Il Blog delle Stelle
#ProgrammaUniversità: il sistema di finanziamento per l’Università

#ProgrammaUniversità: il sistema di finanziamento per l’Università

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 100


Il finanziamento di università e della ricerca è fondamentale per garantire che le nuove generazioni del nostro Paese siano adeguatamente formate e, dunque, in grado di competere nel sistema globale. L’attuale sistema di finanziamento risulta essere estremamente disomogeneo e inadeguato per affrontare in modo incisivo le sfide del futuro. Una seria riflessione si rende necessaria anche rispetto al modo nel quale vengono valutati i sistemi di università e ricerca dal momento che, a cascata, la valutazione incide sull’entità dei finaziamenti.

di Francesco Sylos Labini

Non si può affrontare questo tema senza partire da una premessa fondamentale: negli ultimi dieci anni università e alla ricerca hanno subito un ingente definanziamento. L'Italia in risposta alla crisi economica del 2007/2008 è stato tra i pochi paesi che hanno tagliato su università e ricerca, e i numeri sono quelli di una guerra. Una guerra in cui non ci sono macerie materiali ma umane e sociali, dal momento che i tagli sono si sono abbattuti soprattutto sulle nuove generazioni che sono state martoriate da queste politiche.

Per ricordare qualche numero, se il budget complessivo all'università è diminuito del 20%, il numero di nuove leve nelle università ha subito un crollo del 90%, il budget dei progetti di ricerca dell'80%. l'Italia si trova in fondo alle classifiche dei paesi Ocse per finanziamento a università e ricerca e anche come numero di laureati in percentuale alla popolazione. Questo definanziamento per alcuni però ha rappresentato un’opportunità per dirottare le risorse rimanenti, da alcune sedi ad altre. In particolare attraverso una sorta di valutazione (di pseudo valutazione) della qualità della ricerca sono state dirottate le risorse dagli atenei più poveri a quelli più ricchi.

In sostanza, quello al quale abbiamo assistito è stato uno svuotamento degli atenei del Centro-Sud, in cui il definanziamento è stato molto più ingente, a vantaggio degli atenei del Nord Italia. Questo è avvenuto attraverso un sistema di valutazione della qualità della ricerca (l’Anvur) che non ha pari al mondo: è stata creata un'agenzia che ha imposto delle regole che sono assolutamente bislacche, e non hanno pari in nessun altro Paese e oltretutto nella letteratura scientifica del settore. In realtà l'Anvur ha agito come una lunga mano del governo che, dunque, indirettamente ha indirizzato la ricerca, creando danni enormi sia nel presente che in prospettiva.

Questo avviene perché rispetto a campi politicamente “sensibili” come economia, diritto costituzionale, diritto del lavoro, l’'ingerenza forte della politica può creare dei danni a lunga scadenza. Quindi come deve essere finanziata l'università? Innanzitutto perché deve essere finanziata? Deve essere finanziata perché è il motore della ricerca, dell'innovazione tecnologica e di quella culturale. Perché dalla ricerca nascono le nuove idee, questo succede in tutti i paesi del mondo e sarebbe opportuno che succedesse anche in Italia. Quindi innanzitutto, il finanziamento deve essere aumentato per quanto riguarda l'istruzione superiore dal momento che siamo in una situazione di arretratezza. In secondo luogo dobbiamo assicurarci di avere un sistema di finanziamento diffuso sul territorio in modo uniforme per assicurare ai cittadini, agli studenti di tutto il territorio italiano, una buon livello medio di istruzione.

Questo non esclude che ci siano progetti o delle sedi più dinamiche è di maggiore qualità rispetto ad altre: non si sta parlando di instaurare un regime parasovietico, ma di assicurare anche agli studenti di zone più depresse una qualità media accettabile. Una volta assicurato un buon servizio di base, è giusto garantire un riconoscimento a chi dimostri di lavorare meglio, attraverso un sistema di valutazione diverso rispetto a quello attualmente vigente.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

29 Lug 2017, 10:31 | Scrivi | Commenti (100) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 100


Tags: innovazione, m5s, movimento 5 stelle, programma, programma governo, programma università, ricerca, scuola

Commenti

 

Soddisfatti o rimborsati
Opportunità per un rapido finanziamento, accessibile a qualsiasi impresa o persona seria. Noi concediamo la nostra assistenza finanziaria a società, aziende e persone di buon carattere che cercano finanziamenti per la realizzazione dei loro vari progetti. Vi preghiamo di inviarci un messaggio privato o inviarci una e-mail per ulteriori informazioni: developpement.aide@gmail.com
PS: Si prega di unirti a noi in un messaggio privato o scrivere a: https: //web.facebook.com/creditaidesdeveloppement

richo larissa Commentatore certificato 04.08.17 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Proseguo coi commenti del mio collega ricercatore (non grillino).

"Questo avviene perché rispetto a campi politicamente “sensibili” come economia, diritto
costituzionale, diritto del lavoro,"

Commento: Molto strampalato.
Quindi, ad esempio, la medicina non è
sensibile? L’autore ha evidenza di un
particolare accanimento dell’ANVUR verso
queste discipline? O è una frase generica
tanto per ? NOTA che fino ad ora il FFO è
stato ripartito (per una piccola % per la
verità) in base alle performance di ateneo e
non di disciplina

"innanzitutto,il finanziamento deve essere aumentato per quanto
riguarda l'istruzione superiore"
Commento: Qui non si capisce Dice
che la ricerca è importante e quindi si deve
finanziare l’istruzione?
Non so se è chiaro al lettore ma tutto il
pezzo si riferisce all’FFO e non ai
finanziamento alla ricerca per bandi
competitivi. Qui nasce la confusione tra
ricerca e istruzione

"assicurare anche agli studenti di zone più depresse una qualità media accettabile."

Commento: Ma come si fa a non
essere d’accordo? Se non è
accettabile non deve essere accettato

"un sistema di valutazione diverso rispetto a
quello attualmente vigente"
Commento: OK, quale????


Concludendo il pezzo dice
2 cose:
1) bisogna aumentare il finanziamenteo alle
università
2) bisogna usare un nuovo sistema di
valutazione della qualità diverso dall’attuale

Spero che questi commenti siano utili a migliorare la qualità dei post

Roberto Tosi 03.08.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho sottoposto il testo a un mio collega ricercatore (non grillino). Riporto i suoi commenti che spero risultino utili:

"In sostanza, quello al quale abbiamo assistito è stato uno svuotamento degli atenei del
Centro-Sud, in cui il definanziamento è stato molto più ingente, a vantaggio degli atenei
del Nord Italia."

Commento: Il definanziamento è stato
su tutti gli atenei; qualcuno lo ha subito di
più e qualcuno di meno. Sarebbe almeno
interessante sapere quali atenei non
abbiano subito un definanziamento, ma dati
in questo pezzo non ci sono

" è stata creata un'agenzia che ha imposto delle
regole che sono assolutamente bislacche"

Commento: D’accordo sull’ANVUR,
ma immagino che per il lettore questo
risulti terribilmente ostico. L’unica
possibilità è un atto di fede verso l’autore,
assumendo che abbia ragione. Facciamo un
test:
Tu sai come funziona l’ANVUR? Hai idea del
perché non sia valido come strumento per
la valutazione della ricerca? Conosci i
sistemi di valutazione che sono in atto in
altri paesi, ad esempio USA? Conosci delle
proposte grilline su come andrebbe valutata
la ricerca?

"In realtà l'Anvur ha agito come una
lunga mano del governo che, dunque, indirettamente ha indirizzato la ricerca, creando
danni enormi sia nel presente che in prospettiva."
Commento : Questo risulta ostico
anche per me. Non mi è chiaro come abbia
indirizzato la ricerca se non riducendo le
risorse a tutti e a qualcuno di più e a
qualcuno di meno.

I commenti continuano nel messaggio successivo

Roberto Tosi 03.08.17 13:27| 
 |
Rispondi al commento

i finanziamenti diciamo che sicuramente devono essere erogati per l'istruzione, comprese ovviamente le università. Forse si potrebbe partire da una base di finanziamento che sia uguale per tutte le università e poi incentivi crescenti in base ai risultati e alla qualità dell'insegnamento. Si dovrebbe comunque partire dal concetto di meritocrazia e produttività, fermo restando che una base di finanziamento va garantita comunque alle università.

Lorenzo P., Cuneo Commentatore certificato 02.08.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non sono i finanziamenti. L'universita' italiana e' allo sfascio a causa di una gestione politico-familistica che caratterizza il bel(?) paese. L'universita' e' forse la realta piu' penosa da questo punto di vista. Escluse alcune rare eccezioni, il livello accademico italiano e' patetico perche' l'unico criterio selettivo esistente e' "ci pensa mio padre". Hai voglia di parlare di finanziamenti...

Nicola Bacciu 02.08.17 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I programmi seguiti da consultazioni tecnologiche sono un bel passo avanti rispetto alle tradizionali riunioni nei circoli e/o segreterie dei partiti,tuttavia restano pur sempre mero esercizio accademico di piccole frazioni del Popolo Sovrano.
Nelle Democrazie Rappresentative è il Parlamento Eletto dal Sovrano Popolo che Deve legiferare,con Disciplina e Onore,similmente per ogn'oltra pubblica funzione e,nella scuola cosiccome in ogn'altra pubblica funzione,qvando si maturano i reqvisiti per la CONTRIBUTIVA pensione,a puro titolo d'esempio,si DEVE fare il PENSIONATO lasciando ai più GIOVANI d'anagrafe.
Necessario qvindi per realizzare i programmi aumentare la proporzione di eletti 5S coerentemente alle idee originarie convincendo delle buone intenzioni indecisi e non partecipanti.
Saluti e cordialità a tutti dalla ROMAgna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 01.08.17 09:41| 
 |
Rispondi al commento

La risposta alle ovvie e inutili domande che pone, Sylos Labini le ha nel suo stesso nome

A L., roma Commentatore certificato 31.07.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ei,figlio d'arte,spiegami perchè si dovrebbero dare dei soldi in "ricerca" a chi non produce nulla,né ha mai prodotto nulla,e non produrrà mai nulla.
Spiegami,figlio d'arte,perchè fra poco avremo più università\docenti che studenti.
L'università è fatta per i cittadini\studenti o è fatta per i docenti\impiego pubblico.
Chi produce insegna e fa ricerca gli altri possono andare all'estero che poi vediamo quanti ne prendono.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 30.07.17 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

é ovviamente vero che il finanziamento alla ricerca è basso e che è necessario finanziare le università garantendo una buna formazione a tutti come tutte le ricadute successive MA come dice lo stesso intervento l'università è il "motore" della società ma chi metterebbe olio e carburante in un motore prima di averlo "aggiustato"? - fulvio buonanno - università di modena e reggio emilia

fulvio buonanno 30.07.17 15:11| 
 |
Rispondi al commento

@Oreste ed altri :
Un medico di una clinica privata quanto fa una ricetta bianca o rossa impegna spesa pubblica.

Anche il medico di base.

La transazione telematica della ricetta va dal computer del medico a quello del ministero delle finanze e viene approvata / contabilizzata.

Un privato , all'interno di un processo pre organizzato telematicamente impegna spesa pubblica .

Nessun bisogno di dipendenti pubblici.

Lo stesso potrebbe essere per i prof. universitari, l'analogia piu' corretta sarebbe con i notai che sono strutture private con compiti pubblici .

Con l'informatica si puo' .

Il libretto universitario e' gia' dematerializzato , basta collegarlo ad un sistema di liquidazione che coinvolga sia lo studente che il professore , analogamente ad una "ricetta dematerializzata" che coinvolge sia un DRG che un codice ICD9CM .

Spero di essere stato chiaro .

Ancora piu' chiaro: so come fare .

La costituzione parla di scuole pubbliche , per fare una scuola pubblica basta 1 funzionario: il preside o il rettore a cui il MEF affida il capitale iniziale di costituzione .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 30.07.17 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera, ho visto Carlo Freccero che parlava con entusiasmo della scoperta della Finestra di Overton.

La scoperta dell'acqua calda.

Poi, ho rivisto D'alema quando diceva che l'Europa avrà bisogno di almeno 30 milioni di immigrati per la mantenere la sua economia.

Ho ripensato anche alle sciocchezze di Boeri sugli immigrati che mantengono l'INPS...

E vi dirò che mi è venuto un dubbio...

Ma se questa classe dirigente, anziché essere in malafede come abbiamo sempre pensato, fosse soltanto di una ignoranza e di una stupidità abnorme?

C'è un dato che non torna però: questa gente, i propri interessi se li sa fare troppo bene, per considerarla soltanto stupida.

Il dubbio permane...

Gian Paolo ♞ 30.07.17 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Masotti ed altri

Articolo 33

L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato. La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali. È prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l'abilitazione all'esercizio professionale. Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.


Articolo 34

La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.
^^^^
Da questi due articoli si può desumere:
Lo stato deve costituire scuole pubbliche in ogni ordine e grado...pertanto gli insegnanti debbono essere pubblici dipendenti.
Sembra assurdo avere una università pubblica con insegnanti privati.
Come dire l'acqua è pubblica e me la gestisce un privato!
Cambiamo la COSTITUZIONE?

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.07.17 09:20| 
 |
Rispondi al commento

O.T. PER ALESSIO SANTI DI VERNIO CHE MI CHIEDEVA CONTO DEI CASI DI MENINGITE IN TOSCANA

Nel corso del 2016 sono morte sette persone per meningite C in Toscana: l'ultimo, il bambino di Lucca (non vaccinato) deceduto al Meyer di Firenze

Dall'inizio del 2015 in Toscana sono 61, con quello pratese, i casi di meningite da meningococco C: 31 nel 2015, 29 nel 2016. Nel 2015, i casi di meningite notificati sono stati complessivamente 38: 31 da meningococco C, 6 B, 1 W, 1 non noto. Nel 2016, ad oggi i casi notificati sono 38: 29 di ceppo C, 6 B, 1 W, 1 X, 1 non tipizzabile. Tra questi, non sono compresi i casi di meningite pneumococcica, patologia che non può essere messa in relazione con i casi di meningite di tipo B o C registrati negli ultimi mesi in Toscana.

Nel 2015 sono morte sette persone: sei che avevano contratto il ceppo C e una per il ceppo B. Nel 2016 sono morte sette persone, tutte per il ceppo C.

Per saperne di più il parere del primario infettivolovo di Livorno Dr. Spartaco Sani

http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2016/12/01/news/il-paziente-zero-dobbiamo-ancora-trovarlo-1.14498679

*********

Ecco perchè sono corsa a vaccinarmi, caro Alessio.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.17 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Polemica a Empoli: «Vietate i costumi da bagno con scritto "Boia chi molla"»

Il Csa Intifada attacca un’azienda di Empoli che ribatte: "Non facciamo politica"

EMPOLI. Vietare l’ingresso in piscina a chi usa costumi da bagno con la scritta “boia chi molla”. È la richiesta fatta dal Csa Intifada dopo che sono stati segnalati episodi di ragazzini in vasca con costumi che riportavano uno dei celebri motti del fascismo. «Pensavamo fossero stati acquistati in qualche negozio online che vende oggetti legati al Ventennio – dicono quelli di Infifada – invece provengono da un’azienda di Empoli».

Nello specifico la Swimxwin che ha sede operativa a Lamporecchio e quella legale a Empoli. E che, in effetti, nel catalogo online ha questo genere di prodotti, come dimostra la foto presa dal sito internet dell’azienda. «Ma abbiamo anche costumi e cuffie con l’immagine del Che Guevara e con la scritta Hasta la victoria siempre – dice Giovanni Pistelli, uno dei responsabili dell’azienda – E questo significa che il nostro non è un intento di fare politica, ma di attirare l’attenzione di chi compra questi articoli. Boia chi molla, per noi, è l’incitamento a dare sempre di più in vasca. Hasta la victoria siempre vuole intendere di puntare solo a vincere».

********

Il Centro Sociale Intifada di Empoli è noto a tutti perchè i loro rappresentanti sono INSTANCABILI LAVORATORI, che tutte le mattine si alzano presto per timbrare il cartellone. Inoltre, sono altrettanto famosi per essere dei pittori esttemporanei che, alle tele, preferiscono i muri delle case, delle scuole e delle chiese, possibilmente imbiancate da poco.

Il loro parere sui costumi in oggetto è DAVVERO RILEVANTE...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.17 08:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Accoltella l'autista di un pullman, i carabinieri gli sparano per fermarlo

MONTERIGGIONI. Tre coltellate sferrate al torace dell'autista del bus, con tutta probabilità a causa di una discussione per il biglietto non pagato. Ora quel conducente del mezzo pubblico è grave in ospedale, a Siena, mentre il migrante che ha tirato i fendenti è stato bloccato dai carabinieri solo sparando: prima alcuni colpi in aria, poi, visto che non si fermava, uno a una gamba. L'episodio è avvenuto oggi al capolinea di Santa Colomba, vicino a Monteriggioni (Siena) e poteva avere conseguenze peggiori.

L'aggressore è un migrante 19enne della Costa d'Avorio in attesa di espulsione dall'Italia dopo che gli hanno revocato lo status di "richiedente asilo". Risulta essere un migrante problematico, con difficoltà legate all'alcol e già noto ai gestori dei programmi di accoglienza e alle forze dell'ordine per le sue intemperanze.

**********

Monteriggioni è a due passi da Colle Valdelsa,, dove fu costruita la moschea con i soldi dei contribuenti, voluta dal PD, sottraendo una vasta area verde che, in origine, era destinata ai cittadini di colle.


Oriana Fallaci si battè affinchè quella moschea non venisse costruita (con un minareto alto 40 mt che sovrasta il paesaggio del Chianti Senese) e quella fu la sua ultima battaglia.

E loro ringraziano!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.17 08:33| 
 |
Rispondi al commento


Il killer di Amburgo era arrivato come rifugiato
Media, aveva contatti con ambienti salafiti. Un morto, uno dei sei feriti è in gravi condizioni

E' arrivato in Germania come rifugiato il 26/enne originario degli Emirati Arabi autore dell'aggressione a colpi di coltello ieri in un supermarket di Amburgo. Lo scrivono i media tedeschi. Il giovane "aveva contatti con ambienti salafiti", aveva "problemi psicologici e faceva uso abituale di droghe".
Ieri, in tarda serata, la polizia ha effettuato una perquisizione nel centro di accoglienza a Langenhorn dove il 26/enne viveva.

Uno dei sei feriti è in gravi condizioni. Lo rende noto la polizia tedesca, che fa un bilancio dell'attacco costato la vita ad un uomo di 50 anni.

*************

Veniva da un Paese "Povero"!!! Emirati Arabi!

In germania come in italia, quando gli immigrati creano problemi, per giustificarli dicono che avevano problemi psicologici.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.17 08:28| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Due bombardieri Nord Coreani, sorvolano gli USA.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 30.07.17 07:24| 
 |
Rispondi al commento

1) Il M5S scrive molto bene sul suo blog ma le notizie bisogna propagandarle fuori del blog. Bisogna quindi andare soprattutto in TV specie in RAI dove paghiamo il canone e soprattutto nei talk show o con interviste per dire alto e forte tutto quello che scriviamo nel nostro blog ed è solo così che la gente ci capisce e poi ci dà il proprio voto!

2) L'Italia è totalmente bloccata senza un minimo di fiducia nel futuro e tutto questo è colpa di Berlusconi e della mafia che ormai si è infiltrata in tutte le nostre istituzioni, nel nostro tessuto economico finanziario, ha distrutto ogni forma di libera concorrenza. Così comanda dappertutto con le buone o con le cattive maniere ed ha ridotto il nostro Paese alla fame ed alla disperazione!

3) Se alcune banche italiane sono in difficoltà lo Stato deve tutelare innanzitutto i risparmiatori come prescrive la nostra Costituzione, i sindacati devono tutelare i lavoratori come è nei loro compiti ed infine bisogna lasciare che le banche facciano il loro corso fino anche ad arrivare al fallimento come avviene per tutte le altre attività economiche del nostro Paese!

4) Per fermare i moltissimi profughi che vengono via mare in Italia bisogna mandare in giro le nostre navi militari le quali quando incontrano i vari barconi li devono prendere e riportare indietro da dove sono venuti!

5) Bisogna aiutare con forza la Palestina che deve diventare uno Stato libero ed indipendente e per converso bisogna condannare con forza Israele che emargina, maltratta e rende schiavi i Palestinesi. Bisogna condannare anche gli USA che per il dio denaro stanno distruggendo il mondo intero ed inoltre continuano a fare una politica estera di forte imperialismo facendo guerre e bombardamenti dappertutto a cominciare, se ben ricordate, dalla guerra in Corea, Vietnam, Iran, Iraq, Libia, Siria ed ora nuovamente contro la Corea del Nord ed allora dobbiamo dire nuovamente con forza agli americani “Yankee go home!”

Franco Rinaldin 30.07.17 04:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflessione sui traditori di ieri e di oggi e poi e anche quelli che lo hanno fatto sia ieri che oggi.

per capire che si tratta sempre della stessa feccia spesso padri e figli e nipoti potete vedere queste cose su youtube

youtube.com/watch?v=XXrAtdvDgfE

youtube.com/watch?v=4PfOw1VutJ0

youtube.com/watch?v=hJITm4PzMd0

youtube.com/watch?v=GdrZ2Mx8tI8

youtube.com/watch?v=oNwm0JKsZJw

youtube.com/watch?v=NS_-0vfmrJM

youtube.com/watch?v=Wrpqf3ijyZM

dopo aver visionato tutto ciò mi sono fatto questa sega mentale....

Vuoi vedere che fra 5 anni ci ritroveremo re giorgio grillino e magari anche fonzi e company tutti grillini?

io no io dissento e il culo lo uso per defecare non per andare in TV o sugli scranni.

riflettere fa bene 30.07.17 02:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i problemi dell'università sono l'ultima cosa da pensare in questo paese che va allo sfascio...

piccoli aggiustamenti semplici si possono trovare per esempio...

mettiamo che io sono iscritto ad architettura a Caniucattì e devo sostenere un esame di storia dell'arte... potrei sostenerlo vicino casa perché magari c'è un istituto che fa un corso equipollente proprio nella mia citta.

porto il libretto all'istituto vicino casa... sostengo l'esame... prendo il voto... e poi uso questo esame come se lo avessi sostenuto a Canicattì ma senza prendere un treno che magari mi fa spendere e senza dovermi allontanare tutte le volte a 100 km di distanza.

in sostanza basterebbe nominare con la stessa sigla gli esami equipollenti sia fatti in università che in altri istituti ISIA o altro.... e poi ogniuno va a sostenerlo sotto casa e non a km di distanza.....

però è troppo semplice e dunque non lo faranno mai.... in itaGlia servono le cose fatte a cazzo che funzionano male e rompono i coglioni al popolo... altrimenti i politicanti non nominato o nominati col tradimento non sono contenti.

a governanti di mmerda seguono situazioni di mmerda 30.07.17 01:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://youtu.be/1Aej9wmoQ7M
🎵 🎵🎵
Solo 5*.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 30.07.17 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Un Israelita che ha fatto carriera nel PD . E poi ci si lamenta che l'Italia viene venduta! Il PD è un'accozzaglia di extracomunitari che vogliono vendersi l'Italia!

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Yoram_Gutgeld


https://parlamento17.openpolis.it/parlamentare/gutgeld-itzhak-yoram/686744

Marco D 29.07.17 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Collega,
potrei sapere se Lei è diventato Associato o Ordinario durante l'epopea delle "Valutazioni Comparative"?
E' solo una curiosità, un piccolo dettaglio.
Grazie dell'informazione
Cordiali Saluti
Alberto D'Amore

Alberto D'Amore 29.07.17 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti...il libro andrà a ruba(coerenza)... con l'acquisto verrà concesso anche uno sconto sulla tessera del PD!
hahahha...
mi ricorda tanto il tesseramento con il biglietto omaggio all'Expoò di milano!
Grandi ladri!
So che i tesserati diminuiscono...
ma diminuiscono per la sfiducia o per la crisi?
Ai posteri l'ardua sentenza.
C'è il rischio che intervenga il Tesoro come per l'Unità!

hahha... hanno i conti in rosso...giusto sono comunisti!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.07.17 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Contrada - La polizia tennta una perquisizione senza mandato. L'avvocato difensore li caccia.

Tentano una nuova perquisizione a casa dell’ex-numero due del Sisde Bruno Contrada ma vengono cacciati dal difensore perché, in realtà, non hanno in mano alcun mandato. E successo ai colleghi di Contrada della polizia giudiziaria di Reggio Calabria spediti a casa dell’ex-funzionario dalla Procura che indaga sugli attentati ad alcuni carabinieri avvenuti nel ’94 in Calabria. Attentati, sostiene ora la Dda di Reggio Calabria ricalcando il teorema della Procura di Palermo, che andrebbero inquadrati in una sorta di stagione stragista voluta, insieme, da mafia e ‘ndrangheta, per ricattare lo Stato ed avviare una trattativa con le istituzioni per attenuare la normativa antimafia. Insomma la solita storia, per ora indimostrata, della trattativa Stato-mafia.

Quello di ieri, con la perquisizione andata a vuoto – la seconda nel giro di qualche giorno – è l’ennesimo capitolo della vicenda giudiziaria dell’ex-007, che proprio alcune settimane fa, dopo 25 anni di calvario, in seguito alle accuse di concorso esterno in associazione mafiosa, aveva ottenuto dalla Corte di Cassazione la revoca, tramite annullamento senza rinvio, della condanna dichiarata dai magistrati della Suprema Corte «ineseguibile e improduttiva di effetti penali» poiché il fatto non era previsto come reato.

*********

Contrada, dimentica di aver giurato fedeltà a questo Stato e comincia a aprire la bocca.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.07.17 20:41| 
 |
Rispondi al commento

La trasmissione segue sviluppando problematiche sempre più serie:

Ma non sarà che dopo la caduta del muro di Berlino sarà caduto anche il libero mercato? (?) [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 29.07.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Come fai se la provincia non ce l'hai?

Si apprende in questo momento da "la Versiliana" in onda su Tgcom24 che, per fare manutenzione alle strade provinciali, sono necessarie le Province. A far seguito all'abolizione delle Province, ci si interroga, come sarà possibile effettuare la manutenzione delle strade provinciali? Sempre che abbia capito bene..[IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 29.07.17 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo che libro...AVANTI verso il fallimento!
Grande scrittore il Best di chi ha rottamato:
1-L'unità
2-Il PD
3-Il PCI
4-Il MPS

Grande statista... in una montagna di merda!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.07.17 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Donazioni per Rousseau:
salve Davide,sono favorevole a donazioni per le esigenze del Movimento 5 Stelle in genere, ma sarei felice se venisse dalla Fondazione emessa la lista di moduli software da sviluppare con la richiesta di coinvolgimento degli iscritti al M5S disponibili a realizzarne gratuaitamente: sono certo che migliaia di softwaristi manderebbero la loro disponibilita' ed allora si che il Movimento 5 Stelle diventerebbe anche in questo caso tangibile il movimento del Popolo che affronta gratuitamente la costruzione di una ifrastruttura di necessita' comune come in passato il costruire un ponte su un fiume. Mi piacerebbe avere una risposta. Saluti gottardo

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 29.07.17 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamo quanto siamo dipendenti dall'estero nei settori vitali che sono quello energetico e quello alimentare.
La strategia del M5S ritengo debba essere quella di finanziare prioritariamente la ricerca in tali settori e non formare cervelli che fuggono verso paesi più competitivi, come avviene oggi.
Non dimentichiamo anche i riflessi occupazionali che si possono ottenere sia nel settore energetico delle rinnovabili, in particolare verso la microgenerazione diffusa sul territorio, che nel settore agricolo con "fattorie solari" che producono energia e cibi biologici.

maria t., olbia Commentatore certificato 29.07.17 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Gentiloni,che è uguale a Macron preciso,è talmente impegnato a bloccare le migliaia di migranti che ha previsto 2 navi (due!). Almeno con Mare Nostrum erano 5. E non ha aumentato i fondi stanziati contro l’invasione.Insomma è come il dittatore Kim che ha fatto l’ennesimo flop col suo missile caduto in mare.E sarebbe questo “l’enorme invio di grandi flotte e squadriglie aeree?!”
Insomma con Gentiloni se non è zuppa è pan bagnato,ovvero sempre nulla di fatto
In quanto alla dichiarazione per cui il Governo libico avrebbe accettato che le navi italiane riportassero in Libia i partenti,è stata smentita clamorosamente dal mezzo Governo libico:“Guai a farlo.La Libia lo prenderebbe come un’invasione territoriale”
Per ora l’Italia spende per i flussi la ridicola somma di 34 milioni,salvo che poi,una volta arrivati,ci costano 4 miliardi e mezzo.L’inutile Pinotti ha detto:“Risponderemo al fuoco se saremo attaccati!”Da chi?Dai migranti non credo. Dal capo che difende la Libia? Ma dov’è stata finora questa Pinotti che dovrebbe fare la faccia dura contro tutti i Paesi europei che ormai trattano l’Italia come il tappetino del cane?
Non bastava essere entrati in guerra in Libia e in Siria,ora entriamo anche in Egitto,alla faccia della Costituzione che vieta guerre aggressive. Ed è per questo che Renzi ha tagliato lo stato sociale,la polizia e i Canadair ed ha aumentato le spese militare del 23%?
Fronti bellici del mondo, aspettateci, non abbiamo niente da fare che entrare in nuove guerre!
L’Italia freme al comando renziano di “Armiamoci e partite!”-
Per respingere i migranti non ci sono mezzi ma per mandare elicotteri e droni per aiutare Al Serray che come alleato ha solo l’Italia sembra di sì, mentre il suo avversario Haftar è aiutato da mezzo mondo. Ma chi li sceglie questi alleati? E in nome di che?
Applicherei come motto al Pr (Partito Renziano) la frase che ho letto su una tigelleria di Sestola: “Qui trovate solo prodotti appena sformati"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.07.17 18:11| 
 |
Rispondi al commento

La ricerca applicata genericamente verso la competitività è un favore che facciamo ai paesi che nella realtà globale risultano più forti. Finanziare ricercatori che poi vanno all'estero perchè le nostre industrie sono state "comprate" da investitori internazionali riducendo di molto il nostro settore manifatturiero e anche molte strutture strategiche (es Telecom), non è un affare, anzi...
Vorrei finanziare la ricerca applicata verso l'indipendenza energetica ed alimentare.
Questa deve essere, prioritariamente, la strategia del M5S.

maria t., olbia Commentatore certificato 29.07.17 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Il Csm ha nominato il capo della procura più grande d’Italia, quella di Napoli, che deve combattere la camorra, e che, guarda caso, è stata quella che ha scoperto lo scandalo Consip che inguaiava il Lotti amico di Renzi e il babbo di Renzi.
C’era un candidato, De Raho, forte dei suoi titoli che da anni combatteva le mafie ma Renzi ha imposto il proprio candidato, più giovane e inesperto, Melillo, che era già stato scelto come vice di Orlando ed era anche commissario del Pd a Napoli, dunque ha scavalcato titoli, meriti e facoltà del Csm, nominando direttamente un uomo di sua fiducia che certo non gli romperà più le tasche con le accuse al padre e che affonderà nel buio il caso Consip.
Poi si dice che il Pd vuole punire l’apologia del fascismo, invece l’apologia del capo fa curriculum… e se non è fascismo questo…

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.07.17 17:49| 
 |
Rispondi al commento

FATE PRESTO!


...ad andare al governo (vamos al gobierno!)

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.07.17 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Viktor Orbàn:

"Una nazione forte non vive con i soldi di qualcun altro. Ringrazia istituzioni come il FMI per il loro aiuto e le saluta: rispedisce indietro i loro pacchi e spera di non doverle più incontrare".

"Oggi cresciamo quasi il doppio della media dell’Unione Europea e siamo in grado di fornire posti di lavoro per tutti coloro che vogliono lavorare. Pochi paesi del mondo sono in grado di farlo. Noi siamo uno di questi".

"Un piccola nazione come l’Ungheria, è forte solo se possiede le industrie strategiche che determinano il suo destino. Oggi lo Stato ungherese possiede la maggioranza nel settore energetico, in quello bancario e nel settore dei media, società prima scioccamente privatizzate".

"Per una nazione che vuole essere forte, il declino demografico dev’essere fuori questione. Una nazione che non è in grado di sostenersi demograficamente è destinata a scomparire".

"Molti di voi hanno notato che in Ungheria spendiamo una grande quantità di soldi sulle politiche per la famiglia. Volete sapere da dove prendiamo questi soldi? Li prendiamo dalle multinazionali sotto forma di tasse speciali".

"La domanda principale per il prossimo decennio è se l’Europa resterà quella degli europei; se l’Ungheria rimarrà il paese degli ungheresi, la Germania dei tedeschi, la Francia dei francesi, l’Italia degli italiani. Chi saranno i cittadini europei?".

"È del tutto evidente che la cultura dei migranti è in opposizione radicale alla cultura europea; e idee e valori in conflitto si escludono a vicenda. Pensiamo al rapporto uomo-donna nella cultura islamica: per gli europei hanno gli stessi diritti mentre per i musulmani ciò è inaccettabile. Questi due approcci non possono coesistere, ed è solo una questione di tempo che uno o l’altro prenda il sopravvento".

Gian Paolo ♞ 29.07.17 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2 profili per uno solo, il minorato morale.
Profilo 1- quello divulgato dalla cricca:
È in stile agiografico quello cioè proprio dei santi. Vi si narra l' infanzia spesa bene , al servizio dei princìpi più accettati e fruttuosi, la scalata meritoria fino al gradino più alto dell' impegno politico sempre di bianco vestito, simbolo di purezza. E poi i miracoli dei mille giorni, platee di saggi composti lo ascoltano e soffrono con lui pensando a quanti altri eventi straordinari si potevano compiere se solo le schiere , le legioni di demoni presenti anche tra i suoi prescelti non lo avessero tradito o tentato . Un martire che deve solo guarire per tornare al gradino alto.
profilo 2-un parassita xenomorfo
Nel pianeta denominato 1^ repubblica ormai fuori da ogni rotta, vi è un relitto. Si legge a malapena la matricola sbiadita : DC. È un velivolo antiquato. Viene captato un segnale originato dal relitto, sembra un SOS ma se si decifra bene si comprende che è un avvertimento , un impulso regolare ma non pacifico. Dentro al relitto delle uova , che cercano il calore necessario per schiudersi. Ignorato l' allarme, un uovo viene accolto a bordo del pd, si schiude e ne esce una creatura piccola e mostruosa che, assorbendo energia dal corpo ospitante, cresce a dismisura distruggendo chi lo ospita e impossessandosi dell' ambiente circostante , forte del fatto che qualcuno lo considera una creatura meravigliosa, un superstite da conservare. Equipaggio del pd sacrificabile. (libero adattamento da Alien)

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 29.07.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Il taglio dei fondi alle Università' rientra nella politica anti giovanile degli ultimi governi e si somma ai tanti mancati investimenti che dovrebbero consentire alle nuove generazioni di istruirsi e di trovare un lavoro. E meno male che al governo sono andati tanti giovani leoni e leonesse, o erano piuttosto iene?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.07.17 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Perfetto tutto molto condivisibile ma occorre anche capire come si otterranno le coperture finanziarie per tutte queste proposte, considerando l'immane debito pubblico che ci ritroviamo, capisco che non è compito dell'esperto di turno ma è necessario parlarne per dare credibilità al programma.

Filippo 29.07.17 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Roma
È meglio usate un linguaggio terra terra per farsi capire. E chi non lo capisce o el xe' cascá venti- trenta volte dal caregòto (seggiolone) e sempre di testa, oppure è giacchetti o la morani.
Se sotterri una me@da e poi vai a scavare cosa pensi di trovare, un arbre magique?
Roma è stata usata come discarica dai partiti, tutti. Non la solita normale fetida discarica cui siamo abituati , si tratta di uno sversatoio particolare, il deposito del percolato della politica: clientele , mafie tangenti , parentopoli .. E tutto ciò ha drenato denaro pubblico nelle tasche di chi ride sulle macerie di Roma. .
La discarica è stata aperta dal movimento 5*, cosa si pensava saltasse fuori ?
Quello che vediamo in questi giorni e nei prossimi è la semina degli infami che ora mani nei fianchi vogliono le soluzioni immediate dal movimento 5*.
Forza Virginia , vai avanti!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 29.07.17 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Anni fa, gli scienziati prendevano le distanze dalle politiche militaristiche dei governi, firmavano manifesti, marciavano per la pace...

Gli intellettuali, in certi casi, arrivarono a rinunciare alle cattedre, pur di non piegarsi ai diktat dei politici...

Gli artisti erano in prima linea a difendere i poveri e a sommergere il potere con le loro opere in favore della giustizia sociale...

Gli operai scioperavano per solidarietà nei confronti di chi subiva ingiustizie...

Ancora non avevamo i Mario Capanna a difesa estrema del proprio vitalizio (allora era in piazza a gridare esattamente il contrario) o i Fabio Fazio dedito al pallottoliere milionario.

I politici bisognava combatterli: oggi fanno la fila per vendersi al migliore offerente.

La prima cosa che si sono venduti è stata la dignità.
E il popolo, lobotomizzato dalla TV spazzatura, non è più in grado di indignarsi: pensa che sia normale "prostituirsi"; che un politico corrotto marcio sia innocente fino al terzo grado di giudizio; che le battaglie importanti siano quelle in favore delle nozze gay e rincitrullimenti del genere.

Perché meravigliarsi se siamo nella melma e se quelli che dovrebbero difenderci favoriscono le invasioni barbariche?

Ci hanno mescolati di proposito con l'ingrediente del Terzo Mondo, perché ci abituassimo a rinunciare ai diritti dei lavoratori, a quelli delle donne e via dicendo.

Chi, oggi, sarebbe in grado di scendere in piazza?

Gian Paolo ♞ 29.07.17 14:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cultura e' la sopravvivenza dell'uomo. Senza di essa l'uomo morirebbe. Io mi sono ben resa conto che una guardia carceraria guadagna più di un insegnante. Un pubblico dirigente guadagna più di un rettore universitario....Tutto questo è veramente contrario alla normalità. A volte mi chiedo in quale mondo viviamo. Mi sforzo a trovare qualcosa che in Italia sia veramente soddisfacente. Ditemelo voi per favore....

VERA G., ROMA Commentatore certificato 29.07.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Di Università ne so poco, troppo tecnico l'argomento. In realtà non so molto e mi chiedo: se non piove e i tubi perdono il 44% dell'acqua è colpa del M5S e di Virginia Raggi in particolare? Se l'Atac è fallimentare, in un anno cosa poteva fare la Giunta romana? Leggo sotto, farla fallire. Forse qualcosa hanno tentato ma un'azienda pubblica quotata in borsa, con tutti quei sindacati, in crisi finanziaria, non è risollevabile. A meno che non paghi Pantalone.
Non andrebbe bene. Meglio il tribunale. Chi pagherebbe allora? Chi fino a ieri ha approfittato di connivenze e fatto finta di non vedere. Mi dispiacerebbe per gli onesti, ce ne saranno pure. Vittime collaterali, ma forse capiranno. Altrimenti la vittima sarei io, in quota parte, e io non c'entro proprio.

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.07.17 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui non leggo di nessuna idea di con che soldi finanziare A ricerca B insegnamento (due cose diverse). Non ho letto bene?

Giambruno Enrico 29.07.17 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Penso che l'università debba essere gratuita per tutti , è un simbolo oltre che una fucina di conoscenza . In quanto tale chiunque la frequenti deve averne libero accesso e disponibilità . Insieme alla sanità e al welfare sono i pilastri di ogni società civile ! Questa è la vera ricchezza : la conoscenza !

vincenzodigiorgio 29.07.17 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!!

Paolo V 29.07.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento

"Alle cooperative 21,5 milioni per i clandestini"

La denuncia di De Corato: solo il 5 per cento di chi fa la domanda ottiene lo status di rifugiato
«Se qualcuno si chiedesse quanto fruttano i richiedenti asilo all'indotto delle cooperative, è presto detto: 21 milioni e 472mila euro fino al 2018».

Per saperne di più

http://www.ilgiornale.it/news/milano/cooperative-215-milioni-i-clandestini-1426031.html

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.07.17 13:12| 
 |
Rispondi al commento

L'attacco del Financial Times a Macron: "Traditore dell'Italia"

Il quotidiano della City contro l'Eliseo: "Accresce a Roma il senso di tradimento". Bocciata la nazionalizzazione di Stx e l'iniziativa unilaterale in Libia

*********

Dà troppo retta alla mamma.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.07.17 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Ora Macron trama con la Merkel per lasciare tutti i migranti all'Italia

Dopo lo sgambetto a Fincantieri e lo strappo sulla Libia, Macron lavora con la Merkel per riscrivere le regole di Schengen. Vogliono chiudere i propri confini e lasciare tutti i migranti all'Italia

**********

Chissà se a vincere le elezioni fosse stata la Le Pen, tutto questo sarebbe successo.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.07.17 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-------------COSI' SCRIVEVO UN ANNO FA-------------

------------------LA SOLUZIONE PER ROMA?------------

Cara Virginia, di ogni società che è praticamente fallita, CHIEDETE IL FALLIMENTO E COLLABORATE CON LA MAGISTRATURA PER TUTTI I REATI COMMESSI IN QUESTE SOCIETA'

Ogni altra soluzione è dannosa per i romani, per gli italiani e per il M5S

Max Stirner 05.11.16 13:14


Prende sempre più corpo la svolta PRO-CLANDESTINI del M5S!
Macron, rifiutandoli, ci fa solo un piacere, così forse capiremo che non si può continuare a lasciarci invadere da "cani e porci" e chiuderemo i porti. Cosa che andava fatta molto tempo fa.
"ALLEANZA DEI PAESI DRL MEDITERRANEO" !!?
Mi viene da ridere.....casomai "ALLEANZA DEI PEZZENTI FALLITI".

Fabio Tercovich 29.07.17 13:00| 
 |
Rispondi al commento

L'autore del testo si è opposto alla valutazione ed alla meritocrazia, fino al punto da contrastare le cattedre Natta, che vorrebbero attirare persone valide dall'estero. Spero che il M5S non appoggi queste idee

Alessandro S. Commentatore certificato 29.07.17 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Programma ricerca:
stop ai finanziamenti per la ricerca.
Tanto ci sono già gli altri paesi che la fanno anche per noi.

Pensiamo ad aiutare le famiglie italiane in difficoltà!
I soldi della ricerca devono andare a loro.

pz 29.07.17 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Le Università italiane talora sono divenute dei poltronifici per aspiranti professori in quota di questo o quell'altro partito politico; meglio (praticamente obbligatorio) se legati a opus-dei, comunione e liberazione, massoneria. Prima di tutto vanno chiusi quei corsi con un solo allievo (ed esistono). Secondariamente vanno chiuse le miriadi di università spuntate come funghi in città senza supporti strutturali e produttivi che ne giustifichino l'esistenza (grossi ospedali e centri di ricerca, settori produttivi tecnologici, fabbriche che impegano leghe e nuovi materiali). Deve esistere un meccanismo di feedback come esiste altrove nel quale sia monitorata l'attività del docente mediante un sistema di valutazione dell'utente pagante (cioè lo studente), in modo tale da tagliare i rami secchi (quei professori che si prendono lo stipendio pubblicano il lavoro di altri, non fanno mai lezione e non fanno gli esami di sessione come accade al sud) i corsi deserti vanno chiusi. L'assalto alle facoltà avviene anche per il deprezzamento del lavoro tecnico di livello intermedio; un congruo riconoscimento stipendiale di quel lavoro ridurrà sicuramente la pletora di iscrizioni verso facoltà con margini di guadango più elevato (medicina ecc.) - Il ri-finanziamento delle università deve cominciare da tagliare i rami secchi.

marioz o., genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.07.17 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un tizio entra in un bar supertecnologico per bere qualcosa.
Il barista è un robot e gli chiede qual è il suo quoziente d' intelligenza:

"150" risponde il cliente.

Allora il robot gli serve un whisky di malto di 16 anni, e inizia a parlargli del riscaldamento del globo, dell'interdipendenza ambientale, di problemi di meccanica quantistica, nanotecnologie ecc...

L'uomo incuriosito decide di testare ancora il robot.
Ritorna il giorno dopo ed il robot, gli domanda qual è il suo quoziente d'intelligenza:

L'uomo risponde: "90"

Allora il robot gli serve una birra, e inizia a parlargli di calcio, di donne, dei suoi piatti preferiti ecc...
Sempre più intrigato, il tizio ritorna ancora nel bar il giorno dopo, ed il robot gli richiede qual è il suo quoziente d'intelligenza:

Il tizio risponde: "40"

Allora il robot gli serve un bicchiere di Tavernello e poi gli chiede:

"Allora, si vota per Renzi anche stavolta, eh?"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 29.07.17 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Dove si prendono i soldi per finanziare adeguatamente l’Università e la ricerca?

Premesso
- che appartengono al popolo sovrano sia la riserva aurea sia i beni culturali e artistici italiani per un totale di 256 miliardi di euro
- che niente obbliga il popolo sovrano a prendere denaro in prestito dalla BCE
Premesso inoltre
che con un debito di 2.260 miliardi l’Italia è di fatto in una situazione fallimentare

Propongo
che il M5S indica due referendum conseguenziali

Il primo per chiedere ai 60 milioni di italiani se vogliono una quota nominale, non cedibile, di 4.266 euro e diventare così azionisti di una propria Banca il cui Dirigente, eletto in concomitanza con i Portavoce, abbia il compito di stampare - moneta del popolo sovrano - (utilizzabile sia all’interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE) e di gestirla in base a un programma economico finanziario deciso dal popolo azionista.

In caso la risposta sia affermativa e si crei dunque una Banca appartenente al popolo,
vista la situazione fallimentare del Paese, nel secondo referendum si chiederà se il popolo
- Vuole uscire dall’euro.
- Vuole restarci chiedendo alla BCE che gli euro stampati per l’Italia siano girati direttamente ai Paesi creditori, fino ad estinzione del debito.
- Vuole che la propria Banca intervenga proponendo ai creditori esteri un concordato fallimentare che specifichi quanto il popolo azionista intende offrire per estinguere il debito e chiudere il fallimento.

Concordo infatti con Rousseau che la volontà di un popolo non si rappresenta, o è essa stessa oppure è diversa, non c’è una via di mezzo.
Direi quindi che la democrazia diretta o si realizza, attivando una Trasparente Piattaforma a codice sorgente aperto, “uno spazio dove veramente ognuno conta uno” oppure a casa ci deve andare chi ha provato (?) a fare la rivoluzione senza riuscirci.
“In mezzo non c’è niente, mettetevelo bene in testa.”

Chiara Duovo 29.07.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco, la paura di molti è proprio questa: "è giusto garantire un riconoscimento a chi dimostri di lavorare meglio". L'unico riconoscimento accettabile per il merito dello studente è il voto. I voti non costano nulla. Non si può fare invece un discorso legato ai soldi perchè questi devono essere garantiti a chi non ha la possibilità economica di accedere all'università e ne ha quindi diritto (pure se non è una cima e non prende trenta e lode per esame). Purtroppo, conoscendo i favoritismi di certi burocrati universitari nei confronti dei figli dei loro colleghi, visto che esistono ancora le raccomandazioni, si ha notizia di giovani che hanno preso la borsa di studio grazie alle amicizie di papà, più che merito. Voci che circolano e difficilmente dimostrabili. A sto punto, che si prendano pure i voti alti, visto che non si può controllare tutto, ma i soldi vanno bloccati, destinati a chi ne ha bisogno davvero, cioè a quegli studenti di famiglie disagiate che non possono acquistare nemmeno i testi per lo studio...

Zampano . Commentatore certificato 29.07.17 11:28| 
 |
Rispondi al commento

OTOOOOOO.
"ha detto Galletti. “E’ chiaro che questo che stiamo prendendo è un provvedimento tampone – ha aggiunto il titolare del ministero dell’Ambiente – qui bisogna che il Comune di Roma ed Acea facciano il loro mestiere, che è quello di fare la manutenzione delle reti e le nuove infrastrutture”.
^^^^^
Galletto amburghese,ma sino a lo scorso hanno non avevano provveduto le varie amministrazioni?
E perchè non lo hanno fatto?
E perchè gli anni passati il silenzio assoluto?
Che ci sia da buttare qualche spruzzo sulla Giunta attuale no?
E perchè i media per parlare dell'acqua e la siccità,fanno sempre e solo ri ferimento a Roma?
Perchè le altre città vanno bene?
E perchè all'acqua,sempre per la giunta capitolina si parla pure dell'ATAC ?
E di questa azienda perchè non si parla dei debire regressi e dei mezzi abbandonati da anni?
Chissà perchè?
Vero, maiali!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.07.17 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori