Il Blog delle Stelle
Il candidato incandidabile arriva al ballottaggio: lo Stato dov'è?

Il candidato incandidabile arriva al ballottaggio: lo Stato dov'è?

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 44

di Vito Crimi

Solo in Italia possono succedere ancora certe cose. Quello che vedete nella foto si chiama Francesco Giunta ed è uno dei due candidati (sostenuto da Forza Italia e Fratelli d'Italia) ammessi al ballottaggio a Termini Imerese, in provincia di Palermo. Giunta ha patteggiato una condanna in via definitiva a 16 mesi per i reati di truffa e falso ideologico per fatti commessi in qualità di mandatario della SIAE. Per la legge Severino sarebbe stato INCANDIDABILE. Avete capito bene: non doveva essere ammesso neanche come candidato e il suo nome cancellato dalla scheda elettorale.

Per ammettere la candidatura di Giunta è stata sufficiente una sua autocertificazione (in cui ha dichiarato il falso, quindi commettendo un reato al quadrato). La commissione elettorale non ha verificato, almeno per i candidati sindaci, la veridicità delle autodichiarazioni (e poi ci lamentiamo dei falsi invalidi, che vanno avanti senza controlli e con le sole autocertificazioni).

E così, oggi, i cittadini di Termini si ritrovano una beffa al quadrato: hanno partecipato al primo turno di elezioni con un candidato condannato che non doveva essere ammesso, e andranno alle urne per i ballottaggi con lo stesso candidato, che potrebbe perfino essere eletto sindaco.

Il MoVimento 5 Stelle ha comunicato ufficialmente alla commissione elettorale che non si sarebbe potuta proclamare l'ammissione dei candidati al ballottaggio, poiché uno dei due non avrebbe dovuto essere nemmeno candidato. Malgrado questa comunicazione, il giorno dopo la commissione ha proceduto regolarmente alla proclamazione. Il tutto in barba alla legge Severino, la quale prevede che nel caso vengano scoperte successivamente cause di incandidabilità, l’ufficio preposto non debba procedere alla proclamazione degli eletti (e in modo analogo degli ammessi al ballottaggio).

Inascoltati, abbiamo coinvolto il Ministro dell’Interno che si è interessato al caso tramite la Prefettura. Ma quando la Prefettura si è attivata, ha scoperto di avere le mani legate. Già, perché in Sicilia vige lo statuto speciale anche sui sistemi elettorali. Insomma i nostri ricorsi, telefonate e incontri non sono serviti a nulla e ha prevalso la rigida applicazione leguleia del comma x dell’articolo y della legge z del Paese all'Incontrario.

In Sicilia non c'è solo la mafia che fa guerra allo Stato, impoverendo sempre più i cittadini e la loro terra. C'è anche una presidenza della regione che contribuisce ad allontanare sempre di più la Sicilia dallo Stato Italiano.

È palese la vergognosa sfacciataggine di chi si candida sapendo già di essere incandidabile, arrivando a dichiarare il falso. Solo per questo motivo andrebbe interdetto a vita da ogni pubblica amministrazione e da ogni pubblico ufficio. Ma mettiamo da parte l'indignazione per un istante. DOV'È LO STATO ITALIANO IN TUTTO QUESTO? Com'è possibile che non si possa fare nulla? Com'è possibile mandare al voto i cittadini con il rischio quasi certo che venga eletto un individuo incandidabile?

Forse Termini Imerese non ha già subìto abbastanza traumi? Da quasi un anno il comune è commissariato, in seguito alle dimissioni dell'ex sindaco Salvatore Burrafato, inquisito per peculato, falso in atto pubblico ed altro. Adesso potrebbe ritrovarsi con un'elezione annullata per un candidato condannato. In un Paese civile questo non può accadere. In un paese civile il governo interverrebbe per ripristinare il senso di legalità, il rispetto delle regole, il minimo della decenza. Invece c'è solo silenzio.

Oggi sono deluso prima di tutto come italiano, e ancor di più come siciliano.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

17 Giu 2017, 10:03 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 44


Tags: candidato incandidabile, sicilia, termini imerese, vito crimi

Commenti

 

Se avete bisogno di un prestito per realizzare diversi progetti, l'acquisto di un auto, una casa,avviare un business, è possibile entrare in contatto con noi per ottenere il prestito senza protocollo e in condizioni molto convenienti; Per ulteriori informazioni, vi preghiamo di contattarci via e-Mail: bankdevelopp@gmail.com
O il nostro numero di whatsapp: + 1 337 324 2196

kakpo dénis Commentatore certificato 21.06.17 05:08| 
 |
Rispondi al commento

Ballottaggio dove?
Per l'Asinara'

Giovanni F. Commentatore certificato 19.06.17 09:50| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Sicilia:

Giusy Nicolini, pluripremiata da tutti i vari enti sovranazionali nemici dei popoli e delle identità, nel 2014 s’è accordata nientemeno che con George Soros.


http://www.controinformazione.info/immigrazione-il-testo-del-protocollo-dintesa-tra-la-nicolini-e-soros/


Il PDF dell’accordo è scaricabile al seguente link:

https://www.radiospada.org/wp-content/uploads/2017/06/proposta-soros-lampedusa.pdf

Giovanni Antonio 18.06.17 16:35| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio per questo che il M5S è temuto ed odiato: perchè si dissocia da queste porcherie, da queste inciviltà che fanno del nostro stupendo paese, una realtà da terzo mondo. Ci combattono perchè siamo "giustizialisti" secondo loro: da qualche anno, loro riempiono le carceri e chi lo fa notare è giustizialista. E' un pò come dire che se vedi un rapinatore in azione e denunci il fatto, la colpa è tua che hai visto! Un tempo sinistra e destra parlavano di questione morale. I risultati sono questi: Termini Imerese ma anche Trapani e tanti altri. E quanto al Ministero degli Interni, evidentemente è troppo impegnato a spiegare al Comune di Roma che nella capitale la situazione stranieri non è un'emergenza e che il modello da seguire è Milano con le sue stazioni ferroviarie trasformate in baraccopoli. Povera Italia, povera Sicilia...

Davide morganti 18.06.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Ormai, non passa giorno senza che non venga a galla un episodio di malaffare. Ma in quale Stato viviamo? Si fanno le leggi e poi i primi a non rispettarle sono proprio loro: i politici che le hanno approvate e che, con protervia, pretenderebbero di rimanere "in sella"! Che delusione.

Gianni M., Cagliari Commentatore certificato 18.06.17 08:33| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO BLOG E'DIVENTATO UN RICETTACOLO DI STROZZINI PRESTASOLDI CHE PUBBLICIZZANO LA LORO ATTIVITA', SAREBBE ORA DI TROVARE IL MODO DI BANNARE QUESTI SOGGETTI. VERO STAFF ?????????????????????????????

Carlo A., forli' Commentatore certificato 18.06.17 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Questa Commissione elettorale....sarebbe da commissariare!
Battute a parte: non si potrebbe farne oggetto di denuncia, compreso il presidente, in sede competente? ci vorrebbe un valido parere legale, ed un buon avvocato. Ma penso che ne varrebbe la pena.

Gian Paolo Barsi, Serravalle Pistoiese Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 17.06.17 23:34| 
 |
Rispondi al commento


Riina teneva un cappotto cammello
che al maxi processo era 'o chiù bello
un vestito gessato marrone
così ci è sembrato alla televisione
pe' 'ste nozze vi prego Eccellenza
se Riina mo' prestasse pe' fare presenza
io già tengo le scarpe e 'o gillè
gradite 'o Campari o volite 'o cafè

A che bell'ò cafè
pure in carcere 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à Cicciu Giunta
compagno di cella
ci ha dato mammà

A che bell'ò cafè
pure in carcere 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à Cicciu Giunta
compagno di cella
preciso mammà

Qui non c'è più decoro le carceri d'oro
ma chi l'ha mai viste chissà
chiste so' fatiscienti pe' chisto i fetienti
se tengono l'immunità

don Raffaè voi politicamente
io ve lo giuro sarebbe 'no santo
ma 'ca dinto voi state a pagà
mentre Riina a casa si la vole spassà

A proposito tengo 'no frate
che da quindici anni sta disoccupato
chill'ha fatto cinquanta concorsi
novanta domande e duecento ricorsi
voi che date conforto e lavoro
Eminenza vi bacio v'imploro
chillo duorme co' mamma e co' me
che crema d'Arabia ch'è chisto cafè

Aldo B. 17.06.17 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza, Vito!

Oggi un paese civile, al governo in Italia, non c'è.

Coraggio, e lascia che ad essere delusi siano quelli che ancora li seguono e li votano.

Tu combatti fiero e fiducioso come sempre hai fatto. E vinci presto, che non ce la facciamo più.

massimo m., Roma Commentatore certificato 17.06.17 21:25| 
 |
Rispondi al commento

A Trapani si manda al ballottaggio un solo candidato, l'altro ha guai
giudiziari, si è ritirato.
Sembra sempre più un modo ben studiato, per mandare al ballottaggio un solo
candidato.

Rosa 17.06.17 21:10| 
 |
Rispondi al commento

....il collo e il mento sono tutt'uno... un gargarozzo gigante...Quello c'ha na fame che te se magna tutto er comune e zone limitrofe.....

magnamagna 17.06.17 20:21| 
 |
Rispondi al commento

NON E' UNA NOVITA'. IN ALCUNI POSTI DOVE LA GENTE DEVE ELEMOSINARE DIRITTI COME UN POSTO LETTO IN OSPEDALE, UNA PENSIONE DA FAME, UN POSTO QUALSIASI DI LAVORO ECC. LA GENTE ACCETTA PURE IL FATTO DI VOTARE UN MAFIOSO, ALTRIMENTI NON STAREMMO COSI' RIDOTTI. ADESSO FOTOGRAFANO IL VOTO IN CABINA E QUANDO ESCONO RICEVONO SOLDI O LA BUSTA DELLA SPESA.
E' UNO SCHIFO, NON DEVE SUCCEDERE, MA CAPITA IN TUTTA ITALIA, ALTRIMENTI NON STAVAMO COSI'

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.06.17 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Mano, mano.... per fi e fratelli del va benissimo così, altrimenti con chi poteva andare... ah si, il famoso p d etenuti..

Giovanni F. Commentatore certificato 17.06.17 19:54| 
 |
Rispondi al commento

RICORDIAMOCI CHI PER BEN PIU' DI 25 ANNI FA LEGGI IN ITALIA,E SE CON CE LUI CI SONO I SUOI SCAGNOZZI.PENSO CHE ABBIAMO SFIORATO LA DITTATURA VISTO TUTTE LE LEGGI AD SCAGNOZZEM ED AD PERSONAM CHE SI SONO VOTATI.E QUEL CHE MI FA PIU' RABBIA E CHE LA SX ALNCUNI UOMINI DELLA SX POTEVANO BENISSIMO DEMOCRATICAMENTE EVITARE TUTTO QUESTO SCHIFO DI LEGGI VERGOGNOSE (AVETE SULLA COSCIENZA il blocco totale dell'italia con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti noi).W .ITALIA DELLE PERSONE ONESTE, E DELLE ISTITUZIONI ONESTE

ernest il che 17.06.17 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vito, purtroppo è una triste realtà che una massa di italiani pecoroni e pieni di connivenze e di interessi specifici votino questi personaggi i quali andrebbero cacciati subito in galera a pane e acqua (fin troppo, perchè paghiamo noi e a me il pane non me lo regala nessuno, me lo devo guadagnare) e, ragazzi, bisogna buttare la chiave in patummiera! I rifiuti abbonderebbero così aiuteremmo l'economia e ci sarebbe il riciclo del materiale ferroso. Ps:ci siamo conosciuti in occasione del trenotour io dico no in P.zza Duomo a Crema quindi un caro abbraccio anche da parte della mia famiglia. CIAO

Adelaide C., Crema Commentatore certificato 17.06.17 18:25| 
 |
Rispondi al commento

c'e' lo meritiamo poi basta sentire le persone che si lamentano li votano loro questi personaggi. E la RAI con il fatidico canone che noi ingiustamente paghiamo non ne parla minimamente ...continuate a d ascoltare i telegiornali RAI parlano bene ..sempre del PD ..c'e' lo meritiamo arrivera' il giorno che li vedremo scappare all'estero con i soldi rubati....intanto un ex sindaco di roma a cominciato a fare viaggi in argentina

benedetto g., roma Commentatore certificato 17.06.17 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Deve essere il suo partito a farlo dimettere.
O se la sono studiata di proposito per non far passare IL M5S.
Hanno 2 candidati, se va male a uno rimane l'altro.
Non succede la stessa cosa anche a Trapani?
Il candidato sostenuto dal pd, si ritira. Al ballottaggio ci va solo quello sostenuto da forza italia. Sembra che siano regole che si prestino a strani sporchi giochetti.

Rosa 17.06.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace...mi dispiace....mi dispiace per tutti i Siciliani onesti, ma nessuno mi togliera' mai dalla testa la convinzione che il gene mafioso fa parte del loro DNA , ci nascono e ci crescono perche' lo respirano tutti i giorni e'nell'aria .

cesare baglioni 17.06.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono basito!

Mario C., Nuoro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 17.06.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che l'Italia non è un Paese civile.

Bisognerebbe prima determinare cosa si intende per "Paese civile", ma questa è un'altra storia.

giorgio peruffo Commentatore certificato 17.06.17 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Nessun problema, i partiti ci hanno gia' dimostrato che si può' fare il sindaco anche dal carcere.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.06.17 16:04| 
 |
Rispondi al commento

La Meloni è capace solo di screditare la Raggi, se guardasse in casa sua e dei suoi alleati sarebbe meglio!

simona verde Commentatore certificato 17.06.17 15:48| 
 |
Rispondi al commento

La madre di tutti i problemi di noi italiani è che NON CI STUPIAMO PIÙ DI NIENTE, siamo assuefatti all'olezzo nauseabondo. Ormai più nulla ci fa trasalire. Si scuote la testa, si lancia qualche invettiva sui social (il mugugno del bar di una volta) e poi tutto finisce lì. Io li trasferirei all'estero a fare le stesse cose che sopportiamo noi da anni qui.. voglio vedere come ne uscirebbero. Altro che populismo e demagogia.. se un altro popolo si lamentasse di loro, l'opinione pubblica li farebbe espatriare a calci in culo e dopo aver svuotato loro le tasche.

Anna D., Quiliano Commentatore certificato 17.06.17 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Mattarella rispunn !

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 17.06.17 14:27| 
 |
Rispondi al commento

...dov'è lo stato italiano? è troppo impegnato a "non condividere" (cfr burattiloni) le proteste contro i voucher reinfilati....contro il volere dei sudditi, per poter degnare d'attenzione questi fatterelli di provincia.....

Rob Vianello Commentatore certificato 17.06.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Che dite??? Se ne parlerà mai, per esempio, a otto e mezzo da bocca di rosa......quella che chiarisce tutti i dubbi????

terenzio eleuteri Commentatore certificato 17.06.17 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Si e` portati a pensare che la maggioranza degli italiani siano collusi con la mala politica, ma a livello Paese non e` vero.
Pensate alla forte astensione al voto, circa il 40% degli italiani non vota piu` perche e` sfiduciato da questo muro di gomma rappresentato dalla attuale classe politica.
A questo punto del ragionamento mi chiedo a che percentuale di astensione siano i cittadini di Termini Imerese e dai dati qui riportati siamo al 32%.
http://www.elezioni.regione.sicilia.it/ReportTabellaAffluenza.html
E guardando ai voti presi dal M5S che si e` presentato da solo
http://www.elezioni.regione.sicilia.it/PA/ReportCandidatiPA355.html
possiamo consolarci con un quasi uguale numero di votanti delle singole altre quattro liste che, proprio per la loro ridondanza, due andranno al ballottaggio e racattando i voti delle due altre liste si faranno il loro sindaco.

Italo Pelizzola Commentatore certificato 17.06.17 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Resta quanto meno sorprendente se non agghiacciante sconfortante disarmante vedere che questo personaggio che anche a chi non sapeva fosse condannato era probabilmente nota la sua bassezza morale abbia ottenuto non qualche voto ma sia arrivato al ballottaggio

E' un quadro sconfortante

Dani cap 17.06.17 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Mattarella se ci sei batti un colpo!

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.06.17 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e tanti anni che lo stato non esiste piu i politici raggirano le leggi per i loro tornaconti in barba hai cittadini abbiamo avuto l esempio anche dall emerito del cazzo napolitano che ha sempre calpestato la costituzione a suo tornaconto non capiscono le persone che votano la schifezza dei partiti senza risolvendo niente

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 17.06.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento

In un Paese civile non deve accadere.
In un paese civile il governo interviene per ripristinare la legalità, utilizzando le leggi esistenti

da noi il governo vuole la maggioranza per fare leggi che gli permettano di truffare di più

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 17.06.17 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna povera Termini Imerese.. chissà gli abitanti di quel posto come saranno frastornati a farsi rappresentare da un delinquente...

Rosa Tamiano 17.06.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Scrisse Tito Livio: "Per la prima volta i romani lasciarono l'Italia quando attraversarono lo stretto per andare in Sicilia". Ma la cosa più carina è che uno più è chiaramente delinquente e più viene votato. Mi dispiace, ma gli italiani tutti hanno quello che si meritano. E Mattarella? L'Italia è una repubblica fondata sugli amici degli amici.....

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 17.06.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Se la maggioranza dei siciliani vuole questo e non si ribella, mi domando perché dovremmo fare qualcosa noi. Mi viene il dubbio che alla Sicilia ed alla maggioranza del popolo siciliano vadano bene le cose, così come stanno.

Alessandro L. 17.06.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori