Il Blog delle Stelle
Morte dei Paschi di Siena

Morte dei Paschi di Siena

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 17

di MoVimento 5 Stelle

David Rossi è solo primo di lunga catena suicidi. In due anni almeno altre otto persone si sono suicidate per operazioni attorno a Mps in giro per il mondo. Una lunga scia di sangue che si impasta con la melma di scandali finanziari consumatisi sulla pelle di tantissimi risparmiatori, scandali che hanno ripercussioni anche per il bilancio dello Stato e le tasche dei cittadini.

Il M5S chiede da anni la verità sulla morte di David Rossi, capo della comunicazione di Mps, volato dalla finestra del suo ufficio il 6 marzo del 2013.

La pista del suicidio, troppo frettolosamente imboccata dagli inquirenti, non ci convince. Abbiamo contribuito a far riaprire l'inchiesta dopo una prima archiviazione e anche la seconda archivazione lascia troppe ombre, troppi dubbi sul modo in cui sono state trattate certe fonti di prova e trascurati alcuni reperti.

La morte di Rossi è l'evento più tragico in cui sfocia un meccanismo patologico. Parliamo dei crimini che può generare il rapporto malato tra banche, politica e certa imprenditoria. A Siena, Mps penetrava in ogni ganglio vitale della vita pubblica ed era penetrata a sua volta dalla politica fino al midollo.

Persino l'acquisto di Antonveneta, che ha segnato l'inizio della fine del Monte dei Paschi, è stato perfezionato senza alcuna valutazione contabile soltanto per le manie di grandezza dell'ex presidente Mussari che voleva accreditarsi in certi ambienti di governo e nel mondo cattolico.

Il libro "Morte dei paschi" di Elio Lannutti e Franco Fracassi, edito da PaperFirst, con la prefazione dei nostri portavoce Daniele Pesco e Luigi Di Maio, ripercorre il filo che lega la morte di Rossi al "groviglio armonioso" senese e alla gestione del Monte. Un volume che apre gli armadi e mostra tutti gli scheletri di chi ha ucciso il credito e la fiducia dei risparmiatori per coltivare clientele, interessi di parte, potere. Una storia in cui il Pd e i suoi predecessori di sinistra stanno dentro fino al collo.

Con il M5S al governo i manager infedeli delle banche pagheranno tutte le loro colpe e gli istituti torneranno a fare il loro dovere: finanziarie l'economia reale, sostenere le famiglie e le imprese italiane.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Nov 2017, 10:22 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 17


Tags: david rossi, m5s, monte dei paschi, morte dei paschi, suicidio

Commenti

 

PURTROPPO IN QUESTO PERIODO DELL'ANNO CON QUESTO METEO IO STO MALE DI BRUTTO è GRAZIE AI "SIGNORI" ( DICENDO COSI SONO CARINO E GENTILE);
che ci amministrano alloro piacimento e decidono il destino di tanti come me, che hanno dato tutto loro stessi, alla Nazione per avere solo pesci in faccia alla fine; dopodiché con scuse varie di varia natura,per inventarsi le loro incapacità e i loro ammanchi dalle casse dello stato,per pagare i debiti, da loro stessi fatti,è che non pagheranno mai e per poi trascorrere una vita tranquilla e serena con i loro simili,a noi ci tengono in vita, per dare ancora le ultime energie, in modo in cui quando andremo in pensione, ci illuderemo solo di avercela fatta,mentre ci mancherà poco alla fine dal traguardo della vita.
ALLORO POSSO DIRE SOLO GRAZIE DI TUTTO NELLA SOLA SPERANZA,CHE VOI.................................

salvatore Marra 14.11.17 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Io son rimasta allibita dallo spot che sta girando in tv sul monte dei paschi....il tema è quello del cadere(!). Questa gente è proprio quello che sembra, pericolosa.

giovanna pisu 11.11.17 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Quando il silenzio cala in fretta.....BRUTTO SEGNO.

terenzio eleuteri Commentatore certificato 11.11.17 09:49| 
 |
Rispondi al commento

con il MOVIMENTO5STELLE al Governo, si dovrebbe per primo reintrodurre l'obbligo del RISPETTO FRA LE PERSONE......la dignità, se ne sente sempre parlare.... si ottiene passando proprio dall'insegnamento del Rispetto.....questo dato si e' totalmente perso in Italia....questo dato danneggia tutto il nostro modo di vita....e accellera le estorsioni, le evasioni fiscali, le distorsioni delle comprensioni, siamo fuori controllo su tante cose...oggi dobbiamo vivere nelle città con due o tre telecamere ogni metro....si investono ingenti risorse per migliorare i nostri servizi, ma questi poi ce sempre un modo per non erogarli come pensato....siamo senza Rispetto di nulla....ed anche grazie a questo, i Politici approfittano delle situazioni per vivere dentro i Palazzi del Potere a vita....(vedi Napolitan....che ricorderemo forse come il peggiore di questo Stato....).
Quando si può, si riesce a ricominciare la vita, va fatto partendo dalle basi.......

fabio S., roma Commentatore certificato 11.11.17 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Ca..ari: “Voi potete essere il primo partito da qui all’eternità e non andare al governo mai. E’ vero o no che in democrazia e in qualsiasi angolo del mondo è sono necessari mediazione e compromesso, e non si va mai al governo da soli?”

Paola Taverna: “In una democrazia sì, ma la mediazione deve confluire su delle idee e attualmente abbiamo partiti che si sono messi insieme per finalizzare un certo numero di poltrone senza uno straccio di programma. Noi non facciamo alleanze, perché non ce lo consente l’attuale panorama politico. Io non ci penso proprio a fare alleanze con queste persone”

Ca..ari: “Col casino che c’è nel Pd, è mai possibile che non siate riusciti ad attrarre nella vostra area neanche un cane?”.

Paola Taverna: “Ma qual è il cane da attrarre in questo momento? Il Pd ha votato le peggiori porcate in tutta questa legislatura”.

Ca…ari: ”Ve ne faccio 100mila di nomi: dai Cuperlo ai Civati agli Emiliano. Ve ne sono di tutti i colori”.

Paola taverna: “Se vogliono appoggiare un progetto politico, nessuno glielo ostacola”.
Possiamo anche portare avanti alcuni progetti insieme convergendo su un tema senza bisogno di alleanze elettorali: “Chi non è contro di noi è con noi”.

Se invece qualche partito, destinato all’estinzione come lo sono ineluttabilmente tutti i partiti, volesse allearsi con noi in alleanze elettorali ha una sola strada percorribile: sciolga sé stesso! Dimentichi il suo passato preistorico ed entri nel MoVimento e sarà come tutti noi un alleato del nostro Programma. Non c’è altra Via: “Chi non è con noi è contro di noi”.

Siamo orgogliosi di te. Grazie Leonessa, un ruggito magistrale!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.11.17 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Monte dei pascoli, dove brucavano tante pecore senza cane da pastore.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 10.11.17 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pare che la Commissione sulle Banche sia poco tollerata dal Quirinale, non vorrebbe scomodare Draghi.
Ma Draghi era presidente della Banca D'Italia, quando ci fu l'operazione di acquisto della Banca decotta veneta.
Addirittura pare che vogliano interrompere la legislatura per stoppare il lavoro della Commissione.
Io chiedo ai ragazzi del m5s di chiedere di sentire Draghi, deve dire perchè si pagò una somma così sproporzionata.
Chiedete di sentire Mussari Giuseppe, era lui alla guida del mps. Pare fosse lui a scambiare un'enormità di derivati con una banca giapponese.
Poi si legge che è stato coinvolto anche l'allora responsabile del pc, Maurizio Migliavacca. Dovrebbe essere un senatore di articolo uno. Lo avete anche in commissione? In rete si legge che a suo tempo fu informato su quello che accadeva al mps e pare non abbia fatto nulla.

Veronica2 10.11.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Non è attinente all'articolo in questione, ma è necessario che il m5s prenda una decisione chiara sull'uscita dall'Europa. Solo riconquistando la sovranità monetaria e di conseguenza quella fiscale e monetaria sarà possibile intraprendere azioni capaci di far ripartire veramente questo meraviglioso paese.

Patagaio 10.11.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato impiegato anch'io per qualche anno in banca dove qualcosa ho imparato su come funziona nel retro bottega. Questo fatto mi riporta in mente un collegamento non sò se vi ricordate sempre inerente a finanza fallimentare di quel poveruomo, ricordate il nome? che vollero far sembrare impiccatosi sotto un ponte di Londra??
Ma guarda un pò dove va a finire il mio pensiero!!!!


Io ho lavorato per 16 anni in banca per poi licenziarmi a causa dell'insopportabile conflitto tra direttive e coscienza. Questo mi spinge a chiedere a gran voce che non solo i Manager debbano essere puniti ma anche tutti i dipendenti ovviamente proporzionalmente alla loro posizione e ai benefits ricevuti. Ricordiamoci che la categoria è stata sempre privilegiata. Il "PALO" è o non è corresponsabile con chi effettua materialmente la rapina ?

Giancarlo G., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 10.11.17 12:36| 
 |
Rispondi al commento

de castro.. sei fuori tema. Il titolo è "Morte dei Paschi di Siena". Cosa c'entra lo ius soli????????

Salvatore Ciotto 10.11.17 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Ci terrei tanto a sapere quale è la posizione ufficiale del movimanto riguardo lo ius soli.

Umberto De Castro 10.11.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Il libro è una pietra miliare. Ma bisognerebbe avere la visone sufficiente per andare indietro nel tempo almeno fino alle elezioni amministrative del 2011, quando l'alleanza Berlusconi/Denis Verdini/Mussari, Goi-Raffi-Bisi riuscirono a far eleggere l'utile (per loro) Franco Ceccuzzi nel tentativo estremo di non scoperchiare i coperchi della Fondazione MPS da troppi anni saccheggiata a fini di manipolazione del consenso partitocratico. Bisognerebbe tornare a quella primavere e da li percorrere i passi che hanno portato al volo tragico di David Rossi. Oreste Grani.

Se avete piacere digitate https://leorugens.wordpress.com/ e in particolare David Rossi- Pierluigi Piccini




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori