Condividi

Il candidato sindaco M5S di Bronte, Sicilia, Davide Russo ha ricevuto una serie di lettere minatorie, assieme agli attivisti, che hanno come scopo di farlo rinunciare alla candidatura.

una delle lettere minatorie, clicca sull’immagine per ingrandire

Il M5S fa paura ai criminali e ai mafiosi come dimostrano le intercettazioni di Aemilia in occasione delle elezioni del 2012 a Parma quando alcuni ‘ndranghetisti commentavano: “C’è stato un terremoto, i comici si sono presi la città!” o su Mafia Capitale del 2013, quando Buzzi e Carminati dichiaravano: “Grillo ha distrutto il Pd, così noi non ci stiamo più“. Oggi i portavoce M5S al Senato Nunzia Catalfo e Mario Giarrusso incontreranno il prefetto di Catania per esporre le preoccupazioni su quanto accade a Bronte e sulle intimidazioni al candidato del M5S. L’onestà deve tornare di moda. #nomafiabronte