Il Blog delle Stelle
#ProgrammaImmigrazione: le Commissioni territoriali

#ProgrammaImmigrazione: le Commissioni territoriali

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 170

Più caos c’è, più la mafia prospera. Per il MoVimento 5 Stelle è fondamentale rendere certe e veloci le procedure per il riconoscimento dello status di rifugiato. Dobbiamo rimediare alla situazione caotica che i partiti hanno creato per ingrassare le cooperative amiche. Il Ministero dell’Interno è l’autorità responsabile per l’esame del merito delle domande di protezione internazionale e le analizza per il tramite delle Commissioni Territoriali. Le Commissioni territoriali devono essere potenziate e messe nella condizione di lavorare al meglio. In Italia una procedura per il riconoscimento della protezione internazionale dura mediamente 18 mesi. Nel resto d’Europa 6 mesi. La permanenza di un singolo richiedente asilo per 18 mesi costa circa 19.000 euro. I “famosi” 35 euro al giorno vanno alle cooperative e alle associazioni che gestiscono i centri di accoglienza, per l'erogazione di beni e servizi. I richiedenti asilo ricevono invece un pocket money giornaliero pari a circa 2,50 euro. I consistenti flussi di denaro che riguardano il sistema di accoglienza costituiscono un elemento di attrazione per la criminalità organizzata che, come dimostrato dal caso Mafia Capitale ma non solo, ha individuato nella gestione dei flussi un redditivo business. Le recenti disposizioni del Decreto Minniti non incidono in maniera sostanziale sui tempi delle procedure. Poiché nessun verbale o trascrizione potrà mai essere più veritiero delle parole stesse della persona, chiediamo la videoregistrazione dei colloqui con i richiedenti asilo. La tecnologia odierna permette un esame veloce ed efficiente della registrazione di cui la trascrizione sarebbe solo un inutile duplicato. Questo renderebbe possibile una velocizzazione dei tempi della procedura e ne ridurrebbe notevolmente i costi senza nulla togliere alle garanzie procedurali dei richiedenti asilo.

di Guido Savio, avvocato e membro dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione.

Occorre chiarire fin da subito il ruolo e la natura delle Commissioni territoriali. La premessa è questa: in Italia tutte le domande di protezione internazionale devono essere valutate caso per caso. Lo impone la legge e tutte le normativa europea. La valutazione è affidata all’organismo amministrativo che è istituito presso il Ministero dell’Interno. Si tratta della Commissione nazionale asilo, che poi si articola sul territorio nazionale con 20 Commissioni territoriali e 30 sezioni distaccate.

Ciascuna Commissione è composta da un presidente, che è un viceprefetto, da un rappresentante del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, da un rappresentante di un ente locale, in genere del Comune, e da un rappresentante dell’UNHCR, cioè Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Anche se all’audizione, di norma, interviene un solo commissario, in realtà poi la decisione è collegiale e, siccome i membri sono quattro, in caso di parità di voti il voto del presidente vale doppio. Questo meccanismo che cosa ci consente di osservare? Che le Commissioni territoriali sono istituite in seno al Ministero dell’Interno, che hanno una composizione ministeriale nella misura del 50% e che il voto del Presidente è privilegiato.

Questi sono tutti elementi oggettivi che ci consentono di ritenere che queste Commissioni territoriali siano solo parzialmente indipendenti, avendo uno stretto legame con il Ministero dell’Interno. Occorre ancora precisare, per completezza, che i membri di queste Commissioni territoriali, che operano a tempo pieno, sono soltanto i presidenti, cioè i viceprefetti, e i rappresentanti dell’UNHCR. Gli altri invece non sono impiegati a tempo pieno. Quindi il membro del Comune che oggi si occupa di bilancio, domani può entrare a far parte della Commissione territoriale. La procedura per la domanda di asilo è una procedura obbligatoria che consiste in un’audizione personale alla presenza dell’interprete, una figura fondamentale perché serve per valutare la fondatezza o l’infondatezza della domanda e quindi se si ha diritto al riconoscimento dello status, della protezione sussidiaria o di quella umanitaria.

È importante sottolineare che, poiché contro le decisioni delle Commissioni territoriali si può far ricorso in tribunale, tanto più la decisione della Commissione sarà approfondita e ben motivata e tanto meno ci sarà la possibilità di vederla riformata in sede giudiziale. Quindi, l’elevata qualità e l’elevata professionalità del lavoro delle Commissioni costituisce una garanzia sia nei confronti del richiedente, sia per il sistema giustizia perché avrà un effetto sui contenziosi giudiziari e noi sappiamo quanto i tribunali siano intasati da questo tipo di cause. Il problema principale è che il numero delle domande è molto elevato: la durata media di ogni audizione è di un’ora e mezza, due ore nei casi di particolare complessità. Ogni commissario è tenuto a svolgere almeno quattro audizioni al giorno e questo incide inevitabilmente sui tempi di attesa della decisione finale che, in Italia, si aggirano attorno ai 18 mesi.

Dal momento in cui l’immigrato presenta domanda di protezione al momento in cui c’è la decisione amministrativa della Commissione territoriale, c’è una attesa di un anno e mezzo. La media europea è di 6 mesi. Questi tempi lunghi hanno un ruolo non positivo anche perché, nel frattempo, il richiedente asilo viene accolto nei centri di accoglienza straordinari, ovvero nei centri SPRAR dei Comuni che aderiscono al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Secondo alcune stime, i costi di permanenza di un singolo richiedente asilo per 18 mesi su territorio italiano, sono di costa circa 19.000 euro. Questi 19.000 euro non vanno nella tasca del richiedente asilo, perché i “famosi” 35 euro al giorno vengono erogati alle cooperative e alle associazioni che gestiscono i centri d’accoglienza che, a loro volta, devono erogare beni e servizi. Al richiedente viene rilasciato soltanto un “pocket money” giornaliero di 2,50 euro. I consistenti flussi di denaro che girano attorno a questo affare, fa sì che questo sia diventato un business per molti e persino per la criminalità organizzata. Il caso di “Mafia Capitale” lo dimostra, quando addirittura Buzzi diceva che si guadagna di più con gli immigrati che con gli stupefacenti. Lo dimostrano anche recenti inchieste che, in Calabria e in altre regioni, hanno messo sotto inchiesta i gestori di questi centri di accoglienza.

E allora la proposta potrebbe essere questa: al fine di smaltire il gravoso lavoro delle Commissioni territoriali e per abbattere i tempi di esame delle domande, è possibile l’assunzione di 15.000 giovani laureati in materie sociali, giuridiche e umanistiche, formati adeguatamente e gratuitamente con il supporto di enti e organizzazioni anche internazionali come l’UNHCR, la Croce Rossa, oppure agenzie europee come l’EASO? Questa proposta potrebbe abbassare sostanzialmente il costo perché, per formare 15.000 nuovi commissari, servono 540 milioni di euro annui, l’equivalente di circa tre mesi e mezzo di accoglienza per 150.000 richiedenti asilo. Ridurre il tempo di attesa per l’approvazione e il respingimento della domanda di richiesta d’asilo agendo sul ruolo delle Commissioni territoriali, garantisce un enorme risparmio economico e contribuisce al tempo stesso al contrasto agli illeciti business della criminalità organizzata.

Chiariti i termini della questione, elenco i pro e i contro del quesito proposto. Sicuramente l’incremento del numero delle Commissioni territoriali, addirittura l’ideale sarebbe una in ogni provincia, e del numero dei componenti di ciascuna Commissione territoriale, sarebbe utilissimo per sveltire i tempi di definizione delle domande di protezione internazionale. Questa proposta non presenta alcun inconveniente, infatti:
1) Tutela i richiedenti perché non li espone a tempi biblici di attesa.
2) Tutela l’interesse pubblico, con una più rapida definizione delle posizioni dei migranti come titolari di una misura di protezione o da avviare alle procedure di allontanamento.
3) Consente di impiegare in modo più proficuo e trasparente le risorse pubbliche.

Occorre, però, una certa cautela perché il lavoro delle Commissioni territoriali è un lavoro assai più complesso di quanto comunemente si possa immaginare. Occorrono specifiche competenze giuridiche specialistiche, sul diritto dell’Unione Europea, sul diritto nazionale, sull’evoluzione giurisprudenziale delle corti europee. Servono competenze sociologiche, geopolitiche aggiornate, storiche dei Paesi di terzi, antropologiche e geografiche. Se un richiedente afferma di venire dal mare del sud e che là c’è un problema, occorre verificare concretamente, facendo ricorso alle cosiddette COI (country origin information), che sono tutte in lingua inglese, per andare a vedere se effettivamente è vero quello che il richiedente afferma. Ebbene, queste competenze non si acquisiscono da un giorno all’altro. Occorre formare adeguatamente i membri delle Commissioni, occorre che i membri delle Commissioni svolgano questo lavoro a tempo pieno e non a tempo parziale.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Lug 2017, 10:23 | Scrivi | Commenti (170) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 170


Tags: business, commissioni territoriali, immigrazione, mafia capitale

Commenti

 

Bisogna bloccare i migranti , i clandestini, prima dell ingresso in Italia. La stragrande maggioranza sono economici, vengono in Italia perché qui possono entrare in quel modo, non bisogna accoglierli , si fa approdare la nave ong , si controllano e se c è qualcuno rifugiato lo si fa scendere gli altri indietro con la stessa nave ong in Libia.

Elio Nicola Andrea Pellegrini 02.08.17 19:25| 
 |
Rispondi al commento

GLI IMMIGRATI RICEVONO SOLDI DALLA NORVEGIA!
SVEGLIA!!!!!!

https://www.aftenposten.no/norge/Alle-far-norsk-bistand---men-kutt-gir-brak-92776b.html
NEI LORO PAESI GIA' SI SVILUPPANO!

DA DECINE D'ANNI L'ITALIA, E ALTRI EU,
MANDANO CONTRIBUTI...
E PRIMA NESSUNO HA MAI MIGRATO!

GLI ITALIANI HANNO SEMPRE FATTO TUTTI I LAVORI
PRIMA CHE ARRIVASSERO I MIGRANTI!

QUINDI SOLO CON LE ENERGIE RINNOVABILI
NON POTRANNO PIU' TOGLIERCI NIENTE.
:-)
CAPITO!?!

Gabriele Favro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 26.07.17 14:25| 
 |
Rispondi al commento

BASTA ORA, NON POSSIAMO ASPETTARE LE ELEZIONI "SE LE FAREMO" OCCORRONO SUBITO INIZIATIVE FORTI CONTRO QUESTA INVASIONE. LE OPPOSIZIONI FANNO SOLO CAMPAGNA ELETTORALE MENTRE LA SITUAZIONE DEGENERA.VERGOGNATEVI ANCHE VOI

MAURO FORTE 26.07.17 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole alla proposta.
Oggi le commissioni sono composte da viceprefetti e rappresentanti del Dipartimento di PS che non hanno nessuna competenza specifica.
In questo modo si migliorerà sicuramente il sistema di valutazione dei singoli.

Otello Chimenti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.07.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma quali commissioni territoriali? Abolire tutte le leggi sull'immigrazione!
E' inutile che ce la raccontino! I rifugiati per ragioni politiche, che fuggono dalle guerre, arriverebbero con le famiglie!
Arrivano invece giovanottoni vestiti firmati con lo smartphone.
I migranti arrivano come sempre per ragioni economiche. Arrivano in Italia perchè siamo l'unico paese che li accoglie. Evidentemente c'è un motivo economico alla base di tutto: se posso pagare 300 euro al mese un migrante che mi raccoglie i pomodori, perchè dovrei pagarne 900 a un italiano?
Non dimentichiamo che 300 euro rappresentano per il migrante quello che al suo paese guadagna in un anno!
Ecco l'inganno che ci viene propinato giornalmente da politici e pennivendoli: NON E' VERO che i migranti vengono a fare i lavori che gli italiani non vogliono più fare! E' VERO INVECE che gli italiani quei lavori li accetterebbero, per un salario equo!
Il signor Boeri mente sapendo di mentire: i contributi dei migranti stanno solo sostituendo quelli perduti dai versamenti degli italiani, che avrebbero versato il triplo delle cifre sbandierate da Boeri, se fossero stati assunti al posto dei migranti, con salari adeguati!

Lorenzo B., Trieste Commentatore certificato 25.07.17 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao


da prestito di due anni, la banca credito investimento è brio di fare di buona cosa nel mondo. questa banca è brio di fare di prestito ha tutto i nostri cittadini che sono nella necessità di prestito. Allora io presi di condividervi questo messaggio, la questa azione di questa banca non è riconosciuta il nostro stato. Allora se avete realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattarli su questa mail poiché, hanno già fanno di prestito ha molta persona ed anche.


Ecco la mail: infos@cibanque.com


Ecco il nostro contatta whatsapp: +330644146852

romeo garcio, turin Commentatore certificato 23.07.17 18:28| 
 |
Rispondi al commento

più prevenzione sull'immigrazione di business, ci siamo stufati di pagare sempre più tasse e di guadagnare sempre di meno. Grazie!

Camillo 23.07.17 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Il vecchio nano che pontifica e il boyscout che stringe le mani al popolo osannante, sono queste le immagini che la tv ci propinerà fino alle prossime elezioni. Le tv private parlano con la voce del padrone e lo sappiamo, ma la tv pubblica è legata al potere politico che la gestisce coi soldi del canone, quindi non ha senso pagare un canone per sentirsi raccontare le “verità” di chi comanda. Il MoV è il primo schieramento politico ma anche questo si metterà in discussione, l’attuale governo verrà ancora esaltato per le campagne “morali” sull’accoglienza dei migranti, sui vaccini, sulle coppie gay, contro il razzismo che imperversa, si continuerà a parlare di crescita e occupazione in aumento e i dati statistici diranno il contrario, e tutto questo mentre i giovani disoccupati scappano all’estero. Mettiamo questo governo su un barcone e spingiamolo verso l’Africa, così, per un normale dovere di reciprocità.

Franco Mas 23.07.17 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Da questo post sono nati tantissimi suggerimenti e soluzioni a questo problema. Il m5s ne deve tenere conto e rivedere il progetto.
Quando si soccorre la prima cosa è l'identificazione,con i dati che si riescono ad avere, importante il prelievo delle impronte digitali.
Tutte le informazioni si devono raccogliere e aggiornare, man mano che l'identificazione si completa in periodi successivi.

Rosa 23.07.17 11:50| 
 |
Rispondi al commento

*****
Mi rode profondamente sentire i politici dire che i giovani italiani non fanno figli.
Dagli anni 60 ogni governo ha contribuito a distruggere la famiglia, il lavoro, il mercato immobiliare, i valori sociali ecc. fino ad arrivare ai giorni nostri in cui i giovani non sono autosufficienti ma dipendono ancora dalla famiglia e questi illuminati non capiscono che non possono prendersi un appartamento, non lavorano e dovrebbero fare figli. La causa che non fanno figli è esclusivamente economica: questi politici dilettanti prima ti distruggono in tutti gli aspetti e poi ti incolpano di non fare figli e quindi bisogna importarli non certo da paesi civili ma dall'africa in modo da poterli plasmare nella nuova schiavitù economica. Se un dirigente di una ditta privata provoca un forte danno economico minimo viene licenziato, in politica dovrebbero essere processati per danni al popolo, ma questa è un'altra storia.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 23.07.17 11:16| 
 |
Rispondi al commento

...se lo sterzo della mia automobile mi porta fuori strada (probabilmente ci saranno delle cause su cui intervenire )...ma la PRIMA COSA DA DA FARE è BLOCCARE l'automobile prima che mi faccia deragliare.

Poi...una volta BLOCCATA,..vado dal meccanico..per intervenire sulle cause.. e ripararla.


BLOCCARE l' IMMIGRAZIONE

..non da OGGI ma da.. IERI


Grazie.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 23.07.17 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Quindi finora il piano è:
-aprire le ambasciate in tutto il terzo mondo, con il rischio di ritrovarsi milioni di immigrati
-aumentare la burocrazia a dismisura per gestire il flusso
-piano Soros di redistribuzione, perchè l'ASGI è FINANZIATA da SOROS,che verrà puntualmente rifiutato da tutti, abbiamo visto Macron, la Spagna, l'Austria etc.

A quel punto l'Italia rimane fregata, peggio di adesso.

Mi dispiace dirlo, ma forse il M5S non è pronto a governare. Perchè gli unici esperti trovati sono agenti di SOROS? L'ASGI è partner di BOATS4PEOPLE. Quando si vota sto piano? Si potra mettere un grosso no a tutto ciò e ripartire da zero?

Marco Melli 23.07.17 10:53| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE, ATTENZIONE ATTENZIONE ATTENZIONE ......DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E .da approfondire molto bene. Questo tipo di iniziative potrebbero creare qualche problema. Il capitolato per la creazione di una RETE NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONE in funzione del "PIANO NAZIONALE D'AZIONE CONTRO RAZZISMO , XENOFOBIA , INTOLLERANZA" è nel sito www.unar.it. Base d'asta €1.900.000 iva esclusa. Sembrerebbe una operazione di polizia appaltata ai privati.

antonio noziglia, genova Commentatore certificato 23.07.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PROBLEMA DEI PROBLEMI

Quando era tempo di agire, i partiti politici italiani, non hanno considerato il grave problema dell'invasione che riguardava il nostro paese e, chi si azzardava a dire che, l'immigrazione selvaggia, sarebbe diventato un problema irrisolvibile, si veniva tacciati di razzismo e bla bla bla (io stessa su questo spazio mi sono beccata ingiurie a non finire e sono stata invitata ad "accomodarmi" da altra parte).

Ora che il cancro presenta metastasi dappertutto, i partiti, per la paura di perdere voti (solo per quello), hanno cambiato registro nella teoria, ma nella sostanza ai discorsi non seguono i fatti, con il risultato che le cose peggiorano di giorno in giorno.

L'immigrazione selvaggia, il problema dei problemi, rimane e gli italiani non si sentono tutelati da nessuno, ma abbandonati. Basta guardarsi intorno, dalle Alpi alla Sicilia.

Si sta creando il terreno fertile perchè la storia si ripeta e cioè che, da un giorno all'altro, balzi fuori dal cilindro, un personaggio, un Salvatore, che prenda il posto dei cialtroni della politica e dia speranza alle masse, affamate e incazzate.

Con l'augurio che tutto ciò non succeda, spero, vivamente, che il M5S concretizzi e sia l'ultimo appiglio di speranza per quel che rimane dell'Italia e degli italiani.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 23.07.17 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Proposta pragmatica, condivido.

Donata Saggiorato, Vicenza Commentatore certificato 23.07.17 10:38| 
 |
Rispondi al commento

*****
Commissione europea, nazionale, regionale, provinciale, territoriale, comunale, medica, psicologica per valutare lo stato del clandestino ovviamente senza documenti. In italia quando non si vuole risolvere il problema si fanno le commissioni magari formate da amici degli amici e degli amici. Se il M5S per l'immigrazione propone la commissione territoriale stà menando il can per l'aia e ancora una volta non prende una posizione netta sul problema. Gli illuminati della politica vedono i problemi quando sono irrisolvibili, nonostante abbiano contro tutta l'europa e vedono come gli altri stati hanno risolto il problema immigrazione alla radice ma noi ci penseremo quando avremo quì tutti i giovani nigeriani, sono solo un centinaio di milioni, una risorsa inesauribile.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 23.07.17 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non amo le commissioni. Aborro la burocrazia. Fuggo i bla-bla-bla.

A me piace un governo snello che agisca senza tanti orpelli alla PD.

Gli altri paesi europei hanno chiuso i loro porti?

E per quale motivo noi dovremmo tenere aperti i nostri?

Tutto sommato, chiudere il flusso è la cosa meno difficile. Il più sarà convincere 500 mila risorse a NON pagarci le pensioni e a tornarsene a casa loro...

Gian Paolo ♞ 23.07.17 10:25| 
 |
Rispondi al commento

perche' non spostare i centri di accoglienza su navi tipo quelle della Costa Crocere ancorate ai porti di Tripoli, Bengazi ed altri porti importanti dell'Nord Africa (gli scafisti vengono fatti dirottare a tali navi ai rispettivi porti: si fanno fare i 40 giorni di osservazione e quindi tutte le verifiche del caso; identificati: gli accolti vengono spostati su navi una per stato di accoglienza. Meno disagi, meno umiliazioni, meno costi in particolare per i richiedenti asilo e meno morti.

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 23.07.17 08:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E vai con altre commissioni pubbliche naturalmente da formare.In Italia i problemi si affrontano sempre formando commissioni,tavoli e,naturalmente,formazione.Tutti a formarsi e sempre meno a lavorare.
Facciamola semplice o sempliciotta:se un richiedente asilo arriva dagli Stati Uniti quanto ci si può mettere per sentenziare che non è uno che scappa da qualche guerra ?

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 23.07.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per questi buffoni la cosa più urgente da fare sarebbe il “lus soli?” Ma lo sanno cosa significa? “diritto del suolo” e lo decidono degli abusivi?
Sono ridicoli persino nel disprezzare la nostra meravigliosa lingua. Poveracci, sono dei complessati, malati di estero-mania e non si rendono conto che così facendo, sono proprio loro a svergognare l’Italia. Le altre nazioni col cavolo usano termini italiani e anche per questo hanno tutte le ragioni per considerarli degli zero.
Si sono mai chiesti se per davvero sia il “lus soli” la priorità del popolo italiano? Si rendono conto a quale rischio stanno mettendo quel popolo che dovrebbero governare? Non fa testo l’eterna guerra tra Israele e Palestina? E quella fra cossovari e serbi? Vogliono provocarne un’altra in Italia? Si rendono conto che ogni popolo è legato alla propria Terra, alle proprie tradizioni e non intende cambiarle per chi arriva in punta di piedi e appena piazzato alza la cresta? Questi sono fatti non chiacchiere!
Un altra cosa che fa girare le scatole agli italiani è il fatto che quando dicono la verità su come stanno realmente le cose, si viene accusati di razzismo, quando sanno benissimo che razzismo è quello loro, un razzismo al contrario: un conto è salvare la vita di chi si trova in pericolo su un barcone alla deriva (questo non è un diritto, ma un obbligo) un altro è dargli la propria casa.
Perché invece di agire da idioti non esaminano le vere ragioni di questo esodo biblico (provocato) non naturale come vogliono far credere? Chi è andato in quei paesi a bombardare per derubarli del petrolio? E perché i nostri buffoni invece di reggere le palle a quelle nazioni non si sono rifiutati di bombardare gente che non ci aveva fatto niente di male? Cosa aveva da guadagnare l’Italia a fare la guerra a quei popoli? Mentre quelle stesse nazioni che oggi rifiutano gli immigrati e chiudono le frontiere, si sono arricchiti sulla pelle di questi disperati.
(continua sotto)

Maria Pia Caporuscio 23.07.17 08:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta guardarsi attorno per capire che sono necessarie decisioni drastiche ed IMMEDIATE. La società in cui viviamo è priva di regole e di controllo e chi entra nel nostro Paese si adegua all'andazzo con una rapidità preoccupante, contribuendo al degrado.
È un problema gravissimo, che solo chi ha privilegi può disconoscere: vorrei vederla, la signora Boldrini (per fare un esempio iconografico del buonismo all'italiana), cercare di prendere un bus alle 21 a Sampierdarena, dopo essere scesa da un inquietante treno diretto a xxmiglia, senza scorta, senza auto di Stato, senza guardia del corpo. Salire su un bus col punkabbestia pitbull-munito per uno degli agglomerati collinari, dopo essere passati vicino a dei cassonetti mefitici e ad un gruppetto di pakistani con le donne coperte anche in viso (in spregio ad ogni legge), a nordafricani e sudamericani uniti dall'ubriachezza.
Senza vedere, in tutta la giornata, neppure un poliziotto, un carabiniere, un vigile urbano....
Ah, no, non è vero....: ne ho visti due di scorta a Bucci- il neosindaco di Genova - che nell'ambito di un becero "evento" sulla passeggiata di Nervi faceva passerella sul "red carpet" dell'altro genio inviatoci dal destino, Toti.
Red carpet per installare il quale hanno forato tutti i mattoni della passeggiata, mentre poco più in là la piscina pubblica fuori uso è costellata di rifiuti.
Con la classe politica che gli italiani sanno esprimere, l'emergenza immigrazione potrà solo affossarci definitivamente.

antonella g. Commentatore certificato 23.07.17 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Con un miliardo di persone dall'Africa e un altro miliardo di persone dall'Asia pronte a venire in Europa
Dalla via del mare e approdare in Italia
Essendo stata chiusa con 10 miliardi di euro la via dei Balcani, con la Merkel che ha pagato la Turkia per chiudere la porta...
Con Malta e la Spagna che chiudono i porti e mitragliano i barconi ....
Noi , con 15.000 persone in più .... cosa speriamo di fare?

Si rende più efficiente il sistema di riconoscimento?
E quando si respingeranno milioni di persone perché non sono migranti che vengono dalle guerre ... ma solo dalla fame e dalle carestie ... che cosa abbiamo risolto?
Ma voi pensate davvero che le persone disperate, che non hanno niente da perdere , se non la loro vita, rinunceranno davvero a venire in Europa per sognare un futuro migliore per loro e le loro famiglie?
Come si può fermare il fenomeno dell'immigrazione da paesi poveri, poverissimi ... sfruttati dal dittatorello di turno con gli accordi con le nostre multinazionali che laggiù depredano i territori... con 15000 persone in più?
Sono previsti 250 milioni di persone che arriveranno dall'Africa se l'Africa rimarrà in queste condizioni di povertà , nei prossimi 10 anni.... e noi come Italia, come Europa che
facciamo?
Discriminiamo i migranti che hanno fame perché arrivano da guerre con i migranti che hanno fame perché arrivano da carestie e malattie , che arrivano dalla povertà estrema?
Come si fa a discriminare un bambino che ha fame perché da lui c'e' la rivoluzione civile, ci sono le guerre e un altro che ha fame perché ci sono le carestie e la povertà assoluta?
Vanno create laggiù le condizioni di crescita e sviluppo sostenibile.... non esistono muri , non esistono steccati o mari che dividono
Ci deve essere la cooperazione internazionale
Ci deve essere un ONU e organizzazioni umanitarie in enclavi africane al servizio delle persone laggiù ...

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.07.17 08:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta un giornalista che andò in Africa
Disse che per prendere dell'acqua per la famiglia
Un giovane, un padre di famiglia, doveva sobbarcarsi il viaggio a piedi , nella savana, senza scarpe di 2km andata e ritorno, tutti i giorni ...
Se questo giovane , questo padre di famiglia, sa che ci sono piazze in Europa dove basta girare un rubinetto e avere tutta l'acqua che uno vuole ... che fa?
Rimane in Africa nel paesello

Dove magari ci sono anche violenze legate al fatto che il dittatorello di turno, che ha svenduto le ricchezze del Paese alle multinazionali, non fa nulla per migliorare il benessere della popolazione e si tiene gli incrementi del Pil e i soldi tutti per lui e una cerchia ristretta di persone ?
Lasciando la popolazione alla fame?
Che farà questo giovane?
Tenterà la via del mare, con tutti i relativi pericoli
Per venire in Europa
O rimarrà a andare su e giù per prendere queste due brocche d'acqua ?
In più ci sono le mafie che si sono buttate sul business dell'immigrazione con gli accordi fra cooperative che gestiscono gli immigrati che si prendono i 30 euro al gg e il sistema degli scafisti che li fanno venire ...
La povertà conviene anche alle multinazionali occidentali che sulla povertà costruiscono il business dei loro prodotti...
Magari fanno un po' di beneficienza mirata
E pubblicano che hanno fatto beneficienza
Cosicché la gente compra i loro prodotti, anche se più cari, in quanto percepisce l'idea che parte dei profitti andranno a queste popolazioni dimenticate da tutti in Africa ...
Pubblicità istituzionali ... di aziende che si servono dei poveri per incrementare il loro business
Purtroppo c'e' anche questo .... siamo arrivati al capolinea nella società dell'ipocrisia in cui viviamo... finti buonisti...
Lupi vestiti da agnelli ....
La carità invece e' sempre anonima...
ci vuole un grande progetto internazionale degli Stati
Per gestire i fondi internazionali della cooperazione ... per salvare le persone lì dove sono nate

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.07.17 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto la trasmissione In Onda ospite Berlusconi il quale non ha mancato neanche questa volta di parlare male del M5S e della Magistratura italiana!!!
E come al solito nè la Magistratura nè noi M5S anche se siamo molti milioni abbiamo replicato e risposto per le rime a tale Berlusconi dicendogli che lui è un mafioso, corrotto, ladrone, evasore fiscale ed intanto questo infame Berlusconi va avanti in modo impunito a parlare male del M5S e della Magistratura italiana!!!
Oggi Berlusconi ha ancora diversi processi sul groppone e come al solito riesce a salvarsi ed anche i suoi avvocati Ghedini e Longo hanno grane con la Giustizia e riescono sempre a salvarsi! Ghedini inoltre ha una sorella sposata con un magistrato di Treviso il quale ha tenuto nascosta a lungo nel cassetto una indagine nei riguardi di Ghedini!!! Come mai???
Certo le amicizie, la corruzione, la mafia, la massoneria, i servizi segreti riescono a salvare Berlusconi ed i suoi avvocati Ghedini e Longo ma non può andare avanti così, questo andazzo deve finire presto prima che sia troppo tardi!!!
Il Giudice Caselli ha protestato contro l'assoluzione del mafioso Contrada fatta dalla Corte Europea dei diritti dell'uomo ed ha ragione e mi pare impossibile che la Corte Europea assolve Contrada dopo che il medesimo è stato condannato da molti magistrati italiani ed a questo punto o buttiamo via questa corte europea oppure rifacciamo subito il processo a Contrada e lo condanniamo subito con le leggi in vigore così poi non ci saranno più scuse!!!
Dobbiamo fare così subito.
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 23.07.17 07:47| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE IN 18 PUNTI; I parte

1- LA GESTIONE PUBBLICA; dei richiedenti d' asilo direttamente in mano al pubblico.

2- NORME PER RICHIEDENTE D'ASILO POLITICO; solo ed esclusivamente coloro che vengono dai paesi in guerra.

3- IMMIGRANTI PER MOTIVO ECONOMICO; devono fare la richiesta dal paese d'origine ai paesi che disposti ad accettare. Coloro che non hanno la richiesta dal paese d'origine e non sono stati accettati devono essere respinta e rimpatriati.

4-CANALI LEGALI D' INGRESSO; L’Alto Commissariato per i Rifugiati ONU (UNHCR) e la Commissione europea sull'immigrazione per la gestione la domanda nei paesi di origine e evitare esodo in massa.

5-RICHIESTA DOMANDA DI IMMIGRAZIONE CON SPONSOR; per immigrare nei paesi Europei, il richiedente deve essere sponsorizzato da un residente regolare che garantisce vitto e alloggio al richiedente.

6-PROCEDURA D'ACCOGLIENZA; l’identificazione e la definizione del curriculum dal titolo di studio, mestieri, accettazione delle richieste d' asilo del rifugiato dalla guerra, il ricollocamento o inserimento o l'espulsione.

7-UFFICIO D' IMMIGRAZIONE; nei centri d'accoglienza con la super visione del ministero d'interni non più solo la questura ma in collaborazione.

8-TEMPI DI PERMANENZA; In 30 giorni il tempo necessario per la permanenza e la definitiva collocazione in un paese Europeo o espulsione.

9-ISTRUZIONE; i professionisti italiani fra insegnanti, formatori, psicologi, medici...corsi di lingua, asili per i bambini e aule scolastiche per i minori, educazione alle regole europee e formazione con l’obbligo di frequenza dopo accettazione della richiesta d'asilo.

10-INSERIMENTO; impiego dei immigranti nel periodo di permanenza nei lavori socialmente utili regolarmente pagati nei comuni dove risiedono.

11- SPAZIO D'ACCOGLIENZA; Riutilizzare gli spazi pubblici inutilizzati gli ex ospedali, i resort sequestrati alle mafie, e le ex caserme.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 23.07.17 07:38| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA PER L'IMMIGRAZIONE IN 18 PUNTI; II parte

12- COOPERATIVE; gestione immigranti non più esclusiva solo le cooperative e Caritas ma come supporto.

13- PAESE D'ORIGINE; gli accordi bilaterali di collaborazione con i paesi di origine per bloccare invasione e rimpatri.

14-IRREGOLARI; i clandestini che vivono in Italia devono entrare nei centri d'accoglienza per identificazione e espulsione entro 30 giorni dall'entrata in vigore della legge.

15-PAESE DELL' UE;devono accettare i numeri di regolari di richiedenti asilo a loro assegnati di coloro che sono in possesso del riconoscimento di asilo politico.

16-ASSEGNAZIONE DEI LAVORI: non più gestita come "emergenza" trasparenza sugli appalti, sui finanziamenti gestito dal governo attraverso le prefetture.

17- BLOCCARE IL FLUSSO IN GESTIBILE; Per bloccare invasione organizzata e la deportazione dai paesi africani, Italia deve dichiarare che non accerterà più nessuna nave nei porti.

18-GESTIONE DEL GOVERNO ITALIANO; Attuale gestione del governo italiano mira di portare più possibile dal centro d'Africa la popolazione esclusivamente per motivi economici e riempire tutti spazi disponibili e trasformare la disgrazia in un business colossale ai fini elettorale. trasformare Italia in un contenitore di disperati è in gestibile con i costi insopportabili e crea il disaggio sociale.
arch. Shir akbari

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 23.07.17 07:37| 
 |
Rispondi al commento

Per me questa soluzione burocratizza ancora di più
La gestione degli immigrati ...
La questione va risolta a monte...
Si sa già in partenza che solo,il 10 per cento di quelli che arrivano sono rifugiati da guerre e violenza
Gli altri, il 90 per cento sono immigrati economici
Che senso ha assumere 15.000 laureati per sbrigare le procedure di riconoscimento dei questi immigrati?
E poi un immigrato economico perché deve avere meno diritti rispetto a un immigrato che viene dalla guerra?
La fame e la miseria possono essere classificate
Positive e degne di aiuto se uno ha subito le guerre
E negative se uno invece ha subito le vuolenze del dittatorello di turno che tiene la popolazione alla fame
Svendendo il Paese alle multinazionali?

L'immigrazione di un continente povero, di un miliardo di persone dall'Africa , che ha altissimi tassi di crescita della popolazione e governi dittatoriali che tengono le popolazioni alla fame ... non si potrà fermare
Si potrà solo regolare ...
La gente chiede del pane e sicurezza
Che a casa sua non ha
O si incrementano i fondi per la cooperazione internazionale
In progetti veri , tangibili
Per rendere vivibile e in pace i Paesi Africani
O ci saranno sempre milioni di persone disposte a morire in mare per venire da noi ,
Vanno create laggiù le condizioni perché la gente rimanga laggiù ...
Il 97 per cento degli immigrati via mare viene dalla Libia e non sono libici ...
Sono povera gente costretta anche con le armi a imbarcarsi, lo scafista non esiste più ... accendono il motore e la barca parte verso nord ...
i campi di riconoscimento vanno fatti in Libia con l'accordo dell'Onu
I mirage francesi sono partiti per bombardare senza aspettare la risoluzione onu
Noi possiamo fare i campi in Libia di accoglienza e il blocco navale
Senza risoluzione ONU
Per impedire le morti di migliaia e migliaia di Africani che vengono deportati dalle mafie in Italia per incrementare il business ...
altro che assumere laureati ...

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.07.17 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo il problema immigrazione e profughi noi in Italia non possiamo più accogliere altra gente per cui la migliore cosa da fare è inviare le nostre navi militari attorno alle nostre coste e quando vengono avvistati i barconi dei profughi che stanno venendo da noi bisogna che questi barconi vengano agganciati e riportati nei loro luoghi di partenza e se questi barconi tentano ancora di venire in Italia bisogna prenderli nuovamente e riportarli nelle loro zone di partenza finchè si stancheranno di venire da noi senza successo alcuno.
Sono sicuro che ad un certo punto non verranno più e così in modo elegante avremo risolto questo nostro grave problema degli immigrati e dei profughi.
Bisogna fare così subito prima che sia troppo tardi!!!
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 23.07.17 07:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ghedaffi a cacciare gli italiani dalla Libia ci mise un attimo. Noi invece dobbiamo usare i guanti bianchi.
Invece di utilizzare tanta gente per l'immigrazione basterebbe un uomo solo: un generale.

bruno proietti 23.07.17 06:45| 
 |
Rispondi al commento

Temo che i danni che possa ancora fare il Pd alla nostra nazione, in questi ultimi mesi di governo, possano essere irreparabili.

600 mila clandestini che si aggirano per le nostre città, in cerca di fortuna. Gran parte dei quali di fede islamica, convinti di dovere integrare noi a loro e non viceversa.

Miliardi di euro che debbono, necessariamente, passare dai nostri poveri a loro. Ricchi e politici non ci rimettono un cent, anzi, per loro è un business. Ma ai nostri poveri tocca pagare.

Ius soli in arrivo, anche per incentivare l'invasione di massa, che potrebbe raggiungere cifre incredibili nei prossimi mesi, fino alle elezioni.

Disoccupazione in aumento. Povertà voluta e incentivata. Roma assetata e assediata. Delinquenza istituzionalizzata mediante depenalizzazione dei reati. Stupri a livello industriale e tenuti nascosti dai media, per evitare che la popolazione ne venga a conoscenza.

Mi aspetto leggi sulla falsariga dello ius soli a profusione: gli ultimi mesi saranno i più duri. Cercheranno di consegnarci un'Italia massacrata, piena di debiti e di mafiosi, di clandestini e di disoccupati.

Io non aspetterei le elezioni per reclamare i nostri diritti di sovranità sanciti dalla Costituzione. Questi sono abusivi: diamogli lo sfratto.

Gian Paolo ♞ 23.07.17 06:29| 
 |
Rispondi al commento

Quando un esercito assediante voleva far cadere la città nemica, la prendeva per fame, e, meglio ancora, per sete.

Si può stare parecchi giorni senza mangiare, ma non senza bere.

Roma, che ha resistito ai galli, ai cartaginesi, agli unni, ai visigoti, ai saraceni, saprà resistere anche ai barbari pidioti...

Gian Paolo ♞ 23.07.17 03:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonanotte con un classico. :)

https://www.youtube.com/watch?v=zTZIFY7GGFA

Lino P. Commentatore certificato 23.07.17 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Vagoni

Galileo Reagan, Roma Commentatore certificato 23.07.17 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Le Ditte - Imprese che vengono condannate per i reati di sfruttamento illegale di manodopera ,
di ricatto sociale e lavorativo , in totale o parziale inosservanza degli obblighi stabiliti dalle Leggi in materia di sicurezza sul lavoro e della tutela contrattuale e salariale del lavoratore , non avranno più la possibilità di iscriversi presso l'albo Nazionale delle Ditte . Non potranno in alcun modo accedere ai bandi degli appalti pubblici .

Per @ Mauro FERRANDO

La nostra proposta di Legge del Reddito minimo di Cittadinanza è completamente slegato dal rapporto lavorativo salariale , che entra in vigore nel momento in cui tra le parti sia avviato un regolare e congruo accordo contrattuale per la prestazione lavorativa .

Dignità sociale e Dignità lavorativo , basta schiavi sotto ricatto , stop al lavoro sotto pagato .

Ps In attesa di presentare i nostri Disegni di Legge , come comunicato alla Nazione dai nostri Garanti

Saluti

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 23.07.17 00:07| 
 |
Rispondi al commento

IL TUBO ROTTO DELL'ACQUA CHE CI INONDA IL PAVIMENTO E' CONDOMINIALE

Se io abitassi in condominio e se il tubo dell'acqua di mandata condominiale si rompesse nel muro di casa mia, facendo filtrare ogni giorno migliaia di litri di acqua sul mio pavimento, le prime ore le dedicherei ad asciugare il pavimento, ma non penserei certo ad organizzare la mia vita futura a come asciugare ogni giorno il pavimento di casa mia: sono cose da pazzi.

IO PER PRIMA COSA PENSEREI A COME CHIUDERE PRIMA IL CONTATORE GENERALE DI CASA MIA E POI A COME CHIUDERE IL CONTATORE GENERALE DEL CONDOMINIO.

TUTTO IL RESTO SONO COSE DA PAZZI.


Questo modo di affrontare problemi, di tale portata, come la deportazione massiva dei clandestini, senza risalire alle cause, ai finanziatori, che spesso sono gli stessi che finanziano i portatori di queste proposte assurde. Questo voler ignorare, o mettere a nudo, chi tira le fila e gli obiettivi che costoro perseguano, mi sconcerta. Mi sconcerta ancor di più che a costoro venga dato spazio per simili proposte, in questo blog.

Franco B., Prato Commentatore certificato 22.07.17 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Condivido anch'io, per l'immigrazione vanno ricercate soluzioni diverse da quella proposta da questo signore, visto anche chi finanzia la sua associazione.
Cercate di prendere ad esempio l'esperienza di altri stati, per problemi analoghi.
Bisogna stoppare il flusso o quantomeno limitarlo il più possibile, cercando di disincentivare le partenze in tutti i modi.
Il pattugliamento di Frontex deve funzionare e respingere le navi che oltrepassano il confine consentito.Chi viene raccolto, deve essere immediatamente riconosciuto, schedato in un data base, sulla nave stessa. Soltanto coloro che hanno diritto vanno sbarcati, gli altri riportati e scortati da dove sono partiti, con i mezzi necessari, attraverso corridoi concordati e autorizzati dai vari paesi.Oppure ci vuole un presidio di accettazione, sulla costa Libica, si eviterebbero i morti in mare, e le navi ong.
Questo per quel che riguarda l'emergenza. Per quelli già presenti sul territorio, si devono identificare, cercare di collocarli in altri paesi ue, altrimenti rimpatriati. Si devono svuotare i vari centri e collocamenti provvisori.
E' importantissimo individuare percorsi per farli tornare indietro. Le navi li possono riportare nei porti Africani e da li con pulmann ecc. si riportano da dove sono venuti.Vanno chieste le autorizzazioni, la collaborazione e il monitoraggio per attraversare i vari territori.
Oppure gli si forniscono i soldi per il viaggio di ritorno.
Si devono approfondire le cause degli esodi e ricercare soluzioni a casa loro.
E' un problema complesso, va diviso in tante parti, e per ognuna trovata una soluzione adatta.

Rosa 22.07.17 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, anche per ricordare il compianto Paolo Vilaggio, direi che la proposta " è una cagata pazzesca!". Formare 15000 neo laureati? Formarli in cosa! Le commisioni sono così composte perché ci vogliono competenze multidisciplinari e....esperienza. 15000 ragazzini messi li a giudicare il destino delle persone...maddai, siamo seri. Eppoi, essendo necessaria, quantomeno, la qualità di pubblico ufficiale, o infine di publico dipendente, come li inquadrate? Assunti cone dipendenti dello Stato? Un nuovo mestiere? Con gli annessi, ineludibili, di un maxi concorso per l'accesso. Sono avvilito, quando si scrivono queste proposte, bisogna conoscere bene il quadro normativo nel quale ci si muove.

Orazio L., Verbania Commentatore certificato 22.07.17 21:55| 
 |
Rispondi al commento

*****
A quando un blog sulle pensioni "normali " ?
In pensione da qualche anno non ho avuto nessun aumento, anzi. Quattro anni fà con 100€ facevi un pò di spesa, ora una borsetta manco piena. Ma questi illuminati pensa no all'aumento dei prezzi, all'inflazione, al costo delle medicine ecc, ma per loro questi problemi non esistono, quindi......
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 22.07.17 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Se saprai starmi vicino, e potremo essere diversi, se il sole illuminerà entrambi senza che le nostre ombre si sovrappongano, se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere. Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo e non il ricordo di come eravamo, se sapremo darci l'un l'altro senza sapere chi sarà il primo e chi l'ultimo se il tuo corpo canterà con il mio perchè insieme è gioia. Allora sarà amore e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda

marco ., roma Commentatore certificato 22.07.17 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe cerchiamo di meglio,questo post potevi evitartelo perchè non risolve il problema,anzi lo amplia spalmandolo nelle commissioni territoriali.
Andiamo a vedere perchè scappano e da dove scappano.
Appurato questo si dovranno prendere provvedimenti nei loro paesi.
Ma sino a quando dovremo accogliere questa gente senza sapere i loro problemi non faremo altro che aggravare la situazione italiana di per se non molto rosea.
E' l'ora di finirla che quattro coglioni debbano firmare accordi internazionali senza rendere edotto il popolo unico a sacrificarsi per questi disagi.
Basta andare in europa e far finta di battere i pugni...ci comprano con un piatto di lenticchie.
Basta dei Renzi,dei Gentiloni,dei Minniti,di Alfano e tutti quelli che gravitano intorno al businness.
Ci vogliono soluzioni immediate e semplici.
Basta con le fandonie che sono una risorsa,basta con la fandonia che fanno lavori che gli italiani non vogliono fare...
Basta avete rotto i coglioni agli Italiani.
Siete solo dei maiali e dei ladri patentati.
Tanto nella m]]]a c'è il popolo italiano e voi politicanti invece avete ogni privilegio,non vi fate mancare nulla.
Siete la disfatta dell'Italia in ogni senso,non c'è settore che non avete distrutto in nome di un benessere che non esiste.
La crisi è dietro l'angolo...FALSI...andate a dirlo a chi non ha lavoro,ai giovani che debbono espatriare,ai pensionati che per arrivare a fine mese debbono lasciare l'Italia.
E' inutile che nei TG fate vedere il benessere di pochi,non vi crede più nessuno!
Attendo gli Italiani alle prossime elezioni,spero che abbiano capito dove ci stanno portando questi filibustieri.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.07.17 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco la mia proposta presentata su Rousseau sul tema Migranti:
MAXI CENTRO DI SMISTAMENTO PER MIGRANTI NELL'ISOLA DI LINOSA
Questa proposta va considerata solo nel caso, purtroppo molto probabile, in cui non saranno individuate soluzioni europee e/o internazionali come la creazione di hot spot in Nord-Africa.
PREMESSE:
1) Il numero di migranti di religione islamica sul suolo italiano va limitato anche perché essi non sono integrabili e compatibili coi nostri valori e ne è pericolosa l'eccessiva diffusione che potrebbe comportare problemi sociali e politici e mettere in pericolo la democrazia (condivido la disamina di O. Fallaci);
2) Linosa è un'isola delle Pelagie, superficie di 5,43 kmq, una popolazione di soli 433 abitanti a 42 km da Lampedusa con la quale costituisce unico comune.
Il richiedente asilo viene identificato nell'Hot Spot istituito nell'isola entro 78 ore, se la sua richiesta è approvata dalla Commissione Unica viene inviato sul continente a carico della rete SPRAR, se invece essa è respinta può fare ricorso, solo per una volta, ad una Commissione d'Appello che ha 30 giorni di tempo per decidere. Il migrante che rifiuta di farsi identificare al pari di quello il cui ricorso viene respinto, sarà soggetto ad espulsione, al fine di avere la massima collaborazione durante il rimpatrio, l'immigrato riceverà un incentivo economico. Tuttavia è obbligato nel frattempo a svolgere una delle attività lavorative create nell'isola, in ciò sarà parzialmente remunerato in ragione delle spese sostenute dallo Stato. Se l'immigrato rifiuta il lavoro ovvero si sottrae al rimpatrio oppure delinque viene trasferito in una struttura chiusa e sorvegliata.
Linosa costituirà l'unico punto di sbarco dei migranti e il principale Centro di Espulsione (CIE) di tutto il territorio nazionale.
I Linosani saranno ricompensati con l'accesso privilegiato ai posti di lavoro e alle attività commerciali che si creeranno e avranno facilitazioni se vorranno trasferirsi a Lampedusa.

Salvatore D'Angelo 22.07.17 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Aumentiamo così la burocrazia e probabilmente le spese. Ma la vogliamo capire che la valutazione se i migranti hanno diritto all'asilo va fatta prima che mettano piede nel continente, quindi se proprio non si riesce a combinare niente con la Libia si facciano sbarcare a Linosa e li controllati secondo la proposta che ho presentato su Rousseau

Salvatore D'Angelo 22.07.17 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Troppe regole, troppa burocrazia, troppa Europa, tutto sembra progettato per lasciare le cose come sono, i nostri problemi o ce li risolviamo da soli con idee-forza o non ce li risolve nessuno, se l’Unione voleva dirci questo si è spiegata benissimo. Ma fino a quando avremo gli attuali governanti saremo sempre vittime di altri interessi.

Franco Mas 22.07.17 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma stiamo scherzando? Invece che agire a monte sull'origine del problema assumiamo a burocrati nella commissioni? A fare cosa? Non c'è un modo più semplice per capire da dove arrivano? Signor Guido la invito a guardarsi il filmato di Luca Dona del, http://www.youtube.Como/batch?v=dP4rYgJKo_w Ormai è palese che siamo noi italiani li stiamo andando a prendere e che i morti in mare stanno aumentando drasticamente per questo motivo. A nessuno interessano le vite degli immigrati. A tutti interessa arricchirsi in modo facile a spese degl'altri. Questa a casa mia si chiama Mafia. Tagliamo velocemente i fondi che stiamo elargendo per l'assistenza al'immigrati e vedrai che di conseguenza questi non arriveranno più perché agli approfittatori di questo paese non converrà più. Mi aspetto soluzioni più intelligenti di questa. Voterò contro! Questa non è la soluzione al problema.

sergio sebastiani, pistoia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.07.17 19:38| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=N24VrCHmrZw


Mah, i casi sono due: o gli Australiani sono schifosi razzisti da buttare fuori dall'ONU e noi dei Santi (sempre col culo degli altri), o noi siamo dei coglioni, dei "laissez faire" e loro, dei severi ma giusti custodi dei propri confini....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.07.17 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
Ma che è, un Blog demussolinizzato, devivarellizzato o cosa?
E’ da stamani che cerco di rispondere a un commento delle 08,12!
Ok, se non posso postare nomi, riporto solo la frase:
il tizio “ha fucilato tutti coloro che la pensavano diversamente da lui”

Volevo dirti che il dittatore in questione probabilmente si attribuiva un’ intelligenza e una capacità decisionale superiore ed ha quindi usato tutti i mezzi a sua disposizione per eliminare il dissenso e fare in modo che un popolo di soldatini si allineasse al pensiero unico.

Al di là del bene e del male (cit.) c’è comunque da riconoscergli che non si è mai qualificato come semplice garante delle regole di un partito senza leader, capi o padroni,
né ha mai dichiarato di voler realizzare la democrazia diretta o che il suo obiettivo fosse testimoniare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico.

Concluderei dicendo che posso anche concordare con i tuoi criteri di censura “commenti con parolacce, bestemmie, aggressioni verbali ai rappresentati del Movimento, ecc. ecc.”
Mi permetto però un’ obbiezione che non è solo formale: se il Movimento “ non è un partito” e riconosce il ruolo di governo ed indirizzo Direttamente alla Rete, ognuno contando uno,
allora dovrebbe avere semplici Portavoce dell’intelligenza collettiva, non delegati o “rappresentanti”, come tu li definisci.

Ciao

https://youtu.be/Cs8hYB2lHjc

Lara Lira 22.07.17 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se andate sulla pagina facebook di Luca Donadel e scorrete un po, trovate tutte le associazioni finanziate da Soros. Fra queste c'è anche Asgi, cui appartiene qesto signore.
Beppe che succede?

Rosa 22.07.17 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che poi anche la palla della pensione che rischia di non arrivare, francamente, quandio si pensa già di portarla a 69 anni sa di presa per il culo totale
forse quelli a rischio sono i loro stipendi, le pensioni non esistono più

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 18:27| 
 |
Rispondi al commento

parlare del chierichetto di turno, che sia Renzi, Gentiloni o chi per lui non sarebbe indovinare il bersaglio giusto
e, attenzione attenzione, intendono continuare contro tutti e contro il loro popolo

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Dici:
per noi va male. Il buio
cresce. Le forze scemano.
Dopo che si è lavorato tanti anni
noi siamo ora in una condizione
più difficile di quando
si era appena cominciato.

E il nemico ci sta innanzi
più potente che mai.
Sembra gli siano cresciute le forze. Ha preso
una apparenza invincibile.
E noi abbiamo commesso degli errori,
non si può negarlo.
Siamo sempre di meno. Le nostre
parole d’ordine sono confuse. Una parte
delle nostre parole
le ha stravolte il nemico fino a renderle
irriconoscibili.

Che cosa è errato ora, falso, di quel che abbiamo detto?
Qualcosa o tutto? Su chi
contiamo ancora? Siamo dei sopravvissuti, respinti
via dalla corrente? Resteremo indietro, senza
comprendere più nessuno e da nessuno compresi?

O contare sulla buona sorte?

Questo tu chiedi. Non aspettarti
nessuna risposta
oltre la tua.

-Bertolt Brecht-

heavenly box 22.07.17 18:16| 
 |
Rispondi al commento

TROPPI bla...bla...troppe commissioni ,troppe lungaggini burocratiche , troppo di tutto .
SVEGLIA CHE E' TARDI
Abbiamo bisogno di soluzioni più semplici ed immediate altrimenti addio ai 5 Stelle
meditate gente....meditate

MICHELE T., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questi papi stranieri non hanno rispetto di nulla dove mettono il culo, siamo carne da esperimento in nessun altro paese oserebbero tanto

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma c'é bisogno di inventare l'acqua calda ? Guardate cosa fa l'Australia e prendiamo esempio ! Ogni nazione seria ha un ministero per l'immigrazione con regole precise , requisiti , con quote annuali e sopratutto con un servizio di controllo coste e confini terrestri , il resto é fuffa Italiana !

Marco Neri 22.07.17 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

☆☆☆☆☆

Pasqualino P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.07.17 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Programma di DIMINUZIONE DEMOGRAFICA,..altrochè programma di immigrazione.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 22.07.17 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


..ma una bella politica di denatalità perchè non viene affrontata ?
e vengano incentivate le famiglie con max 2 figli,.. e penalizzate quelle che superano tale numero.
Una bella italia con 25/30 milioni di abitanti è più che sufficiente.
E' ora di finirla con la riproduzione irresponsabile..(tanto poi ci penserà la società a mantenere tutti )
Tante persone = tanti problemi.
Chi mette al mondo troppi figli senza pensare al loro futuro è un irresponsabile nonchè primo nemico degli stessi.
Meno persone = meno problemi.
I piddini ci diranno delle pensioni, ..bhè a quelle non ci penseranno gli immigrati importati,..ma i cervelli e le eccellenze le quali non dovranno scappare dall'italia e creare la ricchezza occorrente.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 22.07.17 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiunque assecondi il loro esprimento di anarchia basato sulla democrazie delle coscienze è complice del disastro a cui stiamo andando incontro

NON E' VERO CHE CI SERVE UN'INVASIONE PER SOPRAVVIVERE, ANZI E'PROPRIO QUELLA CHE CI PORTERA' ALL'ESTINZIONE !!!!

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI PAPA STRANIERI SONO DEGLI SPERIMENTATORI DI ANARCHIA NEL NOSTRO PAESE, SIAMO AL TERZO PAPA STRANIERO E STIAMO AFFONDANDO NOI....
NON CI LASCERANNO PIU' LEGITTIMARE NESSUNO COL VOTO PERCHE' VOGLIONO NOMINARE LORO UN PREMIER DI FACCIATA

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 17:42| 
 |
Rispondi al commento

ot Manca l'acqua!! Vino per tutti e gratis!!!!Raggi pensaci tu!


http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/07/22/roma-sta-finendo-acqua-zingaretti-lancia-allarme_FWmItwmnLSsa6xQDrUr9oO.html?refresh_ce

Acqua novino 22.07.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Posizione "debole", e sostanzialmente inutile (come cercare di riempire un secchio bucato); Soluzioni? Da soli e senza l'appoggio incondizionato dell'Europa, non ce ne sono: l'invasione "lenta" proseguirà e l'Italia diventerà, nel giro di un decennio, un immenso esperimento di colonizzazione indotta.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.07.17 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Formare 15000 commissari? Così nel frattempo entrano altri 150.000 immigrati ed allora ne serviranno 30000 di commissari. Si poteva fare 7/8 anni fa quando è iniziata questa immigrazione di massa. Ormai è tardi e siamo soli, grazie a questi politici ignavi che governano contro il popolo italiano. Sono necessarie decisioni immediate e drastiche. Prima di tutto chiudere i porti e poi una volta riconosciuta la clandestinità dell' immigrato arrivato sul suolo italiano, perchè quasi sempre di clandestinità si tratta, consegnarlo all'ambasciata o consolato del paese di origine. Che ci pensino loro al rimpatrio, e relativo costo, del proprio concittadino. L 'Italia è satura.

donatella davanzo 22.07.17 17:10| 
 |
Rispondi al commento

piu che giusto ...il fatto è che velocizzando ...si tagliano soldi....agli amici loro ...appunto

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.07.17 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Alex. L'Italia ha bisogno dell'Europa, da soli e con i fondi arrivati da soros, siamo condannati alla somalizzazione.
Rimettiamoci alla decisione collegiale della commissione UE.


22 luglio 2001

Muore a Milano Indro Montanelli. Nato a Fucecchio il 22 aprile 1909, è uno dei grandi intellettuali conservatori illuminati del Novecento. Giornalista e scrittore, Montanelli ha lavorato a lungo al Corriere della sera, lasciandolo negli anni Settanta, proprio a causa della annunciata «svolta a sinistra» del giornale. Fonda allora un quotidiano tutto suo il Giornale nuovo, dalle cui colonne interpreta e orienta gli umori della borghesia nazionale. Dimostra la propria coerenza anche quando esce dal suo Il Giornale in opposizione all’editore, Silvio Berlusconi, di cui non condivide la volontà di scendere in politica. Nel 1991 quando Francesco Cossiga, gli offre la nomina a senatore a vita, Montanelli rifiuta: «Non è un gesto di esibizionismo - dice - ma un modo concreto per ribadire quello che penso: il giornalista deve tenere il potere a una distanza di sicurezza». La ricostruzione di Il giorno e la storia, cronache, fatti e protagonisti del giorno.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento

tutti i numeri su rifugiati , sussidiaria, umanitaria e diniego

ANNO 2016
Totale richiedenti 123.600
Totale esaminati* 91.102
rifugiati 4.808 5%
sussidiaria 12.873 14%
umanitaria 18.979 21%
diniego 54.254 60%
altri esiti 188 0%

ANNO 2015
Totale richiedenti 83.970
Totale esaminati* 71.117 100%
rifugiati 3.555 5%
sussidiaria 10.225 14%
umanitaria 15.768 22%
diniego 41.503 58%
altri esiti 66 0%

ANNO 2014
Totale richiedenti 64.886
Totale esaminati* 36.270 100%
rifugiati 3.641 10%
sussidiaria 8.338 23%
umanitaria 10.034 28%
diniego 14.217 39%
altri esiti 40 0%

*esaminati nell'anno, indipendentemente dalla data di richiesta asilo

http://bit.ly/2pzBgnd

id &as Commentatore certificato 22.07.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma stiamo scherzando?

Il programma immigrazione dei 5 Stelle finora è scritto da:
-Comunità di Sant'Egidio, quelli degli sprechi di Mare Nostrum, vogliono l'abolizione delle frontiere
-ASGI: finanziata da GEORGE SOROS, anche loro per l'abolizione delle frontiere.

Ma questo è il PD o cosa? Perchè a sto punto meglio Minniti e le quote di Renzi.

Marco Melli 22.07.17 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiunque sia entrato, anche solo una volta, negli Stati Uniti è a conoscenza dei criteri adottati dalle autorità americane per catalogare chi entra e la sua affidabilità. Viene consegnato a tutti un formulario con le domande più svariate sulle propensioni politiche, sui paesi visitati, sui motivi dell'ingresso in America, sui parenti che vi risiedono, sugli affari ecc. Basta una sola bugia per rendere la persona entrante indesiderata e meritevole di espulsione.
Vanno benissimo le commissioni territoriali riformate per l'accertamento dei requisiti con la registrazione video delle interviste, ma occorre fare un ulteriore passo in avanti. Perché non adottiamo il criterio di consegnare ad ogni immigrato un modulo decalogo DI AUTOCERTIFICAZIONE IN CUI DICHIARI, pena l'esclusione da qualsiasi beneficio per dichiarazione mendace:
1) DA DOVE VIENE CON L'INDIRIZZO PRECISO E I RIFERIMENTI ANAGRAFICI E FAMILIARI
2) CHE COSA è VENUTO A FARE IN ITALIA
3) CHE COSA SA FARE con la disponibilità ad accettare un lavoro socialmente utile in attesa di definizione della pratica
4) DI ACCETTARE DI SOTTOMETTERSI ALLA LEGGE ITALIANA
5) DI NON AVERE LGAMI DI NESSUN TIPO CON IL TERRORISMO
6) DI IMPEGNARSI A DENUNCIARE ALLE Autorità italiane QUALSIASI FATTO O NOTIZIA CONNESSA AL TERRORISMO
7) DI ESSERE CONSAPEVOLE CHE IL TRAFFICO DI DROGA, LO SFRUTTAMENTO UMANO E LO SMERCIO DI PRODOTTI CONTRAFFATTI SONO PUNTI DALLA LEGGE
8) A CHI HA PAGATO, QUANTO E COME (quale cabale è stato utilizzato)PER ESSERE TRASFERITO IN ITALIA
9) QUALE è STATO IL PERCORSO DAL SUO PAESE DI ORIGINE FINO ALL'ITALIA
10) DI ESSERE CONSAPEVOLE CHE L'ATTESTAZIONE FALSA DI QUALSIASI PUNTO DOPRA DESCRITTO COMPORTA il CARCERE E LA SUCCESSIVA ESPULSIONE DAL PAESE.
Ci vorrebbe molto poco ad organizzare gruppi di volontari laureati e pensionati in attesa che si formino gli specialisti, da dislocare in ogni città sotto la supervisione del sindaco.

TORQUATO CARDILLI, Formello (RM) Commentatore certificato 22.07.17 16:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sig.ra bottini, passerà, per fortuna, come una meteora. Di lei non rimarrà niente. Del resto non ha mai avuto niente da dire ne da lasciare, se non un coacervo di luoghi comuni di un mondo fuori dal tempo e dalla realtà.

Franco B., Prato Commentatore certificato 22.07.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento

"Gli italiani sono ignoranti". Così Boldrini vuole rieducarci

Pubblicata la relazone finale della Commissione JCox voluta da Laura Boldrini. In Italia ci sarebbe una "piramide dell'odio", soprattutto nell'immigrazione. E la presidente vuole rimedi per legge

Se non ve ne siete accorti, siete ignoranti. Sì, esatto: gli italiani sono ignoranti. Soprattutto quando si parla di immigrazone. A metterlo nero su bianco è la Commissione Jo Cox della Camera dei deputati, un organismo voluto e presieduto da Laura Boldrini per studiare "l'intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni dell'odio".

http://www.ilgiornale.it/news/politica/italiani-sono-ignoranti-cos-boldrini-vuole-rieducarci-1423453.html

***************

Come odia gli italiani questa dona, non li odia nessuno........

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Praticamente il dottor Savio propone l'istituzione di un ministero dell'immigrazione, con strutture e budget adeguati a gestire un fenomeno che , da transitorio, si vuole far diventare, strutturale. No, per me l'immigrazione non deve diventare un business legalizzato.


vi consiglio la lettura dell'articolo di oggi sul corriere di Ernesto Galli della Loggia, da me anni fa crittografato come Ernesacto Polli della Loggia.
ha intuito qualcosa di vero, scrive che il potere democratico in Italia è evaporato, non c'è più
quello che non scrive è che di questo dobbiamo ringraziare i Papi stranieri che abbiamo avuto
fondamentalmnte anarchici, come lo era Gesù Cristo, che tutto basava sulla coscienza dell'individuo e fino alla fine non ha riconsciuto la Legge di Ponzio Pilato
questo è quanto sta accadendo in Italia, un paese allo sbando, senza più giustizia certa, affidato alle coscienze dei suoi cittadini
che ce la stanno mettendo tutta per non mollare

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 15:41| 
 |
Rispondi al commento

PERCHè FATE METTERE AI VOTI IL PROGRAMMA SCRITTO DA PERSONAGGI CHE APPARTENGONO A UN ALTRO SECOLO ?

PERCHE' ?

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 15:32| 
 |
Rispondi al commento

circa 100 anni fa i socialisti decisero che era arrivato il momento di scambiare lavoro per gli italiani (che emigravano tali e quali agli africani)
lavoro contro privilegi
siamo allo stesso punto, non ci siamo mossi,
si rivendica di scambiare lavoro contro i privilegi degli altri (gli africani) mantenuti per 18 messi
per nascondere i propri privilegi

NON CI SIAMO COSì, NO E POI ANCORA NO !!! SIAMO SULL'ORLO DEL DISSESTO DELLO STATO !

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna inserire nel codice penale il reato di "alto tradimento del popolo italiano a favore di popolo straniero " da ravvisarsi quando un politico in maniera sistematica, reiterata e provata si adopera della sua posizione parlamentare di fare gli interessi di altre popolazioni a dispetto di quella italiana. Questo reato deve essere introdotto, anche con referendum. Questi politici tra l'altro mai eletti, stanno favorendo interessi propri e di altre popolazioni. Vanno processati. Devono pagare per questo scempio.


O.T.
leggo e vedo riportato da più parti ...... sembrerebbe che il pregiudicato arcoriano si stia "convertendo" all'animalismo.
BBBUUUAUAUUAUAUHAHAHAH BUUUAHAHHAHA BUUAAUAUUAHAHAUUAUAH mi vien da ridere .... me lo vedo proprio durante i suoi "party" azzannare tofu e germogli di soia ....... buuuauauauuauahauahauahauahah buuuhauhauahauhauahauahau.

luigi 22.07.17 14:51| 
 |
Rispondi al commento

La situazione dell'immigrazione è certamente drammatica e si dovrebbe intervenire immediatamente,è quello che desideriamo tutti, ma ora il m5s è all'opposizione.
Dire che la situazione sarà irrisolvibile, non serve e non credo sia vero.
Cercare di programmare degli interventi, anche in linea di massima, va bene. Questo serve anche a dare segnali agli altri per trovare soluzioni.
Ci piacerebbe che il m5s avesse la bacchetta magica, ma questa bacchetta per ora non c'è, quindi continuiamo con il progetto e andiamo avanti, sarà sempre meglio che niente.

Rosa 22.07.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

In realtà, non ci vuole tanto a risolvere i problemi della disoccupazione, delle ingiustizie sociali, dell'immigrazione...

Bisogna diffidare da chi getta fumo negli occhi, arzigogolando problemi insormontabili.

Esiste una medicina che cura tutti i mali e che si chiama "volontà politica".

Quando uno Stato vuole, fa. Quando non vuole, discute sterilmente.

Gian Paolo ♞ 22.07.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

" Generale tutto questo non ci interessa , cosa vuole che siano qualche migliaia di morti in più quando ce ne saranno a milioni ? "! - " Lei non tiene in conto che saranno nostri morti , non del nemico , eccellenza ! " - Il vecchio lo guardò intensamente con gli occhietti freddi e penetranti : " Lei ci tiene veramente al comando delle operazioni ? Vuole questo alto incarico ? ! " Il militare si agitò sulla poltrona a disagio ma rispose rapidamente : " Certamente !" - Con un lieve sorriso l'anziano aprì le palme delle mani : " Bene , allora faccia usare l'uranio impoverito per fabbricare i proiettili ! " .

vincenzodigiorgio 22.07.17 14:35| 
 |
Rispondi al commento

La proposta mi sembra ottima.

Ed è solo l'inizio: Forza e buon lavoro!

massimo m., Roma Commentatore certificato 22.07.17 14:31| 
 |
Rispondi al commento

La faccenda immigrazione sta esagerando.

occorreranno provvedimenti rigidi...immediati..

L'italia sembra come quel pollo sfigato da cortile ..usato come bersaglio da tutti gli altri polli i quali gli beccano il culo sanguinante ...sino alla morte.

programmare ? è come quando il medico pensa...il malato muore.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 22.07.17 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Le commissioni territoriali non servono a nulla.
Occorrono centri di accoglienza che facciano il loro lavoro nella identificazione.
Ci sono tanti giovani disposti a fare questo lavoro.
Una volta identificati inviarli nel paese a cui aspirano.
Quelli che non hanno diritto o in galera o al loro paese di origine.
Questo solo per l'emergenza che è volutamente stata creata per specularci sopra.
Infine lo stato italiano prenda accordi con i paesi di origine per aiutarli nel loro paese.
Finché ci saranno interessi di organizzazioni criminali,non riusciremo a risolvere il problema.
Ricordo che anni fa suggerii di andare con Costa crociere,con le insegne della Croce Rossa,di andarli a prelevare sulle coste Africane,con il pagamento di un biglietto ordinario e durante il tragitto pervenire alla loro identificazione.... semplice,concreto ed immediato l'aiuto....invece... interessi loschi si sono impadroniti della cosa ed oggi ne paghiamo le conseguenze.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.07.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Penso che un governo 5stelle non riusolverà la questione migranti, anzi nessun governo, ormai l'unica soluzione la suggerita orban , occorre un interventio militare in libia, creare centri in libia e far arrivare in europa solo chi ha diritto.
Un governo 5stelle sarà così forte e coeso per fare un intervento simile? non credo proprio, per cui r.i.p. italia!

rocky 22.07.17 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi - che come tutti gli altri politici non ha letto la proposta di legge sul Reddito di Cittadinanza M5S - afferma che tale legge sarebbe improponibile, in quanto costerebbe 130 miliardi di euro.

In realtà, la proposta prevede una spesa di soli 15 miliardi (ai quali aggiungerne altri 2 per potenziare i Centri per l'Impiego).

Lui sfodera un fantomatico e tardivo "reddito di dignità", del costo complessivo di 30-35 miliardi, che consentirebbe alle famiglie bisognose di non scendere sotto la soglia di 1.500 euro mensili.

Ora, a parte la boutade elettoralistica alla quale lascio credere i gonzi, il problema povertà è uno dei nodi cruciali della nostra società attuale.

Io l'ho sempre detto che con 15 miliardi non si risolvono nemmeno lontanamente i problemi di chi sta affogando.

Bisogna osare di più. Puntare soprattutto sulla creazione di posti di lavoro, ma anche aiutare in modo concreto chi non arriva alla fin del mese.

I governi del malaffare hanno trovato miliardi a bizzeffe per salvare i loro amici/datori di lavoro banchieri. Noi dobbiamo fare uno sforzo maggiore e raddoppiare o triplicare le risorse da destinarsi contro la povertà.

Gian Paolo ♞ 22.07.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come agiscono la nuova censura e la nuova repressione del politically correct: guai a criticare la Boldrini, soprattutto se si tratta di migranti. Ne ha fatto le spese un agente della Polizia stradale che scortava un migrante in bicicletta, in corsia d’emergenza, sull’autostrada Torino Bardonecchia. Durante il tragitto, all’agente sono scappate queste frasi: “Risorse della Boldrini, ecco come finirà l’Italia: tutti su una Graziella in autostrada a comandare”. E poi ancora: “Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente di m… in Italia. Goditi questo panorama, ecco le risorse della Boldrini: un tipo che pedala sulla Graziella pensando che sia una strada normale, con le cuffiette in testa”.

Questo giudizio è finito su Facebook. Mal gliene incolse al povero agente. I suoi superiori lo hanno sospeso. E il caso finirà anche alla Procura della Repubblica. Ecco in quale Italia viviamo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non si è intervenuti subito sugli immigrati?
Prima vennero gli uomini.
Poi vennero le donne.
Per ultimi vennero i bambini soli.
Ora ditemi perchè non si è intervenuti sul primo arrivo?
Facile la risposta.... la torta era gia grossa,ma doveva ingrandirsi.
Oggi diventata emergenza può essere barattata con altri denari da parte dell'UE... io li prendo tutti ma tu(UE) cosa mi dai visto che mi chiedi sacrifici?
Si va bene sfora il debito pubblico,ti diamo un piatto di lenticchie ma tu accetti tutti gli arrivi.
Grazie UE noi siamo signori.. siamo solidali perchè con gli arrivi abbiamo abbattuto i salari,abbiamo messo in crisi il lavoro italiano,abbiamo aumentato il lavoro in nero,abbiamo messo gli italiani nella merda per agevolare gli schiavi dell'oriente.
In attesa che anche gli italiani diventino schiavi come gli immigrati,stiamo operando con la Ius-soli,le l'integrazione a tutti livelli.
Presto voteranno il PD,che li ha favoriti,entreranno nelle amministrazioni comunali e in Parlamento.... questa la vera integrazione...peccato che la pagheranno solo gli italiani perchè gli paesi europei stanno già predisponendo gli argini affinché questi immigrati rimangano solo in Italia.
E siccome come dice Boeri(riveduto e corretto con il tempo) siccome sono una risorsa,gli altri paesi europei non li vogliono.
Chissà chi sono i coglioni?

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.07.17 13:56| 
 |
Rispondi al commento

"Tre plotoni di milziani Isis pronti ad attaccare l'Europa"

L'allarme dell'Interpol: 173 aspiranti kamikaze vogliono farsi esplodere in tutta l'Europa in nome di Allah e Califfo

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tenuto ben presente che questo problema migrazioni , è stato stabilito dai poteri forti cinesi e americani per DESTABILIZZARE ED INDEBOLIRE LEuropa.E VOI CHE SIETE ALLA OPPOSIZIONE LO SAPERE MEGLIO DI ME.L'UNICO STRADA CORRETTA È QUELLA DI DI FINANZIAMENTI GLI STATI AFFRICANI AFFIDABILI LEGALMENTE PER DARE LAVORO AI LORO CITTADINI. FINANZIARE LAVORO IN AFFRICA .OGNI EURO SPESO PER IMMIGRAZIONE VA IN MANO ALLA C RIMINALITA' ORGANIZIATA E NON RISOLVERE IL PRO BLEMA DELLA DIGNITÀ DI UNA PERSONA 2.50 AL GIORNO. CREA DEI GROSSI PRO BLEMA DI CONFLIATTUALITA' CON GIOVANI DISOCCUPATI I
CON L
ILCRESCENTE TASSO DI POVERTA' DELLE FAMIGLIE ITALUANE.
QUELLO CHE VA ORGANIZIAMO INSIEME ALLE NAZIONI UNITE E ''UN PIANO DI FINANZIAMENTI PER LAVORI NEL LORO PAESE DI ORIGINE. CI SONO TANTE NAZIONI LE GALI IN AFRICA CON CUI TRATTARE NON ESISTE SOLO LA LIBIA.DIMOSTRSZIONE È LA CINA STA COLONIZZANDO IL KUWAIT DANDO LAVORO A MI GLI AIA DI MADOPERA FELICE DI LAVORARE NEL PRO PRIO PAESE VICINA AI PROPRI FAMILIARI . OGNI COMPROMESSO OGNI RIFORMA SONO CONTRO LA STABILITA 'EURO PA E DUNQUE ITALIA .DA SUBITO UN PIANO MASCHAL PER L 'AFFRICA.stefania sarsini

Stefania Sarsini 22.07.17 13:13| 
 |
Rispondi al commento

“Più caos c’è, più la mafia prospera.”

Riguardo a caos, disastri, shock, e a chi ci specula sopra, suggerirei la lettura del libro di Naomi Klein: SHOCK ECONOMY - l'ascesa del capitalismo dei disastri
-https://youtu.be/Gaqj_zT8Lgw

Se poi nel M5S “ sono gli iscritti a dettare la linea politica”, da iscritta proporrei una linea politica che affronti alla radice i problemi, incluso il problema dei migranti.
Ovvero un problema generato, come al solito, dai prepotenti “ padroni del mondo”. Obiettivo - ognuno conta uno e non ha padroni in casa propria -

Lara Lira 22.07.17 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riflettendo sulla competenza del Ministero dell'interno e sulle Commissioni territoriali mi viene da esternare un dubbio. La "protezione internazionale" a coloro che assumeranno lo status di rifugiati a mio avviso, ispirato dai classici greci, dovrebbe rientrare nella competenza del Ministero per gli Affari esteri. A tutto concedere, col concerto del Ministero dell'interno. Non è, infatti, un problema di "ordine pubblico", e comunque non soltanto questo, che pure ne consegue dall'afflusso indiscriminato dei migranti. Trattasi, invece, di "relazioni internazionali", di rapporti tra Stati, onde per cui la "competenza" dovrebbe essere riconosciuta al Ministero che istituzionalmente è preposto alle relazioni con altri Stati e ai rapporti internazionali. Un ruolo, poi, determinante, nell'ambito delle Commissioni territoriali dovrebbe essere riservato ai rappresentanti dei Comuni interessati perchè il collocamento incide direttamente e immediatamente sulle Comunità locali, pur producendo effetti generali sull'intero Stato.

Teodoro Russo 22.07.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo!!!

Paolo V 22.07.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 22.07.17 12:39| 
 |
Rispondi al commento

OT
Telese e Parenzo, che tristezza a "in onda", se la battono con la Gruber ma, a mio parere, non nella attività di giornalismo politico; stessa aggressività nei confronti di Berlusconi pari a quella sfoderato con Toninelli. Forse c'è stato un giusto rispetto per la veneranda età di nonno Silvio, tanto da apparire i nipotini che pur di ricevere un regalo dal nonno sono pronti ad ascoltare i suoi tedio racontini. Trasmissione noiosa, ancora più moscia per il comportamento scontato dei personaggi, e questo è giornalismo ?

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.07.17 12:27| 
 |
Rispondi al commento

metodo australiano

You will be turned back

http://bit.ly/2uSAtRl

id &as Commentatore certificato 22.07.17 11:59| 
 |
Rispondi al commento

...creare nelle ambasciate un sistema di raccolta domande per VERI rifugiati, noo? Eliminare i ''ricorsi'', noo?? Bene,.... tutte chiacchiere senza soluzione...

Tony 22.07.17 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guido Savio.
Mai sentito tante cazzate tute insieme...
L'illuminato propone come soluzione altri carrozzoni, altre spese a carico della nostra disastrata Italia.
cose già sentite da altri partiti.
ma se questa è la soluzione , un consiglio:vai a zappare...burocrate.
mai sentito chiusura dei porti, muri ai confini ecc... come fanno gli altri paesi o è troppo estremo per noi bananari?

glago 22.07.17 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono tutte proposte del dopo.
Prima mettiamo ordine ai termini, strumentalmente usati a sproposito, facciamo luce sulle reali motivazioni. Solo dopo potremo parlare di come seriamente regolamentare la spinosa vi questione dei CLANDESTINI.
Dopo aver data il giusto nome ai CLANDESTINI-RIFUGIATI POLITICI-IMMIGRATI
Dopo aver accertato e stabilito chi tira, governa e finanzia questo vergognoso mercato degli schiavi
Dopo aver capito come, persone che nel loro paese morivano di fame, possano aver sborsato cifre assurde in rapporto ai redditi dei loro paesi d’origine.
Dopo aver fatto chiarezza sul perché nessuno di questi CLANDESTINI ha mai uno straccio di documento. Non dico passaporto ma uno straccio di documento qualsiasi.
Se non faremo luce sulle reali origini del fenomeno, (sulla malattia) qualsiasi intervento (cura) si dimostrerà inefficace. Non serve a niente cambiare i sostantivi da CLANDESTINI a IMMMIGRATI, se non si ha coscienza della relae portata del fenomeno e di chi lo governa, con precisi obiettivi. Dobbiamo fermare la guerra scatenata, tra ultimi, penultimi e ultimissimi. Non facciamo prenderi in giro dai demagoghi dello sfascismo.

Franco B., Prato Commentatore certificato 22.07.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sento odore di altro business. Ancora nessuno mi dice i criteri per decidere se uno ha diritti o no. Non ci vogliono un anno e mezzo, ma un'ora e mezzo o due. Gli anni sono di attesa per farsi ascoltare. Ma immigrati espulsi e/o implicati di atti di terrorismo erano rifugiati, no? Quindi i criteri nel 2017 sono le capacità mimiche, di menzogna, di pietismo o di che? Quale europeo è in grado di distinguere? Il risultato quindi è semplicemente l'aumento del numero di ingressi, e siccome tutto quello che è funzionale all'aumento del numero è accettato, mi sembra la solita furbata.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 22.07.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo programma a compartimenti stagni è privo di visione complessiva dei nostri problemi,
si chiama l'esperto che dice la sua e poi si vota ma si avrà un risultato con punti contraddittori l'uno con l'altro.
un programma non praticabile e alla fine andrà come sta andando ora se non peggio

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento

grazie... prego, scusi, tornerò!

Lara Lira 22.07.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento

se i tempi sono di 18 mesi contro 6 mesi magari lo si deve al fatt oche arrivano tutti qua, se si guarda il sito UNHCR si vede bene quante domande deve valutare l'Italia e quante ne valutano loro (tra l'altro dopo essere già state valutate dall'Italia) visto vengono redistribuiti poche centinaia di immigrati.
con i numeri che hanno loro 6 mesi sono un'eternità...
---

.... e i 15000 come li assumiamo ? con concorso pubblico ovviamente.
ma non stava scritto in altro punto del programma basta con l'immigrazione incotrollata e basta con la spesa pubblica fine a sé stessa...
facciamoci pure la regoletta scritta (in italia basta quella per creare lavoro a quanto pare) e poi aumentiamo questa burocrazia improduttiva e fine a sé stessa
a Bruxelles ci daranno senza dubbio ragione visto che sono tutti sulla stessa barca
e alla faccia del turn over...

ALEX SCANTALMASSI 22.07.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
Gli ultimi blog spiegano bene la situazione attuale ma spesso non propongono soluzioni semplici e veloci , non è che col M5S al potere avremo la stessa burocrazia sperando non peggiori? Mi sembra che a Roma sia cambiato poco. Per valutare lo stato di un immigrato clandestino in italia servono anni, in Germania un mese se non qualche settimana, che sia un businnes anche l'identificazione? Certo, più stanno quà, più si guadagna. Quando si deciderà di espellerli ci sarà un affare colossale, per l'importazione 35€ cadauno, per l'espulsione minimo 50€ cadauno. Ho usato il termine cadauno perchè sono considerati merce che rende moltissimo. Ora abbiamo contro l'Austria,l'Ungheria, la Polonia e naturalmente tutti gli stati europei ma nonostante questo il primo ministro ha detto che l'italia continuerà imperterrita ad importare risorse fino a quando Boeri dirà che le casse del'Inps stanno scoppiando . I bene informati potrebbero dire quanti giovani dai 20 ai 30 anni ha attualmente l'africa, ammesso che si sappia.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 22.07.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento

BUON SABATO A TUTTI. IMMIGRAZIONE ???? NON CI INTERESSA. PARLIAMO DI REDDITO DI CITTADINANZA.
Occorre rimettere a posto gli italiani esodati.
Confido nel buona governabilita' di tutti.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 22.07.17 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh .... quanto meno i migranti riescono ad avere 2,50 euro al giorno da farci ciò che vogliono ...... (hanno tutto spesato vitto, alloggio, cellulari, uso dei servizi etc.
Mai fatto il calcolo di quello che rimane a chi padre di famiglia con figlio e moglie a carico prende 900-1000 euro netti al mese????
Secondo me non gli rimangono neppure quelli .... anzi ... probabilmente sta spendendo i risparmi che magari era riuscito a mettere via nell'arco di un tot. di anni di lavoro.

luigi 22.07.17 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori