Il Blog delle Stelle
Vogliamo i dati sull'azzardo

Vogliamo i dati sull'azzardo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 22

di MoVimento 5 Stelle

Mentre è miseramente fallito il blitz d’agosto del governo per cercare di favorire "azzardopoli" (attenzione ci riproveranno nuovamente ai primi di settembre), è arrivata l’ora di alzare il velo sui numeri reali di questo fenomeno.

Stiamo parlando di decine di miliardi di euro di risorse, importantissime per lo sviluppo e l’innovazione del nostro Paese, che si disperdono nell’illusione del ‘tentar la sorte’. I Monopoli di Stato detengono dati importantissimi sui flussi di denaro provenienti dall'azzardo, scomposti per tipologia di gioco, che investono ogni singolo quartiere e comune italiano. Amministratori locali, consiglieri, operatori dei servizi, cittadini hanno diritto all'accesso a quei dati.

Il MoVimento 5 Stelle ha deciso di far piena luce attraverso i suoi amministratori e consiglieri comunali. Fino ad oggi è avvenuto un vergognoso silenzio su dati pubblici. I Monopoli di Stato hanno alzato un muro invalicabile a tutti - ma non ai lobbysti - sui dati reali e non manipolati della spesa degli italiani in azzardo "legale". Quei dati sono necessari a amministratori locali, operatori sanitari, associazioni, cittadini per capire quanto denaro - e sono miliardi di euro - invade i territori e distrugge relazioni e legami e l’economia sana e produttiva.

Il Comune di Dello, in Provincia di Brescia, è riuscito a ottenere quei dati inviando un formulario di accesso agli atti generalizzato (FOIA). Pensate, solo in questo piccolo Comune di 5.625 abitanti, nel 2015 risulta una spesa in azzardo di 5 milioni e 971 mila euro, ovvero una spesa pro capite di 1.043,88 euro.

SCARICA QUI IL MODULO ATTRAVERSO IL QUALE SINDACI, ASSESSORI, CONSIGLIERI POSSONO RICHIEDERE I DATI PER COMUNE E PROVINCIA!

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

5 Ago 2017, 11:36 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 22


Tags: azzardo, dati sul gioco d'azzardo, foia, gioco d'azzardo

Commenti

 

E' pronto il primo DVD di Skinny il delfino con 15 episodi ( 9 in italiano e 6 in inglese ) al costo di euro 10,00 ( prezzi inferiori per quantità) compreso di spedizione. Ogni DVD è autografato a mano dall'autore e dallo staff con dedica personalizzata.
Comprandolo ci aiuti a continuare il nostro progetto di realizzare cartoni animati educativi per bambini.
Tutto il ricavato della vendita del DVD servirà per l'operazione
GLI AMICI DI SKINNY REGALANO SORRISI.
Saremo su molti ospedali pediatrici e dopo aver proiettato gli episodi di Skinny il delfino, 8 attori travestiti da personaggi della omonima serie intratterranno i piccoli pazienti con giochi e racconti

Grazie

http://criscuoloraffaele.blogspot.it/2017/08/compra-il-dvd-di-skinny-il-delfino.html

questi sono gli episodi contenuti nel DVD

1 SIGLA https://youtu.be/IzvOYkO3SRc
2 Al museo https://youtu.be/H7FWL1w4ib8
3 Al museo LIS https://youtu.be/fY5P5JNGxKY
4 La cornacchia vanitosa https://youtu.be/vAhOi0D8dEc
5 The vain crow https://youtu.be/IswjFBIil0w
6 La lepre e la tartaruga https://youtu.be/0PxR6P4Nn74
7 The hare and the turtle https://youtu.be/b_KyXH0lTWM
8 La volpe e la cicogna https://youtu.be/BwhLyptz9e0
9 The fox and the stork https://youtu.be/PtLLEjtuCTw
10 La volpe è l’uva https://youtu.be/krOhyBVOnrA
11 The fox and the grapes https://youtu.be/lfc-8AwGIZM
12 I tre porcellini https://youtu.be/9A19aXDjxX4
13 The three Little Pigs https://youtu.be/3fFAc3FgGQ8
14 Impariamo con Skinny – I colori https://youtu.be/xALFHqxs73E
15 Let's learn with Skinny – colors https://youtu.be/4qWwmcbamyg

raffaele 10.08.17 13:06| 
 |
Rispondi al commento

mi auguro che la lotta al giuoco d'azzardo resti una priorietà anche dopo che il Movimento avrà vinto le elezioni

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.08.17 15:51| 
 |
Rispondi al commento

SCRIVETELO SU MANIFESTI MURALI A TAPPETO SU TUTTA LA PENISOLA !!!
CON LA PENNA SI PUO FARE LA GUERRA COSTRUTTIVA E IN TEMPI BREVI SENZA TUTTA QUESTA BEGA !!!
OTTENERE CONSENSO, ANDARE AL GOVERNO E CAMBIARE LE COSE !!!
SI VUOLE QUESTO O FORSE NO ???
DECIDETEVI !!!

Franco Della Rosa 08.08.17 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Nella sera di martedì 25 giugno i militanti della sezione Forza Nuova Desenzano-Salò (Brescia)

hanno esposto gli striscioni “Gioco d’azzardo tassa degli ignoranti” e “Abbindolati dalla lotteria, rovinati dallo Stato” nelle sale da gioco “Green Royale” e “Las Vegas” di Moniga, Manerba e Lonato “per denunciare la situazione che ha visto negli ultimi tempi il dilagare delle sale slot e del gioco d’azzardo nella zona tra Desenzano e Salò, portando alla dipendenza ed alla rovina giovani, pensionati ed intere famiglie! Riteniamo che il successo di tali attività sia la conseguenza di un impoverimento della società in termini economici ed etico-culturali che vedono la stato italiano e le amministrazioni come principali responsabili”.
“Secondo il Decreto Legge n. 164 del 31 maggio 1991”, si legge in una nota di Fn, “al comune sede della casa da gioco spetta il cinquanta percento degli utili netti, con vincolo di destinazione ad investimenti nel settore turistico e nel campo sociale; fa riflettere amaramente il fatto che lo stato si prefigga di regolamentare questo genere di esercizi, con la finalità di utilizzarne i proventi proprio per “utilità sociale” (a favore delle medesime vittime del gioco e per finanziare le stesse Forze dell’Ordine quotidianamente chiamate a reprimere truffe, gioco illegale e strozzinaggio), facendo presente che il gioco d’azzardo è la terza causa per la diffusione del fenomeno dell’usura. Non stupisce, dunque, la presenza delle mafie che controllano il 100% del gioco clandestino”.
Forza Nuova chiede quindi, alle amministrazioni, “di regolamentare la presenza di “giochi” come slot machine negli esercizi e bloccare l’apertura di nuove sale slot (riteniamo siano già in esubero), che sia fatto rispettare il divieto dell’utilizzo dei giochi ai minori di 18 anni, esigiamo di stabilire una distanza minima di 500 metri dai centri abitati. Al pari dei tabacchi, vogliamo che non sia consentita la pubblicità .

** sono solo coincidenze **

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 07.08.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento

http://casino.gioconews.it/politica-2/45807-nuovi-casino-forza-italia-legge-italiana-sia-in-linea-con-quella-di-paesi-europei

cristiano i. Commentatore certificato 07.08.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Chi di noi non conosce persone dedite al gioco d'azzardo e scommesse varie?
Questo tipo di attività è da sempre un sistema per spillare danaro senza concedere nessuna "chance" di rifarsi. Sapete perché? L'individuo vive in una gabbia psicologica per cui, anche se vince rigioca tutto fino a rimanerne senza (ludopatia). Cosa fare?
Non vi sono dubbi, proibire il gioco dilagante è l'unica via possibile. Dedicare un numero limitati di luoghi dove è possibile sfidare la fortuna è l'unica via praticabile. Diversamente si incentiverebbe di nuovo la clandestinità, dando in mano alla criminalità un altro canale di "affari". Permettere, ad esempio, un casinò per provincia, con un controllo ferreo sul rispetto delle regole statistiche (il 60% delle giocate dev’essere restituito in vincite), soprattutto con un limite temporale ( il permesso di giocare deve essere limitato a poche ore di presenza nel luogo preposto).
La percentuale di tasse e di vincite deve essere rigidamente elaborata da un ente statale economico, dando ai gestori un margine equo di redditività. In caso di scorretta gestione, punire severamente.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 07.08.17 08:36| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/2016/12/votazioni_di_oggi_programma_energia_lex_iscritti_e_comunarie_di_palermo.html

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 06.08.17 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIOCO D'AZZARDO E' LA TERZA INDUSTRIA DEL PAESE MA LO STATO CI RIMETTE!...

lo Stato incassa 10 miliardi di tasse sui giochi, ma ne spende quasi il doppio per curare gli italiani.Per il mancato incasso derivato dal gioco e sostenere spese per malati del gioco!!!...

In Italia ci sono circa 1 milione malati dipendenti dal gioco, mentre 2 milione sono considerato a rischio patologia.

La perdita sarebbe addirittura di 1 miliardo e 600 milioni di euro, pari a un quarto del gettito dell'Imu.

Scommesse e lotterie un’ immensa torta spartita tra concessionari ed esercenti, l’industria dei giochi ha fatturato 95 miliardi di euro, i concessionarie, in teoria, considerati esattori per conto dello Stato.

SI TRATTA DI UN SETTORE DELICATISSIMO CON GRANDI RISCHI PER LA SOCIETÀ ED ECONOMIA DEL PARSE, LO STATO CI RIMETTE E LA CRIMINALITÀ ARRICCHISCE E INQUINA L'ECONOMIA.


fabio bagnoli, non ho capito se per te sono idioti solo i vecchi che giocano con le slot o se sono idioti tutti i vecchi. Comunque non so quali locali tu frequenti per vedere solo vecchi davanti alle slot: per quanto mi riguarda, non mi risulta siffatto che i soli rincoglioniti dalle macchinette infernali, siano solo i vecchi... anzi, ti dirò che non mi ricordo di un solo vecchio afflitto dal vizio... a meno che per te, un cinquantenne non sia già decrepito al punto da essere collocato al ricovero per "non autonomi".

Umberto Leoni Commentatore certificato 05.08.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cristiano i. condivido in toto il modello (francese) che hai esposto qui. Osservo soltanto che, ahimè, buona parte del territorio meridionale ed insulare, è sotto il rigido controllo delle varie mafie: perdurando una situazione fuori controllo come quella attuale, il rischio (quasi certezza) di vedere la criminalità in combutta con la politica (come accade ora con le slot... ed il resto) di impossessarsi del "business", è enorme. Purtroppo questa è l'Italia del buonismo boldriniano, dove proprio per stupido buonismo radical chic, si continua ad ignorare il dilagare della delinquenza organizzata meridionale , che ha esteso le sue metastasi anche al nord ed in europa. Ma anche questo, per boldrini & company, non conta: limitare la libertà dei mafiosi, delle loro famiglie e dei loro numerosissimi adepti... É ROBA DA FASCISTI....

Umberto Leoni Commentatore certificato 05.08.17 17:32| 
 |
Rispondi al commento

come da foto si può notare che sono quasi tutti dei vecchi , il vero male per questi italiani non sono le slot machine ma l'egoismo incallito che hanno perpetrato nella loro inutile vita , sono questi individui che sono 1/3 della popolazione italiana che hanno sempre pensato e continuano a pensare al loro piccolo orticello fregandosene di tutti gli altri ....se l'italia è diventata quella che è loro ne hanno fatto abbondantemente parte e ne sono i pieni responsabili continuando a partecipare con il loro peggio ....sono idioti ed egoisti e nessuno li sopporta più ....

Fabio Bagnoli 05.08.17 17:14| 
 |
Rispondi al commento

con la mia proposta di Legge ,
votata Democraticamente dagli iscritti sul Lex di Rousseau per il Parlamento Italiano ,
non ci sarebbe bisogno di nessuna iniziativa inutile , come invadere la privacy delle persone o peggio vietare tornando a far prosperare le tanto odiate corporazioni del nero ..

Meglio investire il giusto tentando la fortuna che elargire anche solo 50 centesimi alla pappatoia cattolica

Leggersi nel dettaglio le votazioni su Rousseau

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 05.08.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fenomeno del gioco d'azzardo è una piaga sociale che va contrastata con ogni mezzo. Il fatto che lo Stato non fa nulla anzi incentiva il gioco non fa altro che essere complice.

Renzo Grillo 05.08.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo i dati sullo IOR

come mai ad oggi non vi è stato neanche un atto Parlamentare in merito a questa richiesta di trasparenza nei confronti dei togati associati - perbenisti - pretofili spa ?

altro sperpero di denaro pubblico sulle spalle del popolo a favore di pochi piazzati nella pappatoia partitocratica

I fondi Europei

In quale punto del programma - in Europa per l'Italia - il nostro M5S ha dichiarato ai cittadini votanti di appoggiarli ?

In attesa

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 05.08.17 13:04| 
 |
Rispondi al commento

altra fonte per i politici di arricchimento, mai faranno qualcosa contro tutti i giochi diffusi in Italia. Non dimentichiamo dei 98 miliardi condonati ai titolari delle macchinette mangiasoldi

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 05.08.17 12:57| 
 |
Rispondi al commento

gioco regolamentato , consapevole e legale per ADULTI.. Con redistribuzione delle vincite e degli introiti in servizi e non ad evasori fiscali criminali .. alla faccia dei proibizionisti filo mafiosi

Attendiamo trasparenza sulle nostre votazioni con Rousseau ,possibilmente senza accedere a nessun atto .. in alternativa possiamo considerare la piattaforma come il progetto politico un totale fallimento

Proponente iscritto e certificato M5S

Antonello Clivio

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 05.08.17 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Riportare il gioco d'azzardo ad essere un prodotto “di nicchia”, tipico dei casinò, il cui approccio presuppone una dinamica del tutto diversa sul piano emotivo, mentale e del comportamento, limitandolo quindi in luoghi ad esso dedicati, contingentati ed interconnessi tra di loro. Provvedere alla stesura di una legge quadro, che preveda la rimozione coatta di tutte le macchine da gioco all’interno dei bar, ristoranti, tabaccherie, … e che prenda spunto dal modello francese, per permettere l’istituzione di sale da gioco dedicate, attualmente in Francia ne esistono circa 200, che vengono autorizzate a seguito della richiesta dei Comuni che soddisfano le condizioni fissate dalla legge. La legge indica quali giochi possono svolgersi all’interno delle sale, le quali detengono anche il monopolio della gestione degli apparecchi automatici. Il Comune di ubicazione concorda con la casa da gioco l’elenco degli obblighi nel quale viene fissata in particolare l’aliquota sul prodotto lordo dei giochi da versare direttamente al Comune, il quale la utilizza per incrementare la propria attrattiva turistica e/o il proprio welfare. L’elenco degli obblighi precisa inoltre i requisiti legali e la casa da gioco deve organizzare spettacoli, attività culturali e animazioni oltre a offrire un servizio di ristorazione di livello. L’attività delle sale da gioco è sottoposta alla supervisione del Ministero dell’Interno e anche da altri dicasteri tra cui quello all’economia. L’autorizzazione all’apertura delle sale da gioco è rilasciata dal ministro degli Interni, su richiesta dei comuni, dopo attente indagini ed in considerazione di un capitolato d’oneri molto rigido. A sorvegliare il gioco legale così come a reprimere quello clandestino, provvede la polizia dei giochi, le circa 200 sale, costituiscono il primo campo d’intervento di questo corpo di polizia, ritenuto efficientissimo. Un altro controllo viene esercitato da un organo ispettivo del Ministero delle Finanze...

cristiano i. Commentatore certificato 05.08.17 12:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori