Il Blog delle Stelle
Meno smog, più felicità

Meno smog, più felicità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 169

di Luigi Di Maio

Nelle ultime settimane sto passando molto tempo in Nord Italia: è da qui che è iniziato il Rally a tutta velocità che andrà avanti fino a marzo (sostienici con una donazione), il cui traguardo è il governo del Paese. Questa zona è il motore economico del Paese, ma i problemi esistono e riguardano la qualità della vita. Uno dei principali è l'inquinamento, non a caso la settimana scorsa abbiamo piantato migliaia di alberi in tutta Italia e centinaia solo a Milano.

La qualità dell'aria costituisce un urgente problema sanitario, che è anche un grave problema sociale ed economico. Secondo l'Ocse e l'Oms quello che chiamiamo smog, cioè l'aria avvelenata delle nostre città, soprattutto in Pianura Padana, causa 90 mila decessi prematuri l'anno che ci costano circa 88,5 miliardi di euro l'anno. Circa il 5% del Pil. E' una ferita che fatica a rimarginarsi. Bisogna agire immediatamente. Noi abbiamo nel nostro progetto soluzioni concrete e programmatiche che guardano non al prossimo anno, ma ai prossimi decenni.

Le soluzioni tampone come bloccare i centri cittadini ai mezzi inquinanti, le domeniche ecologiche, sono necessarie ma non bastano di certo senza un'azione politica organica e strutturata. In Pianura Padana, in particolare, vivono più di 24 milioni di persone e di conseguenza è una delle zone dove l'allarme ambientale presenta il conto sanitario più elevato. Per questo ho scritto una lettera ai presidenti delle quattro regioni più colpite: Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto. C'è bisogno di un'azione coordinata: potenziare il trasporto pubblico locale con mezzi elettrici, bloccare la costruzione di nuovi impianti inquinanti, pianificare azioni di governo.

Il MoVimento 5 Stelle presenterà un pacchetto di emendamenti alla legge di Bilancio per affrontare fin da subito, con la manovra finanziaria, l'emergenza smog. Proponiamo misure per investire nelle energie rinnovabili, sviluppare il verde e la riforestazione urbana, potenziare i controlli, il monitoraggio e la ricerca ambientale, investire su mobilità sostenibile, incrementare la flotta dei veicoli elettrici per il trasporto pubblico urbano.

Un pacchetto di emendamenti per iniziare una lotta che non può essere rimandata. Invitiamo i governatori a fare pressione affinchè siano approvati. La nostra salute, la salute di tutti noi, non può aspettare.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:
scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

29 Nov 2017, 12:00 | Scrivi | Commenti (169) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 169


Tags: alberi, emergenza, inquinamento, luigi di maio, m5s, pianura padana, rinnovabili, smog

Commenti

 

Mai più caporalato in Italia = più felicità.

Treni nuovi per i pendolari = più felicità.


Questi propositi a caratteri cubitali non li leggo mai chissà perchè.

bruno leonardi 30.11.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Non che io voglia prendere le parti degli Skinhesds ,

hanno letto il comunicato e se ne sono andati, forse il fatto che erano in tanti può aver intimidito i presenti, se fosse stato uno solo sarebbe stata una normale discussione tra presenti.

Il Signore anziano ha ribattuto con determinazione il suo pensiero, bravo.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.11.17 09:40| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di piemonte,grande successo per il seg. pd ieri sera alla bellissima tenuta fontanafredda di serralunga d'alba in bella compagnia..
https://www.google.it/amp/www.gazzettadalba.it/2017/11/arriva-renzi-e-fabio-volo-se-ne-va-clima-teso-a-fontanafredda/amp/

http://www.targatocn.it/2017/11/29/mobile/leggi-notizia/argomenti/alba-e-langhe/articolo/arriva-renzi-a-serralunga-fabio-volo-se-ne-va-gli-animi-si-accendono-sul-tema-dello-ius-soli-volo.html

maury_58 30.11.17 09:29| 
 |
Rispondi al commento

SONO VENDITROI DI PENTOLE BOLLITI

Le campagne elettorali Italiane sono sempre le stesse e sempre più inconsistenti dato che anche i bambini sanno che c’è sempre meno trippa per gatti.
Lo viviamo ogni giorno sula nostra pelle,tranne quelli che campano di rendita dalla nascita o quelli che crisi o non crisi si riescono sempre a piazzare nella scia politica “giusta” per beneficiare delle disgrazie altrui.
Le guerre d’altronde non sono sempre state una opportunità per pochi e una disgrazia per molti?
E le operazioni di speculazione borsistica o quelle bancarie non hanno forse lo scopo di rastrellare soldi dalla base per veicolarli ai vertici?
Il banco vince sempre ma lo fa con la cattiva informazione o meglio con quella informazione legalizzata da certi media di chiaro orientamento politico e lobbistico col solo scopo di plagiare le masse per prepararle periodicamente ad essere scippate.
Una persona sana di mente si chiederebbe quali promesse si possono ancora fare nelle condizioni economiche dell’Italia.
E’ vero c’è un aumento del Pil,le banche sono più propense a fare credito,il mercato immobiliare da piccoli segnali di ottimismo ma tutto è dovuto ad uno stato di grazia degli interessi sui nostri titoli,altrimenti saremmo in piena depressione economica.
Il debito continua a salire così come la spesa pubblica mentre l’unica voce di bilancio in calo è proprio quella relativa agli interessi sul nostro debito.
Eco perché dico che sono dei venditori di pentole più che bolliti.Promettono ancora aumenti pensionistici e bonus salariali ma con quali soldi e con quale visione del futuro?
L’Italia con uno shock finanziario simile a quello del 2011 si ritroverebbe in condizioni peggiori e l’unica via sarebbe il commissariamento.
Non ci resta che pregare perché affidarsi a questa politica e ai suoi megafoni propagandistici è da veri coglioni.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 30.11.17 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL CANTO DISPERATO DI RENZI. CROZZA

https://www.youtube.com/watch?v=R28xB1Np-kA

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Bello sarebbe se il Movimento si facesse promotore di una campagna per abolire l'obbligo del biglietto per le bici normali sui treni (supplemento bici), ad oggi solo quelle pieghevoli non pagano,,,,
Quelle rastrelliere mettiamole sui treni regionali, implementiamole dove già ci sono, e tariffa gratis ,,, si alleggerirebbe molto il trasporto pubblico (sempre con la speranza che col referendum la RAGGI si decidesse a privatizzare ATAC e METRO, che così non si può andare avanti)

carlo 64 30.11.17 08:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CROZZA: SCALFARI E BERLUSCONI

https://www.youtube.com/watch?v=_jtZmP9Z-Xw

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che Berlusconi sarà riabilitato dalla Corte di Strasburgo.
E' un ex pregiudicato, ex condannato per aver eluso le sue tasse agli italiani. Come potrebbe un tribunale mettere a capo del governo una persona del genere?.
Ci vogliono solo far credere che ciò sia possibile con la tanta pubblcità su giornali e tv per il suo ritorno.
L'Europa se l'è tolto dai piedi nel 2011, volete che rischino di ritrovarselo ai vertici dell'ue, magari con gli affari delle sue televisioni private?
A me non è piaciuto l'annuncio di un generale al suo posto. Gli italiani dovrebbero riflettere a lungo prima di votarlo e non farsi intortare con le sue promesse.

Veronica2 30.11.17 08:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La commissione parlamentare sulle banche di Casini inventata a pochi mesi dalle elezioni è l'ultima truffa di Renzi.Abbiamo dei criminali che con la connivenza di governi corrotti hanno tessuto delle reti truffaldine con chiaro intento di frode.Addirittura i cosiddetti consulenti hanno plagiato gli stessi impiegati delle banche affinché truffassero migliaia di risparmiatori e Renzi e la Boschi continuano a prendere per il culo gli italiani
Un istituto di credito deve essere affidabile, deve obbedire a leggi certe di tutela del risparmiatore e avere un’onestà di base.Non è una bisca clandestina.Il risparmio è protetto addirittura dalla Costituzione.Una banca non è un casinò segreto della mafia dove si fanno scommesse illegali e si prestano soldi senza ritorno agli amici degli amici,vietando pure la pubblicazione dei loro nomi 'per rispetto della privacy'.I reati delle banche devono essere perseguiti e puniti,non premiati dall'omertà del Governo e da liquidazioni scandalose,rinominando a capo di Bankitalia lo stesso Visco che questo scandalo ha consentito
Questa gente ha calpestato il minimo di ogni correttezza.Ha nascosto verità eclatanti.Ha ingannato sapendo di ingannare.Ha concesso crediti a politici o imprenditori oltre ogni limite ragionevole.Ha sforato ogni regola,esponendo i risparmi in affidamento a rischi sicuri come un clan criminale.E,mentre truffava e imbrogliava, mandando scientemente in malora banca e utenti,i vertici si davano premi,regali,benefit e liquidazioni e non hanno reso un euro bel bottino.Schiere di auto blu.Consulenze milionarie.Premi da fallimento.Un jet persino!
La spudoratezza di questa gentaglia è sotto gli occhi di tutti.E Renzi che fa?Si precipita a depenalizzarli e a vietare ogni ritorsione dei truffati ai vertici colpevoli che si godranno il rubato senza subire pena alcuna.E riversa il danno pecuniario sui risparmiatori,sulle vittime! Tutto ciò è immorale. Per Renzi e la Troika che lo consente!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:44| 
 |
Rispondi al commento

La tragedia di Rigopiano forse si poteva almeno ridurre nella quantità di morti.
Risulta dalle indagini. La richiesta di turbina all'Anas e provincia, da parte dell'albergatore per evacuare i turisti gìà pronti, pare sia stata messa in coda ad altri interventi ritenuti più meritevoli, forse non per gravità. Infatti si legge che ad Atri c'erano troppi mezzi e nonostante la Ditta Strada dei Parchi Spa, avesse messo a disposizione dei mezzi, nessuno li è andati a prendere. Io ricordo che le turbine giunsero dalla Svizzera, dopo diversi giorni dalla tragedia e che i vigili del fuoco, arrivati con gli sci durante la notte, scavarono per giorni con le sole pale.
Si intuisce che le priorità degli interventi di Anas e Provincia siano determinati non dalla gravità e urgenza ma da altri fattori di scelta di dirigenti e politici.

Veronica2 30.11.17 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro
Dice Luciano Gallino: “Le riforme di Renzi si collocano tra il dramma e la barzelletta. Rispetto alle dimensioni del problema, alla gravità della crisi, il Jobs Act è una stanca ricucitura di vecchi testi dell’Ocse pubblicati nel 1994 e smentiti dalla stessa Ocse: la flessibilità non aumenta l’occupazione. Abbiamo perso il 25% della produzione industriale, il 10-11% di Pil, gli investimenti in ricerca e sviluppo sono penosamente modesti.
I giochetti delle riforme sono l’apoteosi preoccupante del fatto che il governo non ha la più pallida idea dei problemi reali del paese; o forse ce l’hanno ma procedono per la loro strada di passiva adesione alle politiche di austerità.”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S si radica in quel pensiero no-global che finora è stato il maggior movimento mondiale contro l’ipercapitalismo,la finanziarizzazione del mondo e il dominio delle multinazionali.Esso richiama la parte migliore e più colta del Paese, si appoggia a premi Nobel dell’economia e ha dei rappresentanti eletti che saranno pur giovani ma sono al momento i più forti contestatori del micidiale regime in corso in nome di qualcosa di totalmente innovativo e rivoluzionario come la democrazia diretta,unica novità certa contro un parlamentarismo europeo ormai fatiscente e malato, pregno di corruzione,incapace di produrre governi stabili o partiti di forte maggioranza e volto solo alla distruzione sistematica dei principi, valori e tutele della democrazia,in un parlamentarismo illegittimo e confuso dove dx e sx hanno perso tutti i loro caratteri primari dr diventare le stampelle dei ducetti di turno,proni ai vertici finanziari di una Europa delle banche e dei poteri neri
Può essere che la democrazia diretta sia un concetto facile da capire ma difficilissimo da fare ma a me pare,stando ai fatti,che credere nella possibilità di una democrazia diretta che rovesci le falsità del colluso parlamentarismo attuale richieda un livello di coscienza e di capacità critiche ben maggiori di quelli dimostrati nei fatti dalle sinistre-sinistre, grandi parolaie che alla fine hanno messo i loro voti nell’alveo oscuro e indifferenziato del csx renziano,dove tutte le vacche sono nere o sono trasmigrate nelle nuova dx riesumata del ricchissimo ma mummificato Berlusconi, e non sto nemmeno a parlare di quante ideologia etica o critica ci siano mai state in Monti,Salvini, Casini,Verdini,Alfano e compari vari di merende, uno peggio dell'altro
Non mi sembra proprio che Islanda e Svizzera,al momento le uniche due democrazie dirette esistenti,una antica antica di 35 anni,l’altra nuovissima e ancora in fieri,diano esempi di populismo interclassista, basso livello di coscienza,immondi OGM partitici

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:29| 
 |
Rispondi al commento

La separazione tra le banche ordinarie (commerciali) da quelle (di affari) che operano sui mercati speculativi, oltre ad evitare che famiglie, imprese e comuni risparmiatori possano pagare il conto per l’avidità dei banchieri adusi a generare bolle speculative mondiali, avrebbe la funzione di far uscire il Paese dalla cultura del guadagno facile giocando d’azzardo sui mercati, vera e propria ubriacatura collettiva che ha catturato i legislatori di tutto il mondo al mito della ricchezza senza sacrifici, con o spregiudicato utilizzo dei derivati e la creazione del denaro dal nulla. L’economia reale, ed il sudore del risparmio non possono essere fagocitati dalla finanza speculativa; per questo è urgente più che mai ripristinare quella muraglia cinese che separi la finanza speculativa di banche e banchieri di affari, che hanno fatto affari con i soldi dei correntisti e dei risparmiatori, dalle banche commerciali che prestano all’economia reale.

Se le Banche venissero nuovamente separate, come disponeva il testo unico bancario del 1936, si creerebbe un nuovo ordine finanziario e gli speculatori sarebbero lasciati alla loro sorte senza compromettere i flussi finanziari connessi alle attività della economia reale ed i nuovi crediti emessi non finirebbero nel grande gioco d’azzardo della finanza speculativa. Per far fronte alla crisi economica in atto è urgente garantire l’accesso al credito alle famiglie ed alle imprese e ridimensionare, con gli opportuni strumenti legislativi, il potere della finanza speculativa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Dopo lo scoppio dello scandalo Monte dei Paschi,la separazione tra funzioni commerciali e quelle di investimento di una banca è tornata prepotentemente di attualità.Anche la Bce si è fatta carico del problema, tanto da decidere di accelerare sulla strada di una chiarificazione che sembra ormai ineludibile,col chiaro obiettivo di evitare che i salvataggi riguardanti il sistema bancario vadano a riverberarsi sui contribuenti(come vuole una legge del Pd) e di fare in modo che le banche non possano usare i depositi dei risparmiatori nell’espletamento di operazioni che comportino rischi
Il tema non è discusso solo in Ue ma anche al di là dell’oceano,tanto che Sandy Weill,fautore dell’abrogazione della legge Glass-Steagall,che prevedeva la separazione bancaria,non ha avuto eccessive remore ad ammettere lo sbaglio compiuto tanto da auspicare il ritorno ad una separazione netta e completa tra le banche d’affari e quelle commerciali
Fu Roosewelt nel 1933,dopo la grande depressione, a volere la legge Glass-Steagall Act,che pose fine agli eccessi finanziari e volle contenere l’azzardo immorale dei banchieri,la cui avidità e sete di guadagno ha causato la crisi più grave del 1929
La legge divideva banche di affari da banche di risparmio, perché la loro unione era stata la principale causa della crisi del 29,e averla abrogata ha portato alla crisi attuale
Da quando è esplosa la bolla dei derivati, strumenti puramente speculativi completamente slegati dagli investimenti produttivi,dirottando risorse dall’economia reale ad un vera e propria bisca mondiale,il rischio del fallimento delle banche ha portato i Governi e le banche centrali ad una serie di salvataggi a spese della collettività
Urge rimettere in funzione quella divisione tra banche.Di guai ne ha fatti abbastanza.Occorre anche vietare drasticamente che gli enti locali investano in derivati i soldi nostri amplificando il debito.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:16| 
 |
Rispondi al commento

LA DEREGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA
Berluscameno

Nel 1998 un signore di nome Sandy Weill riuscì a far cambiare una legge americana per introdurre il Gramm-Leach-Bliley Act del 1999, detto così dal senatore Gramm, che ricevette sostanziosi aiuti dal settore finanziario. La legge ebbe sostegni politici anche dal democratico Rubin, già co-chairman di Goldman Sachs. La norma consentì la nascita di Citigroup col fine di estendere le proprie attività finanziarie che precedentemente costituivano illeciti. Questa storia insegna come sia stato facile far nascere le regole che hanno fatto crescere l’industria finanziaria, quell’industria che ha distrutto migliaia di posti di lavoro per l’avidità di pochi individui. La deregolamentazione ha consentito la diffusione di strumenti come le auction rate securities che svolgono la stessa funzione del credito ordinario senza essere assoggettate alle regole tradizionali, sono gli strumenti usati anche dalla Lehman Brothers. La recessione che stiamo vivendo nasce, cresce e si sviluppa per l’effetto di questa deregolamentazione finanziaria che ha consentito di truffare risparmiatori e investitori per accentrare ricchezze nelle mani di pochi. Nel 2007 il “sistema bancario ombra” diventa molto più grande e pesante del sistema tradizionale e condiziona le scelte politiche globali e nazionali.
Cito da un disegno di legge presentato in parlamento:
“Chiediamo la riforma dell’ordinamento bancario attraverso la separazione delle attività bancarie commerciali da quelle speculative, al fine di tutelare le attività finanziarie di deposito e di credito inerenti l’economia reale e differenziarle da quelle legate all’investimento e alla speculazione sui mercati finanziari
E’ in atto una grave crisi economica globale che ha minato e sta minando, oltre ai salari delle famiglie, la base produttiva delle imprese. Assistiamo al collasso delle imprese e delle famiglie, alla revoca dei crediti, al no da parte delle banche ai nuovi crediti,

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

URCA LA LEGA!
Intanto, però, il 'furbissimo Salvini' che ha tolto dal logo la Parola Nord per presentarsi in Sicilia e ha preso 3 eletti, è stato messo fuori da Musumeci. Il rinnegamento dei sacri valori della Lega Nord non gli ha fruttato niente. E Berlusconi continua a negargli che il patto di alleanza sia firmato dal notaio. Eppure nel 2001 dal notaio Berlusconi accettò di comprare da Bossi il marchio della Lega 2 miliardi di lire presi dai 20 che gli aveva dato Geronzi!
Che figure da capra!
Bossi vende il marchio.
Salvini vende il Nord.
Che altro hanno da vendere?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 08:08| 
 |
Rispondi al commento

StepBack
In Italia non si avverte alcuna mancanza di “un cdx “classico”, liberale e liberista, nonché limpidamente conservatore”.
In Italia esiste una immarcescibile dx di cacciatori di froci e di lettori di Mein Kampf, che conta esattamente come la “sx sx”, cioè una cippa. In Italia moderati, conservatori, etc furono, sono e sempre saranno democristiani. Ricordo solamente un’altra puttanata altrettanto sesquipedale del “non moriremo democristiani” di Pintor, ovvero la decouberteniana “si gioca per partecipare”.
A Pintor sfuggì il trascurabile dettaglio che in Italia, da circa 1.700 anni, c’è il Vaticano. Per i primi 40 anni repubblicani i Democristiani si sono “limpidamente” chiamati democristiani. A fine ‘80/inizio’90 l’establishment finanziario internazionale (corsi e ricorsi) si stufa di interessi sul debito pubblico oltre al 20% (mio padre ci ha estinto il mutuo), andazzo più consono ad una dittatura da isolotto caraibico che alla settima potenza industriale del pianeta. Invitano pertanto i democristiani ad accomodarsi in sala d’attesa con cortese sollecitudine. Nasce quindi il Berlusconismo, unicum assoluto ed irripetibile nella storia patria. Il Berlusconismo rappresenta infatti quanto di più simile ad “un centrodx “classico”, liberale e liberista, nonché limpidamente conservatore” che l’Italia possa permettersi. Ovvio, niente a che spartire coi Tories britannici o con la CDU tedesca. Loro sono noiosi barbogi, noi schioppettanti e improvvisatori, santi e navigatori. Il Centrodx berlusconiano ha avuto quale linea guida il perizoma di Belen, più che la cofana della Thatcher. Ma, incontrovertibilmente, NON è stato democristiano, al punto di guadagnarsene sul campo il meritato riconoscimento sotto forma di espliciti strali della CEI e di Famiglia Cristiana. Nel frattempo grazie (o per colpa) ai vincoli imposti dall’establishment finanziario, il colossale debito pubblico ed i relativi interessi hanno assunto proporzioni da paese europeo.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La storia migliore è di quelli che dicono no alla storia peggiore.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:50| 
 |
Rispondi al commento

C
Questo è il minimo dopo aver visto per anni lo squallido spettacolo della compravendita di deputati e senatori
-il sistema sia proporzionale puro con le preferenze
-i candidati possano presentarsi in un solo collegio elettorale
-i candidati devono risiedere da almeno due anni nel proprio collegio, è il tempo minimo per conoscere i problemi del territorio e farsi conoscere per l’attività svolta
-la soglia di sbarramento per entrare in Parlamento sia del 5% e ciò favorirebbe la fusione tra partiti minori politicamente più vicini
-Camera e Senato devono applicare gli stessi regolamenti in modo da evitare ingovernabilità
-il finanziamento pubblico ai partiti è abolito per tutti, anche nella forma del 2 per mille
-per tutti dopo due legislature scatta la ineleggibilità
-per evitare il potere burocratico delle segreterie di partito, i candidati non sono nominati, ma eletti con primarie sul territorio del proprio collegio
La legge elettorale, la più fondamentale di una democrazia, deve essere comprensibile per tutti, non una materia che solo gli “esperti” possono trattare e stabilire. So bene che intellettuali e politici vogliono sottrarre ai cittadini la comprensione di ciò che più li riguarda, dietro cortine fumogene di paroloni e formule giuridiche astruse, ma sono generali senza eserciti che allontanano i cittadini dalla partecipazione politica e civile.
Solo chi sarà in grado di formulare una legge elettorale che fa decidere veramente alle elettrici e agli elettori salirà nel più alto gradino della politica e potrà parlare di democrazia senza prendere nessuno per i fondelli.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

B
e poi ci si lamenta che la gente non va a votare! Ma questo è un effetto cinicamente voluto, teso a valorizzare chi controlla pacchetti di voti costruiti negli anni con metodi clientelari e mafiosi.
O gli italiani si decidono a dare il 51% al M5S, che potrebbe anche fare una legge elettorale finalmente costituzionale e comprensibile, o bisogna rassegnarsi a tempi lunghi per dotare la nostra democrazia (oggi più simile ad una oligarchia) di quei contrappesi istituzionali che consentano ai cittadini di fare le leggi. Sto parlando del Referendum PROPOSITIVO, senza quorum, previa raccolta in tempi stabiliti di mezzo milione di firme, il cui esito, se favorevole ai proponenti, diventi legge con l’unico passaggio parlamentare della presa d’atto. Ricordiamo ai soliti scettici che Pannella, con il suo partito dell’1%, con l’istituto del Referendum ABROGATIVO riuscì a far votare la maggioranza degli italiani su divorzio e aborto, malgrado l’ostilità della maggioranza governativa clericale, della Chiesa, della dx, e ottenne una vittoria strepitosa che pose le basi del riscatto del mondo femminile.
Spero proprio che nel programma elettorale del M5S vi sia il Referendum propositivo e il suo legame con una nuova legge elettorale, che il Parlamento non intende fare per bassi interessi di prosecuzione di un potere oligarchico, legato a mafie, logge massoniche, poteri mediatici, lobby economiche e religiose.
Parlo spesso con persone di qualunque livello culturale e sociale di una nuova legge elettorale e non ho mai trovato ostilità sulle regole che proponevo e propongo:
-le coalizioni vanno soppresse (infatti se esistono partiti diversi è segno che le differenze esistono e poi esplodono quando di tratta di spartirsi il potere e generano ingovernabilità)
-il partito che prende più voti, a prescindere alla percentuale, deve ottenere il premio di maggioranza e governare
-è vietato durante la legislatura passare da un partito all’altro,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:44| 
 |
Rispondi al commento

A
LEGGE ELETTORALE, E’ TUTTA DA RIFARE!
Paolo De Gregorio
Oggi 27 novembre il “Fatto Quotidiano” dedica una intera pagina al professor Sartori (scomparso a 92 anni pochi mesi fa), ex insegnante alla Columbia University di New York, esperto di scienze politiche e di sistemi elettorali, totalmente ignorato da una Casta di politici di professione beceri e ignoranti, che hanno spudoratamente approvato in Parlamento, consecutivamente, due leggi elettorali bocciate dalla Suprema Corte per incostituzionalità, e che oggi si presentano con la terza porcata (il rosatellum) dove destra e pseudo sinistra si sono alleate per formulare una legge che impedisca al 5Stelle di governare, anche se risultasse il partito più votato.
Sartori sapeva bene che la politica non tiene conto degli studi e delle consulenze degli esperti, e, parole sue: “le mie battaglie le perdo perché non sono imbracato”, termine che denigra tutti coloro che cercano un consenso popolare, di massa, dove imbracarsi significa anche trovare consensi con associazioni, categorie, singoli cittadini, giornalisti, magistrati, attraverso manifestazioni di piazza su obiettivi chiari e precisi, come è accaduto il 4 dicembre scorso quando il NO allo stravolgimento della Costituzione è stato plebiscitario e i cittadini parteciparono perché sentivano che il loro voto pesava e segnò l’inizio della fine di Renzi e dei suoi disegni autoritari.
Sartori non ci ha lasciato un suo disegno di legge elettorale che assolvesse la funzione, che ogni intellettuale dovrebbe perseguire, di rendere semplici le cose complesse, per offrire ai cittadini, di qualunque livello culturale, la comprensione della legge più importante che riguarda la democrazia e che renda giustizia al dettato costituzionale che parla di sovranità del popolo.
Il disprezzo per il popolo trasuda dalla complessità incomprensibile dell’ultima legge elettorale approvata dal governo Gentiloni, probabilmente incostituzionale (e 3!)

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Prima della crisi, nella classifica delle economie di tutto il mondo, l’Italia occupava il 5° posto, ora siamo sprofondati al 31°. Va meglio di noi persino il Brasile. Lo dice anche il Fm.
“L’Italia, con le condizioni attuali, non è un paese per cui si possa assicurare un futuro radioso, o quantomeno sereno”, ha detto il direttore esecutivo Fmi, Andrea Montanino, presentando il bilancio del nostro paese. “La crescita potenziale dell’Italia di fatto crolla per gli anni futuri. Il consiglio del Fm (che è un organo del capitalismo mondiale), purtroppo, è di tagliare le pensioni. Tutti i pensionati piddioti avranno prima o poi una brutta sorpresa, contro tutte le false promesse di Renzi e Berlusconi.
“L’Italia al rallentatore rischia di uscire dal G8 delle maggiori al mondo.”, lo dice uno studio del Center for Economics Business and Research inglese.
“A pesare sull’Italia è la crescita piatta, che la rende l’economia con la crescita più lenta fra i paesi avanzati. L’Italia ha inoltre il secondo debito più alto nell’area euro, al 132% del pil, dopo la Grecia.
Il vero tallone d’Achille dell’Italia è il debito, 2283 miliardi, e questo “non scenderà al di sotto del 130%. Se non ci fossero stati i QI di Draghi sarebbe superiore del 30%. Prima o poi il sostegno di Mario Draghi all’economia del Continente finirà. Cioè: prima o poi il Quantitative easing della Banca centrale avrà termine e, con esso, l’acquisto di titoli rappresentativo del debito pubblico dei vari Paesi europei.
In 20 anni la spesa per interessi sul debito pubblico ha superato i 1.700 miliardi di euro, una cifra mostruosa! Questo mostruoso debito pubblico ci è costato 760 miliardi in 10 anni (Governi Berlusconi-Pd), negli ultimi 4 anni abbiamo speso per interessi 318 miliardi di euro e il peggio rischia di arrivare nel prossimo decennio.
Grazie Renzi!! Il peggior presidente che l’Italia abbia mai avuto! E grazie Padoan, il peggio Ministro delle Finanze mai esistito!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:36| 
 |
Rispondi al commento

FINE 2015
Non è stato D’Alema a dire che: «Il Pd è diventato un partito di spartizione del potere»?
.
Istituto Cattaneo sulle ultime politiche: «La maggior parte dei voti finiti al M5S viene dagli ex sostenitori del Pd. In maniera più marcata, questo è avvenuto, nelle città tradizionalmente più rosse. A Bologna, il Pd ha regalato il 48% degli elettori a Grillo; a Firenze il numero si è alzato ulteriormente, arrivando fino al 58%. Generalmente, ad essere stati attratti dai lidi a cinque stelle sono stati gli elettori del csx. Non è significativo (quasi nullo al nord) l’apporto dato dagli elettori azzurri al M5S».

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:16| 
 |
Rispondi al commento

CONDIZIONI IMMEDIATE PER USCIRE DALLA CRISI- Viviana Vivarelli.
COME SALVARSI DALLA CRISI
Ci sono alcune soluzioni che sarebbero immediatamente produttive, farebbero immediatamente stare meglio i popoli europei, ma chi governa non le vuole, perché è al soldo di quella piccola cricca di magnati che possiede il 90% della ricchezza occidentale e se ne frega della crisi e della rovina dei popoli europei.
-dividere di nuovo banche di risparmio da banche di investimento
-vietare l’uso dei derivati nelle banche di risparmio e negli enti locali
-combattere come terroristi i paradisi fiscali e realizzare una vera giustizia nel campo fiscale interno con una lotta reale e penale alla grande evasione soprattutto verso le multinazionali e i protetti dal potere
-difendere i lavoratori, i risparmiatori, i malati e i deboli e frenare la distruzione dello stato sociale
-difendere le Costituzioni democratiche
-aumentare il grado di democrazia in Europa e nei singoli Stati
-togliere il comando della Germania e della Bce sui Paesi europei
-staccare l’Europa dagli ordini del Fondo Monetario
-chiudere con l’austerità e il pareggio del bilancio a favore di una campagna roosveltiana di investimenti pubblici, come nel New deal per far riprendere produzione, lavoro e consumi
-passare gradualmente dalla democrazia parlamentare alla democrazia diretta
-dare agli elettori il diritto del recall sui politici disonesti
-vietare assolutamente qualsiasi candidatura in Italia o fuori ai pregiudicati
-limitare a 3 mandati ogni carica pubblica
-equiparare gli emolumenti politici e le spese pubbliche alla media europea.
-proteggere le piccole e medie imprese e i prodotti locali.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:14| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo che la connessione in rete sia tra le priorità del M5S così come avviene nei Paesi piì industrializzati.
L'ITALIA E INTERNET NELL'OCSE (i 35 Paesi ad economia di mercato)
Nei 3 anni di Governo Renzi,l'Italia è rimasta ultima nell'area OCSE per l'utilizzo di Internet sul lavoro e numero di persone che accedono alla rete.Scontiamo ancora i ritardi negli investimenti in infrastrutture come la banda larga
La trasformazione digitale si sta sviluppando su 2 grandi pilastri:digitalizzazione e interconnessione.Le nostre comunicazioni,lo scambio di informazioni,foto,video,testi,sono già digitali,un cambiamento radicale e totale dal 2007 in poi,introduzione nel mercato del 1° smartphone. Un ecosistema che si sta sviluppando attraverso 4 nuove direttrici,importanti per comprendere dove andrà il mondo nei prossimi anni e muoversi per tempo.
L'Italia è all'ultimo posto per l'uso di Internet sul lavoro.L'economia digitale non decolla
In Italia solo 7 aziende su 10 hanno un sito internet,meno della media.Le aziende italiane sono quelle tra i Paesi Ocse che meno hanno investito nel 2015 in ricerca e sviluppo in relazione al PIL.Meno dell'1%
Siamo sotto la media Ocse per numero di imprese che hanno un sito web:la media è il 77%, percentuale che scende a il 70 per l'Italia, lontana dal 90% dei Paesi industrializzati
Siamo decisamente a fondo classifica tra i Paesi industrializzati nell'utilizzo di internet.Naviga in rete meno del 69% della popolazione contro la media Ocse dell'84%.Solo Messico, Turchia e Brasile fanno peggio
Siamo sotto la media Ocse per l'uso del cloud computing (protezione dati) nelle aziende: 20%, 2 punti meno degli altri. Il 20% degli utenti italiani ha avuto problemi relativi ad attacchi informatici e, più in generale, problemi di sicurezza su internet.
Il 90% dei cittadini sotto i 24 anni usa regolarmente il pc, contro un 60% di popolazione tra i 55 e i 74 anni che non lo usa affatto.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.11.17 07:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe è ora che diventi presidente del consiglio perchè nella partita nazionale non ci possono essere errori sulla scelta di persone o carenze nel fare politica e naturalmente nulla vieta che poi per ministri metti quelli che potevano essere anche presidenti di consiglio.Occhio se sul nazionale nascono situazioni non facilmente interpretabili dagli elettori come nei casi di amministazioni locali la delusione sarà cosi grande che non solo c'è il fallimeneto del movimento ma sarà difficile credere in un altro nuovo. Saluti.

gino 30.11.17 05:13| 
 |
Rispondi al commento

È URGENTE, SALVIAMO IL LUPO DALL'ENNESIMA IDIOZIA ITALIANA!!!!!!!

https://www.change.org/p/soslupo-salviamo-i-lupi-sbonaccini-glgalletti?recruiter=281816296&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition&utm_term=195959

https://www.change.org/p/soslupo-salviamo-i-lupi-sbonaccini-glgalletti/u/22076368

FederocK 30.11.17 01:56| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/nF0F7BBWokY 🎼
bn

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 30.11.17 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo esagerando ! Promettere mille euro al mese a chi ospita un migrante o clandestino è l'ultima botta alla nostra speranza di andare al governo ! Decisione stupida che crea un muro tra il Movimento e chi dorme in macchina o sotto i ponti che con mille euro potrebbero risolvere i loro problemi abitativi ! Mossa altamente stupida che non risolve la grave crisi provocata dall'invasione e che ci pone al fianco del maledetto PD facendo pensare a tanta gente indecisa che siamo in combutta con quella gentaglia ! Ci costerà vari punti , il 40 per cento si allontana sempre più ! Brava Virginia stai demolendo il Movimento !

vincenzodigiorgio 30.11.17 00:36| 
 |
Rispondi al commento

scherzando bertoldo diceva la verità

https://www.youtube.com/watch?v=BtWUORkS_2Y

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 29.11.17 23:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe por favor arifallo tu qualche titolo, torni un po' di aria Dada!!

perseverare humanum est 29.11.17 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Rigassificatori, Nogarin (M5S) chiede 23 milioni di Imu a quello di Livorno. Il Pd li esenta tutti con un emendamento

"DAL CANTO NOSTRO, SIAMO CHIARAMENTE CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA"

IO NO!

Io sono contro solo a quella violenza che fosse controproducente al mio scopo da raggiungere. La violenza a cui vengono sottoposti i popoli, a volte per secoli, spesso li obbliga a fare scorrere sangue.
Vi sono dei crimini, commessi dal potere governante, che "chiamano" il sangue! Avvelenare il proprio popolo, solo per compiacere gli interssi privati DEI collusi con i loro governi, è una violenza ben peggiore di una strage come la rivoluzione francese e quella russa.
I governi criminali, non si pongono mai alcun limite nel crimine, che non sia quello che il popolo pone loro quando, per motivi imponderabili il popolo dice basta e chiude i confini di cielo, di mare e di terra, per poi cercare i "criminali" casa per casa, e porli "di fronte alle proprie responsabilità".
L'ORRORE? SI' L'ORRORE E' L'UNICO LIMITE CHE I POPOLI POSSONO PORRE AI LORO GOVERNANTI CRIMINALI.
"Io appartengo alla razza più estrema dei vagabondi dello spirito: alla razza “maledetta” dell’inammissibile e degli insofferenti. Non amo nulla di ciò che è conosciuto, e anche gli amici sono quelli ignoti.
Mi sono liberato dalla schiavitù dell’amore per sentirmi libero nell’odio e nel disprezzo…
Io sogno! Sogno una grande e tremenda rivolta di tutti coloro che sono impalliditi nelle lunghe attese. Sogno il risveglio satanico di tutto ciò che vive incatenato… Deve essere bello accendere i roghi nella notte! Vedere i centauri della morte correre tutte le contrade del mondo cavalcati e spronati dai tragici eroi impalliditi nelle lunghe attese: Vedere gli spiriti della Rivolta e della Negazione ballare sovrani sul mondo.

Renzo Novatore"


E per concludere il mio 'pistolotto' (incazzato nero)

Ci sono ancora tre mesi alle elezioni;

Ammesso che facendo un ricorso alla Commissione UE (ecc) questa dichiarasse inattuabile il Rosatellum in Italia non sarebbe una tragedia per nessuno.

Basterebbe (e avanzerebbe) mettere insieme il 'Consultellum) uscito dalla C.C. e approvare il tutto in 10 giorni (o anche meno visto a che velocità lo hanno approvato con i voti di fiducia!)per andare A VOTARE A MARZO CON UNA LEGGE FINALMENTE COSTITUZIONALE.

Dino Colombo. Commentatore certificato 29.11.17 22:58| 
 |
Rispondi al commento

ORA CHE IO SAPPIA queste norme HANNO VALORE DI LEGGE PER TUTTI GLI STATI DELLA UE...

COME MAI NESSUNO, NEMMENO I NOSTRI PORTAVOCE A STRASBURGO HANNO PRESENTATO ALMENO LO STRACCIO DI UN RICORSO, BADATE BENE...NON A SUPPORTO DI LORO CONVINZIONI PERSONALI, MA PER IL RISPETTO DI NORME VARATE DALLA STESSA UE! (Fatte valere già contro la BULGARIA per altro...anzi mi chiedo come mai LA BULGARIA NON SIA ANCORA INSORTA PER DENUNCIARE I "DUE PESI E DUE MISURE" MOSTRATE DALLA UE NEI SUOI CONFRONTI E VERSO L'ITALIA!)

Che ci stanno a fare i nostri portavoce a Bruxelles se non fanno nemmeno UN BANALE RICORSO contro IL ROSATELLUM CHE VIOLA TUTTE LE NORME DEL "CODICE DI BUONA CONDOTTA IN MATERIA ELETTORALE"??

Almeno gli sbatteremo in faccia il loro aver chiuso GLI OCCHI (E NON SOLO) PER NON VOLER FERMARE L'ENNESIMA PORCATA ELETTORALE italiana che a detta di molti costituzionalisti è palesemente incostituzionale.

O devo pensare che in fondo in fondo il cosiddetto Rosatellum fa comodo anche a noi?


Il "Codice di buona condotta in materia elettorale" elaborato dalla Commissione Europea per la Democrazia attraverso il Diritto

"Nelle Linee guida adottate dalla Commissione(...) viene sancito che "Gli elementi fondamentali del diritto elettorale, e in particolare DEL SISTEMA ELETTORALE PROPRIAMENTE DETTO, la composizione delle commissioni elettorali E LA SUDDIVISIONE DELLE CIRCOSCRIZIONI NON DEVONO POTER ESSERE MODIFICATI NELL'ANNO CHE PRECEDE L'ELEZIONE.(!!!) o dovrebbero essere legittimati A LIVELLO COSTITUZIONALE a livello costituzionale o ad un livello SUPERIORE(!!!)a quello della legge ordinaria".

Questi tre elementi appaiono di sovente – a torto o a ragione – come determinanti per il risultato dello scrutinio, ed è opportuno evitare, non solamente le manipolazioni in favore del partito al potere, ma anche le stesse apparenze di manipolazioni

(...) Infatti, SE LE NORME CAMBIANO SPESSO l'elettore può essere disorientato e non capirle, specialmente se presentano un CARATTERE COMPLESSO; (e a detta di moltissimi giuristi il "Rosatellum" è quanto di più complesso ci sia stato propinato fin'ora!...ndr)

A tal punto che potrebbe, a torto o a ragione, pensare, che il diritto elettorale sia uno strumento CHE COLORO CHE ESERCITANO IL POTERE MANOVRANO A PROPRIO FAVORE(!!!), e che il voto dell'elettore NON E' DI CONSEGUENZA L'ELEMENTO CHE DECIDE IL RISULTATO DELLO SCRUTINIO(!!!)

65. Ciò che è da evitare,(...)è la sua revisione ripetuta o che interviene poco prima dello scrutinio (meno di un anno). Anche in assenza di volontà di manipolazione, questa apparirà in tal caso come legata ad interessi congiunturali di partito"

Ora sappiamo che dei punti di questa NORMA EUROPEA
("CE LO CHIEDE L'EUROPAAAA..." vi ricordate?)
col Rosatellum non ne è stata rispettata NEMMENO UNA!

Ma quello che mi fa più specie è che nemmeno UN CANE ABBIA MOSSO QUELLO CHE SI DICE UN DITO NEI CONFRONTI DI QUESTA COMMISSIONE EUROPEA ALMENO SOLO PER SENTIRE CHE NE DICE DI QUESTA ENNESIMA PORCATA!

Dino Colombo. Commentatore certificato 29.11.17 22:37| 
 |
Rispondi al commento

La situazione dell'aria, nella pianura padana è insostenibile. Senz'altro una delle principali causa sono i gas di scarico delle auto.
Man mano che si rottamano o si sostituiscono bisognerebbe farlo con auto elettriche. Attualmente questo non possibile, il mercato non offre questo tipo di prodotto. Abbiamo visto Marchionne continuare a presentare modelli alimentati tradizionalmente e in Italia nessuna impresa automobilistica è in grado di costruirle.
Siamo anche indietro con la predisposizione di colonnine per il rifornimento, ubicate su tutto il territorio nazionale.
Per la PD spa, l'auto elettrica, non è una priorità.

Veronica2 29.11.17 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Torniamo a spiegare che solo se abbandoniamo i fossili per produrre energia potremo tornare a respirare e oggettivamente in venti anni possiamo farcela quantomeno a ridurre sensibilmente il loro uso. Avanti così!

arturo b., Lecce Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 29.11.17 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Il Sindaco Nogarin ci aveva annunciato che il Comune di Livorno vantava
circa 60 milioni di Imu da riscuotere dal rigassificatore, presente sul
territorio del comune. Questa Imu non è stata pagata per diversi anni.
Ebbene curiosamente in questi giorni è stato presentato un emendamento dal
senatore Santini del pd, che esonera i tre rigassificatori dall'Imu, con
valenza retroattiva.
Quindi il comune si trova inspiegabilmente privato di questi soldi che altrimenti
sarebbero stati utilizzati per la comunità livornese

Veronica2 29.11.17 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Palazzo Chigi si serviva di Banca Nuova per una certa attività di rimborsi, denunciati da due giornalisti del Sole 24 ore, i quali, per questa denuncia, hanno avuto i pc sequestrati.
Banca Nuova fa parte del gruppo di banche venete interessate al default finanziario.
I rimborsi parrebbero essere sì a favore di servizi segreti ma anche a per pagare attività televisive e di fumetteria. L'Onoreole Pesco ha chiesto a Padoan di visionare la documentazione di questi pagamenti, Padoan ha risposto che tutto è coperto da segreto di stato. Si presume che questi soldi siano stati utilizzati, da Palazzo Chigi, per pagare servizi contro il m5s.

Veronica2 29.11.17 21:45| 
 |
Rispondi al commento

...e comunque, pe' er Rally, metto a disposizzione de Giggi 'na Murtipra der 1998....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.11.17 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Fine

Nel 1974 era uscito “Arcipelago Gulag” di Solzenicyn (che venne subito esiliato dal regime). Fu una bomba in tutto il mondo, ma da noi la cultura, ovviamente allineata a Sinistra, accolse quel libro “con freddezza, magari” ha scritto Pigi Battista “accompagnando la gelida accoglienza con la divulgazione (come è accaduto) della leggenda nera di un Solzenicyn nientemeno che al soldo del dittatore Pinochet”.
In seguito al caso Solzenicyn nel 1977 Carlo Ripa di Meana – in armonia col nuovo Psi di Craxi – organizzò a Venezia la “Biennale del dissenso” dove furono invitati gli intellettuali perseguitati dei paesi comunisti che vivevano esuli.
Successe il finimondo (la Cgil arrivò a organizzare uno sciopero contro la Biennale). Hanno rievocato quei fatti Gabriella Mecucci e Ripa di Meana nel libro “L’ordine di Mosca: fermate la Biennale del dissenso”.
Eppure c’era il Pci di Berlinguer e si parlava di eurocomunismo. Ma gli esuli dell’Est, gli intellettuali perseguitati, erano molto sgraditi. Accoglienza, questa sconosciuta.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2^ Parte

Secondo il professor Le Van Mao (d’origine vietnamita, docente alla Concordia University di Montreall e responsabile del canadese ’Programma di patronato dei rifugiati vietnamiti’) i profughi morti in mare furono “almeno trecentomila”.
Alcuni dei fuggitivi furono salvati, fra l’altro, anche da tre navi della Marina militare italiana spedite là dal governo Andreotti: in Italia furono assistiti e ospitati dal volontariato cattolico circa 3.500 profughi.
Non erano migranti economici, come la gran parte di quelli di oggi, ma erano profughi che fuggivano da dittature sanguinarie e dalla morte, quindi avevano uno status internazionale che dava loro il diritto di essere accolti. Inoltre erano anche un numero molto esiguo e non creavano alcun rischio. Il costo economico per l’Italia era trascurabile, perlopiù sostenuto dalla Chiesa. Ma ciò non bastò per attirare su di loro la simpatia e l’accoglienza della Sinistra che – di fronte alla loro tragedia – avrebbe dovuto fare un’autocritica troppo spietata e devastante.
Io, che a quel tempo ero un giovane studente cattolico e mi impegnavo nell’opera di accoglienza coordinata dalla Caritas, ricordo ancora bene gli insulti e gli sputi che – nelle piazze – ci prendevamo dai compagni, quando distribuivamo volantini in quelle stesse piazze dove per anni si era manifestato a sostegno dei tiranni comunisti (indocinesi e non solo).
A quel tempo, a far conoscere gli orrori del comunismo indocinese – come ricorda padre Piero Gheddo – “si veniva bollati, come minimo, da provocatori ‘finanziati dalla Cia’ ”.
Sugli esuli intellettuali stessa storia.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 20:51| 
 |
Rispondi al commento

LA “SINISTRA” ACCOGLIENZA - 1^ Parte
di Antonio Socci

E’ curioso lo slancio umanitario che ha colto d’improvviso la Sinistra italiana di fronte all’inedita marea migratoria di questi mesi. Perché storicamente non ha proprio le carte in regola in tema di “accoglienza”.
Su queste colonne più volte è stato ricordato l’atteggiamento comunista nei confronti dei profughi di Istria e Dalmazia, nel dopoguerra.
La vicenda – quasi assente dalla storiografia ufficiale – riguarda 300 mila profughi italiani che dovettero fuggire dalle loro case, dalla terra dei loro padri, perdendo tutto.
Verso di loro – che scappavano dal comunismo titino – avevamo un doppio dovere di accoglienza e di solidarietà perché erano italiani e pagavano loro per tutti noi, per la guerra persa.
Eppure la sinistra comunista non accolse questi nostri connazionali come fratelli, ma come avversari, con manifestazioni ostili, insulti e sputi. Una vergogna.
C’è poi un’altra vicenda, più vicina nel tempo, che io stesso ricordo di aver vissuto personalmente: la tragedia dei cosiddetti “boat people” vietnamiti e cambogiani che scappavano dal “paradiso comunista” fra il 1975 e il 1980.
La Sinistra italiana, dal ’68, per anni aveva manifestato nelle piazze in favore dei Vietcong e della guerriglia comunista indocinese. Quando costoro trionfarono in Vietnam e in Cambogia, imponendo la loro disumana tirannia, centinaia di migliaia di disperati scapparono dai “liberatori” comunisti o via terra o sulle barche. Molti finirono annegati, ammazzati dai pirati o mangiati dagli squali. Ci furono anche tanti bambini tra le vittime.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Mancano solo 25 gg. a Natale. Nel frattempo ho fatto la revisione bombole del metano auto. I Santi a 'sto giro sò scesi in anticipo... ecosostenibilmente parlando

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.11.17 20:12| 
 |
Rispondi al commento

E appena possiamo scappiamo dalle nostre città in cerca dei cieli azzurri e dell'aria pulita!

Adelaide C., Crema Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 20:03| 
 |
Rispondi al commento

*****
Bonus bebè dimezzato da 80 a 40€, prima era carità ora è meno di elemosina. Italiami, questa è la considerazione che il governo ha di noi, e poi si chiedono perchè non facciamo figli, mentre per importare clandestini che hanno rovinato il tessuto sociale, l'ecomomia, la sicurezza, ecc, si trovano 5 miliardi di euro, per gli italiani in povertà non ci sono fondi, stanno facendo tagli in tutti i settori. Speriamo che gli italiani capiscano dove stà il nemico e se lo ricordino alle prossime elezioni. Ho sentito che il M5S ha intenzione di dare 1000 € ad ogni immigrato, credo sia uba bufala dei politici avversi perchè se fosse vero vuol dire che il M5S ha deciso di suicidarsi. Concluso oggi il congresso Africa-Europa condecisioni importanti, dicono. Si sono dimenticati di mandare in Africa quintali di contraccetivi con corsi per l'uso corretto perchè se non si limitano le nascite il problema sarà sempre più grave, l'Europa ne sistema 100.000 alla'anno e in Africa ne preparano un milione. Ormai l'ipocrisia è imperante in ogni settore.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 29.11.17 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'anno scorso sono stata a Berlino per visita turistica di tre giorni. Lo smog di quella città si materializzava al momento del rientro in albergo, quando mi ritrovavo con una patina di grigio molto evidente intorno alle caviglie, in quella zona della pelle non protetta dai calzini.
Eppure Berlino viene descritta come città "verde".

Maria 29.11.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IFQ:Sondaggi, centrodestra prima coalizione e senza maggioranza. Weber (Ixè): “Ma la campagna elettorale è lunga…”I dati dell'istituto di rilevazione triestino diffusi da Radio1. Fi, Lega e Fratelli d'Italia insieme sarebbero di gran lunga la prima alleanza ma si fermerebbero a quota 270 seggi alla Camera. M5s primo partito (165 deputati da solo), mentre il Pd col "nuovo" centrosinistra reggerebbe solo nelle Regioni rosse.

https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2017/11/29/Camera-2-675.jpg

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Bufala sulle bufale.
Il presunto "scoop" del New York Times sulle fake news, è in realtà l'auto-sputtanamento di un giornale, un tempo nobile, ora caduto in disgrazia. Il New York Times, fa parte insieme a Repubblica, e altre blasonate testate in occidente, di una rete di propaganda internazionale messa in piedi nel 2003, dal braccio destro di Hillary Clinton, John Podesta, chiamata "centro per il progresso americano" e che sostiene nel mondo i liberal come Renzi, o altri, alleati dei Dem americani. Funziona così. Un corrispondente/think tank Italiano crea il dossier contro l'avversario politico. Il new york times lo riprende in un articolo che non leggerà nessuno in USA. La Repubblica (o simili, è lo stesso) lo ribatterà in Italia dandogli la massima eco. Il giorno dopo "casualmente" alla Leopolda, colui che è in realtà il mandante della fabbricazione della notizia, fingerà di prenderne coscienza dai giornali (quelli belli) e sempre casualmente il capogruppo Luigi Zanda, tirerà fuori dal cassetto una legge anti-fake news, che in realtà, è solo il pretesto per la censura dell'avversario politico su facebook e google dietro ordine di Obama. Renzi controlla la RAI, Berlusconi mediaset. L'unica controinformazione dell'avversario politico è in rete. Renzi/Boldrini o blogger "ufficiali" Cicap Altissimi e Butac vari, compiacenti dell'establishment e da questi ben ripagati, si autoproclamano ministeri della verità con report periodici in cui distinguono il buono dal cattivo. "Casualmente" il cattivo è sempre l'avversario di Renzi/Berlusconi. Passano i report a google e facebook che prontamente bannano dalla rete pagine di milioni di utenti, sfruttando la loro posizione di monopolisti dominanti sul mercato e lasciando al buio milioni di cittadini per la campagna elettorale.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Perfetto, ma anche

Meno Fornero, più lavoro a tempo indeterminato!
Meno svendite, più sovranità!
Meno BCE, più Banca d'Italia pubblica!
Meno finanza, più Stato!
Meno buonismo, più realismo!
Meno pdelle e pdmenoelle, più M5Stelle!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.11.17 19:00| 
 |
Rispondi al commento

E fu così che in un emendamento notturno di poche righe alla Manovra 2018 firmato dal senatore Giorgio Santini, capogruppo PD in commissione Bilancio al Senato viene prevista l'esenzione IMU per rigassificatori e piattaforme I soliti regalini alle multinazionali a scapito dei comuni mortali ,considerato che i Sindaci contavano su quelle entrate per offrire più servizi ai cittadini Questa cosa mi fa davvero andare in bestia ma mi fa arrabbiare ancora di più chi continua a permettere col proprio voto, che questa gente sia ancora seduta in Parlamento a fare queste porcate.

Paola L., Verona Commentatore certificato 29.11.17 18:49| 
 |
Rispondi al commento

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/17309237_597180467158237_4963669347602982550_n.jpg?oh=9f6ce193d9bed0518c2408772de621c0&oe=5AD132C3

curioso 29.11.17 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Laura Tonino
C'è una sola speranza,ed è quella dove è viva la partecipazione,l'impegno e l'emozione
Trovo devastante moralmente e culturalmente che l'intero arco intellettuale e giornalistico sia capace solo di rammaricarsi di errori e orrori passati ed abbia ormai perso anche la speranza e l'entusiasmo di proporre qualcosa di nuovo o proporsi in qualcosa di nuovo
Prima guardavo telegiornali,compravo giornali, seguivo le testate online.Ora,vedo che dalla prima all'ultima riga,dalla prima all'ultima parola, nulla di ciò che dicono merita più il mio tempo o la mia attenzione
E' questo il motivo della disaffezione e dell'astensione.Si continua a silenziare e denigrare il cambiamento con una vera e propria persecuzione a tempo pieno...presentando(per contratto)in alternativa quaquaraqua,diavoli e menefreghisti d'ogni fattura,nelle espressioni quotidiane di egocentrica volgarità e superficialità
Non riconoscere la portata storica immensa del M5S,in Italia,per quasi un decennio..il non potersi permettere di sorridere neppure quando piantano gli alberi sotto casa tua
La spasmodica ricerca della puttanata per parlarne male,per poi gioire soddisfatti nelle solite lagne che ormai suonano tutte così:"Avete visto!Noi saremo anche bagasce in cattiva fede,ma loro non fanno miracoli e non sono certo Gesù Cristo!"
Il non poter esprimere positività e affetto per chi con la normalità ha costruito qualcosa di straordinario
.. non poteva che trasformare la sedicente sx e la sedicente dx in allegorie.Maschere di se stessi. Maschere dei loro valori
L'ambizione sfrenata per il potere,privata dell'amore per le comunità,per le persone.Della fatica necessaria per avviare buoni progetti.Per ricevere sorrisi e chiacchierare a viso aperto
E l'odio perenne per la normalità,per la semplicità,per l'umanità..è diventata paura di affrontare se stessi.Delirio di onnipotenza e certezza di impunità...
Non c'è più nulla di utile al nostro futuro politico,fuori dal M5S.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Una maggioranza che ricorda molto il governo giolitti ed una opposizione che è divisa tutto ..anche la chiesa sta in un assordante silenzio eppure i fatti Como ..hanno qualcosa di "sinistro" nel senso di diabolico e politicamente eversivo .. qualcuno di.. sinistra bisbisglia nei talkshow ma una dura e severa condanna democratica non c'è I movimenti neonazisti che ora( quasi imitando le brigate rosse) leggono volantini che inneggiano al razzismo ed al fascismo . stanno diventando una costante e fanno proselitismo tra i giovani sempre meno informati anche scolasticamente delle nefandezze del nazismo e fascismo.( la storia ci ricorda weimar ma anche l'avvento della politica antisemita .in talia ,oltre le leggi razziali sulla razza arianna e ebraica ,Il fascismo revocò anche il permesso di residenza alla maggior parte degli ebrei stranieri che perseguitati fuggivano per evitare la deportazionee morte sicura.Trovo.molte analogie con questi gruppi neonazisti che hanno semplicemente scambiato ebrei con extracomunitari.. nuovo soggetto per rievocare le leggi razziali


scusate ma qualcuno tra i portavoce M5s non prende posisizione sui fatti di como ..Dite qualcosa .. non dico di sinistra ma almeno di condanna democratica ai movimenti neonazisti che ora( quasi imitando le brigate rosse) leggono volantini che innegiano al razzismo ed al fascismo ..( la storia ci ricorda weimar ma anche la politica antisemita fascista(Il fascismo revocò ad il permesso di residenza alla maggior parte degli ebrei stranieri).molte analogie con questi gruppi neonazisti che hanno semplicemente scambiato ebrei con extracomunitari.. per loro il nuovo soggetto per le leggi razziali

Pier luigi 29.11.17 17:52| 
 |
Rispondi al commento

3
Il 10 maggio 2008,B era appena tornato al governo per la 3 volta,ma non aveva ancora fatto in tempo a riberlusconizzare Viale Mazzini.Quella sera, ospite di Fazio,ricordai i rapporti del neopres. del Senato Schifani con vari soggetti poi condannati per mafia,citando fatti documentati e in gran parte noti e aggiungendo una battutaccia sullo scadimento della classe politica.Apriti cielo.Fui attaccato più dal cSX che dal cdx e la sera dopo Fabio inscenò,terreo in volto,un imbarazzante autodafé da processo staliniano o maoista.Prima lesse un comunicato del dg Claudio Cappon(“La Rai si dissocia e manifesta nei confronti del presid.del Senato Schifani la più alta considerazione e rispetto… stigmatizza un comportamento–inaccettabile in qualsiasi programma del Servizio Pubblico–che mette in campo critiche, insulti e diffamazioni senza alcuna possibilità di contraddittorio”).Poi aggiunse:“Questa trasmissione ha sempre cercato di rispettare 2 principi:totale libertà di espressione a tutti gli ospiti…e non offendere nessuno,tanto più se assente e dunque impossibilitato a difendersi Quindi non posso che scusarmi,e a maggior ragione per il rispetto che è dovuto all’istituzione che il presidente Schifani rappresenta Mi scuso quindi con il pubblico se ieri sera non è avvenuto quanto ho detto.Chiedo scusa”
Ora naturalmente nessuno chiede a Fazio di scusarsi per le non-domande a B né per le impudiche bugie che B,grazie a lui,ha rifilato a oltre 2 milioni di telespettatori-elettori.Il contraddittorio,nel servizietto privato dei partiti,si invoca solo quando qualcuno dice qualche verità,non quando si sparano balle a raffica.A meno che l’ospite non sia un politico di opposizione(immaginate quante domande avrebbe rivolto Fazio a una Raggi o a un’Appendino, accusate non di stragi mafiose,corruzione,frode fiscale ecc.,ma di una frase su una nomina e di reati colposi per una disgrazia).È questa l’unica, vera turbativa che falserà le prossime elezioni. Altro che fake news.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai le persone non si rendono conto dell'inquinamento, specie chi ci è nato dentro.
Ormai le persone pensano che il cielo blu e limpido non appartenga alla pianura padana.
Io che ho qualche anno in più mi ricordo le belle giornate di sole anche qui al nord dove adesso per bella giornata si sintende que cielo azzurrino sempre velato di grigio.
Tristezza!
E non parliamo di scie di aerei che al di là di "chimiche" o meno sempre inquinanti sono per la gioia di vivere.
Un bel cielo blu ed un bel sole che ti scalda ti danno gioia e benessere.
Viviamo nel grigiore delle fabbriche per poi cercare il bel tempo altrove.
Assurdo!

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 29.11.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento

2
Pareva quasi che sfidasse l’intervistatore a sbottare, che lo provocasse per farsi bloccare, che ce la mettesse tutta per farlo scompisciare. Ma Fazio niente, non raccoglieva, lasciava dire e passava oltre.
Chissà quanta gente da casa avrà pensato, mentre B deplorava la piaga dell’evasione fiscale: “Adesso glielo dirà che ha una condanna per frode”. O, quando B definiva Dell’Utri “prigioniero politico” e “una delle persone migliori al mondo”: “Adesso glielo dirà che è un pregiudicato per mafia”. O, quando B. annunciava una legge per vietare ai parlamentari di cambiare partito: “Gli ricorderà che lui ne ha comprati a carrettate nel ’94, nel 2006 e nel 2010, e ha una condanna prescritta per l’acquisto del senatore De Gregorio alla modica cifra di 2 milioni”.
O, quando B parlava delle sue conoscenze di “minorenni immigrati”: “Ora gliela farà una battuta su Ruby”. Invece B gli strappava le obiezioni di bocca e Fazio la teneva ben chiusa. Uno strazio penoso anzitutto per lui, che un tempo, quand’era a Rai3, era un ragazzo simpatico perché non si era ancora gonfiato di milioni (20 all’anno ne spende la Rai per l’originalissimo “format” di Chetempochefa, consistente in un tavolo e alcune sedie occupate da una sfilata di ospiti, quasi tutti per promuovere il libro, il disco o il film), finiva regolarmente nelle liste di proscrizione del centrodestra, anche se non se ne vedeva il perché.
Poi però si è fatto furbo, infatti B. gli ha chiesto di tornare presto da lui, tanto bene si è trovato in sua compagnia. Tutto ciò, con la distinzione fra informazione e intrattenimento, non c’entra: anche un addetto alle pulizie avrebbe saputo cosa obiettare alle balle di B Poi però avrebbe perso il posto. Perché B è di nuovo potente, anche se la Rai è tutta di Renzi, anzi proprio per questo.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento

1
Fazio che strazio -Marco Travaglio
Per misurare il peso di un politico italiano, basta vedere le domande che gli fanno i giornalisti Rai. Renzi fu omaggiato per tre anni con domandine-assist finché restò il padrone d’Italia. Poi perse il referendum, lasciò il governo e, quando si affacciava in tv, incontrava giornalisti che fino ad allora mai si erano sognati di criticarlo neppure per le giacche e le cravatte, e di botto ne approfittavano per dirgli – fuori tempo massimo – tutto quello che non gli avevano mai detto a Palazzo Chigi. Le loro domande incalzanti, normali in qualunque democrazia, suonavano maramalde in un’Italia disabituata al giornalismo.
La stessa cosa era accaduta a B, osannato, incensato e leccato per 17 anni fino alle dimissioni del novembre 2011, e poi preso a pesci in faccia da chiunque passasse per la strada. Da allora persino Bruno Vespa prese a strapazzarlo (a suo modo, si capisce) fino a sembrare qualcosa di simile a un giornalista. Infatti l’altra sera, vedendo Fabio Fazio alle prese con B, ci è venuta un’insana nostalgia per Vespa: forse nemmeno lui sarebbe riuscito a restare silente dinanzi alle enormità dell’anziano Caimano.
L’intervista senza domande di Fazio a B ha riportato alla ribalta l’annosa polemica sugli intrattenitori che intervistano (si fa per dire) i politici al posto dei giornalisti. Ma Fazio ha vinto vari premi giornalistici ed è stato per anni iscritto all’Albo, salvo poi uscirne per poter fare spot. E comunque, affiliato o meno all’Ordine, è un professionista capace ed esperto nel campo dell’informazione, molto più di tanti telegiornalisti doc (altrettanto scarsini in fatto di domande).
Non occorreva la tessera dell’Ordine per muovere a B. le obiezioni che qualunque italiano che abbia vissuto in Italia e non su Marte nell’ultimo quarto di secolo gli avrebbe mosso. Era lo stesso B a suggerirle appena apriva bocca.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

È incredibile come l'uomo moderno sia ossessionato dalla qualità del cibo e non si preoccupi minimamente della qualità dell'aria che respira.
È davvero importante una svolta.

Mr.Loto 29.11.17 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi vi ricordo che ancora ci sono 6 punti del programma da votare! Quando lo facciamo?

paolo p. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 29.11.17 17:01| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.senato.it/webtv_live#


in diretta la seduta al senato

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Si deve fare un'alleanza con la lega e la Meloni, altrimenti c'è la possiamo cantare e ballare da soli. Gridare al lupo , al lupo non serve a nulla.Non ci sono alternative , perché il movimento 5 stelle il 51 e rotti dei voti non lo raggiungerà mai. Per cambiare il sistema ci sono due opzioni : la rivoluzione ( che il movimento 5 stelle non fa perché siamo pacifici) o allearsi. Altra alternativa sarà il logorio del movimento 5 stelle.

salvatore bucchieri 29.11.17 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio il M5S al governo!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riposto perchè in senato è cambiato qualcosa sulla legge di bilancio...
Io è da tempo che mi chiedo:
E' mai possibile che leggi importanti(legge di bilancio) vengono portate in aula e due ore prima di una eventuale discussione vi debbano essere degli emendamenti?
Mai possibile che leggi importanti vengano votate tramite la "fiducia" e non attraverso un dibattito parlamentare?
E' mai possibile che il cittadino non venga a conoscere il testo delle leggi prima che vengano approvate e prima che qualche manina galeotta di nascosto non metta delle correzioni?
E' mai possibile che un popolo venga trattato in questo modo?
Dove è la "DEMOCRAZIA"?
Povera Italia,Povero parlamento,povere leggi.
^^^^^^^^^
Tassate gli appartamenti in mare, ma non le piattaforme. Non è uno scherzo e infatti non ride il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, che s’era già fatto i conti in tasca: 23,5 milioni di euro dall’Imu sul rigassificatore della discordia. Un mucchio di soldi per la città governata dai Cinque Stelle, frutto di un’operazione di “equità fiscale” mai decollata prima. Ebbene Nogarin dovrà rassegnarsi a una politica che dimezza il bonus bebé e poi cancella con sei righe milioni di potenziali entrate dalle (ricche) compagnie del gas. A far svanire di colpo ogni illusione ci ha pensato un emendamento notturno alla Manovra del senatore Giorgio Santini (Pd), ex sindacalista veneto e capogruppo Pd in commissione Bilancio all’art. 63 comma 4: “(…) per i manufatti ubicati nel mare territoriale destinati all’esercizio dell’attività di rigassificazione del gas (…) aventi autonomia funzionale e reddituale che non dipende dallo sfruttamento del sottofondo marino, rientra nella nozione di fabbricato assoggettabile ad imposizione la sola porzione del manufatto destinata ad uso abitativo e di servizi civili”. dal FQ

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.11.17 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse non è questo l'argomento giusto, ma il sig. Renz (quello che si doveva ritirare dalla politica senza darsi all'ippica, ove avrebbe creato altri danni), come campa? Intendo dire: visto che va in giro per l'Italia con il suo trenino (che non è certo quello dei pendolari), chi gli paga lo stipendio? Il PD? E perché non lo pubblica?


Se non eliminiamo la mafia specie quella nelle istituzioni (B) e dei colletti bianchi non ci salveremo mai!!!
C'e' poco da dire se non eliminiamo la mafia non
ci salveremo mai!!!

Franco Rinaldin 29.11.17 15:28| 
 |
Rispondi al commento

La mafia e la corruzione hanno invaso l'Italia e purtroppo la mafia ora si trova ai vertici delle varie istituzioni nazionali.
Anche Mussolini tento' di debellare la mafia ma poi rinuncio' forse ricattato! E Mussolini ed i fascisti non scherzavano affatto!!!
Ed ora che facciamo???
Volendo con un blitz in tutta Italia possiamo arrestare tutti i mafiosi e poi metterli tutti in un carcere in un'isola per tutta la vita e poi buttare le chiavi in mare!!!


Bruno Contrada pluricondannato per mafia e' stato salvato dalla Corte europea dei diritti che pero' ha sbagliato di grosso perche' doveva dire se Contrada era colpevole od innocente e Contrada dopo molti gradi di giudizio e' stato giudicato piu' che colpevole!!! E quindi non va
salvato e va messo .nuovamente in.galera!!!

Franco Rinaldin 29.11.17 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Siamo legati dalle nostre paure in attesa che gli sciacalli ci divorino ! Dove sono gli uomini degni di questo nome ? !

vincenzodigiorgio 29.11.17 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Il vil danaro è la causa di tutto ciò, pur di guadagnare si è fatto di tutto anche inquinare aria, acqua e cibo come se chi inquinasse ne fosse esente. Non solo si è fatto scempio della vegetazione.
Tutti a correre dietro al "benessere" invece di darsi da fare per una buona qualità della vita.
Sono nate fabrichette e fabbricone ovunque che non tenevano conto del fattore inquinamento, di conseguenza non è un caso che la pianura padana sia l'area più inquinata d'Europa.
Quando si inizia a percorrere la Padania entrando dall'Adriatico il cielo cambia colore non è più azzurro

mzee.carlo 29.11.17 15:00| 
 |
Rispondi al commento

buondì anch'io abito a torino e vedo benissimo lo stato dell'aria in e fuori città,tutte le mattine sento le pillole di mercalli,tutto verissimo e la voglia di cambiare è tanta,tantissima,ma scusa se te lo dico come ad un figlio ,sei convinto un domani di cambiare,di invertire la rotta nel mare degli interessi che continuano a spingerci nel fossile/petrolio.Lo stato incassa in accise di tutti i tipi miliardi + extra,è un mangia mangia che non riesco nemmeno ad immaginare.chi pagherà il conto del passaggio alle rinnovabili?Poi tieni conto che se gli anziani muoiono prima l'inps ride spiace dirlo ma è così,altro che aspettativa di vita.


Ma non è razzista offrire 500 euro solo a chi ospita un immigrato? Se io volessi ospitare un senzatetto italiano?


E' rivoltante che Tajani forza Italia e presidente parlamento europeo sia andato a deporre dei fiori sulla tomba di Craxi latitante condannato per tangenti miliardarie e fuggito dall'Italia!!!
M5S dobbiamo svegliarci e fare qualcosa subito !!grazie e cordiali saluti


DANIELE MARTINELLI
Cosa rimane della ottava edizione della Leopolda? Resta un’accozzaglia di chiacchiere di un premier non eletto che si autocelebra nel tentativo di rinvigorire i sondaggi. Matteo Renzi, dal palco, snocciola le sue imprese di presidente del Consiglio di un governo senza spina dorsale. Droga i numeri, enfatizza i provvedimenti di legge, bara sui risultati, attacca i giornali e difende una ministra dipinta come la Vergine Maria, (Maria Elena Boschi, travolta dal crac di Banca Etruria, che in un Paese normale farebbe al massimo la cassiera al supermercato). Insomma, più che Leopolda, la manifestazione andrebbe chiamata Manigolda.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 14:40| 
 |
Rispondi al commento

MARIAPIA CAPORUSCIO
Purtroppo in questi ultimi anni un’assurda follia sta avendo la meglio sulla ragione, sembriamo impazziti tutti, è come se dal buco dell’ozono qualcuno avesse versato una pozione magica che devasta il cervello agli esseri umani. Non si spiega altrimenti come sia stato possibile girare sottosopra questo mondo, ribaltando ogni cosa e dove l’assurdo ha preso il posto della ragione. Ci si chiede come abbiamo potuto permettere allo Stato di smettere di tutelare i cittadini per curare gli interessi delle banche. La logica ci dice che deve essere l’uomo al di sopra delle cose, invece è stato posto il profitto al di sopra dell’uomo e tutto, ma proprio tutto viene sottoposto al potere finanziario. Gli attuali politici se ne fregano se i cittadini non possono mangiare non avendo più i soldi per comprare anche il pane, per quanto li riguarda possono tranquillamente morire di fame. Che gliene fotte se i connazionali non posseggono più una casa, venduta all’asta da Equitalia? Secondo loro possono dormire sotto le stelle, non è più compito dello Stato farsene carico!
Dunque lo Stato non può farsi carico dei problemi dei cittadini però i cittadini devono farsi carico di mantenere lor signori, oltretutto con le buone o con la forza.
Abbandonati a se stessi i cittadini si ritrovano su una barcone alla deriva, per davvero il mondo ha perso la bussola: lo Stato tutela i banchieri, finanzia i loro affari, si accolla i debiti e le truffe per non farli fallire (che fa pagare ai truffati) mentre gli utili appartengono interamente alle banche! Se agire in questo modo è normale, è doveroso chiedere i pazzi chi sono!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dibba sempre presente comunicativo ed attivo

https://www.youtube.com/watch?v=98aYePK612s

un pocchettino meno..sul blog.
ma almeno un'alleanza Blog/fb..e vari social..sarebbe valutabile ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 29.11.17 14:23| 
 |
Rispondi al commento

E che si smetta di dire bugie con la storia dei vari Euro 0-1-2-3-4-5-6.....
Il signore che fa 3000 km l'anno con la sua auto che nel frattempo è invecchiata ma fa ancora il suo dovere deve avere lo stesso diritto se non di più a circolare dell'imbecille che con l'auto nuova euro "sti cazzi" fa 30000 km anno facendo "vasche" inutili per il centro città.
Chi più consuma più paga.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 29.11.17 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Dice Luciano Gallino (uno dei più illustri sociologi italiani): “Le riforme di Renzi si collocano tra il dramma e la barzelletta. Rispetto alle dimensioni del problema, alla gravità della crisi, il Jobs Act è una stanca ricucitura di vecchi testi dell’Ocse pubblicati nel 1994 e smentiti dalla stessa Ocse: la flessibilità non aumenta l’occupazione. Abbiamo perso il 25% della produzione industriale, il 10-11% di Pil, gli investimenti in ricerca e sviluppo sono penosamente modesti. I giochetti delle riforme sono l’apoteosi preoccupante del fatto che il governo non ha la più pallida idea dei problemi reali del paese; o forse ce l’hanno ma procedono per la loro strada di passiva adesione alle politiche di austerità.”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Luigi, sabato 2 dicembre avrà luogo a Torino per il nord Italia, piazza San Carlo, la manifestazione della CGIL per cambiare il sistema previdenziale, per sostenere sviluppo e occupazione e per garantire futuro ai giovani. Il tema della manifestazione che si terrà a Torino, Roma, Palermo, Bari e Cagliari è: Pensioni, i conti non tornano. La CGIL è l'unica organizzazione sindacale che ha abbandonato il tavolo sulle pensioni mentre CISL e UIL come spesso capita si sono dichiarate alquanto soddisfatte. Non sarebbe un grande segnale partecipare almeno ad una manifestazione?

Nadia R. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.11.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

C'e' poco da dire ma il piu' grande problema in Italia e' la MAFIA (B.).
Solo distruggendo la mafia l'Italia si puo' salvare altrimenti andra' sempre piu' giu' fino alla morte totale!!!

Franco Rinaldin 29.11.17 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Marco Marchi
Che Renzi (un fenomeno pop da film di Vanzina) sia in un calo oramai irrecuperabile era prevedibile. E’ uno spaccone, privo di una visione e vivacchia con tutto e il contrario di tutto. E’ segretario del PD ma ha metà dell’elettorato storico contro, che ha terminato ogni sorta di antiacido per digerire la m*** che è costretta a mangiare.
E’ alleato di Berlusconi, ieri in segreto, oggi in aperta visione, un Berlusconi che è stato non l’avversario bensì il nemico del PD (almeno finché interessava a De Benedetti).
E’ alleato di Alfano, a capo di un’entità politica semi-comica, quattro parlamentari in croce di FI che hanno preferito fare outing, con il peso politico e morale di un Udeur di Mastella.
E’ socio addirittura di Verdini, che non ha bisogno di presentazioni. (e ha fatto una legge apposta per permettere a un pregiudicato di candidarsi all'estero). Inutile elencare i suoi orrori: Tangenti MOSE, mafia capitale, tangenti EXPO, Salva-banche, 80 euro, 500 euro, 2 auto vendute su ebay, 100.000 annunci uno più roboante e disatteso dell’altro, la fuffa del jobs act, Rosatellum ecc ecc… sono l’essenza del PD renziano e non solo. E' incompremsibile come ci sia ancora qualcuno che lo vota.
Perché bisogna essere decisamente sbronzI per votare questa gente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Quattro mesi alle elezioni , almeno così si spera ! Mai furono così desiderate , il popolo è esasperato sempre più e si sta svegliando sempre più man mano che riceve bastonate sui denti e non riesce più a evitare i tanti uccelli paduli che infestano numerosi i cieli italiani ! I cetrioli non sono più prerogativa degli ortolani e tanta gente ne sta ricevendo a iosa . Le tv non passano più i suicidi per disperazione che sembrano finiti , solo buone notizie rigorosamente false di ripresa economica e di luci vivissime in fondo al tunnel . Stupri in vistoso calo , accoltellamenti rari , rapine quasi sparite , tutto questo grazie al PD e al suo duce : l'ometto di Rignano !

vincenzodigiorgio 29.11.17 13:57| 
 |
Rispondi al commento

BASTA OFFENDERE I RISPARMIATORI!
Ne ho piene le tasche di questi che vengono a insultare i risparmiatori difendendo con enorme faccia tosta truffatori,delinquenti e strozzini Dopo il danno la beffa.E basta!Queste banche sono fallite non perché hanno fatto credito alla piccola e media impresa,agli artigiani o alle famiglie,ma perché hanno favorito oltre misura gli amici,con una conduzione familista:il babbo della Boschi,il babbo di Renzi..in un grande magna magna.E perché allora non si fa una bella leggina e si dividono le banche di risparmio da quelle di investimento,le prime col divieto di investire in derivati e titoli a rischio,e le seconde per chi vuole speculare,investe,si arricchisce o fallisce e si ammazza,cavoli suoi?Ma il Governo il risparmio lo deve proteggere(e non fare come la Bce o il solito Renzi che nemmeno in questo finanziaria le banche le depenalizza e scarica i danni sui risparmiatori).I famigerati ‘compagni di merenda’ del mostro di Firenze erano cruenti ma questi non sono da meno perché marciano sulla pelle della gente.E dobbiamo continuare così??
Ma quando mai una commissione d’inchiesta parlamentare ha schiodato un chiodo? Ma davvero vogliamo dare proprio agli stessi complici delle banche il potere di processare le banche?E quando mai i compagni di merenda si sono fatti le scarpe tra loro?Facciano,invece,qualche solida che separi e protegga i risparmi delle famiglie e dei pensionati da chi vuole solo speculare!E vieti agli enti locali di mettere i soldi delle tasse e dei cittadini in derivati e titoli tossici!
Renzi nella legge di stabilità poteva ben metterci qualche protezione al risparmio invece che il solito aiuto alle banche truffaldine e assassine che da quando la crisi è stata voluta hanno sugato ben 2000 miliardi di euro di soldi pubblici!! Ma quanto bene comune si poteva conseguire con una somma simile che invece ha alimentato solo corrotti e paradisi fiscali???

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Il piu' grande cancro dall'Italia sono la MAFIA ed i mafiosi che operano nelle societa' economiche (B.) che corrompono dappertutto e distruggono ogni legalità!!!
Se vogliamo salvare l'Italia bisogna che tutta la gente per bene che e' molta e tutti i Magistrati distruggano la mafia e mandino tutti i mafiosi al carcere duro e per tutta la vita!!!
Grazie e cordiali saluti.


Armarcord. Dicembre 2015
RENZI AFFIDA A CANTONE IL PASTICCIACCIO DEGLI OBBLIGAZIONISTI

truffato
Affidare l’immane corruzione del sistema italico ad una sola persona non mi sembra sia il modo per sconfiggerla, almeno che i poteri di quest’uomo non siano divini. Nella legge di stabilità si trova anche un decretino che in qualche modo salva i responsabili bancari da una eventuale richiesta dei danni da parte dei truffati, forse sarebbe più giusto chiamare la legge salva banche anche salva banchieri. Questo signore che fa il bello e cattivo tempo nel suo regno, riconosce la cittadinanza solo alle persone facoltose, gestendo tutte le altre come una sorte di subumani, quindi niente a che vedere con i diritti e le garanzie democratiche.
.
Arturo
I risparmiatori devono essere tutelati da giudici precostituiti “per legge” (art. 25 cost.) che devono essere autonomi e indipendenti dall’esecutivo. Non possono essere tutelati da arbitri scelti dall’esecutivo. Il cittadino ha diritto ad una tutela effettiva (art. 24 cost.)
.
Unonessunocentomila
Ma Cantone è un uomo o un nuovo antibiotico?
Va bene sempre e per qualsiasi cosa!!!!
“Il furbo lo fai fesso, il fesso non lo fai capace.”
.
Viviana
Mettiamo Cantone come arbitro nel pasticcio obbligazionario?? E poi di Consob e Bankitalia che ne facciamo? Le dimettiamo come complici perché non hanno controllato? E allora, già che ci siamo, licenziamo anche Renzi assieme a tutti i compari precedenti: Letta, Bersani, Fassino, D’Alema, Berlusconi, Tremonti, Visco, Ciampi, Padoa Stoppa e non dimenticatevi quel bel tomo di Padoan!
.
Luigi
Sembra uno di quei filmetti degli anni 70…
Cantone contro Ercole…
Cantone contro il Pirata Nero…

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Cobra89
Sarà un autogol per loro?
In ogni sua dichiarazione questo sbruffone da due soldi dimostra di essere completamente fuori dalla realtà.
Il padre della Boschi è diventato vice presidente della banca (nella quale lavoravano anche fratello e cognata dello stesso ministro) subito dopo che la Boschi diventò ministro.
La sua cacciata poi non fu per decisione di Renzi, ma atto obbligato perché la banca aveva accumulato un debito di 6 volte il proprio patrimonio netto… e nonostante questo continuava a sbolognare obbligazioni agli investitori.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:46| 
 |
Rispondi al commento

CLAUDIO MARTINOTTI DORIA
Il compito primario della finanza degenerata, con la complicità della politica, è separare gli ignoranti (meglio se anche stupidi) dal loro denaro vendendogli illusioni cartacee, ed il repertorio delle frodi è sterminato, essendo l’unico limite la fantasia creativa. Come ultima istanza il truffato invocherà l’intervento dello stato, cioè di quel soggetto che ha consentito la truffa, il quale continuerà nel gioco illusionistico promettendo un intervento riparatore che sarà solo palliativo e simbolico, per poter proseguire nei giochi con altri giocatori ed altre vittime sacrificali, in un circolo vizioso, nel senso che sono le stesse vittime ad alimentarlo differenziando solo la tempistica e qualche variante.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:44| 
 |
Rispondi al commento

9 MILIONI DI ITALIANI TRA I 15 E I 29 ANNI NON HANNO LAVORO
Laurearsi non aiuta più a trovare lavoro e per i giovani cercare un'occupazione è sempre più difficile. Oltre un ragazzo su tre tra i 15 e i 34 anni è "sovraistruito", troppo qualificato per il lavoro che svolge. A tre anni dalla laurea solo il 53,2% dei laureati ha trovato un'occupazione ottimale

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

La priorità delle priorità è disincentivare l'uso dell'auto privata inquinante dal produttore all'utente, anche ponendo a loro carico i costi sanitari e le risorse utilizzabili per il trasporto pubblico e la produzione di veicoli ibridi, elettrici, a gas e, non da ultimi, a idrogeno. Azioni concrete da avviare subito, prima che sia troppo tardi

Alessandro Panetti 29.11.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento

FINE 2015
Feel-ice
É morto Licio Gelli, i medici rassicurano: “abbiamo un piano di rinascita”
.
Lucagian
E’ morto l’aretino Gelli.
Per ricordarci che la Boschi è il male minore.
.
Pirata 21
Mi piace pensare a Berlinguer con in mano la lista della P2 che ogni volta tira una riga sui nomi di quelli che muoiono.
.
Mr_Pac
Nel 2003 disse: “Guardo il Paese, leggo i giornali e penso: ecco qua che tutto si realizza poco a poco, pezzo a pezzo.” E se n’è andato finalmente in pace.
.
Luce so fusa
Licio Gelli aveva solo la licenza elementare.
Visto che Poletti aveva ragione.
.
Gelli è morto in conclusione della Leopolda.
È morto sereno aveva capito che il suo piano sarebbe stato portato a compimento.
.
La lista di 962 nomi della P2 includeva 3 ministri, 208 ufficiali,18 alti magistrati, 49 banchieri, 120 imprenditori,44 parlamentari, 27 giornalisti. E un bimbo di 6 anni detto il rottamatore.

(chissà a che numero stava il generale scelto da Berlusconi)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Carano
Riforme, Boschi: ora il conflitto d’interessi. Poi, le barzellette sui carabinieri.
.
Purtroppo
E’ morto Licio Gelli: verrà insabbiato nella tomba di famiglia.
.
Night
Aveva 96 anni di troppo.
.
Frandiben
Licio Gelli conosceva così tanti segreti sull’Italia che per lui i libri di storia erano genere fantasy.
.
Pirata 21
Licio Gelli disse: “Berlusconi è l’unico che può andare avanti nella politica in Italia”. Poi per fortuna è arrivato Renzi ed è morto sereno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

andrea
Complimenti…. Banca d’Italia avrebbe il compito di vigilare per tutelare i risparmiatori e invece ha consentito la vendita di prodotti spazzatura facendoli passare per prodotti a basso rischio….. le dimissioni di massa sarebbero il minimo.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

ottotto
Ma che vadano tutti in galera senza se e senza ma, questi criminali in doppiopetto! Negli Usa non potrebbero essere difesi neanche da un legale a loro scelta, ma accontentarsi di un avvocato d’ufficio poiché gli congelano subito i conti. E le pene per reati finanziari sono molto molto severe lì. Ne è venuto a conoscenza Davigo in un suo tour presso alcuni carceri statunitensi. Rubare al popolo è considerato un reato gravissimo quasi a livello di alto tradimento. Centinaia di famiglie rovinate. Quante Enron, quante Parmalat dovranno accadere perché la gente non si fidi più di questi ladri autorizzati dallo Stato che attraverso i suoi organi competenti non ha voluto controllare macchiandosi di complicità?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:34| 
 |
Rispondi al commento

giulio.paricozzi
Bankitalia è uno strano animale. Ente di diritto pubblico ma il capitale sociale è al 94% di privati soprattutto banche che in teoria Bankitalia dovrebbe controllare, il che farebbe pensare ad un certo conflitto di interessi rispetto al quale quello di B era una sciocchezza. Ente di diritto pubblico ma i manager se ne sbattono del limite di 240mila euro l’anno dei manager pubblici e arrivano a più di 400mila euro anno e gli “esperti” BCE dicono che è tutto ok. Dopo l’ introduzione dell’ euro Bankitalia non emette più moneta (conserva 6000 funzionari diventati inutili) e il suo principale compito sarebbe il monitoraggio delle banche e può essere che lo abbia fatto, peccato che i rapporti rimangano segreti, ignoti ai più, ignoti al parco buoi, e quindi inutili a difendere il risparmio come la costituzione vorrebbe. In sintesi: MA A CHI e A CHE COSA SERVE BANKITALIA? E pure CONSOB a che ci serve?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Pontez
Cioè, ricapitolando:la Boschi viene nominata Ministro, due mesi dopo (maggio 2014, quando già Bankitalia parlava di situazione irreversibile) il padre viene nominato vice-presidente, e poi tra 2014 e 2015 il Governo emana due decreti sulla trasformazione delle popolari in Spa e salva banche (tra movimenti di sospetti di ingenti somme di denaro alla vigilia del primo decreto e le polemiche seguite al secondo). In tutto questo Bankitalia per 13 anni mette la polvere sotto il tappeto e lascia che la banca tiri la sòla a più di un centinaio di migliaia di risparmiatori, alla faccia di chi a tutt’oggi sostiene che se la siano cercata (incluso quel def****e del sottosegretario Zanetti).
Ah dimenticavo: con il decreto salva banche viene tolta agli azionisti la possibilità di esperire l’azione di responsabilità civile nei confronti di direttore generale, organi di controllo e amministrativi (inclusa quindi Boschi-family), nonché revisori contabili (e tutto questo non ce lo aveva chiesto l’Europa!!).
Concludendo: conflitto di interessi? Naaaaaaaaaaaaa

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Non ho ricevuto nessuna risposta alla mia richiesta se corrispondesse al vero la notizia che circola sulla nuova iniziativa della Raggi che darebbe mille euro al mese a chi ospita un clandestino . Qualcuno sa se è vero ?

vincenzodigiorgio 29.11.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento

LA BEFFA CONTINUA.....
Massimo Maurizio
Ma come si fa a parlare di ‘investimento azzardato’ e di ‘alto rischio’ per delle obbligazioni con un rendimento lordo del 2% annuo (o meno) e una massa di risparmiatori che in media hanno investito 5000 euro? Le obbligazioni sono state azzerate, perché le banche che le hanno emesse rischiavano il “fallimento”, grazie ai favoritismi (prestiti senza le dovute garanzie, nemmeno sulla sostenibilità finanziaria delle richieste) fatti dai vertici nei confronti degli amici e famigli e politici, il tutto sotto lo sguardo vigile, ma benevolo (complice?) di Bankitalia. Ricordiamo che in Italia ogni euro versato in banca è potenzialmente a rischio, in un sistema torbido come quello del nostro sistema bancario. E non c’è scampo. L’ultima chicca è il procuratore capo del tribunale che indaga su Banca Etruria, scelto ovviamente da Renzi, è consulente di Renzi, lo stesso che sta facendo strame della carta costituzionale. Eppure Renzi e la Boschi non hanno ritenuto di interrompere la collaborazione! E’ chiaro in che mani siamo? Ah sì, il CSM ha aperto un fascicolo in merito. Ed è stata istituita una commissione parlamentare guidata da Casini. Ah sì, beh già…
.
.. e il massimo problema degli italiani sarebbe le fake news. Ah sì, beh già..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Challenger
Sarebbe ora di fare chiarezza su tutte le Authority Italiane, ad iniziare da Consob, Antitrust, Garante della privacy, Ivass, Covip, Agcom, Aeeg, Anac e Authority dei trasporti spendono ogni anno 310 milioni per gli stipendi dei 2.300 dipendenti e quasi 24 di affitti.
Queste istituzioni ormai sono diventate politiche e non tutelano affatto i cittadini, in pratica sono dei mangiapane a tradimento con manager approfittatori nei loro consigli d’amministrazione. Mi sapete dire a cosa servono ? Sono arbitrati pessimi, in combutta con i loro stessi sistemi.
Proporrei una grande revisione di questi Garante, eliminandone un paio che servono solo a mettere dentro i trombati politici di turno.
Già, invece si eliminano ospedali e si fanno tagli alla Istruzione, Sanità, Pensioni, Welfare.
VE NE DOVETE ANDARE TUTTI E MOLTI IN GALERA, avete capito?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco Celestino
Un piano ancora peggio di quello previsto da Gelli del sistema berlusconiano è stato quello di penetrare, mediante la massoneria, nei CdA delle banche, per poi concedere crediti ad alto rischio a soggetti clientelari. Vi rendete conto che in banca Etruria il 91% delle fideiussioni erano taroccate?
Magari fossimo negli USA, così tutti questi dirigenti di merda finirebbero in galera direttamente per anni e anni!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento

MA DA CHI SIAMO GOVERNATI?-Viviana Vivarelli
Renzi, figlio di uno accusato di bancarotta fraudolenta che si premura di depenalizzare i reati finanziari dopo essersi fatto una legge ad persona per chiudere il proprio processo per furto all’erario.
Boschi, figlia di un truffatore bancario, che si premura di far ricadere sui risparmiatori i danni dei reati commessi dai banchieri.
Alfano, eletto coi voti di Cosa nostra, distributore di appalti ai parenti e coinvolto in mafia capitale.
Verdini, accusato di corruzione, truffa e bancarotta.
E poi ci si meraviglia se la mozione di sfiducia dei 5stelle viene rifiutata???

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Luigi XIV : “L’État c’est moi!
La Boschi : “La banque c’est moi!”
Luigi XV : “Après moi le deluje” (dopo di me venga pure il diluvio)
Renzi : “Che mi frega a me della piena?”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:24| 
 |
Rispondi al commento

13.000 truffati solo a Banca Etruria
Pirata 21
“Il pensionato che si è suicidato aveva la tessera della Cgil e del Pd. Questo scagiona la banca.”
.
Luce so fusa
“In effetti è il tipico profilo dell’aspirante suicida”.
.
Pirata 21
“Salva banche, Berlusconi dice che avrebbe trattato diversamente i risparmi degli italiani. Lui li avrebbe portati direttamente alle Cayman.”
.
George Clone
“Il Governo studia una riforma delle banche. Anziché le penne, proporrei di legare alle catenine i nostri risparmi.”
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Tutti giustizialisti fuori dal potere (vd Boschi o Renzi che esigevano duramente le dimissioni della Cancellieri per una telefonata).
Tutti ipergarantisti quando siedono al potere.
La poltrona è mia e guai a chi me la tocca, la spartisco solo con gli amici e gli amici degli amici. Il popolo chi???

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

la gente vuole mangiare renzi

https://www.lineapress.it/video-folla-aggredisce-renzi/

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 29.11.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

314 i voti con cui il cdx votò per dire che credeva a Berlusconi sulla nipote di Mubarak
373, pure di più, i voti dato dal csx per dire che la Boschi non ha nessun conflitto di interesse.
L’omertà e l’ipocrisia sono le stesse.
Due pagine vergognose nella storia delle Repubblica che dimostrano solo una cosa: questa gentaglia di ciò che è giusto o ingiusto se ne frega e si comporta solo come una banda di mercenari a servizio solo di chi li paga.
.
“Er monno è bello perché è avariato” (Harry Haller)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Continua senza soste l'invasione dei clandestini , così come continua a sgranarsi il rosario degli annegati e dei divorati dai pescecani . Una realtà tremenda che non ha spiegazione nella ricerca del miglioramento della vita di cui si ciancia . In genere giovani in salute , i migranti economici spendono fortune per venire in Italia ben sapendo ormai quello che li attende , ozio da mattina a sera per anni con la certezza che non potranno andare nel resto d'Europa ! Non guadagnano nulla , non fanno nulla ! Affrontano grandi spese e pericoli per venire qui a non far nulla , esclusa una piccola minoranza intraprendente che si butta sulla microcriminalità ! Non convince nessuno questa situazione , c'è altro dietro , c'è qualcosa che dia un senso a questa storia che un senso non ha ! Svegliamoci !

vincenzodigiorgio 29.11.17 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rosanna Paciotti
Boicottare F-U-N-Z-I-O-N-A!!!!!!
Neanche la Rai ci crede più: tagliati gli spot a Fabio Fazio
Flop costosi - Gli ascolti di “Che tempo che fa” fanno abbassare il prezzo della pubblicità nella prima serata di Rai1: a marzo 2018 -6,6 per cento

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Amatrice sotto la neve e il gelo. Dei 33 milioni versati dagli Italiani ancora non si sa niente. Intanto un cazzaro sta girando con un treno da 400.000 Euro.
Stefano Morelli

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.11.17 13:02| 
 |
Rispondi al commento


.... meno piddì...più felicità... ca va sans dire

pabblo 29.11.17 12:59| 
 |
Rispondi al commento

La mossa di Renzi tende alla completa censura dell'informazione . Dopo tv e giornali ora tocca ai social , facebook in testa dove i commenti sono al 98 per cento improperi e maledizioni contro di lui e i suoi compagni di merende ! Se dovessimo desumere la situazione dei partiti politici dai commenti capiremmo che il M5s è primo con oltre il 50 per cento , segue la Lega con il 20 e Forza Italia con il 10 , come FDI . Un quadro molto diverso da quelli che ci propinano i sondaggisti addomesticati ! Il PD sembra stia sparendo , sono pochissimi i pidioti ! Ora che censureranno tutto saremo in completa balia del PD , un pugno di avventurieri teleguidati e pagati dall'alta finanza ! E le stelle stanno a guardare . ( Cronin )

vincenzodigiorgio 29.11.17 12:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori