Il Blog delle Stelle
Fermiamo il gasdotto e la mattanza degli ulivi

Fermiamo il gasdotto e la mattanza degli ulivi

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 39

di MoVimento 5 Stelle

Quello che sta accadendo in Puglia con il gasdotto TAP mostra il vero volto di una regione e di uno Stato che sacrificano la sostenibilità ambientale, e la tradizione locale legata al turismo, in nome dell'interesse di un colosso multinazionale, con la scusa dell'interesse strategico nazionale.

Il progetto del gasdotto TAP, in relazione al suo impatto sul territorio, non ha mai ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni dagli enti competenti, dalla regione Puglia al ministero dell'Ambiente. Eppure sulla costa di San Foca - Melendugno le ruspe sono già pronte per eradicare 211 ulivi, tra le proteste dei cittadini e degli amministratori locali, senza che siano chiari almeno un paio di passaggi.

Primo: l'espianto degli ulivi è stato formalmente autorizzato in base all'ultima versione del progetto TAP oppure no? Secondo: quale Ente ha avuto il potere di emettere, in concreto, la dichiarazione di avvenuta ottemperanza? In sostanza: chi ha autorizzato TAP a procedere con i lavori?
Risposte per le quali il Movimento 5 stelle preme con insistenza, ma che ancora non arrivano.

In questa vicenda è evidente il gioco di rimpallo tra la Regione Puglia, guidata da Emiliano, e il Ministero dell'Ambiente. Fanno lo scarica barile delle responsabilità circa le procedure da seguire e le attribuzioni di potere, noncuranti delle conseguenze che ricadono sul territorio, sull'ambiente e sulla popolazione, dove è forte la mobilitazione in atto tra i cittadini.

Lo ha denunciato la portavoce salentina Donno che ha inviato, nel corso delle ultime ore, una missiva al Prefetto, alle Procure di Lecce e di Roma e a tutti gli organi competenti coinvolti nella vicenda, per avere chiarezza su quanto sta succedendo.

Per capire meglio l'iter amministrativo è stata inviata anche una richiesta di accesso agli atti, sia a livello regionale, sia a livello ministeriale, in cui viene chiesta la copia del documento con cui, formalmente, è stata dichiarata l'avvenuta ottemperanza della prescrizione A.44 in merito allo spostamento degli ulivi. Si tratta di una prescrizione indicata nel Decreto di compatibilità ambientale del progetto TAP che, negli ultimi giorni, è al centro di accesi dibattiti.

Si chiede anche quale sia l'Ente a cui è stato attribuito il potere di emettere la declaratoria di avvenuta ottemperanza. Solo così si può fare chiarezza in questa intricata matassa amministrativa, che si avvale della sua impenetrabilità per tenere nascosta la verità ai cittadini.

A chi giova tutto questo? Il timore è che vi sia l'intenzione di procedere alla desertificazione di un intero territorio, con un inestimabile pregiudizio ambientale: per questo motivo il Movimento 5 stelle non si fermerà e continuerà a vigilare affinché questo scempio si fermi subito #NoTap.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Mar 2017, 11:38 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 39


Tags: gasdotto, m5s, puglia, tap, ulivi

Commenti

 

No TAP. Si Russia. Ovvio che chi critica TAP non dice che, senza gasdotti alternativi, continuiamo a pagare gas al russo con il prezzo maggiorato del 40%. Allora oltre a TAP si blocchi contestualmente tutto il gas in arrivo dall'Europa dell'est. Ne potremmo già fare a meno oggi.

Claudio Merli Commentatore certificato 23.03.17 10:05| 
 |
Rispondi al commento

HA LA VOSTRA ATTENZIONE
Questo messaggio si rivolge a coloro che sono nel bisogno di un prestito per affrontare difficoltà finanziarie per rompere la situazione di stallo che causano l'economia dei nostri giorni. Siamo in grado di fare prestiti in tutte le aree o che si può essere e con condizioni che rendono la vita più facile, così come un tasso annuo del 2%. se avete bisogno di prestito non esitate a contattarci per saperne di più sui nostri termini e condizioni.
e-mail: loanprivate.invest@gmail.com

Roberto 23.03.17 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie gentilmente entrare in contatto con questa donna, perché lei mi ha dato un prestito di 60.000 euro. Ecco il suo indirizzo e-mail personale: beatriceballey@hotmail.com

galant boris, paris Commentatore certificato 22.03.17 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Plaudo il M5S per ciò che fa, e perché trasmette la "voglia" di partecipare alla politica. Per questo motivo mi spiacerebbe se dovesse prendere degli abbagli.
Ascoltando Sebastiano Barisoni a Focus Economia (Radio 24) ho appreso che l'espianto degli ulivi è previsto per sistemare altrove gli stessi per poi ripiantarli definitivamente nella zona dalla quale sono adesso. Nessuna mattanza di ulivi.
Ho effettuato delle ricerche e "pare" che risponda al vero. Certamente si deve vigilare perché gli ulivi VERAMENTE siano massi a dimora temporaneamente per recuperare, poi e definitivamente, il posto di adesso.
Chi può verifichi nelle sedi opportune. Anche a livello di Ministero dell'Ambiente

Sergio Ursomando 21.03.17 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Non lasciate ingannare, questo è il tuo salvatore !!!
Ciao cara popolazione. Voi che siete alla ricerca di un prestito serio e veloce. La signora ANISSA Kherallah è la persona che ha bisogno di aiutarvi e di soddisfare in tutta sincerità. La fortuna non sorride a tutti, voi che state leggendo questo messaggio, lei ha detto ho vinto, perché questa donna è un cuore aperto a tutti e spende i soldi realmente. developpement.aide@gmail.com. La fortuna non sorride a tutti, voi che state leggendo questo messaggio, lei ha detto ho vinto, perché questa donna è un cuore aperto a tutti e spende i soldi realmente.
Si prega di scrivere sul suo numero di WhatsApp: + 33 644 664 968
Grazie in anticipo

ricardo garcia dominguez Commentatore certificato 21.03.17 20:31| 
 |
Rispondi al commento

salentini non perdete tempo a fare dimostrazioni, perche' quel che stanno facendo è il frutto di decisioni gia' prese e nulla cambiera'---a meno che non mettiate elmetto e fucili, con conseguenza di morti , feriti e sthuppiati

Raoul Berckjc 20.03.17 20:20| 
 |
Rispondi al commento

"Mattanza degli Ulivi" "Desertificazione di un territorio", non vi sembra di esagerare un po'?
L'Italia è piena di Gasdotti che passano in mezzo a vigne, uliveti, querceti, campi di grano, ecc. ecc.
Stanno sotto terra e non rovinano nessun ambiente.
Senso della misura e delle proporzioni, please.

Domenico ., Roma Commentatore certificato 20.03.17 18:30| 
 |
Rispondi al commento

la puglia non e' la mia regione ma sono ugualmente disperata per questo scempio. cosa possiamo fare noi oltre che scrivere due righe sul blog? se c'e' da firmare datecene la possibilita'.

rosanna scarpa 20.03.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

INFORMAZIONI

Prestare particolare attenzione a quelli che contattato per ricevere il prestito. Tu sei più il CREDIT MUTUEL bank indirizzo è: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

Un sacco di falsi mutuante è font speso per banca CRÉDIT MUTUEL con un falso indirizzo e-mail. caduta non in loro digiuno se avete bisogno di finanziamento ho preso a contattato la banca su questa mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

ROLANDO 01 garcia, roma Commentatore certificato 20.03.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Informatevi bene, stiamo parlando di interrare un tubo da 90 centimetri di diametro. L'impatto paesaggistico sarà nullo semplicemente perchè non si vedrà niente. E gli ulivi verranno reimpiantati.
Al confronto una autostrada, un nastro di asfalto largo 60 metri, crea un danno definitivo incomparabilmente più grande...

Max M., Padova Commentatore certificato 20.03.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire. Il metano è la fonte energetica meno inquinante di quelle fossili o sbaglio?
Qualcuno potrebbe dirmi come si potrebbe fare senza le fossili?
Se il luogo d'arrivo del metanodotto sia sbagliato non lo so. Una cosa è il principio che non se ne può fare a meno altro è l'impatto ambientale.
Bene, no gasdotti, no rigassificatori, no oleodotti e no termovalorizzatori.
Non penserà mica qualcuno che con le rinnovabili si possa soppiantare il fossile, spero.
Forse tra 50 anni. Ma forse. Intanto progrediamo, facciamo ricerca ma senza petrolio non si va da nessuna parte, letteralmente.
Al telefonino rinuncerebbe qualcuno? E all'automobile? Certo, a batteria. Ma le batteria si devono ricaricare. Indovinate con cosa?

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.03.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Emiliano! Non andare in giro per le varie trasmissioni tv, a propagandare ma mettiti al servizio del popolo delle Puglie, a fare il dovere per il quale ti hanno dato la fiducia, noi non ci fermeremo e lotteremo fino a quando la nostra Puglia rimane pulita e senza macchie. viva la Puglia, viva M5S

miga llusuba 20.03.17 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti !!
Cari fratelli e sorelle! Nuovo e reale per voi. Questa volta se abbiamo qualcuno che ti può aiutare a uscire dalla povertà. Una volta che hai avuto più supporto nelle banche e che vogliono creare la propria azienda o la società o di commercio, mi Dio sul vostro modo ANISSA Kherallah signora, una donna piena di bontà e saggezza che concede un aiuto finanziario a tutti persona onesta e saggia. Non commettere errori più abilità è l'unico indirizzo che può risparmiare: developpement.aide@gmail.com.
WhatsApp il suo numero è: +33 644 664 968
PS: La soluzione al vostro problema è quella signora mai per aiutare le persone in tutti i continenti.

ricardo garcia dominguez Commentatore certificato 20.03.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento

No a qualsiasi violenza alla terra, al mare al cielo che sono di Tutti, giù le mani dagli ulivi secolari. No ai rigassificatori, al gasdotto TAP, alle scie chimiche, ed a tutto ciò che ci circonda e ci fa schifo generato da sfruttatori poveri di spirito e di cervello.

Claudio Donati 20.03.17 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Per il Sindaco di Torino - Chiara Appendino-

Sono un'elettrice del Sindaco Chiara Appendino, come tanti cittadini ho dato il mio voto sperando che qualcosa potesse cambiare.Quanto fatto fin ora dalla Sindaca lascia molto a desiderare, ma la delibera comunale dello scorso venerdì dove Chiara Appendino ha deciso di quintuplicare il permesso di sosta ai residenti del centro è veramente inaccettabile. Chiedo alla Sindaca di revocare immediatamente un simile provvedimento. Sono una dipendente pubblica con uno stipendio bloccato da oltre 20 anni , non sono certo ricca, fatico ad arrivare alla fine del mese e se abito in centro non è certo xchè sono una privilegiata. Mai mi sarei aspettata di vedere da parte di una amministrazione cinque stelle delle cose del genere da prima repubblica , dove i cittadini sono vessati con gabelle inaccettabili solo x rastrellare soldi per i debiti fatti dai politici. Spero di non essere costretta a pentirmi del mio voto ed a considerare i cinque stelle LADRI come tutti gli altri. Chiedo alla Sindaca di ravvedersi e di ritirare immediatamente un simile iniquo provvedimento. NON TOGLIETECI LA SPERANZA DI UN FUTURO!!!!

Paola Russo 20.03.17 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Emiliano, non viene proposto come il futuro? L'alternativa? ...mah...

Gian A Commentatore certificato 20.03.17 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci vorrebbe una sana ribellione. Non parlo di violenza o rivoluzioni...Alla fine le rivoluzioni servono sempre a poco e ai soliti pochi.

Solo una sana e cosciente ribellione.

massimo m., Roma Commentatore certificato 19.03.17 23:39| 
 |
Rispondi al commento

La mazzata l'abbiamo gia'avuta con la xilella e'gia'deserto , punteruolo con la distruzione delle palme , danni all'ambiente e alla salute con l'Ilva Taranto ,scie chimiche buttate dall'alto e via discorrendo povera terra ! ormai dobbiamo dire solo si salvi chi puo'?.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.03.17 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo il dovere di fare smettere qualsiasi cosa possa distruggere i nostri patrimoni , siano essi di qualsiasi genere ! impariamo a farci rispettare , facciamo vedere che non possono fare quello che vogliono con noi ; alle prossime votazioni andiamoci tutti alle urne , li travolgeremo di schede elettorali come fossero un onda di piena ! ! !

Francesco Marini 19.03.17 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Tra l'altro la vera follia è di non far arrivare il gasdotto direttamente a Brindisi invece che più a sud, per poi fargli fare un pezzo di percorso via terra !!!!!!
Inoltre mi domando, mi è parso che EMILIANO si sia dichiarato decisamente contrario al progetto.
Ora , Emiliano sarà anche del PD, ma non mi pare una persona così squallida come renzi o alcuni suoi tirapiedi, quindi, PERCHE' NON INTERPELLARLO PUBBLICAMENTE ??! Perchè non tentare un dialogo almeno con quegli interlocutori che sembrano essere più affidabili ?

luigi m., bergamo Commentatore certificato 19.03.17 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo è l'ennesimo scempio che si vuole perpetrare da parte delle lobbies dei petrolieri(quelli che hanno fatto ammazzare Mattei),quelli che hanno i parlamentari di mezzo mondo a libro paga.Noi Italiani siamo gli abitanti di una colonia come tante, solamente la più sfigata inconsapevole e contenta di esserlo.Il M5S è l'unica soluzione democratica ad una ridefinizione dei trattati internazionali che ci rendono schiavi ed ubbidienti con la corruzione e l'intimidazione mafiosa. Democrazia diretta e consapevolmente partecipata per cambiare lo status quo,in alternativa la popolazione non si sentirà più vincolata dal patto sociale costituente lo stato di governo e potrebbe decidere di farsi giustizia da sè in maniera incontrollabile e violenta, e senza alcun preavviso potremmo scivolare su una china molto pericolosa di tutti contro tutti.Alla fine potrebbe prevalere una minoranza decisa e ben organizzata con un progetto di semplificazione democratica tipo dittatura.Così finalmente ci si potrà sbarazzare dell'inutile orpello della Costituzione Repubblicana e di tutto ciò che ad essa è collegato.Una bella "Rinascita Democratica".Attenzione agli amici delle Banche e della J.P.Morgan e del Fondo Monetario Internazionale!

flavio zenari, trieste Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.03.17 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao cara popolazione. Che sono alla ricerca di un prestito serio e rapido. La signora ANISSA KHERALLAH è la persona che avete bisogno di aiuto e di soddisfare, in tutta sincerità. La fortuna non sorridere a tutti, voi che state leggendo questo messaggio, ha detto a voi, che ho vinto, perché questa donna è con il cuore aperto per tutti e spende soldi davvero. developpement.aide@gmail.com . La fortuna non sorridere a tutti, voi che state leggendo questo messaggio, ha detto a voi, che ho vinto, perché questa donna è con il cuore aperto per tutti e spende soldi davvero. Si prega di scrivere il suo numero di WhatsApp : + 33 644 664 968
Vi ringrazio in anticipo

leonardo prudo davila Commentatore certificato 19.03.17 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao
Per i vostri progetti, non avete abbastanza soluzione di finanziamento è la signora Josina gomez offre prestiti per i progetti fino a 70.000 euro con un tasso del 2% Contatta il tuo servizio di posta prestitobancario2017@gmail.com

martine lorinda Commentatore certificato 19.03.17 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Distruggeranno uno dei più belli paesaggi italiani.

Angela P., MILANO Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 19.03.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo lo faranno il maledetto gasdotto e degli ulivi non frega niente a nessuno, tranne ai salentini che come noto sono l'ultima ruota del carro.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.03.17 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I metanodotti che sono passati dal nord delle Alpi, ( o l'oleodotto che arriva in Sicilia ) non passano in mezzo al deserto, qui in Italia.
Il metanodotto che è passato 20 anni fa nel mio bosco, (in collina) ha tagliato castani vecchi di centinaia d'anni.
Lo stesso impianto ha “rotto” le scatole in pianura.
Adesso, ripeto dopo 25 anni, non ci si accorge del passaggio del metanodotto, e le persone che hanno meno di 30 anni non si ricordano del lavoro che era stato fatto.

“Quello che sta accadendo in Puglia con il gasdotto TAP mostra il vero volto di una regione e di uno Stato che sacrificano la sostenibilità ambientale, e la tradizione locale legata al turismo, in nome dell'interesse di un colosso multinazionale, con la scusa dell'interesse strategico nazionale”

Sarebbe meglio che vi spendeste contro le immondizie, i frighi, le batterie auto, o i copertoni buttati nelle spiagge, che sono eterni, altro che metanodotti!!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.03.17 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo quegli ulivi secolari li ritroveremo nei giardini dei capoccioni locali e magari anche in Toscana.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.03.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Un Paese padrone a casa propria non lascia che accadano certe cose.

Riccardo F., Londra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.03.17 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Fermiamo questi criminali la regione puglia piena di risorse culturale e un mre meraviglioso pugliesi ribellatevi a a questo scempio abientale

Ferdi Santoro (), santoro.ferdinando@yahoo.it Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.03.17 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Il governatore della PUGLIA invece di andare in giro per il paese a chiedere voti per il congresso del partito delinquenziale, dove immediatamente intervenire e bloccare questo disastro ambientale/economico. IN CASO CONTRARIO SI DIMETTA IMMEDIATAMENTE. SIAMO STANCHI , STUFI DI SUBIRE INGIUSTIZIE PER INTERESSI DI POCHI. FANNO VOMITARE.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 19.03.17 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Il Salento ha dato i natali alla SCU (sacra corona unita); associazione segreta come la ndrangheta calabrese.
Non mi meraviglio di nulla, tutte le ipotesi sono aperte, anche di fantasia come l'atto criminale di introduzione del batterio della xilella per spianare la strada alla TAP.

Wy not? 19.03.17 11:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori