Il Blog delle Stelle
Maggioni e Dall’Orto hanno appaltato Rai Uno E Tg1 al Pd

Maggioni e Dall’Orto hanno appaltato Rai Uno E Tg1 al Pd

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 60

di Franco Bechis

La cifra è fra le più alte che sia mai stata registrata in Rai da quando si censisce la par condicio: 42,37%. E’ la percentuale ottenuta da esponenti del Pd nel mese di marzo 2017 grazie a interviste e dichiarazioni in voci rilasciate in programmi giornalisti della rete ammiraglia della Rai, a Rai Uno, guidata da Andrea Fabiano. Una rete (e un Tg) che stando ai dati sulla par condicio sembra che Monica Maggioni e Antonio Campo Dall’Orto abbiano direttamente subappaltato al Pd.

Stiamo parlando di comparsate a Porta a Porta di Bruno Vespa, alla Vita in diretta, a Uno Mattina, a Domenica In, l’Arena di Massimo Giletti, e negli speciali del Tg1. Un mese in cui il Pd ha letteralmente occupato le trasmissioni della Rai, perché pure unendo le trasmissioni di Rai Due, Rai Tre e Rai Educational la quota ottenuta nel tempo di parola (appunto dichiarazioni e interviste) è un po’ più bassa, ma comunque impressionante: 38,05% complessivo.

Siccome a queste percentuali si deve aggiungere anche il tempo riservato a Paolo Gentiloni premier e ai suoi ministri (21,05% sulla Rete Uno Rai, e 10,88% su tutte le reti della tv pubblica), oltre a quello di altre forze politiche che sorreggono la maggioranza di governo, con gli ultimi dati del monitoraggio di Geca Italia resi pubblici dall’Autorità per la garanzia nelle comunicazioni è diventato evidente come non mai lo squilibrio dell’informazione politica dell’intera Rai ma soprattutto della sua rete ammiraglia. Il caso riguarda con proporzioni diverse anche il Tg1 di Mario Orfeo, ma è clamoroso nei programmi giornalisti al di fuori dei notiziari.

Di fronte al 42,37% del tempo di parola concesso al Pd (il 67% considerando governo e altre forze politiche di maggioranza), c’è un misero 3,07% concesso alle dichiarazioni e alle interviste del Movimento 5 stelle, una percentuale analoga (3,63%) per la Lega Nord, qualcosina in meno (2,11%) concesso ai Fratelli di Italia di Giorgia Meloni e un contentino riservato a Forza Italia con l’ 8,61% del tempo di parola. Se un dato simile di Rai Uno fosse stato registrato all’epoca di Silvio Berlusconi al governo, sarebbero insorte le piazze, fioccate le multe e si sarebbe chiesta la testa dei dirigenti Rai.

Oggi questi dati da Romania ai tempi di Ceausescu grottescamente stanno suscitando solo lamentele del Pd, che evidentemente mira all’occupazione totale dell’informazione Rai, ritenendo più che sufficiente il pluralismo del confronto fra Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia della lamentela (è stata fatta circolare perfino la voce su una presunta ostilità di una Rai mai così embedded al partito di maggioranza relativa) evidentemente porta frutti copiosi: negli stessi identici programmi in cui il Pd dilaga oggi con quel 42,37% solo un anno prima- nel marzo 2016- aveva ottenuto il 16,26%, sia pure accompagnato da una presenza più robusta (25,51%) di esponenti del governo.

Come accadeva nella Romania di quei tempi cancellata anche la voce degli oppositori più fastidiosi, quelli interni: nemmeno una ospitata o una breve dichiarazione trasmessa in tutto il mese ad esponenti di Art.1-Mdp, gli scissionisti capitanati da Pierluigi Bersani, Roberto Speranza ed Enrico Rossi: zero secondi per loro. E zero secondi pure per chi strizzava l’occhio a loro, come gli esponenti di Sinistra Italiana-Sel.

Diversa ma non troppo la situazione del Tg1. A marzo 2017 il Pd ha ottenuto il 22,56% delle interviste e dichiarazioni, a cui si aggiunge il 28,66% del tempo riservato in voce ai membri del suo governo. Un anno fa il Pd era al 16,21%. La seconda forza politica sul Tg1 (nei sondaggi però sarebbe la prima) è il M5s, cui viene concesso però meno della metà del tempo riservato ai propri beniamini: il 10,69%. Terza forza a cui sono stati aperti i microfoni di Orfeo, Forza Italia. Ma deve accontentarsi del 7,92% degli spazi. Quarto posto per Ap-Ncd, con un 3,28% (il doppio dell’anno precedente) che però si somma all’area di governo, rafforzandola. La Lega di Matteo Salvini deve accontentarsi del 2,81% e la Meloni di un secco uno per cento. Sempre meglio del tempo riservato ai nemici interni del governo: agli scissionisti Pd riservato appena lo 0,80% del tempo di parola, e ai loro colleghi di Si-Sel ancora meno: 0,27%.

L’unica altra rete della tv pubblica dove il Pd raggiunge cifre da capogiro (38,44%) è Rai Tre nei programmi di rete extra tg (Cartabianca, Agorà, Gazebo, Mi manda Rai Tre, Presadiretta e Report). Ma in quel caso è anche a danno della presenza diretta di esponenti del governo, che complessivamente ottengono il 6,89% del tempo di parola. Su Rai Tre curiosamente il secondo partito è la Lega di Salvini: 13,19%, davanti al M5s (9,35%) e a Forza Italia (5,52%).



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Apr 2017, 09:37 | Scrivi | Commenti (60) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 60


Tags: bechis, dall'orto, m5s, Maggioni, rai, renzi

Commenti

 

Buona giornata, la mia è una proposta se possibile fare un referendum limitazione del tetto pagamenti Dirigenti, Conduttori, Giornalisti della Rai , ed inoltre un censimento sui conduttori da mandare a casa , come una votazione di chi deve rimanere e chi deve andare a casa .
Questo, poichè ora che tutti paghiamo il canone, credo che qualche diritto dovremmo averlo , come in un condominio dove le decisioni aspettano ai condomini, ci sono alcuni personaggi che non si sopportano più e dobbiamo cambiare canale .
Cordiali saluti

Giuliano Piccioni 30.04.17 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere per piacere l'on. Fico cosa sta facendo?
Fico sei pregato di rispondere.
Se non dovesse rispondere, chiedo al Beppe di intervenire. Grazie

Antonio Longobucco 29.04.17 19:32| 
 |
Rispondi al commento

CIAO OFFERTA DI PRESTITO GRAVE
Ho ricevuto un prestito di 30.000 € con 2% di interesse senza protocollo con l'aiuto di Madame Roman Chouinard che mio concesso anche questo prestito e due colleghi. Così se siete mai in bisogno di un prestito urgente di indirizzo di email e si otterrà il vostro prestito in breve delaie, perché se ho poi rivivere ancora una volta me è a causa sua. Ecco il suo email:chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 29.04.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

La cosa è ormai evidente, basta guardare le trasmissioni rai è capisci tutto.. il 95% della tv è in mano al pd e a forza italia con mediaset.

E se i 10 milioni di elettori del M5S non pagassero il canone rai?

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 28.04.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Padroni e servi. Puledri di razza e serpi intenti a strisciare. Da un'eternità!
Non c'è più rispetto, dignità e neppure quella trasparenza che è dovuta a chi, fesso, paga il canone senza fiatare.

Adda ppassà 'a nuttat!

Tutti gli inutili burattini, senza anima e senza cervello, cadranno a terra, buttati giù dal buon senso.

E...
Sarà un "bellissimo" (x noi) 4 dicembre x molti.

AD MAIORA!
Paola

Paola Zito 28.04.17 17:12| 
 |
Rispondi al commento

meno male che c'è Beppe !!!

Corda Sandro 28.04.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

OFFERTA DI PRESTITO DA PERSONA A PERSONA AFFIDABILE
Avete bisogno di un finanziamento per avviare o espandere la vostra attività, ma non è possibile ottenere credito da una banca?
Offriamo crediti tra individuo su un massimo di 1 a 30 anni 2% anno.
Contattaci direttamente al nostro indirizzo e-mail: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 28.04.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento

La direzione Rai è come il vento
che spazza via quelli che non ama
col quarto golpe ormai è già un incendio
che, ci brucia l'anima


il M5S è ormai il più forte
La Maggioni e Dall'Orto s'illudono di poterlo censurare
e invece loro tra un anno dovran lavare...
i cessi di Rai tre

la, la, la, la, la, la ...la, la, la ,la..

addio Monica...addio Antonio!

la, la, la, la, la, la ...la, la, la ,la..

non piangete!

la, la, la, la, la, la ...la, la, la ,la..


ciaoo!!

Aldo B. 28.04.17 10:44| 
 |
Rispondi al commento

e si lamentano anche dell'esistenza dell'unica trasmissione seria di inchiesta, ossia Report! Una goccia di onestà intellettuale nel mare delle menzogne quotidiane. La dittatura mediatica è in atto ormai da decenni, altro che le cazzate di Reporters sans Frontieres sul fatto che sarebbe Beppe a minare la libertà di informazione! Ieri sera a Piazza Pulita si tentava di far passare il messaggio che sulle ONG non si possono nemmeno fare delle richieste di chiarezza dopo quello che ha scoperchiato Mafia Capitale! Tali organizzazioni sarebbero tutte pure e nobili di intenti! Ma chi ci crede? E' vero che non bisogna generalizzare ma, dico io, non occorre farlo nemmeno in senso positivo!
Dobbiamo iniziare a smantellare questo sistema marcio, ma sono più consapevole che mai che in Italia ci vorranno decenni, purtroppo!

cristina cassetti 28.04.17 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Una TV come quella dei canali Uno e tre è meglio farla vedere
a quelli del PD...tanto nemmeno riescono ad andare d'accordo...in quanto non conoscono ...la dritta strada...perché quella giusta rimesta smarrita!

Michele Prezioso 27.04.17 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Una giusta informazione(soprattutto quella pubblica) deve separarsi dai partiti altrimenti siamo in una dittatura! Mia cara informazioni oggi il giusto sembra che sia di casa nel movimento, domani sarà da un'altra parte ma la cosa principale è che i partiti e la politica devono(ripeto) separarsi da chi ha il diritto di informare onestamente i cittadini!

claudiog 27.04.17 23:27| 
 |
Rispondi al commento

questo è il motivo perchè il PD non perde il consenso dei voti, ogni scusa è un modo per farsi pubblicità, con la finzione delle primarie e dei congressi e altro che già si conosce il vincitore e le idee politiche, vendono fumo agli italiani 24 mesi all'anno sù 24 s'è si farebbe la pubblicità come si fa per il PD per vendere le droghe oggi gli italiani sarebbero tutti drogati

claudio a., verona Commentatore certificato 27.04.17 20:58| 
 |
Rispondi al commento

...la colpa comunque è sempre di Beppe!!!...Non vi pare?!

undefined 27.04.17 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Per quel che mi riguarda...oggi è un privilegio non apparire su RAI 1...
Unica cosa che mi infastidisce è dover pagare il canone...ma...l'anno prossimo post elezioni è meglio che lor signori si trovino un rifugio lontano xchè andremo a prenderli ovunque siano...

undefined 27.04.17 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Devo sconfessare Grillo: ma quanto mai avrò visto Rai1. Lascio che il canale sia ancora visto negli ospedali, da persone anziane deboli di udito, dormienti o che non sanno cambiare le pile ai telecomandi. La dirigenza Rai e il suo PD merita un meraviglioso VAFFA a reti unificate.

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 27.04.17 18:13| 
 |
Rispondi al commento

La Maggioni insegna nelle universita'...andate dagli studenti e chiedete se à materia d'esame la pari condicio politica...

Gianfranco Rambaldi, Roma Commentatore certificato 27.04.17 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Fanno affidamento sulla credulità degli italiani che se fossero in maggioranza forniti di indipendenza di pensiero e senso critico i vari ancormen di tutta la Rai, non solo rai 1 e tg 1,potrebbero starnazzare all'infinito ma non raggiungerebbero mai i loro scopi.

Beppe C. Commentatore certificato 27.04.17 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Segnano la televisione

Anna Imperatore 27.04.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è Grillo se non abbiamo libertà di stampa... Roba da matti

Luca G. Commentatore certificato 27.04.17 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono stati messi lì proprio per fare quello che stanno facendo. Non facevano così' anche i democristiani, per non parlare dei socialisti? La RAI e' stata sempre la mucca del governo. Per il TG1 c'è' poi l'aggravante di essere un telegiornale iralo-Vaticano.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.04.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Menomale che qualche giornalista che fa il suo mestiere, ovvero raccontare la verità, c'è ancora !
GRAZIE Bechis !

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.04.17 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Privatizzare RAI, eliminare canone.

inclemente mastengo, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.04.17 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Questi grotteschi canali, pagati anche forzatamente coi miei soldi, non solo favoriscono il partito eletto col porcellum , ma costringono noi, che non li condividiamo, a subire un continuo smerdazzo diretto o subdolo, senza possibilità di contraddittorio, danneggiando così la nostra immagine.

Giovanni F. Commentatore certificato 27.04.17 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Quella vita in diretta è uno schifo, un programma angosciante, sempre lì a parlare di delitti, anzichè evitarli, li enfatizzano, in una società così violenta questo genere di programmi non dovrebbero essere trasmessi, Hanno mai sentito parlare di emulazione? La RAI... io non la guardo più da anni...ma la devo pagare!

simona verde Commentatore certificato 27.04.17 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per questo io vedo il TG di LA7...almeno Mentana usa il suo di cervello!

Giacomo E. Commentatore certificato 27.04.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Maggioni non mi sei mai piaciuta ,Adesso mi fai proprio SCHIFO SCHIFO

mario boselli 27.04.17 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ceausescu era il dittatore della ROMANIA, non fatevi prendere in giro da gente che crede che il Gottardo sia in Italia.

Fabrizio Arcarese 27.04.17 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE SCHIFO! E STIAMO TUTTI QUI A GUARDARE

simona verde Commentatore certificato 27.04.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma NOOO!! la colpa è di Grillo per RSF, se l'Italia non ha una informazione libera!
Ma questa gente quando si guarda allo specchio, non sente un bisogno irrefrenabile di sputarsi in faccia, dallo schifo che emanano?

adriano 27.04.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo è quello che vorrebbero farci credere essere ana maniera di procedere democratica:il servizio pubblico al servizio dei partiti.O per meglio dire al servizio della malavita organizzata.state tranquilli non mancano neanche i pizzini

franco bazzani 27.04.17 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Roberto Fico deve farsi sentire di più

carlo m. Commentatore certificato 27.04.17 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ASTRATTISMO RAI
Lo scollamento della televisione di Stato dalla realtà italiana, europea e mondiale è evidente. I molti tiggì sono ridondanti ed inutili, così come spettacoli con maschere botuliniche e con personaggi tipo la Parietti & Co. Un milione di clandestini si prepara a salpare dalla Libia per l’Italia, mentre ci trasmettono i sorrisi stereotipati della Parietti e le promesse dei soliti politici.

Giuseppe C. Budetta 27.04.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ok, a parte che Ceausescu non era bulgaro ma romeno.

Luca 27.04.17 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Apriti cielo ... ceausescu non era bulgaro, dopo pinochet venezuelano!
Ci vorrebbe un ripassino e per fortuna non ci sono "condizionali"

eugenio rega 27.04.17 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma noi siamo nel terzo mondo ,che tristezza !!

Adelaide C., Crema Commentatore certificato 27.04.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a questa signora Chouinard Romaine
Ho ricevuto un prestito di 35.000€ con 2% di interesse senza protocollo con l'aiuto di Madame Roman Chouinard che mio concesso anche questo prestito e due colleghi. Così se siete mai in bisogno di un prestito urgente di indirizzo di email e si otterrà il vostro prestito in breve delaie, perché se ho poi rivivere ancora una volta me è a causa sua. Ecco il suo email: chouinardromaine@hotmail.com

Chouinard Romaine Commentatore certificato 27.04.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Si vabbè, ma se l'informazione non è libera #HastatoGrillo, chiaro?

Claudia Cavallin 27.04.17 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che non guardo piu la rai.Ma purtroppo devo pagare lo stesso il canone, per non incorrere in multe ecc.ecc.Vi rendete conto che paghiamo per vedere pubblicità?????????


BRAVO FRANCO BECHIS
sei uno dei pochi giornalisti seri.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 27.04.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

NO COMMENT. ARTE E PARTE SON ........

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 27.04.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Il disegno rai é ancora più subdolo e criminale. Abbassare il livello culturale dei programmi per alienare gli utenti a semplici consumatori di banalità e di plagio commerciale e politico. Nessuno è immune a questa deriva culturale. Soggetti dai 5 ai 90 anni sono segnati come i deportati nei campi di concentramento. A contorno decine di ore di pubblicità commerciale congiunta anche nelle tv provate. Siamo una società in declino e non siamo più capaci di ribellarci di generare arte, poesia, cultura. Scusate il resto .... dopo la pubblicità.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.04.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione Bechis: i Ceausescu erano romeni !!!

Roberto Caforio, BRINDISI Commentatore certificato 27.04.17 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo alla presidenza della Rai, la Bildemberg.
Ma l'agcom, che fa?
Perchè il movimento 5 stelle non fa un'interrogazione parlamentare e chiede al ministro preposto di venire a riferire?

Rosa 27.04.17 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo a dire le stesse cose, come fossimo affetti da autismo. Va be', continuiamo, magari salta fuori un progetto ufficiale del M5S, che su questo argomento è un po' evasivo.
Bisogna abrogare per sempre il Canone TV. Il Canone TV è una tassa senza alcun senso e va abrogato.
Tanti ma tanti problemi si risolverebbero, in termini di libertà d'informazione in Rai, se si procedesse all'abrogazione del Canone TV.
E' necessario che il M5S prenda una posizione ufficiale su questo argomento.
La RAI è una delle poche anziende pubbliche che va assolutamente privatizzata.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 27.04.17 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Mhhh... Ceausescu con la Bulgaria? ma non era il dittatore Rumeno? Un laspus? Lusplas, Lupus?, LAPSUS!

antonelo Ivano 27.04.17 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma l'avete capito che stanno costruendo unsistema di potere in Italia che va dalla destra al PD per impedire a 5stelle di governare.un colpo di stato strisciante.
L'hanno sempre fatto prima i vecchi demoscristiani contro il PC,ora i nuovi demoscristiani da Mattarella ,a Napolitano , a scalfaro,il giglio magico per finire con Berlusconi,In mezzo c'è anche Orfini,poverino ma lui dice di non essere consenziente,quando è sveglio.

elio p., cagliari Commentatore certificato 27.04.17 10:48| 
 |
Rispondi al commento

attenzione che ceausescu era il duce della romania e non della bulgaria (comunque il concetto non cambia la rai è una vergogna come il pd)

ilvio mauri 27.04.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento

PRIVATIZZARE LA RAI!
Almeno non paghiamo il canone.
E' vergognoso anche il TG2.
E guardate Auditel per la pletora di reti come RAI JOJO: stipendificio da chiudere!

Ilario Fantuzzi 27.04.17 10:44| 
 |
Rispondi al commento

MA LA COLPA E' SEMPRE DI GRILLO CHE FA DAR SPAZIO AL PD E AL GOVERNO PER SPUTTANARLI.

pino tassi, vibo valentia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.04.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Si però, del movimento il tg1 e tg3 parlano sempre male, quindi sarebbe meglio non ne parlassero affatto.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.04.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori