Il Blog delle Stelle
Il Reddito di Cittadinanza in Italia come in Europa: il 20 maggio tutti a Perugia!

Il Reddito di Cittadinanza in Italia come in Europa: il 20 maggio tutti a Perugia!

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 24

di Ignazio Corrao e Fabio Massimo Castaldo

Per una famiglia olandese il reddito di cittadinanza arriva a 1.400 euro al mese. In Irlanda e Romania il reddito di cittadinanza è a tempo indeterminato, fino a quando il cittadino non trova lavoro. In Estonia la legge impone al Parlamento nazionale di adeguare tutti gli anni il reddito di cittadinanza al costo della vita. In Finlandia il bonus raddoppia per le famiglie. In Lituania oltre all'assegno, lo Stato rimborsa anche le spese per il riscaldamento. In Francia chi lo contrae deve sottoscrivere un patto d'onore e cooperare con i servizi sociali. In Danimarca il reddito di cittadinanza è esteso anche agli under 30 che vivono con i loro genitori. Adesso sapete cosa dovete rispondere quando vi dicono che non si può fare! Il MoVimento 5 Stelle vuole il reddito di cittadinanza per gli italiani e il 20 maggio vi aspettiamo a Perugia per dimostrare ai partiti che hanno fallito!

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Mag 2017, 15:00 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 24


Tags: marcia per il reddito di cittadinanza, marcia perugia assisi, perugia assisi, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Ciao

Aiuto è il modo migliore per condividere il suo amore eterno, che è ciò che ci spinge a rendere disponibili prestiti rimborsabili da 500 a 1.000.000 EURO e anche più; in termini molto semplici a tutte le persone che possono rimborsare indipendentemente dalla razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra individui di tutti i tipi. Offro prestiti a breve, medio e lungo termine in collaborazione con il Ministero delle finanze e dell'economia e un periodo di rimborso a prezzi accessibili. I trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della traduzione. Per tutte le vostre richieste. proposte rispetto con le tariffe e le procedure dei pagamenti.
. Per ulteriori informazioni si prega di contattare
da e-mail:infos@cibanque.com

Numero WhatsApp: + 330644146852

FRANCK dencil, rome Commentatore certificato 10.05.17 09:52| 
 |
Rispondi al commento

si potrebbe creare una moneta virtuale statale con lo stesso valore dell'euro, gestito dalla banca centrale, per sostenere il reddito di cittadinanza e/o il reddito universale... magari all'inizio pagare il 50% in euro ed il restante 50% con la moneta virtuale statale... cosi' la manovra costerebbe la meta'...
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin//mt-add-subscription.cgi?__mode=confirm&id=377387&magic2=92wldDrL7JrGE&blog_id=5&_redirect=http%3A%2F%2F__URLSTART__http://www.beppegrillo.it%2Fconferma.php

Daniele S. Commentatore certificato 09.05.17 13:06| 
 |
Rispondi al commento

L'Olanda è un paese ricco con uno Stato che funziona.
Perchè accostare esempi così lontani da noi?

gina alba, altamura Commentatore certificato 08.05.17 17:56| 
 |
Rispondi al commento

IL REDDITO DI CITTADINANZA VA BENE, MA AL GRIDO: "COMPRIAMO ITALIANO" !!!
INIZIANDO DAGLI AUTOMEZZI, PARI A 40.000.000 PER 5-6.000 MILIARDI DI EURO
BUTTATI ALL'ESTERO !!!
PARI A 200 ANNI DI FINANZIARIE, ECC. !!!
LA REALTA' ODIERNA DIPENDE DA QUESTO !!!

Franco Della Rosa 08.05.17 13:53| 
 |
Rispondi al commento

REDDITO DI CITTADINANZA NON E' ELEMOSINA AI POVERI MA AIUTA I CITTADINI A REINSERIMENTO NEL MONDO DI LAVORO

Il Parlamento europeo, nella sua risoluzione concernente la lotta contro la povertà nella Comunità europea, ha auspicato l'introduzione in tutti gli Stati membri di un reddito minimo garantito, inteso quale fattore d'inserimento nella società dei cittadini;

Il Comitato economico e sociale, nel suo parere del 12 luglio 1989 in merito alla povertà, ha anch'esso raccomandato l'introduzione di un minimo sociale, concepito ad un tempo come rete di sicurezza per coloro che sono fuori dal mercato di lavoro e strumento del loro reinserimento sociale.

REDDITO DI CITTADINANZA NON E' PROPAGANDA ELETTORALE E' UNA NECESSITÀ DI CRESCITA' PER IL PAESE

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 07.05.17 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signora e Signore
Per il vostro prestito di differenza tra assistenza e soluzione di finanziamento del progetto è dove il Signore ha Invia Lady Josina grazie alla sua buona fede lei offre prestiti di 5000 euro a 700.000 euro per qualsiasi persona seria nel bisogno e con un tasso del 2% in collaborazione con banche internazionali continentale credito reciproco
Contattare prestitobancario2017@gmail.com

rodriguez nartin Commentatore certificato 07.05.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

la classe politica è tutta da mandare a casa sono tutte delle sanguisughe che hanno impoverito la nostra bella Italia, dovevano dimezzare i parlamentari e non l 'hanno fatto, dovevano dimezzarsi lo stipendio e non l'hanno fatto e sono ancora tutti lì a fare i loro interessi, a votare non possiamo andare finchè non finisce la legislatura così ci saranno altri costosi vitalizi da pagare è una vergogna....!!!! solo una rivoluzione ci potrà salvare, ma il popolo italiano evidentemente stà troppo bene per farla , a questo punto spero solo nei 5 stelle , siete rimasti la nostra ultima speranza per i tanti disoccupati come me che fanno fatica a tirare avanti .

giancarlo mellerio 07.05.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

VA BENE, MA AL GRIDO: "COMPRIAMO ITALIANO" !!!
INIZIANDO DAGLI AUTOMEZZI, PARI A 40.000.000 PER 5-6.000 MILIARDI DI EURO
BUTTATI ALL'ESTERO !!!
PARI A 200 ANNI DI FINANZIARIE, ECC. !!!
LA REALTA' ODIERNA DIPENDE DA QUESTO !!!

Franco Della Rosa 07.05.17 10:54| 
 |
Rispondi al commento


Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la
signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...
prestitobancario2017@gmail.com

guissipi fazo Commentatore certificato 07.05.17 03:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la
signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un

guissipi fazo Commentatore certificato 07.05.17 03:47| 
 |
Rispondi al commento

Proporrei di approfondire realmente i risultati che si otterrebbero con il reddito di cittadinanza, il quale ritengo si rivelerebbe solo un mero aiuto temporaneo, senza ottenere dei risultati concreti a lungo termine, e indurrebbero i più “debosciati” a vivere nel dolce far nulla o “arrotondare” col lavoro nero. Soprattutto in Italia, in una fase storica in cui il lavoro non c’è per nessuno, visto l’alto costo del lavoro
O dovrebbe durare al massimo sei mesi. Il tempo di utilizzare il più efficace “REDDITO DI DISOCCUPAZIONE”
Il reddito di disoccupazione, invece, potrebbe essere una grande occasione per creare lavoro vero e non diventare un mero ammortizzatore sociale (usato inoltre come scambio di voti) a condizione che sia dato come reddito di disoccupazione con un bonus, non in contanti, a chi ne avrebbe diritto, bonus da poter spendere presso qualsiasi impresa, micro impresa, artigiano, società di servizi o commercianti.
Mi spiego: Posto che ogni cittadino senza lavoro abbia il bonus di 700/800 euro al mese e che questi si rivolga ad un’impresa che abbia fra le proprie qualifiche le attitudini o le aspirazioni proprie del soggetto beneficiato. Questi, offrirebbe tale bonus all’impresa a fronte di un contratto di lavoro di almeno tre anni, consentendo quindi all’azienda un provvidenziale abbattimento del costo del lavoro. Di contro, otterrebbe la possibilità di qualificarsi secondo le proprie aspirazioni, ottenendo dall’impresa uno stipendio sindacale con pagamento degli oneri sociali, solo sulla differenza in busta paga.
Risultato: dopo tre anni il beneficiato avrebbe, non solo conseguito sul campo una qualifica spendibile sul mercato del lavoro, ma avrebbe consentito, alla stessa impresa, la potenziale possibilità di assunzione a tempo indeterminato dei migliori soggetti qualificati.
Quest’idea scaturisce da un’analisi sul campo, che vede in grave crisi le PMI per l’alto costo del lavoro, in una fase storica di concorrenza sleale dei Paesi extraeuropei

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 07.05.17 03:01| 
 |
Rispondi al commento

Il disegno di legge al momento presentato al Senato ( https://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/DF/308596.pdf ) è buono, ma dopo oltre 3 anni secondo me lo si potrebbe modificare per renderlo UN POTENTISSIMO MEZZO DI RIVOLUZIONE ECONOMICA E SOCIALE, in particolare:
1) prevedere la decadenza dal beneficio per un certo periodo in caso di commissione di REATI e di recidive, anche se non puniti con la reclusione (contro persone, animali e patrimonio): SI RIDURREBBE LA COMMISSIONE DEI PICCOLI e MEDI REATI e l'onere di spesa della misura per soggetti immeritevoli
2) chiarire che, fino a concorrenza dei 780 euro (da rivalutare), esso ASSORBE ASSEGNI DIVORZILI E SIMILI, sollevando chi si trova schiacciato con bassi redditi da tali oneri
3) incrementare le ore di LAVORO SOCIALE CONNESSO, onde ridurre gli abusi di lavoro nero, gratificare i beneficiari e la collettività che li sostiene, migliorare il pil nazionale (sottraendolo dalla voce 'spesa assistenziale'), rifinanziando in parte la misura (es. vendendo i proventi da attività quali taglio alberi da fiumi e torrenti, riparazioni edifici pubblici abbandonati ecc.)
4) consentire a chi lo desiderasse, di convertire l'erogazione mensile in una somma unica anticipata di 12 mesi per finanziare un progetto di nuova impresa (contro rinuncia al beneficio per i successivi 24 mesi)

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 06.05.17 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Completo il buon intervento di Giovanni Antonio (poco sotto) con l'articolo FONDAMENTALE in tema di diritto al lavoro in Costituzione: 'art.4) La Repubblica riconosce a TUTTI I CITTADINI IL DIRITTO AL LAVORO e promuove le condizioni che rendano EFFETTIVO questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.'
QUESTO ARTICOLO DIMOSTRA IL FALLIMENTO ANCHE DI BERSANI & CO che hanno scelto per il loro Movimento l'articolo più generico (articolo 1) e che, come al solito, non porta a nulla, con i nostri governanti 'tipo'. Non conta che la Repubblica sia 'fondata sul lavoro' ma che OGNI CITTADINO ABBIA DIRITTO AL LAVORO, si tratta di un DIRITTO SOGGETTIVO, INDIVIDUALE; si badi: non a corsi di formazione o a iscriversi in liste di collocamento, o a tirocini, ma AL LAVORO con la L maiuscola, ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA, altro discorso se poi questo lavoro venga rifiutato, perso volontariamente o altro.


Zero commenti, in pochi ci credono?
Il M5S ne parla da sempre, a me è noto da circa 4 anni e un paio di volte commentato.
Ribadisco che deve essere sostitutivo di ogni forma di assistenza e.g.: cassaintegrati in deroga.
La misura? Rimane ignoto il criterio di valorizzazione.
Ribadisco che deve essere commisurato alla ricchezza reale; ma anche gli stipendi e le pensioni dei dipendenti pubblici.
E' opportuno che dica che sono stato un dipendente pubblico, quello con i privilegi della casta militare e una attuale buona pensione che ripartisco tra figli ex coniuge e ... avvocati.
Scusate se la lingua batte dove il dente duole, ma vi informo che a vostra insaputa non siamo in uno Stato di diritto se l'inviolabilità del diritto alla difesa è violato anche dai giudici che si trincerano dietro agli art. 82 e 83 c.p.c..
Con sentenza giudice del Tribunale di Avezzano, nonché presidente e giudice Corte d'Appello di L'Aquila; nascondendo la testa dietro al dis-Ordine degli avvocati.
M5S ha tra le sue file molti avvocati; hanno esaminato il nuovo regolamento dell'Ordine? è quello di una corporazione: solidarietà ... per sempre.
Conoscono il CUP: Comitato fattispecie temporanea che diventa permanente, come il boiler dell'acqua potabile; il serbatoio dell'acqua potabile che diventa un boiler.
Sto sragionando, NO salvo che è inutile discutere di politica se manca lo Stato di diritto proprio nei Tribunali dove si deve tutelare il diritto, in primis l'inviolabilità del diritto alla difesa. Scusate ma l'ho detto che il dente batte dove la lingua duole.

Ezio D'Alessandro, Avezzano Commentatore certificato 06.05.17 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.”
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 23), 1948

L’Art 1 della Costituzione lo conoscete tutti, ma vorrei porre l’attenzione anche su questi:

Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Nell’attuale situazione socio/economica il Reddito di Cittadinanza va erogato SubitO alle fasce più deboli, in forte difficoltà ed esposte alla povertà:
pensionati “al minimo”, disoccupati, esodati.
Con una platea così ridotta sicuramente i soldi ci sono!! Ma occorre fare presto e non perdere altro tempo!
Progressivamente verrà esteso a tutti gli altri.

Un saluto a tutti.
Un Esodato Super Incazzato.

Giovanni Antonio 06.05.17 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Belgio, il reddito di cittadinanza esiste probabilmente già da 40anni, forse di più, da quando ero scolara (minimo)! Questo da sempre stimola i giovani ad andare a vivere da soli. Anche chi non vuole lavorare, ce l'ha, ma il suo conto in banca è sotto il controllo dello stato e egli avrà solo il minimo per vivere. Ma nessun giovane con figli non vuole lavorare e se il lavoro scarseggia, lo stato si prende cura delle famiglie. Le tasse sono alte, ma le politiche sociali massicce. Non rimane indietro nessuno. È.. si vota a 18, no 16.

Lucia K. Commentatore certificato 06.05.17 21:55| 
 |
Rispondi al commento

In Belgio, il reddito di cittadinanza esiste probabilmente già da 40anni, da quando ero scolara! Questo da sempre stimola i giovani di andare a vivere da soli. Anche chi non vuole lavorare, ce l'ha, ma il suo conto in banca è sotto controllo dello stato e egli avrà solo il minimo per vivere. Ma nessun giovane con figli non vuole lavorare e se il lavoro scarseggia, lo stato si prende cura delle famiglie.Le tasse sono alte, ma le politiche sociali massicce. Non rimane indietro nessuno. È.. si vota a 18, no 16.

Lucia K. Commentatore certificato 06.05.17 21:19| 
 |
Rispondi al commento

"In Danimarca il reddito di cittadinanza è esteso anche agli under 30 che vivono con i loro genitori."
E gli over 30 che vivono con i genitori?

Albert Consuli, Napoli Commentatore certificato 06.05.17 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zero commenti, non sarà che in pochi ci credono?

Pier W. Commentatore certificato 06.05.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori