Il Blog delle Stelle
#ProgrammaGiustizia: I processi di mafia nelle sedi delle Corti d'Appello

#ProgrammaGiustizia: I processi di mafia nelle sedi delle Corti d'Appello

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 42

Ad oggi, grazie alla lungimirante intuizione e geniale visione di Giovanni Falcone, esistono le Direzioni Distrettuali Antimafia con procuratori, cioè organi requirenti, specializzati in ogni sede di Corte d'appello, coordinate dalla Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo con unica sede a Roma. Il MoVimento 5 Stelle chiede se siete d'accordo nel prevedere che tutti i processi legati alla criminalità organizzata di stampo mafioso si celebrino presso le sedi delle Corti d'Appello, formate da Giudici specializzati e muniti di idonee strutture. Prevedere dunque che oltre ai PM, chi è chiamato a giudicare, abbia la stessa specifica competenza e formazione di coloro, come i magistrati requirenti, che compiono indagini di contrasto alle mafie.

di Mattia Alfano, avvocato

Il quesito a cui siete chiamati a rispondere riguarda la possibilità o meno di istituire presso le Corti di Appello delle sezioni di giudici specializzate per i reati di criminalità organizzata. Per comprendere questo quesito, occorre sapere prima un dato preliminare, ossia che la magistratura è suddivisa in due organi: uno requirente e inquirente, che sono cioè i pubblici ministeri e i procuratori generali che si occupano principalmente della fase investigativa, cioè di ricostruire la fondatezza delle accuse e di stabilire se sussistano degli elementi per poter mandare una persona a processo.

E poi ci sono i giudici, che sono le persone sono chiamate a stabilire la colpevolezza o l'innocenza era una persona accusata di un reato.
Nel 1990 Giovanni Falcone ci ha lasciato una grande eredità: le sezioni distrettuali antimafia. La sua intuizione geniale è stata quella che, per combattere il fenomeno della criminalità organizzata, sarebbe stato necessario istituire degli organi ad hoc specializzati su questa tipologia di crimini accentrate presso i distretti di corte d'appello. Questo perché la criminalità organizzata ha delle particolarità tali per cui è necessario che ci siano dei magistrati inquirenti, specializzati sulle modalità operative di questa criminalità. E soprattutto che questi magistrati siano fra di loro coordinati, e abbiano una base regionale. Proprio perché la criminalità organizzata ha delle manifestazioni a carattere locale, ma poi si sviluppa su base regionale e base nazionale.

La proposta del Movimento 5 Stelle
vuole istituire accanto a quelli che sono degli organi inquirenti, che già esistono, anche degli organi decisionali su base regionale che si occupino esclusivamente di criminalità organizzata. La lotta alla mafia richiede persone esperte che siano specializzate nel combattere questa tipologia di crimine. La criminalità organizzata spesso si manifesta con piccoli crimini su base locale, ma poi ha la sua manifestazione più grande su ramificazioni ed espressioni che si sviluppano su base regionale e nazionale. Spesso il singolo crimine su quale il magistrato è chiamato a decidere in realtà è la punta dell'iceberg; e la parte sommersa è quel molto di più su cui il magistrato dovrebbe avere conoscenze base per essere chiamato a decidere in senso completo e compiuto.

La proposta del Movimento 5 Stelle quindi vuol istituire degli organi decisionali che siano esperti su questa tipologia di crimine e che abbiano una base regionale, proprio perché c'è la consapevolezza che la tipologia del crimine messa in atto dalla criminalità organizzata di stampo mafioso è una tipologia di crimine che per essere pienamente apprezzata, in concreto, dal magistrato, ha bisogno di una base più ampia rispetto a quella del singolo magistrato di ciascun tribunale.

Dicevano gli antichi "scientia est potentia" cioè che la conoscenza è potere. La nostra volontà è quella di creare dei magistrati più esperti, più competenti, per far sì che la magistratura sia anche più forte nel momento in cui va a decidere i reati di criminalità organizzata. La criminalità organizzata deve avere una risposta dura da parte dello Stato, la volontà di creare dei magistrati più esperti è quella di creare anche dei magistrati più preparati, e quindi anche più forti nel combattere la criminalità organizzata.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

18 Lug 2017, 09:40 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 42


Tags: appello, corti, giudici, m5s, mafia, programma giustizia

Commenti

 

SI, I REATI DI MAFIA E ANTITERRORISMO, SI DEVONO PROCESSARE NELLE CORTI DI APPELLO E CON GIUDICI SPECIALIZZATI NELLA MATERIA DI ANTIMAFIA E ANTITERRORISMO.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 26.07.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo una indecenza, sulla piattaforma Rousseau degli individui promuovono prestiti in forma finanziaria nei commenti, avete mai pensato di far accedere solo gli iscritti certificati? in questo modo non possono accedere alla piattaforma cani e porci.
Michele Napolitano attivista gruppo Bareggio

Michele Napolitano, Bareggio Commentatore certificato 24.07.17 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao


da prestito di due anni, la banca credito investimento è brio di fare di buona cosa nel mondo. questa banca è brio di fare di prestito ha tutto i nostri cittadini che sono nella necessità di prestito. Allora io presi di condividervi questo messaggio, la questa azione di questa banca non è riconosciuta il nostro stato. Allora se avete realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattarli su questa mail poiché, hanno già fanno di prestito ha molta persona ed anche.


Ecco la mail: infos@cibanque.com


Ecco il nostro contatta whatsapp: +330644146852

romeo garcio, turin Commentatore certificato 23.07.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signora e Signore
Per il vostro prestito di differenza tra assistenza e soluzione di finanziamento del progetto è dove il Signore ha Invia Lady Josina grazie alla sua buona fede lei offre prestiti di 5000 euro a 700.000 euro per qualsiasi persona seria nel bisogno e con un tasso del 2% in collaborazione con banche internazionali continentale credito reciproco


Contattare antonioguillardo@gmail.com

massimo clarita Commentatore certificato 21.07.17 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Offerta di prestito di denaro disponibile ad ogni persona

Email: micheleadante@gmail.com / +1 929 222 7884 Whatsapp solo

Più preoccupazioni da farvi per il vostro fabbisogno finanziario.
dispongo una capitale molto elevato per qualsiasi tipo di prestito in particolare.
Il finanziamento è disponibile ad ogni persona seria di un tasso che va
da 2 a 5 all'anno in funzione dell'importo sollecitato.
Voi rispondo sull'indirizzo elettronico seguente: micheleadante@gmail.com / +1 929 222 7884 Whatsapp solo

MICHELE ADDANTE 19.07.17 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Bisogno di soldi per risolvere i vostri problemi finanziari? Ci sono investitori privati e abbiamo messo a vostra disposizione prestiti personali a un
aliquota forfettaria del 2 %. La concessione di tale credito è di 10 mila euro a 50 milioni di euro . L'assicuratore è tenuto a pagare il 15% di rimborso una volta
si sarà sottoscritto l'assicurazione. E la durata del rimborso è determinato in base all'importo del vostro prestito. Per ulteriori informazioni, contatto
noi; PhillippeHuvelin@outlook.fr

giordan giordan12 Commentatore certificato 19.07.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Tanti veramente i problemi della Giustizia ma il primo di tutti dal quale deriva l'inefficacia di qualsiasi grande o piccola riforma è la LENTEZZA per arrivare a sentenza definitiva. L'arretrato della Magistratura è elevatissimo. Come sa chiunque abbia gestito uno smaltimento di arretrati, la prima cosa da fare è impedire il nuovo accumulo. Forse affidando alla consulenza di qualche saggio esperto si potrebbe partire con l'istituzione, di MAGISTRATI ITINERANTI (il praetor peregrinus dell'antica Roma) che ,sciolti dal vincolo territoriale siano in grado d'intervenire in tempi brevi ed a caldo, per la definizione rapida (parti e testimoni con audizioni immediate) di casi che la permettano. Con rinvio alla Magistratura ordinaria quando non possibile.
E'lecito ritenere che una parte rilevante di cause che oggi intasano la Giustizia possa trovare una immediata definizione ?
La formazione dei giovani ad opera dei primi magistrati anziani prescelti cui si accompagnerebbero per un certo periodo, consentirebbe di arrivare in breve ad un numero ingente.

angelo f., ovada Commentatore certificato 18.07.17 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Forse sarebbe il caso di includere nei reati della criminalità organizzata anche tutti i reati connessi come quelli di corruzione, di reati ambientali etc..

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 14:53| 
 |
Rispondi al commento

*****
2016 e 2017 200.000 giovani italiani costretti ad emigrare in altri paesi per lavoro e quindi incrementare la ricchezza di quei paesi e nello stesso periodo 200.000 clandestini senza arte ne parte prelevati dalle coste libiche e portati in italia a produrre o meglio ad incrementare la barbarizzazione delle periferie delle città tutto alla modica cifra di 5 miliardi di euro pronta cassa più tutte le spese dovute ai danni che producono. Non creando lavoro questo governo manda via i giovani e importa clandestini pretendedo di integrarli nel lavoro che non esiste, forse solo i politici vedono posti di lavoro ovunque. Qualcosa non quadra. In tre anni l'europa non ha voluto nessun clandestino e ora credono che con un permesso di libera circolazione questi clandestini vengano accettati dai nostri partner europei, ma questi illuminati credono forse in un miracolo? Come risposta l'Austria è pronta a chiudere il Brennero. Domani l'estremo saluto a Gloria, vittima dell'emigrazione per lavoro, in italia era valutata come architetto 3 0 400 euro mensili, M5S insistete sul lavoro, questo è il nodo dei problemi. Gli italiani voglioni meno dialettica, meno discussioni, meno beghe in parlamento ma più fatti. Ultimamente per gli incendi Mattarella " bisogna aumentare le pene " e fatelo!!!! Dopo due giorni gli incendiari trovati con l'innesco in mano sono fuori per uno delle migliaia di cavilli procedurali. Tempo fà si diceva "repubblica delle banane " ora non sò proprio come si potrebbe dire.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 18.07.17 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=WBCEsNUYKjk

****************

Questo bellissimo inno riguarda solo gli italiani e nessun altro......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 14:22| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=q_LEiCPTovA

***********

Non esistono più uomini così

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 14:18| 
 |
Rispondi al commento

CHE SIGNIFICA “GIUSTIZIA” IN QUESTO PAESE?
Mi chiedo perché si condanna all’ergastolo una persona quando non esiste la certezza matematica che sia lui l’assassino della piccola Yara, mentre si lasciano liberi degli assassini veri del giovane Federico Aldrovandi, di Stefano Cucchi e chissà di quanti altri. Mi chiedo se anche la giustizia in questo paese sia stata uccisa, dopo aver assassinato il lavoro, la classe media, i diritti e addirittura la nostra civiltà per volere di una indegna classe dirigente. Si condanna il fascismo ma si usano gli stessi metodi: la condanna di un innocente (Girolimoni accusato di delitti a cui era totalmente estraneo e solo perché il regime aveva bisogno di trovare un colpevole, per dimostrare ai fessacchiotti italiani la propria efficienza). Bel modo di fare giustizia: un innocente in galera e gli assassini autorizzati ad uccidere ancora!
Se nessuno può giurare sull’innocenza di Massimo Bossetti, chi può onestamente giurare sulla sua colpevolezza?
Ci si deve chiedere perché si rifiuta un ulteriore esame del DNA in questo caso, quando in altri casi addirittura si rimuovono cadaveri sepolti da anni, per fare il medesimo esame ed essere certi di non commettere errori. Perché si stanno usando due pesi e due misure? Forse perché Bossetti non appartiene alla casta, ma si tratta di un uomo qualunque? Se le cose stanno così continuare a vivere in questo paese c’è da tremare!
Mi meraviglia il silenzio della stampa e l’ignavia della popolazione, che si sbraccia nell’organizzare fiaccolate per invocare giustizia in casa altrui e tace indifferente quando si tratta della propria casa.
Dovremmo chiedere a gran voce che venga ripetuto il DNA per essere certi che non venga condannato un innocente. Si deve essere certi che venga punito il vero assassino non rimanere col dubbio, che si condanna un innocente mentre l’assassino o gli assassini, brindano lo scampato pericolo!

Maria Pia Caporuscio 18.07.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=HNQL9EjuPtY

***********

Mi piace ascoltarla, mi sembra di essere lontano dalla mia patria.......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sarà mai un Paese "normale" in cui siano garantiti: etica, giustizia vera, tassazione in base ai redditi reali di tutti, merito, istruzione, ecc. se non cambieremo tutti il ns. atteggiamento ambiguo.

I guai dell'Italia sono iniziati prima della sua presunta unità e sono continuati assai peggio subito dopo. Sono secoli che il Paese è in mano alle mafie di ogni genere con cui si spiegano molti dei vostri commenti nei vari blog. Se li cuciste insieme, avreste il quadro corretto della situazione reale.

Comunque:

Se qualcuno di voi non sapesse ancora cosa ci sia stato dietro l’Unità d’Italia, qui troverà la risposta che nessun libro di testo scolastico si è mai degnata di dare.

Se qualcuno di voi nutra dei dubbi sulle capacità e il potere delle organizzazioni mafiose, ‘Ndrangheta in testa, qui troverà solide argomentazioni al riguardo.

Se qualcuno di voi non sappia cosa sia il “Male Assoluto”, qui toccherà con mano a che livello di abiezione possa arrivare l’uomo pur di agognare fama, soldi e potere.

Se al prossimo terremoto di magnitudo maggiore o eguale a 6.0 al Sud (ma anche altrove) ci saranno molte migliaia di morti, qui troverà le ragioni per cui ciò è stato permesso.

I link in calce a questa nota sono riferiti alle lezioni che il Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri - a cui andrebbe fatto più di un monumento in vita per la meritoria opera di divulgazione e i rischi mortali corsi finora – ha tenuto nel 2012 presso l’università LUISS “Guido Carli” e il 14 aprile 2016 presso l’Istituto “Majorana” di San Lazzaro di Savena

Basta avere il tempo di ascoltare, anche per pochi minuti, e la mente si apre verso orizzonti che quasi nessuno finora si è brigato di esplorare e tanto meno narrare così dettagliatamente e compiutamente.
AA

Nicola Gratteri – LUISS Guido Carli

https://www.youtube.com/watch?v=nEMgLER7FT8

https://www.youtube.com/watch?v=5DgumTSGjbM

Istituto Majorana 14 aprile 2016
https://www.youtube.com/watch?v=ipx6CF6vuU

Antonio Alei, Capena Commentatore certificato 18.07.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=kuf6-tYtkx8

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 18.07.17 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Se esiste un magistrato senza peccato, scagli la prima pietra.

Gian Paolo ♞ 18.07.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Ottima l'iniziativa ,
sia della nostra Giunta a 5 Stelle nel Comune di Chioggia che delle Autorità competenti che sono intervenute

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 18.07.17 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Emergenza incendi, l'appello della Maremma: "Ora intervenga l’Esercito"

In Toscana in 7 mesi sono bruciati 2500 ettari. La Maremma l'area più colpita e ora i sindaci chiedono aiuto per difendere i cittadini

**************

Prendete i migranti e metteteli a disposizione, invece di farli stare con gli auricolari tutto il giorno ad ascoltare musica e a ciondolare per le strade a passo di danza......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RE GIORGIO VIVE PROPRIO DA COMUNISTA VERO

Un resort ai piedi delle Dolomiti tra i più esclusivi. La top suite Gallo Cedrone da 500 euro a notte ad ospitarlo. Come da tradizione Giorgio Napolitano è tornato in Alto Adige, all’hotel Bad Moos, a Sesto per le due settimane di villeggiatura con la moglie Clio. L’hotel 4 stelle superior dell’Alta Pusteria è da cinque anni la tappa obbligata dell’ex capo di Stato. Una presenza suggerita dall’amico Emanuele Macaluso. L’ex senatore Pci è infatti frequentatore assiduo di questa località della Val Fiscalina, tra le Dolomiti di Sesto. È una costante di tanti esponenti ex comunisti (ricordate la barca a vela di D’Alema?) avere un debole per il lusso. E il resort Bad Moos (incluso tra le 100 migliori Spa d’Italia) sotto questo aspetto è una meta ideale.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È stata una serata di tensione ieri a Padova, dove la polizia è dovuta intervenire per bloccare il tentativo dei centri sociali di assaltare una manifestazione di Forza Nuova contro lo Ius soli. Il bilancio finale è stato di tre fermati e alcuni feriti, anche fra le forze dell’ordine. Ma fra i danni collaterali alla manifestazione dei centri sociali va registrato anche l’imbrattamento con una falce e martello in vernice rossa della targa che ricorda Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci, i due militanti del Msi che il 17 giugno 1974 furono uccisi dalle Br, diventandone le prime vittime rivendicate.

************

Questa è l'utilità dei centri sociali.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia si ribella all'accoglienza: 5.500 Comuni chiudono le porte ai migranti

Da inizio anno già sbarcati oltre 93mila clandestini. Su 8mila Comuni solo 2.500 hanno deciso di accogliere. L'Anci: "Il Viminale intervenga"

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Il Comune di Chioggia, con una giunta pentastellata, ha preso le distanze e ==>> condannato l’iniziativa del gestore di ‘Punta Canna’

https://voce.com.ve/2017/07/10/252023/spiaggia-fascista-rimossi-i-cartelli-con-mussolini/

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Mattarella ,
è andato a presenziare,

è un presenziatore.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Falcone aveva ragione, infatti in Germania non capiscono la mafia, per loro non esiste.
Sono fenomeni legati al territorio, al modo di vivere, di certe persone.
Ben venga oltre all'esperto dell'indagine anche colui che possiede strumenti sufficienti per decidere, a livello di corte d'Appello.
In generale, i magistrati devono essere slegati il più possibile dalla politica e da qualsiasi altro genere di casta.
I giudici devono essere persone imparziali e capaci.
Mi ha lasciato amarezza la conferma della condanna a Bossetti.
Gli hanno bocciato qualsiasi riaccertamento richiesto. Tutti hanno diritto di godere degli strumenti di difesa e qui non mi pare sia successo. Questo indipendentemente, egli sia colpevole o innocente.

Rosa 18.07.17 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

A me dispiace molto che i giudici non abbiano dato la possibilità a Bossetti di ripetere la prova del DNA. Perché? In fondo, dopo tutti i milioni di euro spesi in tal senso, un esame in più o in meno, non avrebbe fatto la differenza e avrebbe fugato ogni dubbio.

Bossetti ha rifiutato il patteggiamento e, in secondo grado, si è visto confermare l'ergastolo.

Si sente sempre dire: "Ho fiducia nella giustizia". Sinceramente io poca, io ho paura della giustizia italiana e spero di non incontrarla mai sulla mia strada.

Ripenso a tanti casi, come ad esempio, il caso Gullotta, il muratore siciliano ma che vive in Toscana a Certaldo. Grazie all'interrogatorio-estorsione ad opera dei carabinieri, si è fatto 22 anni di galera da innocente.

Dopo 22 anni, un carabiniere-estorsore pentito ha confessato e così Giuseppe Gullotta, dopo essersi visto scippata la vita, è tornato in libertà. Il risarcimento è stato di quasi 6 milioni di Euro.

Bossetti ricorrerà in Cassazione, dove i giudici tecnici, vedranno se quanto affermato dalla difesa sarà la prova che Bossetti è innocente. Spero nella Cassazione, perchè un uomo a cui viene dato l'ergastolo e cioè fine pena mai, deve essere condannato senza ombra di ogni ragionevole dubbio.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.07.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Creare una nuova Magistratura va bene,ma fa a cazzotti con quanto detto nel precedente post... magistrati in politica e viceversa.
Nooo... per aver buoni magistrati, specializzati contro la mafia e camorra,occorrono personaggi puliti non agganciati ad associazioni o ai partiti.
Gente libera che possa giudicare senza timore.
Infine occorrono leggi ad hoc perchè con quelle attuali si va poco lontano.
Sintomatico che un giudice debba valutare per un "politico" il concorso esterno!
Nooo... carissimi se hai aiutato la mafia...ci sei dentro sino al collo.
Niente sconti,ma le legge le fanno i politici!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.07.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Che strano che ci arrivino profughi dalla Libia!!??
Chissà cosa pensavamo quando siamo andati a bombardarla? che sarebbero stato felici e grati?
"L'Italia repubblicana ripudia la guerra ma bombarderà la Libia: le regole d'ingaggio prevedono che i piloti, sganciando, debbano fare la faccia un po' schifata."
(Riccardo Tomaselli)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.07.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Conoscenza è potere, informazione è potere... sintomi di qualcosa, forse sindromi , l'ombra di malattie incombe , non esiste alcun potere,il potere è solo una delle tante forme della delinquenza... meglio sarebbe abolire la sudditanza a qualunque organizzazione di stampo monarchico poichè potrebbe essere simbiotica ad altre che sono manifeste nella loro fase embrionale, abolire la sudditanza significherebbe abolite il proibizionismo che potrebbe essere una delle prime fonti di lucro mafioso , non saprei che altro dire che forse non è gia stato detto ma che non comprendiamo, come la non violenza o antiche prediche del cristianesimo, non si può combattere il crimine con il crimine, mafia vs monarchia non può essere una soluzione...

Giuseppe Calliera 18.07.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento

prima cosa:
cambiare giudici

sandro caramello Commentatore certificato 18.07.17 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a questo:

"creare dei magistrati più esperti, più competenti, per far sì che la magistratura sia anche più forte nel momento in cui va a decidere i reati di criminalità organizzata. La criminalità organizzata deve avere una risposta dura da parte dello Stato, la volontà di creare dei magistrati più esperti è quella di creare anche dei magistrati più preparati, e quindi anche più forti nel combattere la criminalità organizzata.

Magistrati INDIPENDENTI E NON LEGATI A NESSUN PARTITO POLITICO.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Toninelli a TGcom24,

E' una forza della natura, che meraviglia sentirlo.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori