Il Blog delle Stelle
Il Reddito di cittadinanza per restituire dignità

Il Reddito di cittadinanza per restituire dignità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 26

di Virginia Raggi

Tutelare i più deboli non è un optional, ma un obbligo. Le forme di assistenzialismo puro hanno fallito, dobbiamo pensare a qualcosa di nuovo. Il reddito di cittadinanza è tutto questo: aiuta i cittadini, infatti, a reinserirsi nel mondo del lavoro dopo un’attività di formazione e riqualificazione. Il reddito di cittadinanza serve per restituire dignità alle persone e reinserirle nel mondo del lavoro. Perché secondo l’articolo primo della Costituzione, l’Italia è ancora una Repubblica fondata sul lavoro. Tuteliamo i più deboli, perché nessuno deve rimanere indietro. Il 20 Maggio, vieni a Perugia a camminare con noi.

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Mag 2017, 10:30 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 26


Tags: m5s, perugia, raggi, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Questo messaggio si rivolge alla persona avente bisogno di prestito per affrontare le difficoltà finanziarie per uscire dal vicolo cieco che causano l'economia al giorno d'oggi. Siamo in grado di farvi prestiti in tutti i domini o che siate e con condizioni che vi faciliteranno la vita e un tasso annuale da partire dal 2%. se avete bisogno di prestito non esitate a contattarle per ulteriori informazioni sulle nostre condizioni.

Personale Mail: piombiipatrizia@gmail.com
Invia la nostra azienda loanprivate.invest@gmail.com
ecco il nostro numero di WhatsApp: +33755015299

Grazie e buona giornata.

Piombi 24.05.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro per gli individui che i caratteri della persona disperata si trovano in stato di bisogno per avviare queste attività. Stiamo anche cercando eventuali persone che sono alla ricerca per il prestito, sono stati derubati in una volta. Facciamo il prestito a tutti coloro senza non prendere nessuna tariffa in anticipo. Tutto questo è fatto in una croce e in modo trasparente totale con documenti di supporto che si può anche guardare i vostri avvocati prima di firmare. Se siete necessitante il prestito è possibile contattare il nostro Manager su questa mail: infos@cibanque.com

Qui il suo contatto Whatsapp: + 330644146852

FRANCK dencil, rome Commentatore certificato 19.05.17 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Partirono col golpe Monti - Letta ed era già abbastanza

poi un terzo golpe col Babbeo e molta ipocrisia

E fu al referendum che scoppiò il Babbeo Bomba

fra bugie e la mafia PD che arrivò in periferia.

E Bomba o non Bomba noi li caccerem da Roma, insieme a voi.

A Perugia poi ci sarà l'apoteosi
il sindaco, la banda e le bandiere pentastellate in mano

ci diranno: "La strada per Assisi è già stracolma e si fa fatica a marciare

ma sia ben chiaro che noi, noi siamo tutti con voi !".

E Bomba o non Bomba il M5S arriverà al governo a Roma, insieme a voi.

La gente ci ama e questo è l'importante

regoleremo il reddito di cittadinanza ma con nostre leggi vere

berremo poi del vino rosso nelle mani unite

e finalmente ci faranno governare.

E Bomba o non Bomba (Bomba o non Bomba) arriveremo al governo a Roma (a
Roma)

insieme a voi (insieme a voi)

insieme a voi

Insieme a voi

insieme a voi

insieme a voi...

Ci vediamo a Perugiaaa!!!

Aldo B. 18.05.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Proporrei di approfondire realmente i risultati che si otterrebbero con il reddito di cittadinanza, il quale ritengo si rivelerebbe solo un mero aiuto temporaneo, senza ottenere dei risultati concreti a lungo termine, e indurrebbero i più “debosciati” a vivere nel dolce far nulla o “arrotondare” col lavoro nero. Soprattutto in Italia, in una fase storica in cui il lavoro non c’è per nessuno, visto l’alto costo del lavoro, o dovrebbe durare al massimo sei mesi. Il tempo di utilizzare il più efficace “REDDITO DI DISOCCUPAZIONE”
Il reddito di disoccupazione, invece, potrebbe essere una grande occasione per creare lavoro vero e non diventare un mero ammortizzatore sociale (usato inoltre come scambio di voti) a condizione che sia dato come reddito di disoccupazione con un bonus, non in contanti, a chi ne ha diritto, bonus da poter spendere presso qualsiasi impresa, micro impresa, artigiano, società di servizi o commercianti vari.
Mi spiego: Posto che ogni cittadino senza lavoro abbia il bonus di 700/800 euro al mese e che questi si rivolga ad un’impresa che abbia fra le proprie qualifiche le attitudini o le aspirazioni proprie del soggetto beneficiato. Questi, offrirebbe tale bonus all’impresa a fronte di un contratto di lavoro di almeno tre anni, consentendo quindi all’azienda un provvidenziale abbattimento del costo del lavoro. Di contro, otterrebbe la possibilità di qualificarsi secondo le proprie aspirazioni, ottenendo dall’impresa uno stipendio sindacale con pagamento degli oneri sociali, solo sulla differenza in busta paga.
Risultato: dopo tre anni il beneficiato avrebbe, non solo conseguito sul campo una qualifica spendibile sul mercato del lavoro, ma avrebbe consentito, alla stessa impresa, la potenziale possibilità di assunzione a tempo indeterminato dei migliori soggetti qualificati.
Quest’idea scaturisce da un’analisi sul campo, che vede in grave crisi le PMI per l’alto costo del lavoro, in una fase storica di concorrenza sleale dei Paesi extraeuropei.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 17.05.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento

La solita buffonata all'italiana per cercare consensi.Ci sara' come sempre il furbetto che se ne avvantaggera' e comunque,sulla base dell'Isee,saranno soprattutto gli stranieri e Rom.Oltretutto mi domando: ma dove sono i soldi per questa bella idea.Li toglieranno ai soliti coglioni?Una mia proposta che non ha nessun colore politico:stabiliamo un reddito di cittadinanza di 1000Euro per tutti ,italiani,stranieri, Rom,per quelli che salviamo e continueremo a salvare tutti i giorni per l'eternita',per il Presidente della Repubblica e dipendenti del Quirinale,Presidente del Consiglio e tutto il personale,per Presidente della Camera e Senato e tutto il personale ,per tutti i ministri,per tutti i politici,abolizione dei vitalizi oltre i mille Euro,abolizione
delle Regioni a Statuto speciale,in conclusione ogni lavoratore e pensionato non potra' ricevere dall'Italia piu' di mille Euro al mese.
I coglioni che continueranno a lavorare e con i soldi che si risparmieranno da tutti questi tagli si potra' assicurare il reddito di cittadinanza di Euro 1000 per tutti,siano essi italiani,stranieri presenti e quelli che dovranno arrivare.
Ma vi sarete accorti che il Governo del PD e company di fatto ha gia' modificato l'art.1 della Costituzione?
Per loro all'art.1 non c'e' piu' :l'Italia e' una Repubblica fondata sul lavoro..
ma fondata sugli sbarchi,salvataggi (?)e accoglienza (accollamento delle spese).
Il lavoro e' una cosa che resta per quei coglioni che dovranno per l'eternita' accollarsi il mantenimento degli africani e altri stranieri che arrivano e arriveranno ancora da noi.
Bert

undefined 17.05.17 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Virginia Raggi, la Pinocchietta seriale,in campagna elettorale aveva promesso il Reddito di cittadinanza Comunale composto da : 300 euro al mese per cinquantamila romani oppure la stessa cifra ma estesa a 250.000 persone di famiglie in difficoltà.Che fine ha fatto? a quanto pare I soldi ci sono solo per aumentare gli stipendi ad amici e parenti (e Amanti)
Virginia l'unica che deve ritrovare la dignità sei tu.Smetti di prendere in giro i romani con i tuoi proclami fatti di aria fritta e Vergognati

Ettore Sciattella Commentatore certificato 17.05.17 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a quei figuri di casapaun volevo ricordarle sicuri siete che nel caso che rompete ancora i coglioni quelli che escono con il culo bagnato non siate voi (praticamente conlo sfintere anale all'altezza della tiroide)pezzi di merda

maurizio b., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.05.17 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Isee sotto i 6530 euro, minimo 35 anni
A beneficiare dell’assegno può essere un cittadino italiano o di un paese dell’Ue, ma anche un extracomunitario purché in possesso del permesso di soggiorno. Condizione essenziale in ogni caso è che il soggetto sia residente nel Comune “da almeno 5 anni dalla chiusura del bando”, che abbia un’età compresa tra i 35 anni e il limite previsto per l’età pensionabile e che al momento della presentazione della domanda non svolga attività lavorativa. Tra i requisiti richiesti anche l’appartenenza a un nucleo familiare con Isee non superiore a 6530 euro. Niente assegno se in famiglia si posseggono autovetture con potenza superiore agli 80 Kw acquistate negli ultimi 12 mesi. L’attribuzione dei punteggi per la formazione della graduatoria si basa su tre fattori distinti. Il disciplinare prevede l’assegnazione di 30 punti per un Isee pari a zero: negli altri casi (Isee tra 0,1 e 6.530 euro) il punteggio viene assegnato in maniera proporzionale. Sotto la lente anche la composizione numerica del nucleo familiare: chi vive in un nucleo di oltre 4 persone ha diritto a 20 punti (15 in nuclei tra 3 e 4 persone, 10 tra 1 e 2). Chi inoltre risulta essere disoccupato “da almeno 12 mesi” può beneficiare di altri 10 punti. L’erogazione dei 500 euro viene revocata se il beneficiario rifiuta una proposta di lavoro (anche di tipo “socialmente utile”) da svolgere nel Comune di residenza oppure “qualora receda senza giusta causa dal contratto di lavoro”. Stesso meccanismo in caso di “svolgimento contemporaneo di attività di lavoro irregolare“. notizie trovate in rete controllate meglio.

toni lanza (zalan) Commentatore certificato 17.05.17 10:04| 
 |
Rispondi al commento

ribadisco le mie perplessità sul reddito di cittadinanza : ricordo ancora che qui non siamo ne in Germania ne in Svezia. Temo che si ripeta anche in questo caso il delinquenzale fenomeno che caratterizza l'elargizione delle pensioni di invalidità fasulle al sud e nelle isole : il meccanismo sarebbe LO STESSO (GESTITO DALLE MAFIE LOCALI) che fabbrica false pensioni... sul modello industriale. Basta reperire il personale operativo giusto da reclutare fra amministratori corrotti, politici corrotti , funzionari pubblici corrotti... e voilà! Il gioco è fatto ! Personalmente resterò sempre convinto che la disoccupazione la si combatte SOLO METTENDO IL PAESE IN CONDIZIONI DI PRODURRE LAVORO VERO : AGEVOLARE IL LAVORO DEGLI IMPRENDITORI; CANCELLARE LA BUROCRAZIA DEMENZIALE CHE LI STRANGOLA; ABBASSARE SUL SERIO IL COSTO DEL LAVORO, AUMENTARE LA PRODUTTIVITÀ, ABBASSARE DRASTICAMENTE LE TASSE : QUINDI METTERE IL PAESE NELLE CONDIZIONI DI PRODURRE A COSTI CONCORRENZIALI. PER NON PARLARE DELLA VALORIZZAZIONE VERA DELLE NOSTRE RISORSE NATURALI: AGRICOLTURA, TURISMO, CULTURA. Con questa cura naturale, nel giro di pochi anni, la disoccupazione sarà sostanzialmente SOLTANTO PER CHI NON VUOLE LAVORARE. Il vero dramma resterebbe in ogni caso QUELLO DEGLI ANZIANI CON PENSIONI DA FAME: sono loro le persone ormai disabili che hanno veramente bisogno di "redditi di cittadinanza"....

Umberto Tordone Commentatore certificato 17.05.17 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Serve un governo per i cittadini.. prendiamo la Germania.. se ne parla tanto male e lì c'è da sempre ...
https://www3.arbeitsagentur.de/web/content/DE/BuergerinnenUndBuerger/Arbeitslosigkeit/Arbeitslosengeld/Detail/index.htm?dfContentId=L6019022DSTBAI485758

È anche per questo se è una nazione dove può vantare di dare stabilità a tutti i cittadini in regola.

Sarebbe la salvezza per molti italiani bisognosi.. e per l'economia italiana.
Da dove prendere i soldi..? Chiedetelo alla Merkel..
M5S fate presto!

Vincenzo M. 16.05.17 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo ii progetto del reddito di cittadinanza con un risvolto di trovare un posto di lavoro.
Ma bisogna spiegare che per l'aumento delle pensioni minime di fame non si tratta di trovare posti di lavoro per pensionati ma di far circolare del liquido che incentiverà i consumi e quindi il lavoro generale. Grazie, buon lavoro.

G.Balzi Torino 16 maggio 2017

Giovanni Balzi , Torino Commentatore certificato 16.05.17 19:01| 
 |
Rispondi al commento

“Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.”
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 23), 1948

L’Art. 1 della Costituzione lo conoscete tutti, ma vorrei porre l’attenzione anche su questi:

Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Nell’attuale situazione socio/economica il Reddito di Cittadinanza va erogato subito alle fasce più deboli, in forte difficoltà ed esposte alla povertà:
pensionati “al minimo”, disoccupati, esodati.
Con una platea così ridotta sicuramente i soldi ci sono!! Ma occorre fare presto e non perdere altro tempo!
Progressivamente verrà esteso a tutti gli altri a partire, ovviamente, dai redditi più bassi.

1 saluto a tutti.
1 Esodato Super-Incazzato.

Giovanni Antonio 16.05.17 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Se qualcuno avesse bisogno di alloggio per poi andare alla marcia del 20 maggio noi abbiamo sino a 6 posti. Siamo a 57 Km dal punto di partenza. Scrivere una mail con info.

ADRIANO LEMMI 16.05.17 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Art. 12 comma 2 del testo sul reddito di cittadinanza: "la proposta di lavoro è considerata congrua se è attinente alle propensioni, agli interessi e alle competenze acquisite dal beneficiario". Secondo il mio parere congrua dovrebbe significare in linea col proprio titolo di studio quindi avrei modificato in "attinente al proprio titolo di studio". Art. 13 comma 3: "il beneficiario, al fine di poter mantenere i benefici di cui alla presente legge, è tenuto ad accettare proposte di lavoro anche in deroga a quanto stabilito dal comma 2, lettera a), qualora sia trascorso un anno di iscrizione al centro per l’impiego e il medesimo beneficiario non abbia accettato nessuna proposta di lavoro". Secondo il mio parere bisognerebbe cancellare questo comma in quanto significa che dopo un anno di iscrizione al centro per l'impiego se il beneficiario non ha accettato o non ha ricevuto proposte allora deve accettare qualunque proposta di lavoro. Non trovo corretto questo punto. Chiedo scusa se entro nel merito del testo ma è giusto informarsi.

Lucas Fusaro, Rende (CS) Commentatore certificato 16.05.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Da venerdì a domenica, a un estremo dell'impero italiano, a Treviso, c'è stata l'adunata degli alpini.
500, 600 migliaia di persone che si sono accalcate in una cittadina di 50.000 abitanti.
Un esempio : sabato e domenica notte, dalle 22 sino alle 6 di mattina, genitori,amici,parenti dalle province attigue ( Pordenone, Vicenza, Venezia...), capito che i treni sono pieni fino a scoppiare e non ce la fanno a riportare a casa la gente, sono andati a Treviso e hanno riportato a casa le persone; da ragazzi di 20 anni a persone un po' vecchiotte.
Embè, mi chiedete voi?

Semplice, se succedeva una cosa del genere al centro dell' Impero, Roma, Napoli, oppure in Sicilia, la copertura mediatica ( TV, giornali...) era assicurata.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 16.05.17 14:37| 
 |
Rispondi al commento


ci sarò

marina omiccioli 16.05.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Orgoglioso del M5S

luca Tegoni, parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.05.17 12:04| 
 |
Rispondi al commento

OT

Wow!

Ho scoperto un nuovo metodo di levitazione che non si basa su forze elettromagnetiche

Fate la prova

Casualmente ho pestato una merda di cane e mi volevo pulire la suola della scarpa su un foglio di giornale(forse l'unità)

Guarda caso c'era la foto di Matteo Orfini, il presidente del PDr(partito di renzi)

Il piede non riusciva a raggiungere il foglio di giornale, c'era una forza che si opponeva come se la merda sotto la suola non volesse essere avvicinata a quel volto

Ed era proprio così

La merda sotto la suola non voleva combaciarsi al volto di quel tale

Con l'altra scarpa pestavo l'immagine tranquillamente ma con quella con la merda sotto non riuscivo ad avvicinarla

L'immagine di Orfini faceva schifo anche alla merda, che si opponeva all'appoggio con forza forte e contraria

Per cui deduco che è possibile creare campi elettrostatici senza bisogno di magneti per la traslazione

Basta una merda e la faccia di Orfini, presidente del PDr

Ma te pensa quanto guadagneremmo!

Ringrazio un uomo che manco sa le sue potenzialità: grazie, Matteo (entrambi, intanto fate lo stesso effetto)


Loro le proveranno tutte
Ma non passeranno!
EVVIVA
Maurizio

maurizo fontana, cervia Commentatore certificato 16.05.17 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Cara Virginia, leggo che Zingaretti continua a farti ostruzionismo. Lui vuole aprire una nuova discarica e tu ribadisci che per aprirne una nuova ci vogliono due anni. Lo stesso tempo per avviare una sana e lungimirante raccolta differenziata al 70%. Zingaretti risponde che cmq bisogna sempre sistemare un 30% di rifiuti. Poi Continua a minacciare di non concedere la proroga per trasportare i rifiuti all'estero. Perche Zingaretti non si è mosso prima che tu arrivassi al Comune? Ma insomma, visti i suoi mancati interventi, se le cose peggiorano non si può denunciare Zingaretti per procurato disastro ambientale o qualcosa di simile? Non si può chiedere l'intervento della magistratura?

giovanni ., Roma Commentatore certificato 16.05.17 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Citazione da pag.47 : "...esiste un parametro molto utile a comprendere il grado di democrazia,dato dal numero di leggi vigenti in un dato Paese. Un codice civile molto strutturato e complicato è sintomo di una civiltà malata e infelice, in cui chi vuole ingannare e truffare utilizza sovente stratagemmi legali e legalmente impunibili; tutto ciò crea nel legislatore il bisogno di creare leggi sempre più complicate, che cerchino di impedire la legalità illegale. Dunque i nostri codici, civile e penale,sono sicuramente tra i più complessi del mondo,segnale non di una grande visione di democrazia ma solo di un'alta percentuale di incoscienti.
In una società felice non è la perfezione della legge scritta a creare un governante impossibilitato a delinquere, perchè qualsiasi legge ci sia, esisterà anche un cavillo che permetterà al nostro malfattore di aggirare l'ostacolo. Quello che conta è la consapevolezza della persona: in base a questa, qualsiasi legge egli abbia di fronte, più o meno perfetta, sarà comunque capace di farla funzionare."

Tratto dal libro "IL MONDO FELICE NON E' UTOPIA - Triade Color Test ed Entropia Nulla" - Ed. Spazio Interiore - Roma

unonessuno qualcuno 16.05.17 11:25| 
 |
Rispondi al commento

A Perugia ci sarò e direi che è il perseguimento serio del programma ciò che più delle parole e della TV può far cambiare la politica e smascherare i "Renzi".

LUCA ZANOVELLO 16.05.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori