Il Blog delle Stelle
Se avessimo nazionalizzato MPS quando lo chiedeva il MoVimento 5 Stelle...

Se avessimo nazionalizzato MPS quando lo chiedeva il MoVimento 5 Stelle...

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 10

di Carlo Sibilia

E' proprio il caso di dirlo: in Italia se non hai un'imputazione coatta, un rinvio a giudizio o un avviso di garanzia non vai da nessuna parte. Il messaggio del Ministero dell'Economia e Finanze è chiaro. Ieri nella lista che il MEF ha presentato al cda MPS con i dirigenti da riconfermare c'è anche Paolo Salvatori, componente del collegio sindacale.

Ieri confermato dal Ministero e oggi in udienza al tribunale di Milano per discutere della sua imputazione coatta per falso in bilancio e manipolazione del mercato. In quale caso? Ma proprio nel caso MPS! Che domande. Eppure è strano che il povero Salvatori sia stato l'unico a non fare carriera attraverso questa vicenda giudiziaria. Uno dei crac bancari più pesanti e documentati mai accaduti nella storia d'Italia. Dove sono stati bruciati più di 8 miliardi di soldi pubblici.

Pensate che Profumo, colpito anche lui dal provvedimento di imputazione coatta, oggi è amministratore delegato di Leonardo (ex Finmeccanica) e Viola, che versa nelle medesime condizioni, gestisce la liquidazione coatta delle banche Venete. Insomma non capiamo veramente perchè Salvatori sia rimasto nella stessa situazione, nella stessa banca senza invece migliorare la sua carriera. Ovviamente siamo ironici. Proprio per queste nomine infatti abbiamo presentato una mozione di sfiducia al Ministro Padoan.

Si ride per non piangere...si sa. Soprattutto alla luce delle dichiarazioni rese oggi del Dott. Lavia, Direttore generale del Tesoro, in commissione d'inchiesta banche. Stesso dirigente che si è occupato della procedura sugli “Aiuti di Stato” a Monte dei Paschi. Pensate che ci ha riferito che le nomine in questione, tra cui anche quella di Paolo Salvatori, tengono già conto della nuova normativa che dovrà uscire, sempre secondo le dichiarazioni di Lavia, entro la fine dell'anno in attuazione dell'articolo 26 del TUB (“I soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso banche devono essere idonei allo svolgimento dell'incarico.”).

E' come dire: “Cari italiani non abbiamo imparato alcuna lezione dall'aver bruciato 8 miliardi di soldi pubblici. Anche in futuro succederà tranquillamente che riconfermeremo in ruoli apicali dirigenti bancari sotto indagine per disastri fatti nella stessa banca o in altre aziende statali.”. Così come ci è stato confermato che non intendano intraprendere alcuna azione di responsabilità nei confronti di chi ha presentato bilanci “non conformi” all'assemblea. Quindi, secondo il governo, i banchieri che fanno disastri nelle banche di stato possono dormire sogni tranquilli.

Del resto già nell'assemblea del 2016 il MEF, che allora possedeva solo il 4,05% della banca, votò contro la medesima proposta fatta nell'assemblea della banca senese e corredata da 900 pagine di particolari. Oggi il delegato del Ministero ci spiega di aver ricevuto delle deleghe limitate e quindi non avrebbe potuto votare. Ma invece di astenersi o non votare, ha pensato bene di votare contro. Il mandato invece era chiaro in merito alla “relazione sulla remunerazione”. Il Ministero ha liquidato l'imputato coatto (all'epoca AD di MPS) Viola con 12,2 milioni di euro per il periodo che va dal 2012 al 2016. Nello stesso periodo l'amministratore restituiva agli azionisti 12 miliardi di perdite in bilancio. Quindi il messaggio del governo è chiaro “ Cari banchieri, per ogni miliardo di perdite prendete un milione di euro in più”. Sembra un paradosso? Una barzelletta? Ma è proprio ciò che è accaduto, documenti alla mano.

L'unica nota positiva della vicenda è che da oggi il governo non può più giocare al gatto col topo. Ormai ci siamo arrivati. Il MEF è diventato azionista di maggioranza di MPS con il 68%. La banca è NAZIONALIZZATA. Quando lo abbiamo proposto noi ci davano dei matti...ricordate? Peccato esserci arrivati con la forza. Con l'acqua alla gola e nel silenzio assoluto. Chissà ad averlo fatto dal 2014 come avevamo chiesto con la nostra proposta di legge se non staremmo raccontando una storia diversa.

Di una banca prospera invece che fallita. Chissà che invece dei 4800 esuberi e le 600 filiali chiuse non parleremmo invece di nuovi posti di lavoro. Il momento della verità si avvicina. L'assemblea del 18 dicembre 2017 si avvicina. Cosa farà il governo? Voterà o no l'azione di responsabilità nei confronti di chi ha partecipato attivamente nel disastro della banca? Qualcuno pagherà oppure è vero che nel nostro paese più danni fai e più vieni promosso ? Superfluo dire che siamo l'unico caso in Europa nel quale accade una cosa del genere.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Nov 2017, 10:59 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 10


Tags: avviso di garanzia, mps, nazionalizzazione mps, profuno, salvatori

Commenti

 

E' tempo di radere al suolo la politica marcia fin dalle radici. Inutile e dispendioso prodigarsi per tentare di riportarla alla legalità. Tempo perso dietro a chi ha e sta rovinando l'Italia. Non c'è più tempo da perdere. Salvare il salvabile vuol dire irrompere nel palazzo armati e pronti a far fuoco.

ANTONIO TESTA 29.11.17 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Ricordiamoci: IL PESCE PUZZA DALLA CAPA ... se non ci libereremo, DEMOCRATICAMENTE CON IL VOTO, di questi veri e propri DELINQUENTI che ci governano, e che ci hanno SEMPRE governato ... la MAFIOCRAZIA (abbiamo visto come hanno sempre preso i voti ... con le CLIENTELE, con i ricatti, con il voto di scambio, con i pacchetti di voto assicurati dalla Mafia, Camorra e 'ndrangheta ) ... andremo SEMPRE PEGGIO ... invece, COL M5S AL GOVERNO, LA MAFIA, COME D'INCANTO, SPARIRA' E L'ITALIA, FINALMENTE, RISORGERA' !!!

Luigi Di Pietro 26.11.17 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Non si può fare ricorso al tribunale europeo per i diritti dei cittadini in quanto per le banche venete io, alle condizioni che si sono potute leggere sui vari organi di stampa, avrei offerto 100 volte di più di quanto offerto da banca intesa.
Se la banche in questione (sempre alle stesse condizioni offerte a banca intesa) fossero state messe all'asta sicuramente i risparmiatori e gli azionisti avrebbero avuto di più, non solo ma non ci sarebbero stati esuberi anzi molto probabilmente oggi ci sarebbero nuove assunzioni

giambattista zoccatelli 25.11.17 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Alle prossime elezione come dice Grillo sarà un referendum. O noi dei 5 stelle o gli altri.
L'onestà o il crimine. la democrazia o la partitocrazia, il popolo o la casta, la comunità o i privilegiati, i corretti o i furbi. E' una guerra, mettiamoci l'elmetto e combattiamo a muso d'uro. L'italia è bellissima e non dobbiamo temere di difenderla da queste canaglie. Che ognuno guardi in faccia il proprio vicino e capisca da che parte sta. Chi invece non vota è complice dei delinquenti. Fosse per me li maderei tutti in africa e renderei l'italia meglio dei paesi scandinavi. WM5S

rosario c. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.11.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Il MPS è stata una bella scrofa per allattare nel tempo i figli della politica meritevole !

terenzio eleuteri Commentatore certificato 25.11.17 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Si dice che il popolo italiano non sia un popolo unito! I fatti dimostrano in modo inconfutabile che questa diceria è campata per aria. Il popolo, almeno in una stragrande maggioranza, sa essere unito eccome. Il dramma sorge quando si va alla ricerca delle motivazioni che lo aggregano: spirito patriottico, elevato grado di cultura civica, correttezza tributaria ecc...tutte aspettative deluse. Il popolo politico trova coesione e collegialità nella lotta a chi vuole introdurre un principio nefasto per loro: L'ONESTA' ed ai tifosi di tale principio: il M5S !!!PAZZESCO

terenzio eleuteri Commentatore certificato 25.11.17 15:09| 
 |
Rispondi al commento

E Berlusconi, trasmesso da tutti i TG, dice che i 5Stelle non sanno governare.
L'Italia è nella cacca fino alle orecchie quando al governo, da 30 anni, c'erano quelli che "sapevano governare".
Siamo a cavallo, mi raccomando astenetevi alle prossime elezioni, orizzonti radiosi ci attendono.

giorgio peruffo Commentatore certificato 25.11.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Mettiamoci l'anima in pace perché la situazione in Italia non cambierà Chi è legato ai politici e sono tanti alle elezioni li voteranno sempre si è visto in Sicilia si vedrà in tutta Italia Alle prossime elezioni o assediamo il Parlamento o ci teniamo questa m****

Emilio bartolini 25.11.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Qualcuno lanciò lo slogan 'CHE FIGURA DI M..A'
Attuale più che mai.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 25.11.17 13:32| 
 |
Rispondi al commento

compreso perchè all'estero non contiamo un ceppa di lippa? Con queste credenziali l'Italia non è concorrenziale né affidabile politicamente né finanziariamente, nelle commissioni UE ci ridono in faccia, o pisciano in testa dipende da chi abbiamo di fronte.
All'estero ci considerano un popolo privo di amore di patria, sgovernato da un branco di affaristi ignoranti senza scrupoli privi di etica e morale legata agli interessi nazionali.

Nel frattempo però, le TV di Stato dicono a reti unificate che tutto va bene, l'Italia è in ripresa, il lavoro cresce, l'esportazione arriva su Marte e i cattivi muoiono in carcere!!!!

W l'Italia!!!!!!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 25.11.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori