Il Blog delle Stelle
La politica ha deciso: la sanità pubblica deve morire

La politica ha deciso: la sanità pubblica deve morire

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 40

di MoVimento 5 Stelle

Era tra le prime tre sanità pubbliche del mondo. Ma la sanità italiana oggi sta morendo -uccisa- e i numeri spaventosi del rapporto Censis certificano, per l'ennesima volta, che il nostro sistema sanitario pubblico arretra a velocità sempre maggiore e, di questo passo, in pochi anni, il diritto universale alla salute come sancito dalla Costituzione diventerà lettera morta.

I numeri sono inappellabili. La spesa sanitaria (privata) degli italiani è salita a 35,2 miliardi di euro, con un balzo in avanti del 4,2% nel triennio 2013-2016. Ma il dato più impressionante è quello dei cittadini che nell'ultimo anno hanno rinunciato o rinviato prestazioni sanitarie. Si tratta di 12, 2 milioni: 1,2 milioni in più rispetto all'anno precedente.

La sintesi della situazione è preso fatta:
da un lato, ogni anno un esercito crescente di cittadini rinuncia alle cure o le rimanda - principalmente a causa di difficoltà economiche -, dall'altro chi può permetterselo è costretto a migrare verso la sanità privata.

Questa è la verità. Nel frattempo il ministro della Salute, all'Assemblea mondiale della Sanità, afferma giuliva che in Italia abbiamo uno degli ultimi servizi sanitari universali rimasti, con standard elevati a costi ragionevoli. Cosa non si riesce a dire, pur di fare bella figura.

Ma se si volesse davvero fare bella figura con i cittadini
, e non con i comitati internazionali, basterebbe investire molte più risorse e spendere meglio i fondi, invece di chiudere gli ospedali. Le ricette per salvare la sanità pubblica esistono, ma ci vuole la volontà politica di farlo. Certo, "se si volesse": perché noi pare, invece, che la volontà politica qui vada proprio in direzione opposta.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

9 Giu 2017, 10:07 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 40


Tags: censis, m5s, ospedali chiusi, salute, sanità pubblica

Commenti

 

La sanità! I tagli alla sanità! La malasanità!
Problemi dovuti a governi incapaci e fallimentari.
Ho vissuto sulla mia pelle due dimostrazioni di malasanità (Medici non degni di tale qualifica, medici impreparati, dannosi e arroganti e reparti più luridi di una latrina)

Conseguenze?

Rischio di decesso perchè dimessa con un polmone colmo di sangue causato dalle fratture scomposte di cinque costole e perforazione polmonare.
E, ricovero immediato dopo una settimana presso un'altra struttura x grave insufficienza respiratoria.

Trattamento superficiale di un altro medico incapace su una frattura scomposta della mano che, invece di intervenire ha "preferito" aspettare e...

Questo x ricordare a tutti che la sanità è importante e ha bisogno di un governo e di un ministro veramente onesti, preparati, competenti e allora...

Basta votare PD E COMPANY! Hanno fatto solo disastri economici/ambientali/sociali veramente gravi. Hanno "rovinato l'Ilaia e gli italiani!!!!!!!

Tutti a casa!!!!!!

Il voto? Al M5S!!!!!!!! Solo al M5S!!!!!!!

Gli altri? TUTTI A CASA!!!!!

AD MAIORA!
Paola

Paola Zito 17.06.17 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Per quel che può valere, ho sempre pensato che la differenza la fanno le persone, nel bene e nel male.
come in politica SE avessimo persone serie e per bene ora non patiremmo tanto, anche nella sanità sarebbe la stessa cosa.
invece chi comanda e gestisce spesso è un prono, un venduto, un mazzettato allegramente.
Si lucra su tutto e tutti, qui come nel resto del Mondo.
La sanità sarebbe da rivedere totalmente, invece di creare luoghi dove CURARE dovremmo innescare percorsi di PREVENZIONE.
Si dovrebbe creare una sorta di giro che coinvolge tutti, controlli periodici presso le aziende, gratuiti, per poi fare esami specifici durante le ore lavorative e con camper attrezzati.
Si dovrebbe dare impulso alla tecnologia per monitorare da remoto, per diagnosi tramite sensori e via dicendo.
LE leggi poi dovrebbero essere chiare, nessuno può fare pubblico epoi avere la sua clinichetta privata perchè è un evidente conflitto di interessi.
Ma sino a quando chi può cambiare le cose è un FETENTE, non ci usciamo da sto pantano.

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.06.17 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da sempre, come medico, credo che non puo' coesistere l'intreccio pubblico privato che da anni ormai caratterizza il nostro sistema sanitario,anche per i ripetuti episodi di corruttela se non di vera e propria truffa. La riforma Bindi aveva messo in parte fine a questa promiscuità di interessi, aprendo gli ambulatori degli ospedali ai cittadini, servizio che ormai è sempre piu' ridotto e con tempi molto lunghi di attesa, sia per il costante depauperamento del personale medico e sanitario all' interno degli ospedali o degli ambulatori specialistici territoriali (ridimensionamento piante organiche e accorpamenti vari). Anche la medicina di base soffre per l'esasperante burocratizzazione della professione medica, offrendo sempre piu' un servizio precario e non all'altezza della richiesta degli utenti, imbrigliato da lacci e lacciuoli che ne ostacolano l'attività. Paolo (Palermo)

PAOLO CARUSO 13.06.17 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se per un esame da fare col SSN, c'è attesa di qualche mese, ticket più o meno pari al ptivato, chiaRo che ci si rivolge al privato che te lo fa subito; anche se per quaranta anni ti hanno tolto dalla busta paga i soldi per il SSN.
Rimane solo la speranza di fare, sperando non serva, in ospedale un eventuale intervento urgente E COSTOSISSIMO DAL PRIVATO.
E la consolazione che, i soldi, trattenuti a te per quaranta anni, hanno permesso agli incapienti di avere la sanità gratis, perché, contrariamente a te che l'hai pagata, avendo lavorato e subendo le trattenute, e te la devi pagare di nuovo col ticket, loro, non avendo lavorato e versato e risultando incapienti, ce l'hanno gratis e senza ticket. Poi, magari, hanno lavorato in nero e sono più ricchi di te... ma non fa niente.
Ti sentirai fesso, contento e canzonato per aver pagato due volte la stessa cosa e averla pagata agli altri, gratis.
Ma, dico io, VA BENISSIMO LO STATO SOCIALE COME "ASSISTENZA" ANCHE PER GLI INCAPIENTI MA, IO CHE HO PAGATO ANCHE PERCHE' LA SANITA' GRATIS L'AVESSERO GLI INCAPIENTI, AVREI DIRITTO, ANCHE IO, A NON RIPAGARLA DUE VOLTE? AD AVERLA GRATIS COME QUELLI A CUI L'HO PAGATA?

P. C. 11.06.17 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Da anni i Medici degli Ospedali si battono per salvare il nostro Sistema Sanitario Pubblico, che è ancora fra i migliori al modo per l' abnegazione degli Operatori nonostante i tagli non più sostenibili sul personale, sui materiali e sui posti letto. L' attacco alla Sanità Pubblica ha subito un' accelerazione con la Riforma Balduzzi sulla riorganizzazione della rete ospedaliera con la chiusura di Ospedali, Reparti e Letti senza che la Sanità territoriale potesse vicariare questo scempio. Non a caso l' attesa di vita degli Italiani si è già ridotta di qualche mese rispetto a qualche tempo fa. Non si è come in Grecia con una perdita di anni , ma si è sulla buona strada ! Poiché i Politici della "vecchia" guardia hanno raccontato solo menzogne tradendo non tanto i Medici, quanto i Pazienti, tutti i Cittadini, e poiché la Salute è il bene più prezioso che abbiamo da almeno due anni propongo ai Cittadini , quando andranno a votare , di dare il voto a Coloro che pubblicamente si impegneranno a difendere la nostra Sanità e Salute . Ed insieme a tanti altri Colleghi penso sia giusto impegnarsi direttamente , in prima persona , alle politiche che verranno per spiegare , avendone conoscenza , che la nostra Sanità va difesa . E chi meglio di Noi lo può fare avendone dedicata la vita ?

Pietro Luigi Garavelli 10.06.17 22:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nei primi anni '90 dei politicanti collusi hanno venduto il paese alle mafie. Le mafie hanno un solo obbiettivo: i soldi. La Mafia è da tempo entrata nello Stato e solo i più attenti sono in grado di farsi un'idea del danno che stiamo subendo. Chi ha sottoscritto il patto o la trattativa con la Mafia è ancora nei palazzi del potere e grazie a delle collusioni sta storpiando, oltre alle casse dello stato, tutto il sistema legislativo e giurisdizionale. Questo è il vero motivo per cui bisogna dire ai cittadini di NON VOTARE PIU' i partiti, specialmente quello di Renzi e quello di Berlusconi. Essi sono lo stesso partito con due etichette diverse...!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 10.06.17 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per alcuni esami o interventi ci sono code di mesi...o vicine ad un anno....per l assistenza ai clandestini negri vari ci sono medici psicologi, mediatori culturali, tutti comunisti che mangiano alle nostre spalle... e' possibile che gli italiani siano cosi furbi da accettare tutto...
siamo una razza in estinzione...
il tutto gestito dalla finanza ebraica ...grazie soros....che mantiene il pd....e i governi di sinistra nel mondo...


Gli ospedali chiudono...per una risonanza impellente in sospetto di male brutto si aspetta sei mesi, cioè forse la morte...gli ospedali chiudono...ogni anno un esercito crescente di cittadini rinuncia alle cure...

Ma al Governo ci dicono: Tutto va bene

Io questo Post o ho condiviso a mille persone perché penso che la condivisione della sana informazione ci salverà.

Se chi prende la famosa matita, così perfetta e marroncina, perfettamente temperata, per dare il proprio voto, è consapevole di decidere per la propria "Salute" e per quella di tutti i concittadini,avrà la possibilità di sceglier per il meglio.

Io condivido i Post del nostro Blog fino allo stremo perché, se nella malaugurata ipotesi non vincessero le nostre sane proposte, non avrei nulla da rimproverarmi nella mia coscienza: tutto quello che potevo fare, io lo avrò fatto.

massimo m., Roma Commentatore certificato 10.06.17 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un'anestesista napoletana che lavora in Sardegna dove la sanità è indietro di vent'anni e il diritto alla salute è ormai un lontano ricordo!fondi sperperare per la costruzione di nuovi reparti,sale operatorie e interi ospedali oggi chiusi o in agonia..
se avete bisogno di notizie più precise sono a vostra disposizione perché si può migliorare solo se si ascolta chi è davvero a contatto con il paziente e soprattutto con chi si occupa delle urgenze/emergenze la cui gestione oggi è totalmente fallimentare

Giuliana capogrosso 10.06.17 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Mafia è solo una copertura che fa fare bella figura alle governance di turno.Per pietà basta con questi ripetitivi teatrini salva governance Colonia Italia.Avete visto che era il solito teatrino calma popolo per salvare il governo fotocopia ed il Magna-Magna?Si sapeva che sarebbe finito così, è stato il ripetitivo teatrino calma pecoroni creduloni per salvare il governo fotocopia ed il magna-magna collettivo. Mi dispiace che ci siano ancora delle persone che credono alle elezioni, quando con la globalizzazione il mondo è diventato una cancrena della Malapolitica.Non si deve dimenticare che l'Italia è una Colonia strategica militare e politica,quindi non potrà mai avere dei politici che facciano gli interessi della Nazione e del suo popolo,però dobbiamo prendere coscienza che la colpa non è solo dei politici,ma è anche del 35% del popolo che sostiene il sistema del Magna-Magna.Inoltre non si deve dimenticare il business dell'essere umano che ha aperto il fiume in piena del Dio Denaro pagando circa 40 Euro per ogni essere vivente,quindi non faranno mai le elezioni perché tutti i comuni hanno avuto la loro parte di bottino con grande giubilo per le cooperative e bonisti dell'accoglienza.
Spero che i pecoroni aprano gli occhi prima della catastrofe che avverrà appena si sveglieranno i generali Orsi Russi per tutelare la ex grande potenza Russa ridotta al ridicolo con le sanzioni e accerchiata dal potente esercito Nato & Alleanza Atlantica.Molto meglio una vera guerra subito che non ad altri 27 anni di teatrini politici all'italiana,recitati per fare le guerre mascherate in Missioni di pace che ci hanno donato la tratta umana con la mercificazione dell'essere che viene pagato circa 40 Euro a giorno per ogni vivente.


Tema delicato la sanità,che tocca l'ambito più sensibile di ognuno di noi.Bene fate a sensibilizzare le persone su questo argomento,noi da cittadini dobbiamo vigilare affinchè nulla ci venga tolto,consapevoli che la mancanza di possibilità di cura è la più grave delle povertà.Qualche anno fa nella mia delegazione si paventava la chiusura di un ospedale,sono state organizzate manifestazioni che hanno avuto una partecipazione enorme,ebbene,l'ospedale è ancora lì,e lì resta al servizio di tutti.Vigiliamo,vigiliamo sempre,parliamo,organizziamoci,partecipiamo ai consigli comunali e municipali,e domani andiamo a votare chi ci permette di conoscere e prevenire perdite di diritti e dignità:i miei amati 5S.In alto i cuori.

Lellina 10.06.17 07:17| 
 |
Rispondi al commento

http://www.movimento5stelle.it/listeciviche/forum/2017/06/riforma-sistema-sanitario-nazionale.html#disqus_thread

undefined 10.06.17 00:21| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di vaccini e...la Costituzione Italiana:

http://imgur.com/a/BgBBT

Giovanni Antonio 09.06.17 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Gli enormi vantaggi della sanità privata.
Non dobbiamo dimenticare che il nostro pese è, da sempre, tra i primissimi al mondo per aspettativa di vita, 84/85 anni, circa 6 anni in più della media USA. Per contro abbiamo una natalità ridicola, dato che si è fatto il possibile per rendere la nascita di un figlio un vero lusso, oltre che un serio problema. Pensate cosa risparmierebbe la sola INPS portando l’aspettativa di vita a livello USA, 79 anni; l'INPS eviterebbe di erogare circa 4 milioni di pensioni all’anno, con un risparmio di circa 50 miliardi. Pensate quanta disponibilità avrebbe lo stato italiano, per pagare l’interessi sul debito (che continueranno a crescere), con la piena soddisfazione degli organi veramente sovrani. Riducendo, al minimo indispensabile, la spesa sanitaria pubblica, che ad oggi ammonta a circa 110 miliardi di €. otterremo, tra risparmi INPS e la drastica riduzione della spesa sanitaria, oltre un centinaio di miliardi. Se questi non sono vantaggi reali, ditemi voi. Attualmente, la nostra sanità pubblica, nonostante, sprechi, corruzione e disorganizzazione, ha un rapporto tra costi e prestazioni, d’eccellenza. Ciò nonostante, si può fare di più, molto di più: ELIMINARLA DEL TUTTO, come è stato deciso.
Talebano

Gianfranco B. Commentatore certificato 09.06.17 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ex impiegato dello Stato, Oggi telefono al n. verde INPS per avere notizie del MIO TFS, (Da un anno mi rispondono che viene pagato dopo 12 mesi + 3 mesi,dopo l'andata in pensione), oggi il Call-center si accorge che la mia amministrazione non ha mandato la Richiesta (?), e mi dice siccome sono andato dopo 41 anni e quasi tre mesi, grazie a Fornero, in pensione ma non avendo la "Vecchiaia ma l'anzianità (Adesso 61 anni),il TFS va pagato fra un anno, quindi 24 + 3,s eva bene, posso morire che ho bisogno di cure. Chi è il mafioso, se non lo Stato, forte con i deboli e debole con i forti, Arrivate presto 5stelle, per bruciare questi delinquenti!!!

Pancrazio Di Bennardo 09.06.17 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Porto ad es la mia personale esperienza.diploma di maturita classica.Laurea in medicina con 110 e lode prima dei sei anni tabellari,I spec in Igiene e medicina preventiva con il massimo dei voti e poi spec in medicina del lavoro.Corso di formazione manageriale per direttore di struttura complessa.Dirigente medico presso una Usl da oltre 25 anni con immense assunzioni di responsabilità.responsabilita'tante incarichi di direzione nessuno.

un medico siciliano 09.06.17 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Credo venga data troppa importanza personaggi di facciata come Padoan, Renzi ei loro omologhi. Deve essere chiaro che loro non hanno deciso niente. Loro sono stati messi in quelle posizioni, in cambio di carriere che non avrebbero mai sognato di fare, per eseguire certi ordini, portare avanti certe decisioni prese altrove, come ormai accade da molti anni.
Questi personaggio, drammaticamente da operetta per noi, vengono usati e poi buttati una volta raggiunto lo scopo.
Rimane però un fatto concreto: noi come stiamo reagendo di fronte a questa escalation di continui soprusi?
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 09.06.17 18:40| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della privatizzazione della Sanità Pubblica. Il Renzi e Padoan dal primo giorno che si sono insediati hanno deciso di privatizzare e svendere il nostro paese alle multinazionali e amici. Io credo che sarebbe opportuno attaccare questo governicchio e informare quotidianamente i cittadini italiani. Un cordiale Saluto a Beppe Grillo da Paolo Dodaro .

paolo dodaro, cosenza Commentatore certificato 09.06.17 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Avete tutti ragione, sicuramente. Cmq in un mondo di anziani che , come sappiamo hanno avuto sia pensione precoce che sanità totalmente gratis per anni, è difficile far quadrare i conti. Faccio un esempio personale : mamma ha l alzheimer e prende l'accompagno, ben poco rispetto alle necessità ma cmq circa 500 euro al mese. Poi ha insufficienza renale, cardiopatia, ecc delle medicine che assume (alcune molto costose) paga solo il ticket. È andata in pensione abbastanza presto e quindi facendo i conti è una cittadina che ha ottenuto abbastanza dallo Stato (anche se non è sufficiente per quello che le servirebbe). Dall altra parte ho una figlia che studia, studia, studia e purtroppo trova solo lavori a tempo determinato: non so se avrà una pensione e qualsiasi visita è quasi del tutto a pagamento (il ticket è abbastanza alto). Non so quale possa essere la soluzione ma non è certamente facile districare la matassa.

silvia meco Commentatore certificato 09.06.17 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facciamo le nostre conclusioni, perché dimostra in modo pratico, l'assistenza sanitaria italiana è nelle mani di coloro che hanno molto denaro per pagare. Posso parlare qui anche perché è una delle mie aree di competenza, perché sono Medico dentista. Ha contribuito a organizzare la logistica in uno stato di 416 comuni in Brasile, qui si chiama Sus, "Single Health System", un sistema che in teoria è meraviglioso, ma in pratica continua ancora, ha bisogno prima di una coscienza politica, dal Brasile non hanno, ma l'Italia, di sicuro, è molto più avanti, perché questo uomo giovane Beppe, contamina tutti noi con la loro volontà di cambiare, così come altre persone di questo movimento. Beppe ha parlato una settimana nella prevenzione, che per un paese come l'Italia, aiuterebbe molto, non solo riducendo le entrate, ma aiutando direttamente la qualità della vita. Abbiamo bisogno di fare una semplice indagine, non è difficile da fare, perché l'Italia è piccola e ben organizzata, le persone più importanti di questo movimento dimostrano che immenso atto di solidarietà, di accettazione e di amore, beh, tutto diventa semplice e facile, perché tutto diventa un semplice modo di condurre le cose, al fine di suoi simili. Vengo a Roma questo mese, posso contribuire a rendere i progetti e aiutare ad organizzare logisticamente, se possibile, utilizzando quello che abbiamo oggi.


DOVREBBE MORIRE QUESTO GOVERNO. ...DANNEGGIATORE DI TUTTI GLI ITALIANI. E CON TANTISSIMI MORTI SULLA COSCIENZA 😈

ANNA TUZZOLINO, Trino Commentatore certificato 09.06.17 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Che ci sia accelerazione verso questa situazione lo dimostra anche il recente spot TV di una nota compagnia assicurativa sui loro prodotti relativi alle cure mediche e lo slogan è emblematico, mi pare dica: pensateci per tempo o giocate d'anticipo o cose simili. Nulla di male per chi può permetterselo.. Spero che non sia l'alba del giorno in cui sarà quella l'unica possibilità di cura.. la cosa mi tocca personalmente pesantemente.. spero che non ci si arrivi. Altrimenti siamo rovinati. Sono certa che ce la metteranno giù, come per la cancellazione dell'art. 18, lo smantellamento del lavoro, come una scelta 'progressista' del mondo che cambia al quale ci dobbiamo adeguare.. bla, bla, bla.. le solite vaccate per portarci indietro di secoli sotto il vessillo del liberismo selvaggio. Dopo la sanità, toccherà alla scuola.

Anna D., Quiliano Commentatore certificato 09.06.17 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si', e' vero, non vogliono trovare una soluzione. invece di voler privatizzare, pensino invece a tagliare le unghie a chi ruba sulla sanita'. i soldi ci sarebbero se non ci fossero sprechi e ladrocigni. si fossero tenuti quelli che lavoravano senza farli scappare perche' non disposti a vivere in un ambiente mafioso. in tanti anni so di bravissimi infermieri e medici che se ne sono andati oppure hanno cambiato addirittura lavoro per non aver voluto accettare politica e non meritocrazia.
c'erano i soldi per curare le persone settant'anni fa e non si pagavano tickets allora, era tutto gratis. per chi e' malato davvero la sanita' gratuita deve esserci. non e' una questione di alcuni ma di tutti perche' prima o dopo tutti ci ammaliamo. fate qualche cosa per l'amor del cielo ed anche i cittadini si ridimensionino, intendo quelli che si sono lasciati prendere dalla smania di esami inutili a scapito degli altri cittadini veramente malati, e sono tanti.

rosanna scarpa 09.06.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Dove compare il potere del dio denaro le leggi non servono a un CAZZO !

Rosa Tamiano 09.06.17 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Le scelte privatistiche sono scelte che evidenziano una disumanita' che diventa sempre piu' imperante come pure la logica del profitto sulla sofferenza.

Roberto Maccione Commentatore certificato 09.06.17 11:10| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori