Il Blog delle Stelle
Reddito di cittadinanza per un futuro migliore

Reddito di cittadinanza per un futuro migliore

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 31

di Roberto Fico

Le persone che abbandonano il nostro Paese non fanno altro che crescere. Tra queste ci sono sempre più giovani che scappano per cercare un futuro migliore. Il Reddito di cittadinanza consente anche ai nostri giovani di restare nel nostro Paese garantendo loro un reddito mentre cercano un lavoro o si formano, senza costringerli ad emigrare. Il Reddito di cittadinanza serve anche ad aumentare le pensioni minime a 780 euro al mese. Garantiamo un futuro migliore ai nostri giovani e un presente più dignitoso ai nostri anziani. Il 20 maggio vi aspettiamo a tutti a Perugia.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

2 Mag 2017, 10:36 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 31


Tags: fico, m5s, perugia, reddito di cittadinanza

Commenti

 

a proposito del 1° Maggio

Provate a sostituire la parola " lavoro " con la parola " reddito " in tutti i relativi discorsi.

Il lavoro deve essere sempre meno per tutti, sempre più condiviso e possibilmente
farlo fare sempre più agli automi.

Torquato L., foggia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.05.17 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Bisogno di avere nessuna preoccupazione per la vostra richiesta di prestito. La signora Chouinard, Romano mi ha concesso un prestito di€ 40.000, del 2% l'anno, i mesi passano, e due di me gli amici anche senza alcuna difficoltà. Così in contatto con se avete bisogno di un prestito tra particolare. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 03.05.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono iscritto da anni al M5S e da quando è nato lo voto. Ho studiato bene il testo sul Reddito di Cittadinanza presente al sito del Senato e per quanto riguarda quello che ha detto l'on. Fico sull'aumento delle pensioni minime a 780 euro non è previsto dal testo in quanto l'importo da corrispondere dipende dai componenti del nucleo familiari. Sul blog di Grillo alla sezione faq c'è proprio l'esempio di una coppia di pensionati che raggiungeranno, grazie all'incremento della propria pensione, l'importo di 1.170 euro e non 1.560 euro (780x2). E' importante non commettere errori su questo tema così sentito dalla gente. Di contro il m5s ha sempre combattuto per aumentare le pensioni minime, ma dire che grazie al reddito di cittadinanza tutte le pensioni minime saliranno a 780 euro non corrisponde al vero. Ho notato che non è l'unico parlamentare ad aver commesso tale errore. Forza M5S, andiamo al Governo e facciamo questa manovra perché come dice la senatrice Lezzi si tratta di una vera e propria manovra economica.

Lucas Fusaro, Rende (CS) Commentatore certificato 03.05.17 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che dubito che si riuscirà ad approvare un reddito di cittadinanza vista la nostra catastrofica situazione economica e i veti europei che ci bacchettano continuamente. Comunque visto che qui ci sono persone così convinte dell'efficacia del reddito di cittadinanza e che affermano di conoscere tutti i dettagli della proposta e che questi dettagli si trovano persino in rete (ho letto tutto quello che c'era in rete e non ho avuto risposte) li invito a rispondermi almeno alle seguenti domande:
1) Se uno è costretto a vivere con i genitori o con i nonni per sopravvivere perché non trova uno straccio di lavoro l'ottiene il reddito di cittadinanza? Ho capito di no perché conta il reddito familiare. Ma diamine, come fa uno a vivere autonomamente se non ha un suo reddito?
2) Sulle partite IVA. Ma fate finta o non lo sapete? Allora ve lo dico io come stanno le cose. Ci sono moltissime persone che hanno la partita IVA da un decennio, sono riusciti a fare qualche lavoretto ma non riescono più a lavorare da anni. Tanti l'hanno chiusa a questo punto, ma altri la mantengono nella speranza di riottenere qualche lavoro. Nel frattempo si devono far mantenere dai genitori, ovvero sono a loro carico. Un paradosso, già, ma è la realtà. Di questi che ne fate? Li mandate al macero?
Poi, parliamoci chiaro, se aprite a "europei e gli stranieri provenienti da Paesi che hanno sottoscritto accordi di reciprocità sulla
previdenza sociale" lo otterranno solo questi ultimi.
Infine non ho capito se:
3) C'è un limite di età?
4) Gli stranieri dotati di permesso di soggiorno potranno usufruire del reddito di cittadinanza?

Albert Consuli, Napoli Commentatore certificato 03.05.17 07:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao gente

Non ho molto da dirvi, vi chiedo di consultare questa banca: https://cibanque.com

Ecco il numero di telefono del direttore della Banca: + 330644146852

Ho successo nella mia vita a causa di un prestito che ho ricevuto in questa banca. Darvi più sbagliato non il ladro.

È possibile contattare la banca su questa mail: infos@cibanque.com

Grazie

rolaznde danderas, molise Commentatore certificato 03.05.17 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Roberto, non se ne può più!!!
Dalla mattina alla sera un martellamento continuo sulle primarie del giglio magico, io non pago il canone per CANALE~PD!

Giovanni F. Commentatore certificato 02.05.17 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha preso in giro la parte sana del PD per tre anni ora se non applica i nostri programmi che gratuitamente gli suggeriamo ogni giorno DOVREMOconvincere coloro che un po di cervello lo hanno. a fareDISOBBEDIENZA CIVILE.

pier luigi fanfera (pitagora1), frosinone Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.05.17 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Quando c'è da PAGARE o ci sono degli aumenti ci dicono.. Perché c'è lo chiede l'Europa.. Quando c'è d' APPRENDERE qualcosa di buono, necessario che c'è in tutta Europa.. Orecchie da mercante.. Un esempio.. prendiamo la Germania.. se ne parla tanto male e lì c'è da sempre ...

https://www3.arbeitsagentur.de/web/content/DE/BuergerinnenUndBuerger/Arbeitslosigkeit/Arbeitslosengeld/Detail/index.htm?dfContentId=L6019022DSTBAI485758

Sarebbe la salvezza per molti italiani bisognosi.. e per l'economia italiana.
Da dove prendere i soldi..? Chiedetelo alla Merkel..
M5S fate presto!

Vincenzo M. 02.05.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Sempre il solito discorso: 800 per far lavorare gli italiani, 1000 per far dormire gli africani..

Alberto Lupo 02.05.17 17:11| 
 |
Rispondi al commento

io non credo al reddito di cittadinanza, lo ritengo
un'altra trovata d'azzecca carbugli all'italiana.
Consiglio una assicurazione bonus malus concordata con i datori di lavoro che paga i veri disoccupati, condizionerebbe i datori ha ridurre l'orario di lavoro (vero sistema per far lavorare tutti), non assumere più in nero, ha pacare tasse e contributi e annulla la concorrenza sleale.

mario ciani 02.05.17 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Il Nazismo, al confronto, aveva le divise color rosa.(Riporto semplicemente IMO)

Bene, L' articolo proviene direttamente dalla Redazione di Controinformazione e, poichè trovo che sia alquanto intrigante, lo riporto paro paro. Certo, avrei anche potuto accludere solo il link ma, avendo consapevolezza della pigrizia di noi italiani, ho pensato che fosse più comodo per voi leggerlo dal vivo. Per chi lo vorrà fare, ovviamente.
"Se fossi francese voterei Marine Le Pen. La voterei da marxista senza se e senza ma. E prima di invocare il pericolo nazista, guardiamo al vero neonazismo" di Giuseppe Masala.
Da marxista potenziale elettore della “fascista” Le Pen mi sento come un disperato zelota nella fortezza di Masada. È un discorso davvero difficilissimo, quello che mi appresto a fare, ma ho sempre creduto nella chiarezza delle idee,nettezza e ho sempre detestato l’ambiguità del vigliacco.Io se fossi francese voterei Marine Le Pen. La nella voterei da marxista senza se e senza ma. Ve lo dico nettamente.

Francesco C. Commentatore certificato 02.05.17 15:49| 
 |
Rispondi al commento

segue Ve lo dico nettamente. Spero che abbiate la bontà di seguirmi in queste poche righe certamente non esaustive e non esplicative di quel che è davvero un travaglio interiore. Ieri Papa Francesco ha fatto un’esternazione criptica e allo stesso tempo emblematica sulle elezioni francesi: «So che una candidata è di destra e conservatrice. L’altro non so chi sia né da dove viene». Ora, ovviamente Jorge Bergoglio sa fin troppo bene da quale milieu culturale provenga Macron; probabilmente nella sua logica (è pur sempre il Papa!) ritiene che provenga direttamente dall’Inferno.
Emmanuel Macron è figlio diretto del costruttivismo e del post moderno, valori che ha profondamente introiettato e che fanno parte pienamente della sua traiettoria di vita, sia quella ufficiale sia quella “segreta”. Nulla da dire – ci mancherebbe – sulle sue scelte personali, ma molto da dire sulle sue scelte valoriali e sull’impostazione culturale di cui è figlio.L’ho detto in tutte le salse anche su questi schermi, il costruttivismo – o meglio l’impostura costruttivista – è l’avversario più subdolo e potente di Karl Marx, quello che più potentemente ha annullato le categorie di Marx – cioè oppressi e oppressori, sfruttati e sfruttatori – per sostituirle, appunto con un lavoro di decostruzione – con le categorie post moderne maschi/femmine (nell’accezione culturale della dicotomia), etero/gay, bianchi/neri e chi più ne ha ne metta. Il giochino può continuare all’infinito mettendo il velo di Maya alle categorie marxiane che mostrano il volto mostruoso del capitalismo. Macron ha come padre spirituale l‘economista Jaques Attali, ben più di un economista, un filosofo, un sociologo, un illuminato (o un ottenebrato, a seconda dell’ottica con la quale lo si vuole guardare), un visionario che guarda lontano e che allo stesso tempo disegna il futuro

Francesco C. Commentatore certificato 02.05.17 15:48| 
 |
Rispondi al commento

segue Ma quale futuro disegna Attali? Lascio a lui la parola così come l’ha pronunciata in un intervista a la Repubblica del 19 Agosto 2014:
«La riproduzione diventerà compito delle macchine, mentre la clonazione e le cellule staminali permetteranno a genitori-clienti di coltivare organi a volontà per sostituire i più difettosi. Un bambino potrà essere portato in grembo da una generazione precedente della stessa famiglia o da un donatore qualsiasi, e i figli di due coppie lesbiche nati da uno stesso donatore potranno sposarsi, dando vita a una famiglia con sole nonne e senza nonni. Molto più in là, i bambini potranno essere concepiti, portati in grembo e fatti nascere da matrici esterne, animali o artificiali, con grande vantaggio per tutti: degli uomini poiché potranno riprodursi senza affidare la nascita dei propri discendenti a rappresentanti dell’altro sesso; delle donne poiché si sbarazzeranno dei gravi del parto».Un mondo ai miei occhi distopico, il trionfo di Hitler e Mengele sebbene in divisa da SS color rosa.Il discorso sarebbe lunghissimo e certamente non adatto a questi schermi. Pongo l’accento solo su quel “genitori-clienti” che sottintende la nascita (già è nato per la verità) di un mercato della vita, ovviamente per ricchi. Inutile sottolineare l’accento sull’eugenetica degli uomini sani che attingono organi (evidentemente espiantati da uomini “inferiori” da usare come miniera). Potrei aggiungere che le donne che mettono al mondo gli uomini “giacimento di organi” saranno povere e che i beneficiari dei trattamenti saranno i figli di chi se lo può permettere.Inutile dire che questo è il trionfo del dottor Mengele. Evito di aprire il discorso sugli archetipi psicologici dell’uomo

Francesco C. Commentatore certificato 02.05.17 15:46| 
 |
Rispondi al commento

segue. Attali. Basta dire che tratteggia un nuovo capitalismo dove i ricchi saranno non solo ricchi ma la razza superiore teorizzata da Hitler e Mengele. Voi direte che questa è solo la visione di un pazzo? No mi spiace, Attali non è un pazzo ed è inserito in una corrente culturale fondamentale: il post moderno.Da dove traggono origine tante visioni, dal Manifesto Cyborg di Donna J. Haraway (peraltro fatto studiare in quell’ignobile postribolo capitalista noto come Università di Harvard), le ideologie sul gender, il suprematismo femminista (quello che io non troppo amichevolmente chiamo nazi-femminismo) e tante altre cose, diverse ma tutte unite dal filo conduttore di usare il corpo umano, la Vita come occasione di business – ultima frontiera – per il capitalismo morente e in crisi. Per tutto questo io non voterei mai, mai, mai e poi mai Macron che è figlio diretto (consapevole o inconsapevole non mi frega nulla) di questa visione distopica nella quale si sta trascinando il mondo. Il voto alla Le Pen può essere utile? Temo di no. Forse lei è cosciente dell’importanza della partita che si sta giocando in Francia (sicuramente ne è cosciente Jorge Mario Bergoglio). Una partita dove le questioni legate all’Euro, ai parametri di Maastricht e alla regolamentazione dell’immigrazioni sono cose minimali. Sicuramente l’importanza della partita non è compresa dagli elettori della Le Pen che sono all’oscuro anche perché perfino i candidati non ne parlano per non spaventare la gente.
Ma poco importa, i nuovi nazisti, i discepoli di Hitler e Mengele mascherati da “buoni” vanno fermati a tutti i costi. Quale sarebbe in tutto questoOvviamente nessuno lo farà né sotto l’aspetto economico né tantomeno su quello filosofico. Per questo mi sento come uno zelota nella fortezza di Masada sotto assedio romano.
Ora fucilatemi pure. Comunque delle vostre accuse di “rossobrunismo” je me’n fous. E vi contrappongo l’accusa di nazismo in divisa rosa.

Francesco C. Commentatore certificato 02.05.17 15:44| 
 |
Rispondi al commento

visto obbiettano con la scusa dei soldi , perchè non proporre subito un reddito alle famiglie e i giovani , cioè a chi non prende niente?

paolo b., ancona Commentatore certificato 02.05.17 14:53| 
 |
Rispondi al commento

continuiamo a crederci e ad appoggiarvi ma..
i mesi scorrono l'Italia sprofonda sotto il fondo (quando uno appunto pensava di aver toccato il massimo di bassezza scopri che esiste un livello ancora più basso)
le elezioni se va bene ce le faranno fare (e pensare che credevo fossimo una democrazia, si vede che ricordo male) l'anno prossimo immaginiamo verso novembre
Cosa saremo per allora?
IO ribadisco che premono manifestazioni in piazza e non potete farne una sola a Perugia, cavoli, non è utile e non è proficuo
dovete riuscire ad organizzare una manifestazione su più piazze in contemporanea, dovete permetterci di essere che significa viaggi e distanze fattibili in un giorno anche con bimbi piccoli..

Perchè non ascoltate queste richieste? se invadiamo le piazze non possono ignorarci, se da queste ne nasceranno altre manifestazioni che blocchino i centri pubblici inutili: vedasi praticamente Roma (mi dispiace per i romani, ma sono tutti là) ma anche altri importanti centri non potranno ignorare quello che è evidente
Da anni il M5S è il primo partito del paese e i sondaggi sono poco credibili quando danno quelle percentuali.
Quale democrazia c'è se quel partito ancora oggi non se lo si fila nessuno a livello di politica?
Riescono a ridicolizzarlo certo in Italia conta in molte realtà ma non nei punti nevralgici..vogliamo quindi ancora un anno aspettare stare alla finestra a vedere le peggiori porcate fatte senza vergogna?
un crollo e una sconfitta lampanti come le primarie te la fanno passare come la vittoria di Renzi . Lui che non conta più nulla in realtà a livello di voti, che ormai è un personaggio politico fallito, lui che rappresenta più di qualsiasi altro la vecchia politica.

Dovete permetterci di scendere in piazza e farlo con un senso e con un organizzazione

Dani Cap 02.05.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto continuerò a votare i 5 stelle da cinquantenne non credo che neppure due legislature a 5 stelle possano cambiare questo paese. Siamo troppo corrotti o per usare un linguaggio giovanile 'Troppo merde'.
Tanti piccoli e grandi maiali che con l'euro hanno migliorato la loro misera vita e a cui non importa che molti di più l'anno peggiorata.

tom ugo 02.05.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Un paese che per bocca di un Ministro di merda, schifoso,un pistola non
eletto e ignorante come il Poletti imbecille che ha dichiarato ( senza non
essere espulso!), che i 150 cervelli italiani fuggiti all'estero possono
restare lì dove sono che non ne abbiamo bisogno!

Un paese che per bocca di un Ministro di merda, schifoso,un pistola, un
essere del cazzo non eletto e ignorante come il Poletti imbecille che ha
dichiarato ( senza non essere espulso!), che per avere un lavoro bisogna
andare a leccare chi te lo propone è un paese che sta per morire!


O il popolo italiano cambia marcia alle prossime elezioni o qui in Italia sarà la fine.

O siamo un Popolo vero o finiremo come i poPoletti del PD: dei rincoglioniti ai gazebo taroccati.

Aldo B. 02.05.17 13:52| 
 |
Rispondi al commento

A me piacerebbe vedere un po' di dati, studi, paper ecc..dove si attesta che anche nei paesi €uropei presi a modello (es la germania dove nell'ultimo decennio la poverta' e' passata dal 12 al 16% e la ricchezza delle elite da 214 a 296 miliardi di $ - dai oxfam 2015 - e la forbice della disuguaglianza cresciuta esponenzialmente) senno' restan solo buone intenzioni irreali e ipotetiche

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 02.05.17 12:49| 
 |
Rispondi al commento

il reddito di cittadinanza c'e' in ogni paese europeo.

naturalmente, legato al reddito, c'e' anche una struttura ben funzionante, governativa, che si preoccupa di trovare lavoro a chi percepisce il reddito.

si crea un circcolo virtuoso: il cittadino, che non si sente piu' abbandonato dallo stato, ma sa di essere sostenuto nei momenti difficili, che possono arrivare per tutti, e' portato di piu' a spendere. cosi' come in quel momento vive veramente un momento difficile. e questi alimentano cosi' il mercato. di conseguenza si avranno piu' psoti di lavoro, per chi produce e/o distribuisce le merci e i servizi.

per un cittadino che si sente precario, ababndonato a se stesso e quando lavora sottopagato, l'unica cosa che puo' fare, quando puo', e' accumulare, non spendere. cosi', il mercato si ferma. e con esso il lavoro.

e' il solito discorso: chi piu' spende (bene), meno spende.

carlo 02.05.17 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma questo è uno dei pochi punti che non mi trovano daccordo, abbiamo già il reddito di cittadinanza in Italia : 3 milioni di statali e altrettanti invalidi! A non voler pensare male un terzo di statali scaldano la sedia e un terzo di invalidi sono falsi....
Bisogna premiare chi lavora, si impegna, investe, si qualifica ovvero imprenditori ed operai qualificati....non possiamo continuare a mantenere parassiti...

ANTONELLO CONTI 02.05.17 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È MOLTO MERAVIGLIOSO
Se
ho trovato il sorriso è grazie alla Signora Chouinard Romana che ho ricevuto un prestito di 55.000€ e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora, senza difficoltà, con un tasso del 2% all'Anno. Io ti suggerisco di non ingannare se stessi se si desidera fare domanda per un prestito in denaro per il vostro progetto e di qualsiasi altro. Ho pubblicare questo messaggio perché la Signora Chouinard Romano mi ha fatto bene con questo prestito.È attraverso un amico che ho incontrato questa donna onesta e generosa che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Quindi consigliamo di mettersi in contatto con lui e lui è in grado di soddisfare tutti i servizi da te richiesti. ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 02.05.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e i carcerati stranieri vanno rimandati al paese loro.
basta costi !!!

maurizio d., ao Commentatore certificato 02.05.17 11:05| 
 |
Rispondi al commento

con un tetto a tutte le pensioni italiane a 2000€ si troverebbero 33,1 miliardi di euro.
con 33,1 miliardi dai un reddito a tutti i disoccupati.
finanziabile.
facciamo pagare i ricchi che non hanno versato i contributi!!!

maurizio d., ao Commentatore certificato 02.05.17 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Ce la faremo alla faccia dei piddini poregrami!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 02.05.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Roberto Fico
02/05/2017
non un Reddito di cittadinanza, ma un Reddito di Formazione per il Lavoro!
La Saluto. 846

846 02.05.17 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori