Il Blog delle Stelle
Il #ProgrammaImmigrazione del MoVimento 5 Stelle: obiettivo sbarchi zero

Il #ProgrammaImmigrazione del MoVimento 5 Stelle: obiettivo sbarchi zero

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 157

di Laura Ferrara, M5s Europa

L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti. Il Regolamento di Dublino e l’accordo sui migranti con la Turchia hanno trasformato l’Italia nel campo profughi d’Europa. I cittadini pagano l’incapacità dei partiti. Chiediamo il rispetto delle regole. Vogliamo azioni concrete e regole chiare da tutti. L’immigrazione deve essere gestita, le leggi rispettate, così come i Trattati europei che prevedono la solidarietà fra gli Stati membri per la gestione delle emergenze.

Oggi iniziamo a discutere il Programma Immigrazione del MoVimento 5 Stelle.
Nel 2016 i migranti sbarcati in Italia sono stati 181.436, un record assoluto nella storia del nostro Paese. Nel 2017 questo trend è addirittura in aumento. Nel 2016 i morti annegati sono stati oltre 5.000. Più di un terzo dei minori sbarcati scompare senza lasciare traccia. Bisogna intervenire con politiche strutturali e combattere efficacemente quello che ormai è diventato un business. "Coi profughi guadagno più che con la droga", affermava Buzzi in una intercettazione condotta durante l’operazione Mafia Capitale.
L’Italia deve lavorare per rimuovere le cause che costringono migliaia di essere umani a lasciare i propri Paesi di origine. Nessuno vuole abbandonare la comunità in cui è cresciuto. Ecco perché serve un embargo alla vendita di armi ai Paesi in guerra civile, la fine dello sfruttamento dei Paesi terzi, una vera cooperazione internazionale e di sviluppo dei Paesi di origine. Con vie legali e sicure di accesso all'Unione europea diminuirebbero le traversate in mare, la pressione dei flussi sulle frontiere esterne e si contrasterebbe il traffico di esseri umani.

Gran parte della legislazione nazionale in tema di asilo ed immigrazione è di derivazione europea. Chiediamo il ricollocamento obbligatorio e automatico dei richiedenti asilo arrivati in Italia e la revisione del Regolamento di Dublino III che assegna gli oneri maggiori relativi all’esame delle domande di asilo e alle misure di accoglienza al primo Paese d'ingresso dell’Unione Europea.

L’asilo è un diritto fondamentale concesso a coloro che fuggono dal proprio Paese
per evitare persecuzioni o gravi pericoli e che quindi necessitano di protezione internazionale. Ci deve essere certezza e velocità nelle procedure per il riconoscimento dello status di rifugiato. Le Commissioni territoriali che verificano le domande devono essere messe nella condizione di lavorare al meglio. I rimpatri devono avvenire nel più breve tempo possibile: occorrono accordi bilaterali stipulati con i Paesi terzi e il rafforzamento dei programmi di rimpatrio volontario assistito per i migranti che provengono dai quei Paesi in cui non sono stati ancora siglati accordi bilaterali.
È indispensabile che la gestione dei fondi destinati al sistema di accoglienza sia assolutamente trasparente, prevedendo anche l'eventuale pubblicazione dei bilanci analitici delle cooperative interessate nell'albo pretorio del comune di presenza della struttura. Mai più Mafia Capitale e via la criminalità organizzate dalle strutture che accolgono i migranti.

Questi argomenti li approfondiremo meglio nel corso delle interviste agli esperti che abbiamo realizzato e che serviranno a informare tutti i cittadini che vorranno votare così da poter esprimere in modo consapevole la loro preferenza e dare al MoVimento 5 Stelle l’indirizzo politico. Buon approfondimento e buon voto.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Lug 2017, 09:46 | Scrivi | Commenti (157) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 157


Tags: asilo politico, immigrazione, italia, laura ferrara, m5s, programma

Commenti

 

Chi non avverte nell'istigazione alla migrazione, nel salvataggio/trasbordo in mare, nell'accoglienza, nel tentativo di integrazione dei migranti e nelle leggi specifiche sulla cittadinanza, un preciso piano di sostituzione di una parte dell'attuale popolazione italiana ed europea, è un colluso di regime e/o un cieco che per il momento non avverte il rigore della precarietà economica e sociale. Il corredo di ragioni a sostegno dell'accoglienza, oltre alle questioni umanitarie, sono: Pil, pensioni e lavori inevasi. Quando l'Italia non aveva praticamente stranieri sul proprio territorio, ambiva ad essere il primo paese manifatturiero d'Europa, al contrario degli altri le cui percentuali di stranieri residenti oscillavano dall'8% al 22%. Gli Italiani, la migliore forza lavoro dell'Occidente dall'Unità in poi; e l'esodo di questa forza è proceduto principalmente dalle regioni meridionali verso i nord del nostro mondo per quasi tutti i 150 anni prima della globalizzazione, cioè prima dell'invasione concorrenziale dei prodotti industriali creati con una manodopera schiavizzata. Sono stati spesso i meridionali a coprire la funzione dei lavori pesanti, umili e marginali, che una società ipocrita ha appaltato ad una diversa etnia per preservare lo stile di vita che celebrasse il suo ordine sociale. In Italia il numero dei disoccupati è almeno pari a quello degli stranieri, ed è molto superiore se si considera il tasso di occupazione, il più basso d'Europa salvo quello della Grecia. /// Continua

Giuseppe Di Maio 24.07.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao


da prestito di due anni, la banca credito investimento è brio di fare di buona cosa nel mondo. questa banca è brio di fare di prestito ha tutto i nostri cittadini che sono nella necessità di prestito. Allora io presi di condividervi questo messaggio, la questa azione di questa banca non è riconosciuta il nostro stato. Allora se avete realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattarli su questa mail poiché, hanno già fanno di prestito ha molta persona ed anche.


Ecco la mail: infos@cibanque.com


Ecco il nostro contatta whatsapp: +330644146852

romeo garcio, turin Commentatore certificato 23.07.17 18:26| 
 |
Rispondi al commento

I profughi che vengono in Italia sono una parte che scappa dalle guerre e dai bombardamenti fatti dalle superpotenze come gli Stati Uniti e qui basterebbe dire e fare STOP alle guerre ed ai bombardamenti, poi piccola parte viene in cerca di una vita migliore come persone regolari e non clandestine e queste le possiamo aiutare nel limite delle nostre possibilità ed infine la maggior parte sono persone che vengono in Italia sperando di fare una bella vita magari senza lavorare!
Queste ultime persone che sono molte arrivano con barche o canotti ed allora bisogna mandare le nostre navi le quali, quando intercettano questi barconi, li devono prendere e riportare nei luoghi da dove provengono e se ritornano bisogna fare le stesse operazioni finchè non si stufano e rimangono quindi nei loro Paesi di origine.
Mi pare una idea molto semplice e chiara che non comporta troppe difficoltà e complicazioni: questi barconi vanno riportati nei loro zone di provenienza ed il problema viene così risolto in modo semplice e veloce.
Così bisogna fare e presto prima che sia troppo tardi e prima che avvenga l’irreparabile.
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 22.07.17 03:31| 
 |
Rispondi al commento

“AiutiamoCi a casa loro”.
Sulla base della mia esperienza (23 anni tra progetti di cooperazione internazionale, iniziative private e residenza da 6 anni in Senegal) penso di poter suggerire soluzioni “gagnant-gagnant” che possono unire lo sviluppo delle imprese italiane e l’”aiuto a casa loro” nei PVS che, ribattezzerei: “aiutiamoCi a casa loro”.
Banalmente, per combattere l’immigrazione è sufficiente creare le condizioni necessarie alle popolazioni per restare nei loro paesi di origine. Questo lo si ottiene creando attività lavorative che permettano alla gente di avere un reddito sufficiente a vivere in condizioni decenti e a soddisfare i bisogni primari.
Ho verificato direttamente l’inefficacia della cooperazione internazionale che, il più delle volte, permette solo la creazione di una “casta” di esperti locali in cooperazione, con scarse ricadute per le popolazioni. Ritengo indispensabile rivedere i meccanismi della cooperazione, con un coinvolgimento diretto ed effettivo delle imprese private che hanno un’incidenza ben superiore in termini di occupazione e di ricadute sulle popolazioni.
Sarebbe molto più semplice, efficacie ed economico permettere a chi investe nei PVS di avere detrazioni fiscali e finanziamenti che migliorerebbero le condizioni di vita evitando la necessità di emigrare e darebbero sfogo e alternative alle imprese italiane, favorendo l’apertura di nuovi mercati per i prodotti italiani (che in Africa stiamo lasciando completamente e stupidamente in mano a cinesi, indiani, koreani, ..).
Bisognerebbe quindi aiutare e favorire le imprese e i privati italiani disposti ad investire nei PVS, considerando l’impatto occupazionale in loco, che permette di “trattenere” la gente nei loro paesi di origine a costi notevolmente inferiori a quelli necessari per cercare di frenare (inutilmente) e “ospitare” le ondate migratorie, evitando la perdita di vite umane e il proliferare di organizzazioni criminali che lucrano sulla disperazione.
Resto a disposizione.

Paolo Ricci 21.07.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao miei fratelli in Cristo, voi che siete stati truffa. Grazie alla struttura della signora Josina posso ottenere un prestito di euro 70.000 in 72h con un tasso record del 2% il che è difficile raggiungere la creazione di imprese e progetti di costruzione di casa e debito, si prega contatto questa e-mail si sarebbe su di esso. in primo luogo non ascolta non a altro oggi sono felice
Contact:antonioguillardo@gmail.com

alexandri alexia Commentatore certificato 21.07.17 14:05| 
 |
Rispondi al commento

tfr Offerta di prestito tra individui contatta e-mail: salvodomenico12@gmail.com
Whasapp..... +33673300607
Offerta di prestito di più di1.000 € a25.000.000 € condizione molto accessibile se siete interessate contattare ci ha l invio: salvodomenico12@gmail.com

f., Lazio Commentatore certificato 21.07.17 10:29| 
 |
Rispondi al commento

le cause dell'immigrazione clandestina sono queste:
-- i soldi (ricchezza diffusa), infatti i migranti si muovono tipicamente verso mercati in cui possono farsi pagare di più che in patria
-- l'accoglientismo, infatti i clandestini non vanno mai verso paesi che li rispediscono a casa o li emarginano fortemente perchè perderebbero i soldi investiti nel viaggio o vivrebbero malissimo
-- il sommerso, ovvero la possibilità di accedere al mercato del lavoro nero con l'accettazione o sopportazione di tale condizione di illegalità e concorrenza sleale da parte della popolazione locale e del governo.
-- la volontà politica di rimuovere l'identità culturale in modo da governare meglio un popolo meno coeso e imporre più facilmente politiche sfavorevoli alla divisa maggioranza (e favorevoli a una piccolissima minoranza di plutocrati)

>>> Viste le cause ne consegue che soluzione banale per bloccare totalmente l'immigrazione clandestina è tassare maggiormente il lavoro straniero dei clandestini regolarizzati e multare/arrestare chi fa lavorare in nero i clandestini e gli stessi lavoratori clandestini (in tal modo non vi sarebbero incentivi economici alle migrazioni economiche che sono il 90% del problema).

Troppo facile?

Oppure basta fare come tutti gli altri paesi e smetterla di trascinare illegalmente in italia cani e porci.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.07.17 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Tra le azioni attive da poter fare informare quei Popoli di cosa sta succedendo in Europa e di quello che realmente può loro accadere: sfruttamento, prostituzione, malavita organizzata, fame e soprusi di ogni genere.Spesso i ragazzi non tornano a casa dalle loro famiglie che hanno speso tutto e fatto anche debiti per pagare loro il viaggio delle torture e anche volendo non hanno neanche i soldi per poterlo fare. Come nel film della regista calabrese Cristina Mantis Redemption SONG il protagonista ritorna indietro in Africa per raccontare quello che ha visto e vissuto. Una frase su tutte " In Europa anche gli Europei vivono per strada l'Europa non è il Paradiso". Più di un terzo dei minori sbarcati scompare senza lasciare traccia solo questo basta a farci capire che immane tragedia si sta compiendo e non si deve perdere più altro tempo.

ROSA BEVILACQUA 20.07.17 16:53| 
 |
Rispondi al commento

UN DECRETO LEGGE COMPOSTO PER RISOLVERE UNA VOLTA PER TUTTE IL PROBLEMA:
Art.1)Prendendo atto, che l’Unione Europea non ascoltando ripetutamente le eccezioni del Governo italiano su l’immigrazione indiscriminata che sta avvenendo da parte di extracomunitari senza permesso d’ingresso in Italia, delibera negli articoli seguenti quanto necessario per la tutela della sicurezza nazionale.
Art.2)I porti italiani non accettano l’ingresso di navi battenti bandiere non italiana che dovessero far sbarcare cittadini extracomunitari senza permesso di soggiorno rilasciato preventivamente dalle autorità italiane preposte.
Art.3)Tutte le navi battenti bandiera italiana non sono autorizzate nel Canale di Sicilia a prestare soccorso in mare se non autorizzate preventivamente dalle Capitanerie di Porto situate sul territorio italiano.
Art.4)Solo le navi della Marina Militare Italiana sono autorizzate a prestare soccorso nel canale di Sicilia e ad imbarcare naufraghi anche da imbarcazioni italiane che abbiano precedentemente con autorizzazione provveduto al soccorso e all’eventuale imbarco di naufraghi.
Art.5)Le navi della Marina Militare Italiana sono autorizzate dal Governo Italiano a sbarcare i naufraghi extracomunitari sui porti o sulle coste degli Stati da dove sono partire le imbarcazioni soccorse, lo sbarco deva avvenire con la collaborazione dei rispettivi Governi interessati.
Art.6)Se l’art.5 non potesse essere eseguito per la mancata collaborazione degli Stati a cui appartengono i porti e le coste da dove sono partite le imbarcazioni, la Marina Militare Italiane è autorizzate ad eseguire lo stesso gli sbarchi prendendo tutte le necessarie precauzioni per garantire l’incolumità dei naufraghi sbarcanti.Questa operazione avverrà eludendo l’eventuale divieto di attraversamento delle acque territoriali e di accostamento in risposta alla partenza dalle loro coste e dai loro porti di imbarcazioni non autorizzate e pertanto identificate quali natanti battenti bandiere piratesche.

Edoardo Pellegrini 20.07.17 10:00| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE; I PARTE

1- LA GESTIONE PUBBLICA; dei richiedenti d' asilo direttamente in mano al pubblico.

2- NORME PER RICHIEDENTE D'ASILO POLITICO; solo ed esclusivamente coloro che vengono dai paesi in guerra.

3- IMMIGRANTI PER MOTIVO ECONOMICO; devono fare la richiesta dal paese d'origine ai paesi che disposti ad accettare. Coloro che non hanno la richiesta dal paese d'origine e non sono stati accettati devono essere respinta e rimpatriati.

4-CANALI LEGALI D' INGRESSO; L’Alto Commissariato per i Rifugiati ONU (UNHCR) e la Commissione europea sull'immigrazione per la gestione la domanda nei paesi di origine e evitare esodo in massa.

5-PROCEDURA D'ACCOGLIENZA; l’identificazione e la definizione del curriculum dal titolo di studio, mestieri, accettazione delle richieste d' asilo del rifugiato dalla guerra, il ricollocamento o inserimento o l'espulsione.

6-UFFICIO D' IMMIGRAZIONE; nei centri d'accoglienza con la super visione del ministero d'interni non più solo la questura ma in collaborazione.

7-TEMPI DI PERMANENZA; In 30 giorni il tempo necessario per la permanenza e la definitiva collocazione in un paese Europeo o espulsione.

8-ISTRUZIONE; i professionisti italiani fra insegnanti, formatori, psicologi, medici...corsi di lingua, asili per i bambini e aule scolastiche per i minori, educazione alle regole europee e formazione con l’obbligo di frequenza dopo accettazione della richiesta d'asilo.

9-INSERIMENTO; impiego dei immigranti nel periodo di permanenza nei lavori socialmente utili regolarmente pagati nei comuni dove risiedono.

10- SPAZIO D'ACCOGLIENZA; Riutilizzare gli spazi pubblici inutilizzati gli ex ospedali, i resort sequestrati alle mafie, e le ex caserme.


PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE parte II;

11- COOPERATIVE; gestione immigranti non più esclusiva solo le cooperative e Caritas ma come supporto.

12- PAESE D'ORIGINE; gli accordi bilaterali di collaborazione con i paesi di origine per bloccare invasione e rimpatri.

13-IRREGOLARI; i clandestini che vivono in Italia devono entrare nei centri d'accoglienza per identificazione e espulsione entro 30 giorni dall'entrata in vigore della legge.

14-PAESE DELL' UE;devono accettare i numeri di regolari di richiedenti asilo a loro assegnati di coloro che sono in possesso del riconoscimento di asilo politico.

15-ASSEGNAZIONE DEI LAVORI: non più gestita come "emergenza" trasparenza sugli appalti, sui finanziamenti gestito dal governo attraverso le prefetture.
16- BLOCCARE IL FLUSSO IN GESTIBILE; Per bloccare invasione organizzata e la deportazione dai paesi africani, Italia deve dichiarare che non accerterà più nessuna nave nei porti.

17-GESTIONE DEL GOVERNO ITALIANO; Attuale gestione del governo italiano mira di portare più possibile dal centro d'Africa la popolazione esclusivamente per motivi economici e riempire tutti spazi disponibili e trasformare la disgrazia in un business colossale ai fini elettorale. trasformare Italia in un contenitore di disperati è in gestibile con i costi insopportabili e crea il disaggio sociale.


Ul governo Gentiloni casca a pezzi, sicuramente non ha più la maggioranza al senato ma col cavolo che si dimette.
Al voto subito!

mario genovesi 20.07.17 04:44| 
 |
Rispondi al commento

Forze sarebbe opportuno cominciare a chiamare le cose col loro nome.
RIFUGIATI, con tutti i diritti del caso, che sono il 5%
CLANDESTINI, che avranno tutte le ragioni del mondo, ma nessun diritto, che sono il 95%
Gli EMIGRANTI , cosa che, per la nostra storia, conosciamo bene, sono esseri umani che si spostano in altre nazioni, continenti in pieno sviluppo o con reali prospettive di una vita migliore, Si presentano alle frontiere con i documenti in regola, si assoggettano alle regole del pese ospitante, fanno le trafile necessarie e soggiornano a spese proprie.
Qui stiamo parlando di CLANDESTINI, AI QUALI NESSUNIO CHIEDE, O INDAGA SERIAMENTE, SUL COME E DOVE HANNO REPERITO, O COME SI SONO PROCURATI LE RISORSE PER PGARE I TRAFFICATI. Queste risorse, spesso ammontano a uno o più anni di reddito dei paesi di provenienza. Incompatibile per gente che “muore di fame”. Arrivano da noi e sono trattati in modo sub umano, costretti a schiavitù, lavorando in nero per 3 € l’ora, i più fortunati, a elemosinare in tutti i luoghi. A vendere robaccia al servizio di distributori criminali o a delinquere. Qualsiasi provvedimento si voglia fare per arginare, questa tratta di schiavi, bisognerà capire, bene prima, chi e cosa c’è dietro, con quali obiettivi finali. Altrimenti chiuderemo una porta ma entreranno dalla finestra. Personalmente, ritengo che chiunque abbia il diritto, dovere di migliora re la propria condizione. Qui siamo di fronte ad un altro fenomeno, organizzato e gestito con tutt’altri fini che non quello di migliorare le condizioni di questa gente.

Franco B., Prato Commentatore certificato 20.07.17 00:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Germania è riuscita a convincere l'Europa ha dare sei miliardi di euro alla Turchia per bloccare l'invasione dei migranti provenienti anche dalla Siria e si è riusciti a bloccarli come mai non si è tentato di convincere la Tunisia dando contropartita come la Turchia ha ricevere le ONG e sbarcare sui loro porti i migranti in larghissima maggioranza economici penso che nel giro di qualche mese si fermerebbe tutta questa invasione.

adolfo scordia 20.07.17 00:17| 
 |
Rispondi al commento

SOTTOSCRIVO IN PIENO QUANTO SCRITTO DA
FRANCO MAS PIU' SOTTO.
aggiungo solo che se la ricetta del m5s è quella indicata da questa portavoce POSSIAMO STARE FRESCHI E STATE CERTI CHE GLI ITALIANI IL M5S
LO METTERANNO IN FRIGORIFERO.
franco rosso

franco rosso 19.07.17 23:58| 
 |
Rispondi al commento

5 stelle: "obiettivo sbarchi zero" ma io direi pure oviettivo creare nei paesi di origine situazioni piu' alettanti per loro che il rimanare in questo nostro pseudo paese.

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Se l'asilo ai profughi è un sacrosanto diritto perché no allo iu soli. Speculare sulle persone per il pallottoliere della politica??

Franco.marsicovetere 19.07.17 21:55| 
 |
Rispondi al commento

quelli di defend europe sono in sicilia.
https://www.youtube.com/watch?v=G2jnm-X1ARA

ditemi voi se si deve arrivare all'assurdo che i cittadini europei devono fare colletta per comprarsi delle navi private a difesa dei confini, perché la guardia costiera non fa un cazzo e lascia altri privati liberi di trasportare dentro ai confini nazionali gente di cui non si sa nulla..

frigo rifero 19.07.17 21:35| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa tutta e specialmente la Francia - maggiore responsabile del disastro attuale sono europei fino alle frontiere con l'Italia e secondo le loro convenienze.
Questo è chiarissimo da sempre.
Bloccano tutti i migranti e ci rimandano indietro quelli che eventualmente sono riusciti a passare.
Questo naturalmente può accadere solo - e ribadisco "solo" -
perchè è gente che non appartiene all'Unione Europea.
E che accadrebbe se l'Italia provocatoriamente "minacciasse" di dare indiscriminatamente a tutti questi disperati (e sono qualche milioncino) la cittadinanza italiana ???
Francia, Austria e compagnia bella non avrebbero più alcun strumento legale per fermarli e se lo facessero ugualmente segnerebbero la fine definitiva di questa merda di UE.
Con mio sommo gaudio.

Clark R., Palermo Commentatore certificato 19.07.17 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco la mia proposta di legge presentata su Rousseau sul tema migranti:
MAXI CENTRO DI SMISTAMENTO PER MIGRANTI NELL'ISOLA DI LINOSA
La proposta ha lo scopo, nel caso in cui non saranno individuate soluzioni internazionali come la creazione di centri in Nord-Africa, di ridurre i problemi derivanti dall'enorme afflusso di migranti rivolto quasi esclusivamente verso l'Italia.
PREMESSE:
1) Il numero di migranti di religione islamica sul suolo italiano va limitato anche perché essi non sono integrabili e compatibili coi nostri valori e ne è pericolosa l'eccessiva diffusione che potrebbe comportare problemi sociali e politici e mettere in pericolo la democrazia (condivido la disamina di Oriana Fallaci);
2) Linosa è un'isola delle Pelagie avente una superficie di 5,43 kmq, una popolazione di soli 433 abitanti e dista 42 km da Lampedusa con la quale costituisce un unico comune.
Il richiedente asilo viene identificato nell'Hot Spot istituito nell'isola entro 78 ore, se la sua richiesta è approvata dalla Commissione Unica viene inviato sul continente a carico della rete SPRAR, se invece essa è respinta può fare ricorso (1 sola volta) al giudice competente ma nel frattempo viene avviato ad attività lavorative create nell'isola. Tali attività sono parzialmente remunerate in ragione delle spese sostenute.
Il migrante che rifiuta di farsi identificare al pari di quello il cui ricorso viene respinto è passibile di espulsione ed è obbligato nel frattempo a svolgere un'attività lavorativa. Se l'immigrato rifiuta il lavoro ovvero si sottrae al rimpatrio oppure delinque viene condannato al carcere.
Linosa costituirà l'unico punto di sbarco dei migranti, inoltre all'isola verranno avviati tutti gli immigrati irregolari individuati sul territorio nazionale in attesa di essere espulsi.
I Linosani saranno ricompensati con l'accesso privilegiato ai posti di lavoro e alle attività commerciali che si creeranno, inoltre avranno facilitazioni anche coloro che vorranno trasferirsi a Lampedusa.


Evidentemente i nostri politicanti non si capacitano del fatto che l’Italia sta attraversando il più grave periodo di crisi dal dopoguerra, d’altronde chi gode di privilegi e vitalizi vive in un mondo a parte, e l’aver accettato un’accoglienza folle e senza regole è stato un crimine compiuto a danno dei migranti stessi e degli italiani poveri, dei pensionati al minimo, dei disoccupati, dei supertassati che si sono caricati sulla gobba anche questo indecente e fruttifero “mercato”. Fermare il traffico di esseri umani quanto prima, non può esistere altra parola d’ordine. Gli opportunisti, i buonisti, i pietisti, gli obnubilati dalla visione di una società multirazziale, sono costoro i veri assassini delle migliaia di annegati nel Mediterraneo.

Franco Mas 19.07.17 18:48| 
 |
Rispondi al commento

2017: 93.335 (dato a 19 luglio 2017)
2016: 181.436

dati da cruscotto statistico giornaliero

pdf http://bit.ly/2tffAv4

id &as Commentatore certificato 19.07.17 17:18| 
 |
Rispondi al commento

OT? In Europa è in atto una sostituzione della popolazione
I trafficanti di esseri umani conducono i migranti alle navi delle Ong, che poi raggiungono i porti marittimi italiani. È stata aperta un'altra inchiesta giudiziaria sugli interessi economici della mafia nella gestione dei migranti dopo il loro arrivo.
Si possono paragonare i migranti agli ebrei in fuga dal nazismo. Papa Francesco, ad esempio, ha di recente equiparato i centri per migranti ai "campi di concentramento" nazisti. Dove sono le camere a gas, gli "esperimenti" medici, gli impianti di cremazione, i lavori forzati, le marce forzate e i plotoni di esecuzione? Questi paragoni vengono diffusi dai media per un motivo ben preciso: chiudere il dibattito.
Entro il 2065 si prevede l'arrivo di 14,4 milioni di migranti. Sommandoli agli oltre 5 milioni di immigrati attualmente in Italia, il 37 per cento della popolazione dovrebbe essere composto da stranieri: più di uno ogni tre abitanti.

da gatestoneinstitute.org

http://bit.ly/2tGsb9V

id &as Commentatore certificato 19.07.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate, vogliamo iniziare a dividere quelli economici da quelli che fuggono dalla guerra? Vogliamo dividere gli uomini dalle donne e i bambini. Se dietro c'è una strategia di conquista religiosa e demografica , allora l'Italia e l'Europa devono creare una strategia di risposta e sopratutto cacciare quelli che vogliono imporre il loro stile di vita.
Se non si ha coraggio si resta a casa.


PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE; I PARTE

1- LA GESTIONE PUBBLICA; dei richiedenti d' asilo direttamente in mano al pubblico.

2- NORME PER RICHIEDENTE D'ASILO POLITICO; solo ed esclusivamente coloro che vengono dai paesi in guerra.

3- IMMIGRANTI PER MOTIVO ECONOMICO; devono fare la richiesta dal paese d'origine ai paesi che disposti ad accettare. Coloro che non hanno la richiesta dal paese d'origine e non sono stati accettati devono essere respinta e rimpatriati.

4-CANALI LEGALI D' INGRESSO; L’Alto Commissariato per i Rifugiati ONU (UNHCR) e la Commissione europea sull'immigrazione per la gestione la domanda nei paesi di origine e evitare esodo in massa.

5-PROCEDURA D'ACCOGLIENZA; l’identificazione e la definizione del curriculum dal titolo di studio, mestieri, accettazione delle richieste d' asilo del rifugiato dalla guerra, il ricollocamento o inserimento o l'espulsione.

6-UFFICIO D' IMMIGRAZIONE; nei centri d'accoglienza con la super visione del ministero d'interni non più solo la questura ma in collaborazione.

7-TEMPI DI PERMANENZA; In 30 giorni il tempo necessario per la permanenza e la definitiva collocazione in un paese Europeo o espulsione.

8-ISTRUZIONE; i professionisti italiani fra insegnanti, formatori, psicologi, medici...corsi di lingua, asili per i bambini e aule scolastiche per i minori, educazione alle regole europee e formazione con l’obbligo di frequenza dopo accettazione della richiesta d'asilo.

9-INSERIMENTO; impiego dei immigranti nel periodo di permanenza nei lavori socialmente utili regolarmente pagati nei comuni dove risiedono.

10- SPAZIO D'ACCOGLIENZA; Riutilizzare gli spazi pubblici inutilizzati gli ex ospedali, i resort sequestrati alle mafie, e le ex caserme.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 19.07.17 16:35| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE parte II;

11- COOPERATIVE; gestione immigranti non più esclusiva solo le cooperative e Caritas ma come supporto.

12- PAESE D'ORIGINE; gli accordi bilaterali di collaborazione con i paesi di origine per bloccare invasione e rimpatri.

13-IRREGOLARI; i clandestini che vivono in Italia devono entrare nei centri d'accoglienza per identificazione e espulsione entro 30 giorni dall'entrata in vigore della legge.

14-PAESE DELL' UE;devono accettare i numeri di regolari di richiedenti asilo a loro assegnati di coloro che sono in possesso del riconoscimento di asilo politico.

15-ASSEGNAZIONE DEI LAVORI: non più gestita come "emergenza" trasparenza sugli appalti, sui finanziamenti gestito dal governo attraverso le prefetture.
16- BLOCCARE IL FLUSSO IN GESTIBILE; Per bloccare invasione organizzata e la deportazione dai paesi africani, Italia deve dichiarare che non accerterà più nessuna nave nei porti.

17-GESTIONE DEL GOVERNO ITALIANO; Attuale gestione del governo italiano mira di portare più possibile dal centro d'Africa la popolazione esclusivamente per motivi economici e riempire tutti spazi disponibili e trasformare la disgrazia in un business colossale ai fini elettorale. trasformare Italia in un contenitore di disperati è in gestibile con i costi insopportabili e crea il disaggio sociale.


Per quanto ci sia un peggio
ci sarà sempre qualcuno che lo apprezzerà
e, apprezzandolo, aprirà il varco a qualcosa di ancora peggiore
Questa è la cosa per me impossibile da capire

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Joseph Stiglitz, Nobel per l’Economia e uno dei fari del M5S:
“L’Europa e l’America stanno marciando, da sole e affiancate, verso l’epilogo di una maestosa debacle

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Bisogno di soldi per risolvere i vostri problemi finanziari? Ci sono investitori privati e abbiamo messo a vostra disposizione prestiti personali a un
aliquota forfettaria del 2 %. La concessione di tale credito è di 10 mila euro a 50 milioni di euro . L'assicuratore è tenuto a pagare il 15% di rimborso una volta
si sarà sottoscritto l'assicurazione. E la durata del rimborso è determinato in base all'importo del vostro prestito. Per ulteriori informazioni, contatto
noi; PhillippeHuvelin@outlook.fr

giordan giordan12 Commentatore certificato 19.07.17 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Sull'immigrazione e sull'IUS SOLI si decide la vittoria o no del Movimento alle prox elezioni.
Tanti danni sono stati fatti in questo periodo pieno di parole ....anche il post qui sopra prevede tante belle cose che si potranno realizzare tanti trattati da modificare, da ratificare, ecct ma tanto tempo si è perso, bisogna agire e subito

MICHELE T., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

ZERO SBARCHI ? SI GRAZZZZZIEEEEE

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 19.07.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento

correggo il commento :

"quei" strozzini di Brussels

e non
'qui' strozzini di Brussels

John Buatti 19.07.17 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Rovesciamo questo governo di traditori e procediamo con indagini e processi.
Chiudiamo subito tutti i nostri porti all'attracco di navi con migranti. BASTA!

Filippo 19.07.17 15:56| 
 |
Rispondi al commento

E intanto Roma brucia.....ma come si fa a non presidiare con le forze armate gli obiettivi sensibili....abbiamo più caserme che farmacie....incredibile.

leo c., roma Commentatore certificato 19.07.17 15:23| 
 |
Rispondi al commento

IMMIGRAZIONE DI MASSA NON E' CASUALE....ANALISI II;

8- La politica europea è assente, chi gli raccoglie in mare a gli abbandona nelle città, e chi alza il muro di filo spinato, chi paga miliardi di euro per teneteli fermi nei paesi di confine come Italia. L'assenza di una strategia politica comune provoca disaggio sociale in Europa sopratutto nei paesi in prima linea con i confini indifendibili e spalancati.

9- Attuale situazione è una vera propria deportazione di massa organizzata e forzata dall'origine dai trafficanti e criminali e tribù locali del centro Africa e del Libia del sud e i 2 mezzo governi della Libia.

10- Con il blocco dei rifugiati di guerra in Turchia a costo di 6 miliardi per Europa dalla Siria e Iraq, per garantire e continuare la fornitura di essere umane hanno pensato di rivolgere al centro d'Africa dove grave situazione economica garantisce una quantità incalcolabile di persone disposti ad abbandonare la loro paese d'origine, è così il business continua...


IMMIGRAZIONE DI MASSA NON E' CASUALE....ANALISI;

Strategie per provocare esodo mondiale, non più dai paesi in guerra ma dall'Africa fonte umano infinito, trasformare esodo in affare in Italia, ma Europa chiude i confini;

1- La guerra economica; impoverire i paesi ricchi di risorse e materie prime per ridurre alla fame la popolazione, Africa, sud america, Asia...

2- Scatenare la guerra sopratutto dove c'è la disponibilità e la ricchezza come medio oriente, dagli anni 80 il ricco golfo persico è il centro di questa attività, 8 anni di guerra tra Iran e Iraq, dal 1980 in Afganistan e ancora continua, 2 guerre Usa e Iraq, ieri Al Qaeda e oggi ISIS che coinvolge 8 ricchi paesi del golfo e domani altre nuove sigle...

3- I vantaggi e interesse La possibilità economica di acquistare armi, la garanzia per le commesse post guerra e alla fine 15 milioni di rifugiati cioè avere la disponibilità della mano d'opera a basso costo, la delocalizzazione della massa non più le fabbriche .

4- Esercito di braccianti di riserva senza nessun diritto e statuto sociale, in fila pronti per fare tutto a qualsiasi prezzo .

5- Conflitto sociale è deviato non più tra le classe ma tra immigrati, disoccupati e precariato, tra religioni, la pulizia etnica, la guerra tra poveri tra schiavi dei tempi moderni.

6- La deportazione di massa dei disoccupati di forza di lavoro verso dove c'è la necessità di mano d'opera.

7- Il capitalismo librale globalizzato non è la borghesia sociale del secolo passato non ha una nazione non la patria, parla in tante lingua diverse, vuole trasformare Europa di consumo non di produzione, non ha cultura d'investimento e lavoro ma di speculazione finanziaria, divora tutto anche se stesso.

8- CONTINUA...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 19.07.17 15:14| 
 |
Rispondi al commento

______


lo incollo come l'ho scritto

ma questo video lo spiega in italiano

i politici ricevono l'agenda da i loro "superiori" per poi spingerla nelle menti degli Italiani come se fosse la bibbia...

ma dietro c'è un loro piano globale, di rimpiazzare la popolazione Europea e non solo con gli immigranti per poi ridurre gli stipendi e creare una popolazione di schiavi a beneficio dei Globalist le multi Nazionali e qui strozzini di Brussels.
https://www.youtube.com/watch?v=GOSnzox0mEQ

_____

The UN is also behind the replacing of the European population with cheaper "migrants" to impoverish every one to the benefit of the Globalists Multinationals and the Soros of the world, This would explain why Soros is so interested in smuggling migrants and refugees into Europe .
The UN justifies this with the term "aging population" being the reason, !
I'm not convinced that Europe is ageing and that this is just a piece of a bigger plan to enslave every working European and that this shouldn't be the UN responsibility to calculate if there is a need or not to replace Europe's population.
The UN should keep their nose out of EU countries internal running!
I don't exclude that this replacement program will not be used to replace American workers in the near future...so lets stop them before we all end up as low wages slaves worldwide to make them rich !
Here is the document and proof:
.http://www.un.org/press/en/2000/20000317.dev2234.doc.html
http://www.un.org/esa/population/publications/migration/presseng.htm


DEDICATEGLI DUE MINUTI DEL VOSTRO TEMPO ( un film del "92!!!!)

https://youtu.be/LqJvcrxYrYY

MICHELE T., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'obiettivo doveva essere zingari zero,quindi se tanto mi da tanto......e non sono razzista,tifo per noi,per un paese migliore.

leo c., roma Commentatore certificato 19.07.17 14:58| 
 |
Rispondi al commento

“Che senso ha rispettare chi non rispetta noi? Che senso ha difendere la loro cultura o presunta cultura quando essi disprezzano la nostra?”

“L’Islam è il Corano. Comunque e dovunque. E il Corano è incompatibile con la Libertà, è incompatibile con la Democrazia, è incompatibile con i Diritti Umani.”

“Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie... lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità.”

“Se dici la tua sul Vaticano, sulla Chiesa Cattolica, sui Papa, sulla Madonna, su Gesù, sui Santi, non ti succede nulla. Ma se fai lo stesso con l'Islam, col Corano, con Maometto, coi figli di Allah, diventi razzista e xenofobo e blasfemo e compi una discriminazione razziale.”

“Io sono atea, graziaddio. Irrimediabilmente atea. E non ho alcuna intenzione d'esser punita per questo da quei barbari che invece di lavorare e contribuire al miglioramento dell'umanità stanno sempre col sedere all'aria cioè a pregare cinque volte al giorno.”

Oriana Fallaci

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 14:50| 
 |
Rispondi al commento

La sicurezza nazionale viene prima di qualsiasi altra cosa !! Aiutare va benissimo , ma che non ci danneggi e che sia una scelta condivisa , la quasi totalità del popolo vuole aiutare i reietti e poveri del mondo a casa loro non farli venire qui a creare solo problemi e caos . In ogni caso io non darò mai un tozzo di pane a un affamato se devo toglierlo a mio figlio e affamare lui ! L'azione scriteriata del governo non ha il minimo contenuto di carità , è solo una sporca mossa per creare una testa di ponte africana in Europa , per danneggiarla e destabilizzarla ! L'America non vuole un'Europa forte , come e più di lei , lo volete capire o no ! Non essere più la prima potenza mondiale sarebbe per l'alta finanza americana una jattura , meno guadagni e meno potere sul mondo |! Si avvale dei traditori che ci ha imposto come governanti con colpi di Stato a ripetizione per renderci poveri e deboli e imbottiti di milioni di negri pronti a sciamare , prima o poi per il resto d'Europa !

vincenzodigiorgio 19.07.17 14:45| 
 |
Rispondi al commento

OGNI IMMIGRATO, CLANDESTINO O PROFUGO, DEVE CONSEGNARE ALLE AUTORITA ITALIANE OGNI STRUMENTO DI COMUNICAZIONE DI CUI SIA IN POSSESSO CHE GLI POTRà ESSERE RISCONSEGNATO SOLO PER MOTIVI DI BUONA CONDOTTA DOPO TRE MESI AVENDO ADEMPIUTO A QUANTO SEGUE:
RIEMPIRE UN FORMULARIO DECALOGO DI AUTO CERTIFICAZIONE IN CUI DICHIARI:
1) DA DOVE VIENE CON INDIRIZZO PRECISO E RIFERIMENTI ANAGRAFICI E FAMILIARI
2) CHE COSA è VENUTO A FARE IN ITALIA
3) CHE COSA SA FARE
4) DI ACCETTARE DI SOTTOMETTERSI ALLA LEGGE ITALIANA
5) DI NON AVERE LGAMI DI NESSUN TIPO CON IL TERRORISMO
6) DI IMPEGNARSI A DENUNCIARE ALLE Autorità QUALSIASI FATTO O NOTIZIA CONNESSA AL TERRORISMO
7) DI ESSERE CONSAPEVOLE CHE IL TRAFFICO DI FROGA, LO SFRUTTAMENTO UMANO E LO SMERCIO DI PRODOTTI CONTRAFFATTI SONO PUNTI DALLA LEGGE
8) A CHI HA PAGATO, QUANTO E COME PER ESSERE TRASFERITO IN ITALIA
9) QUALE è STATO IL PERCORSO DAL SUO PAESE DI ORIGINE FINO ALL'ITALIA
10) DI ESSERE CONSAPEVOLE CHE L'ATTESTAZIONE FALSA DI QUALSIASI PUNTO DOPRA DESCRITTO COMPORTA LA PENA IN CARCERE E LA SUCCESSIVA ESPULSIONE DAL PAESE.

Fino a quando le nostre autorità non prenderanno questi provvedimenti non c'è da sperare in una soluzione di arresto dei flussi incontrollati

TORQUATO CARDILLI, Formello (RM) Commentatore certificato 19.07.17 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Non usiamo la parola "migrante" per addolcire il pillolone.
Coloro che sbarcano(vengono traghettati) o sono clandestini o profughi di guerra( una minoranza).
Non sono uccelli che migrano,sono persone!
Bisogna porre rimedio al più presto o altrimenti ci sará una guerra civile.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.07.17 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Nella vita io tifo "per" e non tifo "contro".
Non ho pregiudizi e l'integrazione è una fonte di arricchimento culturale,quindi tifare per gli italiani che sono in difficoltà me compreso,tifare perché i miei figli possano avere una compiuta definizione in italia,tifare perché credo che possano cambiare le cose non significa essere contro qualcuno o qualcosa,ed è pacifico che ubi maior minor cessat,quindi fermiamo questa scellerata politica di accoglienza e diamoci da fare per dare una mano a chi ne ha bisogno.

leo c., roma Commentatore certificato 19.07.17 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pescia, l’inchiesta e le dimissioni
L’ex sindaco fa ancora il sindaco
Giurlani dopo l’arresto non si ferma: sopralluoghi, incontri, annunci. Tra gli imbarazzi del Pd. L’ipotesi di una nuova candidatura a primavera

PESCIA «Cavallo pazzo» è tornato in sella, anche se ancora non si sa verso dove. L’ex sindaco di Pescia ed ex presidente Uncem (Unione Comunità montane) toscana, Oreste Giurlani, è uscito dagli arresti domiciliari il 26 giugno scorso, dopo l’inchiesta per peculato sui fondi Uncem e per corruzione per degli incontri con alcuni imprenditori locali. Da allora è irrefrenabile. Passa da incontri privati a «sopralluoghi» in città e altrove. Un «cavallo pazzo» su strada e sui social. Dal suo profilo Facebook e dalla pagina pubblica annunciava, prima dell’inchiesta, ogni giorno gli appuntamenti istituzionali e non in tutta la Toscana. Chilometri macinati ma che, secondo gli inquirenti, sono stati rimborsati troppo e in modo poco chiaro dall’Uncem (uno dei capi di accusa). Uscito dai domiciliari presso l’agriturismo di famiglia (dove è tornato a lavorare), ha cambiato il nome della pagina pubblica da «sindaco» a «Giurlani per Pescia». Con una lettera (su Facebook, ovviamente) ha chiesto scusa per i guai che hanno portato le sue dimissioni da sindaco, ha assicurato che si difenderà perché «un conto sono gli errori amministrativi», altro i reati. Ed ha ripreso, come nulla fosse a «fare il Giurlani», come dicono gli amici. Sindaco senza esserlo.

***************

C'è poco da fare, hanno il viso come il culo...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Mai l’uomo sazio potrà capire l’uomo digiuno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vignetta
-Secondo me, questo Governo è finito
-Eeeh, che esagerato!
-Definirlo finito?
-No, definirlo Governo!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Le condizioni dell'Occidente sono così nere che dovrebbe esser chiaro a tutti che proseguire sulla stessa strada malefica che ci ha portati a questo punto non potrà che produrre l'inferno. Solo una maggiore democrazia ci può salvare. Ma questa sarà possibile solo quando ci sarà fra la gente una maggiore consapevolezza che stimoli un senso più alto di partecipazione civile. E non è un obiettivo facile da realizzare in un mondo dove il plagio è portato dai media di regime e le vittime sono rese inconsce da quelli stessi che dovrebbero combattere. Le obiezioni dei conservatori alle aperture possibili a una maggiore democrazia diretta sono stolte, essi non intendono ampliare la democrazia diretta, vogliono solo ampliare il dispotismo e svuotare gli strumenti democratici esistenti
Il neoliberismo agonizza distruggendo il mondo e non segna un solo risultato positivo che non sia lo spaventoso aumento di ricchezza dei più ricchi.
Siamo in un discrimine in cui solo la fame e la miseria potranno produrre la ribellione. E questo è già chiaro altrove. L'Occidente è ancora in uno stato di stordimento in cui la gente non ha misurato bene la gravità della reazione e i governi premono come pazzi per forzarla con provvedimenti impopolari e classisti o cercano di divergere la furia popolare verso altri obiettivi come la guerra tra poveri. Ma le avvisaglie di quello che sta per esplodere si fanno sentire nei tumulti dei giovanissimi, le prime rivolte della società dei consumi, che sono al momento solo razzie di beni simbolo. E le reazioni durissime dei governi accenderanno solo fuochi più micidiali.
Il neoliberismo è finito. E con lui tutti quei governi che intendono governare 'contro' il popolo, e non 'per' il popolo, per il solo interesse della casta di plutocrati che ha immiserito il mondo. Il neoliberismo è morente, ma, come lo scorpione diventa più pericoloso quando è attaccato a morte, così esso scaglia la sua coda velenosa oggi più che mai segnando la propria rovina.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL REGNO DEGLI DEI MALATI
Dunque, a fronte di tagli immani che immiseriscono il paese e creano rabbia e rancore, si intende, da una parte accentuare la ricchezza dei ricchi a scapito dei poveri, dall’altra si taglia la polizia che dovrebbe reprimere la logica reazione delle vittime. Non ha senso. Ma è quel che accade. Nessun governo comunista sarebbe caduto in tanto errore. Dunque i governi neoliberisti sono tanto sciocchi da credere che le forze di sicurezza facciano parte di quello stato sociale da tagliare e non di quell’apparato difensivo che dovrebbe proteggerli dalla furia della gente? impazzita senza guidatore che si schianta contro un muro. Era ovvio anche a un deficiente che fondare l’intero sviluppo del mondo sull’avidità, sulla ricchezza di pochi e sulla sofferenza di troppi avrebbe portato all’autodistruzione. Che guerre scatenate senza criterio non avrebbero ripagato dei loro costi materiali e morali. Che inquinare e rovinare il pianeta non avrebbe creato futuro. Che tagliare ogni opportunità a intere generazioni avrebbe prodotto violenza incontrollata. Che lasciare senza freni e regole un mercato dei titoli e delle valute avrebbe significato l’anarchia totale rovinando gli stessi Stati. Che il contraltare del dispotismo sarebbe stato tumulto popolare e degradazione.
Dunque, a fronte di tagli immani che immiseriscono il paese e creano rabbia e rancore, si intende, da una parte accentuare la ricchezza dei ricchi a scapito dei poveri, dall’altra si taglia la polizia che dovrebbe reprimere la logica reazione delle vittime. Non ha senso. Ma è quel che accade. I governi neoliberisti sono tanto sciocchi da credere che le forze di sicurezza facciano parte di quello stato sociale da tagliare e non di quell’apparato difensivo che dovrebbe proteggerli dalla furia della gente?
E sono anni che i G8 o i G7 si avvicendano come mosche su un letamaio e la loro inutilità balza agli occhi con una inesistenza di regole e di freni alla catastrofe imminente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Non pensavo che il blog fosse frequentato dai Testimoni di Geova...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Le spose dell’Isis e le jihadiste italiane

Una giovane jihadista italiana è stata lapidata a Raqqa dalla polizia religiosa colpevole di rapporti sessuali extraconiugali. Sonia Khediri partita per la Siria da Treviso ha sposato l’emiro tunisino Abu Hamza, il numero due delle difese della “capitale” assediata dello Stato islamico. Maria Giulia Sergio, la prima italiana convertita ad arruolarsi nella guerra santa, ha vissuto fino allo scorso anno in una zona militarizzata vicino ad una diga sull’Eufrate, ma poi è sparita nel nulla.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta chiacchiere! In politica estera valgono due principi; quello della tela di ragno e quello del fatto compiuto.
L'Italia non è capace di tessere alcuna tela di alleanze per l'inaffidabilità, l'inconsistenza, l'incapacità dei suoi governanti. Resta la politica del fatto compiuto che abbiamo sempre subito.
L'Italia deve ora alzare la testa e dichiarare per ragioni di sicurezza nazionale per tre mesi la chiusura dei suoi porti e il blocco navale alle coste libiche dalle quali nessun natante potrà prendere il largo. I soliti benpensanti diranno che è contro il diritto internazionale. Forse che il bombardamento da parte di Israele nel 1982 della centrale atomica irachena era consentito dal diritto internazionale? L'occupazione dei territori arabi dal 1967? L'occupazione americana di Grenada, di Panama, la cattura di Noriega, il bombardamento della Libia, la dissoluzione dello stato iracheno, il bombardamento di una fabbrica di medicinali a Khartoum, la creazione di un muro tra USA e Messico o tra Israele e Cisgiordania o addirittura in Ungheria, la guerra in Afghanistan, l'annessione della Crimea ecc. ecc.? In politica estera dunque vale il principio che quello che non riesci ad ottenere con le alleanze sei autorizzato a prendertelo con la forza.
Chi oserebbe muovere un dito contro l'Italia? Nessuno a parte fiumi di bla bla senza seguito.
Un'azione del genere farebbe cessare immediatamente il flusso dei migranti e obbligherebbe l'Europa a mettere in atto una concreta politica di solidarietà e di condivisione degli oneri economici, sociali, politici di questa migrazione di massa.
Il M5S deve farsi portavoce di questa esigenza e stanare i pavidi e gli ignavi dalle loro tane male odoranti di affari loschi, di banche, di multinazionali, di evasioni fiscali, di collusione con la criminalità e con la mafia.

TORQUATO CARDILLI, Formello (RM) Commentatore certificato 19.07.17 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Il rimosso vi sommergerà

Avete rimosso i paesi poveri del mondo, li avete sfruttati, derubati, impestati e riempiti delle vostre guerre che si combattono con le vostre armi per le vostre ricchezze. E ora i popoli poveri del mondo riemergono dalla loro miseria e vi invadono.
E non potrete fermarli.

Avete rimosso i poveri delle vostre città. Li avete tassati, emarginati, inculturati, stressati, impoveriti. Avete rubato loro lo stato sociale, la salute, la scuola, il lavoro, la speranza. E ora i poveri delle vostre città riemergeranno nella forma più distruttiva e selvaggia, e bruceranno le vostre case, i vostri negozi, e saccheggeranno i vostri abiti di marca, i cellulari, i televisori al plasma...

Avete rimosso i vostri rifiuti. Li avete messi in discariche fatiscenti. Avete contaminato la terra, l'aria, i fiumi, il mare. E alla fine i vostri rifiuti si solleveranno come un tzusami mostruoso e vi divoreranno.

Avete sotterrato la giustizia, ucciso l'umanità, violentato la pace. E i frutti mostruosi di quello che avete seminato si alzeranno contro di voi e vi uccideranno.

Tutto quello che succederà sarà inevitabile perché avete lavorato solo a seminare il male e raccoglierete l’inferno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!!

Paolo V 19.07.17 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Prima di ogni ulteriore valutazione date un'occhiata agli investimenti cinesi in africa sin dal 2010. Miliardi di dollari che non hanno diminuito la povertà ma incrementato la ricchezza dei vari dittatori che svendono le ricchezze del proprio paese. Dovremmo insegnare a quei profughi come riconquistare la dignità di cittadini a casa loro, a praticare la democrazia e respingere il neo-colonialismo così invasivo da parte della Cina.

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ci si informa si intuisce che l'immigrazione c'è da tanti anni, anche se non così intensa.
Era presente negli anni 90 al tempo del primo Dublino. Si scopre che l'Italia in anni passati, ha acquistato due navi su misura per i salvataggi dei naufraghi del mare, curioso no?
L'Italia che fa costruire navi per il trasporto di persone raccattate in mare. Poi si scopre che le ong telefonano a Roma per ottenere il permesso di sbarcare i migranti. Si scopre che, con Triton il numero dei morti è aumentato paurosamente, anche se la raccolta non avviene più nel canale di Sicilia. Quindi Triton non è stato firmato per eliminare i morti.
Leggiamo che Triton non è un documento segreto ma pare che nessuno sia riuscito a vederlo e leggere chi lo ha firmato.
Onorevole Ferrara, se lo faccia dare e pubblicatelo, lo vogliamo vedere.

Rosa 19.07.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Le ruspe nella terra dei fuochi che scavavano erano della Forestale ... perché credete sia stata abolito il corpo forestale?

A 2 metri sotto lattughe e pomodori c'era il suicidio indifferenziato di Napoli e del Sud
A 5 metri i fusti chimici delle aziende industriali del centro e del nord
A 12 metri i bidoni radioattivi delle centrali atomiche italiane e straniere ...

Con il pm che indagava minacciato di strani incidenti stradali
E infatti e' morto uscito in una diritta ...
Con il pentito Schiavone che aveva indicato i siti in cui scavare , guarda caso deceduto in ospedale per infarto ...

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.07.17 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.newspedia.it/ultimi-sondaggi-politici-elettorali-dati-scioccanti-renzi-al-tramonto-grillo-leader-piu-amato/

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 19.07.17 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Sapete quante associazioni oltre a sportelli dedicati ai servizi per immigrati ci sono in Italia?

E avete mai provato a far valere un vostro diritto gratuitamente?

Oppure a contestare una multa?

O a chiedere un intervento chiamando il numero unico?

Vi siete mai relazionati con la P.A e con i loro meccanismi?

Siete mai stati dentro una sede inps?

Siete mai stati in un pronto soccorso?

Avete mai fatto una domanda a sostegno del reddito in un caf?

Avete mai fatto la domanda per il nido dei vostri figli?

Avete provato a chiamare per dire che non avete la tv e non volete pagare il canone?

Avete provato a non fare il precompilato ma consegnare tutta la documentazione?

Ma di cosa stiamo parlando.....

leo c., roma Commentatore certificato 19.07.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre a tutto quello che ho letto, scritto dai vari partecipanti al blog, penso vi sia da tener conto anche del futuro. Ogni anno migrano dal nostro paese migliaia di giovani diplomati/laureati, per la preparazione dei quali la collettività ha "speso" miliardi, costretti dall'asfittico mercato del lavoro italiano a cercare un futuro altrove. Gli ultimi governi non si sono mai preoccupati più di tanto di questo effettivo impoverimento della nazione, manifestando in alcuni casi quasi disprezzo per i nostri giovani (vedi dichiarazioni di Poletti...). Al loro posto importiamo, accogliendoli con grande disponibilità, signori semi analfabeti nella gran parte dei casi, inadatti ad un mondo del lavoro che si sta evolvendo in maniera significativa (automazione, tecnologie sofisticate, ecc...). Ora, per chi ha vissuto l'introduzione dell'informatica nelle aziende, processo che ha falcidiato intere categorie anche impiegatizie, diventa difficile immaginare un futuro lavorativo per chi arriva nel notro paese: varie dichiarazioni/interviste ad analisti indicano che nel breve milioni di posti -lavoro scarsamente qualificati potrebbero sparire grazie all'automazione dei processi produttivi: come si pensa di garantire un futuro a tutte queste persone, che probabilmente, se si avverano le previsioni, non lavoreranno mai? Come si può limitarsi ad analizzare il problema dell'accoglienza senza ragionare su un progetto a lungo termine? A che cosa serve una classe dirigente, lautamente pagata, che parla sempre senza riflettere sulle ripercussioni che l'attuale atteggiamento avrà sulle future generazioni?

GLAUCO GASTALDI 19.07.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i paesi del mondo per stare e vivere meglio si sono dati delle regole, hanno lavorato, si sono sacrificati nel tempo fino a raggiungere un buon livello di vita. Non vedo per quale motivo ci si debba sacrificare ulteriormente per distribuire aiuti a chi per incapacità individuale, per mancanza di volontà e di voglia non è riuscito. Soltanto nel caso di dimostrata impossibilità culturale e mentale a progredire,penso si possa intervenire con insegnamenti appropriati.Qui vale il concetto " Scuola"......Asilo,elementari,medie,superiori ed università da affrontare nei loro paesi di origine. Mai e poi mai permettere di invadere paesi più sviluppati per passare direttamente da una completa ignoranza all'Università. Ne sortirebbe l'effetto contrario( a meno che non ci sia qualcuno che ci specula e guadagna sopra). Sul concetto " aiutare coloro che fuggono dal proprio paese" ci sarebbe molto da discutere. Sempre con interventi mirati, va verificato per quale motivo fuggono( non venissero a dire....per le guerre in atto, quando in effetti si tratta solo di menarsi con machete e frecce) e sempre nei loro paesi risolto con appropriati insegnamenti ed interventi.

fernando bevilacqua 19.07.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio clandestini che servono solo a rimpinguare le tasche dei politici e dei loro sodali delinquenti. Basta.. non esiste alcun obbligo di accoglienza per questa gente che, data l'eta, farebbe bene a darsi da fare a casa propria. E' vergognoso che i politicanti nostrani si preoccupino della poverta' in Africa e ignorino i poveri italiani che non hanno diritto a casa e cibo gratis. BASTA e' una vergogna

undefined 19.07.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Scrive colui che ha predetto fin dagli albori del blog, come sarebbe andata a finire e non mi sono sbagliato di una sola sillaba. Mi avete dato del razzista e me lo sono tenuto caro caro questo aggettivo.
Vi ho detto e vi confermo che sono credente.
Per l'Immenso, per l'Inconcepibile siamo tutti fratelli e cosi è.
Fate leggi, fate quello che volete ma ricordatevi, di questo.
Il sangue versato nel deserto, il sangue versato nel mare, il sangue versato in Italia dagli immigrati, ai politici organizzatori della merce umana, sarà richiesto conto non da noi ma da Lui.
Proponiamo leggi che tengano conto che nessuno dei nostri fratelli, e figli e mamme sui gommoni debba morire in mare o nel deserto e ne per mano dei carnefici della merce umana.

Propongo non un visto temporaneo ma una svista continua dei nostri addetti alle commissioni.... per me sono tutti profughi di guerra, di qualsiasi guerra si sta svolgendo ora nel mondo.
Diamogli il visto a tutti e basta.
Se poi chiudono le frontiere, li armiamo per far valere il loro visto contro i gendarmi alle frontiere.

Se questa è l'Europa Unita, io non ci voglio stare con gli eredi di Hitler.

caio tizio, napoli Commentatore certificato 19.07.17 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

_____

.....ha detto che lasciava la politica ma non ha mantenuto la parola...

guarda il video da 1 min e 20 sec

Renzi sei un buffone
http://www.repubblica.it/politica/2016/01/12/news/matteo_renzi_intervista_a_repubblica_tv-131080840/


L'Italia è stata riempita di cacca e ora ci nuotiamo dentro......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Allora,io ti prendo,ti salvo,ti accudisco,i tuoi figli studiano e crescono meglio di tanti altri,hai opportunità maggiori di tanti altri,e mentre tu rinasci battezzato in acque da noi presidiate noi siamo vessati da tasse spropositate,bollette dove le voci dei servizi superano di gran lunga il consumo,vecchie multe e a volte ingiuste che ci perseguitano,aumenti continui,destabilizzati a tal punto che il citofono diventa un nemico da cui ci si deve nascondere,dove il caffè al bar è diventato un lusso,mentre tu al bar ci passi le giornate Viviamo come nel film "intime" e quindi scusatemi se mi rode un pò il culo quando si parla di missioni triton etc et.....

leo c., roma Commentatore certificato 19.07.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


La vacanza extra-lusso di Napolitano con l'aereo di Stato
Per l'ex presidente volo blu e scorta rinforzata. Soggiornerà tre settimane nella suite di punta di un albergo con spa

Vacanze extra lusso per il Presidente emerito della Repubblica Napolitano. Per la quinta volta consecutiva è Sesto Pusteria, nelle Dolomiti, la meta scelta da Re Giorgio per l'ambito riposo. Con lui la moglie Clio e la solita lunga coda di scorta, rinforzata per l'occasione con agenti messi a disposizione dalla Questura di Bolzano per la sicurezza della coppia all'interno e all'esterno dell'albergo a 4 stelle superior "Bad Moos", tra le cento migliori Spa d'Italia.

Ma come ci è arrivato domenica mattina a Bolzano Re Giorgio? Non con il treno alta velocità Freccia Argento, a bordo del quale ha invece viaggiato una parte della scorta partita da Termini alle 9,45, bensì con il trireattore "Falcon 900" del trentunesimo stormo dell' Aeronautica Militare, partito alle 9,30 da Ciampino con cinque uomini della scorta a bordo insieme a Re Giorgio e consorte. All'arrivo a Bolzano lo hanno atteso due macchine: due agenti sono saliti sulla Volkswagen Phaeton grigia (oltre 100mila euro il valore) insieme a lui e alla moglie, gli altri tre nella seconda auto, entrambe dirette all'hotel. Protetto da due carabinieri h24 (otto in tutto considerati i turni) e da tre poliziotti di San Candido, con doppio turno dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20, la sua tutela è garantita...

******

Ha paura delle Nuove BR?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Rai, i pm si prendono i contratti di Fabio Fazio
Indagini anche sui compensi extra-tetto elargiti fino al 2015 a una trentina di giornalisti e dirigenti

Mentre la Procura della Corte dei conti del Lazio ha chiesto alla Rai di inviargli la documentazione relativa al contratto di Fabio Fazio rinnovato alla stratosferica cifra di 70 milioni di euro, i pm contabili vanno avanti con le indagini relative ai compensi «extra-tetto» elargiti fino al 2015 a una trentina di dirigenti e giornalisti della tv di Stato. In entrambi i casi si indaga per danno erariale.

Il primo fascicolo, affidato al sostituto procuratore contabile Massimiliano Minerva, riguarda, appunto, il caso del conduttore della trasmissione «Che tempo che fa?». Tutto è partito dall' esposto che lo scorso 24 giugno il deputato Pd Michele Anzaldi, segretario della Vigilanza Rai, ha inviato alla magistratura contabile e all'Autorità Anticorruzione. «Il caso del rinnovo milionario del contratto di Fabio Fazio in Rai - si legge nella lettera - oltre ad alimentare perplessità e indignazione in termini di opportunità mo Fabio Fazio Tra le contestazioni anche quella dei diritti d' autore per una trasmissione che va in onda da 14 anni rale per un' azienda pagata per due terzi dal canone degli italiani, solleva gravi dubbi in ordine alla legittimità e al possibile danno erariale causato al servizio pubblico.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Avere la coda di paglia non è un buon segno.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 11:26| 
 |
Rispondi al commento

E poi,fintanto che saranno stanziati fondi a pioggia per finanziare coop e organismi vari che si occupano di clandestini, il fenomeno è destinato ad aumentare, non a regredire.

Gian A Commentatore certificato 19.07.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso che :
Dopo le prossime elezioni Politiche ...
Potranno cambiare i leaders,
ma il Governo della Troika rimarrà immutato ( PD con qualche altro Partito/Partiti ).
In Italia il governo Monti non è mai stato nei fatti dimissionato.

Si continueranno quindi ad elaborare artificiosi progetti legislativi circa una possibile legge elettorale che garantisca maggioranze compatibili con i Poteri Forti della UE, con la Merkel e Macron.
Verranno varate ulteriori leggi "impopolari"(leggi: ANTI-Popolari ) in attuazione del processo " riformatore " imposto da "... ce lo chiede l'Europa ".
Riforme dissolutorie dello Stato in cambio di qualche elemosina di punto di flessibilità nei conti/debiti pubblici:
questa è la filosofia dominante dei governi succedutisi in Italia da oltre 20 anni.
(l'unica via di salvezza è : Via da questa/o EUROpa delle Banke )

Con la crisi migratoria in atto,
e con una Italia rimasta isolata e costantemente umiliata in Europa,
il governo vuole imporre la legge dello jus soli, millantata come una norma di civiltà.

Tale riforma comporterebbe l’acquisizione della cittadinanza italiana da parte di 900.000/1.000.000 immigrati extracomunitari, che con ogni probabilità (dato che gli immigrati non voterebbero certo per Salvini), costituirebbero un bacino elettorale garantito per un PD in crisi di consensi ( più i soliti brogli elettorali pro-PD , tipo ad es. : Voti dall'Estero , schede bianche , ecc. , ecc. ) .

Lino V. Commentatore certificato 19.07.17 11:17| 
 |
Rispondi al commento

è un problema storico , non esiste la "" soluzione unica "" sicuramente il problema va affrontato percorrendo varie strade e cercando le soluzioni migliori , ad esempio la differenziazione della tipologia di immigranti , l'accoglienza per scopi umanitari , l'aiuto allo sviluppo nei loro paesi tramite programmi strutturati, ecc... il tutto dovrebbe avere due linee guida principali : il fattore umano della fratellanza e pace fra i popoli che ci indurrebbe ad aiutare i più deboli nel momento del bisogno, pensando che un giorno potrebbe capitare anche a noi ( nella storia è già successo ) e il secondo è il problema economico , aiutare una popolazione afflitta da vari problemi , se fatto in modo intelligente potrebbe portare anche profitto ,e non agli scafisti o alle organizzazioni di accoglienza ,ma alla nazione ricca che aiutando lo sviluppo di quella più povera o in difficoltà ne promuova lo sviluppo e interscambi beni e servizi , aumentando di fatto il commercio e tuuto quello che comporta.

angelo miccinilli Commentatore certificato 19.07.17 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4 Per i migranti economici si dovrebbe fare come fa l'Australia che ogni anno stabilisce di quali e quanti lavoratori ha bisogno. In africa ci sono ambasciate e consolati, facciamo domanda lì e si prendano con i canali regolari. Tutti gli altri, clandestini, vanno presi e rispediti indietro; in questo momento propongo che si obblighino le ONG che ce li hanno portati e non avevano diritto, a ricaricarli a bordo e riportarseli via. Se loro sono buoni ed io no, mi sta bene, li mantenessero loro chiedendo l'elemosina via internet (magari mettendo la foto del barcone e non del povero bambinello che sta morendo di fame e sete e al quale stanno riducendo gli alimenti per darli a questi finti rifugiati. E se gli Stati d'origine non se li riprendono, allora c'è materia per l'ONU e la Nato. A proposito, ho sentito qualcosa del Regolamento delle Ong. E' quanto di più ovvio e stupido si possa fare, non ha nessun senso se non quello di continuare a fargli fare da traghetto.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 19.07.17 11:15| 
 |
Rispondi al commento

La mamma dei comunisti è sempre incinta...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che chiunque sia d'accordo con quello che avete scritto sul problema dell' immigrazione ma non accennate minimamente alle AZIONI CONCRETE con le quali intendete attuare tutto ciò.

Olivia Bonifacio 19.07.17 11:12| 
 |
Rispondi al commento

3 E qui scatta il vero razzismo: non esiste al di là dell'Italia un posto dove il "migrante" non rischia di essere torturato e perseguitato, non importa che la Libia sotto Gheddafi era anche Presidente della società dei diritti umani, non importa che tutte le nazioni iscritte all'ONU hanno accettato e controfirmato tanti accordi come l'Italia, no; loro sono africani, noi siamo gli unici al mondo che garantiamo. L'Europa viene chiamata per avere altri soldi, visto che il budget italiano comincia a fare incazzare la gente. 130 milioni per gli asili nido e quattro miliardi e mezzo per la "accoglienza"? E allora si cercano dall'Europa, che fa bene a rifiutare ed incazzarsi. Tutti i finti ragionamenti vanno bene purché ruotino attorno al punto fisso che è il Teorema di Carminati. A questo punto cosa fare? Smetterla con gli slogan, non è vero che non si possono bloccare. La Marina Italiana faccia la Marina Italiana, e pattugli le nostre coste: non credo che l'obbligo di difendere le nostre frontiere, anche con le armi, sia stato abolito. Se capta segnali di soccorso è padronissima di andare a "salvare" chi sta male ed aiutarli a tornare a poche miglia da dove sono partiti. Non esiste che io vado a casa di qualcuno, gli dico che mi deve dare un milione di euri e quello si deve mettere a discutere se a rate, come e quando; credo che mi manderebbe a quel paese. L'Italia ha i suoi problemi non può occuparsi di quelli di mezzo mondo: quest'anno dice l'ONU che sono morti almeno cinque milioni di bambini per problemi legati all'acqua, non gliene frega niente a nessuno? Chiedete a quelli di Medecins sans frontieres quanti sono costretti ad abbandonare perché materialmente non ce la possono fare. Invece le Ong o gli Stati, nei posti dove si combatte, devono selezionare chi e come mandare altrove, anche in Italia, la gente che veramente merita. Io credo che in questo caso la generosità degli italiani sarebbe immensa.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 19.07.17 11:07| 
 |
Rispondi al commento

L'ex premier all'attacco: "Papà operato al cuore dopo l'inchiesta Consip"

Il segretario dem: "Voglio la verità, se qualcuno ha creato prove false andremo fino in fondo"

*************

Chi è causa del suo mal pianga se stesso....

Il babbo nazionale, fra poco, sarà accostato al caso Tortora.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Alfano dopo avere stipulato insieme alla "Menzogna vivente" accordi sugli immigrati con i paesi dell' unione europea fino al 2022 e dopo averci asservito ai voleri dell'Europa per qualche euro in piu' spendibile solo per fini politico clientelari, ora si avvicina sempre piu' da grande "statista" nella palude torbida del "Caimano",cercando consensi e nascondendo l'indole viscida, la sua insaziabile sete di potere non sotto la bandiera a strisce delle patrie galere ma sotto il rispolverato grande centro destra. Paolo (Palermo)

PAOLO CARUSO 19.07.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento

L'immigrazione ormai fuori controllo mi sembra sia da affrontare con chiarezza e fermezza, con decisione e senza spazi all'ottica Ue pronta a bacchettarci per qualunque cosa e lasciare le patate bollenti all'Italia, al di là di presunti o meno accordi sottobanco.

Questo anche per una nota di serietà e sovranità nella difesa dei confini. Così proprio non va.
Gli sbarchi zero è obiettivo alla portata, ma la strada per arrivarci non è chiara e tantomeno facile, con gli attuali presupposti.

Invece ieri abbiamo sentito un alto grado di carica politica (non eletta da nessuno) dire che lo ius soli "va approvato in questa legislatura", come dire: ecco un altro buon motivo per alimentare immigrazione incontrollata in Italia".
L'Italia non è di qualcuno, ma è nostra. E non lo decide una o due persone chi è italiano. Lo decidono i cittadini. Senza più dover sentire la solfa delle pensioni pagate da altri: la mia pensione, come altri, me la sto pagando io. Se non ci saranno soldi, è perchè se li sono mangiati. ma d'latra parte, l'Inps deve pagare: bonus bebeà, cassa integrazione, disoccupazione, stipendi e tfr di aziende fallite... e all'ultimo, forse, anche le pensioni...
Senza contare che poi un cittadino italiano è anche cittadino Ue.

Spiace dirlo, ma la Lega, con Salvini che occupa spazi televisivi a raffica, dice "no" ai clandestini. Lo dice apertamente, sappiamo essere uno slogan ma è efficace. Non hanno risolto per nulla il fenomeno quando erano alla maggioranza, ma la gente lo dimentica e crede a ciò che dicono/promettono oggi.

Gian A Commentatore certificato 19.07.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Siccome leggo insinuazioni pesanti e domande senza senso, ripropongo il video di Toninelli che risponde benissimo (e ce ne fossero tanti in Italia come lui!)
https://www.youtube.com/watch?v=xT7zXYfNLp0

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.07.17 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ora che i buoi sono scappati dalla stalla ci si ostina a chiedersi il perché? Non c'è da fare nessuna modifica alle leggi che già esistono. Solo la loro applicazione. Macron ha già detto a CHIARE LETTERE che si tratta di un problema politico Italiano verso i cosiddetti MIGRANTI ECONOMICI (LA QUASI TOTALITA') il quale la Francia non intende nemmeno prenderlo in considerazione. Inutile spendere denari in hot spot, centri di raccolta, commissioni perché questi non faranno altro che certificare centinaia di migliaia DI NON AVENTI DIRITTO e conseguenti DECRETI DI ESPULSIONE.
Occorre solo dire BASTA e i mezzi già ci sono oltre le naturali barriere che Dio, nella sua infinita sapienza, creò.
Uscite dalla ipocrisia assumetevi le responsabilità di decidere O TUTTI O NESSUNO e riceverete consensi, se ne avete il coraggio politico.

Flavio Rivabella 19.07.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento

2 A questo punto parliamo di Leggi. Intanto non dovrebbero valere solo per l'Italia. Poi è vero che esiste il diritto di asilo, ma va applicato correttamente. Io non avrei problemi e credo nessun italiano se una famiglia venisse presa da Raqqa o dalla Siria. Fuggono dalle persecuzioni e dai pericoli; e chi lo dice, loro? Perché non hanno i documenti o si rifiutano di dare le impronte? Su che base si decide che uno fugge dalla guerra? Tutti questi ragazzoni, bene armati, potrebbero prendere una nazione senza problemi. E fuggono dalla guerra lasciando le famiglie a casa? E se Boko Haram in un angolo remoto della Nigeria fa casino, perché non se ne vanno altrove in Nigeria, nazione che ha tutto da ricostruire, Pil in aumento e politici meglio dei nostri? Se in Sicilia c'è terrorismo un Valdostano ha diritto di andare a farsi mantenere gratis per anni a Stoccolma, incazzandosi pure se il pesce non è fresco o bloccando le strade perché vuole essere regolarizzato ed avere diritti che non ha il cittadino che lo ospita? Quale regolamento di Dublino? Basta che uno non vuole e non gli si prendono le impronte, ecco che il regolamento non esiste. Bombardare i barconi? Basta mettere una donna su ogni barcone e la più grossa portaerei americana è neutralizzata. Non esiste nessun obbligo internazionale di soccorso, perfino lo Stato di necessità in Italia non vale se te lo sei procurato. Qui non c'è una persona che, messasi in mare, ad un certo punto ha dei problemi e chiede soccorso. Qui ci sono migliaia di persone che si mettono in un gommone, fanno dieci miglia e poi chiamano col satellitare di andarli a prendere. Dov'è l'emergenza? Non gliene frega niente alla nazione dove si trova (la Libia se li va a riprendere, talora, quindi non stavano a morire), non interessa alle nazioni di partenza, l'unica che ha le leggi internazionali è il ladro italiano che finge di applicare leggi internazionali solo perché ci guadagna.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 19.07.17 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi auguro che comunque vengano duramente sanzionati i protagonisti malefici di questa vicenda, in primis l ebete di firenze, il mafioso di arcore (compreso il suo cane siciliano con il fratello postino..). Per quanto mi riguarda li manderei al rogo (senza ironia)

Stefano 19.07.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i grillini che erano pro immigrazione senza se e senza ma, cosa fanno a questo punto? Lasciano il Movimento, ne fondano uno tutto suo per favorire l'immigrazione?

Il M5S è diventato razzista e xenofobo e filo legaiolo?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1 Anzitutto evitiamo luoghi comuni che non se ne può più. Incapacità della classe politica? Sono capacissimi, invece, soprattutto a cavar sangue dalle rape, ogni settimana che passa intascano soldi a tutta forza (v. Carminati) tramite coop o prestanomi. Chiariamo cosa sono questi sedicenti minori, che non hanno documenti e ai quali insegnano (le ONG) a dire che sono minorenni anche quando hanno trent'anni. In ogni caso un sedicenne alto uno e ottanta dalle parti sue non è considerato un "Minore". Quei pochissimi piccoli li fanno vedere per mistificare, ma sui barconi si vede tutt'altro. Le cause che li spingono non le modificherà neanche il Padreterno, visto che è Lui che ha stabilito che la gente cerca sempre il meglio , raramente cerca di peggiorare. Anni fa beccarono un'organizzazione che dal Marocco li faceva venire in Italia per andare in galera due o tre anni, perché gli conveniva. E non è vero che non vogliono abbandonare le loro comunità, dove uno non ha nulla non ha problemi ad andarsene, qui c'è il Bengodi, glielo dicono in tutte le salse, anche se paesi come il Niger ed altri fanno campagne per non farli emigrare. Non vendere armi? Qualcuno ha già risposto ed anch'io altrove. In Africa il primo obbligo è sopravvivere e le armi servono. Sfruttamento? Cooperazione? In Africa di cooperanti ce ne sono a tonnellate, in genere strapagati. Mi diceva un Sant'uomo: "Smettiamola di aiutarli che starebbero molto meglio da soli". Ma qui scatta il vero razzismo, noi siamo quelli bravi e buoni, loro sono negri (sto parlando di loro, per chi mi accusa che i migranti sono anche altri, ma io conosco questi), dobbiamo spiegare loro cosa e come fare, quando sono molto più capaci e meno scemi di quello che crediamo. Aiutarli in casa loro (ammesso e concesso che lo vogliano veramente e che si possa fare decentemente) è un'altra sciocchezza. L'Italia o chi per Lei è in grado di mettere un miliardo di persone in condizioni che non vogliano andare a stare meglio con poca spesa?

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 19.07.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento

*****
Finalmente blog sull'immigrazione ma con tante chiacchiere, le solite considerazioni che si sentono da mesi, proposte reali nessuna. Va benissimo discutere ma nel frattempo blocchiamo l'immigrazione con blocco navale, non mi si dica che non si può tecnicamente fare, semplicemente si respingono i barconi verso la vicina Libia,dopo due giorni di respingimenti non partirà più nessuno. Se l'italia fà il bòocco navale vedrete come la Spagna, la Francia e altri stati si allarmano subito. Se l'italia continua ad accettare i clandestini le chiacchiere e la solidarietà dell'europa continueranno per anni tanto c'è chi li prende e se li tiene.

Spero arrivi presto un blog sulla povertà degli italiani. Secondo me sono molti di più di 12 milioni in quanto una coppia di giovani con lavoro precario a 1200€ mensili possono vivere decorosamente e pensare a formare una famiglia con figlio? Secondo l'Istat per vivere decorosamente una famiglia formata da tre persone ha bisogno di oltre 2000€ mensili, dato non recente, l'attuale non lo conosco perchè manco più lo dicono, e quindi come si possono tollerare spese enormi di denaro dei contribuenti date ad altri popoli, tolte al popolo italiano tanto da portarlo alla soglia della povertà? Credo che lo slogan " prima gli italiani " toglierà e porterà molti voti ad alcuni partiti o movimenti. Vorrei vedere dei blog quasi " chirurgici " nel senso di: problema - cause - soluzioni - agire con determinazione. Purtroppo nel paese della dialettica e discussioni all'infinito questa è pura illusione.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 19.07.17 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Laura, mi dispiace doverti contraddire ma il Tuo intervento contiene alcune imprecisioni, non nel merito ma nello scopo. Sostieni che l'eventuale dibattito che si svilupperà su questo blog servirà ad approfondire meglio l'argomento e rendere più consapevole il nostro voto, ma come Tu ben sai nulla di quanto viene scritto è poi entrato in qualche votazione o discussione. Per quanto riguarda poi la formazione di un "presunto" indirizzo politico, l'affermazione è completamente gratuita. Sai benissimo che saremo chiamati a votare solo sulla base delle idee espresse dagli "esperti" e si tratterà di una indagine più di marketing che politica. Anche nel tuo intervento traspare chiaramente la ricerca dell'aspetto tecnico rispetto alla questione politica, altrimenti avresti fatto almeno una riflessione sul perché non ci sono flussi migratori da quelle nazioni che sono oggetto di investimenti da parte della Cina. Forse un buon proposito politico potrebbe essere quello di "rivedere" completamente la nostra politica e quella europea sul modo con cui vengono "estratte" risorse dai paesi africani. L'embargo sulle armi è solo una cosa che fa molto "fighi" ma che nella pratica è assolutamente in'utile o inconcludente; vietare la vendita "diretta" non esclude la triangolazione e sopratutto quando questo tipo di fornitura è parte integrante di accordi commerciali per l'approvvigionamento di fonti energetiche. Come vedi in estrema sintesi è più utile una politica energetica che ci affranchi dalle fonti fossili che i tecnicismi, pur necessari per risolvere il problema contingente. Purtroppo il nostro programma energetico è stato formulato in modo da non essere in grado di raggiungere il suo obiettivo prima del 2030, anno in cui il problema sarà risolto alla fonte per mancanza di fonti.

Giovanni Velato, Roma Commentatore certificato 19.07.17 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toninelli ieri a La7 ha fatto un bel discorso sui migranti e ius soli, ma avrebbe dovuto essere convincente anche sull'euro. Alla domanda sull'uscita dalla moneta unica, sembrava incerto, titubante. Deve capire che riacquistare l'indipendenza, la nostra sovranità monetaria ma anche legislativa, territoriale, economica etc è ciò che vuole la maggior parte degli italiani.

Zampano . Commentatore certificato 19.07.17 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori