Il Blog delle Stelle
Non farti riconoscere, paga il biglietto

Non farti riconoscere, paga il biglietto

Author di Virginia Raggi
Dona
  • 52

di Virginia Raggi

Abbiamo lanciato oggi “Non farti riconoscere, paga il biglietto!”, una campagna contro l’inciviltà di chi non paga il ticket di bus e metro. Ecco il video con l’attore e doppiatore Francesco Pannofino che veste i panni di un controllore e ci ricorda l’importanza di quello che può sembrare un piccolo gesto ma che in realtà non è altro che un grande atto di rispetto verso la città e la nostra comunità.

Stiamo cercando di invertire la rotta: ATAC ha potenziato la lotta all’evasione tariffaria riorganizzando il servizio ed aumentando in questi mesi i controlli. Ecco i numeri: nel 2016 i passeggeri controllati sono stati più di 2,1 milioni mentre c’è stato un aumento del 26% delle multe rispetto il 2015. E il trend è in positivo anche nei primi due mesi del 2017: i passeggeri controllati sono aumentati del 14%, il numero medio di sanzioni si è attestato a otto multe per agente a fronte delle cinque del 2016 (+60%) mentre le vetture controllate sono incrementate del 20%. Segno positivo anche per i ricavi: gennaio 2017 segna un +7,3% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
Inoltre è stata attivata una task-force anti-evasione composta da 310 controllori. A questi si aggiungono, in funzione di deterrente, altri 75 addetti alla sorveglianza ai varchi delle linee metropolitane e ferroviarie. Ma non finisce qui: aumenteremo sempre più il numero dei controllori e presto ci sarà nelle metro la doppia timbratura, in entrata ed uscita – partiremo entro l’anno con la metro C.
Dobbiamo riuscire a portare Roma alla normalità. E pagare il biglietto dell’autobus è una cosa normale. Come pagare il caffè al bar o il biglietto del cinema. Noi ce la stiamo mettendo tutta ma serve l’aiuto di tutti i cittadini.

Serve un percorso di crescita culturale
. La parola chiave è riprovazione sociale. I cittadini stessi devono condannare l’inciviltà di chi non paga il biglietto. Dobbiamo ripristinare le cose normali che purtroppo sono assenti. Quando andiamo all’estero facciamo l’abbonamento ai mezzi pubblici poi tornati a Roma, la nostra città, ci dimentichiamo di queste sane e normali abitudini. L’ATAC è di tutti. La città è di tutti. Noi vogliamo farla rinascere ma serve l’impegno di tutti per farcela. Dai Dai Dai!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Mar 2017, 15:17 | Scrivi | Commenti (52) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 52


Tags: annuncio, atac, biglietto, raggi, roma, tram

Commenti

 

Cara Virginia in via Furio Camillo c'erano i marciappiedi fatti di blocchetti incastrati tra loro con la sabbia, avevano un bell'aspetto ma alcuni si erano allentati e traballavano, bastava metterci un po' di sabbia e tutto sarebbe ritornato come nuovo, invece sono stati tutti smantellati e al posto loro è stato posto un manto d'asfalto. E' facile immaginare che chi li ha tolti se li è messi da parte per rivenderseli..avete intenzione di smantellare tutti i marciappiedi di Roma fatti con quei blocchetti? se cosi' e' non mi sembra il nuovo.. Che viene, ma il vecchio con un'altra casacca...
Temistocle.

undefined 10.03.17 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Salve finalmente vedo Roma che sta cambiando in meglio giorno dopo giorno ,io mi sento di dare dei consigli al mio sindaco,il problema di sporcizia stradale di questa citta e' causata dai milioni di volantini pubblicitari che mettono quotidianamente sui vetri della macchina che vengono gettati a terra dai proprietari perche' stanchi di levarli continuamente ,la legge vieta questo tipo di pubblicita.
Ho notato che nel mio quartiere si e' asfaltato 2 vie ed una piazza che non avevano bisogno ,mentrea Piazza Balsamo Crivelli praticamente c'e' da rifare il manto stradale.
Chi decide dove? Parlo della 4 municipio.
bisogna controllare bene sono soldi pubblici.
Forza mia Gladiatrice.

benedetto g., roma Commentatore certificato 08.03.17 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Cara Virginia.
Ti scrivo dalla provincia di Ravenna.
Sono stato di recente a Roma per motivi personali e vorrei farti notare come sia Impossibile acquistare un biglietto bus Atac.
Durante il giorno, quando le tabaccherie sono aperte l'acquisto è possibile ma non controllato ( linea più utilizzata 64 e in 6 giorni mai visto un controllore ) ma dopo la chiusura dei tabacchini, è IMPOSSIBILE Poter pagare il Biglietto, le macchinette automatiche, Tutte, risultano spente o danneggiate e l'autista non rilascia biglietto.
quindi sotto Consiglio degli stessi sono stato costretto a salire sui mezzi senza Biglietto, di sera.
Buon lavoro e avanti Forza.

andrea urbinati 08.03.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per i vostri progetti, la soluzione è la signora Josina gomez. Lei offre di diverso in prestito fino a 50.000 euro con un tasso del 2% per il vostro viaggio e progetti di finanziamento di studi per affari d'oltremare edificio e fondo di investimento in commercio vari di progetto e costruzione, acquisto della casa, noleggio auto e appartamento, settore agricolo e la finanza di progetto mondo aziendale per la somma di milioni di prestiti per la salute e l'istruzione di tuo sollievo di bambini pronto per chiunque in pericolo
Contattare il servizio di posta elettronica bancadiaccreditamento2017@gmail.com

gatuso amdronia Commentatore certificato 08.03.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Cara Virginia, ho visto che la pulizia nelle strade è molto migliorata ma c'è un problema da affrontare, è quello dei controlli. C'è gente che continua a lasciare le buste di rifiuti vicino ai cassonetti anche quando questi sono vuoti. I camion svuota-cassonetti passano di continuo ma di vigili non se ne vedono. La gente va educata ma senza controllori non si va da nessuna parte. Ci vogliono i vigili in strada che controllino i cittadini non solo le auto.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 08.03.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non posso pagare il biglietto sono disoccupato esodato in attesa della pensione nel 2019 devo centelliare gli spiccioli quindi ora per non incorrere nei controlli mi sposto a piedi per roma........grazie a tutti.


Mercoledì 22 marzo dalle ore 11:00 alle ore 23:00
Roma-Piazza Montecitorio
00186 Roma
VOGLIAMO ANDARE AL VOTO CONDIVIDETE PARTECIPATE E A OLTRANZA DALL 11 MARZO AL 22 MARZO A ROMA TUTTI
Sono stati creati gruppi per Regione ci sono Pullman informatevi
PARTECIPATE TUTTI DOBBIAMO ESSERE MILIONI A ROMA NO ALLE TASTIERE Volevo ricordare a tutti che Ferdinando Imposimato scenderà in piazza con noi.A breve farà un comunicato dalla sua pagina è questo è grandioso!!! SENZA SIMBOLI POLITICI DA CITTADINI!!!!!https://www.facebook.com/events/168062463698703/?active_tab=discussion

ANNA GRANITO 07.03.17 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Mercoledì 22 marzo dalle ore 11:00 alle ore 23:00
Roma-Piazza Montecitorio
00186 Roma
Sono stati creati gruppi per Regione ci sono Pullman informatevi
PARTECIPATE TUTTI DOBBIAMO ESSERE MILIONI A ROMA NO ALLE TASTIERE Volevo ricordare a tutti che Ferdinando Imposimato scenderà in piazza con noi.A breve farà un comunicato dalla sua pagina è questo è grandioso!!! https://www.facebook.com/events/168062463698703/?active_tab=discussion

anna granito 07.03.17 20:32| 
 |
Rispondi al commento

CONSIGLIO:
- QUANTO COSTA CONTROLLARE?
- QUANTO HA RESO IL CONTROLLO?
- ORA Ė AUMENTATO L'INTROITO MEDIO?
- PERCHE NON OFFRIRE UNA PICCOLA RIDUZIONE DI TARIFFA?

Franco Della Rosa 07.03.17 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Cara Sindaca, per costringere a pagare il biglietto basta far accedere solo dalla porta davanti nei bus attraverso un tornello che si apre solo se si mette la moneta o l'abbonamento ! Avveniva già una decina di anni fà a Lubiana e nessuno faceva il furbo. Non occorrono controllori di sorta e funziona semplicemente con tutti !

francesco m., livorno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.03.17 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Moral suasion.
Giustissima.
Quindi posso finalmente esprimere la mia "riprovazione sociale" verso il rom che non paga senza sentirmi dare del razzista da tutti i media?
Lo spero, riprovazione è il giudicare un'azione, un comportamento in modo negativo non è sinonimo di razzismo (tranne per chi vuole proteggere il malcostume di quel particolare rom, l'avvocato del diavolo).

Moral suasion.
Giustissima.
Ma funziona?
Forse più che controllori servono autisti buttafuori (sperando che non finiscano accoltellati come accaduto a un buttafuori sempre a fidene) e autobus su cui non possono salire privi del titolo di viaggio.... e quando qualcuno sale senza biglietto il conducente dovrebbe fermare e scendere finché il passeggero clandestino (che può essere pure italiano) non scende o regolarizza.

Parlando del caso degli spari all'autobus di domenica bisogna dire che il problema della criminalità impunita è ormai a tutti i livelli, non solo nella politica.
Ovviamente se un quartiere è pericoloso bisogna almeno installare telecamere sull'autobus (o cambiare il percorso).
Moral suasion.
Giustissima.
Però qualche decisione fisica, reale, che disincentivi i comportamenti criminali bisognerebbe proprio prenderla (questo non è riferito ai sindaci ma ai legislatori).
Un sindaco può fare poco per ristabilire la legalità, può solo fare multe a raffica (pretesti se ne trovano sempre) a chi delinque (ma non le paga mai) oppure a chi lo sostiene attivamente (e questa potrebbe essere una buona strategia visto che avvocati del diavolo ce n'è sempre un'infinità).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 07.03.17 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Lodevole iniziativa ma perchè non dotare i mezzi di tornelli che lasciano entrare il passeggero solo dopo aver passato la tessera precaricata come si fa da anni nei bus di Londra ?? Penso che in questo modo i ricavi triplicherebbero e i controllori non dovranno rischiare la propria pelle per fare multe

Roberto De Franceschi 07.03.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% di contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

matines guissipi Commentatore certificato 07.03.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Difficile a meritoria opera di civilizzazione urbana. Andate avanti senza remore perché' anche una mini evasione e' una evasione. E l'evasione fiscale e' un delitto sociale che presto dovremmo trasformare in reato penale.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.03.17 16:01| 
 |
Rispondi al commento

E anche i 5 stelle non riescono a trovare una alternativa coerente al sistema attuale. Prima sostengono i nuovi imprenditori/padroni ignorando i morti durante la lotta secolare per ottenere un mondi senza padroni. Ora, contrariamente all'esperienza post 68" che nel TERRITORIO LIBERO di TRIESTE e in altre grandi città italiane permetteva la circolazione gratuita sui bus cittadini, si insinua subdolamente nella mente della gente che foraggiare gli azionisti delle aziende di trasporto sia opera buona e giusta. Chi non ha il diritto a un salario dignitoso non ha neppure il dovere di pagare un obolo obbrobrioso, GAAEL.com

giorgio genzo 07.03.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Bene per i 310 controllori, si da lavoro, ma purtroppo non serviranno a niente, la maggioranza di quelli che non pagano sono extracomunitari, rom, disoccupati, ecc ecc che non pagheranno mai la multa, c'è un metodo efficacissimo e poco costoso in quanto si ripaga da se, l'ho visto in Brasile dove tutti usano l'autobus e NESSUNO lo fa senza pagare. In Brasile, tutti gli autobus per entrare aprono solo la porta davanti, e subito dietro il sedile dell'autista c'è un tornello tipo cancello che fa accedere solo se si timbra il biglietto o si passa l'abbonamento, una sola persona alla volta, praticamente impossibile usare i mezzi pubblici senza pagare, lo fanno anche i piu disperati delle favelas, solo qui in Italia facciamo usare Autobus, metropolitane, e quasi tutto quello che è pubblico senza dover pagare, tanto nessuno controlla e nessuno paghera mai le multe. I tornelli reali e funzionanti, risanerebbero gran parte del debito dei trasporti a Roma e non solo.

Antonio.P 07.03.17 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Tu però..con le tue scelte discutibili..Dallo Stadio che accontenta i palazzinari e le banche.. Alla cementificazione di una porzione urbana come quella dell'Ostiense .. Ti sei fatta riconoscere! Dopo la scelta di un assessore all'urbanistica del PD di Veltroni...ne abbiamo proprio la certezza! Il Movimento 5 stelle ti è solo servito per la scalata al potere... E io stupida che pensavo di aver votato il movimento per " cambiare" il brutto tempo degli inciuci di potere... Invece con te.. TUTTO COME PRIMA...ANZI PEGGIO! Una iscritta al movimento...

Luisa piccinno 07.03.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora! Queste azioni vengono percepite dagli utenti in maniera più immediata....chi non paga non usufruisce del servizio o NON prosegue la corsa....Il problema però siamo anche noi (italiani e romani) furbetti anzicheno!!!!!
Ma sono fiduciosa che il famoso detto "gutta cava lapidem" FUNZIONERA'!!!
Il prossimo passo potrebbe essere "L'Educazione sulle strade" con impiego di vigili che vigilino SENZA distrarsi troppo!
Virginia......DAI, DAI, DAI!

Maria ., roma Commentatore certificato 07.03.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Com'è che Barcellona è impossibile salire senza biglietto?

L'autista aspetta che salgano tutti dalla portina di davanti (con quelle posteriori chiuse) e controlla chi timbra il biglietto. Chi non timbra viene invitato a scendere.
Semplice no?
In più, ogni tanto ci sono pure i controlli degli addetti, scortati con delle guardie.

Simone Picciau 07.03.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Il vecchio bigliettaio
anni fa alla salita del mezzo pubblico , ci si doveva fermare davanti al bigliettaio a cui si pagava il biglietto , poi si poteva entrare.

Erano in due sull'autobus , autista e bigliettaio , quindi una maggior sicurezza anche per i dipendenti dell'azienda di trasporti.

Perché si è eliminato il bigliettaio, forse per un risparmio sulla mano d'opera, questo è il risultato.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.03.17 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Com'è già stato detto da altri, la soluzione é quella di FAR ENTRARE I PASSEGGERI DALLA PORTA ANTERIORE, CON L'AUTISTA CHE RICHIEDE LA PREVENTIVA ESIBIZIONE DEL BIGLIETTO. Se in Italia ancora si fa finta che questa soluzione non esiste evidentemente c'è sotto qualcosa, non so, forse voti di scambio (mi voti e on cambio ti faccio assumere all' Atac con la qialifica inutile di "controllore")...Spero che il M5S legga questi messaggi e applichi questo semplice rimedio a Roma una volta per tutte! Basta...A casa i furbetti che non timbrano e chi crede di poter campare alle spalle dei contribuenti!

undefined 07.03.17 05:53| 
 |
Rispondi al commento

al posto dei tornelli non si possono mettere quelle cabine che stanno in banca?

Marcello C. 06.03.17 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima iniziativa ! Raggi basta con i furbi e li zozzoni che lanciano sacchetti di pattumiera dalla macchina compreso rifiuti ingombranti ovunque capita ; non riesco piu' a capire l'incivilta' dell'essere umano, fate stangate di multe a tutti i cafoni che non usano il cervello.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.03.17 22:18| 
 |
Rispondi al commento

pagare il biglietto dovrebbe essere una cosa scontata in un paese civile ma l'Italia non è sempre un paese così civile, di sicuro il comune di Roma e l'ATAC ha tutto il diritto ed il dovere di perseguire chi evade il biglietto e di rendere giustizia a tutti i passeggeri che invece pagano il biglietto. Basta con il lassismo, le regole devono valere per tutti.

Lorenzo P., Cuneo Commentatore certificato 06.03.17 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe ridurre il prezzo del biglietto e mettere il bigliettaio. Biglietto variabile per fasce orarie (minor prezzo per orari in cui gli studenti vanno a scuola e per lavoratori che si recano al lavoro).

giovanni f. 06.03.17 20:03| 
 |
Rispondi al commento

giusto, io ho pagato un abbonamento annuale per sole 250 euro e se gli altri vogliono usufruire dei mezzi devono pagare...se vogliamo che le cose cambino dobbiamo essere noi per primi a cambiare

eliana belinda viri 06.03.17 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Via il controllore .

Esibizione del titolo di viaggio all'autista ed entrata dalla porta anteriore .

Esattamente come si fa ormai quasi ovunque nel mondo .

Basta stipendi inutili, tuttavia , come soluzione di recupero qualora alcuni non avessero la patente adatta per divenire autisti si potrebbe UBERIZZARE parte dei dipendenti dotandoli di macchina per agire "on demand" nelle ore di punta con tariffe parzialmente integrate dall'azienda trasporti comunale .

Cosi' si troveranno piu' taxi liberi .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 06.03.17 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO A TUTTI
Dio alla fine mi ha mostrato la sua esistenza e il suo amore per noi che bisogno del suo aiuto. . E 'incredibile ma vero caro parente e amico. Se si potesse conoscere il grande servizio che Dio mi ha fatto attraverso quella donna, la signora ANISSA Kherallah che mi ha concesso un sostegno finanziario di ieri, vi assicuro tutto sarai molto, molto gioiosa come sono oggi . E 'finita per i suoi falsi istituti di credito che hanno abusato nostra debolezza. Non cercate oltre i miei amici, è il vero e proprio con questa donna nel timore di Dio e che aiuta veramente. Il suo indirizzo è lo sviluppo. aide@gmail.com! Posso dirvi solo ciò che può essere giusto per voi e muovo di grazie Roberto per me l'invio alla persona giusta. Piacevole giornata a tutti voi

philippe darus rinaudo Commentatore certificato 06.03.17 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Fate quel che si fa in qualsiasi città d'Italia multe e sanzioni dimenticando che accanto al malcostume esiste la povertà alla quale rispondete con la chiusura in autentici ghetti per chi ora evade prendendo un mezzo .. per non restare a morire ! La libertà di muoversi è una delle condizioni fondamentali per uscire da condizioni di vita inaccettabile ed è un dei motivi per cui esistono le carrozze pubbliche. Pagare il biglietto di un mezzo pubblico è come far pagare il ticket in sanità .. di mille modi uno .. quello che lascia i poveri totalmente esenti ..

ANGELO PAGLIACCI 06.03.17 19:26| 
 |
Rispondi al commento

A Berlino il titolo di viaggio viene esibito al conducente dell'autobus, gli utenti stanno in silenzio e in fila, senza spazientirsi.
Qui da noi non si fa perché il conducente non vuole fare pure il controllore dei biglietti.
Qui da noi i controllori saltuari sono sempre in due perché si temono aggressioni all'atto del controllo. Qui da noi gli aggressori non vanno in galera. Qui da noi i lavoratori non fanno il loro dovere spesso per paura. Non li giustifico, ma li capisco.

Ti.Bi. 06.03.17 18:53| 
 |
Rispondi al commento

La RaggiRoma è bellissima, per pulizia delle strade ed organizzazione dei mezzi pubblici (metropolitana compresa), checchè ne dicano i giornali e qualche inguaribile piagnone delle vecchie gestioni politiche. Non facciamo però gli errori degli "esperti" che legano i risultati al nr. di controlli effettuati e di multe elevate. I dati che contano sono: l'aumento delle obliterazioni dei biglietti o il maggior incasso legato alla vendita, nonchè l'introito percepito dalle multe contestate. Se le multe non vengono pagate, si parla solo di dati sterili. Concetto che vale anche per le sanzioni al codice della strada e per l'evasione fiscale: non conta quanto contesti, ma quanto incassi. I dati "ad cazzum" lasciamoli agli altri. Forza e coraggio e avanti tutta!

cammello felice 06.03.17 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non sono solo i "portoghesi" ma anche tanti CONTROLLORI E DIPENDENTI delle società che NON FANNO IL PROPRIO DOVERE. I varchi inoltre dovrebbero essere lasciati chiusi nelle metro perché molti "furbetti" pensano che sia un "via libera" e quindi passano senza pagare. Mi domando perché non si istituisca UNA FIGURA CHE CONTROLLI I CONTROLLORI almeno ogni tanto. Cosí chi non fa il proprio dovere colto in fragrante dopo un certo numero di volte, lascia il posto a chi se lo merita ed é in attesa da anni!!

Vincenzo Di Lorenzo 06.03.17 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Virginia, siamo ancora agli appelli alla civiltà ? Vivi anche tu a Roma o vivi. a Londra ? A Roma ci vogliono misure che impediscano di entrare /uscire senza biglietto in metro: con tornelli non saltabili o aggirabili come a New York. I vigilanti e gli impiegati nei gabbiotti sono costi inutili: non scoraggiano i portoghesi e per la sicurezza ci sono.ormai le forze dell'ordine e i soldati. I controlli sui bus sono inesistenti e se li fanno li fanno alle belle donne per chiedere il telefono, come mi è stato raccontato. A Roma l'evasione è massiccia e occorrono misure draconiane e non pannicelli caldi.

Rinaldo Alberico 06.03.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

ANDREBBE FATTO ANCHE A TORINO. Lotta ai portoghesi.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 06.03.17 17:55| 
 |
Rispondi al commento

http://www.movimento5stelle.it/parlamento/trasporticomunicazioni/2015/12/passa-risoluzione-m5s-per-trasporti-gratis-ai-disoccupati.html

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 06.03.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento

la campagna è molto carina. Sono abbonata da decenni e disprezzo chi non paga un servizio. Ma per l'appunto il servizio ci deve essere. Mercoledi ennesimo sciopero. So che il Sindaco non puo' intervenire nelle relazioni sindacali e non capisco il senso di queste proteste mensili (12 e piu' nell'anno)ma tutto quello che questa Giunta puo'fare per il trasporto pubblico va fatto. Tutto. Perchè i romani hanno bisogno di spostarsi e di lavorare in santa pace. Ci conto

paolaf 06.03.17 17:18| 
 |
Rispondi al commento

perdonami ma solo nello spot pubblicitario vedo il controllore perché credimi non ne vedo uno in giro.. specialmente linee di periferia... per cui una mia idea non levare gente dall'ufficio atac e metterli a fare i controllori? oppure perché non rimettiamo il bigliettaio? diamo lavoro e incrementiamo la cassa del comune e l'atac potrà avere bus funzionanti e forse chissa!!! riportarla ad una azienda in attivo? be! per quest'ultima ci vorrà tempo ma la speranza è l'ultima a morire... fate passare piu controllori specialmente in periferia ....

silvia frezza 06.03.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Teoria_delle_finestre_rotte

Virginia, credo che il tuo appello non vada scritto solo in italiano. Ciao buon lavoro.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 06.03.17 16:39| 
 |
Rispondi al commento

PERCHÉ NON FATE COME A New York ?
I tornelli per entrare e uscire dalla metropolitana sono circolari (nel senso che girano su loro stessi) ma ALTI FINO AL SOFFITTO ....quindi impossibili da scavalcare. Sostituite tutti i tornelli di entrata e di uscita. PS uscita con biglietto vidimato ovviamente.

Renée Polesel 06.03.17 16:34| 
 |
Rispondi al commento

A Milano i controllori all'entrata/uscita della metro, quando qualcuno salta i tornelli, fanno finta di non vedere. Se glielo si fa notare, rispondono con strafottenza.


Suggerirei di mettere locandine per informare su come ottenere il titolo di viaggio gratuito per chi sta vivendo in situazione di emarginazione sociale .

Il Diritto a MuoVersi deve essere garantito a Tutti .

Un'abbraccio e Buon lavoro Virginia

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 06.03.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sicuri che il vecchio bigliettatio abbia un costo maggiore del passeggeri che viaggiano senza biglietto? Ci sono delle stime sul numero dei passeggeri senza biglietto?
Inoltre il BIGLIETTAIO o controllore fisso, garanirebbe una maggiore sicurezza sia ai passeggeri che al personale dei mezzi.
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 06.03.17 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo lavoro Virginia! So che come al solito ci sono problemi sindacali (solo in Italia!!!) ma l'ideale è, come avviene in TUTTO il mondo, la salita unicamente dalla porta anteriore e la vidimazione del biglietto davanti all'autista. Ancora meglio le tessere a scalare in base alla distanza percorsa. Questa è la via che si sta prendendo nel resto del mondo, vediamo semplicemente di COPIARE!

massimo f., milanosudest Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 06.03.17 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Qui,ci vogliono anche i controllori che controllano i controllori.Credetemi è una piaga quella dei controllori che stanno più a spasso che sugli autobus.
Come avete fatto a pensare di far pulire gli autobus ai capolinea?Siete andati a vedere come sta andando?

ahmed khezami, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.03.17 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo in Spagna e qui non ci sono controllori perchè il biglietto si paga direttamente all'autista o si oblieta direttamente nelle macchinette che sono davanti all'autista. Così si risparmia anche sul controllore e nessuno farà il furbo altrimenti non può entrare nel bus. Ci vorrà un po' più di pazienza alle fermate però filerà tutto liscio.

MASSIMO S. 06.03.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori