Condividi

“Mentre il governo fa cassa sulla pelle degli italiani, tagliando 10 miliardi alla Sanità da qui ai prossimi anni, il M5S pensa che il diritto alla salute sia intoccabile.
E che la macelleria sociale che il governo ha messo in atto – con ulteriori e pesanti sforbiciate su prestazioni sanitarie come radiografie, Tac, risonanze magnetiche, analisi cliniche – potrebbe benissimo evitarsi se solo la politica si decidesse a tagliare i suoi sprechi, i vitalizi dei parlamentari, le sue auto blu invece di usare i cittadini come bancomat.
Intanto in Parlamento abbiamo portato una nostra proposta di legge che cerca di tutelare il diritto alla salute sin dalla nascita. E’ la legge sullo screening neonatale.

Stiamo parlando di un esame prezioso che permette di individuare 40 malattie rare nei neonati e salvarli da una vita di sofferenza. Ad oggi questo esame non è garantito allo stesso modo in tutte le Regioni, con un’insopportabile discriminazione tra bimbi di serie A e bimbi di serie B, ma nell’Italia che immaginiamo questi esami sarebbero la prassi, garantiti allo stesso modo a tutti i nostri figli.
La nostra proposta supera finalmente queste disuguaglianze intollerabili, e per approvarla manca davvero pochissimo.
Ti invitiamo a conoscere la nostra idea di Italia a Imola il 17-18 ottobre all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” Come forse sai, siamo l’unica forza politica che rifiuta il finanziamento pubblico, e quindi ti chiediamo di contribuire come desideri con una donazione per realizzare Italia a 5 Stelle.
L’Italia che vogliamo garantisce a tutti il diritto alla salute, fin dalla nascita. L’Italia che vogliamo è un’Italia a 5 stelle!” Paola Taverna