Il Blog delle Stelle
Il salvataggio de L'Unità e #Renzopoli in tribunale

Il salvataggio de L'Unità e #Renzopoli in tribunale

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 49

di Luigi Di Maio

Oggi portiamo in tribunale l'Italia che non sopportiamo più. Non è solo una questione di Renzi, di Partito Democratico, qui è un modello culturale che c’è, che ci sta asfissiando, e che dobbiamo fermare prima che sia troppo tardi.

25 anni fa nell'Italia di Tangentopoli esistevano le mazzette: pagavi la mazzetta e ottenevi l'appalto pubblico. Poi, dopo le tante inchieste, il sistema è diventato molto più complesso, e ce lo ha spiegato proprio Report una settimana fa con la vicenda del salvataggio dell'Unità. Il Pd deve salvare il suo giornale di partito, e quindi riesce a creare delle relazioni con un imprenditore, che guarda caso non appena salva l'Unita dalla disgrazia inizia ad ottenere appalti in Iran, in Kazakistan, e diventa l'unico vincitore con un ribasso dello 0,01% della gara dell'ospedale di La Spezia. Tutte azioni che vedono protagonisti governi regionali del Pd o addirittura lo stesso Matteo Renzi, che porta l'imprenditore che gli ha salvato l'Unità in Iran, a prendere commesse a prendere appalti.
Come funziona questo sistema politico, che poi vedremo se sarà un sistema di corruzione, ce lo spiega anche Italo Bocchino in un'intercettazione del caso Consip, mentre parla con l'imprenditore arrestato Romeo tratta dalla puntata di Report:

Voce Fuori Campo: A registrare la conversazione ci sono le microspie degli investigatori. I due parlano dell'Unità, lo storico giornale della sinistra italiana.
Russo: Sono 8/9 mesi che i giornalisti non riescono a prendere lo stipendio perché l'editore non ci mette i soldi. Gli introiti del giornale ancora non riescono a far fronte a tutte le spese.
VFC: L'editore è Massimo Pessina, costruttore milanese entrato nell'azionariato dell'Unità nel 2014.
Romeo: Chi lo ha portato Pessina?
Russo: Ehhh... Bonifazi
VFC: Francesco Bonifazi è il tesoriere del Pd. Le finanze del giornale sono in rosso e Carlo Russo consiglia a Romeo di sfruttare l'occasione: gettare il salvagente al Partito Democratico finanziando l'Unità.
Romeo: Qual è il costo dell’operazione?
Russo: Beh penso un paio di milioni non lo so, però vediamo.
VFC: Russo spiega a Romeo l'importanza di acquisire l'Unità.
Russo: E' come se lei riuscisse a fare l'operazione, via, a quel punto lei si è fatto un amico per tutta la vita, quindi...
VFC: Salvare l'Unità secondo Russo significa aprire un credito con il nuovo gruppo dirigente del Pd. Romeo avrebbe voluto diventare socio dell'Unità, ne parla con Italo Bocchino, l'ex parlamentare diventato il responsabile delle relazioni esterne proprio della Romeo Gestioni. Unità
Romeo: Ci sta chi dice che quello fa affari, Pessina.
Bocchino Si, Pessina, lo so bene, infatti gli stanno facendo costruire gli ospedali in Iran.
VFC: La loro conversazione viene ascoltata dai carabinieri che indagano per conto della Procura di Napoli sugli appalti Consip. Romeo e Bocchino, annotano gli investigatori, parlano di Pessina e Stefanelli che hanno salvato dal fallimento il quotidiano l'Unità.

Renzi non potrà più parlare di onestà finché lui e il suo partito non avranno chiarito il caso del salvataggio dell'Unità. Lo voglio ripetere: il Partito Democratico doveva salvare il proprio giornale, l’Unità, che vende meno di una copia per comune italiano, vende meno copie degli eletti del Pd, e quindi è un progetto in perdita. La Pessina Costruzioni decide di entrare nel giornale e rimetterci soldi, ci rimette centinaia di migliaia di euro, perché non sta in piedi. Qual è l'interesse di un'azienda che già stava perdendo utili nel fare un'operazione così ad alto rischio a perdere? Forse la coincidenza che dopo il salvataggio dell'Unità ottiene appalti in Iran, ottiene appalti in Kazakistan grazie all'ENI, ottiene l'appalto dell'ospedale di La Spezia con un ribasso ridicolo dello 0,01%. Questa è la Repubblica degli amici degli amici a cui ci hanno abituato Renzi e i suoi predecessori. Lui incarna perfettamente lo stile di tutta la seconda Repubblica e di parte della Prima Repubblica, in cui l'obiettivo era sempre lo stesso: ho un interesse personale? Me lo risolvo facendomi dare una mano da qualcuno a cui poi prometto soldi degli italiani. Allora, noi oggi questo sistema che chiamiamo “Renzopoli" lo portiamo in tribunale con questo espost, un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e di Napoli, in cui chiediamo di fare chiarezza sul fatto che questo salvataggio dell'Unità possa configurare reati come corruzione, turbativa d’asta, traffico di influenze. Questo lo decideranno i magistrati, ma il nostro dovere è denunciare questo scandaloso modo di amministrare l'Italia per interessi personali.

Un altro nostro dovere è necessariamente quello di creare un'alternativa per questo Paese, di dare un'alternativa anche nel mondo delle imprese. Perché in Italia ci sono i prenditori e poi gli imprenditori onesti, che sono la maggioranza e sono quelli con cui noi lavoriamo ogni giorno. Sono quelli a cui abbiamo destinato 20 milioni di euro dei tagli dei nostri stipendi, tutti gli stipendi che abbiamo tagliato come parlamentari del Movimento 5 Stelle li abbiamo destinati ad un fondo per le piccole e medie imprese. Sono nate 5000 imprese in 4 anni, che hanno dato lavoro a diecimila italiani, grazie agli stipendi tagliati.

E quando aprono queste imprese, piccoli negozi, studi professionali, piccole imprese agricole e tecnologiche, quando aprono possono anche difendersi per esempio dal fisco italiano, dall'aggressività di Equitalia, grazie ai nostri centri SOS Equitalia che sono in tutte le regioni italiane, e dove il Movimento 5 Stelle mette a disposizione dei cittadini italiani professionisti che gratuitamente hanno la possibilità di difendere da cartelle pazze o spese da non pagare, i cittadini che sono aggrediti dal gigante Equitalia. Questa è un'idea di Paese. Noi adesso lo facciamo come opposizione, ma dateci l'opportunità di governare questo Paese e diventeranno leggi dello Stato, taglieremo quello che non serve e lo investiremo dove serve, nel mondo dell'impresa, nel mondo dei giovani che cercano occupazione, nei nuovi settori del lavoro. Avremo la possibilità di abolire Equitalia, di creare un fisco amico, uno Stato amico. Noi questo lo possiamo promettere perché abbiamo la credibilità per farlo. Dateci l'opportunità di governare, e quello che abbiamo fatto dall'opposizione diventerà legge dello Stato, diventeranno riforme che finalmente fonderanno di nuovo questo Paese sulla meritocrazia.

Scarica l'esposto che Luigi Di Maio ha depositato in procura



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Apr 2017, 10:45 | Scrivi | Commenti (49) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 49


Tags: corruzione, di maio, esposto, renzi, report, romeo, salvataggio unità, tribunale, unità

Commenti

 

MA ESISTE ANCORA L'UNITA' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
MA CHI LO LEGGE ? QUANDO VEDO QUEL POVERO MARIO LAVIA E IL POVERO RONDOLINO MI VIENE DA PIANGERE !
MA MI VIENE ANCHE DA VOMITARE QUANDO NOTO CHE QUESTO GOVERNACCIO FINANZIA UN GIORNALE CHE NON LO LEGGE NESSUNO !!!

ANCHE QUESTO FATTO VERGOGNA ALL'ITALIANA !!!!!!!
BASTA CON QUESTI SCANDALI !!!!!!!!BASTA !!!!!!!!!

gianfranco ferroni1 (), macerata Commentatore certificato 24.04.17 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza...ma i lavoratori ed i giornalisti dell'Unità non si vergognano di continuare a percepire uno stipendio quando quella specie di giornale non viene ormai letta più da nessuno!!!
E non si vergognano di vivere alle spalle degli italiani!!! Sono dei semplici moralisti attaccati ai soldi!!!
Per questa specie di giornale l'unico obiettivo é insultare quotidianamente il M5S. Divulgano falsità ai limiti dell'indecenza. L'unica cosa che possano fare è di andare a lavorare in miniera, per acquisire un briciolo di onestà intellettuale. Gramsci si rivolta e si rivolta nella tomba per la fine che ha fatto l'Unità.
Pietà, pietà, cambiate nome a questa specie di giornale a servizio dei padroni. Vergogna!!!

saverio battaglia 23.04.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo si facciano presto le elezioni. E il M5S andrà al governo!

Antonino S., Genova Commentatore certificato 23.04.17 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio 5 stelle e i loro rappresentsnti che sono gli unici che informano in maniera corretta e seria. Non guardo piu' nessun telegiornale perche' sono vomitevoli per non parlare dei giornali e dei loro giornalisti servi sciocchi del padrone ed altro non sono che sepolcri imbiancati. Spero con tutto il cuore che il movimento 5 stelle vinca le elezioni sara' l' inizio di un nuovo risorgimento. Consiglio a voi lettori del blog di ascoltare un giovane che a differenza di quell' ebete di Renzi e' una persona di grande cultura e di idee illuminate: Diego Fusaro.

Gianmarco Mattei 21.04.17 19:30| 
 |
Rispondi al commento

..bene così M5S!
grazie!

pasquino 21.04.17 14:33| 
 |
Rispondi al commento

LE LIBERALIZZAZIONI DI SINISTRA E PRIVATIZZAZIONI DI DESTRA

Molte aziende statali sono stati distrutti dalla gestione allegra dei dirigenti incapaci e raccomandati dei partiti, con la complicità dei sindacati e spesso di anche coloro che lavoravano, con la conseguenza di distruggere gioielli di aziende riempendo di debiti e numero di dipendenti più del necessaria vedi Alitalia, acciaierie...

I governi di destra o centro-destra tendono a favorire le privatizzazioni, mentre quelli di sinistra o centro-sinistra sembrano favorire le liberalizzazioni, ma i risultati devastanti, strategie di rilancio pro-concorrenziale delle industrie non funzionerà fino a quando i partiti e sindacati gestiscono il patrimonio industriale.

Dove passano i politici non cresci più erba......

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 21.04.17 09:47| 
 |
Rispondi al commento

L' UNITA?, ovvero la "Pravda " nostrana. Pravda in russo, che ironia ! significa ehmm .... verità. La Pravda sovietica ha sempre raccontato balle e verità di comodo per il partito dittatoriale al comando. L' Unità , nel suo piccolo, ha contributo a spargere zizzania e a lavare il cervello dei vecchi comunisti che votavano (con i paraocchi) il PCI degli anni '50, '60 e '70. E una certa parte residua di illusi anche negli anni '80. Quotidiano fallito innumerevoli volte e sempre salvato con il denaro pubblico. E dire che non è utile neppure come carta igienica, perché sporca troppo.

Luciano M., Roma Commentatore certificato 20.04.17 23:00| 
 |
Rispondi al commento

La connessione logica c'è e per un giudizio politico è più che sufficiente. Un capo di governo non dovrebbe mai mettersi in quelle condizioni. Ma non siamo in un giallo di Agata Christie ed giudice italiano sentenzia giustamente in base a prove certe ed inconfutabili, quasi impossibili da reperire a posteriori in questi casi. Ovviamente nel caso del diritto anglosassone, dove prevale il libero convincimento del giudice, la questione verrebbe risolta in maniera più concreta. Il caso dovrebbe però portare ad una riflessione, cioè su cosa sia diventats la "prova" nel diritto latino e se sia ancora effettivamente capace, nei mezzi e nei modi in cui è richiesta, di essere effettivamente adatta ad assicurare giustizia. Nel dubbio " pro reum" , senza se e senza ma . Però se io giudice, per fatti e circostanze emerse nel processo, mi sono assolutamente convinto che sei innocente o colpevole, ha senso pretendere sempre la pistole fumante o l'assenza della stessa per pronunciarmi ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disse il pappicio vicino alla noce: dàmmi tiempo, che ti spertoso.

Giovanni F. Commentatore certificato 20.04.17 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Ormai i LADRONI sono tutti indagati, non so proprio come se ne devono uscire questa volta.... No Renzien il gionalone non è fallito, gli appalti consip sono tutti regolari... ha ha ha ha ha


CHE VERGOGNA!!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Questa repubblica degli amici degli amici, è un sistema così consolidato e presente in tutta Italia fino alle piccole amministrazioni locali. Un vero cancro. Così perfezionato, elaborato tanto quanto contorto per creare depistaggio. E per gli onesti? Manco le briciole. Non rientrano nei loro canoni. Ci sono le leggi, la burocrazia..montagne di ostacoli da superare. A meno che non si prenda esempio da loro...e cioe diventi un bustarellaro, corrotto e corruttore, volta gabbana a comando al momento del bisogno . e quindi diventare un politico modello dei giorni d'oggi, o amico degli amici.

Vincenzo M. 20.04.17 20:44| 
 |
Rispondi al commento

L'Unità poteva, 20 anni fà diventare un giornale indipendente, come lo è, per esempio, Il Fatto Quotidiano e sganciarsi dal PDS o Ds dell'epoca....anche il partito, probabilmente si sarebbe messo al riparo da quello che è diventato ora....

Pippo Scala 20.04.17 19:17| 
 |
Rispondi al commento

MILIONI DI ITALIANI COME ME, HANNO BEN CHIARO IL CONCETTO DI COME FARE POLITICA SECONDO IL PD, PARTITI SOCI E QUANTO GIA' DICE E RIESCE A FARE IL MOVIMENTO 5 STELLE CON LE POCHE DISPONIBILITA A DISPOSIZIONE CHE E' L'OPPOSIZIONE,
PERTANTO SONO MOLTO FIDUCIOSO CHE I 5 STELLE ANDRANNO AL GOVERNO CON LE PROSSIME ELEZIONI, MA BISOGNERA' CONTINUARE A INFORMARE E IMPEGNARSI TUTTI COMPRESO I CITTADINI CHE HANNO IL MODO E LA VOLONTA' DI FARLO, W IL MOVIMENTO 5 STELLE UNICA SPERANZA.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 20.04.17 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Il fisco amico va benissimo per gli onesti. Ma per gli altri, i milioni di evasori fiscali che affissano le casse dello Stato e lo provano delle risorse finanziare con cui finanziare lo sviluppo del Paese, con quelli ci vuole la mano pesante. È' necessaria una legge che punisca severamente soprattutto i grandi evasori colpendoli non solo sul patrimonio ma anche sul piano penale. Vedere in carcere alcuno nomi altisonanti sarebbe il miglior deterrente contro l'evasione fiscale.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.04.17 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna cercare di informare il più possibile le persone. Siete l'unica speranza che noi italiani abbiamo.
Grazie per tutto quello che fate.

Nino Torresi 20.04.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ecomiabile presidente, il tuo lavoro è il nostro miglior pregio.


Forza Luigi!!

Era dai tempi della Oppo, che volevamo denunciare questo ricettacolo di menzogne (l'Unità) finanziato pubblicamente a spese dei cittadini

http://www.beppegrillo.it/2013/12/giornalista_del_giorno_maria_novella_oppo_lunita.html

massimo m., Roma Commentatore certificato 20.04.17 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Prova!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.04.17 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sara' perche' sono vecchio e ipocrita ma non riesco a capire come mai mentre le edicole sono piene di carta igenica e si riempiono sempre piu'un giornale come l'unita fallisca?non sarebbe ora che ogni giornale sopravviva con i propri introiti come fanno la maggior parte dei lavoratori???

sergio boscariol 20.04.17 15:56| 
 |
Rispondi al commento

107 milioni di euro (soldi pubblici) che il Governo nel 2005 stanziò per salvare L'Unità si dovrebbero considerare aiuti di Stato? Se così fosse avrebbero violato una delle regole sottoscritte con l'UE dallo stesso Governo italiano.
Mentre il partito ex PCI PDS DS oggi PD in decenni di repubblica ha accumulato un patrimonio immobiliare superiore a 1,5 miliardi di euro, e posto al riparo dalle banche creditrici, quali saranno queste banche chi le dirigeva?
Come vedete il modus operandi è sempre lo stesso, i partiti facilitano le imprese a terzi con i soldi dei contribuenti.
Su quali principi costituzionali i cittadini devono pagare fallimenti imprenditoriali di quelle società private gestite in malo modo?
Un esempio è la Bre.Be.Mi. dove lo Stato ha ripianato (o ripianerà) con 320 MLN di euro l'investimento fallito dell'impresa che ha costruito e gestito l'autostrada.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.04.17 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Luigi. Sei il nuovo Presidente della Repubblica.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 20.04.17 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma la madre che ha partorito sto Babbeo Renzi non è che quando pensava di avere le doglie alla fine ha capito che purtroppo era solo un problema di stitichezza?

Aldo B. 20.04.17 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Di Maio !!
Ma non è "prima che sia troppo tardi" il fatto è che è già troppo tardi. Ma meglio troppo tardi che mai.

giorgio peruffo Commentatore certificato 20.04.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Wow! spacca troppo sto video! grandi!

Abramo B. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ,

Due cortesie :

Di intervenire sull'argomento
- borse TRUFFA Lavoro - di stampo PD
-->spacciate per Reddito di Cittadinanza in quel di Castelfidardo ( AN )

Di far recepire in Parlamento le nostre Proposte di Legge votate Democraticamente su Rousseau

Ad oggi inspiegabilmente bloccate
( sembrerebbe CENSURA )

Perdona le parole grosse ,
ma sono un comune cittadino incazzato come tantissimi altri , non ce l'ho con il nostro M5S , ma con le persone che usano il loro ruolo istituzionale - PAGATI CON SOLDI PUBBLICI -
per affossare la partecipazione nel progetto politico votato da milioni di cittadini Italiani che credono nel Tuo / Nostro MoVimento

Sicuro di pronte e attente valutazioni

Cari Saluti

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

bravo Di Maio!!!!

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo se le indagini saranno veloci come con la Raggi a Roma!!

adriano 20.04.17 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna che c'è ancora gente onesta e che ha voglia di lottare. Mandiamo a casa il governo RENZILONI o meglio ancora (scegliete voi)mandiamoli in GATTABUIA o PRIGIONE o GALERA o LAVORI FORZATI. Che nausea !

Poiex Xeiop Commentatore certificato 20.04.17 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Bene. Ben fatto.

Ora, però, bisognerà tenere sempre viva l'attenzione, affinché col passare del tempo, il tutto non cada nel dimenticatoio o nella prescrizione (se prevista).

E vedremo cosa ne verrà fuori.

Vincino Fivestar 20.04.17 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luigi, grande tutto il M5S. Tutti in galera li dobbiamo mandare.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.04.17 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Spetta a Voi nella Vs posizione fare ciò che ogni italiano onesto e lavoratore vorrebbe fare
Non è più sopportabile il fatto che davanti all'evidenza di fatti non leciti nessuno paghi.
Berlusconi ha lasciato un segno indelebile a lui più di tutti dobbiamo questo sistema di una sfacciata disonestà
E io che odio l'ipocrisia lo credo colpevole ora che ha 80 anni come allora. L'atteggiamento che ora molti verso di lui provano come di un vecchietto da lasciare parlare mi amareggia.

Detto questo avete tutto il ns appoggio

Quella che voi con tantissimi ostacoli e con mille sgambetti state incominciando a costruire è l'italia che vorrei per me ma che almeno spero sarà l'italia per il futuro!

Non vedo l'ora di entrare un giorno in un seggio elettorale e mettere una X sul simbolo M5S

Danicap 20.04.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande LUIGI

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.04.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Denunciare, denunciare, denunciare i ladri sempre!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 20.04.17 11:18| 
 |
Rispondi al commento

SUPER FUORI TEMA che ripetero’ Spesso :

ABOLIRE LEGGE FORNERO
riportare le pensioni a 60 ANNI

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.04.17 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Scusate,ma stamattina mi appare su internet un titolone di Huffington Post 19-04 2017 di una certa giornalista che si chiama Maria Antonietta Calabro' che titola """BEPPE GRILLO AVVENIRE, SAN PIETRO APRE LA PORTA AI BARBARI"""" !!!!!!!!!!!!!A me questa tizia non si vergogna? DENUNCIATELA!! Brutta schifosa, barbara sarai tu! Povera demente,vai a fare un altro lavoro,poverella priva di dignità.

Adelaide C., Crema Commentatore certificato 20.04.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo sul post
"ci sono i prenditori e poi gli imprenditori onesti, che sono la maggioranza e sono quelli con cui noi lavoriamo ogni giorno. Sono QUELLI a cui abbiamo destinato 20 milioni di euro dei tagli dei nostri stipendi..."
Io non ho preso soldi da nessuno PD,DC, M5S...

Anzi, come artigiano ho buttatto LA SALUTE per pagare TUTTE le richieste dello stato = tasse & balzelli & assurdità varie

Come devo CONSIDERARMI? come onesto, coglione perchè ho pagato, prenditore perchè non ho avuto niente dal M5S?

Se i vostri imprenditori non fanno fatturato, non pagano le tasse, fanno concorrenza disonesta, perchè un imprenditore che fa utile, dà allo stato il 60% (minimo) dei guadagni.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 20.04.17 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

parole sante, caro di maio. musica per le orecchie delle persone oneste ma stanche di questo andazzo. che non sia troppo tardi, non lo so, ma sicuramente bisogna invertire la marcia e provarci con tutte le nostre forze. il mio voto ce l'avete di sicuro. speriamo che altri seguano, scoltino, capiscano le differenze.
buona fortuna a tutti noi e grazie di cuore.

rosanna scarpa 20.04.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori