Il Blog delle Stelle
Legge elettorale: la stampa estera insegna giornalismo a quella italiana

Legge elettorale: la stampa estera insegna giornalismo a quella italiana

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 28

di MoVimento 5 Stelle

In questi giorni sui media internazionali sono comparse decine e decine di analisi che criticano il Rosatellum Bis. Quello che leggete sotto è un editoriale de El Pais, che definendo la nuova legge elettorale una classica "riforma all'italiana" ci tiene a sottolineare come sia stato un errore escludere il M5S dal dialogo.

"Non si può lasciare fuori quella che può diventare la principale forza politica in Italia", scrive il principale quotidiano spagnolo. Ebbene, El Pais non è l'unico giornale ad aver dato una valutazione negativa della legge. Hanno fatto lo stesso - e citiamo solo alcuni esempi - Euractiv ("La nuova legge elettorale penalizza il Movimento 5 Stelle”), la piattaforma The Local (che parla di "controversa legge elettorale), l'agenzia Reuters (secondo cui il Rosatellum bis "darà al Paese l'illusione di una stabilità politica"), nonché lo stesso Financial Times (è convinto che questa legge "potrebbe penalizzare il Movimento 5 Stelle"). Questo per completare il quadro.

Certo sorprende che la stampa italiana, sempre così attenta a rilanciare e a strumentalizzare le valutazioni dei quotidiani internazionali sul M5S, oggi se ne stia in silenzio senza batter penna. Fanno i provincialotti quando i giornali esteri ci attaccano, però quando ci danno ragione nessuno ne parla...


Una riforma all’italiana (El Pais, 14/10/2017)

La nuova legge elettorale italiana sarebbe dovuta essere negoziata anche con il Movimento 5 Stelle

La riforma elettorale italiana approvata parzialmente questa settimana dopo che è stata ratificata dalla Camera dei Deputati —ancora manca il passaggio al Senato — è un passo positivo, almeno nelle sue intenzioni, peché cerca di porre fine, sebbene parzialmente, ad un caotico sistema di ripartizione dei seggi che durante gli ultimi decenni hanno contribuito ad una quasi cronica instabilità politica dei differenti Governi.

Nonostante tutto, le circostanze in cui nasce —con i populisti del Movimento 5 Stelle a margine di un'ipotetica vittoria elettorale secondo i sondaggi — gettano un'ombra di sospetto su una riforma aspettata a lungo, che però potrebbe sembrare approvata precisamente per evitare, o almeno limitare considerevolmente, il credito elettorale populista.

La necessità di una riforma elettorale in Italia è incontestabile, e vari progetti, più o meno concreti, sono stati avanzati negli ultimi anni da Governi di differente segno politico senza che sia necessariamente significato che le intenzioni riformiste siano sempre state giuste.

Il testo approvato consacra un rivoluzionario sistema misto che mescola il sistema uninominale brittanico con quello proporzionale tedesco o spagnolo che favorisce i partiti che si presenteranno in coalizione. Questo è frutto dell'accordo tra i due principali partiti di destra e sinistra italiani —ovvero Silvio Berlusconi e Matteo Renzi—, che però lascia fuori una terza parte molto importante che è il Movimento 5 Stelle. Non si può lasciare fuori da una riforma di questa importanza chi può diventare la principale forza politica dell'Italia.

A tutto ciò bisogna aggiungere che neanche i modi di approvazione di questa riforma sono stati i migliori. Per la approvazione si è optato per una formula che ha impedito di discutere gli emendamenti. Il fatto che una persona lontana dal populismo e di reputazione come l'ex Presidente Giorgio Napolitano abbia criticato questo aspetto, dovrebbe far riflettere chi ha sostenuto questa nuova legge.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

18 Ott 2017, 10:45 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 28


Tags: legge elettorale, m5s, rosatellum, stampa straniera

Commenti

 

La nuova legge elettorale è palesemente incostituzionale e il parlamento eletto con essa sarebbe completamente illeggittimo, bisogna far dimettere Gentiloni che al senato non ha la maggioranza ed andare subito al voto.

mario genovesi 22.10.17 19:47| 
 |
Rispondi al commento

In settant'anni di repubblica, quante leggi elettorali abbiamo avuto? Contatele voi, se vi va, tanto nessuna è andata bene. Vedremo cosa partorirà il nostro Parlamento, dopo il meraviglioso italicum: lì ci sono i veri esperti, (in leggi incostituzionali) non noi, poveri neoarrivati del Movimento 5 stelle. Sarà finalmente un espertellum.

Gian Paolo Barsi, Serravalle Pistoiese Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.10.17 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Come è stato per il referendum bisogna informare il popolo della vergogna di questa legge ma anche far capire che l'unico modo per far saltare il meschino piano dei loro creatori è quello di andare a votare in massa il movimento .... attenzione a non schifare troppo chi già non va a votare o gli incertii perché è sicuro che si sentiranno doppiamente giustificati a non andare a votare ! a mio parere bisogna intensificare anche le presenze ( tappandosi il naso ) in tutte le trasmissioni possibili per amplificare le nostre ragioni e smascherare tutte le puntante che ci stanno tirando dietro ...Forza M5S

Alessandro Teodorani 18.10.17 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Per le Figure di Merda ...siamo il primo paese d'Europa...non ci batte nessuno!
Avevamo i più grandi scrittori
Avevamo i più grandi poeti
Avevamo i più grandi musicisti
Avevamo i più grandi scienziati
Oggi siamo al penultimo posto per:
1-Informazione
2-Economia
3-Fiducia
4-Capacità
5-Politica
6-Onestà
7-Trasparenza
8-Lavoro
9-Occupazione
10-Serietà
Insomma siamo un popolo finito fanno bene quelli che possono di fuggire anzitempo!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.10.17 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eh! Eh! Eh!, silenzio assoluto! Fanno vedere che nessuno li ha visti, che figure di m###a mondiali...
Bastava vedere ieri sera ad intervistare il carissimo Roberto Fico chi sono i personaggi che fanno informazione, gente di parte sputtanatamente.
Ma stessero accorti, perchè a furia di bastonare il cane, la gente tutta farà il tifo per il cane.

Giovanni F. 18.10.17 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Io ricordo al sig. Paolo che, a) Il blog ha sempre definito giornalai, i giornalisti nostrani. Infatti sempre più spesso il m5s si rivolge ad interviste a testate estere.. e/o interventi alla stampa estera nei luoghi adibiti a ciò.
B) la cazzata sull'incostituzionalità della schiforma ?? È attestata dalla Corte incontrovertibilmente per via dell' INCOSTITUZIONALITÀ dell'Italicum .. mica male aver stabilito la legge elettorale sulla convinzione che tanto sarebbe passato il referendum.. una genialata! Come essere convinti che la casa regga se si edifica partendo dal tetto. Riforma oltretutto scritta col culo, capita neppure da chi l'ha scritta, e con un modus operandi da clinica psichiatrica.. bocciata dalla Corte l'Italicum, bocciata dagli italiani la schiforma.. un capolavoro. Adesso si faranno dichiarare anche il Rosatellum incostituzionale.. ma a loro cosa frega?! Ormai è lecito. Tanto si partorirà lo stesso l'ennesimo Parlamento non legittimo.. siamo la barzelletta del mondo.. la legge elettorale non la scrivi per calcolo dei seggi.. e chi se ne frega del numero seggi.. ma perché?! È quello il punto di caduta? Per gli altri distributori di poltrone immagino di sì. Se invece vuoi non entrare a far parte del troiaio forse devi tenere la schiena dritta e scrivere tanto per dirne una una legge che sia Costituzionale.. come fare? Beh.. magari leggendo la Costituzione e non scriverla per se stessi o per fottere gli altri ma per salvaguardare il voto degli elettori. Poi, non esisterà legge perfetta.. ma non potrà sempre e comunque essere una legge di merda tale.. sempre.. e il porcellum e l'Italicum e adesso il fotti m5s.. e che palle!!


E adesso i bastardi, sulle vincite dei giochi oltre i 500 euro, si prendono pure il 12 % .
Quanti sopprusi dobbiamo ancora sopportare da questa gentaglia. Poverini !!!!. Hanno fatto una manovrina solo per non aumentare l'iva. Cosa volevano ancora : tagliare sulle pensioni e portare a 70 anni il limite pensionabile ???. Facce di merda. Colpevoli dell'estinzione del popolo italiano e del territorio italiano. Contate i giorni, perche' il giudizio sta per arrivare.

italo libero 18.10.17 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma se i giornali (secondo il movimento) sono da ignorare, tanto tra poco tireranno le cuoia, ovviamente nel mondo intero, perchè adesso, CONTRO ORDINE COMPAGNI, abbiamo da spulciare i giornali esteri?
E poi, che deva leggere sul post un complimento a Giorgio Napolitano, mi fa pensare che chi lo ha scritto, o non ha tanto seguito la linea editoriale di questo blog, o che nel blog cambiare radicalmente idea sia una cosa normale... CONTRO ORDINE COMPAGNI!!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.10.17 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ricordo per tutti, che se si votava SI al referendum di 1 anno fa, non serviva la maggioranza, ma “solo” il 40%, alla camera, perchè si eliminava il senato. Oltretutto mi ricordo che quando la legge elettorale era in gestazione, Renzi ( oppure il PD, che allora aveva la maggioranza nei sondaggi), aveva scelto come soglia per il premio di maggioranza il 37%, per UN SOLO PARTITO o movimento. E allora il M5S si stracciò le vesti; legge incostituzionale e cazzate simili.
Siete stati zucconi? Sì, ma non è colpa mia, ma solo perchè non valutate le conseguenze degli atti; è come adesso lamentarsi di aversi tagliato i cogli***, per far dispetto alla moglie. Mone http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Mona.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.10.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sempre a lamentarsi....QUANTO MANCAAAAAAAAA????

Andrea B., Perugia Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.10.17 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo letto che questa legge elettorale è stata scritta da Bildeberg per togliere i diritti agli italiani.
Poi è un dato di fatto che questa legge elettorale vincola metà dei seggi a persone scelte dal partito.
Si saprà il grado di incostituzionabilità soltanto a votazioni avvenute.
Nessuno ora è in grado da dare i pesi ai voti.
Senz'altro il voto espresso per una coalizione, o per una lista o per il m5s avrà un peso diverso sui numero di seggi assegnati.
Questo è l'incostituzionalità di questa legge. E' una vergogna.

Veronica2 18.10.17 14:42| 
 |
Rispondi al commento

L'istituto Cattaneo ha calcolato che con il fascistellum ci guadagnano PD e Lega che ha sostenuto la legge, mentre FI resta invariata.

Tutti gli altri ci perdono.

http://www.repubblica.it/politica/2017/10/18/news/legge_elettorale_simulazione_rosatellum_istituto_cattaneo_pd_m5s_chi_guadagna_chi_perde_fi_lega-178525781/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P7-S1.4-T1


Secondo me questo studio lo avevano già fatto prima di portare in aula il fascistellum, ma lo hanno pubblicato ora per convincere i senatori a votarlo.

Tommaso B 18.10.17 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimi Parlamentari Coerenti ai Valori Costituzionali Originali,l'art.72C. è,a mio modestissimo parere,chiarissimo:VIETA TASSATIVAMENTE "scorciatoie" in alcuni argomenti legislativi tra i qvali qvello ELETTORALE...lasciateli "passare" anche nella Camera Anziana...poi...
Saluti e cordialità dalla romaGNA.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 18.10.17 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Ormai all'Informazione italiana non ci crede più nessuno. Su quello che dicono giornali e TG si avvera il contrario.
E' l'effetto di aver raccontato così tante balle per così tanto tempo.

Diverso è come la vedono i Partiti. Per loro è l'ultima occasione di dettare una legge occupando illegalmente le istituzioni e sperano di continuare così.

Sperare in Mattarella è illusorio, farà solo quello che gli dice il Massone Napolitano.

giorgio peruffo Commentatore certificato 18.10.17 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Certo i giornali finanziati con i soldi dei cittadini non possono sput....re i politici.

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 18.10.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma di che ci meravigliamo se gli estensori della legge sono delinquenti senza scrupoli contrari alla democrazia!!! Il problema è che loro esistono al potere, perché ce li hanno mandati. Pertanto i nemici degli italiani sono costoro. Sarebbe bello mandarli tutti in esilio. Che dite bei barconi per l'Africa? Facciamo scambio.

Enrico A., ITRI Commentatore certificato 18.10.17 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Al 99%, dei pezzenti informatori, del regime italico,non capiterà mai, quello che è accaduto a Daphne Caluana Galizia.Vogliamo, una rai libera, dalla dittatura, del clan del pd. Quello che dicono all'estero, dell'Italia,me ne può fregare di meno ,noi che ci viviamo lo sappiamo purtroppo "di prima mano"e senza ..depistaggi,da parte,di quel 99% ,di indegni e vigliacchi zerbini.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.10.17 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Questa accozzaglia di partiti destra-sinistra è una vergogna

elena guerini, bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.10.17 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ben magra consolazione il sostegno dei giornali stranieri, che nessuna influenza, neppure minima, hanno sugli elettori italiani, meno che mai sugli eletti responsabili di questo golpe strisciante chiamato Rosatellum.
Sappiamo tutti alla perfezione che il ribattezzato Merdellum sarà approvato, è soltanto questione di giorni.
Non possiamo contare nemmeno sull'intervento del Capo Dello Stato, che firmerà prima ancora di leggere.
Quindi si da ora è necessaria una strategia post-promulgazione del Merdellum, che secondo me dovrebbe includere, oltre alla denuncia quotidiana del golpe in atto, anche la richiesta di messa in stato di accusa del Capo Dello Stato. Bisogna avere il coraggio di parlare d'Impeachment di Mattarella.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 18.10.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori