Il Blog delle Stelle
Sfiduciamo Padoan. Profumo e Viola li ha voluti lui

Sfiduciamo Padoan. Profumo e Viola li ha voluti lui

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 24

di MoVimento 5 Stelle

Dopo l’imputazione coatta per falso in bilancio e manipolazione del mercato a carico di Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, si apre una voragine nel sistema bancario e delle partecipate di Stato, che può diventare un buco nero per il governo in carica e per il ministro Padoan in particolare.

Andiamo con ordine e proviamo a spiegare cosa c’è di così importante in questa notizia che, naturalmente, viene dopo certe fake news come quella sulla spazzatura a Roma.

A guardare il curriculum di Profumo viene da pensare che si tratti dell’uomo giusto per tutte le occasioni. Banchiere passato da Unicredit (con 38 milioni di euro di buonuscita, un po’ troppo persino per banca d’Italia) a Monte dei Paschi, laddove lascia il 6 agosto del 2015 a Massimo Tononi. Membro cda Eni e appena nominato amministratore delegato di Leonardo ex Finmeccanica.

Già vedendo questi incarichi e tenendo presente le motivazioni dell’imputazione verrebbe da dire: “Fermi tutti. Caro Profumo, prenditi un giro di riposo”. Ma invece al ministero del Tesoro pare che questo Profumo lo vogliano a ogni costo. Addirittura Padoan ha modificato delle leggi giuste e sacrosante pur di averlo su quella poltrona.

Infatti è stato proprio l’attuale titolare delle Finanze a cambiare delle norme interministeriali che avrebbero reso il buon Profumo incandidabile per il ruolo di ad di Leonardo. Infatti sotto il governo Letta, il 24 giugno 2013, l’allora ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni emanò una direttiva contenente la cosiddetta “clausola di onorabilità” in relazione ai dirigenti delle società partecipate. Essa prevedeva per i manager l’ineleggibilità o la decadenza in caso di condanna anche non definitiva per quattro categorie di “delitti”, tra cui quelli legati alle norme sull’attività bancaria, finanziaria, mobiliare e assicurativa. Ma l’ineleggibilità o la decadenza erano previste anche in caso di rinvio a giudizio. Inoltre, secondo quella direttiva, il Tesoro avrebbe dovuto sempre tener conto, al momento delle nomine, del parere di un “Comitato di garanzia, costituito con carattere di stabilità e composto da personalità di riconosciuta indipendenza e comprovata competenza ed esperienza in materia giuridica ed economica”.

Ancora nel 2013, tra l’altro, con il M5S in Parlamento, il Senato approvò all’unanimità la mozione Tomaselli che prevedeva una stretta sui criteri delle nomine, rafforzando quindi i principi della competenza, trasparenza ed indipendenza.
Ma Padoan, per tagliare la testa al toro, il 16 marzo scorso ha varato il più becero e volgare dei provvedimenti, nel totale disprezzo di quanto espresso dal Senato, cassando con un colpo di spugna tutti i buoni propositi per avere gente onesta e competente a guidare le aziende di Stato. La nuova direttiva (n. di protocollo 20004) ha infatti annullato e sostituito la precedente.

Padoan ha cancellato i requisiti di onorabilità stabiliti dalla direttiva del 24 giugno 2013 e tolto l’assoggettamento al Comitato di garanzia composto “da personalità di riconosciuta indipendenza e comprovata competenza ed esperienza in materia giuridica ed economica”. Così il 18 marzo 2017, solo due giorni dopo, si è dato campo libero a Profumo. Un vero e proprio blitz.

Ricordiamo che il banchiere era già rinviato a giudizio per usura bancaria in un altro procedimento (prima di essere designato alla guida di Leonardo). Per falso in bilancio e manipolazione del mercato era solo in “odore” di rinvio a giudizio, in quanto la vicenda era ancora in valutazione dal Gup di Milano che poi ha confermato i capi d’accusa.
Per di più, Profumo non ha alcuna esperienza o competenza nel settore Aerospazio, Difesa e Sicurezza, ma esclusivamente una quarantennale carriera da banchiere che gli avrebbe impedito di ricevere il via libera dalla commissione di esperti. Commissione inopportunamente cancellata da Padoan.

Per questi motivi Profumo non poteva essere scelto quale Ad di Leonardo (ex Finmeccanica) e la sua nomina è illegittima. Oggi la situazione si è addirittura aggravata e sul groppone pesano altri due capi d’imputazione.
Cosa ne resta della credibilità internazionale del nostro Paese? Vogliamo davvero presentare dei rinviati a giudizio per aggiotaggio ai nostri partner e ai mercati internazionali? Questo è diventato il nostro Paese nelle mani del Pd? Verrebbe da dire che con Berlusconi c’erano le norme “ad personam”. Ora, con il Pd, ci sono le norme “ad banchierem”.

Per non parlare del compagno di tante battaglie di Profumo a Mps, cioè il buon Fabrizio Viola. Viola non è più al Monte dei Paschi. Ha liberato gli uffici di Rocca Salimbeni. Grazie al cielo. Un sistema bancario sano lo avrebbe mandato in vacanza da molti anni.
Invece il signor Viola è stato spostato dalla poltrona di amministratore delegato di Monte dei Paschi a quella di ad della Popolare di Vicenza. Da re dei crac a traghettatore dell'ennesimo disastro bancario dell'era Renzi.
Alle banche Venete serviranno circa 6 miliardi di euro dei soldi dei cittadini italiani ed europei per avere qualche chance di evitare il bail-in, cioè il salvataggio con i soldi dei correntisti e degli obbligazionisti.

Chi gestirà la delicata operazione? Chi contratterà con Padoan? Chi dovrà mettere a posto i conti delle banche Venete se non Fabrizio Viola, rinviato a giudizio per falso in bilancio? Viola è l’uomo giusto naturalmente. Aver portato Mps alla canna del gas gli ha dato le competenze migliori per fare il salto di qualità. Per meriti indiscutibili, sia chiaro. Ve li immaginate Padoan e Viola che mostrano il piano industriale a Bce e Commissione Europea per salvare gli istituti veneti?
Questi signori hanno mentito agli italiani su Monte dei Paschi, hanno mentito agli azionisti contabilizzando derivati come titoli di Stato. Hanno inventato i prospetti “pro-forma” e in base a quelli hanno chiesto 5 miliardi al mercato. La magistratura è arrivata in tempo, stimolata a dovere. Questi signori non possono essere premiati. Ora è la politica che deve trarne le conclusioni.
Via Viola dalla poltrona di ad di Banca Popolare di Vicenza.
E soprattutto via Profumo dal ruolo di amministratore delegato di una partecipata statale come Leonardo
. Abbiamo depositato, sia alla Camera che al Senato, una mozione di sfiducia individuale nei confronti del ministro Padoan che ha reso possibile tutto questo.
Fuori dal governo chi vuole umiliare l’Italia. Salviamo le nostre imprese, il nostro orgoglio.

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

12 Mag 2017, 16:43 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 24


Tags: banche, leonardo, m5s, padoan, profumo, viola

Commenti

 

Ciao
Voi che vogliono un prestito alla banca per un lungo periodo di tempo ecco un Ms che è grave è che si concede la vostra domanda di prestito. Contattare la Signora Chouinard per la vostra applicazione di prestito. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Guepart gerard Commentatore certificato 16.05.17 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Profumo di viola?? Ma siete proprio sicuri? Non è che ci sia fetore di pozzo nero?

Mario Poillucci 16.05.17 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Se ho trovato il sorriso grazie
a Mr paul hotz ho ricevuto un finanziamento di € 100.000 e
due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti
questo uomo senza alcuna difficoltà con un tasso di 2%
An. Si presta 500 a 20.000.000 milion di euro. Io consiglio di non scegliere la persona sbagliata, se si desidera applicare in realtà
denaro in prestito per il vostro progetto e qualunque altro. Pubblico
questo messaggio perché Mr paul hotz mi fece bene con
prêt.C'est attraverso un amico che ho incontrato questo
onesto e generoso signor mi ha permesso di ottenere questo prestito.
Quindi vi consiglio di contattare e vi soddisferà per tutti
servizi che chiedono di lui. Ecco la sua lettera
e: delbarioalxio@gmail.com

DOUSSI 02 Commentatore certificato 15.05.17 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Un elemento del genere è ancora al "governo"? Only in Italy!

Biagio C. Commentatore certificato 15.05.17 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Povero Padoan, gli tocca fare la figura del pezzo di merda, mentre
quell'altro farabutto di Draghi lo prende per il culo. Della serie:
Farabutti e coglioni sono tutti Italiani. Falso. Tedeschi e Inglesi ci battono, per stupidità. Sono solo più avvezzi a gestire i loro coglioni. Gli Italiani non vendono il loro voto, per 80 Euro…

Alessandro Poggi 14.05.17 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché sfiduciare il Ministro Padoan ?
In fondo ha inventato la deflazione per non dare soldi ai pensionati e ai lavoratori, ha ridotto il ceto medio in pezzenti, ha garantito sostegno alle banche, a Alitalia e a tanti altri e lo volete sfiduciare ? Lasciamolo al suo posto, ce lo meritiamo.

Robona 14.05.17 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Sfiduciamo il Ministro Padoan che ha inventato deflazione (con il consenso di Renzi)a spese dei pensionati.

Robona 14.05.17 09:03| 
 |
Rispondi al commento


Per sfiduciare qualcuno bisognerebbe che avesse ricevuto la fiducia, anche in parte, degli italiani. Non mi risulta che Padoan abbia avuto la fiducia di nessuno, se non dei soiti noti che lo hanno imposto a Re nzi.
Meditate gente, meditate.
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 13.05.17 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo sfiduciato più' o meno tutto il Governo, presente e passato, ma sono ancora tutti lì . Non sarà' il caso di cambiare musica?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.05.17 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Se vogliono raccogliere immondizia lasciamoli fare perchè è anche ora che comincino a riparare quello che hanno seminato. Perchè non cominciano anche a fare pulizia al loro interno, dando una mano alla magistratura di mafia capitale?

Paolo Tasinato, CESANO MADERNO Commentatore certificato 13.05.17 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Io faccio un favore a te e tu fai un favore a me.

Ma se mi hai fatto un favore (mi hai favorito) vuol dire che hai aiutato me al posto di un altro che invece se lo meritava. Altrimenti non sarebbe stato un favore.

Così girano le nomine in quel dello Stato italiano.

Ovviamente in barba agli interessi dei cittadini.

PS Sembra che la spazzatura in due o tre cassonetti a Roma sia più importante della disoccupazione, a sentire i giornali e le TV.
Sarà mica che se non parli della spazzatura ti chiedono il rientro dei fidi in 24 ore?

giorgio peruffo Commentatore certificato 13.05.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento

L'unica soluzione in Italia e che certi personaggi passino a miglior vita, lui , renzie, napolitano, monti e tutti i pidioti..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 13.05.17 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Poche storie:
il Min. Padoan andrebbe messo sotto processo per Alto Tradimento!!

Il P.M. Michele Ruggiero non va lasciato solo!
http://www.controinformazione.info/il-csm-indaghera-su-michele-ruggiero-hanno-paura/#

Forza, uno scatto d'orgoglio: Svegliatevi !!

Giovanni Antonio 13.05.17 11:30| 
 |
Rispondi al commento

la figliola "rivoluzionaria" che dice del disinvolto comportamento di papà Padoan? Questo fa gli interessi di tutti tranne quelli del popolo italiano!

cristina cassetti 13.05.17 08:34| 
 |
Rispondi al commento

I CONSUMATORI DELLA RABBIA E LA DENEGAZIONE DELLA DEMOCRAZIA...

Sapere è una colpa è un segno dei tempi.

Se ci si basa sui numeri per raccontare il mondo in cui viviamo si è accusati di fare propaganda e di farlo senza avere cuore, senza pensare che dietro i numeri ci siano persone.

Se ci si sforza di argomentare e utilizzare un metodo che abbia un minimo di attendibilità scientifica si rischia di fare la fine degli eretici bruciati sul fuoco dall'Inquisizione.
Dire che l'analisi non serve, significa solo nutrire la vendetta e rendere i cittadini, contro i politici, contro i ricchi, contro i famosi, contro i migranti, contro le ong, contro i ladri, solo contro....

Oggi non si giocano solo le prossime elezioni politiche, ma il futuro e la qualità della nostra democrazia.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 13.05.17 07:27| 
 |
Rispondi al commento

vogliono mettere l`Italia inginocchio per controllarla e sottometterla. Padoan e solo un esecutore, nient altro.

Chissà se questo signore opera per l`Italia oppure per nazioni straniere.. i sospetti sono molti..

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 13.05.17 00:23| 
 |
Rispondi al commento

I portavoce del Movimento alla camera, perchè protestavano contro le pensioni dei parlamentari, hanno avuto mesi di sospensione anche dello stipendio, tutto questo per punizione.
Allora un Padoan che si avvale della sua posizione, per nominare dei tromboni incapaci, che fanno fallire ciò che toccano, credo che debba essere sottoposto alle stesse regole disciplinari e dimettersi.

Rosa 12.05.17 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso su Fabrizio Viola e' alla rovescia: era in BPER e la ha gestita tenendola fuori dai casini , fu chiamato a sistemare i casini di MPS ed e' stato cacciato per volere del PD in quanto si opponeva a qualcosa che voleva fare il PD.
Adesso lo hanno chiamato al capezzale di BPVI in quanto libero da impegni e sufficientemente competente.
La storia completa qui:
https://www.bloomberg.com/research/stocks/people/person.asp?personId=11941828&privcapId=877000

Controllate le date degli incarichi prima di sparare commenti che inficiano la credibilita' del ragionamento del post .

Salga a bordo ca**o !!!
cioe'
Controllate i dati ca**o !!


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 12.05.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Sapete cosa li unisce tutti e perchè si proteggono?
La massoneria.

Marco Bianconi 12.05.17 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Salve.
Ho una vita lavoro-contributiva di 47 anni. Sono un ex militare di truppa della Guardia di finanza, poi ex pubblico dipendente di Ufficio finanziario, finalmente pensionato 75enne.
Mi sto rivolgendo a Voi per esprimere quanta amarezza provo nel leggere tutti questi intrighi che disonorano il Paese Italia rendendo la mia onestà sacrificio.
Che fare?!


Padoan...prima di uscire di casa si profuma di violetta.
Conosciuto in tutta europa come ser-pente dell'economia.
Afferrata la vittima non la molla!
Oggi toccherà all'Italia...ieri toccò alla Grecia!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.17 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PADOAN-PROFUMO-GENTILONI-RENZI
E' la solita catena dei poteri. Tutti gli anelli sono legati per un unico scopo: mantenere il potere e gestirlo a favore delle banche e dei grandi capitalisti. Il popolo come al solito viene manipolato e sfruttato. Dateje giù a più non posso

giovanni ., Roma Commentatore certificato 12.05.17 17:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori