dato la svolta al Pd e al sistema politico e il M5S non sarebbe mai nato. Ma dopo i due V-Day i giornali, soprattutto di sinistra, ci trattarono come una via di mezzo fra dei mangiatori di bambini e una setta satanica. E così raccogliemmo la sfida che ci aveva lanciato, pensando di prenderci in giro, Fassino. E fondammo il Movimento 5 Stelle”. Che, dopo 10 anni e 8,5 milioni di voti, per chi non vuol vedere né sentire, è ancora una parolaccia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento

3
Il Tg1 delle 20 diretto da Gianni Riotta non inserisce neppure il V-Day nei titoli, e gli dedica 29 secondi da studio: “S’è svolto a Bologna e in altre città italiane il Vaffa Day del popolare comico genovese…”.
Il direttore del Tg2 Mauro Mazza (quota An) legge un editoriale dal titolo “Grillo e grilletti”. E col volto terreo, come se fossero tornate le Br, ammonisce Grillo col gesto della pistola: “Che accadrebbe se qualcuno, ascoltati gli insulti di Grillo, premesse il grilletto?”. Peccato che Grillo non abbia mai evocato né pistole né fucili, diversamente da Bossi.
La stampa intuisce subito la minaccia incombente per i poteri marci e scatena i suoi esperti, quelli che capiscono sempre tutto: Grillo è “antipolitico”, “qualunquista”, “populista”, “giustizialista”, “fascista”, “terrorista” e soprattutto “volgare”. Montezemolo alza il ditino ammonitore: “A risolvere i problemi dell’Italia con i vaffanculo non ci credo”. Eugenio Scalfari, su Repubblica, scomunica il movimento grillino come fenomeno “anarcoide e individualista”, “anacronistico”, “antipolitico”: “invasioni barbariche… del law & order nei suoi aspetti più ripugnanti; ci vedo dietro la dittatura… slogan della peggiore destra, quella populista, demagogica, qualunquista… piazza pulita per il futuro dittatore”.
Andrea Romano, dalemiano dell’Einaudi di B. e della Stampa di Agnelli, non ancora evolutosi in deputato montiano e poi renziano, trova che in un Paese normale il V-Day “verrebbe recensito nelle pagine dello spettacolo”.
Riotta si rifà con uno Speciale Tv7. “Ora vediamo chi è davvero Grillo”, dice lanciando un servizio-scoop: a una festa dell’Unità del 1981,il comico pretese addirittura che gli pagassero il cachet, tanto perché sia chiaro che “non esistono vergini”. Le indagini del Tg1 sui crimini di Grillo proseguono senza sosta nei giorni seguenti: i segugi di Riotta scoprono addirittura che, fra i 3 mila commenti giornalieri sul blog,ce n’è uno negazionista e filonazista (subito cancellato)
segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento

2
Il V-Day era l’estrema conseguenza dello sdegno sfogato da Grillo in anni di spettacoli, già pienamente politici, anche a sua insaputa: energie alternative, nuove politiche dei rifiuti, ambientalismo spinto, crac bancari (quello della Parmalat l’aveva anticipato lui d’un paio d’anni), invettive contro malapolitica, malafinanza, malainformazione. Comico e “difensore civico”. Tutt’altro che anti-sistema: sperava ancora di indurre il sistema, a calci in culo, ad autoriformarsi.
Nell’estate 2007, sul suo blog (nato nel 2005, uno dei più letti al mondo), lanciò le primarie programmatiche online, discusse per otto mesi da 800 mila persone su proposte di insigni esperti (anche il Nobel Joseph Stiglitz). Poi andò dal premier Romano Prodi a consegnargli il dossier finale: energie rinnovabili, wi-fi gratis, rifiuti e cemento zero. Il Prof lo ascoltò per qualche minuto, sprofondato nel divano di Palazzo Chigi, poi socchiuse gli occhi. “Mi stavo solo concentrando”, disse poi. “Encefalite letargica”, sentenziò Beppe.
L’8 settembre, ricorrenza del tragico armistizio, ecco il V-Day. Sottotitolo: “Parlamento pulito”. Almeno 100 mila persone in piazza Maggiore, più dieci volte tante collegate da altre 200 piazze. Sul palco giornalisti, scrittori, artisti, docenti. Sotto, gli attivisti dei Meetup raccolgono firme su tre leggi di iniziativa popolare: incandidabilità dei condannati in Parlamento, tetto massimo di due legislature, abolizione del Porcellum per tornare a scegliere deputati e senatori. In mezza giornata, 350 mila adesioni.
Una cosetta da niente, infatti i tg Rai, Mediaset e La7 non mandano una sola telecamera né un inviato (ci sono solo i cameramen di Sky e di Annozero). Basta non parlarne e il V-Day non esiste. Le agenzie di stampa inventano “attacchi”, “insulti”, “offese a Marco Biagi”, anche se in dieci ore nessuno l’ha mai citato. Si è solo criticata in un filmato la legge 30 perché aumenta il precariato.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 18:45| 
 |
Rispondi al commento

1
ARMACORD- Travaglio
Dieci anni fa, l’8 settembre 2007, Beppe Grillo lanciava a Bologna il primo “V-Day”. La “V” era presa a prestito dal film V per vendetta, ma anche dall’iniziale del Vaffanculo con cui amorevolmente accompagnava i nomi dei 24 parlamentari pregiudicati. Ieri, nel ricordare l’anniversario, un povero smemoratello di Repubblica ha scritto che quel giorno “ha cambiato la politica italiana”, ovviamente “in peggio”. Perché “inaugurò l’era dell’insulto permanente”: prima invece la politica era roba per educande; poi calarono i barbari e fu la fine.
Non s’è accorto, il pover’uomo, di tante cose accadute da allora a oggi. Nemmeno del paradosso grillino: i predatori hanno leggermente migliorato la specie predata. Costringendo i partiti a risparmiarci qualcuna delle tante indecenze che avevano in serbo: non perché siano diventati virtuosi, ma perché “se no vince Grillo”.
Senza quel V-Day, non avremmo avuto la legge Severino del 2012: B. sarebbe ancora senatore e potrebbe ricandidarsi per la settima volta alla presidenza del Consiglio. Anche i piccolissimi tagli ai costi e ai privilegi della Casta (titolo del best seller di Stella e Rizzo uscito proprio nel 2007) non avrebbero mai visto la luce, se Grillo e i suoi ragazzi non avessero fatto una bandiera della sobrietà, della democrazia dal basso e della politica senza soldi. La fine del finanziamento pubblico ai partiti (almeno nelle sue oscene forme dirette) è figlia di quella stagione. Così come le vittorie democratiche nei referendum del 2011 su nucleare, lodo Alfano e acqua pubblica e del 2016 sulla Costituzione.
Al V-Day io c’ero, a parlare di legalità, senza neppure immaginare gli sviluppi di quel movimento nascente. Ma nemmeno Grillo e Gianroberto Casaleggio avevano in mente un partito.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 18:44| 
 |
Rispondi al commento

dobbiamo accettare il fatto, una volta per tutte, che i media contro, i tuttologi che giocano a chi smerda di piu' il m5s, etcetc., fa tutto parte del gioco. inutile starci a ricamare sopra.

chi e' che non "gioca" nel modo giusto? come sarebbe ok che facesse? e' il m5s. che davanti ai carriarmati schiera 3 soldatini.
c'e' un detto che fa: quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.
cominciamo a far giocare i "duri".

e chi sono i duri da schierare contro la feccia dell'italia? il meglio dell'italia. i piu' competenti, onesti, intelligenti.

o pensavamo che mettendo in campo dei ragazzini ci lasciavano campo libero?

quelli menano, e pesante. ci sono interessi miliardari in gioco, potere marcio consolidato da decenni, che ha le sue radici addirittura oltre confine, nel mondo.
inutile piangere se arriva il pugno nell'occhio. perche' si sa che arriva e ne arrivereanno tanti.

allora, vanno schierati i "pugili" del bene (chiamiamoli cosi' per semplificare).

e non diamo la colpa alla gente (perche' "non capsice" il m5s).

carlo 06.09.17 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Le discariche sono pericolose per le autocombustioni, le stesse autocombustioni che hanno distrutto i boschi Italiani questa estate.

E' tutta una autocombustione.

Ho voluto provare come si accende una pagliuzza con carta soffice ed una lente di ingrandimento, alla temperatura esterna di gradi 38° erano le 14, non si è acceso nulla.

La carta si è appena annerita la paglia neanche una piega.

Non ho la stoffa dell'incendiario.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Sull’orrenda Fornero che piscia sull’articolo 1 della nostra Costituzione, dicendo “Il lavoro non è un diritto”…

Twitter:
“L’Italia sembra sempre più una Repubblica affondata sul lavoro”

“AAA Svendesi, causa inutilizzo, Costituzione italiana del 1947”

“Ogni volta che la Fornero parla, un padre della Costituzione va ad accrescere il numero degli esodati”

..e siccome pure la Lega, in cerca di consenso, le va contro
“La Lega che fa riferimento alla Costituzione è come se Platone citasse il Trota”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche complice la crisi, ma soprattutto imperante il malcostume che viene dall’alto del potere che, famelico e assetato di sangue, cerca schiavi adulatori e teme liberi detrattori, si va ingrossando sempre più l’esercito di quanti si rendono disponibili al servaggio pur di far carriera.
Mi fanno pena: con titoli e alti stipendi e prebende cercano di coprire le loro vuote nudità.
Vivono da morti.
Io preferisco morire da vivo!

Don Aldo Antonelli

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 17:58| 
 |
Rispondi al commento

IL REATO DI DISINFORMAZIONE
Viviana Vivarelli

Non c’è nulla di più stupido, servile e inutile dei nostri quotidiani! Se non ci fosse il web le conoscenze del mondo politico,economico e sociale degli Italiani starebbe a zero.
Per capire qualcosa del mondo in cui viviamo dovremmo conoscere almeno uno straccio di macro-economia, tanto più nel nostro tempo che vive un discrimine tra la morte o l’agonia delle grandi ideologie che hanno governato il mondo, come il comunismo e il neoliberismo e qualcosa di nuovo che è tutto da inventare e questa volta non con l’apporto di pochi economisti, filosofi o condottieri ma di una platea umana più vasta e consapevole.
Ma com’è possibile che si parli di macro-economia in un paese dove i massimi problemi dibattuti dai giornali sono se Grillo ha fatto o no il saluto romano, se la Minetti era nuda nella lap dance, com’è l’ultimo assessore di Pizzarotti o cosa diceva il labiale di Balotelli?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA MACINA DA MULINO
Viviana Vivarelli

Se ognuno di noi, pur con la pessima informazione della stampa e della tv italiana, può mettere se stesso in grado di capire i complotti, i patti osceni, il sottofondo oscuro e le ipocrisie del potere, quanto ne saprà più di noi e meglio di noi ogni singolo politico, che in quel potere ci sguazza da sempre, che in quella melma ci ha passato tutta a vita, conoscendo il male della politica fin nei più intimi bisbigli?
E quanto saprà ogni vescovo, ogni cardinale, ogni membro della Curia vaticana degli oscuri meandri di quella politica della Chiesa che è andata a braccetto con i più spietati dittatori, che ha sorretto i governi più antidemocratici e infami, che non ha esitato a diventare complice delle bande più efferate di criminali per riciclare denaro sporco e secretare rapimenti, ricatti, assassini, fino a portare lo IOR nella lista nera delle banche prime al mondo nella turpe classifica del riciclaggio dei denaro sporco e a far mettere gran parte dei preti ai primi posti della pedofilia internazionale?
Guardo ognuno di questi pseudo rappresentanti del popolo italiano o dei fedeli italiani (l’etichetta non conta) e mi chiedo quanto sappia dei grandi misteri senza soluzione, delle grandi stragi che non hanno mai avuto giustizia, dei retroscena empi di ogni votazione, scelta, legge, alleanza…
Penso che se anche qualcuno di loro non ha partecipato di persona alla dissoluzione morale e sociale di questo paese, il solo fatto di avere sempre saputo senza denunciare e senza combattere, costituisce una macina di mulino appesa al suo collo, così pesante che l’unica scelta morale sarebbe precipitarsi con quella in fondo al mare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.09.17 17:55| 
 |
Rispondi al commento

.....
Tutti chiusero gli occhi nell'attimo esatto in cui sparì
Altri giurarono e spergiurarono che non erano mai stati lì
.....
https://www.youtube.com/watch?v=MVcaHiCnR-w


Donna Cannone 06.09.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento

il M5S chiede i controlli
i controlli li fanno gli occupati, ma con la disoccupazione che c'è dove li trovi chi controlla

Ragazzi Alberto 06.09.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Polonia, Ungheria, Austria, Repubblica Ceca,
Non voglioni immigrati che quei coglioni di Italiani e Greci hanno fatto arrivare,(con l'aiuto sottobanco di Renzino)

Inghilterra limita e rende difficile anche solo andare a studiare in Gran Bretagna.

Caxxo , me la chiamano Europa Unita, solo se si parla di soldi per il resto:
chi ha avuto ha avuto, chi non ha avuto resta con il cerino in mano. (Italia e Grecia)

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile dott. Beppe Grillo vorrei sapere se mi è concesso cosa ne pensa degli allineamenti troppo facili ovvero spesso operati dagli operatori sociali e tribunali dei minori per futili motivazioni che spesso volentieri sono legati ad un disagio provocato dagli addetti ai lavori ? Certo di una vostra risposta coerente all'argomento auguro un buon lavoro.

Roberto Sambataro 06.09.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche l'inceneritore di Parona emette odori nauseabondi al sabato e la domenica.Da voci del popolo si evince anche una certa curiosità: Quando è ora di sostituire i filtri(tra l'altro molto costosi)sembrerebbe che vengono bruciati anche materiali pericolosi(gomme ecc.)al fine di evitare controlli....LA PADANIA E' UN CATINO DI MONNEZZE E QUANT'ALTRO.SIAMO DIVENTATI LA TERRA DEI FUOCHI DEL NORD!!RIBELLIAMOCI!!

osvaldo giovanni siani 06.09.17 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
Appena c'è il sentore di un controllo ecco che scoppia l'incendio spontaneo per causa da definire. Ora è il momento dei depositi di rifiuti. Ormai l'illegalità e l'abusivisno regnano sovrani dal vertice della piramide fino alla base. In questa situazione voglio proprio vedere cosa voteranno gli italiani, almeno quelli che ci andranno. Dubito fortemente che ci saranno le elezioni, visti i precedenti.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 06.09.17 16:32| 
 |
Rispondi al commento

"STATO EMERGENZA" PERMANENTE RENDE MA LA PREVENZIONE NO....

I disastri ambientali, terremoti, alluvioni, siccità, incendi, ecomafia dei rifiuti ecc....In Italia, circa il 40% delle unità abitative sono edificate in aree a rischio sismico e idrogeologico, 6 milioni di persone. 24.200 vittime in 20 anni, per un costo di 147 miliardi di euro.

Solo con un terzo delle spese di 1,2 miliardi all'anno possiamo mettere in sicurezza il territorio, la prevenzione aiuta l'economia a ripartire, crea posto di lavoro.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 06.09.17 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Guarda caso, come al solito. L'Italia ormai è in malora su tutto

Giornale Notizie 06.09.17 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Chi è ancora così cieco da non accorgersi che i ricchi del mondo hanno dichiarato guerra ai poveri?

I flussi immigratori, la delocalizzazione delle industrie, la privatizzazione dei servizi: tutto calcolato, programmato, messo nero su bianco.

Ci hanno già abituati a perdere. Con l'introduzione dell'euro, hanno dimezzato il nostro potere d'acquisto con un sol colpo.

Prima guadagnavamo 2 milioni, poi 1.000 euro. Le scarpe costavano 100 mila lire, poi 100 euro. La metà, di colpo, dando magari la colpa ai commercianti, mentre la responsabilità era soltanto "loro", che avevano già studiato la crisi prossima futura.

Tutto è voluto. Noi andiamo dietro agli eventi, mentre "questi" li programmano. Ora, vogliono sostituire il popolo italiano e le sue tradizioni, con individui importati da ogni angolo della Terra. Così potranno dominarci meglio.

Ci vuole un governo nuovo che:

* faccia rispettare la Costituzione
* incrimini tutti i traditori, i corrotti, i farabutti
* blocchi l'invasione e rimandi indietro i non aventi diritto
* sfori il criminale blocco al 3% del deficit e crei lavoro e ricchezza
* dia sicurezza del lavoro ai giovani e favorisca le nascite con provvedimenti epocali
* aiuti seriamente i malati, i poveri, gli anziani

Questa non è utopia. Basta volerlo.

Gian Paolo ♞ 06.09.17 16:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa zanzara Anofele ha volato da una zona tropicale fino in Italia,

oppure ,

anche lei clandestina si è nascosta tra i bagagli degli immigrati.

Tutte le possibilità sono aperte, tranne quella più probabile , stiamo importando malattie oramai scomparse da molti decenni,
Ringrazio Renzino e tutto il PD, me ne ricorderò (ce lo ricorderemo e siamo tanti), al momento di mettere la famosa crocetta sul simbolo.

Lui di nascosto a tutti ha fatto venire in Italia (a soffrire) migliaia di esseri umani, per SOLDI.

ORA DICE AI QUATTRO VENTI CHE BISOGNA AIUTARLI A CASA LORO, QUANDO LO DISSE IL MOVIMENTO ERAVAMO TUTTI RAZZISTI.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma guarda che coincidenza, poi dicono il caso.

Oggi doveva avvenire una visita ispettiva all'impianto e questa notte si è incendiato.

Che sfiga,
i titolari avrebbero VOLENTIERI dimostrato tutta la regolarità nella gestione dello smaltimento.


Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori