Il Blog delle Stelle
Vogliono affossare e svendere il sistema bancario

Vogliono affossare e svendere il sistema bancario

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 12

di Daniele Pesco

Prima con le regole di Basilea, poi con il Bail In e ora con le nuove regole sulle sofferenze bancarie. Più che mettere al sicuro il nostro sistema bancario sembra che l'intento sia quello di affossarlo e svenderlo. Bce ha emanato delle nuove linee guida su come svalutare le sofferenze bancarie. In pratica si tratta di regole più restrittive che una volta entrate in vigore, chiederanno maggiori accantonamenti in tempi più brevi.

Molte nostre banche non sono messe bene, per diverse ragioni, sia per malagestio, sia per erogazioni di grossi finanziamenti di natura amicale e politica a società che non hanno mai restituito, sia per finanziamenti ad aziende poi soffocate dalle stesse regole bancarie, dalla crisi e dai cattivi pagatori con in testa lo Stato.

Chiedere questi maggiori accantonamenti in tempi rapidi produrrà lo stesso effetto dell'introduzione repentina dei nuovi requisti patrimoniali per l'erogazione del credito:

- Minori possibilità di erogazione del credito
- Difficoltà per le aziende di finanziarsi
- Minore occupazione
- Minori consumi
- Acuirsi della crisi.
- Maggiori facilità per i fondi locusta di acquistare i crediti, far chiudere aziende e vendere case e capannoni.
- Ulteriore Riduzione dei valori immobiliari
- Banche in vendita a un euro facile bottino di Big Bank internazionali

Non sarebbe più opportuno rivedere o diluire nel tempo queste nuove regole?
Per i mutui non potrebbe essere interessante pensare a una misura emergenziale, che dopo aver escluso le erogazioni di natura dolosa, permetta di effettuare transazioni con i debitori magari allungando o ristrutturando i mutui?
Lo Stato non potrebbe creare un fondo di garanzia per permettere, quanto meno, ai suoi creditori di aggrapparsi ad una ciambella di salvataggio prima che gli venga venduto l'immobile?

Urge una presa di posizione forte da parte di quelle istituzioni, Abi, Bankit, Governo e anche Parlamento che fino a oggi han fatto troppo poco per preservare il nostro ordinamento giuridico da regole troppo severe che come effetto hanno solo avuto quello di soffocare le nostre aziende e la nostra economia.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Ott 2017, 10:20 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: banche, m5s, pesco, regole

Commenti

 

il piccolo risparmiatore come deve difendersi

gaetano monastra 08.10.17 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Io mi metto nei panni dei tedeschi, hanno un 30% degli occupati con minijob, le banche territoriali messe male e le grandi piene di derivati, e devono dotare di capitali la BCE del maiale democristiano Draghi che ci compra i titoli di stato italiani e li gira pure alla banca d'Italia dell'altro maiale democristiano Visco che ci ricompra i titoli di stato italiani e rifornisce di liquidità le banche italiane governate da altri maiali democristiani che ricomprano altri titoli di stato italiani il tutto per tenere in piedi il governo dei maiali democristiani del PD (il maiale più maiale di tutti i maiali è Franceschini), il quale a sua volta si regge sulle coop rette da altri maiali democristiani e sugli autonomi che non pagano le tasse e hanno sempre votato per i maiali democristiani.
Finchè c'era Schaeuble democristiano come loro alle finanze li copriva, adesso arriva il superfalco liberale, Lindner o Kubicki, e alleggerire il contribuente tedesco dell'enorme costo del mantenimento di tutto l'enorme esercito di papponi clericali che sostiene il PD neodemocristiano è un imperativo categorico.
Ben venga quindi il totale sfracellamento del sistema bancario italiano, che assieme alla mafia dei prefetti clericali, delle coop pappone legate agli enti ecclesiastici ed alla magistratura buonista cattocomunista veltroniana (fa sganasciare l'appello di Veltroni ai parlamentari 5 stelle per approvare lo ius sola che dal punto di vista della cittadinanza comunitaria è illegale senza il parere degli altri membri) sono i pilastri del defungendo regime suino neodemocristiano.

mario genovesi 08.10.17 07:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che - in tono soffuso - stanno rinominando VISCO alla Banca d'Italia, cioè colui che ha rovinato il sistema bancario italiano con le sue negligenze e compromissioni in tema di vigilanza.
Parlamentari 5 Stelle, facciamo tutto il possibile per evitare questo ulteriore disastro!
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.17 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Quando ci governano le banche, non possiamo pretendere che lo fanno nel nostro interessi.
I nostri specialisti sono di nuovo all'opera.

umberto argento 06.10.17 19:28| 
 |
Rispondi al commento

CHIEDO, A CHI CONOSCE LA FINANZA, LA CDP POSTE, COSA REALMENTE RISCHIANO I DETENTORI DI BUONO FRUTTIFERO ALL'INFLAZIONE.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 06.10.17 15:46| 
 |
Rispondi al commento

le banche non sono messe bene PER NOI cittadini lavoratori e risparmiatori. PER LORO le banche stanno BENISSIMO, gli obbediscono, danno i soldi gratis agli amici e li prendono da noi con la forza della legge,
per loro le banche SONO PERFETTE! e perciò NON LE CAMBIANO! sta roba come volete chiamarla? clientelismo, mafia, massoneria, p2, p3. il potere l'hanno tolto al popolo da tempo, non è sovranità popolare ma schiavismo!
soluzione: mandare a lavorare in miniera tutti quelli che di professione vivono appiccicati a una sedia

Enrico Marcarlo 06.10.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Altro che sistema solido è affidabile sbandierato in tutte le sedi da questi cialtroni, compreso primo ministro e quello dell'economia, hanno salvato le banche dopo che hanno tosato i risparmiatori, con i soldi delle nostre tasse, adesso l'Europa ci presenta il contro. Con quali soldi verranno coperti i nuovi buchi delle banche ? Indovinate un po. La risposta non mi sembra difficile.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 06.10.17 12:47| 
 |
Rispondi al commento

...sono a buon punto ...alla faccia " del sistema solido"...e alla nostra

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.17 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Oggi " Berlino e Parigi"
rispolverano il piano Verstager,
quello per intenderci che limita la proprietà di bond statali delle banche di ogni paese, oltre ad un certo livello bisognerà pagare il rischio associato ossia depositare valori a garanzia.
Parola di Federico Fubini sul Corriere e di Ugo Bertone su Libero.

Di fatto è un’arma mirata alla tempia dell’Italia, infatti oggi le banche italiche detengono – come succede da decine di anni – la maggior parte delle obbligazioni italiane, se le si costringe a mettere depositi cauzionali per aver concentrato il proprio equity sull’emittente Stato Italiano salta il banco, lo spread torna a 500
e certamente la Troika questa volta non la si evita.

Si, perchè anche un crollo di borsa generalizzato e mondiale alla fine si accanirebbe in particolar modo contro i paesi più deboli, contro le prede più succulente: in una parola, l’Italia... !! .

vedi anche :
https://scenarieconomici.it/per-capire-con-chi-stare/


Lino V. Commentatore certificato 06.10.17 11:30| 
 |
Rispondi al commento

prima o poi, ma speriamo " prima ", la smetteranno di rovinare l'Italia, uno dei Paesi + belli del Mondo, con la sua Storia, le sue Tradizioni, ecc.. e NON SVENDERANNO PIU' NULLA, ma anzi, al contrario, saranno costretti da Noi a riacquistare ciò che hanno venduto alle Multinazionali delle Banche e non solo!!!!!!!

Maurizio De Tomasi, Alghero Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.10.17 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo che poco tempo fa, un cosiddetto "autorevole" esponente politico, un guru, disse che le nostre banche erano solide.
Mi fermo qui, se vado oltre potrei essere accusato per insulti esagerati

Alessandro L. 06.10.17 10:41| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori