Il Blog delle Stelle
#SceglieteIlFuturoTour: cambieremo la storia - Tutte le tappe

#SceglieteIlFuturoTour: cambieremo la storia - Tutte le tappe

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 167

di Giancarlo Cancelleri

Ci sono momenti destinati a cambiare il corso della storia. Il nostro, quello di tutti i siciliani, sta per arrivare. Il 5 novembre i siciliani hanno la possibilità di cambiare per sempre la storia di questa terra e lasciarsi alle spalle anni di soprusi e malapolitica. È possibile un futuro diverso, dove non ci sarà più posto per i Cuffaro e i Miccichè, non ci sarà più posto per gli stessi di sempre che si nascondono dietro Musumeci.

Possiamo liberare la Sicilia dai suoi aguzzini politici che da anni l'hanno devastata, che da anni decidono il destino di tutti i siciliani perbene costretti a lasciare per sempre la loro terra per sopravvivere. Decidono il destino anche di chi rimane e lotta, giorno dopo giorno, passo dopo passo, inseguendo il sogno di una Sicilia nuova, dove - come diceva Paolo Borsellino - la bellezza del fresco profumo di libertà si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.

Noi siamo pronti. Ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti voi. Ognuno di voi è importante allo stesso modo. E solo insieme avremo la forza per spezzare il filo dei vecchi partiti che hanno distrutto questa nostra meravigliosa terra.

All'inizio (ricordate?) ci dicevano che era impossibile. Che eravamo sognatori. Bene, è vero. È proprio sognando che siamo arrivati fin qua. E oggi che i sondaggi ci dicono che sarà una corsa all'ultimo voto, abbiamo il dovere morale di non mollare. Passo dopo passo. Centimetro dopo centimetro. Piazza dopo piazza. Dobbiamo riprenderci la nostra terra. Il 5 novembre è in gioco il futuro della Sicilia. Il MoVimento 5 Stelle è l'unica forza ad avere un programma vero e a proporre liste pulite. Dall'altra parte si nascondono gli stessi di sempre, quelli che ci hanno ridotti così.

Il 5 novembre scegliete il futuro. Non abbiamo alternative. Insieme ce la faremo.

ECCO TUTTE LE TAPPE DEL TOUR IN SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO. PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

20 ottobre
ore 15:30 Mazara del Vallo
Via Nicolò Tortorici 6
Ore 18:00 Partanna
P.zza Falcone e Borsellino (da corso V. Emanuele 164 verso p.zza Falcone e Borsellino)
Ore 21:00 Ribera
Piazza Giovanni XXIII

21 ottobre
Ore 9:30 Sciacca
Mercato di san Michele (Piazza Gerardo Noceto)
Passeggiata Porto (Lungomare Cristoforo Colombo)
Ore 12:00 Valle dei Templi
Ore 18:00 Gela
Piazza Umberto I, 93012 Gela CL, Italia
ore 21:00 Ragusa
Passeggiata ad Ibla

22 ottobre
ore 12:00 Vittoria
incrocio Via Cavour con Via Milano, Vittoria - c/o Isola Pedonale
Ore 15:30 Francofonte
Piazza Dante Alighieri
Ore 18:00 Priolo
Piazza Vittime del Femminicidio (Ex-Piazza Reno)
Ore 21:00 Siracusa
Piazza Santa Lucia, 96100 Siracusa SR, Italia

23 ottobre
Ore 15:30 Misterbianco
via Giordano Bruno 124 - Piazza XXV Aprile - Piazza Mazzini
Ore 18:00 Paternò
Via Vittorio Emanuele
Ore 21:00 Acireale
Largo Giovanni XXIII (Sotto L'arco del Vescovo)

24 ottobre
Ore 18:00 Caltagirone
Piazza Municipio
Ore 21:00 Enna
Piazza Vittorio Emanuele

27 ottobre
Ore 15:30 Villafranca Tirrena
Ore 18:00 Milazzo
Piazza Caio Duilio?
Ore 21:00 Messina
Piazza Cairoli

28 ottobre
Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day
Pomeriggio a Catania in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei
Ore 18:00 Augusta
Piazza Duomo
Ore 21:00 comizio a Catania
Piazza Università

29 ottobre
Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day
Intera giornata a Palermo in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei

30 ottobre
Ore 21:00 Trapani

31 ottobre
Ore 18:00 Alcamo
Corso VI Aprile (attraverso Piazza Ciullo d’Alcamo)
Ore 21:00 Sciacca

1 novembre
Ore 21:00 Agrigento
Piazza Cavour

2 novembre
Ore 18:00 Niscemi
Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre
Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Piazza Verdi



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

21 Ott 2017, 11:08 | Scrivi | Commenti (167) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 167


Tags: cancelleri, cuffaro, m5s, micchichè, musumeci, scegliete il futuro, sicilia

Commenti

 

HELLO COME QUESTE AMICI
Come Dio ha detto nell'aiuto della Bibbia l'un l'altro, è in questo contesto che la banca BNP PARIS DESSOUS vuole aiutare tutti coloro che sono in difficoltà di prestito. Sono Paul Claudia, per cui lavoro. denaro finanziato da 2000 a 500000 € a tutte le persone che ne hanno bisogno per aumentare la propria attività o pagare una grande casa, un'auto o creare
la tua attività con un tasso di interesse del 3%. Beh, se sei interessato, vuoi dirmi che hai maggiori informazioni su questa offerta di prestiti in denaro.
E-mail: paullclaudia47@gmail.com

paullclaudia 29.10.17 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, non capisco cosa aspettiate a indire un referendum sul CANONE RAI. Perché ci sono tantissimi cittadini INDIGNATI per essere obbligati a pagare per programmi in cui i mezzi busti hanno COMPENSI VERGOGNOSI come Fazio o le Parodi. Una Rai con TROPPI Tg e lottizzata dai partiti. Basta con questo Canone OBBLIGATORIO!

Giancarlo A. 29.10.17 08:04| 
 |
Rispondi al commento

MASADA 1880 22-10-2017 IL BUCO NERO
Blog di Viviana Vivarelli

Referendum lombardo e veneto – Datemi un motivo per votare i soliti noti. Il trenotour di Renzi- Travaglio e il rosatellum – Paradossale! Renzi-Boschi chiedono la testa di Visco ! – Migranti e profittatori. Integrazione o inserimento – Dove sono finiti tutti quelli che manifestavano contro Berlusconi?- Il M5S chiede il controllo dell’OCSE sulle elezioni siciliane – L’orrendo Rosatellum – Beppe Grillo: l’imprevisto che ha inceppato il sistema – Ue: 20 anni persi per niente – Perché la mafia vince in Sicilia – Illegalità produce illegalità -

Tocqueville (La democrazia in America, 1840): “Vi sono certe nazioni europee in cui l’abitante si considera come una specie di colono, indifferente al destino del luogo che abita. I più grandi cambiamenti si verificano nel suo Paese senza il suo concorso; non sa nemmeno cosa sia avvenuto […] pensa che tutto questo non lo riguardi, che appartenga ad un potere straniero chiamato Governo. Quest’uomo, benché abbia fatto un sacrificio così completo del suo libero arbitrio, non predilige, più di un altro, l’obbedienza. Si sottomette, è vero, al beneplacito di un funzionario; ma si compiace di sfidare la legge, come un nemico vinto, appena la forza si ritira. Così lo si vede incessantemente oscillare tra servitù e licenza”.
.
“Il potere è il Vinavil più forte del mondo”. (A. Daniele)
.
Miccoli, ex capitano Palermo calcio, condannato a 3 anni e 6 mesi per estorsione con metodo mafioso! Musumeci indignato: "Come mai non l'abbiamo candidato"?
MC79
.
Da Drakula 1 a DraKula 21
Rinasce l'accozzaglia. Più oscena di pria.
Viviana
.
Nat_brodski
Più che un giuramento di associazione è stato un rito di affiliazione. Mancava solo che mescolassero il sangue e poi era completo!
.
pER LEGGERLO TUTTO CLICCA il mio nome
o vai a masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Anna Gaiulli 10:01
Ho trovato questo ma è del 2012...l'Appendino non so se abbia provveduto a una nuova normativa o meno.
http://www.comune.torino.it/vigiliurbani/sanzioni/recuperocrediti.shtml

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.10.17 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi è vittima del proprio male pianga se stesso. Il 5 novembre i siciliani saranno responsabili di quello che voteranno. Possono cambiare per sperare in un futuro migliore, se non lo faranno , che abbiamo la decenza di non lamentarsi, vorrà dire che gli piace sguazzare nella mer....

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 22.10.17 11:35| 
 |
Rispondi al commento

@ ANTONNIO O ANTONIO

Ti pregherei di smetterla di inneggiare "al baffone" così come anche a "berlinguer". Ti ricordo che "qui" non esiste la destra e la sinistra e non abbiamo bisogno di svegliare "vecchie" emozioni, aggiungo che a causa del grido in piazza san giovanni a Roma inneggiando il tuo caro "compagno" si sono perse le elezioni europee !!!! Se persiste la nostalgia credo si stia proponendo la ricostruzione del partito, credo si chiami "mdp" potresti sempre rivolgerti a loro. La stessa preghiera la rivolgo alla Tua cara amata "compagna".
Senza rancore.
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 22.10.17 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intercettazione tra 1816 e 6181:
Tu prendi quelli che scappano di qui, Io, prendo quelli che scappano di là.
E se qualcuno si ribella?
Tu ne assumi altri 7000, tanto poi, pagano quei Fessi.
Sì, vabbè, ma poi, le pensioni, chi gliele paga anche a questi 7000?
Sempre i Fessi, non ricordi che, proprio perché non pagavamo loro i contributi previdenziali, abbiamo fatto confluire l'INPDAP nell'INPS?

antonnio d., carrara Commentatore certificato 22.10.17 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Intercettazione Tu prendi quelli che scappano di qui, Io, prendo quelli che scappano di là.
E se qualcuno si ribella?
Tu ne assumi altri 7000, tanto poi, pagano quei Fessi.
Sì, vabbè, ma poi, le pensioni, chi gliele paga anche a questi 7000?
Sempre i Fessi, non ricordi che, proprio perché non pagavamo loro i contributi previdenziali, abbiamo fatto confluire l'INPDAP nell'INPS?
di 1816 con 6181:

antonnio d., carrara Commentatore certificato 22.10.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

NON POSSIAMO PERMETTERLO 😠
Pietrangelo Buttafuoco oggi scrive sul singolare viaggio in treno del cazzaro, noto anche con il nickname Matteo Renzi. Non prenderà il traghetto il bulletto toscano, finirà il viaggio a Scilla. Non verrà in Sicilia come logica vorrebbe: qui ci sono le elezioni, il cui risultato avrà enormi effetti a Roma. Non viene perché sa che qui quel che resta del suo partito di ex sinistra prenderà un epico calcio nei cabassisi . 5 anni affidati a quella cosa inutile di CroCetto hanno lasciato il segno, 5 anni in cui il non governatore ha preso per i fondelli persino i disabili. Il 5 novembre con ogni probabilità vincerà Musumeci. E con lui vincerà la sua variopinta brigata, una band-wagon in cui son saliti pure quelli di Noi con Salvini. E quando vincerà i grandi statisti vicini al popolo come Miccichè e Genovese batteranno cassa. Quelli che hanno perso si precipiteranno a recitare la parte del figliol prodigo. Buttanissima Sicilia, dice Buttafuoco. Dopo il 5 novembre non cambierà una beata minchia

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.nsd.uib.no/nsd/english/school_election.html

The School Elections
The School Election Project
One of the great challenges of all democracies is to get their citizens involved in the political system. Declining turnout and increasing indifference is haunting old as well as newer democracies. Obviously, the school is an important arena for equipping younger people with both knowledge and engagement that could benefit the political system. Mock elections is a frequently used pedagogical tool to make the teaching about politics more interesting, and the effect is expected to be increased political awareness and competence among the pupils, and a higher turnout among the first time voters in real elections. In connection with the parliamentary election in Norway in 1989, all the mock elections at the high school level were nationally co-ordinated for the first time. Since then, mock elections have been arranged prior to all parliamentary and local elections in Norway, also including the referendum about Norwegian membership in the European Union in 1994. In addition to the mock elections, the project also includes an election survey among the pupils, and a similar survey conducted among a representative sample of the Norwegian population. The data makes it possible to analyse sub-groups of the age-cohort 15-19 year old. Further, it is possible to compare the pupils’ attitudes and values to the general population, and to analyse changes over time. We will briefly summarise the project in a few central paragraphs:

History and facts
Financed by the Norwegian Ministry of Education, from 2005 by the Norwegian Directorate for Education and Training.
NSD - Norwegian Centre for Research Data has been responsible for all the surveys, and from 1995 also for the election. IBM Norway co-ordinated the elections from 1989 to 1994.
All high schools in Norway are invited to participate, and each school decides if it should take part in the election, ......

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.10.17 10:15| 
 |
Rispondi al commento

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE DEVE PROMUOVERE E PARLARE DEI BAMNINI E DEI GIOVANI!

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE DEVE INVESTIRE SUI BAMBINI, SUL FUTORO. DEVE DARE SPAZIO ALLA LORO VOCE E COSI COSTRUIRE LA NAZIONE DELLE FONDAMENTA!

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE NON PARLA E NON DA SPAZIO AI POCHI BAMBINI CHE LA NAZIONE HA A DISPOSIZIONE

PENSATECI!!


INSERITE LE VOTAZIONI SCOLASTICHE !!!!! PER INSEGNARE LA VITA CIVILE AI FUTURI ELETTORI, AGLI EREDI DEL PAESE!!!


BISOGNA FARLO!!!

https://en.wikipedia.org/wiki/School_Election_Project

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.10.17 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SICILIANIIIII !!!!!!!
IL Passato e il presente lo avete vissuto!
Vi ricordate quando i vostri avi e ora i vostri giovani debbono uscire dalla propria terra per avere un futuro ,un lavoro,una dignità.
Navi cariche di disperati verso le Americhe.
Si che ve lo ricordate.
Ricordate chi comandava l'isola...si che ve lo ricordate!
Ora ci sono i loro figli che amministrano.
Non avete scelta siete costretti, per colpa di chi vi ha governato in tutti questi anni,
di votare e provare il m5s.
Suvvia votate Cancelleri,gli altri sono della vecchia guardia,hanno solo cambiato casacca!
Fatelo per il FUTURO,per i vostri figli,nipoti,mogli ed amici...evitate di dare i voti alla Mafia perchè vi ritroverete nelle stesse condizioni degli anni passati!
Grazie!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.10.17 10:08| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di aguzzini, mi è arrivato un preavviso di fermo amministrativo del veicolo dalla SORIS (la società di riscossione di Torino, una sorta di Equitalia piemontese) per multe del 2004, notificate con ingiunzione del 2010.

Poichè le multe si prescrivono in 5 anni, era già illegittima l'ingiunzione del 2010 e lo è pure il fermo del veicolo adesso nel 2017.
Loro lo sanno benissimo ma chi se ne frega: se vuoi usare la macchina paga, poi si vedrà. Multe che avevo probabilmente già pagato ma chi li va a trovare i bollettini di 13 anni fa?

Quello che più mi fa rabbia è pensare al sindaco Appendino che nel 2016 chiedeva alla Soris una maggiore efficacia nelle riscossioni, per poi compiacersi del successivo incremento, pare del 60%, delle entrate.

Ma così è troppo facile, basta prendere vecchie multe e spedire a ventaglio procedure di fermo veicolo: la gente ha bisogno della macchina, non trova i bollettini, paga e le riscossioni aumentano.

Geniale, complimenti ad Appendino, alla Giunta, alla Soris e ai fessi come me che hanno pure votato M5S convinti che dovesse arginare proprio questo genere di vessazioni ai cittadini.
Poi Grillo dice che il M5S non è più percepito come innovativo per problemi di comunicazione.

Anna Gaiulli 22.10.17 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il paese di corccettaaa

https://www.youtube.com/watch?v=kpfUQ68OWgU

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.10.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

ogliono l'autonomia hahahaha.... noi vogliamo tutti l'autonomia,tutte le regioni,tutti i comuni,tutte le provincie,tutto il mondo vuole autonomia,libertà e democrazia e invece cosa ci danno?
Il Cetriolo!
Cari segaioli del nord,vorremmo togliere le regioni speciali perchè sono anacronistiche e voi cvolete l'autonomia?
hhahahha... farete la Petania?
Come fantozzi sulla corazzata potionschi...." è una cagata pazzesca"

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.10.17 09:52| 
 |
Rispondi al commento

INVITO AI SICILIANI A SCEGLIERE IL FUTURO X OGGI E X DOMANI E X CONVENIENZA IL M5S FUNZIONA PERFETTAMENTE ! W IL M5S

lupo 22.10.17 09:52| 
 |
Rispondi al commento

...vediamola dall'altra parte.

Se non ci fossero in ricandidatura ne eugenio renzi, ne eugenio berlusconi, ma al loro posto altri 2 NUOVI NOTABILI ciarlatani .
..molti elettori abboccherebbero ancor di più col loro voto .
Sarebbero ancor di più convinti( pendendo dalle labbra dell'attesa novità,) che finalmente sono arrivati 2 nuovi messia.

Allora è meglio che rimangano i vecchi...così abbiamo modo di descriverne i loro comportamenti passati e prevederne i... FUTURI

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 22.10.17 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Si sono fregati 110 miliardi di € e il pedofilo di Arcore ed minchione di Rignano(?) e tutto il codazzo al seguito hanno anche la faccia di presentarsi ancora!!!!! vergogna!!!!

Dai Cancelleri, che se ci vota Crocetta , li stracciamo tutti e speriamo anche che Fava prenda il 25% previsto e Renzi ritorni al 10% che aveva con la Margherituccia!!!!!!!!!!!!!!!!

salvatore carboni, oristano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 22.10.17 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sono nata in un ambiente di sinistra, sono cresciuta respirando aria di sinistra, sono stata molto povera e ho patito tutte le mancanze e le sofferenze di chi è stato a lungo molto povero, ho abbracciato tutti i valori della sinistra, poi ho abbracciato il pensiero no global che difendeva i diritti dei senza potere del mondo contro gli abusi e la crudeltà della finanza, del potere bancario, delle multinazionali, fdei signori della guerra, dei padroni del petrolio, degli squali del mercato, del fascismo americano. Ma nella mia lunga vita ho visto i valori della sinistra italiana ed europea marcire e svanire, come un frutto che nutre i vermi che la portano al completo disfacimento fino a diventare con Renzi l'assoluto contrario di ciò per cui era nata e che doveva essere. Per me oggi è una vera sofferenza vedere che c'è chi ancora questo disfacimento non lo vede e vota per un partito credendo illusoriamente che incarni le proprie idee e difenda il popolo. E soffro ancora di più di fronte a coloro che evitano con cura di informarsi, di interessarsi, di capire e risolvono tutto con un astensionismo vigliacco come colui che vede un uomo affogare e volta lo sguardo da un'altra parte fingendo che non esista e che lui non possa farci niente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al minuto 00:08:32 ha ha ha ha ha

https://www.youtube.com/watch?v=2j4XAz0azYQ

Grande Giancarlo!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.10.17 09:09| 
 |
Rispondi al commento

**3
Poi l’allegra brigata andò al governo e se ne scordò, tant’è che mai, neppure ai tempi di B., si videro tante leggi di incerta paternità, in cerca d’autore, figlie di NN.
Siccome le leggi, come le mozioni, non si scrivono da sole, attendiamo ancora di sapere chi, a Natale del 2014, infilò nella riforma fiscale il condono “salva-B.” per le frodi. Chi inserì nella Manovra 2015 l’emendamento pro petrolieri tanto caro al fidanzato lobbista della ministra Guidi. Chi, nella primavera scorsa, ebbe l’ideona di dare ai derubati la licenza di uccidere i ladri in casa, ma solo nelle ore notturne. Chi, un mese fa, ha introdotto nel decreto del ministro Orlando la demenziale pretesa che la polizia giudiziaria e i pm non riportino più negli atti d’indagine le trascrizioni delle intercettazioni, ma solo i riassunti. E chi ha scritto la mozione anti-Visco.
Dinanzi al fondato sospetto che la sottosegretaria abbia mentito al Parlamento per nascondere il suo conflitto d’interessi e conservare la cadrega, vale un principio etico che non sapremmo riassumere meglio di così: “Questa vicenda mi lascia un senso di tristezza addosso… è in gioco la fiducia verso le istituzioni. Io al suo posto mi sarei dimessa, c’è un punto grave in questa vicenda: che ancora una volta si è data l’immagine di un Paese in cui sono delle corsie preferenziali per gli amici degli amici. Abbiamo perso un’altra occasione di fronte ai cittadini… Non è un problema giudiziario, ma politico”. Così parlò Maria Elena Boschi, a Ballarò e al Corriere, il 16 e il 24.112013. Formalmente ce l’aveva col conflitto d’interessi della ministra Cancellieri con la famiglia Ligresti. Ma, sotto sotto, stava già confessando il suo con la famiglia Boschi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 09:03| 
 |
Rispondi al commento

**2
Infatti poi evitò di smentire il nostro Giorgio Meletti quando rivelò che nel 2014 aveva incontrato nella villa di Laterina (Arezzo) -assieme a suo padre Pierluigi, allora nel Cda di Etruria, e al presidente della banca aretina Giuseppe Fornasari – il presidente e l’ad di Veneto Banca, Flavio Trinca e Vincenzo Consoli: forse perché anche quel fatto era vero. E non volle commentare la telefonata intercettata il 3.2.2015 del suo babbo che diceva a Consoli: “Io ne parlo con mia figlia, col presidente (Renzi, ndr) domani e ci si sente in serata”.
Forse perché non c’era niente da smentire, salvo il suo giuramento alla Camera dei Deputati, il 18.12.2015, di non essere in conflitto di interessi per non essersi mai occupata di Etruria. Il 20 giugno il Fatto le inviò quattro domande su quei fatti e quel giuramento, ma in quattro mesi la sottosegretaria non ha trovato neppure il tempo per dirci che non avrebbe risposto. Ma mentire al Parlamento è ancor più grave che nascondersi alla stampa e all’opinione pubblica. E dal 18.12.2015 sono trascorsi 20 mesi ed emersi molti fatti nuovi. Dunque è il caso che le opposizioni riconvochino la statista di Laterina in Parlamento. E le domandino se ripeterebbe di non essere in conflitto di interessi per non essersi mai occupata di Etruria.
Ora M5S e Mdp annunciano un’interrogazione al governo, a cui speriamo che risponda la diretta interessata. Spiegando, oltre a tutte le entrate a gamba tesa nell’affare Etruria, cosa le sia saltato in mente di dar l’assalto al governatore di Bankitalia che ha multato per ben due volte il suo babbo per la malagestione di Etruria; o, in subordine, smentire di averlo fatto e rivelarci – prove alla mano – chi è il vero autore della mozione della discordia. Se non andiamo errati, uno dei refrain delle “Leopolde” renziane ai tempi della scalata al Pd era il “principio di responsabilità”: bisogna sempre sapere chi fa cosa, perché i cittadini possono giudicarlo e poi premiarlo o punirlo nelle urne.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 09:02| 
 |
Rispondi al commento

**1
TU CHIAMALE, SE VUOI, MOZIONI
Marco Travaglio
Lungi da noi il proposito di infierire su Maria Elena Boschi, che ha già il grave handicap di essere Maria Elena Boschi. Però forse, e sottolineo forse, persino in Italia c’è ancora un limite alle bugie. Parliamo della famigerata mozione del Pd che chiedeva l’eventuale testa del governatore di Bankitalia. Famigerata non per le critiche a Ignazio Visco, meritatissime, ma per il pulpito da cui piovono: il Giglio Magico renziano, che sulle banche ne ha combinate più di Bertoldo in Francia. Siccome la mozione ha fatto infuriare tutti, non trova uno straccio di prestanome che ne rivendichi la paternità. A parte il capogruppo alla Camera, rag. Ettore Rosato, che però l’ha solo fatta propria per ragioni di ufficio; e la deputata ignota ai più Silvia Fregolent, che ci ha messo la prima firma, ma tutti sanno che non s’è mai occupata di Bankitalia in vita sua né mai prenderebbe una simile iniziativa senza che qualcuno gliela commissioni
Ieri il nostro Marco Palombi ha scritto che l’autrice del capolavoro è la stessa Boschi, unendo i puntini: la Fregolent è una fedelissima della Boschi; la Boschi era l’unico membro del governo a conoscere la mozione fin da subito, quando tutti gli altri big (a parte Renzi, si capisce) la ignoravano; la mozione non è mai passata per l’ufficio legislativo Pd alla Camera; era ignota al coordinatore delle mozioni Pd, l’orlandiano Martella; mai è stata discussa dagli organi ufficiali del partito; e soprattutto è stata trasmessa last minute al sottosegretario Baretta, che seguiva la cosa a Montecitorio per conto del governo, da una e-mail proveniente da Palazzo Chigi. Ieri abbiamo atteso per tutto il giorno una smentita della sottosegretaria,invano. Del resto,appena la Boschi smentisce qualcosa,si capisce subito che quel qualcosa è vero: tipo quando smentì Ferruccio de Bortoli sulla sua telefonata all’ad di Unicredit per il salvataggio di Banca Etruria,annunciando una querela poi mai vista.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha da venì Baffone! punto.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 22.10.17 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo in 4 anni ha smontato il gigantesco apparato di potere finanziario del capitalismo, anzi del turbocapitalismo, a cui si deve l’oppressione dei popoli, la crisi, lo strapotere delle banche, la divisione angoscioso del mondo tra poveri sempre più poveri e ricchi sempre più ricchi, i trucchi delle banche e delle borse, l’inquinamento del globo, … le morti e le malattie inutili…Ha fatto questo enorme lavoro con l’aiuto di economisti, politici, premi Nobel, specialisti di ogni disciplina. Ha compiuto assieme a loro un enorme lavoro di informazione in cui i suoi lettori sono cresciuti in conoscenza, idealità, senso della democrazia, costituzionalismo, passione civile.. Nessun partito ha mai fatto negli ultimi 20 anni un lavoro pedagogico minimamente pari al suo.
Soprattutto ha reso a molti Italiana la dignità e il coraggio, il senso di appartenere a una comunità, il dovere di partecipate a un lavoro comune.
La rivoluzione culturale che ha ottenuto è gigantesca.
E solo dei faziosi scervellati possono non vedere l’opportunismo dei servi di partito e le passioni ideali dei 5stelle. La differenza ormai tra le due Italie è innegabile e senza possibile confronto.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:43| 
 |
Rispondi al commento

In 20 anni non sono stati capaci di fare una legge sul conflitto di interessi
Non sono stati capaci di fare una legge sull’anticorruzione
Non sono stati capaci di difendere i valori nazionali e la sovranità popolare dall’arbitrio assassino dei grandi magnati internazionali,
di epurare i delinquenti dai vertici delle istituzioni e dalle liste elettorali,
di realizzare la Costituzione e concretizzare la democrazia
di onorare i valori e i principi di una ideologia che voleva la lotta al capitalismo e il riscatto del proletariato
di rendere Stato un mondo di valori nati per difendere i deboli dagli abusi dei potenti e per moderare l’avidità degli squali
di tenere se stessi all’altezza dei padri del socialismo iniziale e di onorare quelli che sono morti per liberare questo Paese dall’oppressione nazifascista o di tenere se stessi all’altezza di qualsiasi persona onesta e attenta al bene comune, di qualsiasi uomo o donna che abbia passioni civili e rispetto democratico.
La deriva da quello che nacque come movimento di liberazione delle masse dall’oppressione del capitale sfocia nel Pd attuale, diventato il cane da guardia del capitale e il primo oppressore delle masse.
Mafia, camorra e 'ndrangheta gli sono a fianco, assieme ai peggiori delinquenti del Paese, ai bancari assassini, alla finanza internazionale, a quelli che vogliono distruggere l'Italia come Padoan, a quelli che vogliono la svendita assoluta dei nostri beni e delle nostre risorse nazionali, ai ladri di Stato e di cortile, alle multinazionali del mercato e del crimine. A simili soggetti bisogna sputare in faccia, altro che votarli!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Diceva Berlinguer nel 1981:

“Noi pensiamo che il tipo di sviluppo economico e sociale capitalistico sia causa di gravi distorsioni, di immensi costi e disparità sociali, di enormi sprechi di ricchezza. Non vogliamo seguire i modelli di socialismo che si sono finora realizzati, rifiutiamo una rigida e centralizzata pianificazione dell’economia, pensiamo che il mercato possa mantenere una funzione essenziale, che l’iniziativa individuale sia insostituibile, che l’impresa privata abbia un suo spazio e conservi un suo ruolo importante. Ma siamo convinti che tutte queste realtà, dentro le forme capitalistiche -e soprattutto, oggi, sotto la cappa di piombo del sistema imperniato sulla DC- non funzionano più, e che quindi si possa e si debba discutere in qual modo superare il capitalismo inteso come meccanismo, come sistema, giacché esso, oggi, sta creando masse crescenti di disoccupati, di emarginati, di sfruttati. Sta qui, al fondo, la causa non solo dell’attuale crisi economica, ma di fenomeni di barbarie, del diffondersi della droga, del rifiuto del lavoro, della sfiducia, della noia, della disperazione“.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Berlinguer
“Noi vogliamo che i partiti cessino di occupare lo Stato. I partiti debbono, come dice la nostra Costituzione, concorrere alla formazione della volontà politica della nazione; e ciò possono farlo non occupando pezzi sempre più larghi di Stato, sempre più numerosi centri di potere in ogni campo, ma interpretando le grandi correnti di opinione, organizzando le aspirazioni del popolo, controllando democraticamente l’operato delle istituzioni..”

“Noi pensiamo che il privilegio vada combattuto e distrutto ovunque si annidi, che i poveri e gli emarginati, gli svantaggiati, vadano difesi, e gli vada data voce e possibilità concreta di contare nelle decisioni e di cambiare le proprie condizioni, che certi bisogni sociali e umani oggi ignorati vadano soddisfatti con priorità rispetto ad altri, che la professionalità e il merito vadano premiati, che la partecipazione di ogni cittadino e di ogni cittadina alla cosa pubblica debba essere assicurata..” Berlinguer
Dopo 30 anni di politici alla Ballarò, di venditori di pentole, di ladri, mafiosi, dipendenti, ruffiani, poltronisti, etc sembra impossibile pensare che un Politico vero si esprime cosi
Sono queste idee che hanno fatto di me un uomo di Sinistra.
Aspirare ad un futuro migliore con i piedi ben piantati per terra. Migliorarsi non come semplici individui, ma come Nazione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Sergio Ics
Dopo una lista interminabile di personaggi mentitori, corrotti, viziosi, collusi e trasversalmente impastati… con tutti i giochi di palazzo, gli intrallazzi nelle amministrazioni da locali a ministeriali, governatori inquisiti, filo-trans-cocainomani, tesorieri furbacchioni, ministri raccomandati da potenti, ex governatori rinviati a giudizio.. Ville con terreni come praterie ,barche a vela, case a Manahttan, leggi ad personam, ad castam..Prescritti e pregiudicati..Cattocomunisti, voltagiubba.. Conflitti d’interesse, nepotismi, clientele e voti di scambio.. Protettori del gioco d’azzardo, di scudi fiscali, di fondazioni dove circolano mazzette tout court, banche e finanziarie fallimentari.. Dopo tutto ció, Il popolo piddino, clientelato, con il suo miserabile orticello dove semina finocchi e raccoglie piante d’ipocrisia.. Non soltanto si consola con le grande glorie del passato.. Non soltanto le grandi glorie hanno i loro figli direttori dei TG pubblici incollati alla poltrona senza aver fatto mai niente di meritevole..Addirittura usano Berlinguer per passare il COLPO DI SPUGNA su tutte le nefandezze che sono riusciti a causare da trent´anni a questa parte…

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:35| 
 |
Rispondi al commento

SBAGLIARE E’ UMANO

Ognuno di noi può sbagliare nel corso della sua vita e in genere la vita di ognuno è costellata di errori. Si sbaglia per tanti motivi: per inesperienza giovanile, per facili illusioni, per plagio, per disinformazione, per ignoranza, per l’oscurità ipnotica dei media, per cattivi consiglieri, a volte purtroppo anche per bisogno, per miseria, un posto di lavoro, una speranza di sopravvivenza o brutalmente per fare soldi o carriera e far stare meglio noi o la nostra famiglia. Ma ognuno di noi dovrebbe avere il valore della coerenza, ed esso consiste nel costruirsi, faticosamente ma costantemente, degli scopo per cui non solo noi dovremmo vivere ma che potrebbero essere validi per tutti. E quegli scopi sono validi e da ricercare sempre, attraverso tutti i possibili errori, che comportano anche l’assenteismo dal voto o votare partiti che poi ci deludono e che col senno del poi non avremmo dovuto votare mai. Dovremmo scegliere solo quelle cose che hanno un carattere di universalità (il regno dei fini, come lo chiamava Kant), se cercano qualcosa che supera la nostra stretta persona e i nostri privati interessi, se possono valere per tutti e il progresso del nostro Paese.
Berlinguer questi valori li aveva e li viveva e ne dava testimonianza con la sua vita personale. Questi di ora: NO.
L'uomo non è perfetto. Noi non siamo perfetti. Quello che facciamo è in gran parte imperfetto. Possiamo solo sperare che i nostri errori pesino sempre meno e che l'asticella della nostra vita, pur così imperfetta, tenda sempre verso l'alto. Solo chi abbandona il campo, alla fine, può dirsi totalmente sconfitto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia vita ho sempre votato e ho sempre sbagliato. Ho sbagliato a votare repubblicano quando c'era La Malfa, ho sbagliato a votare socialista anche se era prima di Craxi, ho sbagliato a votare due volte Prodi, ho sbagliato a votare Verdi, ho sbagliato a votare Rifondazione... non c'è stato voto che io abbia dato in 75 anni di cui non mi sia pentita. Ma se tornassi indietro, ridarei probabilmente lo stesso voto, perché ogni volta è stato dato in buona fede, senza conoscere fatti importanti che mi sarebbero serviti, senza riuscire a prevedere il futuro, senza capire i patti occulti e le manovre antidemocratiche. Ogni volta mi sono fidata del mio bagaglio di conoscenze che avevo e ogni volta ho sbagliato perché quello che non conoscevo era più grande,. mi veniva nascosto, stava al di là di me. Ogni volta sono stata ingannata, tradita, truffata. Ma mai nessuna volta ho mancato di votare. E ad ogni elezione ho votato in tutta coscienza, con tutta la mia partecipazione, in perfetta buona fede. Ho votato perché non conosco altro modo per essere italiana, per amare il mio Paese, per sperare per lui un futuro migliore, per allontanare dal Governo la feccia che lo uccide. La vita è una serie di errori. L'amore è una serie di errori. E maggiormente la politica è una serie di errori. Ma non possiamo vivere altro che continuando a sbagliare, perché non votare, non amare, non sbagliare significa essere morti per sempre.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Sul referendum di oggi lombardo veneto.
Se il quesito è : Vuoi più autonomia? = Vuoi più soldi?
Mi si dica chi è che risponderebbe NO!!!!!

La vera ragione del referendum è la cospicua mazzetta relativa all'acquisto dei tablet, a quella degli straordinari elettorali , ed alla spesa annessa e connessa per i seggi e quant'altro!!!
Se si vuole un referendum sull'autonomia o sull'indipendenza devono far votare tutti gli elettori e non solo quelli lombardo veneti o catalani che siano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

salvatore carboni, oristano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 22.10.17 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Riparbelli
Berlinguer e il suo partito di lavoratori (e alleati), non era solo l’alfiere della separazione tra Stato e partiti. Degli stipendi modulati sulla base del popolo che si rappresenta, nel partito, nelle istituzioni, nel management. Da contrapporre a questi craxiani nel cuore; che assistevano al film. Era soprattutto il portatore di una visione e di un progetto che lo sviluppo stesso delle cose del mondo ha posto come bivio. Donna e uomo come fine e non come mezzi al profitto; uso sobrio e più soddisfacente delle risorse in un mondo finito; serietà nello studio, nell’innovazione, nel lavoro; promozione degli ultimi e dei meritevoli; cooperazione contro competizione; nuovo ordine in un mondo ingiusto; pace contro la guerra. I notabili in auto blu e impaludata alla visione del film sono “l’omaggio del vizio alla virtù”. La mutazione genetica. L’esatto contrario dei punti di Berlinguer.
La visione nazionale e internazionale del suo mondo era la ragione e il cuore del Segretario Generale e del suo partito di massa. E’ stata fatta cadere quando l’Italia ne aveva più bisogno. Il suo abbandono è la miseria senza alternative, che è sotto gli occhi di tutti. Ma la sua visione va fatta rivivere senza esitazione da energie nuove, non corrotte, e a livello di massa! (Risulta altresì chiaro che il tradimento del pd non consente che tale visione rinasca nel partito e nel leader di partito che quel progetto ha affossato e deriso).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:20| 
 |
Rispondi al commento

TRE ANNI FA VELTRONI FECE UN DOCUMENTARIO SU BERLINGUER a 30 anni dalla morte.

https://youtu.be/wIJ7UlBWzLM

Un parterre de rois a vederlo alla prima. Tra gli ipocriti presenti: Napolitano, Grasso e Marino, Andrea Orlando, Franceschini, Maria Anna Madia, Maria Elena Boschi, Graziano Delrio, Letta e Bersani, Rosy Bindi, Epifani, Fassino, Occhetto, Bertinotti, Vendola, Giuliano Amato e la Camusso, persino Confalonieri. Non ho capito se lo hanno celebrato o lo hanno sotterrato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma davvero qualcuno oggi può pensare che un Berlinguer avrebbe accettato la sudditanza di Renzi dalla Merkel, avrebbe demolito la Costituzione come ha fatto Renzi, avrebbe distrutto i diritti del lavoro e della democrazia come ha fatto Renzi, avrebbe permesso la svendita del Paese alle multinazionali e avrebbe depresso lo stato sociale come ha fatto Renzi e avrebbe permesso che nel Pd ci fossero 400 indagati o condannati? Perché quel qualcuno non solo sarebbe profondamente in mala fede ma sarebbe il nemico primo del popolo italiano e di qualunque Berlinguer redivivo!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:14| 
 |
Rispondi al commento

PER CHI CONFONDE I FATTI ODIERNI COL COMPROMESSO STORICO E CON L’EUROCOMUNISMO DI BERLINGUER
Viviana Vivarelli

L’eurocomunismo, o meglio il neocomunismo, era un’idea di Berlinguer che voleva unire i comunismi di Italia, Spagna e Francia a partire dal 1975 e non aveva niente a che fare con l’idea attuale della Bce e del Fm di sistema bancario e finanziario che prevaricano gli Stati nazionali, indicava uno svincolamento dall’ortodossia da Mosca per una visione nazionale più fluida dei vari comunismi. Per Berlinguer era un termine generico per indicare certe convergenze tra i comunismi di tre paesi che avevano pieno diritto di costruire il socialismo a casa propria come volevano. Berlinguer affermava (cosa che fu un insulto per l’Unione sovietica) che il comunismo di ogni Paese doveva essere libero di svilupparsi in autonomia secondo le proprie caratteristiche. Come si fa a collegate tale idea con l’Unione europea?
E’ demenziale e criminale confrontare il compromesso storico negli anni ’70 tra Berlinguer e Moro col patto attuale tra Berlusconi e il Pd. Le condizioni, le persone e gli scopi sono totalmente diversi e chi lo fa mente sapendo di mentire e scaglia diffamazioni gratuite.
Per 20 anni la DC aveva escluso il PCI dal governo. E Berlinguer non spinse il suo partito ad un patto associativo come l’attuale e tanto meno ne fece una cosa occulta, frodando la legge e la buona fede degli elettori. Non solo si voleva allargare il governo alle forze di sx, impedendo l’assolutismo dispotico della DC, ma si voleva interrompere l’involuzione autoritaria della DC peggiore e chiudere la sanguinosa strategia della tensione che oggi proprio non esiste. Il compromesso fu fatto nell’interesse del Paese e non per fregare il Paese e incrementare gli interessi illeciti di alcuni.
Erano gli anni del golpe cileno degli USA contro Allende, ma Craxi e i socialisti avversarono il compromesso credendo che la sx potesse andare al potere da sola, come poi fu.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I FARISEI
Gli ipocriti sono gli attuali Farisei. Il termine ‘Fariseo’ vuol dire ‘separato’. I Farisei furono quelli che assieme ai gran sacerdoti condannarono il Cristo, perché criticava i loro costumi ed essi non volevano alcuna critica o opposizione. Oggi i Farisei sono i capi del Pd che si sono separati dai cittadini, dalla gente, dai valori comuni e non tollerano critiche e opposizioni al loro operato.
Nel linguaggio comune, ‘giustizia’ significa ‘dare a ciascuno il suo’. Negli anni d’oro della politica questo significò per alcune forze politiche farsi portavoce dei diritti e del futuro dei poveri, degli sfruttati e dei deboli per portare avanti battaglie di grande civiltà. Il PCI realizzò la Costituzione democratica, lo stato sociale, i diritti del lavoro, il suffragio universale, il riscatto delle donne, il sindacato, lo statuto dei lavoratori, l’avanzamento della democrazia… In questi anni di profonda ingiustizia, tutto questo si è rovesciato: attacchi scellerati alla Costituzione, diritti del lavoro cancellati, un diritto elettorale eliminato mentre se ne voleva eliminare un altro e i referendum sono calpestati, leggi del lavoro fatte senza nemmeno sentire i sindacati, democrazia stuprata e tradita, un sistema elettorale che nemmeno in Bulgaria...
I disvalori che questi eredi portano avanti ora sono solo il potere, il denaro, la difesa dei corrotti, l’omertà spudorata, la distruzione di due secoli di lotte sociali e civili, la svendita del Paese alla grande finanza e alle multinazionali.
Ma dov’è mai, oggi, la sinistra? Persa ogni identità in Europa, in Italia si è addirittura aggiogata alla dx peggiore senza un minimo di rimorso o di autocoscienza, votata volontariamente al più disonorevole suicidio. E di fronte a tutto questo, ci sono ancora vigliacchi che dicono, io non voto!!!!????

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 08:00| 
 |
Rispondi al commento

ESPULSI E INDAGATI DEL PD
Sottolineo l’ipocrisia del Pd che attacca i pochi espulsi del M5S, quando ha:
più di 400 indagati o condannati
e 519 espulsi per critiche ai capi
Davvero un quadro edificante di cui proprio gloriarsi!
Con dietro questi antecedenti, non resta loro che la diffamazione e la calunnia. Se dovessero parlare di ciò di cui possono gloriarsi, cadrebbero in un mutismo assoluto,
Ma provate a chiedere a questi indegni quale futuro pensano di costruire per il nostro Paese! La schiavitù totale sotto il capitalismo? La svendita di questo popolo e di tutti i suoi diritti? Una corruzione politica anche peggiore di quella di adesso? Il patto non più occulto ma alla luce del sole anche con mafia, camorra e massoneria, dopo aver fatto outing del patto ventennale con Berlusconi? Leggi che aboliscono l’opposizione, come ha tentato di fare il senatore Zanda? Il renzismo come sistema assoluto, con culto della personalità, legato al semipresidenzialismo? La distruzione di quel che resta della democrazia e della Costituzione? Ditelo una volta per tutte dove volete arrivare!!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:54| 
 |
Rispondi al commento

DIRE IL CONTRARIO DI QUELLO CHE E’
Questi continui attacchi al M5S, che prendono a pretesto qualsiasi cosa e solo a fini calunniatori proprio nel tempo in cui assistiamo alle peggiori nefandezze politiche ha tanto l’aria di un tentativo perverso e fallimentare di distrazione politica di massa, ma non riesce e non riuscirà mai diventando un vero boomerang verso i partiti che lo alimentano.
Il sistema è orwelliano: dire il contrario di ciò che è, attaccare l’opposizione degli onesti con diffamazioni a manetta, nascondere la dittatura in atto accusando proprio il M5S di dittatura, e spergiurando sul culto della personalità di un famigerato ‘guru’ proprio quando il Pd ha votato senza e se senza ma qualunque aberrazione e tradimento elettorale e ora si accinge a riassumersi nel solo Renzi che già ha cominciato a costruire il proprio culto di personalità con un libro autoapologetico, peggio di Berlusconi, partendo addirittura dagli 8 anni e spingendo per mettere il proprio nome nel simbolo del Pd, mentre sta velocemente licenziando tutti gli avversari interni sostituendoli con propri cloni nel peggio sistema di protezione degli amici degli amici che si sia mai visto. Un sistema mafioso tenuti insieme da una omertà delinquenziale peggiore di quella di Cosa Nostra, una spregevole mafia politica. Se mai in Italia è accaduto che lo Stato attaccasse la mafia, il Governo di Renzi invece si è fatto mafia di Governo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:53| 
 |
Rispondi al commento

AL TROLL CHE MI SCRIVONO ANCHE PRIVATAMENTE PER INSULTARMI O PER DIRMI CHE SONO SECCATI PERCHé SCRIVO TROPPO
Guarda che celebrare la democrazia diretta vuol dire dare al pluralismo della gente il massimo dell’espansione col massimo della partecipazione, mentre oggi abbiamo il blocco compatto dei partiti tra di loro nel nome dell’interesse del potere per boicottare unito l’unica opposizione esistente, in nome di un sistema dove l’opposizione va diffamata, messa alla gogna, resa impossibilitata ad agire con le ghigliottine, le leggi ad personam, i media cortigiani, i troll diffamatori…
Guarda che io celebro la libertà e la democrazia da 75 anni e prima di essere una 5stelle ho lottato per gli stessi valori di adesso prima come persona di sx, poi quando la sx è stata da buttare, come no global e oggi come 5stelle…
Guarda che in 75 anni di vita di campagne elettorali ne ho viste parecchie, ma non mi sono mai resa diversa da me stessa sia che fossi o non fossi in campagna elettorale, pensando sempre al bene di tutto e mettendomi sempre dalla parte dei deboli e dalla parte dei poveri e dalla parte degli sfruttati e dei perseguitati, a differenza di chi cambia bandiera secondo il proprio vantaggio secondo il potere del momento.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:50| 
 |
Rispondi al commento

GLI EROI DI IERI E I MISERABILI DI OGGi
Gli unici fari di virtù che ci sono rimasti sono grandi Italiani onesti morti: Berlinguer, Pertini, Gramsci, Matteotti, Falcone, Borsellino, il giudice ragazzino, don Diana, Peppino Impastato, il cardinal Martini, don Ersilio Tonini, Ambrosoli…
I corrotti uomini di potere attuali li uccidono due volte con le pagliacciate sulle loro tombe.
Non sanno di commettere un autogoal tremendo: la loro meschinità avvicinata alla grandezza di quelli li condanna senza ombra di riscatto ad un giudizio terribile davanti alla storia e a quella responsabilità verso questo paese, verso le loro coscienze, verso la storia tutta, verso quei valori che celebrano in quelle persone nel momento stesso in cui li tradiscono.
Ci chiediamo quale deriva tremenda ha avuto un’Italia che ha dato al mondo persone di tale grandezza e quali crimini morali e civili hanno commesso coloro che l’hanno portata nell’attuale squallore

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Chiaraluce
“Se il governo mi taglia lo stipendio (da 850mila euro l’anno, ndr) me ne vado”. Parola di Mauro Moretti. Ecco, quando uno se ne esce con una frase come questa, pensi non soltanto ai cervelli, ma pure agli intestini crassi in fuga verso l’estero.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:46| 
 |
Rispondi al commento

Domenico Arcuri: Amministratore Delegato di Invitalia (già Sviluppo Italia), l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti. …e sai chi è Domenico Arcuri (Mr. 800.000 euro)? Il marito di Myrta Merlino di “L’aria che Tira”, quella che un giorno si e l’altro pure attacca il M5S. Ha paura che la pacchia finisca.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:45| 
 |
Rispondi al commento

UN TETTO AI SUPERSTIPENDI
Matteo Renzi ha detto che vuole limitare i superstipendi dei manager statali. Moretti (ad di Ferrovie, 873mila euro l’anno,) si ribella: “Se mi tagliate lo stipendio, espatrio.” Ma di che ciancia Renzi?? Ma se lo sanno tutti che se toccano i superstipendi o le superliquidazioni scatta su la Consulta che dice che non si può, che è incostituzionale. E per forza! Gli stipendi dei giudici della Consulta sono incollati a quelli dei superpolitici e dei supermanager con l’Attak. Stanno su tutti insieme, vergognosamente insieme.
Quando tranciano il lavoro, la Consulta dorme. Quando tagliano lo stato sociale, la Consulta si gira del sonno. Quando stroncano le pensioni, la Consulta borbotta senza svegliarsi. Quando fanno un sistema elettorale incostituzionale, la Consulta ci mette 8 anni a dirlo. Quando fanno 300.000 esodati senza pensione e senza stipendio, la Consulta non se ne accorge. Ma se toccano i soldi degli amici della Casta saltano tutti su come canguri, Consulta compresa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai non eleggiamo più statisti ma ipocriti. Nel teatro greco ‘hypocritès’ erano gli attori, quelli che riassumevano in sé, pur non avendoli, sentimenti, passioni, emozioni.. che fingevano la realtà per dominare un pubblico di applauditori.

L’ipocrisia
Il corrotto è sempre innocente e per avvalorarlo meglio, celebra la santità.
L’ipocrisia è l’apripista della corruzione criminale.
Perché gli ingranaggi della corruzione non si inceppino, vano unti spesso con l’olio dell’ipocrisia
Il massimo dell’ipocrisia è vedere chi ha distorto il sistema processuale e penale parlare sulla salvaguardia dei corrotti e celebrare allo stesso tempo l’onestà.
Il massimo dell’ipocrisia è vedere chi si è sempre rifiutato di fare leggi anticorruzione e contro il conflitto di interessi che si riunisce per elogiare un Berlinguer, il cui spirito è stato ucciso.
Il massimo dell’ipocrisia è vedere un partito le cui radici erano a sinistra che si sintetizza in uno dei massimi campioni della destra filocapitalista contro la democrazia e la protezione della gente.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:39| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA A TERMINE-A.DANIELE
Dopo averli aboliti temporaneamente per evitare un’altra disfatta,il governo ha reintrodotto i voucher
Se Renzi tornerà premier,anche la sua controriforma costituzionale rispunterà dalla tomba allo stesso modo
Smantellare la Costituzione è il compito affidatogli dal sistema e il Cazzaro fa di tutto per portarla a termine,benché i suoi stessi committenti non si fidino più di lui
Le prossime elezioni saranno il 2° tempo del referendum
Come tutte le sue riforme,la nuova legge elettorale è una porcheria.È un proporzionale mezzo maggioritario,ma a liste bloccate,un Maggiorinale di costituzionalità molto dubbia che non garantisce né governabilità né rappresentanza ma solo le esigenze dei 2 partiti più grossi:per il PD poter governare senza dover vincere,per il M5S poter vincere senza dover governare
Nelle intenzioni di Renzi c’è riesumare la Grossolana Coalizione con FI,mentre il voto antisistema finisce di nuovo congelato all’opposizione dal M5S
La Vendetta degli Alfaniani non lo preoccupa,anzi:un casus belli per scannare Gentiloni è ciò che gli serve
Il conte è comunque DOA.Resta solo da decidere la causa ufficiale della morte
La campagna elettorale è già cominciata.Si parlerà di migranti,vaccini,cinghiali,Renzi si sforzerà di sembrare un uomo del popolo e far dimenticare il suo tentato golpe,ma se riuscirà a tornare a palazzo Chigi,stavolta lo realizzerà
Non si vendicherà soltanto di quei 4 stracciaculo dei padani,si vendicherà di noi che abbiamo osato negargli il trionfo sperato e l’abbiamo costretto a mandare Gentiloni al G7 al suo posto
Renzi sognava di conoscere Trump e conquistarlo col suo inglese farlocco.A Renzi Donald piace,è un bancarottiere di successo come entrambi i suoi papà,Silvio e Tiziano.E' un piazzista da televendita,come lui.Il Cazzaro non vede l’ora di tornare a vendere il suo pentolame pentolame sul palcoscenico internazionale.E se ci riuscirà,per cacciarlo stavolta non basterà un NO.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Beppe batti un colpo per la Sicilia. Ci serve per vincere.G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.10.17 07:35| 
 |
Rispondi al commento

VINCERE-A.DANIELE
Quando la rabbia popolare contro le classi dirigenti non può più essere repressa,bisogna deviarla
L’establishment usa quindi la propaganda per reindirizzare la rabbia popolare verso un capro espiatorio,di solito una categoria di emarginati o discriminati che sono già percepiti con ostilità e diffidenza
Il popolo ci casca sempre
Perché è più facile,più sicuro odiare i mendicanti che sfidare i miliardari
Oggi si vince a dx L’ennesima disfatta del reazionario centrismo renziano ad opera della rianimata Fi lo prova
C’è una netta deriva fascista in atto e non è casuale.È quella la direzione nella quale la propaganda sta spingendo le masse esasperate
La Lega è un partito inequivocabilmente fascista
Salvini è inequivocabilmente il vincitore di questa tornata elettorale
B lo detesta e lo disprezza.Con le sue felpe sudate,il suo populismo ringhioso e i suoi mantra ossessivi,Salvini è il genere di persona che l’ex cavaliere se potesse non farebbe nemmeno avvicinare alle sue ville,facendogli sparare a vista dai suoi gorilla
B però vuole vincere
Quindi è disposto anche a promettergli un ministero a sua scelta se accetterà di riesumare l’alleanza con Fi
B non ha mai avuto problemi a governare coi fascisti quando gli è servito
Poi è passato a sostenere i governi Monti,Letta, Renzi
B è onnivoro
Intanto Renzi,nel disperato tentativo di recuperare qualche voto alla sua sx,finge interesse per i puffi di Pisapia,sperando che dopo aver tentato di svendere la Costituzione antifascista col Sì al referendum,adesso siano pronti a svendere anche tutti i valori di sx che millantano di sostenere,in cambio d’un sottosegretariato nel prossimo eventuale governo Cazzaro
Perché Renzi vuole vincere
Sarebbe ancora disposto ad affondare il 3° governo e schiantare per l’ennesima volta il Pd contro un muro pur di provarci,perché la sua vittoria personale è l’unica cosa che conti per lui.Che è un perdente
Tutti vogliono vincere a tutti i costi
E i costi li paghiamo comunque noi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il potere è il Vinavil più forte del mondo (A. Daniele)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:11| 
 |
Rispondi al commento

IL SISTEMA TEDESCO
ALESSANDRA DANIELE
L’astensionismo ha superato il 50%.Ormai la maggioranza degli elettori si tiene lontano il più possibile dalla scheda elettorale,come fosse una mail di phishing
50%.È un dato che colpisce.Com’è possibile che ci siano ancora così tanti italiani disposti a votare per questo branco di grotteschi cialtroni noti come la nostra classe politica?
Come fanno a fidarsene,come fanno a sopportarli, come fanno anche solo a distinguerli?
Un milione di liste
Un solo obiettivo:il potere
Un solo padrone:il mercato
Una sola preoccupazione:bloccare le inchieste, giudiziarie e giornalistiche
Un solo slogan:“Basta negri”
Promessa vana,oltre che infame
Perché l’Europa ci ha chiuso fuori
Ci ha sbattuto la porta in faccia
Per quanto gli italiani si credano diversi dai migranti,per l’Impero Carolingio di Merkel e Macron non sono che altri pezzenti sulla stessa barca
I cialtroni nostrani però continuano a promettere di risolvere i problemi che loro stessi hanno creato,e che con la loro avidità,disonestà, incompetenza,possono soltanto aggravare
Perché tanti italiani li votano ancora,perché rischiano di affidare un municipio o un ministero a chi non dovrebbe gestire nemmeno una bancarella?
Gli italiani ormai non votano più per,votano solo contro
Fanno la croce sulla scheda sperando solo di fottere quelli che trovano più odiosi o che ritengono più pericolosi
Senza illusioni.
Non sperano di sconfiggerli né di fermarli, solo di rallentarli per un po’, vederli rosicare.
Vederli perdere un po’ del denaro che hanno rubato, del potere che hanno usurpato, delle false amicizie, delle clientele.
Vederli annaspare e sudare in Tv, agitarsi inventando cazzate patetiche per negare la disfatta, contorcersi come scarafaggi schienati.
Vederli rivoltarsi contro i complici di partito. Pugnalarsi alle spalle.
Divorarsi a vicenda.
È questa l’ultima soddisfazione che rimane agli elettori italiani.
Questo è il sistema tedesco che abbiamo adottato.
Schadenfreude.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:10| 
 |
Rispondi al commento

VANZI
ALESSANDRA DANIELE.
Da “Basta tasse” ad “Aiutiamoli a casa loro”, Avanti, il presunto nuovo libro-manifesto politico di Matteo Renzi, è fatto con gli avanzi della Lega.
La cosa non dovrebbe stupire nessuno.
Sotto la verniciata ipocrita di fuffa politically correct, il Cazzaro è sempre stato profondamente reazionario, e lo hanno abbondantemente dimostrato tutte le sue iniziative politico-economiche, dal Jobs Act all’abolizione dell’Articolo 18, da Salvabanche e Pacchetti Sicurezza, al tentativo di smantellare la Costituzione antifascista per istituire una dittatura della maggioranza relativa, dall’alleanza organica coi Marchionne e i Berlusconi, all’arrogante disprezzo che ha sempre dimostrato nei confronti di sindacati e movimenti, dei rari giornalisti non leccaculo, e in definitiva di chiunque e qualsiasi cosa anche solo d’un millimetro alla sua sinistra, compresi gli innocui devoti di Padre Pisapio che adesso il PD vorrebbe fagocitare per la ripicca di sottrarli alle fauci di D’Alema.
Il conservatorismo borghese reazionario di matrice berlusconiana del quale il Cazzaro è un tardo sottoprodotto ormai però non basta più. E Renzi lo ha capito.
Lo Zeitgeist è cambiato, l’egemonia culturale è passata all’estrema destra, oggi rappresentata in Italia innanzitutto dalla Lega....

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 07:00| 
 |
Rispondi al commento

2
Per la maggioranza degli italiani i migranti sono l’alieno.
Sono solo numeri dei quali festeggiare la riduzione insieme al ministro Minniti che l’ha ottenuta incrementando l’attività dei campi di concentramento.
Un crimine contro l’umanità di cui tutta l’Europa è complice, compreso il Vaticano, dopo tutte quelle chiacchiere, tutte quelle cazzate sul “Papa dei poveri e degli ultimi”.
Dice il gesuita Bergoglio: prima di accogliere, chiedersi “quanti posti ho?” Nell’attico di 700 metri quadri del cardinale Tarcisio Bertone di posti ce ne sono parecchi.
Come si sentiranno i cristiani eritrei, somali, etiopi, sapendo che il loro Pontefice approva la loro cacciata, avalla il loro massacro?
I cristiani italiani se lo sono chiesto?
La capacità di riconoscere gli altri come propri simili, di condividere il loro dolore e comprendere la loro condizione, è l’essenza dell’umanità.
Ciò che ci distingue dalle macchine.
L’empatia.
Quella cosa che oggi viene spregiativamente chiamata buonismo, e considerata un disgustoso vizio del quale vergognarsi, che ti costa insulti e minacce sui social, e alle elezioni ti fa perdere più voti d’una condanna per mafia.
Il trucco del capro espiatorio ha funzionato ancora una volta.
Tutte le speranze di riscatto, di cambiamento, di giustizia sociale nate in questi anni sono state affogate nella propaganda razzista.
Con tutto quello che hanno passato, non sono i migranti ad aver perso la loro umanità.
Sono gli italiani.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 06:37| 
 |
Rispondi al commento

1
SE QUESTO è UMANO
ALESSANDRA DANIELI

Tutti i migranti che raggiungono il nostro paese sono dei sopravvissuti.
Innanzitutto alle guerre, alle persecuzioni, ai bombardamenti, all’ISIS, alla fame, alla miseria, ai disastri climatici e socioeconomici causati nei loro paesi da secoli di sfruttamento colonialista.
Poi al viaggio attraverso il deserto, che è sempre un calvario tra fame, sete, fatica, aggressioni, e costante pericolo di morte.
Poi alla prigionia nei campi di concentramento libici, nei quali adesso sono trattenuti, ma che sono sempre stati una tappa obbligata, dove si subisce ogni genere di tortura e di abuso, e si viene ridotti in schiavitù.
Poi alla vera e propria traversata, durante la quale si rischia sistematicamente di annegare.
Tutti i migranti che approdano in Italia hanno perduto tutto quello che avevano, e spesso anche più d’un familiare rimasto ucciso durante il viaggio. Figli, genitori, coniugi, fratelli.
Se hanno la fortuna di venire ripescati in tempo, finiscono in un altro centro di detenzione.
Un CPT o qualche altro acronimo, dove vengono trattati prima da criminali, e poi – se gli va bene, e non vengono espulsi e rispediti all’inferno – da rifiuto urbano, e scaricati in qualche periferia degradata i cui abitanti, già economicamente e socialmente emarginati per conto loro, finiscono per odiarli a morte dandogli la colpa di tutto.
Respinti dalla popolazione locale, sistematicamente additati dai media come invasori, parassiti, criminali, untori, terroristi, senza nessuna possibilità di lavoro che non sia la schiavitù, senza nessuna speranza di recuperare anche solo in parte quello che hanno perduto, senza nessuna prospettiva futura di miglioramento economico o sociale.
Questa è la loro condizione.
Alcuni di loro vivono di espedienti illegali.
E grazie al cazzo.
La maggioranza degli italiani s’è mai chiesta cosa farebbe nei loro panni?
Ovviamente no, perché li considera di un’altra specie.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 06:36| 
 |
Rispondi al commento

I RACCONTI DI FANTAPOLITICA
LO STRANIERO IMPICCATO
ALESSANDRA DANIELE

Il nuovo disegno di legge elettorale fa cacare persino più dei precedenti.Dovrebbero chiamarlo Cacarellum
...e Premierarie, il Rosatellum, la Ripresina… la giostra gira, business as usual.
L’effetto generale ricorda quello di certe distopie nelle quali a prima vista è tutto come al solito, finché non succede qualcosa di orrendo al quale la popolazione locale reagisce con noncuranza, come se fosse routine, rivelando così la reale natura del luogo.
Il prototipo di queste storie è il racconto di Philip K. Dick The Hanging Stranger del 1953. Negli USA dei linciaggi razzisti e del maccartismo, PKD racconta la storia d’un uomo che andando a lavorare una mattina in un paesino di provincia apparentemente tranquillo, trova sulla sua strada il cadavere d’un impiccato, lasciato appeso in mostra nell’indifferenza dei passanti.
L’uomo inorridisce, e questo serve agli altri abitanti del paesello, che sono in realtà mutaforma insettoidi, per identificarlo come umano, e attaccarlo.
L’impiccato infatti è lì proprio come test rivelatore di umani.
Il governo Gentiloni sembra essere gradito agli italiani per la sobria discrezione del premier, e per l’efficiente decisionismo del ministro degli Interni e degli Esteri Marco Minniti, palesemente apprezzato anche da tutta l’opposizione parlamentare, a cominciare dal Movimento 5 Stelle dell’azzimato Di Maio.
Il grigio governo Gentiloni è un perfetto esempio della banalità del male.
E anche la cosiddetta sinistra MDP degli scissionisti di Bersani lo sostiene.
C’è un cadavere appeso al centro della piazza italiana. In realtà sono migliaia, le vittime dei campi di concentramento libici sponsorizzati dall’efficace Minniti.
La maggioranza degli italiani ci passa accanto tranquillamente, ignorandoli.
Qualcuno ci sputa sopra.
Qualcuno applaude.
A inorridire sono in pochi, e vengono attaccati come nemici della Patria.
Sono gli unici rimasti umani.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.10.17 06:31| 
 |
Rispondi al commento

Appena il M5s vincerà le elezioni in Sicilia
I pennivendoli e i media scopriranno
Che in Sicilia c'e' la mafia
E che magari i 5 stelle sono stati fatti votare dalla mafia ...
Come quella volta con B che si prese 61 seggi su 61 in Sicilia, fece il cappotto e poi parti alla conquista del Bel Paese con dell'Utri, il fondatore di Forza Italia, sottobraccio

Alessio Santi 22.10.17 00:44| 
 |
Rispondi al commento

La scoperta dell'acqua calda ...

c'e' la mafia in Sicilia ?
C'e' solo in Sicilia o questo cancro e' arrivato dappertutto con le sue metastasi e i suoi tentacoli?
Siamo una Repubblica fondata sulle mafie e sugli affari ?
La politica sono oggi solo gli affari di chi sta dietro il teatrino delle finte dx e finte sx?

Un sistema e' mafioso quando c'e'
Un affare
Una banca e un commercialista
Dei ladri, dei delinquenti
Un politico a caso ... che più essere a sua volta anche lui un ladro
A volte anche se non c'e' il mafioso il sistema e' mafioso perché e' un copia incolla di quello che la mafia fa da sempre ...
controllo del territorio e ricatti per farsi gli affari

Alessio Santi 22.10.17 00:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao,Di Battista,Di Mgli maio e gli altri hanno girato tutta la sicilia per mesi,non so' se qualche volta al tg1 ne hanno parlato, el babbeo che in treno gira l'italia,tutti giorni e' sul tg1,e manca ancora circa 6 mesi alle elezioni,pensa un po' per quanto tempo lo dobbiamo vedere a raccontare cazzate,questa la chiama democrazia..........,vogliono togliere le statue e tutti i ciondoli che ricordano mussolini e il fascismo, perche fra un po' ci devono mettere le loro facce ,

giuliano da jesi 22.10.17 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Molto bene ha fatto la maggioranza del consiglio di Livorno ha ricordare le cose gravissime che ha fatto all'Italia CARLO AZEGLIO CIAMPI La separazione fra la banca d'italia e il ministero del tesoro nel 1981 ha fatto raddoppiare in meno di dieci anni il debito pubblico italiano rispetto al pil ed e' stata l'operazione che ha dato il la all' attuale rovina dell'italia.E QUESTA PURTROPPO NON E LA MIA OPINIONE MA SONO FATTI DOCUMENTATI E CONSULTABILI.

lucia 21.10.17 23:53| 
 |
Rispondi al commento

http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/italy
NATIONAL DEBT OF ITALY
2,293,347,840,324 €
Debt as % of GDP
135.16%

PIL Italia = 1.696.765.197.043,50
Produttività oraria = 1.696.765.197.043,50 /24.000.000.000 = 70,69854988
I ladri di Pisa si stanno fottendo il differenziale !!!!!!!! BASTARDI!!!!!!!

salvatore carboni, oristano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 21.10.17 23:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Immedesimarsi nel dolore, la rabbia, il senso di abbandono e la sfiducia delle genti colpite dal sisma che hanno strappato le tessere elettorali è cosa difficile . Chi vive la situazione sa . Mi permetto di dire solo una cosa : il m5* non ha mai avuto responsabilità di governo . Io voto m5* perché sono certo che se fosse in plancia di comando, destinerebbe i soldi per le scuole sicure dei vostri figli, non ai cacciabombardieri f35 o ai tornei di golf.
Comunque sia, l' augurio è che possiate tornare nelle vostre terre il prima possibile e in tutta sicurezza, nelle casette che vi sono state promesse e che giustamente pretendete.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 21:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per il momento non ho tanti soldi, appena posso oltre alle piccole offerte fatte finora credo di poter comprare qualche gadget in maniera da finanziare il mov5stelle di cui mi onoro di fare parte già da oltre 4-5 anni (non ricordo)

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 21.10.17 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il bischero alla festa del foglio di carta... un rotolo di morbidezza di 7.800 Km.
Sai quanti culi da pulire!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.10.17 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT Giudiziario
Davigo:
“Contesto alla politica di non prendere nemmeno la decisione che deve prendere per legge nei confronti delle persone che deve allontanare dal Parlamento – ha sottolineato – Come fanno a non rendersi conto che se tengono fra di loro persone condannate per reati gravi, come l’abuso di ufficio, questo è un passo che incide sulla fiducia dei cittadini“.
^^^ Senza contare che si misero in giro notizie false che il Magistrato si sarebbe candidato per il M5s!
Falsi e e ladri,una massa di delinquenti che non riescono a buttare fuori dai loro partiti le mele marce!
Grande Davigo... estimatissima persona, prima che MAGISTRATO!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.10.17 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Voi comunicate con la Sicilia sul serio, il trenino di Renzi è un flop, si ferma in un posto dove gli hanno organizzato la conferenza (chiamiamola così), dice le sue banalità e poi riparte evitando pericolosi contatti con la gente, e qualche pericolo l'ha passato davvero. Un triste, triste spettacolo.

Franco Mas 21.10.17 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Madame Tussauds ha incrociato l' ex P2 e pregiudicato di Arcore: "figlio mio!"

Il programma belluscone per il paese:
https://youtu.be/xDKtMygiCVs

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero di tornare presto al mare in una Sicilia libera, faro di intelligenza in grado di spronare tutti noi. Forza Giancarlo! Forza Siciliani!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.10.17 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma è tanto difficile capire che Salvini ha guadagnato dieci punti cavalcando la giusta indignazione popolare per l'invasione dei clandestini e il coccolamento dei rom ? La gente vuole ordine e sicurezza che non necessariamente si deve trovare sotto una dittatura ! Alziamo i toni su queste due questioni e dal 28 passeremo al 35 !

vincenzodigiorgio 21.10.17 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il rischio è l'irrilevanza di fronte ai professionisti del sistema di illegalità - imprenditoria sovvenzionata - politica, imposibile da districare ed a cui applicano l'etichetta di comodo di mafia per relegare il tutto a mera delinquenza da strada. Avete preso a cuore un mio problema amministrativo ed il risultato è stato nullo.

Pietro Giuseppe Colosi 21.10.17 19:02| 
 |
Rispondi al commento

“Signora come sta?”. Di pancia la risposta che la donna ha dato al segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi: “Com’ ammàmete”.

I fischi, le urla e gli insulti sono stati oscurati dalla laconica risposta della signora, che, diciamolo, fosse stata presa da un po’ più di rabbia, avrebbe risposto con qualche parola ancora più forte. Il treno «Destinazione Italia», a Polignano, non è stato accolto solo da alcuni sostenitori del PD, ma anche, da un gruppo di contestatori, oppositori alla campagna elettorale del sindaco della città e presidente Anci Puglia, Domenico Vitto. (https://bari.ilquotidianoitaliano.com)

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Il Paese vive da 6 anni nell'illegalità istituzionale . Bisogna pensare a un sistema che non la permetta più in futuro , un sistema che possa bloccare i delinquenti e i Paesi che eventualmente li sostengono ! Abbiamo subito lo stesso trattamento della Libia e della Siria , anche se in maniera poco cruenta . Sono stati usati personaggi pronti a tradire per rovesciare il governo legittimo nel 2011 , l'ultimo .

vincenzodigiorgio 21.10.17 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Sicilia ha circa 8 miliardi di debito.
Quasi 16.000 miliardi di lire .
Questa voragine la vogliono riempire coloro che la hanno provocata. Lascereste la cassa a dei ladri?
Siciliani, sveglia!
Governo a 5⭐ o sarà la fine.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Comunque ora Renzi ha comprato per 50.000 euro Fabrizio Masìa, il sondaggista accreditato di La7. Italiano, sta' sereno!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c
Il quale fa sapere:“non mi ritiro resto candidato”,continuando la campagna dagli arresti domiciliari.Miccichè,che aveva annunciato qualche giorno fa di essere responsabile della moralità dei suoi candidati
Crocetta,escluso dalle regionali dal Tar si precipita a ricordare a Renzi gli impegni assunti su una prossima candidatura,anzi una nomina,in Parlamento,forse per lo splendido lavoro svolto
Dunque,se siamo in mano ad una politica inaffidabile e cialtrona che rappresenta solo i propri interessi,vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire per quale ragione mai si dovrebbe continuare a votare questi partiti,che continuano a dare dimostrazione del loro scarso senso delle istituzioni e di comportamenti irricevibili
Ad un comune cittadino sarebbe impedito di accedere ad un concorso pubblico per usciere, mentre ad un pregiudicato viene concesso di diventare membro di un Parlamento,ministro della Repubblica,legiferare e farsi chiamare “onorevole”.Viviamo in un mondo sottosopra.Nella vita normale,nessuno darebbe la propria fiducia ad una persona immorale,che si comporta male, che non mantiene gli impegni assunti
Questo accade solo in questo sistema partitocratico dove non valgono le regole di buon senso e del vivere civile.Dove il ricatto,i favoritismi,il voto di scambio,il bisogno ti spinge a turarti il naso e mandare avanti quel malcostume che tutti denunciamo,che a tutti fa schifo ma che svanisce il giorno delle elezioni
Se tutto questo è vero,se il nostro voto può cambiare un destino ritenuto erroneamente irreversibile,perché non dovremmo affidarci all'unica vera novità,alla forza politica di opposizione che non porta alcuna responsabilità sui misfatti passati e presenti.È solo questione di logica.Non si tratta di essere grillini, populisti,idealisti.È solo raziocinio.Se guardandomi intorno mi rendo conto che abbiamo provato tutti,tranne che i 5 Stelle,perché non provare una forza giovane,moralmente inattaccabile e preparata,stimata come prima forza politica?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:51| 
 |
Rispondi al commento

b
del diritto
Una legge scritta a pochi mesi dal voto dal cameriere di turno. Che fotografa gli odierni rapporti di forza in Parlamento confezionando, su misura, un meccanismo perverso in grado di favorire la vittoria di una “grande coalizione” (PD, FI, Centristi, Salvini e i resuscitati che siederanno in Parlamento con l’1% dei voti). Ma soprattutto per soffocare il dissenso e impedire tecnicamente alle opposizioni, soprattutto i 5Stelle, di poter arrivare primi.
Per non correre rischi, hanno trovato anche la faccia di porre la “fiducia” alla Camera a sfregio della democrazia con grande disgusto dell’opinione pubblica. Non solo, ma la fiducia è stata imposta dal Governo su un provvedimento non suo, ma di iniziativa del Parlamento, su una legge basilare per la sovranità popolare.
In Sicilia, dove si vota il prossimo 5 novembre, bisognerebbe accendere i riflettori nazionali per raccontare al Paese lo schifo che i partiti, gli stessi rappresentati a Roma, stanno producendo. Destra e sinistra ormai indistinguibili nell’immoralità stanno dimostrando di tutto. Candidati che stavano da una parte fino al giorno prima, passati alla parte opposta mentre chi, dopo essere stato inserito in una lista, ci ripensa e cambia casacca.
Non si contano gli indagati, gli inquisiti, i condannati, e persino gli arrestati, che appoggiano bellamente sia Musumeci che Micari, il rettore “gentile” che si è caricato tutti, dai cuffariani ai lombardiani agli alfaniani prendendo in giro i siciliani con la barzelletta della coalizione civica.
Questa è l’offerta politica dei grandi professionisti di sempre che, senza provare vergogna, accusano i 5Stelle di essere inesperti e incapaci. È di pochi giorni fa l’attacco di Miccichè, quello di sempre, che si è scagliato contro la magistratura “colpevole” di avere arrestato un sindaco e candidato di Forza Italia su cui pesano 24 accuse, tra cui truffa, tentata truffa e turbativa d'asta.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:47| 
 |
Rispondi al commento

a
DATEMI UN MOTIVO PER VOTARE I SOLITI NOTI
di Maurizio Alesi
Per quanto mi sforzi di cercare qualche aspetto positivo, un gesto, un atto concreto in favore dei normali cittadini, questa politica mi produce solo sensi di nausea e di rigetto. È il fallimento di una intera classe politica corrotta, immorale ed incapace cha ha fatto sprofondare il nostro Paese agli ultimi posti in Europa per disoccupazione, crisi economica, debito pubblico, giustizia. Siamo ai primi posti invece per corruzione e criminalità organizzata. Parlano dell’immigrazione fregandosene della migrazione all’estero dei nostri figli, lasciati senza futuro e senza prospettive. Gli uomini e i partiti che da oltre 20 anni portano le responsabilità maggiori, facendo finta di alternarsi al potere, stanno sempre ai loro posti di comando.
Dopo il governo Berlusconi, l’ultimo legittimato dal voto, se ne sono succeduti 4: Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, senza passare dalle urne, grazie anche alla regia dell’immarcescibile Presidente Napolitano, sceso pesantemente in campo da giocatore impedendo il ricambio della politica.
Governi di centro sinistra e di centro destra ci hanno negato di votare e, senza nessuna investitura popolare, hanno massacrato settori vitali come la scuola pubblica, la sanità, la giustizia, il mondo del lavoro. Tutti insieme in una grande ammucchiata hanno continuato imperterriti ad occupare ogni spazio di potere fingendo di essere diversi e alternativi. Hanno costruito un sistema per vincere sempre, sia quando conquistano Palazzo Chigi sia quando stanno all’opposizione (si fa per dire). Chiunque governa, trova sempre il modo di garantire comunque l’intero branco.Chi perde sempre siamo noi cittadini vessati da un sistema partitocratico bloccato che si autotutela.Vedi come votano all’unisono: dx, sx di governo e centro la legge elettorale più schifosa di tutti i tempi, ancorché viziata da pesanti dubbi di incostituzionalità denunciati da insigni costituzionalisti e operatori

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione Giancarlo e sono sicuro che i Siciliani ,che sono un grande popolo, saranno contagiati dalla tua onestà intellettuale e morale, dalla tua autenticità. E poi ci metti tanta passione, vera e sincera ( i Francesi dicono : Il faut etre passionné pour etre passionnant ) che riuscirai a guadagnare alla causa della libertà e della democrazia questa meravigliosa terra. Sono convinto che, in futuro, la data del 5 Novembre 2017 sarà ricordata nei libri di Storia, alla stessa stregua della presa della Bastiglia e della caduta del muro di Berlino! Ad maxima, ragazzi.

Giuseppe Satriano 21.10.17 17:40| 
 |
Rispondi al commento

#Miccoli, ex capitano Palermo calcio, condannato a 3 anni e 6 mesi per estorsione con metodo mafioso! Musumeci indignato: "Come mai non l'abbiamo candidato"?
MC79
Cit. Giuseppe Stelluti

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:40| 
 |
Rispondi al commento

3civette
Renzi ultima carta per il paese. E durerà il doppio dei normali rotoli.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento

La micro satira di Alberto
Con 2 euro ormai ti compri solo un hamburger basico del Mac o un governo del Pd.
.
Un giorno non lontano avremo nostalgia dei bei tempi in cui la benzina costava solo 2 € al litro e gli italiani potevano ancora votare.
.
“L’uomo che fissava le capre”, storia di un cittadino davanti alla sede del PD.
.
Gli Svizzeri continueranno ad accettare gli stranieri solo sotto forma cartacea
.
Sentendo di ghigliottina applicata in Parlamento, per un attimo ci siamo illusi.
.
Gli Italiani sono il popolo con la maggior varietà genetica d’Europa. Ci sono tutti i tipi possibili immaginabili di stronzi.
.
Sono cominciati i saldi. Renzi è dato al 30%.
.
Vivi in Italia e sei pieno di speranza? Prendi un confetto Falqui.
.
C’è così tanta crisi che quest’anno nella grotta di Natale spunterà l’insegna: “Compro oro, incenso e mirra”
.
L’Italia è una repubblica incostituzionalmente fondata sulla sua incostituzionalità.
.
La luce in fondo al tunnel è stata spenta perché il governo Renzi non ha soldi per pagare la bolletta.
.
Sono cintura nera di esame di coscienza.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:35| 
 |
Rispondi al commento

SULLA MENZOGNA COME ARTE DI GOVERNO
Viviana Vivarelli

“Il potere deriva dalle bugie, e bisogna dirle grosse, finché non avrai il maledetto mondo intero che sta al tuo gioco. Li avrai in pugno non appena sarai riuscito a mettere tutti d’accordo su quello che in cuor loro sanno bene non essere vero. Allora sei il capo. Puoi falsificare la realtà sotto i loro occhi e loro ti sorrideranno.” (Sin City)
.
“L’ipocrisia è soltanto un vizio simile agli altri, debolezza e forza, istinto e calcolo. Invece una menzogna così totale che alimenta ciascuno dei nostri atti deve abbracciare strettamente la vita, sposarne il ritmo”. (Georges Bernanos)

Ci sono persone nate per mentire. E’ la loro prima natura, una specie di vizio congenito così perfetto da apparire una virtù. Renzi da piccolo lo chiamavano ‘il Bomba’ per le puttanate che diceva. Conoscendo l’Italia e la coglionaggine degli Italiani, si poteva prevedergli già allora una fulgida carriera politica. Questo è un Paese dove il merito soffre ma la strafottenza paga. E di strafottenti a fondo perduto il Parlamento è pieno a tal punto che non hanno altra scelta che applaudirsi le puttanate a vicenda sostenuti dalla claque compiacente dei media nella più grossa costruzione di inganno e di menzogna che un Paese europeo abbia mai visto. Così hanno applaudito le puttanate di Berlusconi, sempre quelle di D’Alema, poi quelle di Monti, quelle di Napolitano, quelle di Letta e ora sono talmente abituati e programmati che non possono far altro che applaudire svisceratamente le puttanate di Renzi.
Siamo un Paese che va a puttanate!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Pinocchio: il pd sta dalla parte dei risparmiatori e non con i salotti della finanza.

Ci mostri il bilancio della sua fondazione in chiaro che poi decidiamo se cadere a terra dalle risate o sputarlo virtualmente.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Volete maggior prova della collusione costante tra Stato e Mafia?
Vi pare che nei suoi discorsi alluvionali Renzi abbia fatto il minimo accenno alle tre mafie che stringono in un abbraccio mortale questo Paese e hanno i politici alle loro dipendenze?
La mafia fattura ogni anno 150 miliardi e nell’ultimo ventennio grazie anche alle collusioni politiche si è allargata al Nord dove va i suoi maggiori affari
Caro Renzi, lo vogliamo toccare o no questo immenso patrimonio criminale, invece che pensare solo a penalizzare lo stato sociale, i dipendenti pubblici e i pensionati??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento

CECITA’
Viviana Vivarelli

C’è una strana sindrome che si aggira in Italia colpendo una miriade incredibile di persone, è una specie di cecità autodifensiva per cui chiunque riesca ad arrivare in qualche modo alla fine del mese è fermamente sicuro, in modo inconscio e irresponsabile, di godere di una specie di eternità per cui questo si ripeterà all’infinito.
Se sopravvivo oggi, sopravviverò domani. E’ un dogma.
La cecità colpisce soprattutto pensionati e dipendenti pubblici, che credono sacralmente che la loro pensione o il loro stipendio esisteranno per sempre.
Niente di più falso! Spiace smentire tale granitica quanto infondata certezza.
In Grecia, che è il nostro passo prossimo futuro, i dipendenti di Stato sono stati i primi a perire, con centinaia di migliaia di licenziamenti.
Oggi ci sei, e hai uno stipendio, un salario, una pensione.
Domani non si sa se ci sarai perché quello che ti permette di vivere oggi, domani non ci sarà più.
Vaglielo a spiegare a quelli che hanno voluto Renzi che cosa li aspetta!!
Sono tutti occupati a denigrare Grillo perché, dicono, ha gridato.
Io ho buone orecchie: Grillo non l’ho sentito gridare. Ma i pianti che vengono dal presente e dal futuro dalle persone in crisi di sopravvivenza, quelli, li ho sentiti perfettamente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Non c’è nulla al mondo di più nefasto dell’ignoranza dei popoli e dei ciarlatani che ne approfittano. (Viviana)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:24| 
 |
Rispondi al commento

La democrazia è quel sistema dove la maggioranza dei cittadini decide.
E finora non è stato trovato alcun sistema migliore.
Si prende come prototipo il sistema degli Stati uniti d’America. Ma i padri della democrazia americana erano degli élitari che temevano la libera scelta dei popoli e guardavano con occhio torvo al suffragio universale, per questo fino ai giorni nostri misero in atto stupidi pretesti per limitarne l’uso affinché i più poveri o i meno istruiti o quelli che pagavano meno tasse o non erano maschi e liberi non potessero usufruirne.
Furono loro a inventare lo stupido detto ‘dittatura della democrazia’. In realtà esso è un ossimoro, perché nulla come la dittatura può rendere schiavi e nulla come la democrazia può rendere liberi. Ma i famigerati padri della democrazia americana con questo ossimoro diffamante misero in guardia dalla democrazia dei popoli e montarono gli Stati uniti non come un sistema realmente democratico ma come una plutocrazia che avrebbe fatto gli interessi dei più ricchi. E tale essa è rimasta fino a oggi.
Dietro la paura per il sistema democratico vero, in cui la maggioranza “decide”, c’era il timore dei democratici liberali che erano contro il suffragio universale, proprio perché, secondo loro, avrebbe dato peso politico a una maggioranza con interessi ben diversi dal ceto borghese liberale cui appartenevano.
Nell’attacco dissennato che ancora oggi vediamo contro la democrazia diretta c’è lo stesso oscuro terrore della minoranza che tiene il potere che il popolo glielo prenda per governare diversamente da quelli che sono i suoi strettissimi interessi. Ecco perché parlano di ‘dittatura della democrazia’, ma non esiste nessuna dittatura della democrazia, esiste solo il tentativo di imporre una dittatura veramente poco democratica di una minoranza di burocrati che non intendono essere servizio di nessuno ma vogliono che una intera Nazione sia a servizio dei loro interessi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Gianmario Lucini
La gente ha voglia di sogni, la gente crede alle balle di sempre. La gente ha perso Dio ma ha trovato i ciarlatani della politica e dell’economia. La gente, impiegati e operai, crede e non crede, s’incanta, si sveglia, s’indigna, protesta. I poveri invece pagano sempre per tutti e in silenzio perché i poveri non sono la gente e non s’intruppano a protestare, hanno imparato soltanto ad arrangiarsi senza fiatare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Viviana
C’è chi riceve case in regalo a sua insaputa
C’è chi governa senza elezioni a sua insaputa
C’è chi va a minorenni a sua insaputa
C’è chi frega il fisco in 64 paradisi fiscali a sua insaputa
E chi a sua insaputa compra giudici e testimoni
Continuano a commettere misfatti in completa allegria
Quanti cittadini continuano a votarli a loro insaputa?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Il potere istupidisce
ma nessuno è tanto stupido quanto il suddito che continua ad accettare un cattivo potere

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Dal bel film ‘Viva la libertà’- citazioni

“Io sono qui per far sì che domani non si dica: “I tempi erano oscuri perché loro hanno taciuto!”

Il giornalista: “Ma in pratica, Onorevole, l’alleanza la farete oppure no?”
L’onorevole: “Il consenso, giovanotto, è una cosa seria… non ha niente a che fare con l’alleanza, l’unica alleanza possibile oggi è con la coscienza della gente!”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Brecht

“Dici:
per noi va male. Il buio
cresce. Le forze scemano.
Dopo che si è lavorato tanti anni
noi siamo ora in una condizione
più difficile di quando
si era appena cominciato.
E il nemico ci sta innanzi
più potente che mai.
Sembra gli siano cresciute le forze. Ha preso
una apparenza invincibile.
E noi abbiamo commesso degli errori,
non si può più mentire.
Siamo sempre di meno. Le nostre
parole d’ordine sono confuse. Una parte
delle nostre parole
le ha travolte il nemico fino a renderle
irriconoscibili.
Che cosa è errato ora, falso, di quel che abbiamo detto?
Qualcosa o tutto? Su chi
contiamo ancora? Siamo dei sopravvissuti, respinti
via dalla corrente? Resteremo indietro, senza
comprendere più nessuno e da nessuno compresi?
O contare sulla buona sorte?
Questo tu chiedi. Non aspettarti
nessuna risposta
oltre la tua”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:12| 
 |
Rispondi al commento

“Ieri mattina sono stato ospite ad Agorà su Rai3 e ho capito che siamo in guerra. E’ incredibile, il conduttore mi faceva una domanda e non mi lasciavano rispondere, anzi non riuscivo ad aprire bocca. Erano lì, trincerati tutti con di noi, destra, sinistra, giornalisti, conduttore, tutti lì e tutti contro di noi. E’ il loro modo di fare, creare il pollaio mediatico per confondere i cittadini che ascoltano. Sono dei maestri in questo, dicono dicono ma non dicono nulla. Mentono su di noi, schierati in maniera trasversale. Siamo in guerra e li abbiamo tutti contro! Sapete cosa significa? Che hanno paura tremenda del M5S. Hanno paura che vinciamo, sono finiti!”

SERGIO DI CORI MODIGLIANI

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:07| 
 |
Rispondi al commento

“Fingere di ignorare ciò che si sa benissimo e di sapere ciò che si ignora; fingere di capire ciò che non si capisce e di non capire ciò che si capisce benissimo; fingere di essere potenti al di là delle proprie forze; avere spesso da nascondere questo gran segreto, che non c’è nessun segreto da nascondere; sembrare profondi quando si è vuoti; darsi bene o male le arie di un personaggio importante; diffondere delle spie e stipendiare dei traditori; cercar di nobilitare la povertà dei mezzi con l’importanza dei fini: ecco che cos’è la politica.”
Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Andrea Scanzi
Nella scala Richter della tristezza cosmica, i bambini-simil-balilla che dedicano la canzoncina “Battiam le mani al Presidente” a Renzi stanno appena sopra i Fonzies al cioccolato e appena sotto la Ferilli che frigna perché non l’hanno portata agli Oscar. Poveri bambini, ma più che altro poveri noi. L’Armageddon é vicino.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Mariapia manda:
sempre uguali nel secoli…

L’Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti
come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé.
Bello è il paese! Ma Faustina, ahimè, più non ritrovo.
Non è più questa l’Italia che lasciai con dolore.

Johann Wolfgang Goethe

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 17:01| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO PERSI
Giacomo Gasparetto

Carissima Viviana, da tempo ti leggo ed era da un po’ che volevo scriverti.
Siamo persi! Inizio la frase con un inciso che appartiene alla nostra società. Molte sarebbero le metafore che si potrebbero associare all’italiano medio di questi tempi: perso come un bambino che cerca la propria mamma al centro commerciale, sperduti come quando andiamo a naso per cercare un posto che non sappiamo trovare… Tutte situazioni dove le nostre capacità vengono sopraffatte dagli eventi.
La cosa che più mi lascia riflettere è che siamo persi e molti non se ne rendono conto. Da anni ormai la crisi ci segue e qualcuno fa finta di non vedere. I rapporti della Caritas in merito alla povertà sono allarmanti, ma c’è ancora qualcuno che sente la povertà distante dalla propria sfera.
Siamo persi economicamente, incapaci di comprendere ( sia per poca voglia, sia perché forse, sotto sotto ci va bene così) i meccanismi che governano l’inflazione e i nostri risparmi.
Siamo persi politicamente. Preferiamo dire” sono tutti ladri “ piuttosto che aprire gli occhi e vedere che siamo governati da persone neanche elette. Affermando che sono tutti ladri ci liberiamo la coscienza, siamo convinti di non aver responsabilità e poter continuare a vivere nel nostro torpore.
Siamo persi nei rapporti: Basti pensare ad una coppia che esce a cena e si ritrova una di fronte all’altro con un cellulare che fa da barriera comunicativa. Non abbiamo più il gusto della parola, dell’abbraccio…
Siamo persi perché la nostra scuola è magistrocentrica estremamente contenutistica. Studiamo quasi esclusivamente per il voto, mentre la nostra cultura la sentiamo sempre meno.
Saremo persi anche fisicamente quando venderanno qualche nostro monumento, o qualche isola e svegliandoci la mattina non saremo più noi a gestire la nostra ricchezza.
Crolla Pompei,la reggia di Caserta è in una situazione di degrado,ma diamo priorità a nuove cementificazioni,progetti che tagliano monti, boschi.


segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.10.17 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se in Sicilia si votano il Musumeci,preferendo il vecchio al nuovo pulito, non è che poi possano continuare a succhiare dal pozzo di San Patrizio ! Ci sarà una ragione di più per fare il federalismo. Tra l'altro ho paura sia già troppo tardi .

carlo mancuso 21.10.17 15:37| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=zjtTsbCJ4lA

Renzi in puglia

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 21.10.17 15:13| 
 |
Rispondi al commento

cari siciliani, questo è il vostro momento,mi raccomando non perdete il treno della libertà perché è un treno che passa molto raramente.
Sappiate che il vostro voto potrà essere dirompente perchè i risultati si ripercuoteranno intutta Italia.
Avanti tutta, abbiamo bisogno di un vostro colpo di reni.

mzee.carlo 21.10.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Nello Musumeci (sostenuto da Diventerà Bellissima, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con Salvini, UDC, Popolari e Autonomisti con Idea Sicilia, ecc.)
Giancarlo Cancelleri (sostenuto dal Movimento 5 Stelle)
Fabrizio Micari (sostenuto da Partito Democratico, Alternativa Popolare con i Centristi, Sicilia Futura - PSI, Lista Micari con Arcipelago Sicilia e il Megafono, ecc.)
Claudio Fava (sostenuto da Cento Passi con MdP, RC, Sinistra Italiana, ecc.):
Roberto La Rosa (Siciliani Liberi).
Musumeci e Micari un ammucchiata di partiti solo per portare voti. Ma come si fa a votarli. Saovini e Udc insieme e' un film comico.
Giancarlo avanti tutta

Paolo Graziosi, Roma Commentatore certificato 21.10.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Immagino che il referendum-truffa serva a far gonfiare la lega in prossimità delle elezioni, dato che il PD-L non se lo fila più nessuno. La carta della disperazione viene usata per non scomparire....Ma non porterà a un bel niente...

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.10.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Dove sono i pluridecorati, a lucidarsi le patacche col sidol? E quelli che se manca un apostrofo sul post scrivono numerosi perché loro si che sono andati a squola ..

Forza Sicilia , forza Cancelleri!
Governo a 5⭐ o sarà la fine.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 21.10.17 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Intorno al parlamento con le bestie dentro . Centinaia di migliaia , milioni di italiani attorno alla stalla per giorni dandosi il cambio fino a che non ci diano le elezioni prima di natale .

vincenzodigiorgio 21.10.17 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Come può la Sicilia, così ricca di cultura, arte e beni paesaggistici, per di più regione a Statuto speciale, essere così povera? Vuol dire che il malaffare s’è mangiato tutto, l’anima e il benessere del suo popolo. Amici siculi ribellatevi voi per primi che poi concludiamo l’opera in Itagghia!!!

Franco Mas 21.10.17 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sempre con voi

m,ichele manziega 21.10.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Ieri c'è stato un confronto su LA7, presenti, fra gli altri, Fusaro e Di Pietro, che si sono violentemente confrontati. Di Pietro, a seguito delle affermazioni di Fusaro, si è sentito male e pare che prima, abbia tentato di mettere le mani addosso a Fusaro.
Fusaro affermava che mani pulite non sono state altro che un colpo di stato, dove, a seguire, il liberismo ha iniziato la sua ascesa. Infatti, sono iniziati proprio da lì ad essere soppressi i diritti dei lavoratori.
Io dico che a pensarci bene, è di quegli anni la soppressione della scala mobile, l'adozione del libro bianco di Biagi, il prelievo forzoso dai conti degli italiani, da parte di Amato.
Mi colpì moltissimo quello che disse Craxi, interrogato da Di Pietro. Disse che il pc, fin d'allora, era una enorme macchina funzionante con tantissimi apparati satelliti, che non si era mai vista una cosa simile, che il loro bilancio era falsato. Nessuno sapeva dire dove avessero preso tanti soldi.
E' evidente che i ladri non erano solo i craxiani, come ha fatto emergere Di Pietro, forse erano solo il capro espiatorio e sono stati sacrificati per nascondere l'altra faccia della corruzione.

Veronica2 21.10.17 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli altri partiti, sembrano non facciano nessuna campagna elettorale. Misumeci scappa e non si confronta. La sinistra pare essere trasparente.
Allora è evidente che il pd non è per niente incisivo perchè vuol lasciare spazio alla destra. E la destra molto probabilmente sta lavorando sotto, con il suo innumerevole numero di liste, portanti pacchetti di voti. Infatti non si capirebbe come siano ricavati i sondaggi se non si sapesse, già a priori, il valore delle liste, in termini di voti.
Non per niente è riapparso il Berlusca, senz'altro la destra siciliana ha bisogno di avere uno sbocco a Roma con FI ecc.
Il Sig. Berlusca è uomo alquanto frusto. Anche se le indagini delle grandi stragi non hanno mai evidenziato i veri mandanti. Con le interviste, i verbali degli interrogatori ecc., più voci portano a un collegamento tra il Sig. Berlusca e queste stragi.
Sorgono due diverse idee, i due magistrati, con le loro indagini erano giunti proprio al capo di FI. Al Nord venivano investiti i soldi riciclati dai mafiosi.
Poi la mafia aveva la necessità di trovare un interlocutore altolocato e si sentiva minacciata, quindi si è ribellata.
Allora i siciliani devono mostrare il loro amor proprio, riappropriarsi della loro stima e non votare più que
sti partiti.
Ricordiamoci, è il popolo che destabilizza un dittatore, non può essere un estraneo.

Veronica2 21.10.17 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono sempre chiesto perchè tutti i conduttori dei format della La7- La Gruber,la Merlino,la Panella,Floris e da ultimo anche Mentana, fossero così palesemente schierati dalla parte del PD e non perdevano alcuna occasione per denigrare il Movimento 5Stelle. Ecco spiegato l'arcano. Nella bozza della legge di bilancio ci sono sei milioni di euro per il Giro d'Italia 2018 da dare alla Rcs di proprietà del sig, Cairo. Così pubblicato in un articolo dal Fatto Quotidiano Online di stamattina 21.10.2018. Ministro dello Sport Luca Lotti che si dice molto vicino al sig. Cairo. Possiamo avere in Italia una informazione libera con questi condizionamenti. Mi pare proprio di no. FORZA 5STELLE ,l'unica possibilità di liberare l'Italia da queste persone.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.10.17 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"IL PARLAMENTO EUROPEO capisce le difficoltà del nostro Paese e accetta la proposta di Pd e FI di rivedere il Trattato di Dublino, peggiorandolo, laddove possibile, per il nostro Paese: ma anche per la Grecia e per tutti i Paesi di primo approdo potenziale.
Tutti gli altri Stati dell'Unione potranno accogliere così solo il meglio dell'immigrazione, i profughi (il 3%), lasciando all'Italia l'obbligo di ospitare tutti gli altri (il 97%) fatto di immigrazione economica e di immigrazione ad altissimo tasso di criminalità."


--------------------------------------------------------------------


l'europa ci sta chiedendo di chiudere le frontiere. e sarebbe facile, basta fare come fanno loro, adottare le loro regole e metro di giudizio. siamo noi (i nostri politici) che vogliono l'immigrazione selvaggia.

come puoi pensare che gli altri stati europei ci "costringano" ad accettare di tutto? ritrovandosi oltretutto uno stato-polveriera, carico di tutto e di piu', attaccato ai loro confini. col fatto di dover spendere e quindi di doverci indebitare di piu' mettendo a rischio al tenuta della moneta (del suo valore) che condividiamo con loro, cioe' l'economia stessa dell'europa.

chi ti fa credere che e' l'europa a "ordinarci" di far entrare tutti, e' falso e scaricabarile, chiunque sia. oppure si sta facendo fuorviare dalle idee malsane di qualche tuttologo infiltrato pseudoesperto, servo della classe dirigente italiana.

carlo 21.10.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi impegno fino all'ultimo minuto. Questa volta c'è la possiamo fare.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 21.10.17 12:17| 
 |
Rispondi al commento

5 stelle, comincia a guardarti attorno su chi possa far parte di un eventuale governo della regione sicilia. scegli gente affidabile, brava, competente, onesta,con della testa, che ha voglia di fare e coraggiosa. per non ritrovarsi oltretutto spiazzati come e' successo a roma, con i ritardi e i casini che sono seguiti.

e fai lo stesso per le elezioni nazionali.

e se scegli bene vinci a mani basse.

carlo 21.10.17 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo a vedere se mi dovrò ricredere sull`Italia e sull italiano medio. I conti delle stato e la disoccupazione mostrano dell`incapacità della politica e della ragnatela criminale che avvolge il paese, un paese decotto in tutti i sensi, un paese fallito.

http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/italy

NATIONAL DEBT OF ITALY
2,293,347,840,324 €

Debt as % of GDP
135.16%

Se gli italiani avranno il coraggio di cambiare forse tra 10 anni si vedranno i primi risultati, altrimenti di questo passo finisce proprio male e sarà meglio scappare.

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.10.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento

.. e con la nostra terra dobbiamo riprenderci la nostra vita e la nostra libertà.
Forza Cancelleri tra gli elettori siciliani ci sono i delinquenti i furbi ed i fessi ma in buona parte gli elettori siciliani sono onesti e intelligenti e alla fine con questi si vince, con o senza la nuotata di Beppe. Forza Cagliari!!!!!!!!!

salvatore carboni, oristano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 21.10.17 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Borsellino era un uomo intelligente..." la bellezza del fresco profumo di libertà si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità".
^^^^^^^^
Come mai i nostri soloni dicono che la vera "democrazia" è un compromesso?!
Ladri e bugiardi!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.10.17 11:21| 
 |
Rispondi al commento

ot

camusso(cgil): "questo governo è uguale al precedente...." però adesso scusate che ho il tè con le amiche...

pabblo 21.10.17 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori